Notizie dal Mondo Copertina, Future, Generica

Montepremi del circuito Future: Sbotta Patricio Heras

17/02/2016 13:13 52 commenti
Patricio Heras classe 1989, n.392 ATP
Patricio Heras classe 1989, n.392 ATP

Patricio Heras, 27 anni, è sbottato via Twitter dopo aver perso un combattutissimo match durato 4 ore nel primo turno del torneo future da 10 mila dollari di montepremi che si sta disputando in Florida, precisamente a Plantation.

L’argentino è stato battuto dal cileno Juan Carlos Saez per 6-7 (3), 7-6 ( 1), 6-3.
Heras si è lamentato di ricevere una piccola ricompensa di soli 100 dollari che non vale tanta fatica e sacrificio.


TAG: , ,

52 commenti. Lasciane uno!

santopadre(dei forum) (Guest) 18-02-2016 00:40

Scritto da Sander

Scritto da santopadre(dei forum)

Scritto da Sander

Scritto da santopadre(dei forum)

Scritto da Sander

Scritto da santopadre(dei forum)
I giocatori la soluzione ce l’hanno loro stessi, è sempre stato così ed è l’unica praticabile. I tornei più grandi aumentano ogni anno di montepremi, basta bloccare in parte quegli aumenti destinando quei soldi ad un fondo che distribuisce alla fine dell’anno in base alla classifica un bonus per ogni giocatore da una certa posizione in giù. Cifra da decidere naturalmente atta a coprire in parte le spese e da dare fino al massimo al 500-600 del mondo, naturalmente più in basso sei in classifica e meno prendi.
Questo cercando di bloccare più che altro i premi dai quarti in su per intenderci.
Naturalmente sarebbe un”sacrificio”per gli attuali top player ma un sacrificio teorico perchè in realtà il montepremi rimarrebbe quello attuale cosa che non credo li faccia morire di fame.
Questo naturalmente se veramente vogliono che qualcosa cambi, se invece vogliono che i soldi li tirino fuori i tornei minori… beh stanno freschi, perchè soldi non ce ne sono più e invito tutti a tornare nel mondo reale.
ps=sono stato molto sintetico qua, altre volte ho spiegato in dettaglio come si potrebbe fare con cifre e tutto e sarebbe veramente facile da attuare(basterebbe “bloccare” gli aumenti dei tornei più grandi) se lo volessero veramente tutti(come nelle dichiarazioni spesso vari top player dicono…)ma la realtà è che vogliono l’uovo da chi non ha più le galline e di staccarsi una penna per gli altri non interessa nessuno… come del resto in tanti altri campi della vita, amen.

Ma sei lo stesso Santopadre delle 15.27? Perche’ in quel post dicevi che gli sponsor non ci sono e ora in questo giustamente dici che il montepremi dei tornei maggiori dovrebbe essere decurtato a favore dei tennisti di classifica fino alla 600(vedi allora che gli sponsor ci sono se vogliono far crescere la qualita’ del tennis professionistico…)
Che i soldi ora non li tirano fuori e’ un dato di fatto, una soluzione come quella che si e’ indicata piu’ volte ovvero del “travaso” dai grandi tornei a un fondo per i tennisti sarebbe una grande cosa utile per l’intero movimento.

Gli sponsor per i futures non ci sono ma pensi che gli sponsor per uno slam e quello dei futures sono gli stessi? Pensi che ad uno sponsor freghi qualcosa di investire in un torneo a Roccapannuccia da 10 mila dollari?
Ma dove vivete ragazzi, quale decurtare, i montepremi degli slam e degli altri tornei maggiori aumentano ogni anno di svariati milioni di euro in totale, basterebbe bloccare tali aumenti da ora in poi e il prossimo anno avresti già il tuo bel bonus pronto.
Sta ai giocatori decidere se vogliono “sacrificare” altro aumento di guadagno(aumentato notevolmente negli ultimi anni e prima stavano benissimo comunque) per la collettività della categoria o se se ne fregano come è nel loro diritto fare e come probabilmente lo stesso Heras da 40 del mondo farebbe.
Sta ai giocatori prendere una decisione, i soldi ci sono ma vanno distribuiti con un gesto di solidarietà per l’intero carrozzone da parte di quelli che stanno in alto in classifica, la decisione la devono prendere loro. Se non lo fanno ripeto è legittimo ma smettiamo di raccontare favole come quella dovrebbero aumentare gli organizzatori montepremi in tornei che per miracolo riescono ad organizzare già da 10/15 mila…

Stiamo dicendo la stessa cosa….il punto e’ prendere dai montepremi dei grandi tornei, se poi sara’ per intuizione degli sponsor o per benemerenza dei Top Player il risultato sara’ lo stesso…

ma sono gli sponsor, i tornei a dare i soldi, mica sono i giocatori è, loro(i giocatori) prenderebbero la stessa cifra di adesso o di un anno fa a seconda di quando si vuol fare questa cosa e i soldi in più che sarebbero destinati al montepremi finirebbero in quel bonus da dare a fine anno in base alla classifica.
Ma sono i giocatori che devono decidere di fare una cosa del genere, non gli sponsor, sai a loro che gliene frega in quali tasche finiscono i propri soldi, a loro basta che il proprio nome sia associato ai tornei più importanti e agli eventi che accadono la per avere un ritorno, se poi una parte dei soldi che hanno finisce nelle tasche di Heras o di Bortolotti, invece che in quelle di Federer, Nadal o Djokovic non gliene frega niente.
Ma sta ai giocatori decidere questo, nessun altro… sono disponibili a decidere di rinunciare ad ulteriori guadagni in nome di tutto il carrozzone o no? Qua sta la risposta a tutto… a quanto pare la risposta è no però

Mi ero perso l’ultimo commento
quando tu dici:…. Ma sono i giocatori che devono decidere di fare una cosa del genere, non gli sponsor, sai a loro che gliene frega in quali tasche finiscono i propri soldi….
Non sono daccordo su questa frase perche’ se io sono uno sponsor e i soldi ce li metto io e’ fuor di dubbio che voglio investirli nel migliore dei modi, cerchero’ di mettere una buona parte per finanziari i giocatori top ma una parte e’ giusto che la utilizzi per permettere al sistema di rimanere in vita e mantenere una qualita’ alta, tu dici che agli sponsor non gliene frega se i soldi vanno a Federer o un giovane invece dovrebbe fregargli qualcosa….con questa politica miope tra dieci anni gli sponsor perderanno clienti perche’ la qualita’ del tennis sara’ sempre piu’ bassa…direi che ne abbiamo gia’ prova evidente gia’ da adesso vedendo certe partite …i giocatori top invece se vogliono fare gli avidi come hanno fatto fin’ora possono pure continuare cosi, fregarsene di quelli che si dividono le spese dell’albergo o che fanno fatica ad avere un allenatore, se io fossi Kirgios o Alexander Zverev sarei “contento” che il sistema si mantenga cosi’ perche’ sarebbe piu’ difficile entrare per chi guadagna poco (intanto loro ormai sono dentro il tennis che premia), perche’ un conto e’ vivere di tennis e un’altro e’ potersi mantenere allenatori, preparatori e trasferte per migliorarsi e arrivare al top….

