Da Caltanissetta Challenger, Copertina

Da Caltanissetta: Parla Quinzi “Sono felicissimo di questo risultato, ottenuto grazie al mio nuovo allenatore con il quale mi trovo alla grande”

08/06/2016 19:55 34 commenti
Gianluigi Quinzi classe 1996, n.413 del mondo
Gianluigi Quinzi classe 1996, n.413 del mondo

Queste le dichiarazioni di Gianluigi Quinzi dopo l’accesso ai quarti di finale del torneo di Caltanissetta.

“Sono felicissimo di questo risultato – ha detto GQ – ottenuto grazie al mio nuovo allenatore con il quale mi trovo alla grande. Stiamo lavorando molto sulla tecnica e la mente”.
“Oggi, sono calato un poco nel secondo set, dove tuttavia Bagnis ha giocato molto bene. Nel terzo invece ce l’ho messa tutta ed è andata bene. Questi quarti di finale giungono al culmine di un periodo in cui avevo giocato alla grande a livello futures in Ungheria e Bosnia”.

Quinzi ha speso parole al miele anche per il pubblico: “Non ho mai avuto fino ad oggi un tifo così caloroso, ringrazio la gente siciliana”.


TAG: , , ,

34 commenti. Lasciane uno!

Er Mellino (Guest) 10-06-2016 16:08

Scritto da Luciano.N94
Sembra molto sereno.Direi che è già questa una buona cosa!

Si, quoto al 100%.
Questa è la base su cui costruire…

34
Luciano.N94 09-06-2016 11:14

Scritto da vamos rafa
ma come proiezione ranking oltre ai 25 di Caltanissetta(meno i 10 di Caltanissetta dello scorso anno), non devono entrare i punti dei futures in Ungheria??

Entrati questa settimana.

33
Shuzo (Guest) 09-06-2016 10:58

Fa piacere che finalmente Gianluigi abbia trovato un coach che fa al caso suo. Dice che con Leitgeb stia lavorando anche a livello di tecnica. Ai tempi in cui Leitgeb allenava Muster e Gaudenzi, era abbastanza deficitario sotto questo aspetto. Mi auguro che nel frattempo si sia aggiornato. In ogni caso fu capace sicuramente di tirar fuori il meglio da Muster, ma assolutamente non da Gaudenzi (benché lo abbia comunque portato su livelli di tutto rispetto).
Vedremo più avanti quanto Leitgeb sia l’allenatore più appropriato per Quinzi.

32
Spyder (Guest) 09-06-2016 09:29

@ Rodolfo (#1618471)

Gianluigi

31
Marco (Guest) 09-06-2016 08:51

Scritto da occre

Scritto da alfredo94
Ottima settimana per quinzi due ottime vittorie , però a livello di gioco non convince per nulla in entrambi i match è stato messo sotto nello scambio ,con bagnis soprattutto praticamente era sempre l’argentino a comandare. Rispetto ai primi challenger italiani del 2015 mi sembra molto più passivo ,ricordo il match con cipolla(che vabbe tira a due all’ora ma è anche difficilissimo fargli un vincente) a Napoli martello’ dall’inizio alla fine e fino al 5-2 primo set con ceck giocò ad un livello davvero alto pressando con entrambi i fondamentali anche con sjisling qualche torneo dopo. Secondo me in quel periodo è mancata la fortuna in alcuni episodi che lo avrebbero portato a vincere qualche partita in più e ad acquisire maggiore fiducia , cosa che è accaduta in questo torneo .La mia impressione è che stia giocando i colpi al 50/60 % , fidandosi della buona condizione atletica ,se vuole dare seguito a questo risultato deve tornare a spingere e a comandare maggiormente gli scambi , giocando così non si va da nessuna parte e penso lo sappia benissimo anche lui.

Io non sono un ragazzino, mi ricordo le partite di Muster. Non era l’ideale del gesto atletico, del colpo ad effetto.
Però mi ricordo molto bene che non si batteva da solo. Sopperiva alle sue lacune nel talento con una forza mentale mostruosa.

