Roland Garros 2016 Copertina, Generica

Errani e Vinci: obbligo di staccare la spina

25/05/2016 08:20 31 commenti
Roberta Vinci e Sara Errani
Roberta Vinci e Sara Errani

I primi giorni del Roland Garros 2016 stanno confermando un preoccupante trend per l’Italtennis: non esistono solo i dubbi riguardanti il futuro, un futuro senza certezze e giovani talenti su cui puntare a occhi chiusi, le preoccupazioni riguardano anche il presente, un presente in cui le nostre frecce più importanti sembrano al momento spuntate e in piena crisi di risultati.
Se fra gli uomini Fognini vince questa speciale classifica al ribasso, fra le donne sconvolgono le cattive prestazioni di Errani e Vinci, un tempo compagne di un doppio invincibile e oggi accomunate da una crisi tanto psicologica quanto tennistica.

La Vinci dopo la top10 tanto agognata e meritata, ha smarrito quel tennis fantastico che ha contribuito a portarla fino al best ranking di numero 7 al mondo, un gioco fatto di tocchi e variazioni di pura classe capace di mandare letteralmente in tilt le avversarie. Una forma fisica eccellente sulla scia della finale newyorchese degli ultimi Us Open è stata fino a poche settimane fa il fiore all’occhiello di una seconda giovinezza: purtroppo si parla al passato perché dopo un fastidioso infortunio, tale forma fisica sembra essere andata perduta con la ovvia conseguenza di un tennis non più brillante come prima. Ma è davvero solo un problema dovuto a un recente infortunio?
Robertina sembra aver perso quella leggerezza nello scendere in campo che l’ha portata tanto in alto e nella sconfitta parigina contro la Bondarenko tutti i suoi attuali limiti sono venuti allo scoperto: troppe sembrano essere divenute le responsabilità, cresciute in maniera esponenziale di pari passo alle aspettative di spettacolo tanto diffuse quando è lei a scendere sul rettangolo di gioco. Per lei la soluzione per ritrovare il bandolo della matassa e sfruttare questi ultimi mesi prima della scadenza dell’ingente cambiale della finale Slam 2015 sembra però decisamente semplice: se si tratta di un problema fisico da smaltire completamente è necessario staccare la spina e tornare magari a Wimbledon al top, se si tratta invece di un problema motivazionale e/o psicologico è necessario…staccare la spina.

Lo stesso dovrebbe fare Sara Errani: la romagnola era attesa dalla terra rossa, la sua amata terra rossa, per capire se una stagione fin qui deludente potesse finalmente essere lasciata alle spalle. Lo squillo a Dubai, l’unica vera nota positiva di questo 2016 per Sarita, non può essere sufficiente, quello basterà più o meno a mantenere la classifica dell’italiana in una posizione accettabile ancora per un po’ di mesi: se la Errani però vuole superare il momento di difficoltà prima che diventi un vero e proprio tracollo, deve fare solo ed esclusivamente una cosa: staccare la spina, come la sua ex compagna tennistica Vinci.

La Errani ha smarrito lo spirito da luchadora, da fighter, quell’incredibile carica agonistica con cui copriva evidenti limiti tennistici (leggasi alla voce servizio): con la passione e la predisposizione alla lotta, Sara sapeva portare le avversarie sul ring, il suo ring, e sfiancarle. Se tale prezioso e delicato meccanismo però si rompe come mantenere insieme i cocci del proprio tennis? Avrei voglia di rivedere la Errani dei suoi fasti parigini quando prima di mollare un 15 gettava sangue e sudore sul campo da gioco, la Errani che ringhiava alle avversarie e metteva loro una percepibile paura nell’affrontarla e non di certo quella spaesata e remissiva vista contro la Pironkova. Staccare la spina come si diceva e ritrovarsi: perché il tennis italiano come non mai ha bisogno delle sue punte di diamante.


Alessandro Orecchio


TAG: , , , , ,

31 commenti. Lasciane uno!

