WTA Premier Eastbourne Copertina, WTA

WTA Eastbourne: Camila Giorgi eliminata al secondo turno. L’azzurra non sfrutta un match point nel secondo set

23/06/2015 21:42 126 commenti
Camila Giorgi classe 1991, n.32 del mondo
Camila Giorgi classe 1991, n.32 del mondo

Camila Giorgi dopo il primo successo in carriera raccolto sull’erba di ‘s-Hertogenbosch la scorsa settimana, si arrende al secondo turno al torneo Wta di Eastbourne.

La giocatrice di Macerata è stata sconfitta dalla giovane giocatrice russa Daria Gavrilova, classe 1994, n.41 WTA, in forte ascesa dopo le buone prove in questa prima parte di stagione.

Camila Giorgi è stata superata dopo quasi due ore e mezzo di gioco con il punteggio 3-6 7-6(6) 6-3. Per l’azzurra c’è il rammarico di non aver sfruttato alcune importanti occasioni nel corso del secondo parziale, come la palla break nel nono gioco, il minibreak di vantaggio sul 5-3 in proprio favore nel tiebreak, così come il match point sul 6-5, anche se a sfavore di servizio.

Primo set: Camila avanti per 2 a 0, cedeva il turno di battuta nel terzo game (a 15), commettendo tre doppi falli.
Nel gioco successivo si riprendeva il break di vantaggio, che conservava fino alla fine del parziale, senza concedere palle break.

Secondo set: Il set cominciava male per la Giorgi, che andava subito sotto di un break. L’azzurra recuperava il break nell’ottavo gioco, ai vantaggi, dopo non aver concretizzato tre occasioni consecutive (0-40).
Sul 4 pari, l’azzurra mancava una fondamentale palla break che, se concretizzata, l’avrebbe mandata a servire per vincere l’incontro.
Al tiebreak, la Giorgi andava sotto per 0 a 2 ma successivamente recuperava lo svantaggio e si portava sul 5 a 3, ma la russa recuperava il minibreak e impattava sul 5-5.
L’epilogo del tiebreak vedeva Camila procurarsi una palla match (6-5), ma la Gavrilova sul proprio servizio era brava a mantenere il sangue freddo annullandola, quindi si portava sul 6-7 e, infine, conquistava il minibreak decisivo che segnava la fine del secondo parziale.

Terzo set: Camila Giorgi subiva un break nel primo gioco in apertura (a 30) e un altro ancora nel quinto game, con la russa che quindi si issava sul 5-1 in proprio favore. L’azzurra tentava la rimonta accorciando le distanze portandosi sul 3-5, tenendo prima il proprio turno di battuta e quindi strappando a zero quello dell’avversaria.
La Giorgi però cedeva nuovamente la battuta, dopo aver salvato un match point sul 30-40, non riusciva a difendere la seconda. La Gavrilova chiudeva la rimonta e portava a casa partita e match con il risultato finale di 6-3.

La partita punto per punto

WTA Eastbourne
Daria Gavrilova
3
7
6
Camila Giorgi
6
6
3
Vincitore: D. GAVRILOVA


TAG: , , ,

126 commenti. Lasciane uno!

fabio82 (Guest) 25-06-2015 11:02

Il problema della giorgi non sono i doppi falli, ma le risposte al servizio! Anadate a vedere quante volte sbaglia o anche se risponde poi si trova troppo dentro il campo e vulnerabile al colpo successivo dell’avversaria.

Se rispondesse stando più indietro senza cercare la risposta vincente e aggressiva, dato che sugli scambi da fondo è nettamente superiore a quasi tutte, vincerebbe molti break e con essi le partite.

126
atom (Guest) 24-06-2015 23:00

@ Paolo (#1379900)

Scusa ma mi sembra fuori luogo fare un parallelo tra Giorgi ed Errani conteggiando addirittura i giochi vinti dalle due contro la Gavrilova. A parte che secondo tutte le premesse cioè una Giorgi potenziale top ten, ritenuta fortissima sull’erba e una Errani che sono tre anni che non vince ed è l’unica al mondo che ha preso un Golden set, sarebbe un incontro da 6262…..Ma certi paragoni sono improponibili. La verità è che entrambe hanno perso da una tennista che era stata eliminata in qualifica…..anche se per consolarci diciamo che fra poco sarà top ten. La sconfitta della Errani ci sta ed è accettabile…..La Giorgi, astro in ascesa che vuol vincere Wimbledon,ha veramente deluso. L’ho definita in altre sedi un diamante grezzo che non si riesce o non si vuole ripulire e proseguendo su questa strada ho dubbi che in futuro possa brillare come potrebbe.

