Notizie dal Mondo Copertina, Generica

Sergiy Stakhovsky: “I tornei combined ci sono ma non li vogliamo, è la WTA a volere i tornei combined”

28/06/2016 12:56 66 commenti
Sergiy Stakhovsky classe 1986, n.94 ATP
Sergiy Stakhovsky classe 1986, n.94 ATP

Sergiy Stakhovsky ha parlato del nuovo consiglio dell’ATP e di Andy Murray che è entrato per la prima volta.

“Forse quando saranno parte nelle negoziazioni dei prize money, capiranno cosa significa incrementare il prize money e cosa significa avere lo stesso prize money tra ATP e WTA.
Non ho mai cambiato la mia opinione in otto anni, la WTA è un prodotto diverso dall’ATP. Penso che loro debbano guadagnare di più di ora, ma non vedo perchè l’ATP debba cercare di avere lo stesso montepremi.”

“I tornei combined ci sono ma non li vogliamo, è la WTA a volere i tornei combined. I tornei vogliono essere combined perchè risparmiano in questo modo risorse. Quando diciamo che non vogliamo torneo combined la gente dice che siamo sessisti, è una guerra persa purtroppo per noi.”


TAG: , , , ,

66 commenti. Lasciane uno!

I love tennis (Guest) 01-07-2016 01:07

@ Rogerina (#1632886)

Poi cortesemente smettiamola di parlare di categorie,è inutile inglobarci uomini e donne in queste differenze stupide da discorsi pseudo sessisti ottocenteschi,per me siamo tutti uguali,nel senso di essere umani.Poi ovviamente c’è chi eccelle e chi meno,quando parlo con qualcuno mi interessa capire che persona ho di fronte,non se è uomo o donna.

66
I love tennis (Guest) 01-07-2016 01:05

@ Rogerina (#1632886)

Io ho fatto delle considerazioni a favore delle donne,se non accetto le tue considerazioni non vuol dire che non possa accettare le considerazioni di altre donne.Mi pare che stai peccando un po’ di protagonismo.Inoltre io non pretendo di insegnare il rispetto e l’educazione a nessuno,perchè d’altronde se vengo provocato tendo a rispondere per le rime.

65
I love tennis (Guest) 01-07-2016 01:02

@ Rogerina (#1632886)

Il fatto che sei donna non c’entra nulla ,mia cara,ho battibeccato anche di recente con utenti uomini su altre tematiche ma poteva capitare anche con tematiche come queste.Stai prendendo un abbaglio perchè non mi danno assolutamente fastidio le tue considerazioni,è giusto lo scambio di opinioni e non faccio differenza se a farle sia tu o un uomo,l’importante è il rispetto reciproco,e ammetto di averti apostrofato con tutti gli aggettivi che tu hai elencato ma solo perchè mi sono sentito offeso dalle tue affermazioni.Per il resto,non ho mai pensato che le donne siccome hanno ottenuto tanto debbano starsene buone,anzi,tutt’altro.E’ giusto lottare per ambiti nei quali ancora la parità è lontana anni luce ma suggerirei alle femministe di farlo con toni più pacati e moderati.Se pensi che io sia vittima di machismo,che non credo di aver mai avuto,sol perchè ad esprimere le sue opinioni è una donna,ovvero tu,ti sbagli di grosso.Puoi dirmi ciò che ti pare,non mi scompongo mica.Pensi che sono permaloso? Si,spesso lo sono.Ma non ho complessi di inferiorità,ciò che una donna o un gruppo di donne può pensare di un uomo è relativo sempre ai contesti nei quali si parla,non mi devo per forza sentire toccato,se non riguarda me.

64
Rogerina 30-06-2016 08:45

Scritto da I love tennis
@ Rogerina (#1632301)
A parte che sei una gran maleducata che ti permetti di offendere e mettere in dubbio la mia intelligenza,ti rispondo perchè rispetto a te sono un signore.Già il fatto che ti basi solo sui telegiornali la dice lunga sul tuo grado di informazione.Comunque sia,ovviamente ritengo sbagliato quando,in tutti i casi,la meritocrazia venga messa da parte per favorire un uomo rispetto ad una donna.Forse non lo sai ma ho avuto degli scambi di opinioni con certe sedicenti femministe,quindi so esattamente come la pensano.Non abbiamo più di fronte le suffragette,ma delle isteriche che si battono più per cause stupide che per i diritti delle donne.Altro punto in questione,il berlusconismo.Questa ideologia ha influenzato l’italiano medio,del quale parli, per vent’anni,e ancora c’è una parte che ne è influenzata.Una donna va’ scelta sempre per le sue qualità intellettive,e non perchè una parte del corpo meno nobile del cervello muove la scelta.Non so se te ne sei accorta,dato che sei molto limitata,ma il mio discorso è a favore delle donne.

una cosa però te la dico : peccato che tu abbia rovinato alcuni buoni concetti esposti con delle affermazioni (tra l’altro puerilmente piccate) che vanno in netto contrasto con quanto mi contesti. vuoi dare lezioni di educazione ma nello stesso tempo mi hai detto che sono 1) maleducata 2) arrogante 3) limitata 4) poco informata 5) addirittura che ‘rompo le scatole’ su livetennis?? Ma chi sei? Devo chiedere a te il permesso di dire la mia come tutti? Oppure il problema è che tra magari mille interventi che non ti piacciono quelli che trovi intollerabili sono (stranamente) quelli di una donna? Io ho l’impressione leggendoti che dietro alcune belle parole si nasconda un fastidio di fondo, un disagio, delle mal digerite constatazioni di alcune donne vicine a te sugli ometti in generale. E’ troppo sospetto il tuo livore. Tra l’altro non so dall’alto di quale arroganza sentenzi che le cause per cui si battono le femministe sono stupide. E meno male che hai l’ardire di impartire al prossimo lezioni di educazione e rispetto. Fanno il male delle donne? Non so, di sicuro non fanno il bene degli uomini e credo che sia questo il tuo problema. Ultima cosa : il tuo discorso non è affatto a favore delle donne perchè al di là di qualche buona parola buttata qua e la la sensazione di fondo che trasmetti è il concetto ‘avete ottenuto già tanto, ora statevene buonine’. La sensazione di fondo è che tu veda nitidamente la pagliuzza e ignori a trave, e che tutto ciò venga condito con una buona dose di permalosità da categoria e differente accettazione di affermazioni sgradite a seconda della provenienza.

