Notizie dal Mondo Copertina, Generica

L’Usta risponde alla Bouchard sulla caduta agli Us Open: “la colpa dell’incidente è sua”

17/11/2015 10:53 27 commenti
Eugenie Bouchard classe 1994, n.48 del mondo
Eugenie Bouchard classe 1994, n.48 del mondo

L’USTA ha risposto dopo la denuncia di Eugenie Bouchard riguardo la sua caduta negli spogliatoi degli US Open.

Ricordiamo che Eugenie Bouchard aveva presentato, tramite i suoi avvocati, denuncia alla US District Court contro la US Tennis Association per la caduta negli spogliatoi che le ha causato una commozione cerebrale ed un allontanamento forzato dai campi per tutta la stagione.

L’USTA non ha informazioni sufficienti per credere a ciò che è stato affermato da Bouchard, l’incidente poi secondo l’USTA non è l’unica causa del suo crollo nel ranking inoltre si dichiarano incerti su quale stanza si riferisce quando afferma di esser caduta su un pavimento in ceramica.

Cosa più importante, secondo la Federazione Americana che la colpa dell’incidente è sua, perchè doveva essere accompagnata dal personale presente ed inoltre si è presa tutti i rischi del caso, non essendo a conoscenza dei protocolli di sicurezza.

La stanza riservata alla fisioterapia, che secondo Eugenie era al buio, non è mai al buio secondo la Federazione perchè c’è sempre una luce che illumina parzialmente la stanza.
La canadese poi ha rifiutato di ricevere assistenza medica.


TAG: , ,

27 commenti. Lasciane uno!

antonios (Guest) 18-11-2015 22:09

Scritto da pallettaro
@ Angelo (#1490869)
Ma figurati. Anzi figuriamoci. L’Us Open è qualche anno che lo fanno. L’impianto dell’USTA dove hanno inziato a far tennis nel 1978 (ben prima che la bimbetta nascesse) è il migliore al mondo come strutture ed organizzazione (Melbourne è migliore come accessibilità, meno come strutture, ma ottimo anche questo), ma è fatto di cose e persone che possono sbagliare. In tanti anni di lavoro possibile che arrivi questa qua che racconta di una commozione cerebrale quando ha perfino rifiutato le cure mediche? Possibile che vi beviate ogni balla che sta sulla faccia della terra?
Possibile che serve una legge od un giudice anche per andare a pisciare?
Possibile che debbano comandare solo i più forti o solo i più ricchi che si inventano cause?
Possibile che non vi informiate quando scrivete? La Bouchard sta facendo sport, sta facendo degli spot televisivi, è stata pure vista a sciare. Ma non era in coma irreversibile?
Possibile che le luci, sempre accese, si siano spente appena entrava lei?
Possibile che la Bouchard dice di esserci andata ad un’ora, le 10, quando invece a quell’ora non ci poteva essere perché era già in albergo da un’ora?
Possibile che non sappiate mai argomentare niente di niente? Preferendo gettare fango sull’USTA senza sapere nulla difendendo una svogliata che non ha nemmeno voglia di stringere la mano ad una avversaria che ha la sola colpa di non essere bella come lei?
………

Ma ti sei mai chiesto questa rabbia distruttiva che hai dentro da dove provenga? Fossi in te lo farei… La Bouchard non ha stretto la mano alla Dulgheru, sbagliando ed all’epoca lo scrissi, non perché fosse meno bella, ma perché ritiene che sia ipocrita stringere la mano ad un’avversaria che poi si dovrà lottare per sconfiggere. Ragionamento del cavolo ma lontano dalla retorica inventata che tu scrivi. La Bouchard non è mai stata in coma irreversibile come tu scrivi e dovresti chiedere scusa a tutti coloro che, tra gli utenti di livetennis, hanno avuto o hanno un parente o un amico in queste condizioni drammatiche, per aver scritto una menzogna a suffraggio delka tua tesi. La Bouchard sta sciando? L’hai incontrata a Roccaraso? Oppure hai un link da postare? Oppure forse è l’ennesima cavolata intrisa di bile che scrivi? Che ti hanno fatto le donne belle per essere così astioso? Ci sono persone qualificate che potrebbero darti una risposta. La Bouchard potrà essere antipatica ma tra lei e l’organizzazione americana dello Slam più ricco del mondo, non è certo lei la più forte. È caduta, ha chiuso la stagione, fa bene a difendersi.