125
Paolo (Guest) 24-06-2015 20:56

Cari signori supercompetenti intenditori…. di tennis (parlato prima che giocato) si è appena concluso l’incontro fra la “solidissima” nostra numero 1 (che a dire dei medesimi non è da trentesimo posto e soprattutto è stata top ten e si aggira fra il 15mo e 25mo posto da tempo) e la stessa Gavrilova che ha vinto strafaticando con la Giorgi. Ecco il punteggio 6/1- 5/7- 6/2… ovviamente a favore della “scarsissima” Gavrilova.
Se come hanno sostenuto sin dall’inizio da alcuni sapientoni …”la Giorgi non vale più del trentesimo posto” perchè non si può perdere con una Gavrilova qualunque (dimenticando che la piccola russa naturalizzata australiana aveva già vinto anche di recente con qualche top ten, come la SARAPHOVA ed è in Forte e Costante crescita) specie facendo così tanti df (nell’occasione) vorrei sapere che cosa dobbiamo dire del meraviglioso risultsto conseguito dalla Errani giocando contro la stessa avversaria apparsa in diversi momenti sin troppo distante dal campo al punto da svegliarsi nel secondo set solo quando si trovava sotto per 5/1 e riuscendo a perderlo per 7/5 per fortuna della nostra Errani. E Siccome poi ci sono quelli che sostengono che quel che contano sono i risultati, proviamo a confrontarli nello specifico.
La Giorgi perde con la Gavrilova giocandosela sino all’ultimo ed avendo almeno in un paio di occasioni la possibilità di vincere il match. Il risultato finale che dimostrerebbe lo scarso valore della Giorgi, è stato di 16 game a favore della Gavrilova e 15 a favore della “scadentissima” Giorgi. Il match giocato oggi invece dalla STESSA Gavrilova contro la Errani (che a mio avviso ha cmq giocato peggio che contro la Giorgi) l’ha vista vincere per 17 game contro soli 10 della Errani….e scusate se la cosa infastidisce i superfans della Errani, ma visto che sono gli stessi che poi parlano di numeri e classifiche, una piccola meditazione la dovrebbero pur fare o no?
Tutto questo senza considerare fattori più specificamente tecnici e di potenzialità atletiche…..
Quanto al fatto che la Giorgi perda alcune sue partite soprattutto per i doppi falli che commette, posso anche essere d’accordo, ma quando ne commette pochi per incontro (come sta capitando sempre più spesso da qualche incontro a questa parte) allora sono DOLORI per tutte, anche perchè la Giorgi a quel punto, si galvanizza e gioca meglio tutti gli altri suoi colpi.
E poi se qualcuno deve insegnare a battere meglio e con più continuità alla Giorgi, alla Errani parimenti dobbiamo solo insegnare a battere con più continuità oppure dobbiamo radicalmente insegnare l’intero movimento della battuta, visto che fa un movimento in due o tre tempi che nemmeno più le ragazzine di 10-12 anni fanno più tanto per imparare a battere in qualche modo….
A me piace il cuore e la combattività della Errani straordinariamente superiori alla sua tecnica ed al suo fisico e sinceramente credo che sia arrivato a conseguire risultati di gran lunga superiori rispetto a quanto ci si possa ONESTAMENTE aspettare da una giocatrice coi suoi limiti tecnici e fisici, ma detto questo nei prossimi anni o avremo una grande Giorgi a darci qualche importante soddisfazione oppure continueremo ad avere delle discrete giocatrici che ogni tanto otterranno qualche successo di prestigio ma nulla di più, specie ora che la Pennetta mostra forti segni di stanchezza e non è più giovanissima, ed è un grosso peccato perchè i suoi fondamentali tennistici sono pressochè perfetti oltre ad essere dotata di grande intuito ed intelligenza (non solo tennistica)…
E poi c’è una certa KNAP… italiana di Bolzano quasi Romana, che ha un solo limite….la sua stazza e peso…. ma ha forza di carattere e ha degli ottimi fondamentali, non giocando la propria battuta “ad handicap”…. anzi….