Non era l’ideale del gesto atletico..? Lacune di Muster?
Quante volte avete visto, da bordo campo, allenarsi insieme Muster e Gaudenzi?
Si notava un gap tecnico oserei dire abissale tra i due, tra la “pulizia” assoluta del gesto tecnico di Muster e quello di Gaudenzi.. Mi ricordo per esempio come Muster impattava le voleè in modo perfetto, come gli uscivano.. Forse il solo rovescio bimane di Gaudenzi era ineccepibile, sul resto compensava con fisico e forza mentale, ma ovviamente non potevano bastare per stare a livello del suo compagno di allenamento.

30
Marco (Guest) 09-06-2016 08:37

Scritto da occre

Scritto da alfredo94
Ottima settimana per quinzi due ottime vittorie , però a livello di gioco non convince per nulla in entrambi i match è stato messo sotto nello scambio ,con bagnis soprattutto praticamente era sempre l’argentino a comandare. Rispetto ai primi challenger italiani del 2015 mi sembra molto più passivo ,ricordo il match con cipolla(che vabbe tira a due all’ora ma è anche difficilissimo fargli un vincente) a Napoli martello’ dall’inizio alla fine e fino al 5-2 primo set con ceck giocò ad un livello davvero alto pressando con entrambi i fondamentali anche con sjisling qualche torneo dopo. Secondo me in quel periodo è mancata la fortuna in alcuni episodi che lo avrebbero portato a vincere qualche partita in più e ad acquisire maggiore fiducia , cosa che è accaduta in questo torneo .La mia impressione è che stia giocando i colpi al 50/60 % , fidandosi della buona condizione atletica ,se vuole dare seguito a questo risultato deve tornare a spingere e a comandare maggiormente gli scambi , giocando così non si va da nessuna parte e penso lo sappia benissimo anche lui.

Sono d’accordo solo in parte con quello che hai scritto.
Puoi giocare al livello che vuoi, in molti scambi, ma la partita la decide chi riesce a portare a casa i punti importanti e resta “centrato” con la testa.
Il Quinzi che ho visto negli ultimi 2 anni (specialmente la scorsa estate) era da piangere… Sempre lamentoso, sbroccava, urlava per stupidate, alle prime difficoltà si scioglieva e lasciava la partita all’avversario.
Il ragazzo che vedo oggi è tutt’altra cosa. Forse non tira sempre i colpi con la pesantezza che auspichi, ma non esce più dalla partita dando la colpa alla racchetta, al dio del tennis o a qualche altro capro espiatorio.
Non da per perso niente.. E questo mi fa ben sperare, visto che come coach ha Leitgeb.
Io non sono un ragazzino, mi ricordo le partite di Muster. Non era l’ideale del gesto atletico, del colpo ad effetto.
Però mi ricordo molto bene che non si batteva da solo. Sopperiva alle sue lacune nel talento con una forza mentale mostruosa.
Forse Quinzi non sarà mai un fenomeno, ma neanche più quello che perde anche con carneadi della racchetta perchè “deve” prendere sempre a pallate gli avversari come quando era un top a livello giovanile.
Preferisco ora che maturi nel gestire con intelligenza le partite e che progredisca, con il tempo e la fiducia, dal lato tecnico.
In fondo ha solo 20 anni. In molti lo hanno dato per morto e poi risorto in meno tempo di Cristo..
Io da tifoso, spero vivamente che si tenga stretto l’attuale coach per un bel po di tempo…

povero Giangi, se lo fai accontentare così, lo condanni.
D’accordo che deve imparare a gestire con intelligenza le partite, a restare centrato con la testa, ma così soltanto fecendo, gestirà bene le partite a questo livello di ritmo, sopra il quale verrà invece, come si dice, preso a pallate..!
DEVE SPINGERE DI PIU’ LA PALLA, DEVE IMPARARE A CHIUDERE COL DRITTO, SPECIALMENTE LUNGOLINEA, DEVE IMPARARE A FARE MALE COL SERVIZIO.
Giocava con Kirgios e Coric.., deve raggiugere le velocità medie attuali di palla di questi due (o almeno quella di Coric, un pò più bassa)!
Credo che per Quinzi sia l’ultimo “treno di età” per cercare di aumentare la velocità di palla..

29
supermac (Guest) 09-06-2016 07:53

Mi sembra che Quinzi in fase di risposta abbia arretrato la sua posizione e non di poco.

28
vamos rafa (Guest) 09-06-2016 07:50

ma come proiezione ranking oltre ai 25 di Caltanissetta(meno i 10 di Caltanissetta dello scorso anno), non devono entrare i punti dei futures in Ungheria??