27
pallettaro (Guest) 18-11-2015 18:49

@ Angelo (#1490869)

Ma figurati. Anzi figuriamoci. L’Us Open è qualche anno che lo fanno. L’impianto dell’USTA dove hanno inziato a far tennis nel 1978 (ben prima che la bimbetta nascesse) è il migliore al mondo come strutture ed organizzazione (Melbourne è migliore come accessibilità, meno come strutture, ma ottimo anche questo), ma è fatto di cose e persone che possono sbagliare. In tanti anni di lavoro possibile che arrivi questa qua che racconta di una commozione cerebrale quando ha perfino rifiutato le cure mediche? Possibile che vi beviate ogni balla che sta sulla faccia della terra?
Possibile che serve una legge od un giudice anche per andare a pisciare?
Possibile che debbano comandare solo i più forti o solo i più ricchi che si inventano cause?
Possibile che non vi informiate quando scrivete? La Bouchard sta facendo sport, sta facendo degli spot televisivi, è stata pure vista a sciare. Ma non era in coma irreversibile?
Possibile che le luci, sempre accese, si siano spente appena entrava lei?
Possibile che la Bouchard dice di esserci andata ad un’ora, le 10, quando invece a quell’ora non ci poteva essere perché era già in albergo da un’ora?
Possibile che non sappiate mai argomentare niente di niente? Preferendo gettare fango sull’USTA senza sapere nulla difendendo una svogliata che non ha nemmeno voglia di stringere la mano ad una avversaria che ha la sola colpa di non essere bella come lei?
………

26
Angelo 18-11-2015 17:34

Cari amici il crollo ranking è riferito a dopo USOpen e ai ritiri forzati di Hong Kong, Wuhan e Pechino; nemmeno gli avvocati della pulzella di Montreal hanno scritto che Genie avrebbe chiuso l’anno sicuramente al #1 del mondo ma che non avrebbe potuto difendere circa 20 posizioni mondiali e così è stato.
@pallettaro @LucaBigon non siete voi a stabilire se la signorina racconta balle se la luce era sempre accesa e se il personale l’ha chieso oppure no; per caso siete testimoni oculari dei fatti?; ribadisco lo stabilirà un giudice quali sono i fatti e chi racconta frottole; per voi la USTA ha ragione a prescindere magari è vero ma aspetto che i fatti vengano appurati non sul web ma nei tribunali cosa che livetennis.it non è. :wink:

25
Lucabigon 18-11-2015 16:08

Scritto da pallettaro
@ Lucabigon (#1490295)
1) Perché la signorina è entrata nella sala messaggi senza aver richiesto il personale addetto.
2) Perché la signorina conta balle, sbaglia l’ora (strano….) e dice che non c’era luce accesa, invece la luce è sempre accesa in quella sala.
3) Perché la signorina che tanto stava male ha addirittura rifiutato l’assistenza medica e se n’è andata di corsa con le proprie gambe.
4) Perché la signorina sta facendo sport, spot e vacanze una dopo l’altra (facendosi pure fotografare), dimostrando di non avere nessun infortunio.
Questi sono i fatti, il resto è solo speculazione.

Perfetto, questo è parlare con un minimo di cognizione di causa. Se i fatti da te citati sono acclarati allora già un’idea sulla vicenda si può avere.

24
pallettaro (Guest) 18-11-2015 14:50

@ Lucabigon (#1490295)

1) Perché la signorina è entrata nella sala messaggi senza aver richiesto il personale addetto.
2) Perché la signorina conta balle, sbaglia l’ora (strano….) e dice che non c’era luce accesa, invece la luce è sempre accesa in quella sala.
3) Perché la signorina che tanto stava male ha addirittura rifiutato l’assistenza medica e se n’è andata di corsa con le proprie gambe.
4) Perché la signorina sta facendo sport, spot e vacanze una dopo l’altra (facendosi pure fotografare), dimostrando di non avere nessun infortunio.
Questi sono i fatti, il resto è solo speculazione.

