Incredibile sorpresa a Melbourne. Vince la Kerber Copertina, WTA

Australian Open: incredibile Angelique Kerber, con un tennis fantastico supera Serena Williams e vince il suo primo titolo dello Slam (di M.Mazzoni)

30/01/2016 12:34 83 commenti
Angelique Kerber classe 1988, da domani al n.2 del mondo
Angelique Kerber classe 1988, da domani al n.2 del mondo

Clamoroso a Melbourne: Angelique Kerber gioca una partita da sogno e si regala il sogno di un vita, battere Serena Williams in una finale Slam. Incredibile ma tutto vero, la tedesca ha superato l’americana in tre set, con un tennis straordinario per continuità, forza, efficacia, lucidità e freddezza. Ha avuto il coraggio di crederci fin dal primo punto, non tremando praticamente mai anche quando Serena ha rimontato il primo set ed ha iniziato a macinare il suo tennis. E’ stata bravissima all’inizio del terzo set, quando tutti si aspettavano il sorpasso dell’americana, troppo più abituata alle grandi finali. Invece lì “Angie” è stata dura, durissima. Ha ancor più intensificato il suo pressing, non ha regalato nulla ed ha posto all’avversaria molti problemi tattici che Serena non ha saputo gestire. Infatti complessivamente la Kerber ha meritato il successo giocando un tennis migliore come qualità e quantità. Troppi errori da parte della Williams, che non è riuscita a fare (come suo solito) la differenza col servizio; ma qua iniziano i meriti della tedesca, che ha risposto alla grandissima, ha saputo soffrire, lottare, ribaltare spesso gli scambi e muovere Serena, che poche volte poteva colpire da ferma, la situazione che preferisce ed in cui diventa inarrestabile.

Dove ha vinto la partita la Kerber? Con intensità, con la capacità di non perdere campo, nello scambio e nemmeno alla risposta. Ha spinto, ha aperto molto gli angoli e l’ha messa non in condizione di sparare con i piedi a terra. E’ stata brava a pizzicare il rovescio di Serena, oggi non così preciso. Tutto il suo tennis è stato sorretto dalle sue gambe pazzesche, potenti e veloci, forse le migliori in assoluto del tour rosa. Con la forza delle gambe è riuscita ad arrivare molto bene sulla palla, in anticipo, e scaricare ulteriore potenza, spesso con angoli molto stretti. La vera chiave tecnica è stata la risposta, grazie a cui ha annullato il vantaggio che Serena ha di solito col servizio, e ha portato l’avversaria a lavorare duro in ogni punto, mettendo a nudo una giornata per niente positiva nella spinta, soprattutto al rovescio. E’ stata un Serena troppo altalenante, incapace di far valere la sua maggior potenza e presenza, nonostante qualche urlaccio di troppo… Angelique Kerber riporta di nuovo uno Slam un Germania dopo Steffi Graf, in un incontro ricco di colpi di scena e molto interessante. Ecco la cronaca.

 

Si inizia alle 9.43, Serena alla battuta. Silenzio, attesa… booom! Grande botta esterna, dritto pesantissimo e via in avanti, a chiudere. 5 secondi di partita e già Serena molla tutto. Nessuna attesa, aggressività massima, come a far sentire alla sua rivale tutta la pressione possibile e la tensione della sua prima finale. Fa sentire immediatamente la sua presenza, ed il suo servizio. Quattro punti, quattro prime violente e precise, gioco a zero senza che la tedesca possa arginare la potenza dell’avversaria.

Kerber al servizio. Non entra la prima, ma la sua seconda palla è assai insidiosa (è sul tour la giocatrice che vince percentualmente più punti), e sorprende la Williams. Però arriva anche il primo doppio fallo, al centro, 15-30. Serena regala qualcosa col rovescio, “Angie” trova un Ace al centro, 1 pari. Kerber è entrata in partita, e c’è partita! La tedesca regge la spinta dell’americana, e trova alcuni cross di rovescio strettissimi, imprendibili. Sale 15-30, risponde in allungo e cerca il rovescio di Serena, che non entra in ritmo. 15-40, due palle break per la tedesca. Si scambia, Serena non riesce a provocare un errore col suo forcing, ed il rovescio lungo linea le scappa di nuovo. Break Kerber, 2-1. In modo totalmente inaspettato è Angelique a mettere la testa avanti, e si porta 40-15 nel quarto gioco. Chiude con uno scambio rocambolesco, 3-1 Kerber. L’aspetto più interessante è come la tedesca riesca a non perdere campo, restando con i piedi piuttosto vicini alla riga di fondo. E’ una grande incontrista, trova un bel tempo sulle bordate di Serena e riesce a chiudere gli angoli, facendo correre la rivale, non così precisa.

Serena torna al servizio, la prima non entra e continua a sbagliare, 0-30. Trova finalmente una prima (dopo 6 seconde consecutive), e sfonda. Un “C’mon!” a decibel illegali scuote l’Arena dopo un drittone terrificante. Cerca di scuotersi Serena, sfonda col dritto ma perde anche la misura. Vince un game complicato, e si porta 3-2, sempre sotto di un break.

Sesto gioco, Kerber soffre la spinta della Williams, terribilmente aggressiva già dalla risposta. Le prime non entrano, la sua difesa regge ma si va ai vantaggi. Ancora seconda, Serena entra con i piedi in campo, spinge, muove l’avversaria che corre benissimo ma cede un metro ad ogni colpo, e finisce per sbagliare un lob difensivo, palla break per la n.1. Di nuovo una seconda per “Angie”, aggredita con tutta la potenza possibile da Serena con una risposta lungo linea fulminante. Break Williams, strappa per la prima volta il servizio alla tedesca, 3 pari. Senza la prima di servizio è molto dura per la Kerber, che però torna alla risposta e ricomincia a pestare con dritti e rovesci cross, salendo 15-30. L’ennesimo rovescio di Serena out (troppa rotazione su gambe ferme) concede alla tedesca un’altra chance di break sul 30-40. Non entra la prima, si scambia di ritmo, fino all’errore (banale) dell’americana con un dritto in avanzamento, finito centrale e molto lungo. Contro Break Kerber, 4-3, che sullo slancio gioca sicura al servizio, con un tennis assai solido, salendo 5-3. Cerca di scuotersi la n.1, anche arrivando al limite (per me superando abbondantemente…) il regolamento con urlacci terrificanti al momento di colpire, e con la palla in gioco questo non è corretto e tanto meno sportivo. Tra qualche errore e alcuni vincenti, sale 5-4, adesso la pressione e sulla tedesca, che serve per chiudere il primo set. La prima entra, si scambia con “Angie” attentissima a tirare palle con poco rischio ma consistenti. La gambe della Williams sono un po’ legnose, swinga solo di braccio e sbaglia. 40-0, tre set point Kerber. Basta il primo, con l’ennesimo errore di rovescio di Serena dopo uno scambio molto lavorato. 6-4 Kerber, set assolutamente meritato, per il suo tennis costante, preciso, molto intelligente. Ha lavorato benissimo la palla col rovescio, trovando angoli stretti dopo alcune palle centrali e non regalando niente. Male invece Serena, 23 errori non forzati, poca differenza al servizio, non è riuscita a sfondare la Kerber o provocare suoi errori.