E allora continuate a pensarla così, continuate a pensare che devono essere gli sponsor a finanziare il future del Guatemala e tranquilli che la situazione rimarrà più o meno sempre così. Io questi discorsi li sento da 20 anni… appunto 20 anni… tranquillo che gli sponsor i giovani li finanziano ma appunto i giovani che si sa già che arrivano più o meno e se gliene sfugge qualcuno lo prendono quando arriva. Il punto qua non è finanziare il giovane di talento della nazione importante o che si allena nella nazione importante(perchè quelli finanziano all’inzio)ma finanziare tutti quelli con una certa classifica, in modo che se hanno un tennis per entrare almeno nei primi 500-600 del mondo, possano poi continuare a giocarsi le proprie carte al meglio. E da qui il bonus a fine anno per classifica e lo si può finanziare solo come ho detto io perchè agli sponsor di finanziare un Estrella Burgos 20enne o un Ouahab non gliene frega una mazza, loro finanziano appunto uno Zverev o un Kyrgios ma quello che devi fare è dare una chance a tutti di poter fare i professionisti, da ovunque tu venga e qualsiasi cosa pensino di te a 15 anni i signori del tennis. Devono essere i giocatori a fare il passo, se poi nessuno vuole rinunciare al massimo perchè tutti sperano di arrivarci beh allora amen… è inutile continuare a piangere, si deve agire perchè se aspetti che i soldi arrivino da gente ceh fa questo per lucro senza giocare, stai fresco e non si capisce perchè dovrebbero finanziare il future in Iran. O i giocatori fanno il passo rinunciando a qualcosa( in realtà non rinunciano a niente, solo a guadagni ancora maggiori rispetto a questi di ora)in alto o quelli in basso continueranno a soffocare.

Se invece il problema per voi è finanziare i nuovi Kyrgios, tranquilli che a loro i soldi arrivano e non hanno problemi ad arrivare a domani. Il problema è far campare tutti e dare una chance un pò più equa a tutti quelli che riescono a raggiungere almeno una classifica decente. Tra l’altro così aumenterebbe la competitività, il livello si alzerebbe perchè a quel punto tutti avrebbero una speranza e raggiungere una certa classifica ti consentirebbe di poter continuare a crederci, senza contare che potrebbe essere anche un buon freno per il problema scommesse.

52
gbuttit 17-02-2016 22:03

Scritto da luckino
…ecco il perchè delle partite truccate…
..e dico che hanno pure ragione….
perchè questi poveri cristi devono pur mangiare…e vengono tentati dal mondo delle scommesse…
Basta autorizzare scommesse per questi livelli…

E quindi secondo te analogamente se uno fa un lavoro malpagato, deve pur mangiare ed allora fa bene a rubare… contento tu…

51
luckino (Guest) 17-02-2016 21:25

…ecco il perchè delle partite truccate…
..e dico che hanno pure ragione….
perchè questi poveri cristi devono pur mangiare…e vengono tentati dal mondo delle scommesse…
Basta autorizzare scommesse per questi livelli…

50
Sander (Guest) 17-02-2016 21:05

Scritto da santopadre(dei forum)

Scritto da Sander

Scritto da santopadre(dei forum)

Scritto da Sander

Scritto da santopadre(dei forum)
I giocatori la soluzione ce l’hanno loro stessi, è sempre stato così ed è l’unica praticabile. I tornei più grandi aumentano ogni anno di montepremi, basta bloccare in parte quegli aumenti destinando quei soldi ad un fondo che distribuisce alla fine dell’anno in base alla classifica un bonus per ogni giocatore da una certa posizione in giù. Cifra da decidere naturalmente atta a coprire in parte le spese e da dare fino al massimo al 500-600 del mondo, naturalmente più in basso sei in classifica e meno prendi.
Questo cercando di bloccare più che altro i premi dai quarti in su per intenderci.
Naturalmente sarebbe un”sacrificio”per gli attuali top player ma un sacrificio teorico perchè in realtà il montepremi rimarrebbe quello attuale cosa che non credo li faccia morire di fame.
Questo naturalmente se veramente vogliono che qualcosa cambi, se invece vogliono che i soldi li tirino fuori i tornei minori… beh stanno freschi, perchè soldi non ce ne sono più e invito tutti a tornare nel mondo reale.
ps=sono stato molto sintetico qua, altre volte ho spiegato in dettaglio come si potrebbe fare con cifre e tutto e sarebbe veramente facile da attuare(basterebbe “bloccare” gli aumenti dei tornei più grandi) se lo volessero veramente tutti(come nelle dichiarazioni spesso vari top player dicono…)ma la realtà è che vogliono l’uovo da chi non ha più le galline e di staccarsi una penna per gli altri non interessa nessuno… come del resto in tanti altri campi della vita, amen.

Ma sei lo stesso Santopadre delle 15.27? Perche’ in quel post dicevi che gli sponsor non ci sono e ora in questo giustamente dici che il montepremi dei tornei maggiori dovrebbe essere decurtato a favore dei tennisti di classifica fino alla 600(vedi allora che gli sponsor ci sono se vogliono far crescere la qualita’ del tennis professionistico…)
Che i soldi ora non li tirano fuori e’ un dato di fatto, una soluzione come quella che si e’ indicata piu’ volte ovvero del “travaso” dai grandi tornei a un fondo per i tennisti sarebbe una grande cosa utile per l’intero movimento.

Gli sponsor per i futures non ci sono ma pensi che gli sponsor per uno slam e quello dei futures sono gli stessi? Pensi che ad uno sponsor freghi qualcosa di investire in un torneo a Roccapannuccia da 10 mila dollari?
Ma dove vivete ragazzi, quale decurtare, i montepremi degli slam e degli altri tornei maggiori aumentano ogni anno di svariati milioni di euro in totale, basterebbe bloccare tali aumenti da ora in poi e il prossimo anno avresti già il tuo bel bonus pronto.
Sta ai giocatori decidere se vogliono “sacrificare” altro aumento di guadagno(aumentato notevolmente negli ultimi anni e prima stavano benissimo comunque) per la collettività della categoria o se se ne fregano come è nel loro diritto fare e come probabilmente lo stesso Heras da 40 del mondo farebbe.
Sta ai giocatori prendere una decisione, i soldi ci sono ma vanno distribuiti con un gesto di solidarietà per l’intero carrozzone da parte di quelli che stanno in alto in classifica, la decisione la devono prendere loro. Se non lo fanno ripeto è legittimo ma smettiamo di raccontare favole come quella dovrebbero aumentare gli organizzatori montepremi in tornei che per miracolo riescono ad organizzare già da 10/15 mila…