23
bao.bab (Guest) 18-11-2015 09:31

Scritto da Lucabigon

Scritto da bao.bab

Scritto da Lucabigon

Scritto da Tennisman
@ Buon Rob (#1490178)
Più che di una buca, parlerei di un gatto che attraversa la strada, in questo caso. Se poi si possa parlare di una Bouchard sfortunata o imbranata, non saprei: ma è difficile che tu denunci il comune perchè il gatto ti ha fatto fare incidente, no?
In ogni caso, non voglio certo fare il giudice, il giurista o il sapientone di legge. Però talvolta escono cause dal nulla e questa mi sembra proprio – opinione personale – una di queste situazioni.
Tra l’altro è anche interessante notare che la USTA non ha intenzione di cercare accordi extragiuridici o patteggiamenti: segno che sono abbastanza sicuri delle loro ragioni e si sentono tutelati a sufficienza anche dal punto di vista dell’immagine, cosa inconsueta in america per un privato che denuncia una grossa società.

Come possa tu, dall’Italia, affermare con certezza che questa causa esca dal nulla non è dato saperlo. Io non affermo nemmeno il contrario, sia chiaro.

Mi spighi il senso di questo post? se una cosa puo’ essere vera o falsa e tu non esprimi OPINIONI riguardo ad alcuna opzione qual e’ il senso di questo post?
santo cielo non siamo davanti ad un giudice e non stiamo dando deposizioni giurate. si stanno esprimendo opinioni con cui e’ possibile essere in accordo od in disaccordo. secondo questa logica che senso avrebbe commentare una notizia?

Teoricamente uno dovrebbe esprimere una opinione avendo un minimo di elementi in mano. Se esprimi una opinione senza avere alcun elemento è alla stregua di una c…..no?

Quindi chiunque declini il turpiloquio alla sua massima estensione nei confronti degli assalitori di Parigi e’ uno che spara c… Poiche’ non sappiamo se abbiano agito sotto coercizione (magari le loro famiglie erano sotto sequestro e sotto minaccia di morte se non avessero compiuto quel gesto) o sotto plagio (…e gia’ che abbiano agito in nome di dio un’idea la da’), se soffrissero di patologie mentali (…alcuni di quelli che erano matti prima della guerra in guerra si comportano molto bene, come combattenti coraggiosi e sono convinti delle idee dei loro capi… cit. Nedžad Maksumić) o abbiano agito sotto l’effetto di droghe (magari assunte contro la loro volonta’). Ovviamente non potrai ne concordare ne essere in disaccordo con questo post poiche’ nulla sai di me ne dei processi mentali con cui elaboro le mie tesi….