Secondo set, Williams alla battuta. La prima entra, nessun errore gratuito, sale 1-0. Serena prova a mettere pressione alla tedesca, spingendo a tutta, ma Angelique sembra d’acciaio, la sua prima al centro è precisa, come il gancio mancino, ad aprire il campo e far correre l’americana. 1 pari. Williams sembra soffrire sia tecnicamente che psicologicamente la continuità alla risposta della Kerber, che in qualche modo trova impatti precisi, anche fuori equilibrio, che costringono Serena a lavorare ogni scambio. Senza la propria differenza alla battuta, per Serena è dura. Altro game laborioso, ma sale 2-1. Nel quarto game Angelique inizia a mostrare qualche crepa nella intensità con i piedi, più pesante affossa un paio di colpi, ed arriva anche un brutto doppio fallo. Crolla 0-40, allarme rosso, Serena può mettere la freccia e scappare via. Reagisce la tedesca, si aggrappa allo schema servizio esterno e colpo lungo linea, salva due palle break, ma nella terza non entra la prima, Serena entra col dritto e provoca l’errore. Break Williams, 3-1. Kerber prova una reazione, spinge e sale 0-30, ma arriva il primo Ace di Serena nel match, che recupera e vola 4-1. La partita sembra ad una svolta, perché l’americana – trovato il vantaggio – adesso sembra più calma e centrata. Angelique resta in scia, grazie ad un paio di accelerazioni di dritto molto belle, 4-2. Tecnicamente è forse il miglior momento del match, perché adesso entrambe sbagliano poco e cercano il vincente, con il dritto di Serena che ora fa malissimo, meno prorompente ma più preciso. Anche il servizio della n.1 sembra entrato in ritmo, altro Ace. Sale 5-2. Kerber traballa, ma non crolla, si aggrappa al suo rovescio, sempre preciso, ed anche alla battuta. Da 0-30 trova 4 vincenti, mostrando classe ed attributi, resta in scia, 5-3. Serena serve per il secondo set, e serve bene: alterna la potenza pura (che stamani non l’assiste come nei giorni migliori) con servizi più tagliati che non permettono alla rivale di incontrare la palla. Il gioco funziona, 40-15, due set point. Basta il primo, un dritto della tedesca muore in rete, 6-3 Williams.

Inizia il terzo set, con una statistica storica totalmente Pro-Williams: Serena non ha mai perso un terzo set in una finale Slam (8-0). Kerber alla battuta. La sensazione è che sia un gioco determinante, perché se Serena mette subito la testa avanti… E “Angie” inizia di slancio, lasciando correre il suo rovescio e con prime slice sicure. 1-0 Kerber, che approfitta di una mini pausa di Serena, salendo 0-30. Corre la tedesca, rimette tutto ed il braccio di Serena per una volta “trema” rimettendo uno smash corto, castigato da un passante della tedesca, 0-40! Kerber “in the zone”, risponde, ribalta lo scambio e infila Serena con un dritto in avanzamento. SuperKerber, break e 2-0 avanti con parziale di 8 punti a 1 dall’inizio del set. Non si fa attendere la reazione della n.1, che punge dalla risposta, 0-30 e 15-40. Spreca la prima, forzando una risposta, ma trasforma la seconda chance, con un rovescio preciso in cross. Break Serena, 2-1, che torna al servizio ed infila alcuni vincenti dei suoi, seguiti anche dalla “stucchevole condotta drammatica” che l’accompagna dallo scorso Roland Garros, e che onestamente non fa onore ad una così grande campionessa. 2 pari. Kerber soffre, corre più che può, rimette tutto ed approfitta di qualche indecisione tecnica di Serena sotto rete. Appena l’americana può colpire da ferma punge, la tensione adesso al massimo. 30 pari. Due buone prime sorprendono la n.1, Kerber tiene il servizio, 3-2, e continua a rimettere tutto alla risposta. Arriva “il game del match”. 15-30, grazie ad un nastro fortunato che beffa Serena. Kerber spinge, muove la Williams che sbaglia un dritto, mal giocato sia tecnicamente che tatticamente. 15-40, due palle break per la tedesca. Non entra la prima, si scambia, ed è uno scambio bellissimo, chiuso da Serena dopo aver “distrutto” la rivale a furia di colpi sempre più stretti. Ace a cancellare la seconda palla break. Ma ne arriva una terza, dopo uno scambio rocambolesco che Kerber chiude passando la Williams. Seconda di servizio… e rovescio inside out di una difficoltà terrificante, vincente. Brava Serena, che cancella la chance e trova un altro Ace al centro. Risponde da campionessa anche Angelique, con una palla corta magnifica, la prima del match, imprendibile. Doppio fallo, ed altra palla break per la tedesca, che però sbaglia un rovescio banale in rete, forse il peggior errore in tutto il suo (splendido) match. E’ il gioco più lungo, intenso ed interessante dell’incontro. Vincenti, un’altra smorzata della Kerber, un altro doppio fallo di Serena che concede l’ennesima chance di break. Ed alla fine il break arriva, con un dritto lungo linea in spinta che fila via lungo. 4-2 Kerber. Serena accusa il colpo, si incaponisce nello scambiare di ritmo sul rovescio della tedesca, che tra la forza delle gambe ed il timing è una macchina da guerra oggi. Letteralmente “on fire” spinge, sovrasta la n.1 nella spinta, a zero vola 5-2, a 4 piccoli maledetti 15 da un successo storico. Serena ha le spalle al muro. Inizia con un doppio fallo, è visibilmente scossa, lo sguardo sbarrato, ma la grinta c’è sempre, si aggrappa al servizio e sale 5-3, mettendo ora tutta la pressione su “Angie”, che serve per vincere il suo primo titolo dello Slam. Inizia male, sbagliando un rovescio; sbaglia anche un dritto, facendosi trovare impreparata su di una risposta lunghissima di Serena, 0-30. Aiutino della Williams, che spedisce lungo un rovescio in avanzamento, 15-30. Arrivano due palle break per l’americana, che governa e fa male col dritto. Kerber si aggrappa al servizio, al centro, cancella la prima, ma niente può sulla seconda. Break Serena, da 2-5 sale 4-5 e servizio. Non entra la prima, si scambia e sbaglia per prima la Williams, pesante all’uscita dal servizio. 0-30, Kerber a due punti dalla coppa. Arriva l’Ace al centro, 15-30, e poi 30 pari con la tedesca troppo attendista in questo momento, quando era obbligatorio mettere pressione alla rivale. Si va ai vantaggi. Angelique trova il coraggio di ribaltare lo scambio, entra col dritto cross e provoca l’errore dell’americana, match point Kerber! Attacca Serena ma sbaglia, Game Set Match Angelique Kerber, che a 28 anni compie l’impresa di una vita e vince meritatamente una partita fantastica. Oggi a Melbourne si è regalata un sogno, ed a tutti noi una finale bellissima.

