Caso Sharapova Copertina, Generica

Caso Sharapova – Arriva il comunicato dell’ITF: “il caso che coinvolge Maria Sharapova procederà con una audizione in conformità alle raccomandazioni della Wada”. Il 21 aprile conosceremo meglio il destino sportivo della russa

14/04/2016 13:03 17 commenti
Maria Sharapova classe 1987, n.9 del mondo
Maria Sharapova classe 1987, n.9 del mondo

E’ arrivato il comunicato stampa da parte dell’ITF riguardo il caso di Maria Sharapova.
“Alla luce della recente comunicazione da parte della Wada in merito alla procedura con cui trattare i casi riguardanti meldonium, l’ITF può confermare che il caso Tennis Anti-Doping Programme che coinvolge Maria Sharapova procederà con una audizione in conformità alle raccomandazioni della Wada. L’ITF non intende fare ulteriori dichiarazioni fino al completamento di questo processo a causa della riservatezza del Tennis Anti-Doping Programme”.

Le parole di Tarpischev: “La situazione della Sharapova potrebbe essere chiarita e risolta dopo il 21 aprile quando incontreremo i vertici della federazione internazionale. Lì tutto diventerà molto chiaro. Ora è troppo presto per parlare della partecipazione della Sharapova ai Giochi Olimpici di Rio”,


TAG:

17 commenti. Lasciane uno!

emilio (Guest) 14-04-2016 22:19

Scritto da Carl
Tutto come previsto, e come era scritto fin dall’inizio.
Gestione dilettantesca della WADA, ruoli direttivi da sostituire in toto.
Che il meldonium sia doping o no, che Maria si sia dopata o no, per come la WADA ha gestito la cosa ne uscirà pulitissima.
Innocente o colpevole, se chi istruisce l’istruttoria è incapace, e se il soggetto non è l’ultima ruota del carro, ne esce sempre vincitore.
Che ora ci siano centinaia di dopati liberi da ogni addebito, o centinaia di persone corrette ingiustamente accusate, è sempre e tutto “merito” di una organizzazione incapace, in ogni caso ha fatto solo danni.
Maria giocherà sicuramente al RG, non prima, il rientro deve avvenire col massimo impatto mediatico, non in torneuzzi di seconda fascia (che Roma e Madrid mi perdonino..).
E che giochi è scontato, se non fosse già stato deciso così non ci sarebbero stati questi comunicati, che servono solo a preparare il terreno, ed il timing è perfetto per il RG.
Masha trionfa, la WADA fa una figuraccia, lo sport “must go on”, la Verità continua a mendicare per le strade, calpestata ed offesa.

ma che state dicendo??? la WADA ha un budget di 30 milioni al anno…vogliamo sapere quanti soldi hanno gli atleti,le federazioni,gli sponsor e tutti quelli che ci guadagnano??? se pensate che tutti questi non sono dentro e non sanno niente vi sbagliate…a loro non se ne frega niente se gli atleti muoiono sui campi,perche sono morti e moriranno ancora,perche ce gente che vuole divertirsi e ce gente che non fa niente che queste cose non accadano piu.tutti adesso a scagionare Sharapova,e tutti gli altri presi con il doping perche mancherà spettacolo??? perche se e cosi,i miei figli non possono piu fare sport…credete che i dottori di Maria e di tutti gli atleti presi non sanno niente???

17
LuchinoVisconti (Guest) 14-04-2016 21:51

Scritto da Alby73
E mentre si discute e si ipotizza se la furbacchiona straricca riuscirà a sgamare la pena, a Bogotà la Panova cela sotto l’asciugamano le lacrime di gioia (perchè si vergogna di farsi vedere piangere)per aver battuto la Perrin con un doppio 76 (ed entrambi i tiebreak conclusi 9-7) ed essere riuscita ad accedere ai quarti di finali in un torneo dimenticato da tutti.
Questo è il bello dello sport. Io sto con la Panova e mi diverto.

Ho visto la Panova contro la Svitolina e, pur non essendo stata una gran partita, infarcita di errori da ambo le parti, la Panova non mi è affatto dispiaciuta, anzi potremo dire che è proprio una giocatrice con i baffi! :grin:

16
Alby73 (Guest) 14-04-2016 20:15

E mentre si discute e si ipotizza se la furbacchiona straricca riuscirà a sgamare la pena, a Bogotà la Panova cela sotto l’asciugamano le lacrime di gioia (perchè si vergogna di farsi vedere piangere)per aver battuto la Perrin con un doppio 76 (ed entrambi i tiebreak conclusi 9-7) ed essere riuscita ad accedere ai quarti di finali in un torneo dimenticato da tutti.
Questo è il bello dello sport. Io sto con la Panova e mi diverto.