22
antonios (Guest) 17-11-2015 22:11

Il problema fondamentale è che alcuni presunti appassionati di tennis, in realtà per dinamiche psicologiche individuali che farebvero benevad indagare, odiano tenniste e tennisti. Non c’è giorno che una qualsiasi dichiarazione di Wozniacki piuttosto che di Fognini non siano soggette al lancio di pietre, qualsiasi cosa dicano, semplicemente perché l’appassionato di tennis spesso è un frustrato, invidioso, che non tollera il fatto che un giocatore esprima un’idea, un parere, giusto o sbagliato che sia. Devono solo giocare e non parlare. Ma poi se giocano e perdono altri frustrati gli ricordano che sono degli scarsoni. Se una ragazza sogna di vincere uno slam e ad oggi ha classifica over 20o viene presa per i fondelli. Qui molti stanno proprio male. Poi ci sono quelli che si improvvisano medici, avvocati, coach, ecc. Nel caso della Bouchard c’è stata una commozione verebrale certificata, che non vuol dire che si è messa a piangere commossa, ma che ha rischiato qualcosa di molto serio, come per esempio un edema intracavitario. È indubbio che non ha potuto partecipare ai tornei successivi e, essendo questo il suo mestiere, è un fatto che ne abbia ricavato un danno psicologico ed economico.La depressione, che è proprio mancanza di gioia di vivere su cui molti hanno ironizzato, è una conseguenza molto comune delle commozioni cerebrali, basta leggere la letteratura scientifica in materia, non certo wikipedia che è l’enciclopedia degli ignoranti, bandita dalke università. Che gli americani si difendano, fa parte del gioco e delle strategie legali. Ma siccome io amo il tennis, sto tutta la vita con Eugenie pur non essendo la mia tennista preferita. Se anche una sola tennista è caduta agli Us Open vuol dire che qualcosa nell’organizzazione non è andata bene. E visto cmq che queste ragazze riempiono le nostre giornate, impariamo a rispettarle. Tutte, dalla n. 1 alla n.1000 dalla più bella a quella meno bella meritano rispetto.. E visto che ci siamo, basta con espressioni del tipo tizia ha piallato, ha asfaltato caia. Sono violente e non a caso nel tennis maschile sono rare.

21
Lucabigon 17-11-2015 20:20

Scritto da bao.bab

Scritto da Lucabigon

Scritto da Tennisman
@ Buon Rob (#1490178)
Più che di una buca, parlerei di un gatto che attraversa la strada, in questo caso. Se poi si possa parlare di una Bouchard sfortunata o imbranata, non saprei: ma è difficile che tu denunci il comune perchè il gatto ti ha fatto fare incidente, no?
In ogni caso, non voglio certo fare il giudice, il giurista o il sapientone di legge. Però talvolta escono cause dal nulla e questa mi sembra proprio – opinione personale – una di queste situazioni.
Tra l’altro è anche interessante notare che la USTA non ha intenzione di cercare accordi extragiuridici o patteggiamenti: segno che sono abbastanza sicuri delle loro ragioni e si sentono tutelati a sufficienza anche dal punto di vista dell’immagine, cosa inconsueta in america per un privato che denuncia una grossa società.

Come possa tu, dall’Italia, affermare con certezza che questa causa esca dal nulla non è dato saperlo. Io non affermo nemmeno il contrario, sia chiaro.

Mi spighi il senso di questo post? se una cosa puo’ essere vera o falsa e tu non esprimi OPINIONI riguardo ad alcuna opzione qual e’ il senso di questo post?
santo cielo non siamo davanti ad un giudice e non stiamo dando deposizioni giurate. si stanno esprimendo opinioni con cui e’ possibile essere in accordo od in disaccordo. secondo questa logica che senso avrebbe commentare una notizia?

Teoricamente uno dovrebbe esprimere una opinione avendo un minimo di elementi in mano. Se esprimi una opinione senza avere alcun elemento è alla stregua di una c…..no?

20
bao.bab (Guest) 17-11-2015 16:30

Scritto da Lucabigon

Scritto da Tennisman
@ Buon Rob (#1490178)
Più che di una buca, parlerei di un gatto che attraversa la strada, in questo caso. Se poi si possa parlare di una Bouchard sfortunata o imbranata, non saprei: ma è difficile che tu denunci il comune perchè il gatto ti ha fatto fare incidente, no?
In ogni caso, non voglio certo fare il giudice, il giurista o il sapientone di legge. Però talvolta escono cause dal nulla e questa mi sembra proprio – opinione personale – una di queste situazioni.
Tra l’altro è anche interessante notare che la USTA non ha intenzione di cercare accordi extragiuridici o patteggiamenti: segno che sono abbastanza sicuri delle loro ragioni e si sentono tutelati a sufficienza anche dal punto di vista dell’immagine, cosa inconsueta in america per un privato che denuncia una grossa società.

Come possa tu, dall’Italia, affermare con certezza che questa causa esca dal nulla non è dato saperlo. Io non affermo nemmeno il contrario, sia chiaro.