Stiamo dicendo la stessa cosa….il punto e’ prendere dai montepremi dei grandi tornei, se poi sara’ per intuizione degli sponsor o per benemerenza dei Top Player il risultato sara’ lo stesso…

ma sono gli sponsor, i tornei a dare i soldi, mica sono i giocatori è, loro(i giocatori) prenderebbero la stessa cifra di adesso o di un anno fa a seconda di quando si vuol fare questa cosa e i soldi in più che sarebbero destinati al montepremi finirebbero in quel bonus da dare a fine anno in base alla classifica.
Ma sono i giocatori che devono decidere di fare una cosa del genere, non gli sponsor, sai a loro che gliene frega in quali tasche finiscono i propri soldi, a loro basta che il proprio nome sia associato ai tornei più importanti e agli eventi che accadono la per avere un ritorno, se poi una parte dei soldi che hanno finisce nelle tasche di Heras o di Bortolotti, invece che in quelle di Federer, Nadal o Djokovic non gliene frega niente.
Ma sta ai giocatori decidere questo, nessun altro… sono disponibili a decidere di rinunciare ad ulteriori guadagni in nome di tutto il carrozzone o no? Qua sta la risposta a tutto… a quanto pare la risposta è no però

Mi ero perso l’ultimo commento 😀

quando tu dici:…. Ma sono i giocatori che devono decidere di fare una cosa del genere, non gli sponsor, sai a loro che gliene frega in quali tasche finiscono i propri soldi….

Non sono daccordo su questa frase perche’ se io sono uno sponsor e i soldi ce li metto io e’ fuor di dubbio che voglio investirli nel migliore dei modi, cerchero’ di mettere una buona parte per finanziari i giocatori top ma una parte e’ giusto che la utilizzi per permettere al sistema di rimanere in vita e mantenere una qualita’ alta, tu dici che agli sponsor non gliene frega se i soldi vanno a Federer o un giovane invece dovrebbe fregargli qualcosa….con questa politica miope tra dieci anni gli sponsor perderanno clienti perche’ la qualita’ del tennis sara’ sempre piu’ bassa…direi che ne abbiamo gia’ prova evidente gia’ da adesso vedendo certe partite …i giocatori top invece se vogliono fare gli avidi come hanno fatto fin’ora possono pure continuare cosi, fregarsene di quelli che si dividono le spese dell’albergo o che fanno fatica ad avere un allenatore, se io fossi Kirgios o Alexander Zverev sarei “contento” che il sistema si mantenga cosi’ perche’ sarebbe piu’ difficile entrare per chi guadagna poco (intanto loro ormai sono dentro il tennis che premia), perche’ un conto e’ vivere di tennis e un’altro e’ potersi mantenere allenatori, preparatori e trasferte per migliorarsi e arrivare al top….

49
Gianni (Guest) 17-02-2016 19:47

@ Ktulu (#1530614)

Il discorso delle ore era chiaramente un esempio. Era giusto per dire che il compenso per una partita giocata non ti basta neanche per pagarti le racchette per la partita. Beh che il mille del mondo non ci deve guadagnare ok .. ma che il 400 del mondo deve fare il maestro perche non riesce a ripagarsi almeno le spese mi sembra abbastanza ridicolo. Soprattutto per il giro di affari che i futures propone. Non raccontiamoci balle.. l itf, solo con il giro di scommesse, potrebbero alzare di molto i montepremi.. chissa perche non lo fanno…

48
Gianni (Guest) 17-02-2016 19:47

@ Ktulu (#1530614)

Il discorso delle ore era chiaramente un esempio. Era giusto per dire che il compenso per una partita giocata non ti basta neanche per pagarti le racchette per la partita. Beh che il mille del mondo non ci deve guadagnare ok .. ma che il 400 del mondo deve fare il maestro perche non riesce a ripagarsi almeno le spese mi sembra abbastanza ridicolo. Soprattutto per il giro di affari che i futures propone. Non raccontiamoci balle.. l itf, solo con il giro di scommesse, potrebbero alzare di molto i montepremi.. chissa perche non lo fanno…

47
jade (Guest) 17-02-2016 18:57

@ Mirko P. (#1530318)

Aggiungi gli allenatori, gli alberghi, i pasti, le tasse sui 100 dollari.
Se passa un turno e prende 170 euro è sicuramente di più ma a carico ha 1 notte in albergo più i pasti per 1 giorno in più e magari anche 1 racchetta in più da accordare per cui cambia esattamente niente.
Se uno vince il torneo da 10000 dollari riesce a pagare tutto ma per 7 giorni se non è partito dalle quali ed allora i giorni diventano 9
Fate 2 conti e poi scrivete

46
Ktulu 17-02-2016 18:53

Scritto da Gianni
Se giochi le qualificazioni paghi 40 dollari di iscrizione. Se sei in tabellone nulla. Dunuqe una partita di 4 ore con 3 cambi palle servono almeno 4 racchette nuove piu una per il riscaldamento. Incordare nei tornei costa mediamente 15 dollari a racchetta. Dopo 4 ore di match il fisico avrebbe bisogno di un massaggio( di solito 30 minuti 30 dollari) …. fate voi i conti… (per non parlare di volo, albergo, mangiare, trasporto, materiale per giocare, corde.. eh si perche ormai pochissimi hanno il contratto).

Ho capito, ma il discorso delle 4 ore non ha senso! Vuole dire che andrebbero pagati a ore?!
Se sei il n.400 del mondo (e hai quasi 30 anni) puoi anche renderti conto che di soldi non ne farai, se vuoi andare avanti è una scelta tua.
Altrimenti può benissimo fare il maestro e guadagnare molto di più.

45
Gianni (Guest) 17-02-2016 18:23

@ Marco Garda (#1530559)

Prima di scrivere documentati. Grazie

44
Gianni (Guest) 17-02-2016 18:21

Se giochi le qualificazioni paghi 40 dollari di iscrizione. Se sei in tabellone nulla. Dunuqe una partita di 4 ore con 3 cambi palle servono almeno 4 racchette nuove piu una per il riscaldamento. Incordare nei tornei costa mediamente 15 dollari a racchetta. Dopo 4 ore di match il fisico avrebbe bisogno di un massaggio( di solito 30 minuti 30 dollari) …. fate voi i conti… (per non parlare di volo, albergo, mangiare, trasporto, materiale per giocare, corde.. eh si perche ormai pochissimi hanno il contratto).

43
Marco Garda (Guest) 17-02-2016 18:06

se un giocatore ha talento non sono i 100 dollari inportanti perchè le federazioni pagano per due tre anni quasi tutto e poi ci sono gli sponsor .che non dica scemate e che vada a giocare nel club che si garantisce 10000 euro all anno giocando 3 mesi

42
gianniarcieri (Guest) 17-02-2016 17:57

Potrebbe piantarla ..@

41
Shuzo (Guest) 17-02-2016 17:30

In effetti questa è una delle ragioni per cui il ricambio generazionale ha tanto tardato e il circuito è pieno di giocatori ultratrentenni.
Però mi piace la soluzione di “santopadre(dei forum)” di mettere la regola che parte dei soldi che gli sponsor danno ai grandi tornei vengano girati ai tornei minori. Sono pienamente d’accordo con lui quando dice pure che devono essere i giocatori a pretenderlo.

