Notizie dal Mondo Copertina, Generica

Carlos Moya “difende” Rafael Nadal

28/06/2016 08:06 7 commenti
Carlos Moya ex n.1 del mondo
Carlos Moya ex n.1 del mondo

Carlos Moyà, allenatore di Milos Raonic, ha voluto spezzare una lancia in favore dell’amico Rafa Nadal: “Infortuni di questo tipo possono capitare, nel tennis. Sta tutto poi nel tornare più forte, cosa che sono sicuro lui farà. La gente parla tanto dei suoi problemi fisici, eppure Rafa è nella Top5 da dieci anni. Sono consapevole che abbia trent’anni e che non possa essere lo stesso di quando ne aveva venti, ma non si può scrivere tutto questo su di lui. Tornerà e lotterà per vincere gli Slam”, ha dichiarato al NYT, prima di esprimere un commento sull’aggiunta di McEnroe al team di Raonic.

L’ex-numero uno del mondo è infatti convinto che l’americano possa apportare concreti benefici, nonostante il rischio di “sovraffollamento” della batteria di coach di Milos -tre in totale, aggiungendo Piatti e lo stesso Moyà.

“Io dico sempre che non ci sia allenatore migliore del giocatore stesso. È la cosa più importante”, ha infine assicurato Carlos.


Edoardo Gamacchio


TAG: , , ,

7 commenti

‘Sul Creatore, i Bombardieri e i Pallettari: il rapporto tra fattori tecnici, atletici e mentali, e il ruolo della tecnologia’ Il tennis secondo Frank Falupa. (Guest) 28-06-2016 21:12

Scritto da Faustozazz
@ ‘Sul Creatore, i Bombardieri e i Pallettari: il rapporto tra fattori tecnici, atletici e mentali, e il ruolo della tecnologia’ Il tennis secondo Frank Falupa. (#1631674)
Ciao, mio parere Moya non era assoluntamente un pallettaro, anzi con quel bellissimo dritto che aveva cercava sempre di comandare lo scambio e faceva moltissimi vincenti.Su Cottetja condivido ma all’apice della carriera ha rischiato di vincere con il miglior Federer all’US Open. Ce ne fossero di pallettari così e soprattutto ne avessimo noi.

Eh lo so, con Moya sono stato un po’ingeneroso, ma visto il livello non eccelso di quegli anni, non era poi così difficile prendere in mano lo scambio e spacciarsi per Creatore o Bombardiere… Avevo ancora negli occhi Connors, McEnroe, Edberg, Cash, Lendl, Leconte, Noah, Mecir, Becker, Sampras, Agassi, Rafter, Courier, Rios (potrei continuare a lungo andando anche più dietro nel tempo)… e ritrovarsi ad avere a che fare con Moya al top è stata… dura! Quelli erano veri Creatori e/o Bombardieri e con loro Moya non aveva molto a che spartire, ergo… Certo che Moya aveva qualcosa in più rispetto ai pallettari suoi connazionali o agli argentini: parlando più seriamente rispetto al modello di cui sopra, da un punto di vista storico, Moya, al netto della tecnologia, non è ovviamente un pallettaro puro così come non lo sono Djokovic o Nadal, ma da qui ad accostarli alle altre tipologie di giocatore ce ne corre.

7
ASHTONEATON 28-06-2016 14:45

Definire moya un pallettaro significa non capire assolutamente nulla di tennis!!!

6
Faustozazz 28-06-2016 12:01

@ ‘Sul Creatore, i Bombardieri e i Pallettari: il rapporto tra fattori tecnici, atletici e mentali, e il ruolo della tecnologia’ Il tennis secondo Frank Falupa. (#1631674)

Ciao, mio parere Moya non era assoluntamente un pallettaro, anzi con quel bellissimo dritto che aveva cercava sempre di comandare lo scambio e faceva moltissimi vincenti.Su Cottetja condivido ma all’apice della carriera ha rischiato di vincere con il miglior Federer all’US Open. Ce ne fossero di pallettari così e soprattutto ne avessimo noi.

5
Antonio (Guest) 28-06-2016 10:09

Oggi se non vinci uno slam e raggiungi la finale negli altri 3 te lo scordi il primo posto!

4
Antonio (Guest) 28-06-2016 10:08

Scritto da ‘Sul Creatore, i Bombardieri e i Pallettari: il rapporto tra fattori tecnici, atletici e mentali, e il ruolo della tecnologia’ Il tennis secondo Frank Falupa.
Moya numero UNO e Corretja numero DUE: i momenti più bassi della storia del tennis da quando esiste il ranking ATP. Entrambi pallettari.

Carlos Moyá Llompart (Palma di Maiorca, 27 agosto 1976 spagnolo, vincitore degli Open di Francia 1998, è stato numero 1 al mondo per appena 2 settimane nel marzo del 1999 in seguito all’unica finale dell’anno, a Indian Wells. Quell’anno non raggiunse nemmeno un quarto di finale in un torneo del Grande Slam.

Dirattamente da Wikipedia

3
‘Sul Creatore, i Bombardieri e i Pallettari: il rapporto tra fattori tecnici, atletici e mentali, e il ruolo della tecnologia’ Il tennis secondo Frank Falupa. (Guest) 28-06-2016 09:05

Moya numero UNO e Corretja numero DUE: i momenti più bassi della storia del tennis da quando esiste il ranking ATP. Entrambi pallettari.

2
sandro (Guest) 28-06-2016 08:22

Anche questo 2016 è compromesso , basta guardare cosa a vinto fino adesso rispetto al 2015 , a mio modo di vedere ormai è un giocatore strafinito da qualche anno .

1

Lascia un commento