Il torneo di Brescia Challenger, Copertina

Brescia riparte da Andreas Seppi

06/10/2015 16:24 6 commenti
Andreas Seppi classe 1984, n.25 del mondo
Andreas Seppi classe 1984, n.25 del mondo

Tante novità per la seconda edizione del challenger lombardo, in programma dal 14 al 21 novembre: unica sede per tutto il torneo, finale al sabato e collaborazioni di prestigio. La stella sarà Andreas Seppi: il numero 1 italiano chiuderà al San Filippo la stagione in cui ha battuto Roger Federer. Previsto un grande campo di partecipazione.

Messa in archivio la prima edizione, vinta dall’ucraino Illya Marchenko, il Trofeo Città di Brescia riparte e rilancia. Ambizioni importanti, un parco giocatori di primo livello e alcune partnership di prestigio sono gli ingredienti per consolidare un ruolo già importante nel panorama nazionale e internazionale. Sono tante le novità dell’edizione 2015, in programma dal 14 al 21 novembre. La finale è stata anticipata di un giorno, in modo da concentrare ancora di più gli incontri e garantire ai giocatori una conclusione anticipata della stagione. Per molti, infatti, il torneo bresciano sarà l’ultimo impegno del 2015. La giornata di mercoledì si annuncia straordinaria, con tutti gli ottavi di finale radunati in una sola giornata. C’è poi un’ottima notizia riguardante la logistica: mentre l’anno scorso si giocava tra il Centro Sportivo San Filippo e il Club Rigamonti, quest’anno tutto il torneo si giocherà in un’unica sede: oltre al palazzetto, nell’area del San Filippo sono stati ricavati altri due campi che garantiranno una logistica invidiabile, non così comune per i tornei challenger al coperto.

Grande campo di partecipazione: la star indiscussa sarà il numero 1 azzurro Andreas Seppi, che proprio a Brescia chiuderà una stagione molto positiva, suggellata dalla clamorosa vittoria su Roger Federer all’Australian Open, senza dimenticare la finale ad Halle e gli ottavi a Wimbledon. Seppi è particolarmente legato a Brescia, poiché il suo storico sponsor di racchette (Pro Kennex) ha la filiale italiana proprio in città. Tra l’altro, sono pochissimi i challenger a vantare la presenza di un top-50 ATP. Ci sono ottime possibilità affinché torni Dustin Brown, giocatore più seguito nella prima edizione. Il simpatico tedesco di origine giamaicana, con i suoi lunghi capelli rasta e un tennis ad alto tasso spettacolare, è rapidamente diventato il beniamino dei bresciani anche se la sua avventura era terminata in semifinale. Ad ogni modo, resta suo il match più bello della passata edizione, la vittoria nei quarti contro Viktor Troicki. Quest’anno “Dreddy” ha scritto un pezzo di storia del nostro sport battendo Rafael Nadal a Wimbledon. In attesa dell’entry list ufficiale, prevista a tre settimane dall’evento, gli organizzatori sono al lavoro per assicurare altri giocatori di ottimo livello, pescando sia tra gli stranieri che tra i giovani italiani di prospettiva. Per fortuna, questi ultimi sono parecchi.

Nel weekend finale, Brescia non sarà l’unico evento tennistico in Italia: il 20-22 novembre, infatti, Verona e Modena ospiteranno la “Grande Sfida 4”, maxi-esibizione con quattro leggende del passato: John McEnroe, Mats Wilander, Yannick Noah ed Henri Leconte. E’ stata realizzata una partnership a beneficio degli appassionati che vorranno assistere a entrambi gli eventi. Ecco le agevolazioni previste:

Chiunque acquisterà un biglietto della Grande Sfida riceverà un voucher per il ritiro di un biglietto gratuito per il Trofeo Città di Brescia, valido per la gradinata non numerata in un giorno a scelta tra il 14 e il 19 novembre (ad esclusione di semifinali e finale).

Chiunque acquisterà un abbonamento settimanale per il Trofeo Città di Brescia avrà diritto a uno sconto del 30% su un biglietto della Grande Sfida.

Venerdì 20 novembre si giocheranno sia le semifinali bresciane che la tappa veronese de “La Grande Sfida”: i match saranno programmati in modo tale da consentire agli appassionati di assistere ad entrambi gli eventi


TAG: , , ,

6 commenti

Bomber17 (Guest) 07-10-2015 14:06

Io sono stato al Challenger a Brescia lo scorso anno a vedere i primi due turni. Purtroppo dal momento che l’ingresso non è gratuito i tifosi erano davvero pochissimi e non è una bella cosa. Specie se facciamo un paragone con il vicino Challenger di Bergamo (che si disputa a Febbraio) dove, essendo l’ingresso gratis, le tribune sono gremite già dal lunedì

6
adecor 07-10-2015 07:15

Scritto da roberto
quindi seppi chiudera la stagione con ortisei e brescia? potrebbe giocare anche cortina allora!
conoscete altri top 30 anzi top 50 che si programmano in.questo modo?
a me sembra assurdo..

Io credo che faccia bene, Ortisei è praticamente a casa sua e ci tiene a giocare davanti al suo pubblico e Brescia è nella città sede italiana del suo sponsor di racchette quindi avrà molti amici lì. Poi giocatori come lui o Fognini non giocano mai in Italia eccetto gli Internazionali d’Italia che tra l’altro quest’anno Seppi non ha giocato e la Coppa Davis che quest’anno è stata sempre in trasferta. Almeno i tifosi italiani hanno la possibilità di vederlo dal vivo.

5
roberto (Guest) 07-10-2015 01:38

quindi seppi chiudera la stagione con ortisei e brescia? potrebbe giocare anche cortina allora!
conoscete altri top 30 anzi top 50 che si programmano in.questo modo?
a me sembra assurdo..

4
fabio (Guest) 06-10-2015 18:47

bene molto interessante.

3
santuzzo (Guest) 06-10-2015 18:43

povero seppi che deve fa pè campà

2
Hegel10 (Guest) 06-10-2015 16:39

Ha fatto terzo turno a Wimbledon, non ottavi 🙂

1