40
santopadre(dei forum) (Guest) 17-02-2016 16:53

Scritto da Sander

Scritto da santopadre(dei forum)

Scritto da Sander

Scritto da santopadre(dei forum)
I giocatori la soluzione ce l’hanno loro stessi, è sempre stato così ed è l’unica praticabile. I tornei più grandi aumentano ogni anno di montepremi, basta bloccare in parte quegli aumenti destinando quei soldi ad un fondo che distribuisce alla fine dell’anno in base alla classifica un bonus per ogni giocatore da una certa posizione in giù. Cifra da decidere naturalmente atta a coprire in parte le spese e da dare fino al massimo al 500-600 del mondo, naturalmente più in basso sei in classifica e meno prendi.
Questo cercando di bloccare più che altro i premi dai quarti in su per intenderci.
Naturalmente sarebbe un”sacrificio”per gli attuali top player ma un sacrificio teorico perchè in realtà il montepremi rimarrebbe quello attuale cosa che non credo li faccia morire di fame.
Questo naturalmente se veramente vogliono che qualcosa cambi, se invece vogliono che i soldi li tirino fuori i tornei minori… beh stanno freschi, perchè soldi non ce ne sono più e invito tutti a tornare nel mondo reale.
ps=sono stato molto sintetico qua, altre volte ho spiegato in dettaglio come si potrebbe fare con cifre e tutto e sarebbe veramente facile da attuare(basterebbe “bloccare” gli aumenti dei tornei più grandi) se lo volessero veramente tutti(come nelle dichiarazioni spesso vari top player dicono…)ma la realtà è che vogliono l’uovo da chi non ha più le galline e di staccarsi una penna per gli altri non interessa nessuno… come del resto in tanti altri campi della vita, amen.

Ma sei lo stesso Santopadre delle 15.27? Perche’ in quel post dicevi che gli sponsor non ci sono e ora in questo giustamente dici che il montepremi dei tornei maggiori dovrebbe essere decurtato a favore dei tennisti di classifica fino alla 600(vedi allora che gli sponsor ci sono se vogliono far crescere la qualita’ del tennis professionistico…)
Che i soldi ora non li tirano fuori e’ un dato di fatto, una soluzione come quella che si e’ indicata piu’ volte ovvero del “travaso” dai grandi tornei a un fondo per i tennisti sarebbe una grande cosa utile per l’intero movimento.

Gli sponsor per i futures non ci sono ma pensi che gli sponsor per uno slam e quello dei futures sono gli stessi? Pensi che ad uno sponsor freghi qualcosa di investire in un torneo a Roccapannuccia da 10 mila dollari?
Ma dove vivete ragazzi, quale decurtare, i montepremi degli slam e degli altri tornei maggiori aumentano ogni anno di svariati milioni di euro in totale, basterebbe bloccare tali aumenti da ora in poi e il prossimo anno avresti già il tuo bel bonus pronto.
Sta ai giocatori decidere se vogliono “sacrificare” altro aumento di guadagno(aumentato notevolmente negli ultimi anni e prima stavano benissimo comunque) per la collettività della categoria o se se ne fregano come è nel loro diritto fare e come probabilmente lo stesso Heras da 40 del mondo farebbe.
Sta ai giocatori prendere una decisione, i soldi ci sono ma vanno distribuiti con un gesto di solidarietà per l’intero carrozzone da parte di quelli che stanno in alto in classifica, la decisione la devono prendere loro. Se non lo fanno ripeto è legittimo ma smettiamo di raccontare favole come quella dovrebbero aumentare gli organizzatori montepremi in tornei che per miracolo riescono ad organizzare già da 10/15 mila…

Stiamo dicendo la stessa cosa….il punto e’ prendere dai montepremi dei grandi tornei, se poi sara’ per intuizione degli sponsor o per benemerenza dei Top Player il risultato sara’ lo stesso…

ma sono gli sponsor, i tornei a dare i soldi, mica sono i giocatori è, loro(i giocatori) prenderebbero la stessa cifra di adesso o di un anno fa a seconda di quando si vuol fare questa cosa e i soldi in più che sarebbero destinati al montepremi finirebbero in quel bonus da dare a fine anno in base alla classifica.

Ma sono i giocatori che devono decidere di fare una cosa del genere, non gli sponsor, sai a loro che gliene frega in quali tasche finiscono i propri soldi, a loro basta che il proprio nome sia associato ai tornei più importanti e agli eventi che accadono la per avere un ritorno, se poi una parte dei soldi che hanno finisce nelle tasche di Heras o di Bortolotti, invece che in quelle di Federer, Nadal o Djokovic non gliene frega niente.

Ma sta ai giocatori decidere questo, nessun altro… sono disponibili a decidere di rinunciare ad ulteriori guadagni in nome di tutto il carrozzone o no? Qua sta la risposta a tutto… a quanto pare la risposta è no però

39
Sander (Guest) 17-02-2016 16:45

Scritto da santopadre(dei forum)

Scritto da Sander

Scritto da santopadre(dei forum)
I giocatori la soluzione ce l’hanno loro stessi, è sempre stato così ed è l’unica praticabile. I tornei più grandi aumentano ogni anno di montepremi, basta bloccare in parte quegli aumenti destinando quei soldi ad un fondo che distribuisce alla fine dell’anno in base alla classifica un bonus per ogni giocatore da una certa posizione in giù. Cifra da decidere naturalmente atta a coprire in parte le spese e da dare fino al massimo al 500-600 del mondo, naturalmente più in basso sei in classifica e meno prendi.
Questo cercando di bloccare più che altro i premi dai quarti in su per intenderci.
Naturalmente sarebbe un”sacrificio”per gli attuali top player ma un sacrificio teorico perchè in realtà il montepremi rimarrebbe quello attuale cosa che non credo li faccia morire di fame.
Questo naturalmente se veramente vogliono che qualcosa cambi, se invece vogliono che i soldi li tirino fuori i tornei minori… beh stanno freschi, perchè soldi non ce ne sono più e invito tutti a tornare nel mondo reale.
ps=sono stato molto sintetico qua, altre volte ho spiegato in dettaglio come si potrebbe fare con cifre e tutto e sarebbe veramente facile da attuare(basterebbe “bloccare” gli aumenti dei tornei più grandi) se lo volessero veramente tutti(come nelle dichiarazioni spesso vari top player dicono…)ma la realtà è che vogliono l’uovo da chi non ha più le galline e di staccarsi una penna per gli altri non interessa nessuno… come del resto in tanti altri campi della vita, amen.