124
Jhon (Guest) 24-06-2015 20:18

Scritto da DYLAN1998

Scritto da pazzodicamila
Ohhhh!! Ha perso una partita punto a punto contro un’ ottima giocatrice, reduce negli ultimi mesi da vittorie contro avversarie ben piu’ quotate di Camila. Vero che sull’ erba ha fatto poco, ma e’ ancor piu’ vero che non ci ha proprio giocato ancora a questi livelli essendo al primo anno nel circuito maggiore. A me spiace solo per il mp a favore non sfruttato, ma e’ il tennis.

Finalmente.
Qua sembra che la Giorgi abbia ormai l’obbligo di vincere sempre e comunque. Se perde non è continua.
L’unica continua nel mondo WTA è Serena William. E BASTA.

In perfetta sintonia :wink:

123
Morotep (Guest) 24-06-2015 19:16

@ Fabio P. (#1378919)

Ahahah ;)

122
atom (Guest) 24-06-2015 16:14

Sento dire da qualche competente del tennis che i df di Camila sono ininfluenti. Roba da non credere. Si sostiene ne ha fatti 6 il primo set e lo ha vinto e 2 il terzo e lo ha perso. Ma che valutazioni sono? E’ chiaro che se fai tre df in un game e lo vinci sono ininfluenti a parte le energie in più spese, ma se ne fai 2 una su palla break ed uno su MP sono determinanti. La verità è che Camila fa di media più di 10 df a incontro e non sa tirare una seconda più sicura e lavorata perché non le viene insegnato. Con queste cifre cioè più di 10 df ad incontro resterà sempre una giocatrice da 30 posto in giù. Non per niente il primo torneo lo ha vinto quando ha diminuito i df e ha rischiato grosso quanto ne ha fatte a caterve. Sono convinto che se ieri invece di 13 df ne avesse fatti meno di 5 avrebbe vinto. Ma non sono un competente di tennis…

121
DYLAN1998 24-06-2015 16:10

Scritto da pinkfloyd
A volte capita alle LL di avere questo destino: non passare le quali e poi ritrovarsi a vincere partite nel main draw.
La vivace Gavrilova (definiamola così) ha avuto proprio il merito di sfruttare questa occasione, di capitalizzare questa insperata chance.
Non avendo visto la partita, difficile scrivere qualcosa di più.
Certo l’andamento parrebbe altalenante, caratteristica probabilmente di entrambe.
La vivace Gavrilova che zompetta e non molla mai, impreca e sbraita ed esulta, e la tranquilla Giorgi che non riesce a chiudere, ci va vicina ma non ce la fa.
Qualche bella partita l’ha vinta, Camila, su erba.
Il momento è stato positivo, un primo torneo vinto e maggiore consapevolezza.
Poi il tennis continua, è una ruota che gira per tutto l’anno, per tutte.
E c’è sempre un prossimo torneo che arriva.
Si ricomincia, tutti hanno la possibilità di resettare e ripartire.

120
pazzodicamila 24-06-2015 15:59

Quasi 120 commenti per una partita non vista!
mah!

119
tommaso (Guest) 24-06-2015 15:30

Scritto da DYLAN1998

Scritto da yuk yuk
@ DYLAN1998 (#1378724)
infatti non discuto gli exploit, discuto la continuità ,che è il fondamento di ogni grande atleta, oltre che la solidità e la tenuta emotiva. Singole prestazioni danno la misura del talento indiscusso, ma potrei controbattere dicendoti che ha anche perso match con giocatrici modestissime, e questo non vuol dire che è una nullità, come bsttere qualche top ten occasionalmente non vuol dire che è o sarà una campionessa.
E’ brava, mi piace, ma ne riconosco i limiti, che non sono certo siano superabili.

Ma per “continuità” cosa intendete?
Per alcuni tornei?
Per tutto l’anno?
Tecnicamente è una campionessa. Da Domenica 14 Giugno.
Ma poi state parlando di una sconfitta arrivata dopo sei vittorie e, soprattutto, da DARIA GRAVILOVA.
DARIA GRAVILOVA HA BATTUTO LA SHARAPOVA.

Ma se c’è chi la critica anche quando perde da Serena Williams, cosa pretendi? :roll:

118
Luca_nl 24-06-2015 14:47

@ Net (#1378746)

Peccato che insisti, comunque il problema è solo tuo, se ritieni che dare genericamente dell’avvoltoio agli altri utenti che non rientrano nel tuo standard di pensiero, sia una cosa onesta, rispettosa ed educata, continua pure, altro non posso dirti.
Buona giornata.