63
I love tennis (Guest) 30-06-2016 01:22

@ Rogerina (#1632861)

Sul tuo livello invece grazie ai tuoi commenti sempre molto civili e pacati non abbiamo più dubbi da anni.Tornatene nel tuo letargo,i tuoi commenti ti assicuro che non sono mancati a nessuno.

62
Rogerina 30-06-2016 00:15

Scritto da Rogerina

Scritto da I love tennis
@ Rogerina (#1632311)
Non mi sono mai sentito oggetto di sopruso femminile, depreco tutti quegli uomini che non voterebbero mai una donna.Se fossi stato romano avrei votato la Raggi,una donna seria,intelligente e preparata.Non avrei mai votato tale Rogerina,maleducata e arrogante,che rompe le scatole su questo sito.Per le quote rosa intendevo che non bisognerebbe scegliere in base al genere ma in base alle capacità,poi che possa arginare una certa misoginia di tanti uomini non lo metto in dubbio,ma la meritocrazia è ben altra cosa.

Direi che con queste risposte deliranti e scomposte e ineducate hai tolto ogni dubbio sul tuo livello. Penoso…direi che non meriti ulteriori perdite di tempo.

61
Rogerina 30-06-2016 00:14

Scritto da I love tennis
@ Rogerina (#1632311)
Non mi sono mai sentito oggetto di sopruso femminile, depreco tutti quegli uomini che non voterebbero mai una donna.Se fossi stato romano avrei votato la Raggi,una donna seria,intelligente e preparata.Non avrei mai votato tale Rogerina,maleducata e arrogante,che rompe le scatole su questo sito.Per le quote rosa intendevo che non bisognerebbe scegliere in base al genere ma in base alle capacità,poi che possa arginare una certa misoginia di tanti uomini non lo metto in dubbio,ma la meritocrazia è ben altra cosa.

Direi che con queste risposte deliranti’ scompostre e ineducate hai tolto ogni dubbio sul tuo livello. Penoso…direi che non meriti ulteriori perdite di tempo.

60
I love tennis (Guest) 29-06-2016 19:42

@ Rogerina (#1632311)

Non mi sono mai sentito oggetto di sopruso femminile, depreco tutti quegli uomini che non voterebbero mai una donna.Se fossi stato romano avrei votato la Raggi,una donna seria,intelligente e preparata.Non avrei mai votato tale Rogerina,maleducata e arrogante,che rompe le scatole su questo sito.Per le quote rosa intendevo che non bisognerebbe scegliere in base al genere ma in base alle capacità,poi che possa arginare una certa misoginia di tanti uomini non lo metto in dubbio,ma la meritocrazia è ben altra cosa.

59
I love tennis (Guest) 29-06-2016 19:39

@ Rogerina (#1632301)

A parte che sei una gran maleducata che ti permetti di offendere e mettere in dubbio la mia intelligenza,ti rispondo perchè rispetto a te sono un signore.Già il fatto che ti basi solo sui telegiornali la dice lunga sul tuo grado di informazione.Comunque sia,ovviamente ritengo sbagliato quando,in tutti i casi,la meritocrazia venga messa da parte per favorire un uomo rispetto ad una donna.Forse non lo sai ma ho avuto degli scambi di opinioni con certe sedicenti femministe,quindi so esattamente come la pensano.Non abbiamo più di fronte le suffragette,ma delle isteriche che si battono più per cause stupide che per i diritti delle donne.Altro punto in questione,il berlusconismo.Questa ideologia ha influenzato l’italiano medio,del quale parli, per vent’anni,e ancora c’è una parte che ne è influenzata.Una donna va’ scelta sempre per le sue qualità intellettive,e non perchè una parte del corpo meno nobile del cervello muove la scelta.Non so se te ne sei accorta,dato che sei molto limitata,ma il mio discorso è a favore delle donne.

58
circ80 29-06-2016 13:46

Non capisco che fastidio crei, agli uomini, il torneo combined in se;
Detto questo non vedo come necessariamente sessiste le parole di stacho:
In sostanza dice che atp e WTA sono due prodotti diversi quindi non è giusto che debbano avere per forza e regola lo stesso montepremi ( per assurdo potrebbe essere anche più alto quello femminile, in quanto le sue parole non escludono questa eventualità)

57
Rogerina 29-06-2016 13:03

Scritto da Shuzo

Scritto da pinkfloyd
Comunque solo negli Slam c’è effettiva parità di montepremi.
E penso sia una cosa acquisita da anni e non più negoziabile.
Gli Slam sono ITF, non WTA o ATP.
Se qualche torneo tipo Indian Wells o Miami ha introdotto una sostanziale parità, ha fatto bene, non è un problema dei giocatori.
Poi come fai a rendere credibile uno come Stakhovski dopo tutto quello che ha detto? (e ne ha dette di tante, alcune orripilanti).
Alla base di questi ragionamenti c’è una forma di qualcosa, lo sappiamo, anche da parte degli utenti, chiamiamolo semplicemente “maschilismo”, meglio “machismo”.
Ma la donna non sottrae soldi a nessuno e il tennis è l’unico sport ugualmente conosciuto e popolare per entrambi i sessi.

