Vinci ai quarti Copertina, WTA

WTA Wuhan: Bellissima vittoria di Roberta Vinci che elimina Petra Kvitova in due set ed approda ai quarti di finale

30/09/2015 10:46 108 commenti
Roberta Vinci, 32 anni, Nr. 18 Wta
Roberta Vinci, 32 anni, Nr. 18 Wta

Ottavi di finale vittoriosi per Roberta Vinci nel torneo WTA Premier di Wuhan ($2.513.000, cemento).

La tennista pugliese ha superato la ceca Kvitova (25 anni, Nr. 4 Wta) con il punteggio di 7-6(3) 6-2 dopo un’ora e 30 minuti di gioco.

Affronterà ora Karolina Pliskova.

Altra bella prestazione di Roberta Vinci; la tennista pugliese ha lasciato sfogare inizialmente la temibile avversaria, salvo poi ritornare in partita in maniera letale. E’ da notare come Roberta sembra aver trovato la propria dimensione e consapevolezza delle proprie forze e del fatto che il suo tennis sia vincente. Affronterà ora un quarto di finale non semplice ma, arrivati a questo punto della stagione, sono le sue avversarie a doversi preoccupare!

Primo set: fa tutto Petra Kvitova. Parte fortissimo, trovando angoli impossibili e mettendo in seria difficoltà la Vinci; Roberta dal canto suo non riesce a trovare soluzioni e incide poco, principalmente con il rovescio. E’ così che la forte ceca fa suoi i primi quattro giochi, andando a condurre 4-0 con un doppio break.
Petra fa, Petra disfa. Tanto precisa e ingiocabile all’inizio quanto fallosa e pasticciona nei giochi seguenti; la Kvitova sembra infatti incepparsi, regalando gratuiti su gratuiti a Roberta e autoannullandosi due palle break nel sesto gioco. E’ così che si gira sul 4-4 Kvitova dopo 30 minuti di partita.
Le tenniste si riassestano al servizio, i mancini della ceca non fanno più paura e Roberta sembra aver trovato i giusti antidoti, spingendo quando ce n’è l’occasione e lasciando sbagliare la Kvitova, lontana dallo smalto dei giochi iniziali. Si giunge così al tiebreak per decidere il primo parziale.
Qui c’è equilibrio solo sino al 3-3, poi, risposte precise e potenti di Roberta, errori della Kvitova e il solito gioco pulito e semplice della Vinci, permettono alla tennista tarantina di far suo il set dopo 56 minuti di gioco.

Secondo set: bene Roberta, più passano i game meglio gioca. Nel secondo parziale la tennista tarantina unisce bene l’utile al dilettevole: ne escono discese a rete, colpi di rovescio giocati divinamente e spettacolari passanti. La verve agonistica di inizio incontro della ceca sembra essersi sopita ma la Kvitova è una campionessa ed è sempre pericolosa: è così che Roberta si ritrova a dover annullare due palle break nel quinto gioco, la cui conquista si rivelerà fondamentale.
Nel game successivo, infatti, l’ennesimo passante di Roberta le permette di conquistare il meritato break e di passare a condurre 4-2.
I due giochi finale servono solo per sancire il successo della Vinci, che chiude dopo due rovesci sbagliati della Kvitova per 6-2 dopo un’ora e mezza di tennis.

La partita punto per punto

WTA Wuhan
Petra Kvitova [3]
6
2
Roberta Vinci [15]
7
6
Vincitore: R. VINCI

P. Kvitova CZE – R. Vinci ITA
01:30:16
28 Vincenti 12
39 Gratuiti 16

1 Aces 2
3 Double Faults 3
66% 1st Serve % 59%
22/42 (52%) 1st Serve Points Won 24/42 (57%)
11/22 (50%) 2nd Serve Points Won 19/29 (66%)
2/6 (33%) Break Points Saved 5/7 (71%)
10 Service Games Played 10
18/42 (43%) 1st Return Points Won 20/42 (48%)
10/29 (34%) 2nd Return Points Won 11/22 (50%)
2/7 (29%) Break Points Won 4/6 (67%)
10 Return Games Played 10
33/64 (52%) Total Service Points Won 43/71 (61%)
28/71 (39%) Total Return Points Won 31/64 (48%)
61/135 (45%) Total Points Won 74/135 (55%)