Mi spighi il senso di questo post? se una cosa puo’ essere vera o falsa e tu non esprimi OPINIONI riguardo ad alcuna opzione qual e’ il senso di questo post?
santo cielo non siamo davanti ad un giudice e non stiamo dando deposizioni giurate. si stanno esprimendo opinioni con cui e’ possibile essere in accordo od in disaccordo. secondo questa logica che senso avrebbe commentare una notizia?

19
Lucabigon 17-11-2015 16:01

Scritto da Tennisman
@ Buon Rob (#1490178)
Più che di una buca, parlerei di un gatto che attraversa la strada, in questo caso. Se poi si possa parlare di una Bouchard sfortunata o imbranata, non saprei: ma è difficile che tu denunci il comune perchè il gatto ti ha fatto fare incidente, no?
In ogni caso, non voglio certo fare il giudice, il giurista o il sapientone di legge. Però talvolta escono cause dal nulla e questa mi sembra proprio – opinione personale – una di queste situazioni.
Tra l’altro è anche interessante notare che la USTA non ha intenzione di cercare accordi extragiuridici o patteggiamenti: segno che sono abbastanza sicuri delle loro ragioni e si sentono tutelati a sufficienza anche dal punto di vista dell’immagine, cosa inconsueta in america per un privato che denuncia una grossa società.

Come possa tu, dall’Italia, affermare con certezza che questa causa esca dal nulla non è dato saperlo. Io non affermo nemmeno il contrario, sia chiaro.

18
Lucabigon 17-11-2015 16:00

Ma se nessuno di noi sa con certezza come sono andate le cose come vi potete lanciare, chi lo fa, in giudizi sulla fondatezza o meno della richiesta??? Se la Bouchard avrà o meno diritto ad un risarcimento lo stabilirà un giudice e nessuno di noi può affermare, da qui, che ne abbia diritto o no pena cadere nel ridicolo. Ciò che io ho affermato nella precedente discussione e che ripeto adesso è che, se la Bouchard ritiene che la caduta sia stata ragionevolmente provocata da un fatto (una negligenza o altro) dell’organizzazione, allora ha tutto il diritto di chiedere un risarcimento. Negare a priori tale diritto tacciandola di ridicolo vuol dire ignorare qualunque tipo di regole, vuol dire volere un mondo fatto di giungla e di caos.

Se la USTA ha colpe (e io non sto affatto affermando che le abbia) allora sarà giusto proporre la richiesta di risarcimento. Se la richiesta è infondata o basata sul nulla il giudica, spero, avrà buon gioco nel rigettarla. Qui non si stanno difendendo le richieste strumentali o assurde di cui è piena la vita di tutti i giorni. La Bouchard, come qualunque altra tennista di alto livello, guadagna mediamente parecchio ed è giusto che venga risarcita QUALORA a causa di un fatto altrui non possa più guadagnare o non possa farlo per un periodo più o meno lungo. Ma tutto ciò, ovviamente, deve essere dimostrato. Chiaro?

17
Tennisman (Guest) 17-11-2015 15:43

@ Buon Rob (#1490178)

Più che di una buca, parlerei di un gatto che attraversa la strada, in questo caso. Se poi si possa parlare di una Bouchard sfortunata o imbranata, non saprei: ma è difficile che tu denunci il comune perchè il gatto ti ha fatto fare incidente, no? :lol:

In ogni caso, non voglio certo fare il giudice, il giurista o il sapientone di legge. Però talvolta escono cause dal nulla e questa mi sembra proprio – opinione personale – una di queste situazioni.
Tra l’altro è anche interessante notare che la USTA non ha intenzione di cercare accordi extragiuridici o patteggiamenti: segno che sono abbastanza sicuri delle loro ragioni e si sentono tutelati a sufficienza anche dal punto di vista dell’immagine, cosa inconsueta in america per un privato che denuncia una grossa società.

