Grand Slam Copertina, Generica

Novak Djokovic: il Grand Slam è possibile?

09/06/2016 08:00 29 commenti
Novak Djokovic classe 1987, n.1 del mondo
Novak Djokovic classe 1987, n.1 del mondo

Con la vittoria al Roland Garros il serbo numero 1 al mondo Novak Djokovic ha finalmente completato il suo Career Slam, coronando il sogno sull’ostica terra battuta e mettendo fine a un incubo che ogni anno aveva le fattezze e il tennis di più o meno inaspettati avversari. Ma se come recita l’adagio popolare “l’appetito vien mangiando” perché non provare a completare anche quella che sarebbe una sensazionalistica impresa sportiva ovvero il Grande Slam 2016?

Ci troviamo a metà dell’opera e lo scoglio più duro è stato agilmente superato: al di là del nervosismo di cui spesso è stato protagonista, Novak Djokovic sulla terra parigina ha recitato una vera e propria marcia trionfale, senza troppi affanni o patemi. Allo stato attuale dei fatti il suo è un dominio totalizzante, ne sa qualcosa il numero 2 al mondo (quello che per la classifica sarebbe il rivale più accreditato…) Andy Murray, regolarmente battuto dal serbo nelle occasioni che contano.
Quali insidie allora per Nole sulla strada del Grande Slam? Fondamentalmente 3: proprio lo scozzese Murray sull’erba di Wimbledon, la distrazione olimpica e le motivazioni personali. Partendo dal prossimo torneo Slam, proprio sul verde british Murray ha realizzato le imprese più importanti della sua carriera, dividendosi fra un’Olimpiade giocata da eroe e un’edizione di Wimbledon finalmente riportata a casa dopo un’eternità. Se c’è un luogo dove Murray può avvicinarsi a Nole è proprio sull’erba casalinga, sospinto da un tifo e da ricordi che possono farlo tornare vicino al suo top, quello che riusciva a battere Novak.
Rio de Janeiro con i suoi Giochi Olimpici potrebbe diventare per Djoker un boomerang: attratto dalla gloria a cinque cerchi, il serbo potrebbe destinare energie preziose a un torneo che desidera ardentemente ma che lo distrarrebbe dall’obbiettivo della vita, quel Grande Slam che nemmeno i suoi rivali più forti dei Fab4 (Federer e Nadal) sono mai riusciti a completare.

Ultimo ma non meno importante problema l’aspetto motivazionale: se c’è un tennista sempre focalizzato sui propri match è sicuramente il serbo ma siamo sicuri che dopo aver raggiunto il tanto sospirato Slam su terra rossa Djokovic riesca a mantenere altissimo il livello di concentrazione richiesto e non viva un comprensibile calo o anche solo un singolo passaggio a vuoto che in questi casi può rivelarsi fatale?


Alessandro Orecchio


TAG: , ,

29 commenti. Lasciane uno!

Tweeners 10-06-2016 00:45

Scritto da radar
Rilancio: può fare non solo il Grande Slam, ma il Golden Slam visto che è l’anno olimpico.
Impresa riuscita solamente alla Graf.
H2H in positivo con tutti (con alcuni dei rivali perfino imbarazzante..), una sola sconfitta vera quest’anno contro Murray nella finale di Roma (non prendo in considerazione il ritiro con Feliciano e l’incidente di percorso con Vesely a Montecarlo, contro cui vincerebbe anche bendato..), capacità assoluta di raggiungere il climax quasi a piacimento, motivazioni a mille e avversari quanto mai provati e alle corde: tutti ingredienti che ne fanno il favorito dovunque.

Non solo…potrebbe finire l’anno senza perdere una partita….e poi potrebbe scendere in terra,aprire il Mar rosso e resuscitare Fognini! 😮

29
Papero 09-06-2016 20:07

Scritto da Papero

Scritto da Elio

Scritto da Papero
Penso comunque che l’obiettivo principale a questo punto della sua carriera era vincere a Parigi. Perché poteva rapprensentare una pericolosa macchia sulla sua carriera, in caso non avesse vinto lì. Ora, vedremo quale sarà la sua “reazione”. Djoko non appena cala di intensità mentale, non è più quella macchina spaventosa. Dunque il quesito “avrà ancora più fame di vittorie dopo questo importante obiettivo centrato o si installerà in lui un principio di sazietà?”, è corretto. Non sono così ottimista, in ogni caso, per il Grande Slam.