4 Ranking 18
25 Age 32
Bilovec, Czech Republic Birthplace Taranto, Italy
Monte Carlo, Monaco Residence Taranto, Italy
6′ (1.82 m) Height 5′ 4″ (1.63 m)
154 lbs. (70 kg) Weight 132 lbs. (60 kg)
Left-Handed Plays Right-Handed
Pro (2006) Turned Pro Pro (1999)
34/11 Year to Date Win/Loss 26/21
3 Year to Date Titles 0
17 Career Titles 9
$19,205,900 Career Prize Money $9,807,605


Davide Sala


TAG: , , ,

108 commenti. Lasciane uno!

Sandro G. 01-10-2015 02:12

Scritto da Tafanus

Scritto da Sandro G.
@ Andrea not Petkovic (#1461035)
una Petra non informa però…. reduce ancora dalla Mono-Nucleosi.. detto cio io trovo questa vittoria della Vinci normale amministrazione… non c’è da stupirsi perché sarebbe come dire : wow ma davvero Roberta ha fatto questo in realtà lei è sempre stata una brava giocatrice , purtroppo non è facile allenarsi in Italia una nazione che al livello femminile come sport è per certi aspetti ancora agli 50 c’è ne voluto del tempo prima che ste ragazza venissero spronate ed incentivate… l’ospitata in TV ha un valore povero se poi come federazione non siam bravi a coltivare talenti… la Vinci è stata brava a trovare un’allenatore paziente ed importante per la sua crescita tennistica… aver battuto Serena deve averle dato quella sicurezza tale da poter pensare di battere chiunque grande – forza

Veramente non credo che Roberta avesse bisogno della splendida vittoria su Serena Williams, per capire di poter competere con chiunque… A partire dal 2006, ha preso gli scalpi di Patty Schnyder, Lyskina, Pennetta, Ivanovic (6/0 6/0, l’unico preso in carriera dalla serba), Errani, Stosur Jankovic, due volte ciascuna Kuznetsova, Radwanska, Kerber, tre volte la Wozniacki e Kvitova, quattro volte la Petrova quando era la Petrova…

scusa stai forse dicendo che è scarsa o lo è sempre stata? io ho detto che se si è sempre saputo lei fosse una brava tennista.. ora dopo la vittoria su Serena penso l’abbia capito anche lei tutto qui! non è che prima non sapesse come vincere eh 🙄 semplicemente non era ancora pronta – adesso invece si anche perché verso i 30 inizi ad acquisire maggiore maturità o almeno così dovrebbe essere …

108
Tafanus 30-09-2015 23:13

Scritto da Sandro G.
@ Andrea not Petkovic (#1461035)
una Petra non informa però…. reduce ancora dalla Mono-Nucleosi.. detto cio io trovo questa vittoria della Vinci normale amministrazione… non c’è da stupirsi perché sarebbe come dire : wow ma davvero Roberta ha fatto questo in realtà lei è sempre stata una brava giocatrice , purtroppo non è facile allenarsi in Italia una nazione che al livello femminile come sport è per certi aspetti ancora agli 50 c’è ne voluto del tempo prima che ste ragazza venissero spronate ed incentivate… l’ospitata in TV ha un valore povero se poi come federazione non siam bravi a coltivare talenti… la Vinci è stata brava a trovare un’allenatore paziente ed importante per la sua crescita tennistica… aver battuto Serena deve averle dato quella sicurezza tale da poter pensare di battere chiunque grande – forza

Veramente non credo che Roberta avesse bisogno della splendida vittoria su Serena Williams, per capire di poter competere con chiunque… A partire dal 2006, ha preso gli scalpi di Patty Schnyder, Lyskina, Pennetta, Ivanovic (6/0 6/0, l’unico preso in carriera dalla serba), Errani, Stosur Jankovic, due volte ciascuna Kuznetsova, Radwanska, Kerber, tre volte la Wozniacki e Kvitova, quattro volte la Petrova quando era la Petrova…

