Qualificazioni Challenger Challenger, Copertina

Challenger Vicenza: Risultati Completi Primo Turno Qualificazioni. Avanza il giovane Giacomini

24/05/2015 19:30 58 commenti
Risultati da Vicenza
Risultati da Vicenza

Questi i risultati con il Livescore dettagliato dal torneo challenger di Vicenza (€42,500, terra).

ITA 1° Turno – Qualificazioni


CENTRALE – Ora italiana: 10:00 (ora locale: 10:00 am)
1. Gregoire Barrere FRA vs Juan Ignacio Londero ARG

CH Vicenza
Gregoire Barrere
7
4
5
Juan Ignacio Londero
5
6
7
Vincitore: J. LONDERO

2. Riccardo Sinicropi ITA vs Nicola Ghedin ITA

CH Vicenza
Riccardo Sinicropi
4
2
Nicola Ghedin
6
6
Vincitore: N. GHEDIN

3. Henri Laaksonen SUI vs Gonzalo Lama CHI

CH Vicenza
Henri Laaksonen
3
1
Gonzalo Lama
6
6
Vincitore: G. LAMA



CAMPO 1 – Ora italiana: 10:00 (ora locale: 10:00 am)
1. Nikola Mektic CRO vs Sergio Galdos PER

CH Vicenza
Nikola Mektic
3
6
6
Sergio Galdos
6
3
1
Vincitore: N. MEKTIC

2. Flavio Cipolla ITA vs Mitchell Krueger USA

CH Vicenza
Flavio Cipolla
6
2
7
Mitchell Krueger
2
6
5
Vincitore: F. CIPOLLA

3. Edoardo Eremin ITA vs [7] Oriol Roca Batalla ESP

CH Vicenza
Edoardo Eremin
4
4
Oriol Roca Batalla [7]
6
6
Vincitore: O. ROCA BATALLA



CAMPO 2 – Ora italiana: 10:00 (ora locale: 10:00 am)
1. Jose Pereira BRA vs [8] Lamine Ouahab MAR

CH Vicenza
Jose Pereira
7
6
Lamine Ouahab [8]
5
0
Vincitore: J. PEREIRA

2. Lorenzo Giustino ITA vs Goncalo Oliveira POR

CH Vicenza
Lorenzo Giustino
6
6
Goncalo Oliveira
4
3
Vincitore: L. GIUSTINO



CAMPO 5 – Ora italiana: 10:00 (ora locale: 10:00 am)
1. Roberto Maytin VEN vs [WC] Luca Giacomini ITA

CH Vicenza
Roberto Maytin
4
3
Luca Giacomini
6
6
Vincitore: L. GIACOMINI

2. Guillermo Duran ARG vs Viktor Galovic CRO

CH Vicenza
Guillermo Duran
6
6
7
Viktor Galovic
4
7
5
Vincitore: G. DURAN


TAG: ,

58 commenti. Lasciane uno!

stankosky 25-05-2015 15:36

Biglebowsky ho l’impressione che stai dicendo le mie stesse cose…bah

58
biglebowsky (Guest) 25-05-2015 10:15

Scritto da stankosky

Scritto da biglebowski

Scritto da stankosky
Andrea, è un piacere parlare con te, tengo precisare che non sono ironico lo penso davvero, quindi scusa se ti do del tu.
Tu scrivi del tennis americano ma io penso che il problema che hanno loro, solo nel settore maschile, è dovuto alla concorrenza degli sport di prima fascia come Nba, Baseball e Nfl dove giocano i talenti fisici, questo perché se un cestista è il 500imo guadagna milioni di euro, lo stesso vale per nfl ed il baseball mentre nel tennis se sei 500imo fai la fame. Discorso diverso è per le donne.

a dire il vero lo sport che sta facendo concorrenza al tennis negli stati uniti è il golf; i rampolli della ricca borghesia americana, che fino a pochi anni fa giocavano a tennis, ora preferiscono il golf e le famiglie investono su questo sport che concede molte più probabilità di emergere.
basket e football non sottraggono nulla al tennis: ci giocano al 90 % gli afroamericani che non sono mai stati fucina di talenti per il tennis.
le accademie di golf sono piene di bambini di 10/14 anni, quelli che giocavano a tennis, non solo americani ma anche asiatici.

cosa centrano i rampolli con lo sport? niente!
infatti giocano a golf dove possono giocare solo tra loro.
i veri talenti fisici sono sicuramente nel ceto medio.
di neri nel tennis ce ne sono pochi proprio perché è ancora uno sport per ricchi, almeno in alcune nazioni come ad esempio in italia ma i pochi che giocano cmq arrivano…. Serena Williams, Venus Williams, Arthur Ashe, Noah, Blake, monfils ecc ecc
sono pocchi i neri ma arrivano tutti!!