Luca96 25-05-2016 19:32

Per Roberta è un periodo di stasi:dopo gli eccellenti risultati ha staccato un attimo la concentrazione e complice anche l’infortunio non si è ancora ripresa. Per Sara è da inizio anno che ha problemi sopratutto di carattere mentale:Dubai le ha dato fiducia per un pò ma non è bastato. Trovare qualche vittoria sull’erba sarebbe fondamentale per riacquistare un pò di fiducia per ricominciare con il cemento americano…forza ragazze! Sara ha ancora 3-4 anni ad alti livelli e Roberta spero che viva la parte finale della propria carriera in modo più serenamente possibile :wink:

31
Maxi (Guest) 25-05-2016 15:59

Per me sono due discorsi un po’ diversi:
- per quanto riguarda Sara, secondo me è palese che è soltanto una questione mentale (mancanza di stimoli? sfiducia? altro?), anche perché quando Sara ci ha creduto anche solo un po’ quest’anno (Dubai e Charleston), i risultati sono arrivati;
- per quanto concerne Roberta invece, secondo me sono una serie di fattori:
1) di sicuro l’aver fatto una preparazione per spingere al massimo nei primi mesi dell’anno per raggiungere l’agognata (e meritata) top ten (ecco, forse Roberta non si aspettava di raggiungerla tanto presto forse),
2) poi è sopraggiunto l’infortunio e la pausa forzata, in combinato con la grande quantità di partite giocate (ed energie spese) ha tradotto il fermo forzato in un appesantimento (vorrei pensare che Roberta si sia fatta tentare dal “potere panzé” che Fognini ha sfoggiato lo scorso anno, ma dubito che sia così! xdd)
3) alla ripresa Roberta subito non ha risentito troppo dell’appesantimento (parlo delle prime partite di Stoccarda), un po’ come quando si riprende a correre dopo aver smesso da un po’, all’inizio i muscoli vanno, ma poi l’affaticamento inizia a bloccarti, perché cerchi di fare un volume di sforzi che in passato hai già fatto, ma che adesso il tuo stato attuale te lo impedisce,
4) il fatto di aver raggiunto la top ten con tanto anticipo, collegato ai tre punti precedenti, potrebbe aver fatto anche sorgere (e se ancora non lo ha fatto, potrebbe ancora farlo) a Roberta un senso di naturale appagamento per il risultato ottenuto, e questo potrebbe essere deleterio, perché a questo punto scenderebbe in campo “senza fame”.

30
Carl 25-05-2016 15:49

Non sono d’accordo solo su un punto, quando si afferma che la stagione della Errani era stata deludente fino all’inizio della stagione sul rosso.
Non mi sembra proprio, la sua stagione fino ad allora, quindi incluso Charleston, era stata più che buona, certo con alti e bassi, ma era decima nella race, direi complessivamente eccellente.
La crisi è arrivata con la stagione sul rosso, complice la sosta per la Fed Cup, con 0, diconsi zero, punti conquistati sul campo, e conseguente discesa al 22 posto nella race.

29
Giovanni 25-05-2016 15:30

Scritto da tommaso

Scritto da Mrs Nobody

Scritto da magilla
come al solito la colpa non è di chi fa sport ma di chi lo guarda senza cultura sportiva : le tipiche “tragedie italiane”….
in una carriera da protagonisti ci stanno i momenti di stanchezza e di difficoltà!…..le tedesche hanno perso tutte pure loro ed erano attese molto più’ delle nostre!…..pochi mesi fa la radwanska sembrava finita ed ora è tornata la nr 2 del mondo….quasi tutte le ceche sono in crisi o cmq con risultati altalenanti…..e delle russe si stanno salvando le vecchie redivive khz e vesnina.
credo che vinci e sara sanno che è solo un momento e lo devono vivere con serenità’ …e forse dovrebbero fare lo stesso i tifosi ed i giornalisti!
per quanto riguarda fognini…..forse ci si aspetta troppo da lui…e ancor di più’ ora che viene da un infortunio!…sappiamo come è caratterialmente quindi è inutile attaccarlo ogni volta che ha le sue partite NO….prendere o lasciare….in fondo abbiamo solo lui!

Concordo su tutto! Troppo facile attaccare quando tutto va male!

E chi invece è sempre stato critico, anche nei momenti “buoni”? Perché era evidente che la vittoria sul cemento mediorientale era un caso. Ma lì (quasi) tutti a incensare…

Tutta la carriera della Errani è un caso :D

28
Peppe (Guest) 25-05-2016 15:09

Finalmente un discorso onesto fatto più dall’uomo appassionato di Tennis che da giornalista. Staccate la spina e magari parlateVi e riformate la coppia invincibile!