Ma sei lo stesso Santopadre delle 15.27? Perche’ in quel post dicevi che gli sponsor non ci sono e ora in questo giustamente dici che il montepremi dei tornei maggiori dovrebbe essere decurtato a favore dei tennisti di classifica fino alla 600(vedi allora che gli sponsor ci sono se vogliono far crescere la qualita’ del tennis professionistico…)
Che i soldi ora non li tirano fuori e’ un dato di fatto, una soluzione come quella che si e’ indicata piu’ volte ovvero del “travaso” dai grandi tornei a un fondo per i tennisti sarebbe una grande cosa utile per l’intero movimento.

Gli sponsor per i futures non ci sono ma pensi che gli sponsor per uno slam e quello dei futures sono gli stessi? Pensi che ad uno sponsor freghi qualcosa di investire in un torneo a Roccapannuccia da 10 mila dollari?
Ma dove vivete ragazzi, quale decurtare, i montepremi degli slam e degli altri tornei maggiori aumentano ogni anno di svariati milioni di euro in totale, basterebbe bloccare tali aumenti da ora in poi e il prossimo anno avresti già il tuo bel bonus pronto.
Sta ai giocatori decidere se vogliono “sacrificare” altro aumento di guadagno(aumentato notevolmente negli ultimi anni e prima stavano benissimo comunque) per la collettività della categoria o se se ne fregano come è nel loro diritto fare e come probabilmente lo stesso Heras da 40 del mondo farebbe.
Sta ai giocatori prendere una decisione, i soldi ci sono ma vanno distribuiti con un gesto di solidarietà per l’intero carrozzone da parte di quelli che stanno in alto in classifica, la decisione la devono prendere loro. Se non lo fanno ripeto è legittimo ma smettiamo di raccontare favole come quella dovrebbero aumentare gli organizzatori montepremi in tornei che per miracolo riescono ad organizzare già da 10/15 mila…

Stiamo dicendo la stessa cosa….il punto e’ prendere dai montepremi dei grandi tornei, se poi sara’ per intuizione degli sponsor o per benemerenza dei Top Player il risultato sara’ lo stesso…

38
santopadre(dei forum) (Guest) 17-02-2016 16:42

Scritto da mac

Scritto da santopadre(dei forum)
I giocatori la soluzione ce l’hanno loro stessi, è sempre stato così ed è l’unica praticabile. I tornei più grandi aumentano ogni anno di montepremi, basta bloccare in parte quegli aumenti destinando quei soldi ad un fondo che distribuisce alla fine dell’anno in base alla classifica un bonus per ogni giocatore da una certa posizione in giù. Cifra da decidere naturalmente atta a coprire in parte le spese e da dare fino al massimo al 500-600 del mondo, naturalmente più in basso sei in classifica e meno prendi.
Questo cercando di bloccare più che altro i premi dai quarti in su per intenderci.
Naturalmente sarebbe un”sacrificio”per gli attuali top player ma un sacrificio teorico perchè in realtà il montepremi rimarrebbe quello attuale cosa che non credo li faccia morire di fame.
Questo naturalmente se veramente vogliono che qualcosa cambi, se invece vogliono che i soldi li tirino fuori i tornei minori… beh stanno freschi, perchè soldi non ce ne sono più e invito tutti a tornare nel mondo reale.
ps=sono stato molto sintetico qua, altre volte ho spiegato in dettaglio come si potrebbe fare con cifre e tutto e sarebbe veramente facile da attuare(basterebbe “bloccare” gli aumenti dei tornei più grandi) se lo volessero veramente tutti(come nelle dichiarazioni spesso vari top player dicono…)ma la realtà è che vogliono l’uovo da chi non ha più le galline e di staccarsi una penna per gli altri non interessa nessuno… come del resto in tanti altri campi della vita, amen.

hai pienamente ragione. …la domanda se la deve porre il sistema tennis. il sistema tennis ha bisogno ,per promuoversi e sostenersi, del numero 500 del mondo? se si trovi il modo di fargli fare il professionista.

Esattamente

37
santopadre(dei forum) (Guest) 17-02-2016 16:36

Scritto da Sander

Scritto da santopadre(dei forum)
I giocatori la soluzione ce l’hanno loro stessi, è sempre stato così ed è l’unica praticabile. I tornei più grandi aumentano ogni anno di montepremi, basta bloccare in parte quegli aumenti destinando quei soldi ad un fondo che distribuisce alla fine dell’anno in base alla classifica un bonus per ogni giocatore da una certa posizione in giù. Cifra da decidere naturalmente atta a coprire in parte le spese e da dare fino al massimo al 500-600 del mondo, naturalmente più in basso sei in classifica e meno prendi.
Questo cercando di bloccare più che altro i premi dai quarti in su per intenderci.
Naturalmente sarebbe un”sacrificio”per gli attuali top player ma un sacrificio teorico perchè in realtà il montepremi rimarrebbe quello attuale cosa che non credo li faccia morire di fame.
Questo naturalmente se veramente vogliono che qualcosa cambi, se invece vogliono che i soldi li tirino fuori i tornei minori… beh stanno freschi, perchè soldi non ce ne sono più e invito tutti a tornare nel mondo reale.
ps=sono stato molto sintetico qua, altre volte ho spiegato in dettaglio come si potrebbe fare con cifre e tutto e sarebbe veramente facile da attuare(basterebbe “bloccare” gli aumenti dei tornei più grandi) se lo volessero veramente tutti(come nelle dichiarazioni spesso vari top player dicono…)ma la realtà è che vogliono l’uovo da chi non ha più le galline e di staccarsi una penna per gli altri non interessa nessuno… come del resto in tanti altri campi della vita, amen.

Ma sei lo stesso Santopadre delle 15.27? Perche’ in quel post dicevi che gli sponsor non ci sono e ora in questo giustamente dici che il montepremi dei tornei maggiori dovrebbe essere decurtato a favore dei tennisti di classifica fino alla 600(vedi allora che gli sponsor ci sono se vogliono far crescere la qualita’ del tennis professionistico…)
Che i soldi ora non li tirano fuori e’ un dato di fatto, una soluzione come quella che si e’ indicata piu’ volte ovvero del “travaso” dai grandi tornei a un fondo per i tennisti sarebbe una grande cosa utile per l’intero movimento.

Gli sponsor per i futures non ci sono ma pensi che gli sponsor per uno slam e quello dei futures sono gli stessi? Pensi che ad uno sponsor freghi qualcosa di investire in un torneo a Roccapannuccia da 10 mila dollari?

Ma dove vivete ragazzi, quale decurtare, i montepremi degli slam e degli altri tornei maggiori aumentano ogni anno di svariati milioni di euro in totale, basterebbe bloccare tali aumenti da ora in poi e il prossimo anno avresti già il tuo bel bonus pronto.

Sta ai giocatori decidere se vogliono “sacrificare” altro aumento di guadagno(aumentato notevolmente negli ultimi anni e prima stavano benissimo comunque) per la collettività della categoria o se se ne fregano come è nel loro diritto fare e come probabilmente lo stesso Heras da 40 del mondo farebbe.