c’entrano, eccome.
il tennis è storicamente lo sport della middle class spesso addirittura dei ricchi.
se non ipotizzi di investire almeno il valore di una casetta media, con l’obiettivo di rientrare in tot anni, è meglio che lasci perdere.
per restare in italia l’unico “povero” è stato Panatta che godeva però del privilegio di avere il padre custode del Parioli.
e sappiamo i problemi che hanno avuto i Giorgi.
tranne rarissimi casi è così in all over the world tranne qualche paese dell’est.
è il tennis, bellezza! parafrasando Woody Allen.

57
biglebowsky (Guest) 25-05-2015 09:39

Scritto da magnus
@ biglebowski (#1351786)
Il golf concede molte più probabilità di emergere ?
E questa panzana da dove viene ?
Sai quanti golfisti ci sono negli US ?
Sai quanto è difficile emergere nel golf ?
Per favore dai…..

butta un occhio ai prize money del golf, fino a che numero si può campare agevolmente di golf, poi a quelli del tennis, fino a che numero si può campare agevolmente di tennis.

poi guarda i vincitori dei più importanti tornei, guarda quanti diversi vincitori ci sono, non può essere in quello “sport” che uno possa vincere 10 slam o simili.

poi butta un occhio a quanto sia cosmopolita il tennis e quanto lo sia il golf

poi butta un occhio a quanti praticanti nel mondo hanno il tennis ed il golf

poi a quanti soldi servono pèer praticare il tennis e il golf.

….e forse capirai che se ho un figlio dotato ho infinite più possibilità che riesca nel golf se ho molti soldi da spendere ed infatti le accademie americane sono stracolme.

ma quali panzane e panzane! sei semplicemente disinformato e superficiale!

56
stankosky 25-05-2015 06:05

Scritto da biglebowski

Scritto da stankosky
Andrea, è un piacere parlare con te, tengo precisare che non sono ironico lo penso davvero, quindi scusa se ti do del tu.
Tu scrivi del tennis americano ma io penso che il problema che hanno loro, solo nel settore maschile, è dovuto alla concorrenza degli sport di prima fascia come Nba, Baseball e Nfl dove giocano i talenti fisici, questo perché se un cestista è il 500imo guadagna milioni di euro, lo stesso vale per nfl ed il baseball mentre nel tennis se sei 500imo fai la fame. Discorso diverso è per le donne.

a dire il vero lo sport che sta facendo concorrenza al tennis negli stati uniti è il golf; i rampolli della ricca borghesia americana, che fino a pochi anni fa giocavano a tennis, ora preferiscono il golf e le famiglie investono su questo sport che concede molte più probabilità di emergere.
basket e football non sottraggono nulla al tennis: ci giocano al 90 % gli afroamericani che non sono mai stati fucina di talenti per il tennis.
le accademie di golf sono piene di bambini di 10/14 anni, quelli che giocavano a tennis, non solo americani ma anche asiatici.

cosa centrano i rampolli con lo sport? niente!
infatti giocano a golf dove possono giocare solo tra loro.
i veri talenti fisici sono sicuramente nel ceto medio.
di neri nel tennis ce ne sono pochi proprio perché è ancora uno sport per ricchi, almeno in alcune nazioni come ad esempio in italia ma i pochi che giocano cmq arrivano…. Serena Williams, Venus Williams, Arthur Ashe, Noah, Blake, monfils ecc ecc
sono pocchi i neri ma arrivano tutti!!

55
Gabriele da Ragusa 25-05-2015 00:32

@ magnus (#1351846)

Non è affatto una panzana e se “googli” qualcosa vedrai anche articoli di raffronto col tennis. Si parla di sport di elite e tra questi sicuramente ci sono piu circuiti nel golf ed è piu facile guadagnare. Il 100 golfista al mondo “fattura quasi dieci volte del n.100 atp. Invece di sfottere informati

54
Stan81 (Guest) 24-05-2015 23:58

A Vicenza solo un campo era praticabile oggi perché erano ancora bagnati dalla pioggia dei giorni trascorsi così hanno giocato tre partite su questo campo e tutte le altre su tre campi di un altro circolo vicino.
Domani si giocheranno tutte le partite nel circolo principale e non è prevista pioggia

53
magnus (Guest) 24-05-2015 23:57

@ biglebowski (#1351786)

Il golf concede molte più probabilità di emergere ?
E questa panzana da dove viene ?