27
tommaso (Guest) 25-05-2016 14:54

Scritto da Mrs Nobody

Scritto da magilla
come al solito la colpa non è di chi fa sport ma di chi lo guarda senza cultura sportiva : le tipiche “tragedie italiane”….
in una carriera da protagonisti ci stanno i momenti di stanchezza e di difficoltà!…..le tedesche hanno perso tutte pure loro ed erano attese molto più’ delle nostre!…..pochi mesi fa la radwanska sembrava finita ed ora è tornata la nr 2 del mondo….quasi tutte le ceche sono in crisi o cmq con risultati altalenanti…..e delle russe si stanno salvando le vecchie redivive khz e vesnina.
credo che vinci e sara sanno che è solo un momento e lo devono vivere con serenità’ …e forse dovrebbero fare lo stesso i tifosi ed i giornalisti!
per quanto riguarda fognini…..forse ci si aspetta troppo da lui…e ancor di più’ ora che viene da un infortunio!…sappiamo come è caratterialmente quindi è inutile attaccarlo ogni volta che ha le sue partite NO….prendere o lasciare….in fondo abbiamo solo lui!

Concordo su tutto! Troppo facile attaccare quando tutto va male!

E chi invece è sempre stato critico, anche nei momenti “buoni”? Perché era evidente che la vittoria sul cemento mediorientale era un caso. Ma lì (quasi) tutti a incensare…

26
LuchinoVisconti (Guest) 25-05-2016 14:48

Scritto da Giovanni

Scritto da LuchinoVisconti
La Safarova sta indossando lo stesso completino azzurro della Errani (e della Vinci) che quindi non significavano l’azzurro italico.
Che dite, proponiamo uno scambio di nazionalità Errani-Safarova?

Io uno scambio Safarova-LuchinoVisconti l’accetterei volentieri

E grazie, così son tutti buoni! :grin:

25
magilla 25-05-2016 14:46

Scritto da io

Scritto da magilla
come al solito la colpa non è di chi fa sport ma di chi lo guarda senza cultura sportiva : le tipiche “tragedie italiane”….
in una carriera da protagonisti ci stanno i momenti di stanchezza e di difficoltà!…..le tedesche hanno perso tutte pure loro ed erano attese molto più’ delle nostre!…..pochi mesi fa la radwanska sembrava finita ed ora è tornata la nr 2 del mondo….quasi tutte le ceche sono in crisi o cmq con risultati altalenanti…..e delle russe si stanno salvando le vecchie redivive khz e vesnina.
credo che vinci e sara sanno che è solo un momento e lo devono vivere con serenità’ …e forse dovrebbero fare lo stesso i tifosi ed i giornalisti!
per quanto riguarda fognini…..forse ci si aspetta troppo da lui…e ancor di più’ ora che viene da un infortunio!…sappiamo come è caratterialmente quindi è inutile attaccarlo ogni volta che ha le sue partite NO….prendere o lasciare….in fondo abbiamo solo lui!

Mah, a me pare che sono mesi e mesi che in tanti scriviamo che dietro le punte (femminili) c’è il vuoto. Non è cambiato nulla ora, solo che, con la crisi delle punte, il vuoto ce lo troviamo sotto ai piedi.
Anche il confronto con le altre nazioni regge e non regge. Voglio dire, il tuo discorso in generale è giusto, però c’è una questione di misura, mi pare.
Su Fogna ti dico solo che le sue partite NO, come le chiami tu, sono in quantità abissalmente superiore alle sue partite NI e SI… Quindi direi che, più che altro, sparare sull’ambulanza non serve a un piffero.

in italia si vive di campioni e non di cultura sportiva specie tra le donne….dopo la pellegrini….nulla!….dopo la cagnotto nulla!….e siamo talmente poco abituati ad avere dei campioni che li denigriamo pure…..la stessa pellegrini a suo tempo ne ha fatto le spese.si salvano le donne della scherma e dello sci perché sono sport meno popolari.

su fognini secondo me si spara troppo spesso….e non sempre a ragione!….ora non è in forma visto che viene da un infortunio….è inutile aspettarsi che sia sempre lui a salvare la “patria” anche quando è impossibilitato a farlo!