117
Luca_nl 24-06-2015 14:42

@ pinkfloyd (#1378873)

Comunque vanno analizzate anche le sconfitte e Daria nelle qualificazioni è stata sconfitta si nel conto dei set, ma ai punti quel match l’ha vinto 111 a 105, ossia di ben 6 punti, ieri contro Camila ha vinto di soli 3 punti.
Per cui non credo sia stata una sorpresa, diciamo che Daria nelle qualifiche è stata un pò sfortunata, mentre ieri avendo annullato un match point si è ripresa la sfortuna di tre giorni prima.

116
Fabio P. (Guest) 24-06-2015 12:25

Scritto da Morotep
@ Fabio P. (#1378763)
Io i commenti li ho letti e ho risposto. Ho qualche dubbio che invece tu abbia letto i miei… mi scuso se scrivo troppo… adesso scrivo meno. Anzi uso anche solo l’infinto così riesci a capire pure te ok?

Sicuramente mi aiutare, grazie.

115
Morotep (Guest) 24-06-2015 12:11

@ DYLAN1998 (#1378847)

Ma adesso non posso analizzare bene i risultati di Bouchard & Co. Appena posso mi ci metto. Sicuramente qualche exploit (di quelli importanti però) può farti fare una volata in classifica. Poi però per ranerci devi continuare a vincere. Questo non lo dico certo io. Per ora, i risultati di Camila la confermano tra la 30 e la 40. Di per sè non è affatto un brutto risultato, tutt’altro. Io dico solo che se aspira (lei e i suoi tifosi) a vette più alte allora deve fare molto di più di così.
Ripeto, non sono certo io che determino le sue aspirazioni.

114
Morotep (Guest) 24-06-2015 12:04

@ Fabio P. (#1378763)

Io i commenti li ho letti e ho risposto. Ho qualche dubbio che invece tu abbia letto i miei… mi scuso se scrivo troppo… adesso scrivo meno. Anzi uso anche solo l’infinto così riesci a capire pure te ok?

113
“ho combattuto solo come fossi un esercito” Roger Federer la storia del tennis (Guest) 24-06-2015 11:47

con un servizio alla cibulkova o radwanska la gravilova è riuscita a battere la giorgi che era in formissima e x di più sull’erba e in rimonta, ora vediamo la russa che combina con la errani che non è un erbaiola, oltre che mi piacciono i suoi colpi mi piace della russa il fatto che sembra vivere in un mondo tutto suo, poi ha più varietà rispetto alla giorgi che è monotematica, poi in fatto di bellezza stravince la giorgi anche se la gravilova è caruccia

112
Gino (Guest) 24-06-2015 11:34

Il problema della povera Camila e’ quello di pretendere sempre da lei risultati da top ten. Non è così. È’ una buonissima giocatrice a livello trenta – quaranta del mondo ( non è poco, ragazzi) e si comporta come tale. Un po’ vince è un po’ perde. Ha tempo per migliorare, ma non bisogna aspettarsi sempre prestazioni sensazionali. Troppe aspettative fuori dalla realtà! Che dovrebbero fare Alberta Brianti e la sfortunatissima Burnett? Spararsi direttamente?

111
Amantetennis (Guest) 24-06-2015 11:25

Scritto da Fabio P.

Scritto da DYLAN1998

Scritto da pazzodicamilaOhhhh!! Ha perso una partita punto a punto contro un’ ottima giocatrice, reduce negli ultimi mesi da vittorie contro avversarie ben piu’ quotate di Camila. Vero che sull’ erba ha fatto poco, ma e’ ancor piu’ vero che non ci ha proprio giocato ancora a questi livelli essendo al primo anno nel circuito maggiore. A me spiace solo per il mp a favore non sfruttato, ma e’ il tennis.

Finalmente.Qua sembra che la Giorgi abbia ormai l’obbligo di vincere sempre e comunque. Se perde non è continua.L’unica continua nel mondo WTA è Serena William. E BASTA.

Sottoscrivo

Sottoscrivo anch’io…..e sono un tifoso di Flà e Roby, ma tengo per tutti gli italiani in generale!!
Non capisco perchè c’è qui un astio così grande verso Camila!!Mah…ricordatevi che in prospettiva è l’unica che tra qualche anno porterà in alto la nostra bandiera (tra un paio di anni non ci saranno più nè Flà, nè Roby e nè Francy, quindi Camila, Sara e Karin resteranno sole e senza ricambi!!)

110
pinkfloyd 24-06-2015 11:16

A volte capita alle LL di avere questo destino: non passare le quali e poi ritrovarsi a vincere partite nel main draw.
La vivace Gavrilova (definiamola così) ha avuto proprio il merito di sfruttare questa occasione, di capitalizzare questa insperata chance.