Sai quanti golfisti ci sono negli US ?
Sai quanto è difficile emergere nel golf ?

Per favore dai…..

52
Stan81 (Guest) 24-05-2015 23:41

Il motivo per cui non si giocano tornei sul veloce è semplicemente perché non ci sono circolo coi campi in veloce.
Ma in Italia si giocano 5 challenger su questa superficie su un totale di più di 20 challenger, dato che la stragrande delle nazioni non hanno manco 5 challenger direi che non siamo poi così messi male

51
Stan81 (Guest) 24-05-2015 23:37

Bravo giacomini, il suo avversario però era menomato, ha giocato col braccio destro fuori uso, serviva come mia bisnonna e nel secondo set ha chiamato il fisioterapista. Inoltre come segnale del suo non stare bene avrà fatto 30/40 palle corte imbarazzanti per abbreviare lo scambio. Bravo giacomini a stare però concentrato e a non farsi sfuggire l’occasione

50
biglebowski (Guest) 24-05-2015 22:05

Scritto da stankosky
Andrea, è un piacere parlare con te, tengo precisare che non sono ironico lo penso davvero, quindi scusa se ti do del tu.
Tu scrivi del tennis americano ma io penso che il problema che hanno loro, solo nel settore maschile, è dovuto alla concorrenza degli sport di prima fascia come Nba, Baseball e Nfl dove giocano i talenti fisici, questo perché se un cestista è il 500imo guadagna milioni di euro, lo stesso vale per nfl ed il baseball mentre nel tennis se sei 500imo fai la fame. Discorso diverso è per le donne.

a dire il vero lo sport che sta facendo concorrenza al tennis negli stati uniti è il golf; i rampolli della ricca borghesia americana, che fino a pochi anni fa giocavano a tennis, ora preferiscono il golf e le famiglie investono su questo sport che concede molte più probabilità di emergere.

basket e football non sottraggono nulla al tennis: ci giocano al 90 % gli afroamericani che non sono mai stati fucina di talenti per il tennis.

le accademie di golf sono piene di bambini di 10/14 anni, quelli che giocavano a tennis, non solo americani ma anche asiatici.

49
lol2 24-05-2015 22:04

Scritto da Devis
Qualcuno sa i prossimi impegni di Quinzi?

Prossima settimana in entry list come alternaes a Mestre(terra) e Manchester(erba),quella successiva sempre sull’erba a Surbiton…Vediamo cosa decide di fare ma non c’è nulla di sicuro :cry:

P.S. Grande Giacomini!!Speriamo possa crescere bene

48
biglebowski (Guest) 24-05-2015 21:41

Scritto da stankosky
Andrea il tuo discorso non fa una grinza, esposto bene e dimostrazione di conoscenza del tennis, mi permetto di dissentire solo in una cosa; la terra sono convinto che non faccia bene anzi fa regredire soprattutto i giocatori in fase di sviluppo.
Non a caso hai citato tre giocatori che si sono dedicati sul duro nei primi mesi e guarda coso sono quelli che hanno fatto i migliori progressi…

la terra è propedeutica all’apprendimento del tennis secondo tutti i tecnici con cui puoi parlare, non so da dove hai tratto una convinzione diversa.
gli unici che per un periodo hanno cercato di cambiare sono tornato indietro perchè il progetto è fallito.

47
andrea (Guest) 24-05-2015 21:15

Scritto da stankosky
Andrea, è un piacere parlare con te, tengo precisare che non sono ironico lo penso davvero, quindi scusa se ti do del tu.
Tu scrivi del tennis americano ma io penso che il problema che hanno loro, solo nel settore maschile, è dovuto alla concorrenza degli sport di prima fascia come Nba, Baseball e Nfl dove giocano i talenti fisici, questo perché se un cestista è il 500imo guadagna milioni di euro, lo stesso vale per nfl ed il baseball mentre nel tennis se sei 500imo fai la fame. Discorso diverso è per le donne.

Grazie.

46
andrea (Guest) 24-05-2015 21:14

Scritto da stankosky
Andrea, è un piacere parlare con te, tengo precisare che non sono ironico lo penso davvero, quindi scusa se ti do del tu.
Tu scrivi del tennis americano ma io penso che il problema che hanno loro, solo nel settore maschile, è dovuto alla concorrenza degli sport di prima fascia come Nba, Baseball e Nfl dove giocano i talenti fisici, questo perché se un cestista è il 500imo guadagna milioni di euro, lo stesso vale per nfl ed il baseball mentre nel tennis se sei 500imo fai la fame. Discorso diverso è per le donne.

Grazie.