Sta ai giocatori prendere una decisione, i soldi ci sono ma vanno distribuiti con un gesto di solidarietà per l’intero carrozzone da parte di quelli che stanno in alto in classifica, la decisione la devono prendere loro. Se non lo fanno ripeto è legittimo ma smettiamo di raccontare favole come quella dovrebbero aumentare gli organizzatori montepremi in tornei che per miracolo riescono ad organizzare già da 10/15 mila…

36
Sander (Guest) 17-02-2016 15:59

Scritto da santopadre(dei forum)
I giocatori la soluzione ce l’hanno loro stessi, è sempre stato così ed è l’unica praticabile. I tornei più grandi aumentano ogni anno di montepremi, basta bloccare in parte quegli aumenti destinando quei soldi ad un fondo che distribuisce alla fine dell’anno in base alla classifica un bonus per ogni giocatore da una certa posizione in giù. Cifra da decidere naturalmente atta a coprire in parte le spese e da dare fino al massimo al 500-600 del mondo, naturalmente più in basso sei in classifica e meno prendi.
Questo cercando di bloccare più che altro i premi dai quarti in su per intenderci.
Naturalmente sarebbe un”sacrificio”per gli attuali top player ma un sacrificio teorico perchè in realtà il montepremi rimarrebbe quello attuale cosa che non credo li faccia morire di fame.
Questo naturalmente se veramente vogliono che qualcosa cambi, se invece vogliono che i soldi li tirino fuori i tornei minori… beh stanno freschi, perchè soldi non ce ne sono più e invito tutti a tornare nel mondo reale.
ps=sono stato molto sintetico qua, altre volte ho spiegato in dettaglio come si potrebbe fare con cifre e tutto e sarebbe veramente facile da attuare(basterebbe “bloccare” gli aumenti dei tornei più grandi) se lo volessero veramente tutti(come nelle dichiarazioni spesso vari top player dicono…)ma la realtà è che vogliono l’uovo da chi non ha più le galline e di staccarsi una penna per gli altri non interessa nessuno… come del resto in tanti altri campi della vita, amen.

Ma sei lo stesso Santopadre delle 15.27? Perche’ in quel post dicevi che gli sponsor non ci sono e ora in questo giustamente dici che il montepremi dei tornei maggiori dovrebbe essere decurtato a favore dei tennisti di classifica fino alla 600(vedi allora che gli sponsor ci sono se vogliono far crescere la qualita’ del tennis professionistico…)
Che i soldi ora non li tirano fuori e’ un dato di fatto, una soluzione come quella che si e’ indicata piu’ volte ovvero del “travaso” dai grandi tornei a un fondo per i tennisti sarebbe una grande cosa utile per l’intero movimento.

35
mac (Guest) 17-02-2016 15:59

Scritto da santopadre(dei forum)
I giocatori la soluzione ce l’hanno loro stessi, è sempre stato così ed è l’unica praticabile. I tornei più grandi aumentano ogni anno di montepremi, basta bloccare in parte quegli aumenti destinando quei soldi ad un fondo che distribuisce alla fine dell’anno in base alla classifica un bonus per ogni giocatore da una certa posizione in giù. Cifra da decidere naturalmente atta a coprire in parte le spese e da dare fino al massimo al 500-600 del mondo, naturalmente più in basso sei in classifica e meno prendi.
Questo cercando di bloccare più che altro i premi dai quarti in su per intenderci.
Naturalmente sarebbe un”sacrificio”per gli attuali top player ma un sacrificio teorico perchè in realtà il montepremi rimarrebbe quello attuale cosa che non credo li faccia morire di fame.
Questo naturalmente se veramente vogliono che qualcosa cambi, se invece vogliono che i soldi li tirino fuori i tornei minori… beh stanno freschi, perchè soldi non ce ne sono più e invito tutti a tornare nel mondo reale.
ps=sono stato molto sintetico qua, altre volte ho spiegato in dettaglio come si potrebbe fare con cifre e tutto e sarebbe veramente facile da attuare(basterebbe “bloccare” gli aumenti dei tornei più grandi) se lo volessero veramente tutti(come nelle dichiarazioni spesso vari top player dicono…)ma la realtà è che vogliono l’uovo da chi non ha più le galline e di staccarsi una penna per gli altri non interessa nessuno… come del resto in tanti altri campi della vita, amen.

hai pienamente ragione. …la domanda se la deve porre il sistema tennis. il sistema tennis ha bisogno ,per promuoversi e sostenersi, del numero 500 del mondo? se si trovi il modo di fargli fare il professionista.

34
santopadre(dei forum) (Guest) 17-02-2016 15:40

I giocatori la soluzione ce l’hanno loro stessi, è sempre stato così ed è l’unica praticabile. I tornei più grandi aumentano ogni anno di montepremi, basta bloccare in parte quegli aumenti destinando quei soldi ad un fondo che distribuisce alla fine dell’anno in base alla classifica un bonus per ogni giocatore da una certa posizione in giù. Cifra da decidere naturalmente atta a coprire in parte le spese e da dare fino al massimo al 500-600 del mondo, naturalmente più in basso sei in classifica e meno prendi.

Questo cercando di bloccare più che altro i premi dai quarti in su per intenderci.

Naturalmente sarebbe un”sacrificio”per gli attuali top player ma un sacrificio teorico perchè in realtà il montepremi rimarrebbe quello attuale cosa che non credo li faccia morire di fame.

Questo naturalmente se veramente vogliono che qualcosa cambi, se invece vogliono che i soldi li tirino fuori i tornei minori… beh stanno freschi, perchè soldi non ce ne sono più e invito tutti a tornare nel mondo reale.

ps=sono stato molto sintetico qua, altre volte ho spiegato in dettaglio come si potrebbe fare con cifre e tutto e sarebbe veramente facile da attuare(basterebbe “bloccare” gli aumenti dei tornei più grandi) se lo volessero veramente tutti(come nelle dichiarazioni spesso vari top player dicono…)ma la realtà è che vogliono l’uovo da chi non ha più le galline e di staccarsi una penna per gli altri non interessa nessuno… come del resto in tanti altri campi della vita, amen.

33
Braccino (Guest) 17-02-2016 15:38

Sempre la solita lagna come se qualcuno li costringesse a giocare a tennis…

32
circ80 (Guest) 17-02-2016 15:31

Scritto da Radames
quante volte abbiamo dibattuto questo argomento. Quanti soldi ha portato la fatica di Heras in termini di visibilità agli sponsor del torneo? Se ne ha portati di più, ne merita di più. Portare il montepremi dei 10k a 20k farebbe solo scomparire la maggior parte dei tornei. Guardate quanti 25k ci sono al posto dei 15k? Uno, se va bene due ogni settimana.