 

Marco Mazzoni

@marcomazz




La partita punto per punto

GS Australian Open
S. Williams [1]
4
6
4
A. Kerber [7]
6
3
6
Vincitore: A. Kerber


TAG: , , , ,

83 commenti. Lasciane uno!

Marcus91 31-01-2016 19:01

Grandissima Kerber, giocatrice che ho sempre molto ammirato, sia sotto l’aspetto estetico che di gioco, purtroppo non ho potuto vedere il match, ma rimedierò
Comunque grandissima!!

83
alexalex 30-01-2016 20:16

Scritto da pazzodicamila

Scritto da pennettiano doc
La kerber sarà anche brava ma è una ributtina di prima categoia, una difensivista che si mette a fondo campo e prende tutto in attesa dell’errore dell’avversaria. Se questo è il tennis che fa vincere ora, allora preferisco mille volte una Vinci o una Pennetta.
-

Pallettara Kerber?!? Una che si appoggia ai colpi altrui. Che regge gli scambi alla grande, si difende e sa pungere al momento giusto. Non e’ di certo un attaccante, ma definirla una rematrice da fondo che aspetta l’ errore altrui e’ un’ eresia.
Magari Serena oggi non era al meglio (la solita storia del servizio) ma la Tedesca ha giocato un match se non perfetto quasi. E il piu’ delle volte i punti se li e’ presi di forza, non di attesa.

Forse bisognerebbe capire che i pallettari stanno nei circolini! Giocare pallettari, a mio modo di vedere, è buttare di là palle molli, e non va confuso con spingere da fondo campo!

82
pennettiano doc (Guest) 30-01-2016 19:05

Scritto da Tafanus

Scritto da pennettiano doc
La kerber sarà anche brava ma è una ributtina di prima categoia, una difensivista che si mette a fondo campo e prende tutto in attesa dell’errore dell’avversaria. Se questo è il tennis che fa vincere ora, allora preferisco mille volte una Vinci o una Pennetta.
-

Forse sono più pennettiano di te, ma cerco di essere lucido… Non mi sembra che la caterva di vincenti fatti dalla Kerber (specie i passanti incrociati stretti) siano esattamente cose da “pallettara). Se poi la Williams si concede il doppio di errori rispetto alla Kerber, vogliamo farne una colpa alla Kerber?

25 vincenti in tre set non sono cosi tanti…se poi mettiamo conto che mlti di questi sono passanti ancor di più. Gli errori della Williams sono derivati dal fatto che era sempre costretta a tjrare due/tre colpi in più e alla fine sbagliava, di solito con le altre giocatrici gli scambi finiscono sempre meno. ”Pallettara” non è un insulto, è uno stile di gioco.

81
Miiiii (Guest) 30-01-2016 18:46

Bella Angelique! :oops:

80
pastaldente 30-01-2016 18:20

Scritto da Carlo
E’ una divertente tradizione assegnare, al termine di uno slam, il “cucchiaio di legno” al giocatore che si trova al fondo della piramide che ha assegnato il titolo.
Quest’anno agli AO la situazione é:
Kerber >> S. Williams >> Radwanska >> CSN >> Gavrilova >> Mladenovic >> Gibbs >> Koukalova.
Complimenti alla bella veterana ceca per l’ambito trofeo!

anch’io faccio sempre questo giochino. :lol:

79
Vince 30-01-2016 18:19

@ temmi (#1518157)

Scusa, ma questo chi lo avrebbe negato?
No, perchè io se leggo il mio commento non vedo scritto da nessuna parte che incontrare Serena o Kerber al primo turno, sia bello.

E non ho nemmeno detto che la Bouchard sia una schiappa e me ne guarderei bene dal farlo…figurati che prima di quella partita, io ho scritto che era un test più serio, rispetto a quelli con Diyas e Hibino e avrebbe potuto darci qualche indicazione.
Un utente mi rispose che il test serio era la Giorgi per la Bouchard e non viceversa…. ma lasciamo stare :smile:

Poi è stata la canadese a dire ieri in un’intervista, che si sente ancora in difficoltà, io l’ho soltanto segnalato, perchè se si deve “valutare”, bisogna considerare anche quello.
O no?

78
daria’s smile (Guest) 30-01-2016 18:12

Meritatissimo successo di Angelique! Per il momento soltanto gli occhi più belli del circuito (a pari merito con la Safarova), ma non escludo che dal prossimo anno possa diventare anche la numero uno al mondo!

77
Gaz (Guest) 30-01-2016 17:54

Scritto da Crapa
@ Vince (#1517985)
Rimango della stessa idea, non la cambio di una virgola.