107
antonios 30-09-2015 22:31

Roberta ha dimostrato di essere una grande giocatrice anche nel saper gestire mentalmente il dopo New York. Non era facile: doveva elaborare una grande vittoria, contro la Williams ma anche, nello stesso tempo, la delusione della finale, l’occasione della vita sfumata, sia pure per mano di un’amica. Praticamente una tempesta emotiva, altre si sarebbero perse. Ed invece, dimostrando risorse psichiche fuori dalka media, è riuscita in 2 settimane a ritrovare concentrazione, motivazione ed un grande obiettivo ovvero quello di entrare in top ten. Con la Pliskova penso possa farcela, anche perché la ceca ha un gioco prevedibile, è più lenta di testa e di fisico rispetto a Roberta ed esce da un periodo di appannamento. Forza Roby!

106
Lupen (Guest) 30-09-2015 22:13

Roberta deve cavalcare piu’ possibile questo momento (come per’altro dovrebbe fare anche Flavia) perche’ l’autostima a mille che hanno queste due dovrebbe essere sfruttata anche in ottica Rio !

105
Lupen (Guest) 30-09-2015 21:59

Scritto da brizz

Scritto da vecchiogiovi

Scritto da Lupen

Scritto da Vecchiogiovi
Vorrei segnalare un aspetto: le nostre durano da anni al vertice, perche’ giocano bene. Chi si basa soprattutto su atletismo, dura meno. Chi critica le nostre deve tenere conto del fatto che sono donne, non superdonne, come le Wiliams, Azarenka, Kvitova, e anche le Halep, Kerber, Lisiki, sono molto muscolate, forse troppo. Se emergono ora, non e’ per Fortuna per carenze occasionali, ma per logico logorio. Grandissime le nostre.

Comunque godiamoci questo periodo e speriamo in un ricambio generazionale, non come lo sci dai tempi della valanga azzurra (Theni, Cross etc…), poi il buio a parte Tomba !!

hai saltato una marea di campioni dello sci… non ci sono solo i fenomeni.

in effetti ci sono stati tanti sciatori azzurri che hanno vinto gare di CDM

Si ho dimenticato buoni atleti, ma nessuno ha fatto la storia, anche se per noi quello che Hanno fatto Vinci e Penetta sara’ ricordato a vita !!!

104
Sandro G. 30-09-2015 20:39

@ Andrea not Petkovic (#1461035)

una Petra non informa però…. reduce ancora dalla Mono-Nucleosi.. detto cio io trovo questa vittoria della Vinci normale amministrazione… non c’è da stupirsi perché sarebbe come dire : wow ma davvero Roberta ha fatto questo 😯 in realtà lei è sempre stata una brava giocatrice , purtroppo non è facile allenarsi in Italia una nazione che al livello femminile come sport è per certi aspetti ancora agli 50 🙄 c’è ne voluto del tempo prima che ste ragazza venissero spronate ed incentivate… l’ospitata in TV ha un valore povero se poi come federazione non siam bravi a coltivare talenti… la Vinci è stata brava a trovare un’allenatore paziente ed importante per la sua crescita tennistica… aver battuto Serena deve averle dato quella sicurezza tale da poter pensare di battere chiunque 😀 grande – forza 😉

103
brizz 30-09-2015 20:39

Scritto da vecchiogiovi

Scritto da Lupen

Scritto da Vecchiogiovi
Vorrei segnalare un aspetto: le nostre durano da anni al vertice, perche’ giocano bene. Chi si basa soprattutto su atletismo, dura meno. Chi critica le nostre deve tenere conto del fatto che sono donne, non superdonne, come le Wiliams, Azarenka, Kvitova, e anche le Halep, Kerber, Lisiki, sono molto muscolate, forse troppo. Se emergono ora, non e’ per Fortuna per carenze occasionali, ma per logico logorio. Grandissime le nostre.

Comunque godiamoci questo periodo e speriamo in un ricambio generazionale, non come lo sci dai tempi della valanga azzurra (Theni, Cross etc…), poi il buio a parte Tomba !!

hai saltato una marea di campioni dello sci… non ci sono solo i fenomeni.

in effetti ci sono stati tanti sciatori azzurri che hanno vinto gare di CDM

102
stardust (Guest) 30-09-2015 19:57

E si, la separazione da Errani ha dato frutti insperati.

Basta doppio,concentrati solo sul singolo.

101