31
santopadre(dei forum) (Guest) 17-02-2016 15:27

Voi continuate a dire gli sponsor qua, gli sponsor la, investimenti qua, alzate la… ma con i soldi del monopoli? Se non ci sono soldi con cosa volete che alzano i montepremi, con le preghiere?

Come fatto notare da Radames al momento l’innalzamento della soglia del montepremi massimo per ora ha portato una diminuizione prevedibile dei tornei con montepremi più alto(i 25 mila rispetto ai 15 mila) che tra l’altro sono quasi sempre in posti non esattamente dietro l’angolo almeno per noi, se non fosse per la Francia i 25 mila li vedremmo con il binocolo probabilmente. Molti 15 mila diventano dei 10 mila perchè ad arrivare a 25 mila non ce la fanno semplicemente, non perchè sono brutti e cattivi ma perchè i soldi non si trovano. Vedremo come andrà d’estate ma se il trend prosegue ci sarà un netto calo di punti disponibili e quindi anche più difficoltà a scalare le classifiche e un paradossale boomerang che invece di veder aumentato il giro dei soldi lo vedrà diminuito(basta pensare ai 15mila+h che non esistono più, almeno quelli avevano l’ospitalità, di 25mila+h credo ce ne sia 1 per ora in calendario). Morale della favola questo anno di transizione era meglio se non lo facevano, passavano direttamente ai 15mila con montepremi minimo, chi ce la faceva bene, chi non ce la faceva amen… certo poi le lamentele se diminuiranno i tornei non saranno accettate la prossima stagione… fermo restando che con 15mila di montepremi non sbancheranno certo il lunario perchè alla fine l’unica soluzione rimane la solita che riporterò nel prossimo post perchè ho scritto troppo e devo staccare un secondo per motivi extra… pubblicità, non cambiate canale :mrgreen:

30
ehi (Guest) 17-02-2016 15:14

Che poi stiamo esagerando tutti. Non si è nemmeno lamentato tanto, ha solo definito “Tremendo” perdere 4 ore di vita e tanta energia per perdere soldi,sfogandosi sui soliti megafoni di emozioni (social network).

29
arturo (Guest) 17-02-2016 15:12

i soldi al tennis li portano gli spettatori; evidentemente non ci sono abbastanza spettatori nei tornei minori per poter retribuire decentemente un tennista. Non ci sono molti altri ragionamenti da fare…

28
ehi (Guest) 17-02-2016 15:11

@ MADE (#1530345)

Il problema è che le spreca male, se va a perdere al primo turno. Infatti se rimanesse a casa sua, a fare l’insegnante di tennis magari, il suo “professionismo” potrebbe portarlo sopra nel budget personale.

27
ehi (Guest) 17-02-2016 15:09

@ dani1kenobi (#1530319)

SI, ma pensare di essere gli unici a farli, o solo perchè si fanno sacrifici si deve diventare meglio di altri(che li fanno pure) è un pò presuntuoso.

26
MADE (Guest) 17-02-2016 15:07

il punto è: il numero 392 al mondo può essere considerato un professionista del tennis? per ore dedicate all’attività direi assolutamente sì. dovrebbe avere allora un ritorno che gli permetta quantomeno di poter esercitare la professione senza andare in perdita. questo semplicemente perchè “l’azienda” in cui lavora è più che florida. quante più persone possono esercitare questa professione, tanto maggiore e migliore può essere la competizione anche ad alto livello (ribadisco, di soldi in ATP ce n’è una montagna). poi magari si può anche studiare qualche format innovativo, perchè il torneo da 10k a casa di dio non fa nessunissima propaganda al tennis

25
ehi (Guest) 17-02-2016 15:05

@ Mirko P. (#1530318)

Ho capito, ma ogni tanto vincerà qualche partita? o questa è la sua paga abituale?
Io non ho guadagnato 76.000 dollari in vita..poi se perdo sempre al primo turno e in un mese e mezzo ha guadagnato 800 dollari sarà anche un po’ colpa sua..se scegli di fare un mestiere dove guadagni se vinci come ti fai a lamentare dei pochi soldi del primo turno?(lui di questo si lamenta, inutile uscire discorsi sui quarti e sulle semifinali..Ad ogni modo se vuoi fare il tennista devi fare sacrifici e investimenti, come quelli di andare sotto facendo futures..tutti li hanno fatti i grandi del tennis, forse Heras a 27 anni dovrebbe semplicemente pensare di ritirarsi (se non gli vanno bene i prize money) oppure gioca solo in casa a costo 0, fa i suoi Open d’Argentina..ma lamentarsi a 27 anni che la sconfitta al primo turno paga poco, mi sembra ridicolo..

24
Sander (Guest) 17-02-2016 15:01

Scritto da Radames
quante volte abbiamo dibattuto questo argomento. Quanti soldi ha portato la fatica di Heras in termini di visibilità agli sponsor del torneo? Se ne ha portati di più, ne merita di più. Portare il montepremi dei 10k a 20k farebbe solo scomparire la maggior parte dei tornei. Guardate quanti 25k ci sono al posto dei 15k? Uno, se va bene due ogni settimana.

Il tuo discorso e’ corretto Heras non se lo calcola nessuno…pero’ come Heras ci sono dei ragazzi promettenti che non sfondano o rimanngono nel limbo proprio perche’ non si possono pagare l’allenatore, il fisioterapista, il mental coach, e questo significa qualita’ della prestazione tennistica che si riduce.
Gli sponsor dovrebbero essere piu’ lungimiranti, non inondare di dollari solo i piu’ forti ma puntare al “vivaio” finanziando questi tornei (e magari togliendone una piccola parte ai milionari che neanche se ne accorgerebbero)
E’ un problema che esiste in tutti i settori, non solo nello sport ovviamente, ….poi pero’ non ci dobbiamo lamentare se la qualita’ della vita cala….

23
dani1kenobi (Guest) 17-02-2016 14:46

Scritto da Sander

Scritto da grandepaci
allora cambia sport o vai a lavorare in un campo di riso poi vediamo se ti lamenti anco ra

Heras e’ numero 392 al mondo, rappresenta un quualcosa di eccezionale rispetto a tutti i tennisti che ci sono al mondo, i sacrifici e la trafila che ha fatto per arrivare fino a li sono molto di piu’ della ricompensa che ha nei futture-challenger…fare gli esempi di chi sta peggio non lo ritengo corretto perche’ ogni situazione ha la sua criticita’ e la sua storia, nel merito sono daccordo con Heras, se poi c’e’ qualcuno che ritiene che e’ giusto cosi’ vuol dire che vi andra’ bene vedere un tennis sempre piu’ dilettantistico e di minore qualita’.

inutile…..certi proprio fanno fatica a capire cosa significhi arrivare là e quanto sacrificio e dedizione ci vogliano.

22
Mirko P. (Guest) 17-02-2016 14:45

Scritto da ehi
@ vr46 (#1530209)
e con 200 euro Heras sarebbe soddisfatto?
Ma poi se uno perde al primo turno del torneo con valore più basso dell’intero circuito, vuole comprata una casa perchè sts in campo 4 ore?
Io per 4 ore prendo molto meno..