Anche Crapa e’ uno che con il tennis non centr niente ma almeno e’ coeerente con le sue……………
http://www.livetennis.it/post/181728/ commento 1 :mrgreen:

76
pazzodicamila (Guest) 30-01-2016 17:40

Scritto da pennettiano doc
La kerber sarà anche brava ma è una ributtina di prima categoia, una difensivista che si mette a fondo campo e prende tutto in attesa dell’errore dell’avversaria. Se questo è il tennis che fa vincere ora, allora preferisco mille volte una Vinci o una Pennetta.
-

Pallettara Kerber?!? Una che si appoggia ai colpi altrui. Che regge gli scambi alla grande, si difende e sa pungere al momento giusto. Non e’ di certo un attaccante, ma definirla una rematrice da fondo che aspetta l’ errore altrui e’ un’ eresia.
Magari Serena oggi non era al meglio (la solita storia del servizio) ma la Tedesca ha giocato un match se non perfetto quasi. E il piu’ delle volte i punti se li e’ presi di forza, non di attesa.

75
Much (Guest) 30-01-2016 17:37

Brava Angelica, che nel cuore combattivo ha sempre avuto la sua qualità migliore! Sbaglio o ha perso diversi chili rispetto agli inizi ed ora é molto più agile ma forse meno potente?
Serena comunque non sembra più reggere la pressione che si mette addosso. Aria di ritiro? Impressionate come non sia più riuscita a chiudere un punto a rete: emblematica la palla match!
Evviva la nuova campionessa! E chapeau per la sportività della Williams!

74
Crapa (Guest) 30-01-2016 17:33

@ Vince (#1517985)

Rimango della stessa idea, non la cambio di una virgola.

73
Carlo (Guest) 30-01-2016 17:30

E’ una divertente tradizione assegnare, al termine di uno slam, il “cucchiaio di legno” al giocatore che si trova al fondo della piramide che ha assegnato il titolo.

Quest’anno agli AO la situazione é:

Kerber >> S. Williams >> Radwanska >> CSN >> Gavrilova >> Mladenovic >> Gibbs >> Koukalova.

Complimenti alla bella veterana ceca per l’ambito trofeo!

72
GI2 (Guest) 30-01-2016 17:28

Brava la Kerber che prima della partita ha fatto ” traning autogeno” rivedendo la semifinale US Open 2015. A volte aiuta….

71
alexalex 30-01-2016 17:27

Scritto da Antonio
@ alexalex (#1518113)
a me piace il tennis difensivo vario e “costruttivo” non mirato a ottenere l’errore dell’avversario ma ad aprirsi il campo e attaccare alla prima possibiltà utile non quello pallettaro della Halep che non viene avanti nemmeno per stringere la mano a fine match. Non avrei nulla in contrario se la tedesc vincesse un altro slam o addirittura se salisse al vertice del ranking, constaterei che è meritato(vedi come ha modificato la sua fisicità negli ultimi mesi). Viceversa dovesse accadere per la romena non potrei che dichiarare lo stato di crisi di questo sport!

Per quanto mi riguarda non si gioca a tennis in un modo solo. Certo qualcuno gioca in modo più divertente e qualcuno meno. Trovo che un bel passante o una grande difesa siano spettacolari tanto quanto una volee vincente! L’unico colpo che odio è il pallonetto… quello che volevo dire è che secondo me la kerber non ha giocato un tennis “fantastico”. A meno che non si intenda che ha lottato ib modo “fantastico” per battere un avversario più forte, ottenendo una vittoria “fantastica”!

70
Tafanus 30-01-2016 17:26

Scritto da pennettiano doc
La kerber sarà anche brava ma è una ributtina di prima categoia, una difensivista che si mette a fondo campo e prende tutto in attesa dell’errore dell’avversaria. Se questo è il tennis che fa vincere ora, allora preferisco mille volte una Vinci o una Pennetta.
-

Forse sono più pennettiano di te, ma cerco di essere lucido… Non mi sembra che la caterva di vincenti fatti dalla Kerber (specie i passanti incrociati stretti) siano esattamente cose da “pallettara). Se poi la Williams si concede il doppio di errori rispetto alla Kerber, vogliamo farne una colpa alla Kerber?

69
LiveTennis.it Staff 30-01-2016 17:25

hector stata scherzando ragazzi.
Un abbraccio a tutti.

68
Davide V (Guest) 30-01-2016 17:14

@ Vince (#1518088)

Ma non al primo turno, con Bouchard, che non è comunque una schiappa! Qui stavo parlando di fortuna! Suvvia, siamo seri, non facciamo per forza il tifo contro negando l’evidenza! Su 3 tornei beccare al primo turno le due migliori tenniste del momento non è fortuna. O bisogna dire per forza il contrario?

67
Carlo (Guest) 30-01-2016 17:07

Scritto da MD

Scritto da hector
Leggere Mazzoni è sempre un piacere, ma la sola ed unica verità è che la Williams è scesa in campo sapendo di non meritare di vincere il torneo in quanto sarebbe dovuta meritatamente uscire contro l’avversaria di primo turno, e ha giocato di conseguenza: il linguaggio del corpo diceva tutto, e al termine la Williams appariva come libera da un peso, era contentissima di avere perso e durante la premiazione sfoggiava un sorriso a trentadue denti. MEglio arrivare seconda che vincere immeritatamente un torneo. Stessa cosa per la Kerber a Brisbane. Idem per la Bouchard a Hobart.

Eh no. Mi dispiace per Giorgi, ma non si può dire che Williams non abbia vinto meritatamente.
Noi seguiamo il tennis proprio per questo, perché vince chi fa l’ultimo punto, senza melina, senza aiutini.
Si vince SOLO meritatamente.
Per il “bel gioco” ma “non abbiamo raccolto” o “abbiamo avuto più occasioni” ci sono un sacco di altri canali televisivi.

A leggere sono capaci tutti, a capire il significato letterale un discreto numero, ma solo pochi riescono a capire il vero significato in filigrana, ed apprezzarne la fine ironia.
Chi si diverte con Panariello difficilmente riderà con Allen.

66
giuseppespartano (Guest) 30-01-2016 16:55

Scritto da temmi

Scritto da Vince

Scritto da Davide V
La Giorgi le ha affrontate entrambe in questo inizio anno. Con entrambe ga perso, seppure onorevolmente. La valuteremo meglio quando affronterà anche le altre, perché beccare al primo turno le due finaliste Slam su 3 tornei non è proprio quel che si dice fortuna….