Mi spiace ma adesso sei tu a fare una discriminazione al contrario. Il fatto di aver rilasciato in passato delle “brutte” dichiarazioni non significa che ogni sua dichiarazione successiva debba per forza essere sbagliata, sessista, misogina o altro ancora.
Tra l’altro attaccandolo come hai fatto, hai anche dimostrato che ha ragione. Ha detto di essere contro i tornei combined ma se un giocatore osa dichiararlo, viene accusato di misoginia. Esattamente quello che hai fatto tu.
Tra l’altro lui ha anche dichiarato che in effetti le giocatrici dovrebbero guadagnare di più. Se anche questa è la dichiarazione di un misogino le cui argomentazioni è impossibile prenderle sul serio, ti dai nuovamente la zappa sui piedi.
In ogni caso, visto che è un dato di fatto che i tornei maschili attirano più pubblico pagante (sia maschile che femminile), significa che il circuito maschile è più produttivo di quello femminile. Se poi nei tornei combined alle donne viene riservato lo stesso montepremi rispetto al maschile, le donne sono privilegiate. Tutto ciò è semplice, ovvio e lapalissiano. Chi lo nega, è in malafede.

anche io sono d’accordo con il fatto che si debba guadagnare in rapporto all’interesse che generi e ai soldi che fai girare ed è indubbio che il tennis maschile sia più spettacolare, io stessa lo guardo molto di più…ma da qui a dire che le donne debbano avere un montepremi più basso per principio ce ne passa. Se questo signore avesse voluto fare per la prima volta nella sua vita un discorso sensato non avrebbe dovuto parlare di ATP o di WTA, avrebbe dovuto dire che se Tizio/a attira più pubblico di Caio/a merita un montepremi più alto. Io mi chiedo perchè uno come lui che richiama 2 spettatori debba usufruire del generale maggiore interesse che ruota intorno all’ATP mentre magari una Azarenka che ne attira di più di lui debba essere penalizzata perchè facente parte della WTA. Perchè appartenere a un genere deve dare il diritto a rivendicare dei vantaggi su altri a prescindere? Purtroppo molto spesso l’omofobia va a braccetto con la misoginia, questo è un dato di fatto. Che poi dica che le donne debbano guadagnare più di adesso (sottointendendo però che non debbano raggiungere gli uomini) non rappresenta in alcun modo un atteggiamento in controtendenza rispetto a quello per il quale viene additato….anzi, io ci vedo una conferma.

56
Ktulu 29-06-2016 12:57

Una curiosità per gli esperti di moda: mediamente guadagnano di più le modelle o i modelli?

55
Rogerina 29-06-2016 12:23

Scritto da Shuzo

Scritto da I love tennis
Non si può,nella cultura moderna,essere femministi perchè significherebbe distorcere la realtà a proprio piacimento.Giratevi qualsiasi pagina femminista su facebook,non troverete un solo articolo su donne criminali o nessuna critica,anche solo velata,a certe tipologie di donne.Le femministe sono false e ipocrite,pensano di tutelare il mondo delle donne ma quando delle donne sbagliano,guarda caso,non ne parlano mai.Questo,signori miei,è il nuovo nazismo,non si può elevare un sesso alla perfezione e demonizzare l’altro.Se sono chiamate nazifemministe un motivo c’è.Non parlano di come le ragazzine moderne siano eccessivamente sboccate e aperte con i maschietti e tanto altro.Ora sarebbe troppo facile fare un critica anche agli uomini,quelle le conosciamo tutti,io mi aspetterei delle analisi serie anche sugli innumerevoli difetti femminili.Non assoggettiamoci a questo pensiero privo di meritocrazia perchè è molto pericoloso.

Senza arrivare a parlare di nazifemminismo, la realtà è che le donne hanno oramai raggiunto non la parità, ma la supremazia e il predominio. Supremazia e predominio che stanno diventando sempre più schiaccianti. Lo dimostra il fatto che oggi un uomo non possa mai permettersi di uscire dalle righe quando parla di una donna o delle donne in generale. Al contrario è assolutamente legittimo sentire una donna o delle donne sparlare e denigrare il genere maschile senza pudore e senza che questo susciti senso di contrarietà. Se un uomo osa notare ciò, viene zittito con la dichiarazione “Certo che tanti uomini meritano che si parli male di loro!”
Ma ci siamo mai chiesti che probabilmente la stessa cosa possa valere anche per almeno altrettante donne?
Il semplice fatto che Ray Moore si sia dovuto dimettere dalla direzione del torneo di Indian Wells per aver dichiarato che le giocatrici dovrebbero inginocchiarsi al cielo e ringraziare che esistano giocatori come Federer o Djokovic che le fanno guadagnare tanto, ne è l’ennesima dimostrazione. Il fatto poi che anche Djokovic sia stato attaccato (da alcuni accusato di misoginia anche lui) per non aver criticato duramente Moore, ne è l’ennesima conferma. Se il pubblico pagante amasse più il tennis femminile che quello maschile, le stesse persone che accusano Stakhovsky di misoginia, pretenderebbero stesso montepremi per uomini e donne nei tornei combined?
Non credo che ci bisogno di rispondere!

ottica a dir poco miopica. Un classico. Mi piacerebbe vedere tutti voi che vi sentite oggetto di sopruso femminile rinascere donne avendo però memoria della vostra vita da maschi. Ridereste di tutti i discorsi che state facendo adesso, te lo garantisco.

54
Rogerina 29-06-2016 12:10

Scritto da mariuz
Ha perfettamente ragione. I prize money lo deve definire il mercato, quindi con tornei separati. Altrimenti si fa tutto un calderone e si divide a metà, col torneo maschile che trascina la WTA che interessa solo se gioca qualche bella gnocca)))

verissimo….il livello dell’italiano medio purtroppo è questo.

53
Rogerina 29-06-2016 12:06

Scritto da I love tennis
@ radar (#1632202)
Il tuo discorso e’ sacrosanto, ma purtroppo se leggi certe considerazioni aberranti e populiste delle femministe nei riguardi degli uomini, ti fa accapponare la pelle.Ribadisco, e’ vero che sono state scritte considerazioni medioevali, ma se dobbiamo difendere i diritti delle donne, noi uomini dobbiamo partire dalle nostre donne, a noi piu’ care, ovvero mogli,fidanzate,sorelle,madri.Non come dicono quelle pazze, che se non difendi tutte le donne non puoi difendere nemmeno quella che ami.Questa e’ mera follia, basta approfondire i discorsi che intavolano per accorgersene.Si e’ passati dall’oppressione verso le donne all’arroganza di queste sgallettate,che non hanno certo bisogno di essere difese da nessuno perche’ saranno sempre indifendibili.Per il resto,parita’ assoluta in ogni campo,e anzi aggiungo che le donne ci hanno gia’ superato in quanto a bravura e intelligenza.Ma per carita’, basta degenerazioni ideologiche e politiche quali il femminismo.Se una certa sinistra non le appoggiasse, non le sentiremmo abbaiare.Il mascilismo va’ sconfitto con battaglie intelligenti e meritocratiche, non sessiste.