16
cataflic (Guest) 17-11-2015 15:33

basta che la usta le dia un bell’ingaggio al prossimo torneo sul territorio e la chiudiamo lì, senza queste ridicolaggini giuridico-sanitarie.
Money, I need more money
Just a little more money
I said, I need more money
Yeah, yeah

Read more: Extreme – Money Lyrics | MetroLyrics

15
Kriss69forever 17-11-2015 14:44

@ livio (#1490164)

La proposta di togliere i punti all’Amministratore Delegato in caso non si possa ricostruire chi ha commesso un’infrazione con un’auto aziendale è effettivamente in discussione come legge in vari parlamenti/commissioni europee.

14
Kriss69forever 17-11-2015 14:41

Tutte le considerazioni sono giuste, ma nessun esempio è pertinente, semplicemente perché tutto ciò è avvenuto negli USA, dove si fa causa per qualsiasi cosa sulla spinta di avvocati che prendono il 33% di qualsiasi risarcimento.

13
bao.bab (Guest) 17-11-2015 14:41

Scritto da Buon Rob
Qua non è questione di entourage, ci sarà un giudice, deciderà lui/lei.
A me tutti quelli che giudicano così, senza sapere nulla della situazione, non solo spaventano ma mi fanno proprio pensare che alla gente piace parlare di cose che palesemente non conosce.
La volta scorsa che si parlò di questa vicenda, un tizio, autodefinitosi “un chimico”, disse che secondo lui ci sono troppe cause per risarcimento danni e che non bisognerebbe farne.
Con quale “autorità” lo scrisse, non fu dato saperlo.
Spero che oggi nessuno si lanci in simili considerazioni, a favore degli uni o degli altri.

Non scrissi assolutamente che non bisognasse fare cause per risarcimento danni: la famiglie di quelle oltre 3000 persone morte a causa per l’eternit avevano il sacrosanto diritto ad intentare causa a persone che pur sapendo i rischi per la salute di quel prodotto nulla fecero per la salute dei loro dipendenti.
Mi sono rotto le scatole degli sciacalli che intentano cause su vizi formali come se fosse possibile proceduralizzare la vita! sul manuale del forno a micro-onde devo leggere di non utilizzarlo per asciugare animali vivi, in hotel negli USA sulla cuffia da bagno c’era scritto “usare in una sola testa per volta”… vorrei tanto sapere chi ha spinto un avvocato a normare le cuffie da bagno (cit. “The Newsroom).
Il punto e’ che per gli studi notarili e’ molto piu’ remunerativo sia in termini economici che di marketing intentare cause ridicole come questa che non far valere i diritti dei poveracci (magari anche morti…).
L’ultima frase poi e’ geniale: che nessuno nessuno si lanci in simili considerazioni, a favore degli uni o degli altri… lo stesso allora lo dovresti pensare anche degli attentatori di Parigi, almeno finche’ un giudice non ne dichiari la colpevolezza in terzo grado di giudizio… o mi sbaglio?

12
magilla (Guest) 17-11-2015 14:13

Scritto da Buon Rob

Scritto da Tennisman
@ Angelo (#1490150)
Sinceramente non comprendo l’autogol, è stata la stessa Bouchard (e/o i suoi legali) ad accusare la USTA di averle provocato un crollo nel ranking (contesta 23 posizioni, se non ricordo male). Per il resto, di circa 500 professionisti tra ATP e WTA che hanno preso parte agli US Open lei è stata l’unica a lamentare buio costante nei corridoi o negligenze di sorta, tutte le lamentele degli altri vertevano sulla scarsa organizzazione dei campi e la logistica.
E poi, con tutto il rispetto, io non entro al buio e non accompagnato in stanze che non conosco con eventuale presenza di scalini. Qui la negligenza è più della Bouchard che del padrone di casa.

Che è un po’ come dire che se il conducente di un motorino cade a causa di una buca presente nella strada, non è colpa del Comune in quanto altri automobilisti/motociclisti sono transitati prima di lui senza farsi nulla.
E’ una tesi bizzarra, mi piacerebbe vedere qualcuno discuterla
“Signor Giudice, solo una tennista è caduta, quindi c’erano le condizioni di sicurezza”.
Io mi chiedo a cosa servano i Tribunali se abbiamo così tanti pseudo-giuristi su questo sito.

c’è un po’ di differenza tra i tuoi due esempi…..di una buca non te ne accorgi fin quando non la becchi…..che una stanza sia buia se non sei un po’ suonato dovresti accorgertene!