27

Speriamo che questo sia un nuovo inizio per Gianluigi!

26
Rodolfo 08-06-2016 23:01

Scritto da GIALAPPA SBANDY REMIX

Scritto da occre

Scritto da alfredo94
Ottima settimana per quinzi due ottime vittorie , però a livello di gioco non convince per nulla in entrambi i match è stato messo sotto nello scambio ,con bagnis soprattutto praticamente era sempre l’argentino a comandare. Rispetto ai primi challenger italiani del 2015 mi sembra molto più passivo ,ricordo il match con cipolla(che vabbe tira a due all’ora ma è anche difficilissimo fargli un vincente) a Napoli martello’ dall’inizio alla fine e fino al 5-2 primo set con ceck giocò ad un livello davvero alto pressando con entrambi i fondamentali anche con sjisling qualche torneo dopo. Secondo me in quel periodo è mancata la fortuna in alcuni episodi che lo avrebbero portato a vincere qualche partita in più e ad acquisire maggiore fiducia , cosa che è accaduta in questo torneo .La mia impressione è che stia giocando i colpi al 50/60 % , fidandosi della buona condizione atletica ,se vuole dare seguito a questo risultato deve tornare a spingere e a comandare maggiormente gli scambi , giocando così non si va da nessuna parte e penso lo sappia benissimo anche lui.

Sono d’accordo solo in parte con quello che hai scritto.
Puoi giocare al livello che vuoi, in molti scambi, ma la partita la decide chi riesce a portare a casa i punti importanti e resta “centrato” con la testa.
Il Quinzi che ho visto negli ultimi 2 anni (specialmente la scorsa estate) era da piangere… Sempre lamentoso, sbroccava, urlava per stupidate, alle prime difficoltà si scioglieva e lasciava la partita all’avversario.
Il ragazzo che vedo oggi è tutt’altra cosa. Forse non tira sempre i colpi con la pesantezza che auspichi, ma non esce più dalla partita dando la colpa alla racchetta, al dio del tennis o a qualche altro capro espiatorio.
Non da per perso niente.. E questo mi fa ben sperare, visto che come coach ha Leitgeb.
Io non sono un ragazzino, mi ricordo le partite di Muster. Non era l’ideale del gesto atletico, del colpo ad effetto.
Però mi ricordo molto bene che non si batteva da solo. Sopperiva alle sue lacune nel talento con una forza mentale mostruosa.
Forse Quinzi non sarà mai un fenomeno, ma neanche più quello che perde anche con carneadi della racchetta perchè “deve” prendere sempre a pallate gli avversari come quando era un top a livello giovanile.
Preferisco ora che maturi nel gestire con intelligenza le partite e che progredisca, con il tempo e la fiducia, dal lato tecnico.
In fondo ha solo 20 anni. In molti lo hanno dato per morto e poi risorto in meno tempo di Cristo..
Io da tifoso, spero vivamente che si tenga stretto l’attuale coach per un bel po di tempo…

Muster ? Qualcosa di irripetibile nella storia del tennis. Vinceva i tornei annullando oltre 10 match points in certi incontri. Nadal non ha bisogno di farlo, occorre vedere se riuscirebbe ad annullare tutti i match points che annullava Muster in un torneo.
Lasciamo perdere Muster.
Se Giancarlo Quinzi riuscirà a ripetere una carriera alla Gaudenzi, sarà già buona. Ci metterebbe su la firma anche lui.
Detto questo : in un tennis molto livellato dal punto di vista tecnico, la differenza la fanno fisico, tenuta atletica e concentrazione.
Appunto.
Non basta saper giocare bene a tennis. Occorre gestire il match, per poterlo fare alla fine del match. All’inizio non conta nulla, se poi c’è il crollo finale.
Sono più importanti gli ultimi punti di un match, molto di più rispetto ai primi.

Allora Forza Giancarlo !

25
Cataflic (Guest) 08-06-2016 22:39

GQ oggi ha vinto un gran match perchè ha giocato contro una versione di se stesso migliore di lui.
Coi colpi non ci siamo proprio, ma tant’è….il suo livello quando è carico e convinto è questo…già da 2 anni, ma non è sufficiente per fare una carriera nei 100.