24
Giovanni 25-05-2016 14:37

Scritto da LuchinoVisconti
La Safarova sta indossando lo stesso completino azzurro della Errani (e della Vinci) che quindi non significavano l’azzurro italico.
Che dite, proponiamo uno scambio di nazionalità Errani-Safarova?

Io uno scambio Safarova-LuchinoVisconti l’accetterei volentieri

23
Phoedrus (Guest) 25-05-2016 14:36

Per Roberta ci sono due considerazioni:
1) Le avversarie hanno cominciato a trovare le contromisure al suo tennis da singolarista, che e’ emerso all’attenzione meno di un anno fa
2) L’opportunita’ di avanzare nel best ranking prima di meta’ anno, con meno punti da scartare, le ha fatto giocare troppi tornei. Chiaramente e’ stanca.

22
LuchinoVisconti (Guest) 25-05-2016 14:16

La Safarova sta indossando lo stesso completino azzurro della Errani (e della Vinci) che quindi non significavano l’azzurro italico.
Che dite, proponiamo uno scambio di nazionalità Errani-Safarova?

21
Lupen (Guest) 25-05-2016 13:59

Roberta ha preso peso, ha perso muscolatura, ha perso velocita’ ed ha perso stimolo il resto viene da se, a quei livelli se non sei al 100% perdi con chiunque. Per sara e’ solo un problema di testa sembra svuotata, a lei veramente fare un po di pausa (una trentina di giorni) le farebbe bene !!!

20
GI2 (Guest) 25-05-2016 13:36

Scritto da andreandre

Scritto da rip
Sono vere entranbe le tesi: nel breve termine: da un lato Sara ha vinto un torneo di livello che non aveva ancora vinto e Roberta ha raggiunto il suo sogno di top 10 (addirittura top 7); a medio e ancora piu’ a lungo termine la scelta/necessita’ di separarsi pesera’ non solo nel doppio, dove hanno buttato via un livello di eccellenza assoluto), ma anche in singolo, dove hanno dissipato scorte di considerazione che avevano accumulato. La verita’ e’ che adesso le avversarie non hanno piu’ paura di loro, il re e’ nudo e si rivela vassallo, valvassore o valvassino @ andreandre (#1607849)

oppure semplicemente, nel caso di Roberta, c’è un calo fisiologico dovuto anche all’età. Lo stesso calo che quasi tutte le giocatrici, incluse top player, hanno durante l’anno. A maggior ragione se hai 33 anni. Lo stesso calo che hanno avuto Radwanska lo scorso anno,Muguruza,Kvitova, Kerber e compagnia cantante. Non c’entra niente la separazione.Non so, a me sembra talmente ovvio. Veramente credete che Roberta possa continuare a 33 anni con lo stesso ritmo che ha avuto da agosto 2015 a marzo 2016??????

Senza contare che una infiammazione al tendine di Achille, se non curata adeguatamente, può diventare cronica. Per quanta riguarda Sara per me il problema è mentale.( è la mente che regola il braccio non viceversa).

19
andreandre 25-05-2016 13:08

Scritto da rip
Sono vere entranbe le tesi: nel breve termine: da un lato Sara ha vinto un torneo di livello che non aveva ancora vinto e Roberta ha raggiunto il suo sogno di top 10 (addirittura top 7); a medio e ancora piu’ a lungo termine la scelta/necessita’ di separarsi pesera’ non solo nel doppio, dove hanno buttato via un livello di eccellenza assoluto), ma anche in singolo, dove hanno dissipato scorte di considerazione che avevano accumulato. La verita’ e’ che adesso le avversarie non hanno piu’ paura di loro, il re e’ nudo e si rivela vassallo, valvassore o valvassino @ andreandre (#1607849)

oppure semplicemente, nel caso di Roberta, c’è un calo fisiologico dovuto anche all’età. Lo stesso calo che quasi tutte le giocatrici, incluse top player, hanno durante l’anno. A maggior ragione se hai 33 anni. Lo stesso calo che hanno avuto Radwanska lo scorso anno,Muguruza,Kvitova, Kerber e compagnia cantante. Non c’entra niente la separazione.Non so, a me sembra talmente ovvio. Veramente credete che Roberta possa continuare a 33 anni con lo stesso ritmo che ha avuto da agosto 2015 a marzo 2016??????