Una pericolosa macchia non aver vinto RG ? Allora, devono vergognarsi Connors, Mc Enroe, Edberg e Sampras … Senza parlare di Borg che lui ha vinto solo Wimbledon e RG, e anche Lendl per non avere mai vinto a Wimbledon !

Volevo dire in confronto a quello che lui sta facendo, ovvero schiacciando avversari, sarebbe stato un po’ stonato non vincere RG. Ecco quello che volevo dire.

28
Papero 09-06-2016 20:07

Scritto da Elio

Scritto da Papero
Penso comunque che l’obiettivo principale a questo punto della sua carriera era vincere a Parigi. Perché poteva rapprensentare una pericolosa macchia sulla sua carriera, in caso non avesse vinto lì. Ora, vedremo quale sarà la sua “reazione”. Djoko non appena cala di intensità mentale, non è più quella macchina spaventosa. Dunque il quesito “avrà ancora più fame di vittorie dopo questo importante obiettivo centrato o si installerà in lui un principio di sazietà?”, è corretto. Non sono così ottimista, in ogni caso, per il Grande Slam.

Una pericolosa macchia non aver vinto RG ? Allora, devono vergognarsi Connors, Mc Enroe, Edberg e Sampras … Senza parlare di Borg che lui ha vinto solo Wimbledon e RG, e anche Lendl per non avere mai vinto a Wimbledon !

Volevo dire in confronto a quello che lui sta facendo, ovvero schiacciando avversari, sarebbe è un po’ stonato non vincere RG. Ecco quello che volevo dire.

27
IMPERIALISM 09-06-2016 16:03

Scritto da Elio
@ Francesco (#1618801)
Laver ha fatto molto meglio. 2 Grandi Slam ! 1962/1969. Ma quello che sta facendo Nole, è fantastico. Complimenti.

Il primo Grande Slam di Laver è relativamente importante perché l’ha fatto da dilettante, l’altro da professionista, ma non penso che il tennis degli anni 60 sia paragonabile a quello di adesso. Sempre se Nole compierà questa impresa… da fan sfegatato dico che non riuscirà a fare il Grande Slam. Metterei la firma oggi per l’oro e Wimbledon.

26
Elio 09-06-2016 15:11

Scritto da Papero
Penso comunque che l’obiettivo principale a questo punto della sua carriera era vincere a Parigi. Perché poteva rapprensentare una pericolosa macchia sulla sua carriera, in caso non avesse vinto lì. Ora, vedremo quale sarà la sua “reazione”. Djoko non appena cala di intensità mentale, non è più quella macchina spaventosa. Dunque il quesito “avrà ancora più fame di vittorie dopo questo importante obiettivo centrato o si installerà in lui un principio di sazietà?”, è corretto. Non sono così ottimista, in ogni caso, per il Grande Slam.

Una pericolosa macchia non aver vinto RG ? Allora, devono vergognarsi Connors, Mc Enroe, Edberg e Sampras 😳 … Senza parlare di Borg che lui ha vinto solo Wimbledon e RG, e anche Lendl per non avere mai vinto a Wimbledon ! 😯 🙄

25
Elio 09-06-2016 15:05

@ Francesco (#1618801)

Laver ha fatto molto meglio. 2 Grandi Slam ! 1962/1969. Ma quello che sta facendo Nole, è fantastico. Complimenti. 😎

24
Elio 09-06-2016 15:03

@ Frank Falupa (#1618772)

Qui stiamo parlando di Nole, e trovi il modo, per di più sgarbatissimo di tirare in ballo Becuzzi ! 😯 🙄
Che commento inutile, per non dire altro… 💡

23
Francesco (Guest) 09-06-2016 14:23

Nole slam o grande slam trattasi comunque di un filotto di quattro slam, mica roba da fessi.
Djoko ha raggiunto una continuità di rendimento mai vista prima, neanche Federer, credo bisogna tornare ai tempi di Laver per vedere qualcosa di simile.