24
Ermanno (Guest) 08-06-2016 22:06

GQ Sta migliorando di testa, e ciò è positivo, ma manca ancora tanto nei colpi. La seconda poi è veramente troppo debole, troppo attaccabile anche se lavorata. Comunque ho visto in streaming la partita contro Clezar. Nel terzo set GQ è stato penoso, poi Clezar ha deciso di uscire dal match sul 5 a 1 e Quinzi ha vinto. Praticamente un regalo del Brasiliano. Vabbe meglio di niente, ma siamo ancora molto indietro.

23
Giomac (Guest) 08-06-2016 22:02

GQ e MD giocano ancora 2/3 metri dietro la linea di fondo. Fisicamente Donati poi deve rinforzare le gambe ancora molto esili, ricorda il Berdich juniores. Spero di sbagliarmi ma non vedo grossi margini . Comunque i suddetti , Eremin, Cecchinato e Sonego sotto altra federazione sarebbero di certo nei primi 150 alla loro età .

22
fritz.n1 08-06-2016 21:40

ottimo é passato anche donati e ora tra i due forza GQ 😉

21
GIALAPPA SBANDY REMIX 08-06-2016 21:38

Scritto da occre

Scritto da alfredo94
Ottima settimana per quinzi due ottime vittorie , però a livello di gioco non convince per nulla in entrambi i match è stato messo sotto nello scambio ,con bagnis soprattutto praticamente era sempre l’argentino a comandare. Rispetto ai primi challenger italiani del 2015 mi sembra molto più passivo ,ricordo il match con cipolla(che vabbe tira a due all’ora ma è anche difficilissimo fargli un vincente) a Napoli martello’ dall’inizio alla fine e fino al 5-2 primo set con ceck giocò ad un livello davvero alto pressando con entrambi i fondamentali anche con sjisling qualche torneo dopo. Secondo me in quel periodo è mancata la fortuna in alcuni episodi che lo avrebbero portato a vincere qualche partita in più e ad acquisire maggiore fiducia , cosa che è accaduta in questo torneo .La mia impressione è che stia giocando i colpi al 50/60 % , fidandosi della buona condizione atletica ,se vuole dare seguito a questo risultato deve tornare a spingere e a comandare maggiormente gli scambi , giocando così non si va da nessuna parte e penso lo sappia benissimo anche lui.

Sono d’accordo solo in parte con quello che hai scritto.
Puoi giocare al livello che vuoi, in molti scambi, ma la partita la decide chi riesce a portare a casa i punti importanti e resta “centrato” con la testa.
Il Quinzi che ho visto negli ultimi 2 anni (specialmente la scorsa estate) era da piangere… Sempre lamentoso, sbroccava, urlava per stupidate, alle prime difficoltà si scioglieva e lasciava la partita all’avversario.
Il ragazzo che vedo oggi è tutt’altra cosa. Forse non tira sempre i colpi con la pesantezza che auspichi, ma non esce più dalla partita dando la colpa alla racchetta, al dio del tennis o a qualche altro capro espiatorio.
Non da per perso niente.. E questo mi fa ben sperare, visto che come coach ha Leitgeb.
Io non sono un ragazzino, mi ricordo le partite di Muster. Non era l’ideale del gesto atletico, del colpo ad effetto.
Però mi ricordo molto bene che non si batteva da solo. Sopperiva alle sue lacune nel talento con una forza mentale mostruosa.
Forse Quinzi non sarà mai un fenomeno, ma neanche più quello che perde anche con carneadi della racchetta perchè “deve” prendere sempre a pallate gli avversari come quando era un top a livello giovanile.
Preferisco ora che maturi nel gestire con intelligenza le partite e che progredisca, con il tempo e la fiducia, dal lato tecnico.
In fondo ha solo 20 anni. In molti lo hanno dato per morto e poi risorto in meno tempo di Cristo..
Io da tifoso, spero vivamente che si tenga stretto l’attuale coach per un bel po di tempo…

Muster ? Qualcosa di irripetibile nella storia del tennis. Vinceva i tornei annullando oltre 10 match points in certi incontri. Nadal non ha bisogno di farlo, occorre vedere se riuscirebbe ad annullare tutti i match points che annullava Muster in un torneo.
Lasciamo perdere Muster.
Se Giancarlo Quinzi riuscirà a ripetere una carriera alla Gaudenzi, sarà già buona. Ci metterebbe su la firma anche lui.
Detto questo : in un tennis molto livellato dal punto di vista tecnico, la differenza la fanno fisico, tenuta atletica e concentrazione.
Appunto.
Non basta saper giocare bene a tennis. Occorre gestire il match, per poterlo fare alla fine del match. All’inizio non conta nulla, se poi c’è il crollo finale.
Sono più importanti gli ultimi punti di un match, molto di più rispetto ai primi.

