Il torneo dell'Avvenire Copertina, Generica, Junior

Torneo dell’Avvenire: Quanta Italia nei quarti di finale

10/06/2015 18:31 6 commenti
Filippo Speziali, milanese, è l'unico quarto-finalista del 51° Torneo Avvenire a essere passato dalle qualificazioni -  (Foto Francesco Panunzio).
Filippo Speziali, milanese, è l'unico quarto-finalista del 51° Torneo Avvenire a essere passato dalle qualificazioni - (Foto Francesco Panunzio).

L’ultimo successo azzurro al Torneo Avvenire risale al 2013, quando a imporsi fu il pugliese Andrea Pellegrino. Ora, a due anni di distanza, c’è molta Italia nei quarti di finale della 51a edizione del torneo under 16 del Tc Ambrosiano.

Sono 9, tra tabellone maschile e femminile, gli azzurri capaci di mettere il proprio nome all’interno degli ultimi 32. Partendo dai ragazzi, il traguardo lo hanno tagliato proprio coloro che più erano partiti nell’ombra. Niente Ramazzotti, niente Iannaccone, niente Forti. E proprio quest’ultimo, dopo il doppio turno e il match-maratona contro Federico Arnaboldi di martedì, ha salutato la compagnia abbastanza a sorpresa, caduto sotto i colpi del milanese Filippo Speziali, bravo a risalire lo svantaggio di un set e a tagliare un ottimo traguardo dopo essere passato attraverso le qualificazioni (è l’unico proveniente dal tabellone cadetto ancora in gara). E proprio dal ‘suo’ quarto di finale uscirà il nome di un semifinalista italiano, perché di fronte a Speziali scenderà in campo il romano Andrea Bessire, che ha sfruttato il ritiro del marchigiano Giacomo Giunta dopo un set e un paio di game. È uno l’azzurro nella parte alta del draw, si tratta del grintoso siciliano Alessandro Ingranao, che ha sfruttato la sua spinta da fondocampo per avere la meglio sul peruviano Rodriguez Sanchez. E a proposito di sudamericani, l’ultimo rimasto in gara tra i maschi è l’argentino Jalif (testa di serie n.15, 7-6 6-3 sul ceco Styler).

La più grande sorpresa di giornata invece la mette a segno la trentina Monica Cappelletti, arcigna al punto da sgambettare la testa di serie n.2 del torneo, cioè la russa Daria Solovyeva. Il tutto nonostante essere partita in svantaggio di un set e nonostante i favori dei pronostici: tra secondo e terzo parziale ha messo in fila 7 giochi consecutivi, fino al 4-6 6-0 6-2 che la manda in semifinale. E che assicura all’Italia una rappresentante in finale, direttamente dalla parte bassa del tabellone. Dove c’è anche la lucchese Tatiana Pieri, sorella di Jessica (semifinalista al Trofeo Bonfiglio lo scorso maggio). La toscana ha raggiunto i quarti di finale senza perdere un set, e senza lottare nemmeno particolarmente. Se non nell’ultimo dei parziali giocati, quello portato a casa per 7-5 sulla slovena Erjavec dopo il 6-2 d’avvio. L’altro derby nella parte bassa, a garantire la presenza di un’atleta tricolore, vede impegnate la romana Giulia Peoni e la fiorentina Lisa Piccinetti (entrambe uscite vincitrici da altrettanti derby, rispettivamente contro la pugliese Pannarale e la lombarda Viviani). Nella parte alta, brava anche la bionda palermitana Federica Bilardo, che ha superato l’altra azzurra Ceppellini in due set e ora si trova di fronte il pericolo Danilovic (serba che ha già fatto fuori tre italiane: Cocciaretto, Carlone e, mercoledì, l’altra lombarda Enola Chiesa per 6-1 6-2). A sfidare la testa di serie n.1 del draw, l’argentina Maria Lourdes Carle, c’è l’avellinese Rosanna Maffei: 6-0 6-1 alla testa di serie n.8 Anna Siskova. Giovedì si comincia alle ore 10 con in programma tutti i quarti di finale di singolare e quarti e semifinale dei doppi. L’ingresso al club di via Feltre è sempre gratuito.