Ce n’è anche un’altra di sconfitta in questo inizio anno e per niente onorevole…e contro una giocatrice che ha ammesso di essere ancora in difficoltà.
Se si vuole “valutare” bisogna dirla tutta, altrimenti è inutile.

guarda che la Bouchard è arrivata in finale ad Hobart e ha perso agli AO con Aga… cerchiamo di non esagerare in nessuna delle due direzioni… che Camila è stata un po’ sfortunata nei sorteggi penso sia innegabile, visto anche come ha perso con le attuali n.1 e 2

bravo condivido. è un dato di fatto che in questo mese,giorgi è stata sfortunata nei sorteggi. come hai detto tu, 2 su 3 sono le prime due del mondo,finaliste a questo slam. la canadese è arrivata in finale ad Hobart. come si può negare l’evidenza? ovviamente vedremo nelle prossime settimane se ci sarà un miglioramento. magari con partite oggettivamente meno proibitive

65
MD (Guest) 30-01-2016 16:51

Scritto da hector
Leggere Mazzoni è sempre un piacere, ma la sola ed unica verità è che la Williams è scesa in campo sapendo di non meritare di vincere il torneo in quanto sarebbe dovuta meritatamente uscire contro l’avversaria di primo turno, e ha giocato di conseguenza: il linguaggio del corpo diceva tutto, e al termine la Williams appariva come libera da un peso, era contentissima di avere perso e durante la premiazione sfoggiava un sorriso a trentadue denti. MEglio arrivare seconda che vincere immeritatamente un torneo. Stessa cosa per la Kerber a Brisbane. Idem per la Bouchard a Hobart.

Eh no. Mi dispiace per Giorgi, ma non si può dire che Williams non abbia vinto meritatamente.
Noi seguiamo il tennis proprio per questo, perché vince chi fa l’ultimo punto, senza melina, senza aiutini.
Si vince SOLO meritatamente.
Per il “bel gioco” ma “non abbiamo raccolto” o “abbiamo avuto più occasioni” ci sono un sacco di altri canali televisivi.

64
pennettiano doc (Guest) 30-01-2016 16:49

La kerber sarà anche brava ma è una ributtina di prima categoia, una difensivista che si mette a fondo campo e prende tutto in attesa dell’errore dell’avversaria. Se questo è il tennis che fa vincere ora, allora preferisco mille volte una Vinci o una Pennetta.
-

63
pinkfloyd 30-01-2016 16:29

Scritto da CassiusClay

Scritto da Mats
Le ultime a battere Serena nei tornei del Grande Slam sono state Cornet, Vinci e Kerber, giocatrici che sicuramente non hanno nella potenza il loro punto di forza.
Bella partita e brava la Kerber che merita il titolo.

Certo, giocatrici in grado di variare stile Henin.
Anche per questo la Williams negli ultimi anni è tornata a dominare: le sue avversarie più continue sono state Sharapova e Azarenka – gente che con tutto il rispetto sa fare una cosa sola: tirare forte. E se fai a braccio di ferro con Serenona hai già perso in partenza
Se invece giochi ‘a tennis’ nel senso più classico della parola, con umiltà tecnica e soprattutto intelligenza… qualche chance ce l’hai,anche in una finale Slam

Comunque la Henin la lasciamo dove sta.
Perché la Kerber non è certo una “fantasista” né varia.
Al massimo difende e si muove molto meglio di altre giocatrici alte e più pesanti. Questo si.
Però il segreto della vittoria della Kerber non sta nel “variare”.
Forse la Vinci è quella che davvero gioca un tennis più classico.

Kerber ha vinto perché ha fatto una partita perfetta, esprimendo e capitalizzando al massimo le sue doti che conosciamo.
Ha giocato al meglio delle sue possibilità, al massimo, ma facendo quello che sa fare che non è variare.
Certamente la sua eccellente forma fisico-atletica e la sua capacità di riprendere di tutto e contrattaccare (soprattutto riprendere) possono dare fastidio alla Williams o ad altre potenti e pesanti e “macchinose” come lei.

62
temmi (Guest) 30-01-2016 16:00

Scritto da Vince

Scritto da Davide V
La Giorgi le ha affrontate entrambe in questo inizio anno. Con entrambe ga perso, seppure onorevolmente. La valuteremo meglio quando affronterà anche le altre, perché beccare al primo turno le due finaliste Slam su 3 tornei non è proprio quel che si dice fortuna….

Ce n’è anche un’altra di sconfitta in questo inizio anno e per niente onorevole…e contro una giocatrice che ha ammesso di essere ancora in difficoltà.
Se si vuole “valutare” bisogna dirla tutta, altrimenti è inutile.

guarda che la Bouchard è arrivata in finale ad Hobart e ha perso agli AO con Aga… cerchiamo di non esagerare in nessuna delle due direzioni… che Camila è stata un po’ sfortunata nei sorteggi penso sia innegabile, visto anche come ha perso con le attuali n.1 e 2

61
pastaldente 30-01-2016 15:47

fantastica! ti adoro angelique :razz:

60
CassiusClay 30-01-2016 15:39

Scritto da Mats
Le ultime a battere Serena nei tornei del Grande Slam sono state Cornet, Vinci e Kerber, giocatrici che sicuramente non hanno nella potenza il loro punto di forza.
Bella partita e brava la Kerber che merita il titolo.

Certo, giocatrici in grado di variare stile Henin.
Anche per questo la Williams negli ultimi anni è tornata a dominare: le sue avversarie più continue sono state Sharapova e Azarenka – gente che con tutto il rispetto sa fare una cosa sola: tirare forte. E se fai a braccio di ferro con Serenona hai già perso in partenza

Se invece giochi ‘a tennis’ nel senso più classico della parola, con umiltà tecnica e soprattutto intelligenza… qualche chance ce l’hai,anche in una finale Slam

59
Gaz (Guest) 30-01-2016 15:38

Aspettiamo intrepidi il commento di Tommaso forse un po’ deluso da un risultato che questa volta non ha visto la WILLIAMS lasciare l’avversaria sotto i 9 giochi :lol:

58
Antonio (Guest) 30-01-2016 15:34

@ alexalex (#1518113)

a me piace il tennis difensivo vario e “costruttivo” non mirato a ottenere l’errore dell’avversario ma ad aprirsi il campo e attaccare alla prima possibiltà utile non quello pallettaro della Halep che non viene avanti nemmeno per stringere la mano a fine match. Non avrei nulla in contrario se la tedesc vincesse un altro slam o addirittura se salisse al vertice del ranking, constaterei che è meritato(vedi come ha modificato la sua fisicità negli ultimi mesi). Viceversa dovesse accadere per la romena non potrei che dichiarare lo stato di crisi di questo sport!