20
occre (Guest) 08-06-2016 21:19

Scritto da alfredo94
Ottima settimana per quinzi due ottime vittorie , però a livello di gioco non convince per nulla in entrambi i match è stato messo sotto nello scambio ,con bagnis soprattutto praticamente era sempre l’argentino a comandare. Rispetto ai primi challenger italiani del 2015 mi sembra molto più passivo ,ricordo il match con cipolla(che vabbe tira a due all’ora ma è anche difficilissimo fargli un vincente) a Napoli martello’ dall’inizio alla fine e fino al 5-2 primo set con ceck giocò ad un livello davvero alto pressando con entrambi i fondamentali anche con sjisling qualche torneo dopo. Secondo me in quel periodo è mancata la fortuna in alcuni episodi che lo avrebbero portato a vincere qualche partita in più e ad acquisire maggiore fiducia , cosa che è accaduta in questo torneo .La mia impressione è che stia giocando i colpi al 50/60 % , fidandosi della buona condizione atletica ,se vuole dare seguito a questo risultato deve tornare a spingere e a comandare maggiormente gli scambi , giocando così non si va da nessuna parte e penso lo sappia benissimo anche lui.

Sono d’accordo solo in parte con quello che hai scritto.
Puoi giocare al livello che vuoi, in molti scambi, ma la partita la decide chi riesce a portare a casa i punti importanti e resta “centrato” con la testa.
Il Quinzi che ho visto negli ultimi 2 anni (specialmente la scorsa estate) era da piangere… Sempre lamentoso, sbroccava, urlava per stupidate, alle prime difficoltà si scioglieva e lasciava la partita all’avversario.
Il ragazzo che vedo oggi è tutt’altra cosa. Forse non tira sempre i colpi con la pesantezza che auspichi, ma non esce più dalla partita dando la colpa alla racchetta, al dio del tennis o a qualche altro capro espiatorio.
Non da per perso niente.. E questo mi fa ben sperare, visto che come coach ha Leitgeb.
Io non sono un ragazzino, mi ricordo le partite di Muster. Non era l’ideale del gesto atletico, del colpo ad effetto.
Però mi ricordo molto bene che non si batteva da solo. Sopperiva alle sue lacune nel talento con una forza mentale mostruosa.

Forse Quinzi non sarà mai un fenomeno, ma neanche più quello che perde anche con carneadi della racchetta perchè “deve” prendere sempre a pallate gli avversari come quando era un top a livello giovanile.

Preferisco ora che maturi nel gestire con intelligenza le partite e che progredisca, con il tempo e la fiducia, dal lato tecnico.

In fondo ha solo 20 anni. In molti lo hanno dato per morto e poi risorto in meno tempo di Cristo..

Io da tifoso, spero vivamente che si tenga stretto l’attuale coach per un bel po di tempo…

19
GIALAPPA SBANDY REMIX 08-06-2016 21:17

Scritto da wafer
Carissimo, se passerai dal challenger di Milano, te ne diro’ 4 su come togliersi la paglia dal c…, non giocare da coniglio e far c….. sotto gli avversari sulle palle break.
Perche’ tu hai il potenziale per battere chiunque, se invece ti lascerai sedurre dal lato oscuro della forza, futures e open tuoi saranno.

Assunto ! Magari così riesco a passare un turno anche io in qualche torneo, dopo 30 che gioco a tennis !
( è arrivato il solito fenomeno coach del web … ! ) … 😕 🙄

18
GIALAPPA SBANDY REMIX 08-06-2016 21:16

Scritto da AndryREAX
@ GIALAPPA SBANDY REMIX (#1618343)
Son tre giorni che lo chiami Gianluca…quello è suo fratello, classe 2001, con giá qualche punto nel ranking ITF Junior.

Guarda che non ho mica sbagliato, è ?
In attesa che arrivi Gianfranco Quinzi : il n.1 del mondo nel 2034 ! 🙂

17
AndryREAX 08-06-2016 21:13

@ GIALAPPA SBANDY REMIX (#1618343)

Son tre giorni che lo chiami Gianluca…quello è suo fratello, classe 2001, con giá qualche punto nel ranking ITF Junior.