‘considerazioni aberranti e populiste delle femministe nei riguardi degli uomini’ ????
Ma tu hai idea di cosa siano le cose aberranti? Ma lo guardi ogni tanto un telegiornale? Ma la senti la cronaca? Stai facendo una crociata a mio parere ridicola contro una ideologia che per carità, in alcuni aspetti sarà pure esasperata (chiedersi il perchè potrebbe denotare un buon quoziente intellettivo), ma che rappresenta un granello di sabbia in una spiaggia rispetto a quello che l’ideologia opposta ha provocato nella storia alle donne (e che direi ancora provoca, non so se tu sia informato a riguardo). Ma riflettere prima di scrivere?

52
Rogerina 29-06-2016 11:59

Scritto da I love tennis
Non si può,nella cultura moderna,essere femministi perchè significherebbe distorcere la realtà a proprio piacimento.Giratevi qualsiasi pagina femminista su facebook,non troverete un solo articolo su donne criminali o nessuna critica,anche solo velata,a certe tipologie di donne.Le femministe sono false e ipocrite,pensano di tutelare il mondo delle donne ma quando delle donne sbagliano,guarda caso,non ne parlano mai.Questo,signori miei,è il nuovo nazismo,non si può elevare un sesso alla perfezione e demonizzare l’altro.Se sono chiamate nazifemministe un motivo c’è.Non parlano di come le ragazzine moderne siano eccessivamente sboccate e aperte con i maschietti e tanto altro.Ora sarebbe troppo facile fare un critica anche agli uomini,quelle le conosciamo tutti,io mi aspetterei delle analisi serie anche sugli innumerevoli difetti femminili.Non assoggettiamoci a questo pensiero privo di meritocrazia perchè è molto pericoloso.

quando però la meritocrazia viene ignorata per favorire di default un uomo rispetto a una donna niente da dire, giusto?
Inoltre trovo estremamente poco sensato il tuo intervento sulle quote rosa. Sono d’accordo sul fatto che non sia giusto obbligare qualcuno a scegliere un genere invece che una persona, tuttavia hai mai pensato che questo sistema serva per arginare l’ignoranza di chi una donna non la voterebbe mai nella vita per partito preso? E pensi che siano in pochi ad avere questo miserabile pensiero? Ultima cosa : le donne che hanno scalzato uomini a tuo giudizio molto più capaci sono spesso e volentieri donne scelte da uomini, con purtroppo tutti i limiti del caso. Guarda le donne ingaggiate a suo tempo da Berlusconi…purtroppo a volte è una parte del corpo diversa dal cervello a determinare la scelta, e questa ahimè pare sia una prerogativa maschile…te ne sei mai accorto?

51
pinkfloyd 29-06-2016 10:37

@ Shuzo (#1632110)

Sarà almeno la decima volta che ci ritroviamo a discutere su questa questione e su quello che dice e pensa Stakhovsky.
Che è andato pesantemente sopra le righe in passato pur di difendere le sue posizioni. E che sembra vivere solo per questo, per lui è davvero una esistenziale ed ideologica questione di principio.
Quindi io mi rifaccio a quello che leggo su di lui.

In generale, poi, a me interessa poco di tutto ciò, nel senso che sono favorevole ad una certa parità in certi tornei (che sono pochi, alla fine, rispetto a tutta la stagione), anche perché per gli uomini non cambia nulla, non è che le donne sottraggono soldi a loro.
E la questione economica non è un fatto che mi riguarda, per conto mio sono fin troppo stra-pagati, tutti.
A me, di soldi in tasca, non ne entrano comunque, io guardo il tennis per quel (poco) che di spettacolare offre oggi, che sia maschile e femminile (e, talvolta, il femminile è anche più “spettacolare” del maschile o almeno meno noioso, in generale, PER ME).

Se poi vogliamo il tennis solo al maschile è un altro conto, so che la battaglia verte essenzialmente su questo, su un preconcetto prestabilito secondo il quale il maschio è prevalente e domimante in assoluto, in tutto, anche nel tennis.
Invece secondo me il tennis è sempre stato uno sport mediamente equilibrato e la Navratilova (per fare un solo nome) è ancora oggi più conosciuta nel mondo più di tanti maschi attuali, anche di vertice.
Se vogliamo dire che il tennis femminile è sconosciuto e non vale niente, in generale, possiamo dirlo, ma vuol dire che non viviamo in questo mondo.

50
Giuseppespartano (Guest) 29-06-2016 07:31

Scritto da Anni80
Non ho letto i 45 commenti che precederanno il mio, ma mi fa piacere che siano in fase calante i commenti rispetto agli ultimi articoli pubblicati su questo genio dei campi da tennis. Significa che tutti hanno capito che questo signorino quando parla dice solo “C…..te” e che non vale la pena neanche di commentare! Personalmente è anche l’ultima volta che lo commento e per quanto i pagliacci facciano più ascolto dei saggi spero vivamente che lo staff di livetennis provi a dare meno spazio a questi fenomeni…

49
I love tennis (Guest) 29-06-2016 00:37

@ radar (#1632202)

Il tuo discorso e’ sacrosanto, ma purtroppo se leggi certe considerazioni aberranti e populiste delle femministe nei riguardi degli uomini, ti fa accapponare la pelle.Ribadisco, e’ vero che sono state scritte considerazioni medioevali, ma se dobbiamo difendere i diritti delle donne, noi uomini dobbiamo partire dalle nostre donne, a noi piu’ care, ovvero mogli,fidanzate,sorelle,madri.Non come dicono quelle pazze, che se non difendi tutte le donne non puoi difendere nemmeno quella che ami.Questa e’ mera follia, basta approfondire i discorsi che intavolano per accorgersene.Si e’ passati dall’oppressione verso le donne all’arroganza di queste sgallettate,che non hanno certo bisogno di essere difese da nessuno perche’ saranno sempre indifendibili.Per il resto,parita’ assoluta in ogni campo,e anzi aggiungo che le donne ci hanno gia’ superato in quanto a bravura e intelligenza.Ma per carita’, basta degenerazioni ideologiche e politiche quali il femminismo.Se una certa sinistra non le appoggiasse, non le sentiremmo abbaiare.Il mascilismo va’ sconfitto con battaglie intelligenti e meritocratiche, non sessiste.