22
Frank Falupa (Guest) 09-06-2016 13:50

In natura, tutto è possibile: sono state anche calcolate le probabilità che un microscopio posto su un tavolo sobbalzi dalla propria posizione e cada sul pavimento, senza che intervengano forze esterne. Certo è assai più probabile che Djokovic faccia il Grande Slam per 2 anni consecutivi, piuttosto che il Becuzzi batta per merito un giocatore professionista, o che un microscopio cada da un tavolo ex proprio motu…

21
Papero 09-06-2016 13:40

Penso comunque che l’obiettivo principale a questo punto della sua carriera era vincere a Parigi. Perché poteva rapprensentare una pericolosa macchia sulla sua carriera, in caso non avesse vinto lì. Ora, vedremo quale sarà la sua “reazione”. Djoko non appena cala di intensità mentale, non è più quella macchina spaventosa. Dunque il quesito “avrà ancora più fame di vittorie dopo questo importante obiettivo centrato o si installerà in lui un principio di sazietà?”, è corretto. Non sono così ottimista, in ogni caso, per il Grande Slam.

20
Francesco (Guest) 09-06-2016 13:30

Aver vinto 4slam di seguito per me ha la stessa valenza di un grande slam, di fatto lo è anche se tassativamente hanno deciso che il termine è valido per gli slam nello stesso anno.
Poco male, secondo me le possibilità ci sono, forse un 50%, non sarà semplice.
Avere 6slam di seguito in saccoccia sarebbe qualcosa di incredibile

19
Elio 09-06-2016 13:00

Se li ha vinti tutti, certo che puo’ compiere l’impresa.

18
giuliano da viareggio (Guest) 09-06-2016 12:47

Sapete come la penso su Djokovic, mi piacerebbe che fosse sconfitto al primo turno degli slam, però onestamente ritengo che se c’è un tennista che in questi anni può riuscire in questa impresa è proprio lui sigh!

17
Giuseppespartano (Guest) 09-06-2016 12:19

In questo momento ovviamente è il più forte per vari motivi che non dipendono solo da lui. Però secondo me no,non lo vince wimbledon. Inoltre da tifoso di federer spero che il vincitore sia lui,anche se è mooolto difficile. Se succedesse sarebbe un’impresa titanica, a 35 vincere uno slam. Io ci spero 🙂 forza Ruggero

16
Kaiser (Guest) 09-06-2016 11:54

Non vince Wimbledon

15
I love tennis (Guest) 09-06-2016 11:48

Mi auguro per Nole che lo faccia,ha ottime probabilità.Superato lo scoglio mentale di Parigi,il suo reale obiettivo è questo,molto di più di una medaglia olimpica,e dato che è il tennista con la miglior forza mentale di quest’era,ha tutte le carte in regola per riuscirci.Decide tutto lui.

14
versys65 (Guest) 09-06-2016 11:43

La testa é la migliore di tutto il circuito.Può Fare il Grande Slam, anche perché lo proietterebbe in una dimensione extraterrena !!!!Forza Nole!!!!

13
Andi (Guest) 09-06-2016 11:33

Secondo me a wimbledon non vince

12
RafaNadal9900 09-06-2016 11:27

Io ero convinto che non avrebbe mai vinto a parigi e invece sono stato smentito quindi non azzardo più previsioni. Però secondo me un calo a wibledon potrebbe averlo. Dall’altra parte c’è da dire che a parte exploit di giornata non c’è nessuno in grado di batterlo ora. Dovrà essere molto forte soprattutto mentalmente

11
pantera96 09-06-2016 11:16

Io dico sempre che bisogna attenersi a rispondere semplicemente alla domanda posta.
Cioè sì.
Poi dico anche che secondo me l’Olimpiade non gli interessa così tanto.
Mi sembra anche ovvio.