11
Buon Rob (Guest) 17-11-2015 12:31

Scritto da Tennisman
@ Angelo (#1490150)
Sinceramente non comprendo l’autogol, è stata la stessa Bouchard (e/o i suoi legali) ad accusare la USTA di averle provocato un crollo nel ranking (contesta 23 posizioni, se non ricordo male). Per il resto, di circa 500 professionisti tra ATP e WTA che hanno preso parte agli US Open lei è stata l’unica a lamentare buio costante nei corridoi o negligenze di sorta, tutte le lamentele degli altri vertevano sulla scarsa organizzazione dei campi e la logistica.
E poi, con tutto il rispetto, io non entro al buio e non accompagnato in stanze che non conosco con eventuale presenza di scalini. Qui la negligenza è più della Bouchard che del padrone di casa.

Che è un po’ come dire che se il conducente di un motorino cade a causa di una buca presente nella strada, non è colpa del Comune in quanto altri automobilisti/motociclisti sono transitati prima di lui senza farsi nulla.
E’ una tesi bizzarra, mi piacerebbe vedere qualcuno discuterla
“Signor Giudice, solo una tennista è caduta, quindi c’erano le condizioni di sicurezza”.
Io mi chiedo a cosa servano i Tribunali se abbiamo così tanti pseudo-giuristi su questo sito.

10
Buon Rob (Guest) 17-11-2015 12:21

@ livio (#1490164)

In soldoni stai affermando che l’INAIL è un ente inutile. Rimango profondamente perplesso. :???:

9
Tennisman (Guest) 17-11-2015 12:05

@ Angelo (#1490150)

Sinceramente non comprendo l’autogol, è stata la stessa Bouchard (e/o i suoi legali) ad accusare la USTA di averle provocato un crollo nel ranking (contesta 23 posizioni, se non ricordo male). Per il resto, di circa 500 professionisti tra ATP e WTA che hanno preso parte agli US Open lei è stata l’unica a lamentare buio costante nei corridoi o negligenze di sorta, tutte le lamentele degli altri vertevano sulla scarsa organizzazione dei campi e la logistica.

E poi, con tutto il rispetto, io non entro al buio e non accompagnato in stanze che non conosco con eventuale presenza di scalini. Qui la negligenza è più della Bouchard che del padrone di casa.

8
livio (Guest) 17-11-2015 11:50

Scritto da Angelo
Da tifoso della Bouchard dissi che eravamo 50/50 che lei ci aveva marciato un pochino ma ora posso dire che la USTA ci sta a sua volta marciando anche lei.
La USTA parla di crollo ranking ma la Bouchard non pretende punti ranking ma denaro sonante per il danno procurato che stabilirà un giudice.
Da una parte l’eventuale negligenza della USTA e dall’altra la superficialità di approccio alle strutture fisioterapiche della canadese.
Una cosa la posso dire parlare di crollo ranking è ridicolo quando la causa verte su una commozione cerebrale; è autogol da parte della USTA.

Guarda che non sei bene informato.
L’entità del risarcimento chiesto dalla Bouchard è calcolata (dai suoi avvocati) su un ipotetico crollo nel ranking dovuto alla mancata partecipazione ai tornei successivi alla commozione cerebrale. E questo calcolo è basato su risultati assolutamente non in linea con quelli ottenuti precedentemente nel corso della stagione dalla Bouchard stessa, ma sul suo ranking precedente. Praticamente il ragionamento è stato: poiché è n.24 (cito approssimativamente la sua classifica) avrebbe vinto sicuramente tutti gli incontri con giocatrici inferiori nel ranking (cosa assurda), e quindi risarcite tutto il mancato guadagno di queste (più che ipotetiche) vittorie, Quindi la risposta della USTA si riferisce a quello, ed è perfettamente pertinente.
sul merito della questione mi ero già espresso, che sia coinvolta la Bouchard oppure no non mi interessa, queste richieste di risarcimento a me paiono ridicole, strumentali ed estremamente forzose. Ho citato il caso di una mia conoscente che è caduta dalle scale della Metropolitana mentre correva perché era in ritardo per andare al lavoro (chissà di chi era la colpa del ritardo) e si è storta una caviglia, e ha chiesto il risarcimento non all’ATM (che sarebbe già abbastanza assurdo), ma alla sua ditta perché si stava recando al lavoro! E’ come se partissi in ritardo da casa con la macchina, provocassi un incidente perché corro e guido in modo spericolato per recuperare, e i danni li pagasse la ditta… e già che ci siamo togliamo i punti dalla patente dell’Amministratore Delegato!