48
sabatino (Guest) 29-06-2016 00:34

in questo momento si stanno disputando i campionati europei di calcio maschile. Perché non disputare nello stesso momento anche quelli di calcio femminile e offrirli agli spettatori?
Perché solo nel tennis questa ricerca di parità?
Allora si disputi prima il gran premio di F1 coi piloti maschili e poi quello con le pilotesse…
Resta il problema del mio diritto a non guardare quello che non mi piace o che non mi sembra uno spettacolo di alto livello.

47
Anni80 29-06-2016 00:12

Non ho letto i 45 commenti che precederanno il mio, ma mi fa piacere che siano in fase calante i commenti rispetto agli ultimi articoli pubblicati su questo genio dei campi da tennis. Significa che tutti hanno capito che questo signorino quando parla dice solo “C…..te” e che non vale la pena neanche di commentare! Personalmente è anche l’ultima volta che lo commento e per quanto i pagliacci facciano più ascolto dei saggi spero vivamente che lo staff di livetennis provi a dare meno spazio a questi fenomeni…
:mad:

46
radar 28-06-2016 22:38

@ Shuzo (#1632167)

@ lallo (#1632171)

Ma è così fastidioso dare a tutti, uomini e donne, le stesse chances?
Lo trovate così abominevole?

È questione di diritti e di opportunità, dopo un’intera storia umana in cui le donne sono state sempre messe in un angolo e oppresse, sottoposte ad angherie di ogni tipo e vessate in mille e uno modi.

Pari possibilità, ma distribuite equamente: nel 50% spettante agli uomini i migliori prevarranno, nel 50% spettante alle donne le migliori prevarranno.

Stesse basi di partenza a uomini e donne: in fondo si tratta solo di questo.

45
lallo (Guest) 28-06-2016 21:46

Scritto da radar

Scritto da Forsecelafaccioadiventareterzacategoria
Scusate ma siete sicuri di vivere nel 2016 o vi siete fermati al 1940? Scusate la crudezza ma leggere certi commenti fa pensare…molto..fa pensare che vi sia gente che ancora non ha metabolizzato cosa significa uguaglianza tra i sessi, le razze e le religioni valore tra l’altro sancito dalla nostra costituzione…Oppure siete fermi al codice di Hammurabi

Davvero a leggere certi commenti si torna al Medioevo!
Secoli di barbarie e di conquiste come cancellati..
50% per gli uomini, 50% per le donne, in tutti i campi: tra gli uomini emergeranno i più capaci e tra le donne idem.
Non solo non ci sarebbe nulla di male, ma dovrebbe essere un principio egualitario inviolabile, sacrosanto e naturalmente riconosciuto.
Stakhovski potrebbe anche avere ragione su alcuni aspetti, ma la reiterata insistenza, il continuo prodigarsi per sminuire le partite femminili (a livello di spettacolo-spettatori, di introiti, ecc..) lo rendono terribilmente urticante.
Invece di svilire cerchi di portare un contributo costruttivo con dichiarazioni e impegno: sarebbe più apprezzabile, più utile e, soprattutto, più giusto.

Quale principio egualitario? Ma cosa stai dicendo? Ma ragioni per luoghi comuni o peggio non ci arrivi? 50% e 50% non ha alcun valore meritocratico bensì è una suddivisione antimeritocratica di stampo comunistoide. La distribuzione DEVE (e lo sport insegna proprio questo e solo questo) essere al 100% diretta verso i più capaci siano uomini o donne (quindi anche 100% uomini o 100% donne se il merito dice così) tutto il resto è politically correct vomitevole ed ormai imbarazzante.

44
Shuzo (Guest) 28-06-2016 21:41

Scritto da radar

Scritto da Forsecelafaccioadiventareterzacategoria
Scusate ma siete sicuri di vivere nel 2016 o vi siete fermati al 1940? Scusate la crudezza ma leggere certi commenti fa pensare…molto..fa pensare che vi sia gente che ancora non ha metabolizzato cosa significa uguaglianza tra i sessi, le razze e le religioni valore tra l’altro sancito dalla nostra costituzione…Oppure siete fermi al codice di Hammurabi

Davvero a leggere certi commenti si torna al Medioevo!
Secoli di barbarie e di conquiste come cancellati..
50% per gli uomini, 50% per le donne, in tutti i campi: tra gli uomini emergeranno i più capaci e tra le donne idem.
Non solo non ci sarebbe nulla di male, ma dovrebbe essere un principio egualitario inviolabile, sacrosanto e naturalmente riconosciuto.
Stakhovski potrebbe anche avere ragione su alcuni aspetti, ma la reiterata insistenza, il continuo prodigarsi per sminuire le partite femminili (a livello di spettacolo-spettatori, di introiti, ecc..) lo rendono terribilmente urticante.
Invece di svilire cerchi di portare un contributo costruttivo con dichiarazioni e impegno: sarebbe più apprezzabile, più utile e, soprattutto, più giusto.

Costruttivo? Cioè? Esprimere il proprio dissenso deve per forza prevedere l’essere costruttivo? Inoltre chi ha criticato aspramente il giocatore ucraino è stato costruttivo?
La mia impressione è che quando qualcuno è antipatico si cerca di sminuire ciò che afferma a prescindere. Se poi le sue argomentazioni sono meno scorrette di quelle di chi lo attacca, si cercano argomenti indiretti per farlo.

43
radar 28-06-2016 20:33

Scritto da Forsecelafaccioadiventareterzacategoria
Scusate ma siete sicuri di vivere nel 2016 o vi siete fermati al 1940? Scusate la crudezza ma leggere certi commenti fa pensare…molto..fa pensare che vi sia gente che ancora non ha metabolizzato cosa significa uguaglianza tra i sessi, le razze e le religioni valore tra l’altro sancito dalla nostra costituzione…Oppure siete fermi al codice di Hammurabi

Davvero a leggere certi commenti si torna al Medioevo!
Secoli di barbarie e di conquiste come cancellati.. :shock:

50% per gli uomini, 50% per le donne, in tutti i campi: tra gli uomini emergeranno i più capaci e tra le donne idem.

Non solo non ci sarebbe nulla di male, ma dovrebbe essere un principio egualitario inviolabile, sacrosanto e naturalmente riconosciuto.