10
Thomas81 (Guest) 09-06-2016 10:24

Decisamente lo é. Tutto puó succedere peró al momento é il piu forte al mondo e lo ha dimostrato in piu di una occasione.

9
TTT (Guest) 09-06-2016 10:24

@ radar (#1618534)

Non solo il Calendar (e dunque Career) Golden Slam, ma anche il cosiddetto Career Super Slam (con la vittoria al Master di fine anno), e il Career Golden Master. Si tratta solo di nomi, certo, ma le possibilità sono più alte, adesso.

Nonostante sia un grande fan di Djokovic, in ogni caso, non so quanto possa riuscire a tenere uno stato mentale eccellente fino a fine anno e conquistare anche Wimbledon e US Open: con la vittoria al Roland Garros potrebbe essere galvanizzato e ancor più motivato a vincere o, viceversa, essere appagato da quanto fatto finora e mollare un po’ la presa.
Per le Olimpiadi è il grande favorito e riuscirà a centrare l’obiettivo secondo me (e lo spero davvero, o lui o Federer, campione immenso che lo meriterebbe), per gli altri due Slam dell’anno staremo a vedere. Certo, al momento non ha rivali 😀

8
Phoedrus (Guest) 09-06-2016 10:10

Scritto da Fighter 90
@ radar (#1618534)
A mio avviso dipende quasi esclusivamente dalla sua tenuta mentale, nessun traguardo gli è precluso, anche il record assoluto di slam di Federer comincia a scricchiolare.
Per quanto riguarda il grand slam : l’aspetto più difficile, più degli avversari, è la pressione per Novak, che potrebbe avvertire sopratutto agli us open, quando il traguardo è ad un passo.
Serena ne è stata vittima l’anno scorso.

Vedo anche io il parallelismo con Serena 2015.

7
Nadaliano 09-06-2016 10:09

Potrà avere cali di concentrazione, ma non credo agli Slam. Oltre al Grand slam vuole superare Federer

6
francesco.giacomelli@virgilio.it (Guest) 09-06-2016 09:53

No, niente grande slam.

5
Fighter 90 09-06-2016 09:16

@ radar (#1618534)

A mio avviso dipende quasi esclusivamente dalla sua tenuta mentale, nessun traguardo gli è precluso, anche il record assoluto di slam di Federer comincia a scricchiolare.
Per quanto riguarda il grand slam : l’aspetto più difficile, più degli avversari, è la pressione per Novak, che potrebbe avvertire sopratutto agli us open, quando il traguardo è ad un passo.
Serena ne è stata vittima l’anno scorso.

4
alexalex 09-06-2016 08:56

Io credo sia già un evento averli vinti tutti e 4 di fila, anche se a cavallo di 2 anni. Però penso anche che dopo la vittoria del tanto inseguito roland garros un calo di concentrazione potrebbe averlo, anche inconsciamente. Ma in tal caso, chi saprà approfittarne? Murray? Lo scozzese, dopo i progressi mostrati sulla terra, ha molto deluso in finale a Parigi, ma mi pare, allo stato attuale, il miglior avversario del serbo! A meno di un exploit alla Cilic 2014!

3
radar 09-06-2016 08:56

Rilancio: può fare non solo il Grande Slam, ma il Golden Slam visto che è l’anno olimpico.
Impresa riuscita solamente alla Graf.

H2H in positivo con tutti (con alcuni dei rivali perfino imbarazzante..), una sola sconfitta vera quest’anno contro Murray nella finale di Roma (non prendo in considerazione il ritiro con Feliciano e l’incidente di percorso con Vesely a Montecarlo, contro cui vincerebbe anche bendato..), capacità assoluta di raggiungere il climax quasi a piacimento, motivazioni a mille e avversari quanto mai provati e alle corde: tutti ingredienti che ne fanno il favorito dovunque.

2
Marco (Guest) 09-06-2016 08:55

I genitori di Nole hanno detto che quest’anno riuscirà a fare il Grande Slam..!

1