15
Phoedrus (Guest) 14-04-2016 19:34

Scritto da Gabriele da Firenze
Se la salvano sarà un gravissimo precedente a cui tutti i futuri dopati faranno riferimento. In pratica se la salvano sarà come dire a tutti che possono fare quello che vogliono in ambito di doping…

Hai ragionissima.

14
Giorgio il mitico (Guest) 14-04-2016 19:20

Premesso che i responsabili wada debbano cambiare lavoro, dovrebbero andare a lavorare in MINIERA, per la lentezza decennale nello scoprire che il meldonium è dopante, (anche se la wada dovrebbe spiegare SCIENTIFICAMENTE qual’è il confine fra cura e CONSEGUENTI benefici e quando i BENEFICI si TRASFORMANO in DOPING) penso che alla Sharapova una squalifica vada data di 6-12 mesi al massimo specialmente per la mediocrità dei suoi medici che avrebbero dovuto conoscere per tempo che il medicinale era nell’elenco dei “sospetti” dal 1-Gennaio-2015 ed agire di conseguenza con la loro atleta assistita.

Per farla breve : se le responsabilità della Sharapova sono 100 le RESPONSABILITA’ dei controllori sono 1.000 !

E comunque dopo questo caso i controllori ATTUALI vanno LICENZIATI IN TRONCO……..ED A VITA.

13
Carl 14-04-2016 18:45

Tutto come previsto, e come era scritto fin dall’inizio.

Gestione dilettantesca della WADA, ruoli direttivi da sostituire in toto.
Che il meldonium sia doping o no, che Maria si sia dopata o no, per come la WADA ha gestito la cosa ne uscirà pulitissima.
Innocente o colpevole, se chi istruisce l’istruttoria è incapace, e se il soggetto non è l’ultima ruota del carro, ne esce sempre vincitore.

Che ora ci siano centinaia di dopati liberi da ogni addebito, o centinaia di persone corrette ingiustamente accusate, è sempre e tutto “merito” di una organizzazione incapace, in ogni caso ha fatto solo danni.

Maria giocherà sicuramente al RG, non prima, il rientro deve avvenire col massimo impatto mediatico, non in torneuzzi di seconda fascia (che Roma e Madrid mi perdonino..).

E che giochi è scontato, se non fosse già stato deciso così non ci sarebbero stati questi comunicati, che servono solo a preparare il terreno, ed il timing è perfetto per il RG.

Masha trionfa, la WADA fa una figuraccia, lo sport “must go on”, la Verità continua a mendicare per le strade, calpestata ed offesa.

12
Silvestro23391 (Guest) 14-04-2016 18:16

Scritto da Mario
@ Silvestro23391 (#1573822)
Beh, la possibilità di un’assoluzione completa a questo punto mi pare difficilmente praticabile, ma essendo diventata una questione anche politica, non è da escludere al 100 % (al di là della mia opinione negativa nel merito).
Per Roma, le entry list delle qualificazioni dovrebbero uscire martedì 19 Aprile, quindi con l’audizione anti-doping fissata per giovedì 21 Aprile, non potrebbe comunque iscriversi (essendo ancora sospesa) e potrebbe sperare unicamente in una WC, anche soltanto per le qualificazioni (io mi sentirei di escludere una presenza della Sharapova a Roma, anche nella migliore – per lei – delle ipotesi).

Ma non le tocca in quanto campionessa in carica? Troveranno comunque il modo di metterla dentro. Lo fecero a Linz per la Kerber nel 2013, figurati con la Sharapova, che smuove comunque masse di fan. Poi, per quanto fan della Sharapova, immagino, conoscendo anche la mente italica, che il nome di Maria faccia gola, soprattutto se fosse il primo torneo in cui fare ritorno. Tutti attenderebbero con curiosità e molti si catapulterebbero per vederla giocare.

Io l’anno scorso ho viso gli Internazionali. Premettendo che per i match femminili, anche sul centrale, gli spalti erano vuoti, per la Sharapova, quanto meno, i posti liberi erano pochi.

11
LuchinoVisconti (Guest) 14-04-2016 18:00

Scritto da Silvestro23391

Scritto da LuchinoVisconti
La Sharipova ha giocato (e vinto 6-1 7-5) in Cina!