18
rip (Guest) 25-05-2016 12:59

Sono vere entranbe le tesi: nel breve termine: da un lato Sara ha vinto un torneo di livello che non aveva ancora vinto e Roberta ha raggiunto il suo sogno di top 10 (addirittura top 7); a medio e ancora piu’ a lungo termine la scelta/necessita’ di separarsi pesera’ non solo nel doppio, dove hanno buttato via un livello di eccellenza assoluto), ma anche in singolo, dove hanno dissipato scorte di considerazione che avevano accumulato. La verita’ e’ che adesso le avversarie non hanno piu’ paura di loro, il re e’ nudo e si rivela vassallo, valvassore o valvassino @ andreandre (#1607849)

17
sarita 25-05-2016 12:21

Sara è in difficoltà psicologica da inizio anno…non dimenticate le sue dichiarazioni dopo l’uscita agli AO dove esprimeva dubbi sul continuare con questa vita…

Mah,vedremo le prossime decisioni.

16
andreandre 25-05-2016 12:11

Scritto da fabio
Sarà un caso ma la separazione le ha danneggiate entrambe ,ormai in crisi nera ,ho i miei dubbi che possano riprendersi…..vediamo un pò

a dire il vero a Roby ha fatto solo che bene la separazione.forse dovresti considerare l’ultimo anno e non gli ultimi 2 mesi.O deve vincere sempre sempre (cosa che neppure Kvitova,Kerber, Muguruza,Halep etc hanno dimostrato di poter fare)? Scusami se lo dico,ma questo è il solito commento pressapochista

15
io (Guest) 25-05-2016 12:10

Scritto da magilla
come al solito la colpa non è di chi fa sport ma di chi lo guarda senza cultura sportiva : le tipiche “tragedie italiane”….
in una carriera da protagonisti ci stanno i momenti di stanchezza e di difficoltà!…..le tedesche hanno perso tutte pure loro ed erano attese molto più’ delle nostre!…..pochi mesi fa la radwanska sembrava finita ed ora è tornata la nr 2 del mondo….quasi tutte le ceche sono in crisi o cmq con risultati altalenanti…..e delle russe si stanno salvando le vecchie redivive khz e vesnina.
credo che vinci e sara sanno che è solo un momento e lo devono vivere con serenità’ …e forse dovrebbero fare lo stesso i tifosi ed i giornalisti!
per quanto riguarda fognini…..forse ci si aspetta troppo da lui…e ancor di più’ ora che viene da un infortunio!…sappiamo come è caratterialmente quindi è inutile attaccarlo ogni volta che ha le sue partite NO….prendere o lasciare….in fondo abbiamo solo lui!

Mah, a me pare che sono mesi e mesi che in tanti scriviamo che dietro le punte (femminili) c’è il vuoto. Non è cambiato nulla ora, solo che, con la crisi delle punte, il vuoto ce lo troviamo sotto ai piedi.

Anche il confronto con le altre nazioni regge e non regge. Voglio dire, il tuo discorso in generale è giusto, però c’è una questione di misura, mi pare.

Su Fogna ti dico solo che le sue partite NO, come le chiami tu, sono in quantità abissalmente superiore alle sue partite NI e SI… Quindi direi che, più che altro, sparare sull’ambulanza non serve a un piffero.

14
fabio (Guest) 25-05-2016 11:42

Sarà un caso ma la separazione le ha danneggiate entrambe ,ormai in crisi nera ,ho i miei dubbi che possano riprendersi…..vediamo un pò

13
Giuli (Guest) 25-05-2016 11:22

@ inoloppez (#1607769)

Perchè il suo è un servizio?