Non avendo visto la partita, difficile scrivere qualcosa di più.
Certo l’andamento parrebbe altalenante, caratteristica probabilmente di entrambe.
La vivace Gavrilova che zompetta e non molla mai, impreca e sbraita ed esulta, e la tranquilla Giorgi che non riesce a chiudere, ci va vicina ma non ce la fa.

Qualche bella partita l’ha vinta, Camila, su erba.
Il momento è stato positivo, un primo torneo vinto e maggiore consapevolezza.
Poi il tennis continua, è una ruota che gira per tutto l’anno, per tutte.
E c’è sempre un prossimo torneo che arriva.
Si ricomincia, tutti hanno la possibilità di resettare e ripartire.

109
Fabio P. (Guest) 24-06-2015 11:07

Scritto da DYLAN1998

Scritto da pazzodicamila
Ohhhh!! Ha perso una partita punto a punto contro un’ ottima giocatrice, reduce negli ultimi mesi da vittorie contro avversarie ben piu’ quotate di Camila. Vero che sull’ erba ha fatto poco, ma e’ ancor piu’ vero che non ci ha proprio giocato ancora a questi livelli essendo al primo anno nel circuito maggiore. A me spiace solo per il mp a favore non sfruttato, ma e’ il tennis.

Finalmente.
Qua sembra che la Giorgi abbia ormai l’obbligo di vincere sempre e comunque. Se perde non è continua.
L’unica continua nel mondo WTA è Serena William. E BASTA.

Sottoscrivo

108
Fabio P. (Guest) 24-06-2015 11:06

@ yuk yuk (#1378813)

Io sono d’accordo, ma vedo le cose forse da una prospettiva diametralmente opposta.

I tifosi – pur molestissimi- della Giorgi sono giustificabili, se vogliamo, perchè il fan-atismo è di per sè quasi endemicamente irrazionale. La squadra di calcio della mia città quest’anno per la prima volta ha giocato (dominando) in serie D e il commento degli entusiasti era “MAAAAI vista una squadra COSIIII”. Eh, come no. Tutto è relativo.

Sono i processi alle intenzioni, il costante tentativo di voler sminuire i traguardi raggiunti, la costante volontà di ascrivere meriti a chiunque che non sia lei che trovo spesso agghiaccianti. Come tutti i carismatici sicuramente è condannata a provocare picchi emotivi che altri ed altre si risparmiano, ma non trovo giustificabile il ridurre tutto quel che conquista a “poco” o a “niente”, anche di fronte a progressi che le stastistiche ci dicono essere obbiettivi.

E’ una ragazzotta che ha il non irrilevante merito di farsi tazze e tazze di c@zzi suoi, che non straparla, e che nella peggiore delle ipotesi finirà comunque la carriera con qualche milione di euro in tasca e verrà ricordata come una delle dieci giocatrici italiane più forti di tutti i tempi. Intanto è top 40 stabile, alla faccia dei sedicenti esperti che la vedevano addirittura fuori dalla cento già ora. Il futuro lo conosce solo il Signore. Ma se trovo comprensibile il padre che la esalta, (o i tifosi che la sognano top 5),
non capisco altresì gli ingegneri della detrazione, che perdono tempo e risorse mentali a spiegare che quello che ha ottenuto, che ottiene e che otterrà è sostanzialmente niente.
Intanto da quando può affrontate il circuito WTA senza patemi ha conquistato quattro finali, vinto un torneo, e ha finalmente vinto sei partite di seguito.

Arriverà in top 10? Forse anche no. A prescindere da lei, la concorrenza è micidiale. Ma per la fatica che comporta tifare, e per quel che mi cambia nella vita, preferisco sperare di sì, che non continuare a spiegare al mondo che le trentaduesima giocatrice al mondo in realtà è una minus habens con le gambe storte e un padre impazzito.

Il tutto IMHO, e con mille scuse se il mio pensiero sembra più convoluto di quel che in realtà è ma scrivere molto su uno schermino è un incubo.