Quando e contro chi?

Ha giocato oggi contro Liu C. (Chn)

10
Mario (Guest) 14-04-2016 17:47

@ Silvestro23391 (#1573822)

Beh, la possibilità di un’assoluzione completa a questo punto mi pare difficilmente praticabile, ma essendo diventata una questione anche politica, non è da escludere al 100 % (al di là della mia opinione negativa nel merito).
Per Roma, le entry list delle qualificazioni dovrebbero uscire martedì 19 Aprile, quindi con l’audizione anti-doping fissata per giovedì 21 Aprile, non potrebbe comunque iscriversi (essendo ancora sospesa) e potrebbe sperare unicamente in una WC, anche soltanto per le qualificazioni (io mi sentirei di escludere una presenza della Sharapova a Roma, anche nella migliore – per lei – delle ipotesi).

9
ale85 (Guest) 14-04-2016 17:36

Su questo potresti anche aver ragione… Ma la Wada dimostra di non aver saputo gestire il caso, perché, ora tanti interrogativi si pongono… O meglio: Il meldoniun è doping oppure no? Se lo è come mai nessuno della Wada si è preoccupato, prima di rendere la sostanza dopante, di stabilire già da prima le dosi massime? Perché sapendo già che gli atleti avrebbero potuto in qualche modo fare ricorso, ci sono stati controlli a tappeto dal primo gennaio? Come mai una sostanza che può, come sostenuto dalla Wada, coprire l’epo viene considerata doping dopo 10 anni e per quale motivo ora c’è un dietro front? Come mai Pound che aveva detto che la Wada avrebbe fatto ricorso al tribunale di Strasburgo se la pena per Masha fosse stata troppo blanda, ora fa l’agnellino in modo da poter concedere anche l’amnistia? Voi ve la prendete tutti cin la Sharapova, come se lei fosse in grado di pagare tutto e tutti, ma a quel punto vi dovete chiedere il perché non ha potuto comprare il silenzio… Avrebbe fatto prima. Io, credo, al contrario che la Wada stia avendo parecchia paura, ha gestito male l’entri list del meldonium tra le sostanze dopanti, mi spiace, ma questi famigerati studi a riguardo, dovete ammettere che a questo punto non ci sono o non sono stati fatti con le dovute cautele e questo renderebbe nulla, già di per sé, l’intera vicenda. Inoltre avevano incaricato l’antidoping britannico per fare i controlli sugli atleti russi, dopo poco, scoppia lo scandalo del doping britannico… A mio avviso è questa l’unica chiave del dietrofront della Wada, l’impedire una guerra diplomatica tra nazioni…soprattutto prima dinun evento olimpico. Quindi cosa facciamo? Mettiamo a tacere tutto, prima che il vaso di Pandora si scoperchi del tutto e alle olimpiadi rischia di non andarci nessuno… Perché alla fine il doping all’interno delle Federazioni c’è… Prima Fuentes, poi la Russia, ora la Gran Bretagna… Insomma la Wada ha voluto dare un contentino alla Russia per coprire i vari scandali che da lí a poco sarebbero venuti allo scoperto… La Sharapova c’entra poco e niente, è solo uno strumento che da domani tutti potranno utilizzare come meglio credono… Questo è molto, molto triste.

Scritto da Gabriele da Firenze
Se la salvano sarà un gravissimo precedente a cui tutti i futuri dopati faranno riferimento. In pratica se la salvano sarà come dire a tutti che possono fare quello che vogliono in ambito di doping…

8
Silvestro23391 (Guest) 14-04-2016 16:23

Scritto da Mario
@ Silvestro23391 (#1573641)
Per quanto io abbia un’opinione diversa dalla tua sull’amnistia generale – che peraltro riguarda soprattutto l’Est Europa e la Russia in particolare -, con 2 mesi di squalifica dovrebbe saltare Roma (2-15 Maggio).
Sì, si considerano decorsi dal 12 Marzo nel suo caso, anche se i suoi avvocati ed il ministero dello sport russo si faranno sentire per abbreviare i tempi (come anche per gli altri atleti interessati, nel caso del ministero).
Considera poi che per ora la Sharapova è soltanto “sospesa” e non ancora “squalificata”. In teoria, se si decidesse addirittura di non squalificarla, potrebbe rientrare molto presto, e credo sia ragionevole (in quel caso) la tua attesa per il Roland Garros.
Per saltare i Giochi di Rio servirebbero 5 mesi di squalifica. A questo punto, però, si tratta di interventi “superiori” e non solamente di natura sportiva.