57
Vince 30-01-2016 15:26

@ hector (#1518111)

fa più ridere Panariello…e ho detto tutto :mrgreen:

56
Giovanni 30-01-2016 15:20

Complimentoni alla Kerber, per me era spacciata, grande dimostrazione di forza e sagacia tattica la sua, trofeo meritatissimo!
Tra l’altro notavo che se gestisce bene la sbornia post slam vincendo uno dei prossimi 4 tornei che disputerà e ottenendo ottimi risultati megli altri potrebbe addirittura puntare al numero 1, difficile ma non impossibile.
Comunque vada il weekend in fed cup contro l’ostica Svizzera sono sicuro che i tedeschi le tributeranno il giustissimo riconoscimento che merita

55
Marco (Guest) 30-01-2016 15:11

Scritto da T.B.
Sensazionale Angelique… giocatrice fantastica, lottatrice incredibile… se lo merita tutto questo Slam!

Lottatrice sì,ma anche pallettara..
Il gioco l’ha fatto la williams, poi sbagliando troppo però ..

54
Gaz (Guest) 30-01-2016 15:10

Si diceva che non regge la pressione che soffre l’ansia del traguardo,incapace di gestire le emozioni ecc……tutti questi luoghi comuni che etichettano lei e altre tenniste fino al bel giorno…L’autoconsapevolezza scaccia ogni paura e in questi mesi ne ha aquistata tanta.
Ha cobattuto da fighter tutti i punti senza troppi pensieri,poteva chiuderla anche 2-6 al terzo se sul 2-5 0-30 la Williams non mettesse a segno 2 aces e un vincente vicini l’incrocio delle righe,menomale va’, altrimenti giu’ con le stesse superficialita’.

53
_Carlo (Guest) 30-01-2016 15:02

Bravissimo Mazzoni a sottolineare e rimarcare gli urlacci del la Williams, non si tollerano più… E oggi è andata anche meno peggio del solito !!

52
alexalex 30-01-2016 14:54

Tennis fantastico? si, per me che sono un tifoso di nadal vedere una giocatrice che con umiltà tenacia e bravura ha respinto ogni cosa, ha difeso benissimo e quando ha trovato l’opportunità ha attaccato, è stato un bel vedere! Ma di solito molti su questo sito non apprezzano molto il gioco difensivo… meno ancora mi sarei aspettato di leggere tennis fantastico…
Comunque complimenti alla tedesca! è stata lì, ha sofferto, ha fatto faticare molto la williams e l’ha sconfitta con carattere e grinta!

51
hector (Guest) 30-01-2016 14:53

Leggere Mazzoni è sempre un piacere, ma la sola ed unica verità è che la Williams è scesa in campo sapendo di non meritare di vincere il torneo in quanto sarebbe dovuta meritatamente uscire contro l’avversaria di primo turno, e ha giocato di conseguenza: il linguaggio del corpo diceva tutto, e al termine la Williams appariva come libera da un peso, era contentissima di avere perso e durante la premiazione sfoggiava un sorriso a trentadue denti. MEglio arrivare seconda che vincere immeritatamente un torneo. Stessa cosa per la Kerber a Brisbane. Idem per la Bouchard a Hobart.

50
pinkfloyd 30-01-2016 14:46

Serena Williams che non vince nessuno degli ultimi 2 Slam è già una notizia.
Si può dire che non è immortale, che non è più tanto invincibile e che l’età ha un peso per chiunque. Soprattutto in uno sport ormai molto atletico e soprattutto se ti ritrovi in finale una giocatrice emblema dell’atleticità.

Comunque la Kerber è stata brava, di più, perfetta, sennò questo match non lo vinceva, nemmeno contro una Williams non stratosferica come quella di oggi. Soprattutto poco lucida, secondo me, molte volte in ritardo sulla palla o fuori posizione o altre volte disastrosa nei colpi di volo.
Il verdetto è però giusto, la stessa Williams l’ha accettato (almeno apparentemente) con sportività e serenità.

Kerber era (lo è ancora) una giocatrice di sostanza: grandi doti atletiche e temperamentali, difenditrice eccelsa e intelligente, che ha anche imparato a piazzare qualche bel passante e dare più peso ai suoi colpi.
Non è una sorpresa ma a questi livelli probabilmente si.
Anche lei nel dorato club delle vincitrici Slam e non era così scontato ed è un enorme risultato per lei.

La sua “storia” è iniziata in quello Us Open del 2011, una sconosciuta che nessuno avrebbe immaginato potesse fare, poi, un cammino così. Straordinario, diremo oggi.

49
Lilly 30-01-2016 14:34

Complimenti! Solo complimenti ad Angelique.

48
Gabriele da Firenze 30-01-2016 14:31

Kerber batte Williams: fine di un’epoca? :mrgreen:

47
T.B. 30-01-2016 14:21

Sensazionale Angelique… giocatrice fantastica, lottatrice incredibile… se lo merita tutto questo Slam!

46
Vince 30-01-2016 14:21

Scritto da Davide V
La Giorgi le ha affrontate entrambe in questo inizio anno. Con entrambe ga perso, seppure onorevolmente. La valuteremo meglio quando affronterà anche le altre, perché beccare al primo turno le due finaliste Slam su 3 tornei non è proprio quel che si dice fortuna….

Ce n’è anche un’altra di sconfitta in questo inizio anno e per niente onorevole…e contro una giocatrice che ha ammesso di essere ancora in difficoltà.
Se si vuole “valutare” bisogna dirla tutta, altrimenti è inutile.