107
JQ (Guest) 24-06-2015 11:06

Camila è Camila, nel bene e nel male.
Giudicando dall’esterno, ovviamente, sembra che lei per fare il suo “gioco” (molto difficile) abbia bisogno di avere sempre con una tensione alle stelle, ne è la prova che anche dopo la prima vittoria in Olanda contro la McHale pareva molto tesa e non così tranquilla, poi le cose fortunatamente sono andate bene.
Sinceramente non so se la soluzione sia farla giocare molto in modo da far scendere la tensione e le aspettative, in modo che arrivi a giocare rilassata ed a proprio agio come sembrava la Bencic nella finale persa (ed anche per lei sarebbe stata la prima vittoria) o se questo eventuale calo di tensione per la Giorgi significherebbe anche un calo di risultati.
Quello che mi sembra chiaro e che oggi per Camila giocare comporti uno stress troppo elevato che difficilmente diventa compatibile con una carriera lunga e piena di soddisfazioni. Forse anche per questo la Giorgi nell’ultimo Australian Open ha dichiarato che non prevede di giocare a lungo (quanto Venus).
Bisognerebbe sapere, e questo lo può conoscere solo chi l’allena o l’allenata nel passato (mi riferisco ai vari maestri che ha avuto) se il gioco della Giorgi e compatibile con un livello di stress agonistico inferiore.

106
DYLAN1998 24-06-2015 10:48

Scritto da pazzodicamila
Ohhhh!! Ha perso una partita punto a punto contro un’ ottima giocatrice, reduce negli ultimi mesi da vittorie contro avversarie ben piu’ quotate di Camila. Vero che sull’ erba ha fatto poco, ma e’ ancor piu’ vero che non ci ha proprio giocato ancora a questi livelli essendo al primo anno nel circuito maggiore. A me spiace solo per il mp a favore non sfruttato, ma e’ il tennis.

Finalmente.
Qua sembra che la Giorgi abbia ormai l’obbligo di vincere sempre e comunque. Se perde non è continua.
L’unica continua nel mondo WTA è Serena William. E BASTA.

105
DYLAN1998 24-06-2015 10:45

Scritto da yuk yuk
@ DYLAN1998 (#1378724)
infatti non discuto gli exploit, discuto la continuità ,che è il fondamento di ogni grande atleta, oltre che la solidità e la tenuta emotiva. Singole prestazioni danno la misura del talento indiscusso, ma potrei controbattere dicendoti che ha anche perso match con giocatrici modestissime, e questo non vuol dire che è una nullità, come bsttere qualche top ten occasionalmente non vuol dire che è o sarà una campionessa.
E’ brava, mi piace, ma ne riconosco i limiti, che non sono certo siano superabili.

Ma per “continuità” cosa intendete?
Per alcuni tornei?
Per tutto l’anno?
Tecnicamente è una campionessa. Da Domenica 14 Giugno.
Ma poi state parlando di una sconfitta arrivata dopo sei vittorie e, soprattutto, da DARIA GRAVILOVA.
DARIA GRAVILOVA HA BATTUTO LA SHARAPOVA.

104
DYLAN1998 24-06-2015 10:41

Scritto da Morotep
@ DYLAN1998 (#1378703)
Ah ma non mi offendo.
Per un’aspirante top-10 sei partite vinte di seguito (contro giocatrici dalla n. 35 in giu’) cosa vuoi che siano?!
Cosa ti danno la medaglia che hai vinto sei partite?
Ma pensa te…

Ma guarda che la Bouchard è arrivata in Top Ten “solo” per essere stata continua per quattro tornei nel 2014 (Gli Slam (wow!), Norimberga non è che sia molto influente). Non so se te ne sei accorto.
Safarova continua? Ma non è appena stata eliminata da una che non giocava da Febbraio? La Keys? Continua per due-tre tornei 2015. Niente di più.
Se vinci sei partite la medaglia non te la danno, no. Ti danno un trofeo (in alcuni casi) e Camila l’ha ricevuto.

103
gabry78 (Guest) 24-06-2015 10:19

Su Camila ci sono molte aspettative, non tanto dal padre ma dai suoi sostenitori, che la vedevano tra le prime 15 dopo gli Australian Open ed ora la mettono tra le favorite per Wimbledon. Io firmerei per un quarto turno, ma se nei primi 2 turni trova una tra Pironkova, Stephens, Kanepi o Mladenovic può uscire prematuramente da Wimbledon.

102
daria’s smile (Guest) 24-06-2015 10:16

@ ale98 (#1378790)

Bravo:dall’altra parte c’era Daria, mica una qualsiasi … Una che se sta bene fisicamente (e in questo ultimo periodo non lo è stata), può battere chiunque tranne Serenona. In fondo Camila ha perso per un punto, bastava un net fortunato e sarebbero tutti qui ad incensarla … Comunque … sempre forza Daria!

101

Lascia un commento