45
andrea (Guest) 24-05-2015 21:14

Scritto da stankosky
Andrea, è un piacere parlare con te, tengo precisare che non sono ironico lo penso davvero, quindi scusa se ti do del tu.
Tu scrivi del tennis americano ma io penso che il problema che hanno loro, solo nel settore maschile, è dovuto alla concorrenza degli sport di prima fascia come Nba, Baseball e Nfl dove giocano i talenti fisici, questo perché se un cestista è il 500imo guadagna milioni di euro, lo stesso vale per nfl ed il baseball mentre nel tennis se sei 500imo fai la fame. Discorso diverso è per le donne.

Grazie.

44
Devis (Guest) 24-05-2015 21:05

Qualcuno sa i prossimi impegni di Quinzi?

43
mirko.dllm (Guest) 24-05-2015 21:02

Scritto da fisherman
@ mirko.dllm (#1351630)
Vai avanti cosi….in domito e fiero…ma quanti anni hai….??
Vorrei capire se sei un ragazzino o con un matuto come me….
credo la prima delle due….hai il tipico atteggiamento del ragazzino…

Mi sembra che anche te e altri,replicando ai miei post,dite sempre le stesse cose,come ad esempio,che mi deve star bene una federazione(o addirittura esserle grato :shock: ) che produce tennisti,che entrano in top 100 in extremis,magari a 30 anni,o addirittura oltre.Non ho capito perché ti devo chiedere il permesso per desiderare che prima o poi,anche in Italia nasca un tennista in grado come minimo,di qualificarsi ad una semifinale Slam,o a una finale di un Master 1000,o ancora,perchè no,trionfare proprio in uno Slam.A te e ad altri,vi lascio pure sognare in piccolo,e accontentarvi delle favole tennistiche,magari alla Vanni o Arnaboldi.Io dal nostro tennis maschile vorrei ben altro,e sarebbe anche ora che un giorno la FIT,magari governata finalmente da persone competenti e al posto giusto nel momento giusto,ci accontenti!

42
gido 24-05-2015 21:00

Scritto da fisherman
@ mirko.dllm (#1351630)
Vai avanti cosi….in domito e fiero…ma quanti anni hai….??
Vorrei capire se sei un ragazzino o con un matuto come me….
credo la prima delle due….hai il tipico atteggiamento del ragazzino…

e’ sicuramente antico: nato negli anni Sessanta.
Si aprono le scommesse!

41
stankosky 24-05-2015 19:26

Andrea, è un piacere parlare con te, tengo precisare che non sono ironico lo penso davvero, quindi scusa se ti do del tu.
Tu scrivi del tennis americano ma io penso che il problema che hanno loro, solo nel settore maschile, è dovuto alla concorrenza degli sport di prima fascia come Nba, Baseball e Nfl dove giocano i talenti fisici, questo perché se un cestista è il 500imo guadagna milioni di euro, lo stesso vale per nfl ed il baseball mentre nel tennis se sei 500imo fai la fame. Discorso diverso è per le donne.

40
stankosky 24-05-2015 19:17

Scritto da mac

Scritto da stankosky
Andrea il tuo discorso non fa una grinza, esposto bene e dimostrazione di conoscenza del tennis, mi permetto di dissentire solo in una cosa; la terra sono convinto che non faccia bene anzi fa regredire soprattutto i giocatori in fase di sviluppo.
Non a caso hai citato tre giocatori che si sono dedicati sul duro nei primi mesi e guarda coso sono quelli che hanno fatto i migliori progressi…

….ad esempio…NADAL! …giocando su terra sta regredendo. ….fisiologicamente ,una volta ogni tanto, sta assurdità la devi scrivere.

hai detto giusto!!!!! nadal sta regredendo!!!!!!
premesso che un “fenomeno” un’eccezione al quanto chiacchierata per vari motivi…. non ti risulta?
guarda caso, nonostante i “farmaci” è sempre rotto e nota bene.. dei top player è il più giovane ….

39
fisherman (Guest) 24-05-2015 19:17

@ fisherman (#1351649)

Errata corrige….nel mio commento precedente parlando di me dicevo di essere un maturo ultaquarantenne. …vorrei sapere da Mirko la sua età. ..cosi per farmi un idea piu chiara di lui. .