Stakhovski potrebbe anche avere ragione su alcuni aspetti, ma la reiterata insistenza, il continuo prodigarsi per sminuire le partite femminili (a livello di spettacolo-spettatori, di introiti, ecc..) lo rendono terribilmente urticante.

Invece di svilire cerchi di portare un contributo costruttivo con dichiarazioni e impegno: sarebbe più apprezzabile, più utile e, soprattutto, più giusto.

42
Shuzo (Guest) 28-06-2016 20:03

Scritto da I love tennis
Non si può,nella cultura moderna,essere femministi perchè significherebbe distorcere la realtà a proprio piacimento.Giratevi qualsiasi pagina femminista su facebook,non troverete un solo articolo su donne criminali o nessuna critica,anche solo velata,a certe tipologie di donne.Le femministe sono false e ipocrite,pensano di tutelare il mondo delle donne ma quando delle donne sbagliano,guarda caso,non ne parlano mai.Questo,signori miei,è il nuovo nazismo,non si può elevare un sesso alla perfezione e demonizzare l’altro.Se sono chiamate nazifemministe un motivo c’è.Non parlano di come le ragazzine moderne siano eccessivamente sboccate e aperte con i maschietti e tanto altro.Ora sarebbe troppo facile fare un critica anche agli uomini,quelle le conosciamo tutti,io mi aspetterei delle analisi serie anche sugli innumerevoli difetti femminili.Non assoggettiamoci a questo pensiero privo di meritocrazia perchè è molto pericoloso.

Senza arrivare a parlare di nazifemminismo, la realtà è che le donne hanno oramai raggiunto non la parità, ma la supremazia e il predominio. Supremazia e predominio che stanno diventando sempre più schiaccianti. Lo dimostra il fatto che oggi un uomo non possa mai permettersi di uscire dalle righe quando parla di una donna o delle donne in generale. Al contrario è assolutamente legittimo sentire una donna o delle donne sparlare e denigrare il genere maschile senza pudore e senza che questo susciti senso di contrarietà. Se un uomo osa notare ciò, viene zittito con la dichiarazione “Certo che tanti uomini meritano che si parli male di loro!”
Ma ci siamo mai chiesti che probabilmente la stessa cosa possa valere anche per almeno altrettante donne?
Il semplice fatto che Ray Moore si sia dovuto dimettere dalla direzione del torneo di Indian Wells per aver dichiarato che le giocatrici dovrebbero inginocchiarsi al cielo e ringraziare che esistano giocatori come Federer o Djokovic che le fanno guadagnare tanto, ne è l’ennesima dimostrazione. Il fatto poi che anche Djokovic sia stato attaccato (da alcuni accusato di misoginia anche lui) per non aver criticato duramente Moore, ne è l’ennesima conferma. Se il pubblico pagante amasse più il tennis femminile che quello maschile, le stesse persone che accusano Stakhovsky di misoginia, pretenderebbero stesso montepremi per uomini e donne nei tornei combined?
Non credo che ci bisogno di rispondere!

41
Shuzo (Guest) 28-06-2016 19:48

Scritto da pinkfloyd
Comunque solo negli Slam c’è effettiva parità di montepremi.
E penso sia una cosa acquisita da anni e non più negoziabile.
Gli Slam sono ITF, non WTA o ATP.
Se qualche torneo tipo Indian Wells o Miami ha introdotto una sostanziale parità, ha fatto bene, non è un problema dei giocatori.
Poi come fai a rendere credibile uno come Stakhovski dopo tutto quello che ha detto? (e ne ha dette di tante, alcune orripilanti).
Alla base di questi ragionamenti c’è una forma di qualcosa, lo sappiamo, anche da parte degli utenti, chiamiamolo semplicemente “maschilismo”, meglio “machismo”.
Ma la donna non sottrae soldi a nessuno e il tennis è l’unico sport ugualmente conosciuto e popolare per entrambi i sessi.

Mi spiace ma adesso sei tu a fare una discriminazione al contrario. Il fatto di aver rilasciato in passato delle “brutte” dichiarazioni non significa che ogni sua dichiarazione successiva debba per forza essere sbagliata, sessista, misogina o altro ancora.
Tra l’altro attaccandolo come hai fatto, hai anche dimostrato che ha ragione. Ha detto di essere contro i tornei combined ma se un giocatore osa dichiararlo, viene accusato di misoginia. Esattamente quello che hai fatto tu.
Tra l’altro lui ha anche dichiarato che in effetti le giocatrici dovrebbero guadagnare di più. Se anche questa è la dichiarazione di un misogino le cui argomentazioni è impossibile prenderle sul serio, ti dai nuovamente la zappa sui piedi.
In ogni caso, visto che è un dato di fatto che i tornei maschili attirano più pubblico pagante (sia maschile che femminile), significa che il circuito maschile è più produttivo di quello femminile. Se poi nei tornei combined alle donne viene riservato lo stesso montepremi rispetto al maschile, le donne sono privilegiate. Tutto ciò è semplice, ovvio e lapalissiano. Chi lo nega, è in malafede.

40
Mats 28-06-2016 18:56

Ha detto che non vuole i tornei combined, io non ci vedo nessun riferimento sessista. E poi si sa che nei combined sono gli uomini ad attrarre piu´spettatori, soldi, sponsor ecc. che non le donne

39
I love tennis (Guest) 28-06-2016 18:52

@ Forsecelafaccioadiventareterzacategoria (#1632065)

Per portare avanti la parità dei sessi non è necessario il femminismo,non quello moderno,che si batte per cause stupide,meglio le suffragette,quelle si che erano vere femministe.

38
I love tennis (Guest) 28-06-2016 18:50

@ mirko.dllm (#1632067)

No assolutamente,non l’ho omesso,l’ho dato per scontato,è ovvio che ci sono tanti uomini inetti,anche più delle donne sicuramente.Non ce l’ho affatto con le donne,ma con le femministe,che non ammettono un sottile imbarbarimento in certe donne stesse.Io sono per la meritocrazia,non per gli estremismi,se una persona è brava e capace non me ne frega nulla del sesso.