16
GIALAPPA SBANDY REMIX 08-06-2016 21:05

Ero rimasto che Facundo Bagnis lo allenava il Martin Vassallo Arguello.
Comunque questi devono essere risultati di routine per Gianluca Quinzi.
Se no è come se si fa il tifo per me, no ?

15
Andy26 (Guest) 08-06-2016 20:59

Sono da sempre un suo super tifoso…. Ho visto l’incontro, sta migliorando il suo servizio e la tenuta mentale, ma c’è ancora tanto da lavorare! Forza GQ

14
Andreas Seppi 08-06-2016 20:59

Scritto da wafer
O.T. scusate, ma ha cambiato nuovamente modello di racchetta?

Sempre la stessa di inizio anno 😛 babolat alla fognini

13
alfredo94 08-06-2016 20:45

Ottima settimana per quinzi due ottime vittorie , però a livello di gioco non convince per nulla in entrambi i match è stato messo sotto nello scambio ,con bagnis soprattutto praticamente era sempre l’argentino a comandare. Rispetto ai primi challenger italiani del 2015 mi sembra molto più passivo ,ricordo il match con cipolla(che vabbe tira a due all’ora ma è anche difficilissimo fargli un vincente) a Napoli martello’ dall’inizio alla fine e fino al 5-2 primo set con ceck giocò ad un livello davvero alto pressando con entrambi i fondamentali anche con sjisling qualche torneo dopo. Secondo me in quel periodo è mancata la fortuna in alcuni episodi che lo avrebbero portato a vincere qualche partita in più e ad acquisire maggiore fiducia , cosa che è accaduta in questo torneo .La mia impressione è che stia giocando i colpi al 50/60 % , fidandosi della buona condizione atletica ,se vuole dare seguito a questo risultato deve tornare a spingere e a comandare maggiormente gli scambi , giocando così non si va da nessuna parte e penso lo sappia benissimo anche lui.

12
wafer 08-06-2016 20:45

O.T. scusate, ma ha cambiato nuovamente modello di racchetta?

11
Andreas Seppi 08-06-2016 20:44

La sicilia ti vuole bene Gianluigi! Sii più caloroso pure tu e ne gioverai in campo

10
wafer 08-06-2016 20:44

Carissimo, se passerai dal challenger di Milano, te ne diro’ 4 su come togliersi la paglia dal c…, non giocare da coniglio e far c….. sotto gli avversari sulle palle break.

Perche’ tu hai il potenziale per battere chiunque, se invece ti lascerai sedurre dal lato oscuro della forza, futures e open tuoi saranno.

9
Luciano.N94 08-06-2016 20:24

Sembra molto sereno.Direi che è già questa una buona cosa!

8
Giorgio il mitico (Guest) 08-06-2016 20:13

Bravo, bisogna continuare a lavorare tanto come quantità e qualità ed umiltà, e….forza GQ !

7
marvar (Guest) 08-06-2016 20:10

L ho sempre criticato..lui a i suoi pseudo tifosi…ma oggi mi tolgo il cappello di fronte a Gianluigi…Questa e’ una vera vittoria ,non quelle nei future sperduti…Oggi ha battuto un cagnaccio terraiolo..top 100

6
Elio 08-06-2016 20:06

Speriamo sia solo l’inizio. Ha (ri)cominciato con la scelta di un signor allenatore. 😎
Me lo ricordo nel 2013 al RG Junior quando battè Kozlov e perse nei Quarti vs Milojevic. Poi vinse Wimbledon. Grande !!!
Ti auguro il meglio, e di continuare la tua crescita sotto tutti i punti di vista 💡 ! In bocca al lupo ! 😀

5
Will-0 (Guest) 08-06-2016 20:04

Ha cambiato totalmente la mente.. Prima non faceva altro che bestemmiare ora invece è più tranquillo.. Nel frattempo.. CHE DONATI!

4
superpeppe (Guest) 08-06-2016 20:01

Daje GQ

3
Patoschi (Guest) 08-06-2016 19:59

Forza forza forzaaaaa!!!!!

2
luigi (Guest) 08-06-2016 19:59

Finalmente sta arrivando a un livello meritevole di attenzione!

1