Si ma tu non devi prendere l’aereo quasi tutti i giorni per lavorare…Non costa 100 dollari un volo…

21
Radames 17-02-2016 14:44

quante volte abbiamo dibattuto questo argomento. Quanti soldi ha portato la fatica di Heras in termini di visibilità agli sponsor del torneo? Se ne ha portati di più, ne merita di più. Portare il montepremi dei 10k a 20k farebbe solo scomparire la maggior parte dei tornei. Guardate quanti 25k ci sono al posto dei 15k? Uno, se va bene due ogni settimana.

20
Sander (Guest) 17-02-2016 14:37

Scritto da MD
Se avesse vinto, avrebbe speso le stesse parole per i miseri 100$ dell’avversario?

Chi lo sa…, ma cio’ non toglie che il problema rimane per tutti quelli che bazzicano dalla 200ma in poi non solo per Heras….
… poi se volete che Heras diventi un Landini o una Camusso dei tennisti dei Future o dei challenger questo e’ un’altro dicorso

19
Gabriele da Ragusa 17-02-2016 14:22

Scritto da MD
Se avesse vinto, avrebbe speso le stesse parole per i miseri 100$ dell’avversario?

No ma magari le avrebbe speso riguardo la sua vincita di EUR 200 sempre x 4 ore di partita. Cambia poco

18
Gabriele da Ragusa 17-02-2016 14:22

Scritto da grandepaci
allora cambia sport o vai a lavorare in un campo di riso poi vediamo se ti lamenti anco ra

Sembri una persona molto triste tu. Nn so se siano piu tristi i commenti che fai su Caruso o qst

17
MD (Guest) 17-02-2016 14:18

Se avesse vinto, avrebbe speso le stesse parole per i miseri 100$ dell’avversario?

16
Sander (Guest) 17-02-2016 14:10

Scritto da ehi

Scritto da Sander

Scritto da grandepaci
allora cambia sport o vai a lavorare in un campo di riso poi vediamo se ti lamenti anco ra

Heras e’ numero 392 al mondo, rappresenta un quualcosa di eccezionale rispetto a tutti i tennisti che ci sono al mondo, i sacrifici e la trafila che ha fatto per arrivare fino a li sono molto di piu’ della ricompensa che ha nei futture-challenger…fare gli esempi di chi sta peggio non lo ritengo corretto perche’ ogni situazione ha la sua criticita’ e la sua storia, nel merito sono daccordo con Heras, se poi c’e’ qualcuno che ritiene che e’ giusto cosi’ vuol dire che vi andra’ bene vedere un tennis sempre piu’ dilettantistico e di minore qualita’.

Dico, ha perso al primo turno..non conta niente?

Il concetto e’ gia’ stato dibattutto piu’ volte, la domanda da farsi e’ :chi partecipa ai future e ai challenger percepisce premi congrui rispetto al sacrificio che serve per arrivarci?
Al di la di primi o secondi turni..

15
Sander (Guest) 17-02-2016 14:09
14
M_NuS-StylE87 17-02-2016 14:05

Ci sono anche le spese,90€ sono per una settimana dato che è uscito al 1t,state un po vaneggiando secondo me 🙄

13
ska 17-02-2016 14:04

@ ehi (#1530264)

L iscrizione al future costa 40 $, come poetete vedere sul sito ITf
Chi dice che guadagna meno, mente senza saperlo, perchè non conta il costo per produrre il reddito, come hotel e viaggio.
E’ ovvio che ci perde , uscendo al primo turno.
Il problema non è chi esce al primo turno, ma chi arriva nei quarti o in finale , non sono certo che vada via pari

12
ehi (Guest) 17-02-2016 13:59

Scritto da Sander

Scritto da grandepaci
allora cambia sport o vai a lavorare in un campo di riso poi vediamo se ti lamenti anco ra

Heras e’ numero 392 al mondo, rappresenta un quualcosa di eccezionale rispetto a tutti i tennisti che ci sono al mondo, i sacrifici e la trafila che ha fatto per arrivare fino a li sono molto di piu’ della ricompensa che ha nei futture-challenger…fare gli esempi di chi sta peggio non lo ritengo corretto perche’ ogni situazione ha la sua criticita’ e la sua storia, nel merito sono daccordo con Heras, se poi c’e’ qualcuno che ritiene che e’ giusto cosi’ vuol dire che vi andra’ bene vedere un tennis sempre piu’ dilettantistico e di minore qualita’.

Dico, ha perso al primo turno..non conta niente?

11
asso (Guest) 17-02-2016 13:58

@ Losvizzero (#1530215)

Un panchinaro di promozione vorrai dire…

10
ehi (Guest) 17-02-2016 13:56

@ vr46 (#1530209)
e con 200 euro Heras sarebbe soddisfatto?
Ma poi se uno perde al primo turno del torneo con valore più basso dell’intero circuito, vuole comprata una casa perchè sts in campo 4 ore?
Io per 4 ore prendo molto meno..

9
gaio (Guest) 17-02-2016 13:53

solidarietà per heras…troppe diseguaglianze,come nella vita di tutti i giorni

8
Sander (Guest) 17-02-2016 13:49

Scritto da grandepaci
allora cambia sport o vai a lavorare in un campo di riso poi vediamo se ti lamenti anco ra

Heras e’ numero 392 al mondo, rappresenta un quualcosa di eccezionale rispetto a tutti i tennisti che ci sono al mondo, i sacrifici e la trafila che ha fatto per arrivare fino a li sono molto di piu’ della ricompensa che ha nei futture-challenger…fare gli esempi di chi sta peggio non lo ritengo corretto perche’ ogni situazione ha la sua criticita’ e la sua storia, nel merito sono daccordo con Heras, se poi c’e’ qualcuno che ritiene che e’ giusto cosi’ vuol dire che vi andra’ bene vedere un tennis sempre piu’ dilettantistico e di minore qualita’.

7
Ktulu 17-02-2016 13:43

Hai già 27 anni, se non sei soddisfatto cambia mestiere.

6
virescit85 17-02-2016 13:26

…chi fa la maratona non prende neanche quei cien dolares e deve pure pagare l’iscrizione…
L’aumento dei premi non dovrebbe essere per lo sforzo sul campo ma per le spese che ci stanno dietro…

5
Elio 17-02-2016 13:26

Come dargli torto ? 😯

4
Losvizzero 17-02-2016 13:25

Assurdo, una presa per il ..lo. Un panchinaro di serie C prende di più

3
vr46 17-02-2016 13:23

Si è incredibile, dovrebbero portare tutti i future ad almeno 20 mila dollari di montepremi

2
grandepaci (Guest) 17-02-2016 13:21

allora cambia sport o vai a lavorare in un campo di riso poi vediamo se ti lamenti anco 😛 ra

1