12
Elio 25-05-2016 10:41

L’ho detto ieri ! :grin:

11
Mrs Nobody 25-05-2016 10:33

Scritto da magilla
come al solito la colpa non è di chi fa sport ma di chi lo guarda senza cultura sportiva : le tipiche “tragedie italiane”….
in una carriera da protagonisti ci stanno i momenti di stanchezza e di difficoltà!…..le tedesche hanno perso tutte pure loro ed erano attese molto più’ delle nostre!…..pochi mesi fa la radwanska sembrava finita ed ora è tornata la nr 2 del mondo….quasi tutte le ceche sono in crisi o cmq con risultati altalenanti…..e delle russe si stanno salvando le vecchie redivive khz e vesnina.
credo che vinci e sara sanno che è solo un momento e lo devono vivere con serenità’ …e forse dovrebbero fare lo stesso i tifosi ed i giornalisti!
per quanto riguarda fognini…..forse ci si aspetta troppo da lui…e ancor di più’ ora che viene da un infortunio!…sappiamo come è caratterialmente quindi è inutile attaccarlo ogni volta che ha le sue partite NO….prendere o lasciare….in fondo abbiamo solo lui!

Concordo su tutto! Troppo facile attaccare quando tutto va male!

10
inoloppez (Guest) 25-05-2016 10:05

Sono d’accordo nel dire che sono due situazioni diverse ma preferisco fare due distinzioni.
E’ vero che Roberta dal US Open non ha mai staccato la spina e quindi una ricarica nei suoi luoghi d’origine gli farà senz’altro bene ma è anche chiaro che la terra non è la sua superficie e il suo back è molto più devastante sul cemento per non parlare del diritto molto più sicuro su una superficie come il cemento (fra le sue vittime l’anno scorso e quest’anno KVITOVA, WILLIAMS, PLISKOVA, IVANOVIC, BENCIC).
Per Sara il problema mentale: è la risposta al servizio delle sue avversarie che la mandano al manicomio (mai stata così nervosa come nell’ultimo anno); non so quale sia la soluzione anche perché mi si dice che Sara è prima nel circuito per la risposta ma se quando serve
gli tiranno addosso le montagne la pazienza prima poi finisce.

9
io (Guest) 25-05-2016 10:02

Scritto da livornografo
Son convinto che se tornassero a giocare qualche torneo di doppio insieme ritroverebbero poi anche il loro gioco in singolare

eh, troppo facile

8
rosencranz (Guest) 25-05-2016 10:02

Semplicemente poco allenate. Non conoscendole, non so se per problemi fisici o mentali, stanchezza o poca voglia. Di sicuro sono tutte due sovrappeso e molli, con muscoli poco tonici. Il confronto con ragazzone sode e tirate a lucido è impietoso. Che poi sappiano magari giocare meglio di loro a tennis purtroppo conta fino a un certo punto.

7
mario (Guest) 25-05-2016 09:55

Dispiaciuto ;(

6
magilla 25-05-2016 09:49

come al solito la colpa non è di chi fa sport ma di chi lo guarda senza cultura sportiva : le tipiche “tragedie italiane”….
in una carriera da protagonisti ci stanno i momenti di stanchezza e di difficoltà!…..le tedesche hanno perso tutte pure loro ed erano attese molto più’ delle nostre!…..pochi mesi fa la radwanska sembrava finita ed ora è tornata la nr 2 del mondo….quasi tutte le ceche sono in crisi o cmq con risultati altalenanti…..e delle russe si stanno salvando le vecchie redivive khz e vesnina.
credo che vinci e sara sanno che è solo un momento e lo devono vivere con serenità’ …e forse dovrebbero fare lo stesso i tifosi ed i giornalisti!

per quanto riguarda fognini…..forse ci si aspetta troppo da lui…e ancor di più’ ora che viene da un infortunio!…sappiamo come è caratterialmente quindi è inutile attaccarlo ogni volta che ha le sue partite NO….prendere o lasciare….in fondo abbiamo solo lui!

5
max (Guest) 25-05-2016 09:40

Scritto da BOLELLI NUMERO 1
hanno fatto… avevano delle chance di medaglia alle olimpiadi e sono state capaci di litigare, da amiche per la pelle a “nemiche”.
gran bella fine che hanno fatto!

…bel nickname…

4
livornografo 25-05-2016 09:08

Son convinto che se tornassero a giocare qualche torneo di doppio insieme ritroverebbero poi anche il loro gioco in singolare

3
Paolo (Guest) 25-05-2016 09:06

Ben detto perché così non si può andare avanti

2
BOLELLI NUMERO 1 25-05-2016 08:56

hanno fatto… avevano delle chance di medaglia alle olimpiadi e sono state capaci di litigare, da amiche per la pelle a “nemiche”.

gran bella fine che hanno fatto!

1

Lascia un commento