45
Palle Smorzate 30-01-2016 14:19

Dopo la scoperta della donna bionica Johanna Konta, per come fa rimbalzare le palline, tennista che peraltro è sotto 0-2 negli H2H con Gioia Barbieri (match del 2014), gli Australian Open ci regalano la teutonica robot. Non la si sfonda nemmeno con un bazuka perché arriva dappertutto anche facendo il tergicristallo. Ti rimanda tutto quello che le tiri alla stessa velocità. E’ più carina ed elegante in campo rispetto a come si concia nella vita privata e mondana:
- http://img.bleacherreport.net/img/slides/photos/003/388/559/hi-res-185419828-sara-errani-of-italy-agnieszka-radwanska-of-poland_crop_north.jpg?w=630&h=420&q=75
- http://www.gettyimages.it/detail/fotografie-di-cronaca/angelique-kerber-of-germany-arrives-at-the-2015-fotografie-di-cronaca/491417474

44
Paolo (Guest) 30-01-2016 14:04

@ scrotal (#1518074)

si si ti piacerebbe, ma domani forza Nole non ce ne è per nessuno arrendetevi

43
scrotal (Guest) 30-01-2016 13:58

oggi Angy, domani Andy?

42
TTT (Guest) 30-01-2016 13:56

Stupenda! La Kerber è migliorata tantissimo in questi anni con duro lavoro: non si limita solo a difendere, ma sceglie ogni colpo con intelligenza, serve meglio, attacca e non si arrende mai. Se in passato la trovavo un po’ noiosa, adesso è una delle mie preferite!
In un mese di gioco è già a 2360 punti, se continua così può ottenere grandi soddisfazioni quest’anno.
Congratulazioni Angelique, mi hai emozionato!

Questo video è bellissimo: https://youtu.be/7if3l8yBDbE

41
Davide V (Guest) 30-01-2016 13:50

La Giorgi le ha affrontate entrambe in questo inizio anno. Con entrambe ga perso, seppure onorevolmente. La valuteremo meglio quando affronterà anche le altre, perché beccare al primo turno le due finaliste Slam su 3 tornei non è proprio quel che si dice fortuna…. Sulla partita: Grande Kerber, ho goduto tantissimo. Io continuo a pensare che Serena abbia beneficiato, nella seconda parte di carriera, di poca concorrenza. Per me, opinione personale, la Graf era molto più forte di lei. Molto, non poco.

40
Nadaliano 30-01-2016 13:42

Solo a me la williams sembra ormai al 60%?

L’ho trovata pachidermica e fallosa

39
Alfonso (Guest) 30-01-2016 13:39

GRANDE Kerber!!!! Lottatrice e grande testa. Un miglioramento progressivo incredibile. Ora un bel ritiro della Williams, speriamo, in modo che finisca questo strano periodo del tennis e magari la W. si metta a disposizione del tennis per attività di sparring che potrebbe essere molto utile.

38
Golden Lady (Guest) 30-01-2016 13:17

Sorprendente comunque la serenità e la sportività della Williams nell’accettare la sconfitta: l’abbraccio alla tedesca oltrepassando la rete, gli applausi con un sorriso a 32 denti quando la Kerber alza il trofeo… Evidentemente vincere a tutti i costi non è più tra i suoi obiettivi

37
gas (Guest) 30-01-2016 13:16

Straordinaria.se lo merita tutto!!! Grande angelique.

36
Fighter 90 30-01-2016 13:16

Grandissima vittoria di Angie, ragazza che ho sempre apprezzato, una combattente indomabile, che oggi ha realizzato il suo sogno. Posso farle solo gli applausi per un’incredibile impresa ottenuta sulla Williams in una finale slam, prima di oggi solo quattro le sconfitte di Serena in un major.
Spero possa togliersi ancora tante soddisfazioni, come quella odierna, onore anche a Serena, che ha accettato con grande sportività la sconfitta. :wink:

35
giovanni (Guest) 30-01-2016 13:11

Che carattere Angelica. Tanti saluti a Doi, con la consapevolezza di poter fare ancora meglio, e ad Azarenka, sperando abbassi la cresta. Tanto fumo

34
Angelos99 30-01-2016 13:10
33
Luca96 30-01-2016 13:02

Questo è stato lo Slam delle sorprese forse più dello Us Open scorso:complimenti alla Kerber che è in costante miglioramento da Aprile 2015. Me la sentivo la sua vittoria,ma non ho avuto il coraggio di rischiare (nei pronostici ho messo 2-1 Serena).

32
Il Biscottone spagnolo (Guest) 30-01-2016 12:58

Un anno fa era in crisi, forse dovuto ad un grosso lavoro svolto in allenamento, poi ha cominciato a vincere Premier, ora la gioia più grande, e se tiene questo livello non è detto che non si ripeta. Ancora complimenti Angelique! :smile:

31
Andrea not Petkovic 30-01-2016 12:58

Bravaaaa, meritatissimo

30
Ardiz (Guest) 30-01-2016 12:51

Grandissima Angelique!!

29
Il Biscottone spagnolo (Guest) 30-01-2016 12:48

Grande Kerber!

28
Antonio (Guest) 30-01-2016 12:46

Sono contento per questo successo anche se non ho mai amato la tedesca però in molte occasioni mi è piaciuta come la settimana di Charleston 2015 e non nego che in finale contro la Keys ho fatto il tifo per lei. Sono contento perché Serena non raggiunge quota 22 quel numero spetta solamente alla più grande campionessa di tutti i tempi.
Sono contento perché la Halep è stata scalzata finalmente da una posizione che occupa da tempo abusivamente e presto Aga la Maga e Garbine la faranno precipitare ancor di più, e anche Maria se giocasse qualche match in più.
Sono contento perché questo risultato di mostra che nel tennis tutto è aperto, la palla è rotonda e non v’é nulla di scontato.
Brava Angie che sia l’inizio di un’annata in cui sconfiggerai più volte…lancia comodini :twisted: Chapeau!

27
pazzodicamila 30-01-2016 12:37

Gran bel risultato. Oramai nulla e’ scritto e c’e’ posto per tutte come confermano New York e Melbourne.