37
mirko.dllm (Guest) 28-06-2016 18:26

Scritto da I love tennis
Stakhovsky anche qui ha sbagliato ragionamento,è giusto avere i tornei combined e la parità dei montepremi,però la questione da lui sollevata,obiettivamente estesa ad altri campi,è corretta.Ricordiamoci che è colpa delle femministe che invocano le quote rosa se in parlamento o in altri campi ci ritroviamo donne inette che magari scalzano chi è più bravo/a di loro.L’ideologia che devi eccellere pari ad un uomo solo perchè sei donna l’hanno inventata loro,ricordiamocelo.Che si sentano superiori è un dato innegabile.E non è un ragionamento meritocratico.

Hai per caso omesso volutamente che,specialmente in un sistema come il nostro,fanno carriera e vanno avanti con la loro professione,anche e soprattutto tanti uomini inetti? Mi spieghi perchè anche tu ce l’hai con le donne? Da come lì’hai messa,e da quello che hai scritto,sembra che solo le donne fanno cose irregolari,mentre gli uomini sono tutti santi.Mah!

36
Forsecelafaccioadiventareterzacategoria (Guest) 28-06-2016 18:20

:shock: :shock: Scusate ma siete sicuri di vivere nel 2016 o vi siete fermati al 1940? Scusate la crudezza ma leggere certi commenti fa pensare…molto..fa pensare che vi sia gente che ancora non ha metabolizzato cosa significa uguaglianza tra i sessi, le razze e le religioni valore tra l’altro sancito dalla nostra costituzione…Oppure siete fermi al codice di Hammurabi :roll:

35
l Occhio di Sauron 28-06-2016 17:58

sessista omofobo e anche un po’ razzista!

34
sabatino (Guest) 28-06-2016 17:45

Parole sante. Perché solo nel tennis il combined?
Io non vado più agli internazionali, perché ritengo ingiusto pagare per uno spettacolo sportivo che non mi piace.
E’ un mercato: la wta faccia i suoi tornei e se li guardi chi li apprezza senza costringere nessuno

33
I love tennis (Guest) 28-06-2016 17:11

Non si può,nella cultura moderna,essere femministi perchè significherebbe distorcere la realtà a proprio piacimento.Giratevi qualsiasi pagina femminista su facebook,non troverete un solo articolo su donne criminali o nessuna critica,anche solo velata,a certe tipologie di donne.Le femministe sono false e ipocrite,pensano di tutelare il mondo delle donne ma quando delle donne sbagliano,guarda caso,non ne parlano mai.Questo,signori miei,è il nuovo nazismo,non si può elevare un sesso alla perfezione e demonizzare l’altro.Se sono chiamate nazifemministe un motivo c’è.Non parlano di come le ragazzine moderne siano eccessivamente sboccate e aperte con i maschietti e tanto altro.Ora sarebbe troppo facile fare un critica anche agli uomini,quelle le conosciamo tutti,io mi aspetterei delle analisi serie anche sugli innumerevoli difetti femminili.Non assoggettiamoci a questo pensiero privo di meritocrazia perchè è molto pericoloso.

32
I love tennis (Guest) 28-06-2016 17:01

Stakhovsky anche qui ha sbagliato ragionamento,è giusto avere i tornei combined e la parità dei montepremi,però la questione da lui sollevata,obiettivamente estesa ad altri campi,è corretta.Ricordiamoci che è colpa delle femministe che invocano le quote rosa se in parlamento o in altri campi ci ritroviamo donne inette che magari scalzano chi è più bravo/a di loro.L’ideologia che devi eccellere pari ad un uomo solo perchè sei donna l’hanno inventata loro,ricordiamocelo.Che si sentano superiori è un dato innegabile.E non è un ragionamento meritocratico.

31
uolteriano (Guest) 28-06-2016 16:31

senza entrare in merito a prize money, combined e parità dei sessi..
provate ad andare (nel 2017) agli internazionali e vedere una partita wta e una atp… beh con quello che dura una partita wta se ne vedono due atp .. e come spettacolo non c’è paragone! meglio l’atp
non andrei mai a vedere solamente un torneo wta

30
pinkfloyd 28-06-2016 16:15

Comunque solo negli Slam c’è effettiva parità di montepremi.
E penso sia una cosa acquisita da anni e non più negoziabile.
Gli Slam sono ITF, non WTA o ATP.
Se qualche torneo tipo Indian Wells o Miami ha introdotto una sostanziale parità, ha fatto bene, non è un problema dei giocatori.
Poi come fai a rendere credibile uno come Stakhovski dopo tutto quello che ha detto? (e ne ha dette di tante, alcune orripilanti).

Alla base di questi ragionamenti c’è una forma di qualcosa, lo sappiamo, anche da parte degli utenti, chiamiamolo semplicemente “maschilismo”, meglio “machismo”.
Ma la donna non sottrae soldi a nessuno e il tennis è l’unico sport ugualmente conosciuto e popolare per entrambi i sessi.

29
Andy Murray 28-06-2016 16:14

Scritto da Alecon
Adesso chi si azzarda a criticare il pensiero dominante femminista viene subito etichettato come misogino e sessista. Siamo alla dittatura del politicamente corretto e in tanti non si rendono neanche conto di esserne vittima. Si può esser d’accordo o no con quanto scrive, ma basta con queste accuse.
E visto che si commenta anche il valore del tennista, aggiungo che, secondo me, Stakhovsky è un tennista divertente, con un buonissimo rovescio e gioco di volo, che interpreta il tennis in maniera molto offensiva, con risultati non eccelsi, ma comunque buoni.

Aggiungo molto meglio una partita dello stakh del 98% delle partite wta quest’anno l’unica buona partita femminile che ricordo è stata un vinci – radwanska non ricordo dove, ma tolte loro e pochissime altre, solo deserto.

28
circ80 28-06-2016 16:11

Che non sia un tennista di primo piano OK,
Però se è membro dell’associazione significa che probabilmente le sue idee sono condivise anche da colleghi “più in vista” che preferiscono “non sporcarsi le mani” in prima persona..