Tabellone maschile, ottavi di finale
L. Sheyngezikht (BUL) [10] b. E. Neos (CYP) [5] 6-1 5-7 6-1, A. Bessire (ITA) [WC] b. G. Giunta (ITA) 6-4 2-0 rit., D. Ajdukovic (CRO) b. E. Holis (CZE) 7-6(3) 7-5, F. Speziali (ITA) [Q] b. F. Forti (ITA) [8] 4-6 6-2 6-4, J. Paul (SUI) [7] b. L. Schouten (NED) [Q] 6-1 6-4, A. Ingarao (ITA) b. J.R. Rodriguez Sanchez (PER) 6-4 6-3, J.M. Jalif (ARG) [15] b. O. Styler (CZE) 7-6(0) 6-3, Z. Piros (HUN) [11] b. K. Kirovski (SRB) [6] 7-6(8) 7-5.

Tabellone femminile, ottavi di finale
M.L. Carle (ARG) [1] b. S. Waltert (SUI) 6-4 6-2, O. Danilovic (SRB) [9] b. E. Chiesa (ITA) 6-1 6-2, R. Maffei (ITA) [12] b. A. Siskova (CZE) [8] 6-0 6-1, G. Peoni (ITA) b. F. Pannarale (ITA) 6-0 6-3, T. Pieri (ITA) [6] [WC] b. V. Erjavec (SLO) [11] 6-2 7-5, M. Cappelletti (ITA) [16] b. D. Solovyeva (RUS) [2] 3-6 6-0 6-2, F. Bilardo (ITA) [4] b. C. Ceppellini (ITA) [Q] 6-1 6-3, L. Piccinetti (ITA) [10] b. M.V. Viviani (ITA) 6-3 6-3.


TAG: , , ,

6 commenti

Luca Milano (Guest) 11-06-2015 17:03

Scritto da Koko
Si ma se ti fai spazio per i quarti battendo quasi solo connazionali è troppo facile che ci sia un nostro giovane. Scommetterei che in caso di scontri con stranieri in palla ci sarebbe un brusco sfoltimento degli azzurrini.

che ragionamento è?
negli ottavi, Italia-Resto del Mondo 4-1
questo è un dato, le tue sono sparate

6
Koko (Guest) 11-06-2015 14:17

Si ma se ti fai spazio per i quarti battendo quasi solo connazionali è troppo facile che ci sia un nostro giovane. Scommetterei che in caso di scontri con stranieri in palla ci sarebbe un brusco sfoltimento degli azzurrini.

5
Stefano (Guest) 10-06-2015 23:46

Scusate la Peoni e Ligure la Piccinetti è Toscana di Abbadia San Salvatore

4
Pelandrone (Guest) 10-06-2015 22:03

Insomma, tra 5 anni dominiamo il mondo (come insegna Pellegrino vincitore 2 anni fa..)

3
Tafanus 10-06-2015 20:47

Già… tanta Italia, specie nel tabellone femminile: sei su otto spots. La parte bassa del tabellone TUTTA italiana (quindi assicurate due italiane semifinaliste, di cui una certa in finale. Ma al limite potrebbero esseerci delle semifinali storiche, fatte SOLO da italiane!

Vedi Tabelloni pdf aggiornati, e l’order of play di domani. Purtroppo, tutte le nostre sei “quartiste” giocano contemporaneamente, alle 10:00

http ://iltafano.typepad.com/tennisdelleragazze/2015/06/torneo-dellavvenire-tanta-italia-gioved%C3%AC-11-giugno.html

2
Marco69 10-06-2015 18:47

La maffei in tre incontri ha vinto 36 GAME perdendone 1

1

Lascia un commento