26
brizz 30-01-2016 12:36

contentissimo x angie :smile:

vittoria meritata x aver battuto serena e vika, spero x lei che dia seguito a questa vittoria

x quanto riguarda serena, l’ho vista stanca mentalmente e non credo che partirà con i favori del pronostico negli altri slam in modo schiacciante come è accaduto fino ad ora; sarà interessante vedere come si presenterà ai tornei importanti che si presenteranno da oggi fino a parigi (indian wells, miami, madrid, roma)

25
andrew (Guest) 30-01-2016 12:33

Eroica Angelique, eroica, eroica, per il durissimo lavoro che ha svolto stramerita uno slam… Felice di aver visto qualcuno in grado di sconfiggere Serena in una finale Slam, quanto alla americana solo :lol: :lol: :lol: :lol:

24
pinkfloyd 30-01-2016 12:31

@ Mats (#1517982)

Muguruza

23
Vince 30-01-2016 12:27

Ah, ma allora Serena si può battere.
Negli ultimi mesi ci sono riuscite la Bencic, la Vinci, la Kerber.
Non è necessario farla ritirare perchè “uccide lo sport”, come ha scritto un utente l’altro giorno…caso mai la sua presenza “valorizza lo sport” perchè costringe tutte a migliorarsi, per poterla battere…ed è quello che si è visto anche in questo torneo.

PS: Come mai nessuno conta i games della Doi? :lol:

22
Palmeria (Guest) 30-01-2016 12:25

La lacrima mi è scesa, così spontaneamente.
Bellissimo vedere come venga ripagato il duro lavoro. Se non sbaglio, a 23 anni era intorno alla 100esima posizione!

E la williams mi sa che non farà più il grand slam!

Ultima osservazione, nella Kerber rivedo tanto di Sarita Errani(se avesse avuto 10 cm in più…)

21
Mats 30-01-2016 12:25

Le ultime a battere Serena nei tornei del Grande Slam sono state Cornet, Vinci e Kerber, giocatrici che sicuramente non hanno nella potenza il loro punto di forza.

Bella partita e brava la Kerber che merita il titolo.

20
maxi (Guest) 30-01-2016 12:23

@ chrolli (#1517966)

Giusta osservazione.
La tensione per il grande slam è pesantissima da reggere, ora che non ci saranno più aspettative è probabile che giocherà più rilassata.

19
gilba (Guest) 30-01-2016 12:18

Almeno il filmato degli ultimi due giochi si può mettere per favore?

18
Toleno (Guest) 30-01-2016 12:17

Grande impensabile aggettivo giusto.

17
Mirko P. (Guest) 30-01-2016 12:17

Allora calmo un po’ i miei animi. Continuo a godere della sconfitta di Serena ma va detto che è una grande sportiva e questo si sa, e quando perde sorride lo stesso anche se è arrabbiatissima dentro.
Detto questo, la Kerber ha fatto passi da gigante. Fino a due anni fa la vedevo giocare e pensavo che fosse totalmente scordinata con l’apertura e l’efficacia dei suoi colpi, l’unica cosa che mi piaceva di lei era la difesa. Dall’anno scorso invece ho visto solo miglioramenti, osa di più è più aggressiva e questo le ha dato la possibilità di vincere 3 titoli nel 2015 anche se negli slam non aveva ben figurato. Si è preparata al meglio nella of season perché voleva far bene negli slam ed ecco il risultato, per ora un australian open. Congrats!!

16
chrolli 30-01-2016 12:16

Bella partita vinta più che meritatamente.Kerber in questo torneo ha battuto due grandi campionesse come Vika e Serena.Straordinaria prestazione di una giocatrice che si è costruita un tennis solido ed efficace.Brava davvero!Il problema di Serena non sono tanto i suoi anni,credo sia stanca mentalmente di stare in campo ed è da capire.Ora che svanisce anche per quest’anno il grande Slam,sono curioso di vedere come evolverà la sua stagione.In realtà credo che potrebbe pure essersi tolta un peso e tornare a giocare mentalmente con meno pressione addosso.Il suo sorriso mi sembra liberatorio!

15
teo (Guest) 30-01-2016 12:15

Continua la maledizione della maga Aga… Ogni volta che viene sconfitta in semifinale la vincente perde la finale… Wimbledon 2013 Lisicki batte la Radwanska e poi perde dalla Bartoli Australian Open 2014 Cibulkova batte la Radwanska e poi perde da Li Na Wimbledon 2015 Muguruza batte Aga e perde la finale con Serena Infine Australian Open 2016 Serena sconfigge Aga e perde da Angie

14
becu rules (Guest) 30-01-2016 12:13

Una bellissima finale vinta con grande merito dalla Kerber, Serena leggermente sotto standard, ma la partita l’ha vinta Angie.
Molto sportiva Serena dopo il match

13
peppe78 30-01-2016 12:12

Complimentissimi alla Kerber! Migliorata un sacco, oggi è davvero fortissima.

12
Golden Lady (Guest) 30-01-2016 12:11

Bellissimo l’abbraccio

11
goldrust 30-01-2016 12:11

Bravissima Angelique, slam meritato.
Grande sportivitá di Serena

10
superpeppe (Guest) 30-01-2016 12:09

Che gran bella finale

9
Elio 30-01-2016 12:09

Bravissima Kerber, finalmente ho azzeccato un pronostico ! :razz:
Kerber vincitrice 2 set a uno.Anzi sono 2 ! :mrgreen:

8
Gaz (Guest) 30-01-2016 12:08

Vittoria decisa nel momento in cui ha annullato il match poin alla Doi.Come successo varie volte anche in questo caso la differenza tra uscire al primo turno rendendo il proprio torneo un fallimento e diventare campionessa e’ solo di un punto,solo questione di centimetri.

CONGRATULAZIONI ANGELIQUE KERBER
2016 AUSTRALIAN OPEN CHAMPION :cool:

7
Tiziano p (Guest) 30-01-2016 12:08

Ecco la risposta a tutti quelli che criticano Serena….una che finalmente ha davvero giocato bene….e non ha avuto paura

6
Bonalapatata (Guest) 30-01-2016 12:08

azzzzz che colpo contentissimo per lei… non c’avrei scommesso un soldo!!!

5
Paolo (Guest) 30-01-2016 12:03

Straordinaria fantastica Angie. E’ un piacere immenso vedere sconfitta Serena

4
Ale (Guest) 30-01-2016 12:02

clamoroso è l’aggettivo più adatto per definire la conclusione di questo torneo ma la vittoria è davvero meritata per come sono andate oggi le cose!

Ora Kerber è 2 al mondo!

3
Raul Ramirez (Guest) 30-01-2016 12:02

Gran bel tennis ! Complimenti !

2
max (Guest) 30-01-2016 12:00

I LOVE ANGELIQUE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

1

Lascia un commento