Ma ci potrebbe essere la possibilità di assoluzione completa? Mi chiedo, invece, una cosa: potesse competere a Roma, dove non risulta iscritta e dove le WC sono state assegnate, dovrebbe fare le quali?

Scritto da LuchinoVisconti
La Sharipova ha giocato (e vinto 6-1 7-5) in Cina!

Quando e contro chi?

7
NOMariaNOTennis (Guest) 14-04-2016 15:50

Io credo che in questa storia Maria stia rischiando molto sul piano sportivo prima ancora che su quello economico; l’ormai conclamata inadeguatezza della WADA a gestire in modo razionale questa complessa vicenda puo` rovinarle la parte restante di carriera; in questo inusitato tira e molla di bastoni (squalifiche), carote (amnistie), l’unica cosa certa e` che il tempo passa e le scadenze non prorogabili (come ad esempio le Olimpiadi) sono sempre piu` vicine; aldila` del grado di solidita`/fragilita` dell’impianto accusatorio contro Maria (di cui ormai si e` gia` discusso moltissimo) qui il rischio e` che “il processo”, tra sentenze e ricorsi, travalichi temporalmente appuntamenti sportivi che per un atleta quasi trentenne come Maria risultano di fatto senza ulteriore appello; l’eventuale mancata partecipazione ai giochi potrebbe, a mio avviso, avere per Maria il senso della perdita di un’occasione irripetibile capace di deprimere qualsiasi altra motivazione a proseguire nel tennis agonistico; andasse cosi, il caso Meldonium avrebbe, nei fatti, determinato la fine della sua carriera e quindi procurato danni sportivi del tutto irrimediabili; credo che la vera cosa da temere sia questa; eventuali sentenze assolutorie arrivate fuori tempo massimo potrebbero anche dar luogo a risarcimenti colossali sul piano economico ma non sarebbero comunque in grado di restituirci il piacere di ammirare sul campo una assoluta campionessa

6
LuchinoVisconti (Guest) 14-04-2016 15:33

La Sharipova ha giocato (e vinto 6-1 7-5) in Cina!

5
emilio (Guest) 14-04-2016 15:03

Scritto da Silvestro23391
Speriamo torni per Madrid e, soprattutto, per Roma. Secondo voi quando tornerà a giocare? Per quanto spero nel suo ritorno, credo che sia più certo il ritorno per il Roland Garros. Le Olimpiadi le dovrebbe giocare, credo.
Domanda: se le dovessero dare, es, tre mesi, si considerano decorsi dal 12 Marzo?

non tornerà cosi presto.la sospensione per il farmaco e da 2 a 4 anni.

4
Mario (Guest) 14-04-2016 15:02

@ Silvestro23391 (#1573641)

Per quanto io abbia un’opinione diversa dalla tua sull’amnistia generale – che peraltro riguarda soprattutto l’Est Europa e la Russia in particolare -, con 2 mesi di squalifica dovrebbe saltare Roma (2-15 Maggio).
Sì, si considerano decorsi dal 12 Marzo nel suo caso, anche se i suoi avvocati ed il ministero dello sport russo si faranno sentire per abbreviare i tempi (come anche per gli altri atleti interessati, nel caso del ministero).
Considera poi che per ora la Sharapova è soltanto “sospesa” e non ancora “squalificata”. In teoria, se si decidesse addirittura di non squalificarla, potrebbe rientrare molto presto, e credo sia ragionevole (in quel caso) la tua attesa per il Roland Garros.
Per saltare i Giochi di Rio servirebbero 5 mesi di squalifica. A questo punto, però, si tratta di interventi “superiori” e non solamente di natura sportiva.

3
Gabriele da Firenze 14-04-2016 15:02

Se la salvano sarà un gravissimo precedente a cui tutti i futuri dopati faranno riferimento. In pratica se la salvano sarà come dire a tutti che possono fare quello che vogliono in ambito di doping…

2
Silvestro23391 (Guest) 14-04-2016 13:14

Speriamo torni per Madrid e, soprattutto, per Roma. Secondo voi quando tornerà a giocare? Per quanto spero nel suo ritorno, credo che sia più certo il ritorno per il Roland Garros. Le Olimpiadi le dovrebbe giocare, credo.

Domanda: se le dovessero dare, es, tre mesi, si considerano decorsi dal 12 Marzo?

1

Lascia un commento