27
mariuz (Guest) 28-06-2016 15:57

Ha perfettamente ragione. I prize money lo deve definire il mercato, quindi con tornei separati. Altrimenti si fa tutto un calderone e si divide a metà, col torneo maschile che trascina la WTA che interessa solo se gioca qualche bella gnocca)))

26
lallo (Guest) 28-06-2016 15:54

Scritto da Alecon
Adesso chi si azzarda a criticare il pensiero dominante femminista viene subito etichettato come misogino e sessista. Siamo alla dittatura del politicamente corretto e in tanti non si rendono neanche conto di esserne vittima. Si può esser d’accordo o no con quanto scrive, ma basta con queste accuse.
E visto che si commenta anche il valore del tennista, aggiungo che, secondo me, Stakhovsky è un tennista divertente, con un buonissimo rovescio e gioco di volo, che interpreta il tennis in maniera molto offensiva, con risultati non eccelsi, ma comunque buoni.

25
Thetis. 28-06-2016 15:45

Scritto da Maury
Ma quando si leva dalle scatole? Sei sessista perchè lo sei non perchè gli altri te lo dicono. E tra l’altro anche tu bello mio tiri a campare con l’audience che fanno altri. Perchè io manco gratis guarderei una partita tua (a differenza di qualsivoglia giocatrice). Carissimo la gente non viene a guardare te…. Ne farebbero a meno

24
Alecon (Guest) 28-06-2016 15:42

Adesso chi si azzarda a criticare il pensiero dominante femminista viene subito etichettato come misogino e sessista. Siamo alla dittatura del politicamente corretto e in tanti non si rendono neanche conto di esserne vittima. Si può esser d’accordo o no con quanto scrive, ma basta con queste accuse.
E visto che si commenta anche il valore del tennista, aggiungo che, secondo me, Stakhovsky è un tennista divertente, con un buonissimo rovescio e gioco di volo, che interpreta il tennis in maniera molto offensiva, con risultati non eccelsi, ma comunque buoni.

23
yonex (Guest) 28-06-2016 15:29

HA PERFETTAMENTE RAGIONE E NON E’ QUESTIONE DI ESSERE SESSISTI.
L’IDEOLOGIA DEL “SIAMO TUTTI UGUALI” E’ COME LA CORAZZATA POTEMKIN DI FANTOZZIANA MEMORIA.

22
Maury 28-06-2016 15:21

Ma quando si leva dalle scatole? Sei sessista perchè lo sei non perchè gli altri te lo dicono. E tra l’altro anche tu bello mio tiri a campare con l’audience che fanno altri. Perchè io manco gratis guarderei una partita tua (a differenza di qualsivoglia giocatrice). Carissimo la gente non viene a guardare te…. Ne farebbero a meno

21
Luigi (Guest) 28-06-2016 15:08

E diventerà presidente onorario della WTA

20
Giuseppespartano (Guest) 28-06-2016 14:35

Scritto da Renato
Ma un buon analista?

Hauhauhauha io personalmente sono anche contento che questo omofobo, sia attualmente al numero 94. l’anno scorso in questo periodo,era attorno alla 60esima – 70 esima,se non ricordo male.

19
Luigi (Guest) 28-06-2016 14:31

Icona delle femministe

18
lallo (Guest) 28-06-2016 14:31

Scritto da kasabian
la cosa bella e’ che queste dichiarazioni sessiste, retrograde, terzomondare e populiste doverebbero solo portare vergogna a chi le fa, invece vengono pubblicate come se niente fosse……….

Sono affermazioni del tutto sensate e indiscutibili. Un atp master1000 non combined con 128 giocatori uomini (quindi stesso numero atleti ma senza distinzione uomini-donne che non è sessismo ma esattamente il contrario) renderebbe di più e costerebbe qualcosa meno (considerando che i premi dei vincitori sono fuori scala con quelli della somma dei primi turni, e che con il torneo femminile tali premi raddoppiano senza poi contare i premi dei doppi)
Ripeto son fatti oggettivi.
Chi dice il contrario sostiene posizioni dogmatiche e senza basi concrete.

17
Enrico (Guest) 28-06-2016 14:26

Stakhovsky è proprio uno scacciafiga

16
Omotesando (Guest) 28-06-2016 14:21

Ha ragione altro che sessiste…

15
Giuli (Guest) 28-06-2016 14:17

Pongo due domande all’”inclito e al volgo”:
1)Non sarebbe giusto parificare il numero dei set per maschi e femmine anche nei tornei del Grande Slam?
2)Non sarebbe giusto unificare i punteggi ATP e WTA attualmente differenti?

14
Fernando (Guest) 28-06-2016 14:07

Di cosa si preoccupa l’ucraino, lui molti di questi tornei nemmeno lì gioca !

13
carlitos (Guest) 28-06-2016 14:04

Ecco le vere perle di saggezza….

12
Giuli (Guest) 28-06-2016 14:01

@ kasabian (#1631787)

Sbaglio o siamo in democrazia,dove ognuno può esprimere le proprie opinioni?

11
andrew (Guest) 28-06-2016 13:52

Da quando ha battutto Federer a Wimbledon nel 2013 si sente chissà chi…

10
Renato (Guest) 28-06-2016 13:45

Ma un buon analista?

9
LuchinoVisconti (Guest) 28-06-2016 13:44

Non bisogna mai confondere le opinioni con i dati di fatto.

8
mirko.dllm (Guest) 28-06-2016 13:38

Ma ancora lo cercano,e lo fanno parlare,questo misogino?

7
Paolo (Guest) 28-06-2016 13:29

E te pareva che non ne sparava un’altra era da parecchio che non lo sentivo dire le sue perle di saggezza

6
Michele (Guest) 28-06-2016 13:27

Quanto parla Stakhovsky, quanti parla

5
mah! (Guest) 28-06-2016 13:26

Certi personaggi dovrebbero solo pensare a giocare, perché quando parlano dicono solo idiozie.

4
kasabian (Guest) 28-06-2016 13:23

la cosa bella e’ che queste dichiarazioni sessiste, retrograde, terzomondare e populiste doverebbero solo portare vergogna a chi le fa, invece vengono pubblicate come se niente fosse……….

3
Mirko P. (Guest) 28-06-2016 13:20

Mamma mia quanti schiaffi a questo omofobo maschilista.

2
Losvizzero 28-06-2016 13:08

Sono esibizioni i combined, spettacolo pubblico pubblicità ===> soldi. Non hanno alcun senso logico

1

Lascia un commento