7
paoli (Guest) 17-11-2015 11:50

come al solito la verità sta nel mezzo….concordo con l’intervento precedente di angelo

6
Buon Rob (Guest) 17-11-2015 11:49

Qua non è questione di entourage, ci sarà un giudice, deciderà lui/lei.
A me tutti quelli che giudicano così, senza sapere nulla della situazione, non solo spaventano ma mi fanno proprio pensare che alla gente piace parlare di cose che palesemente non conosce.
La volta scorsa che si parlò di questa vicenda, un tizio, autodefinitosi “un chimico”, disse che secondo lui ci sono troppe cause per risarcimento danni e che non bisognerebbe farne.
Con quale “autorità” lo scrisse, non fu dato saperlo.
Spero che oggi nessuno si lanci in simili considerazioni, a favore degli uni o degli altri.

5
Angelo 17-11-2015 11:43

Prima che mi ammazziate Celsius chiedo venia. :oops:

4
Angelo 17-11-2015 11:36

Voglio raccontare ciò che accadde a me nell’ultima domenica di giugno 2007. :wink:
A Lecce vi erano tra i 40° e i 44° celcius si moriva di caldo ed io a causa di un forte crollo pressorio e disitratazione finì in ospedale con flebo e checkup totale, dopo circa 2 ore mi dimisero. :lol:
Un paio di giorni dopo chiamammo il medico perchè sentivo piccolissimi mal di testa; 2 settimane di integratori e andò meglio. :grin: Passate le 2 settimane stetti male per circa altre 6 settimane ma non dissi nulla a nessuno e non presi nulla. Mi alzavo la mattina e dopo 20 minuti mi sentivo al 97% 98% perfetto ma quel 2% o 3% mancante mi faceva stare male e dovevo stare un pochino a letto. :wink:
Poi a metà agosto il fisico regolò da solo la pressione corporea e sono arrivato fino ad oggi in perfetta forma. :grin:
Cosa volgio dire?. :idea:
Immagginate cosa possa essere una commozione cerebrale io non ci voglio nemmeno pensare. :idea:
Il punto non è se la Bouchard ha torto o ragione ripeto lo stabilirà un giudice ma di certo per recuperare se stessa al 100% dovranno passare mesi perchè piaccia o non piaccia dopo lo USOpen ha giocato 1 match dove si è ritirata per vertigini e mal di testa e il ranking gia bruttino è definitivamente crollato. :cry:

3
Angelo 17-11-2015 11:23

Da tifoso della Bouchard dissi che eravamo 50/50 che lei ci aveva marciato un pochino ma ora posso dire che la USTA ci sta a sua volta marciando anche lei. :idea:
La USTA parla di crollo ranking ma la Bouchard non pretende punti ranking ma denaro sonante per il danno procurato che stabilirà un giudice.
Da una parte l’eventuale negligenza della USTA e dall’altra la superficialità di approccio alle strutture fisioterapiche della canadese. :idea:
Una cosa la posso dire parlare di crollo ranking è ridicolo quando la causa verte su una commozione cerebrale; è autogol da parte della USTA. :idea:

2
Haas78 (Guest) 17-11-2015 10:56

Stiam a vedere cosa risponderà l’entourage della tennista

1

Lascia un commento