38
fisherman (Guest) 24-05-2015 19:00

@ mirko.dllm (#1351630)

Vai avanti cosi….in domito e fiero…ma quanti anni hai….??
Vorrei capire se sei un ragazzino o con un matuto come me….
credo la prima delle due….hai il tipico atteggiamento del ragazzino…

37
mirko.dllm (Guest) 24-05-2015 18:33

Scritto da fisherman
@ mirko.dllm (#1351353)
Tu poi sei quello che, con pervicacia fino allo sfinimento(degli altri utenti che ti leggono)sostiene che se uno a ventanni non e’ quanto.eno nei primi venti o trenta è un brocco….In tanti hanno cercare di farti capire che non e’ piu il tennis degli anni80 e 90,;ora i tennisti salvo alcune note eccezioni..in testa..Kyrgios,nella stragrande maggioranza dei casi,la maturità tecnica e psicofisica viene raggiunta dau tennisti ben piu avanti…la soglia media si è spostata ben oltre..Tu sei libero cmq di andare avanti nella tua crociata e continuare con la tua linea di pensiero ma vai contro una tendenza suffragata da dati reali….

E Seppi,che ha ottenuto il suo best ranking al n.18 ATP,a che età è entrato tra i top 100? E Fognini,best ranking al n.13,a che età ci è entrato? Forse a 28,oppure a 30,o addirittura all’età di Estrella Burgos(tanto amato qui su livetennis :cool: ),per caso? :mrgreen:

36
gian50 (Guest) 24-05-2015 18:31

molto bravo ,direi,il nostro giovanissimo Giacomini vince una partita contro pronostico

35
pibla (Guest) 24-05-2015 15:53

Scritto da andrea

Scritto da pibla

Scritto da stankosky
non capisco perché Edo non prenda più coraggio e vada all’estero sul veloce, potrebbe fare un salto enorme in pochissimo tempo!!!
stesso discorso per Berrettini!!!!
ugualmente non capisco il perché in Italia si ostinino ad organizzare solo tornei sulla terra, a maggior ragione in questo momento dove i nostri migliori giovani hanno caratteristiche fisiche da cemento!! vedi eremin, berrettini, napolitano, moroni, mager, ecc. ecc.

Io è cent’anni che scrivo le stesse cose, la vera stagione su terra dura fino al Roland Garros, quindi fin lì è giusto giocarci, poi no, se sei proprio uno specialista puoi continuare a giocare su terra anche a Luglio, poi però, a livello ATP terra non ce n’è più, quindi:
1- i ns giovani più adatti al cosidetto veloce (Napolitano, Mager, Eremin, Sonego, Berrettini…) dovrebbero cercare di giocarci lo stretto indispensabile, non di più;
2-si dovrebbe fare in modo che, circa dal 20 luglio in poi, la maggior parte dei challengers nostrani si giocasse sul duro
Sennò i ns non saranno mai pienamente competitivi sulle superfici su cui si distribuiscono la maggior parte dei punti ATP.

In Italia si fanno già i salti mortali ad organizzare i tornei sui campi che abbiamo (che sono quasi tutti in terra). La Federazione finanzia praticamente tutti i circoli che organizzano challenger e futures, in cambio delle wild card per i nostri giovani.
Da qualche anno si sta provando a fare qualche torneo in più sul veloce, ma non è facile, per il semplice motivo che i campi dei circoli sono quasi tutti in terra, nonostante il progetto campi veloci.
Quest’anno abbiamo sul veloce: Bergamo, Brescia Ortisei e Andria sul sintetico indoor e Recanati sul cemento outdoor. Sono 5 challenger, è un buon progresso rispetto al passato. Difficile fare molto di più.
Altro discorso è quello della programmazione dei ragazzi: Eremin e Berrettini hanno giocato a inizio stagione quasi solo sul cemento (in Grecia, Hiraklion e ad Antalya, in Turchia) e sono convinto che, finita la stagione sulla terra, torneranno a giocarci in estate.
LO stesso donati ha iniziato la stagione con una tournee in Canada giocando sul veloce indoor e ora dopo Vicenza andrà a giocare challenger su erba per preparare le quali di Wimbledon.
E in ogni caso, cerchiamo di non essere estremisti: giocare anche sulla terra fa bene, anche a loro, anche a Eremin e a Berrettini, perché migliora la capacità di costruzione tattica dello scambio. Stiamo parlando di giocatori in via di formazione, in costruzione, per i quali l’obiettivi più importante è il miglioramento del livello di gioco, più ancora del ranking immediato.

Andrea, sono d’accordo con te su tutta la linea, il problema è che da noi troppo spesso della terra se ne abusa, anche negli ultimi dieci anni sono innumerevoli i casi di nostri tennisti che hanno stazionato troppo su qs superficie.

34
LiveTennis.it Staff 24-05-2015 15:19

@ Jacques_Ukraine (#1351463)

It is played outdoors.. A hug :)

33
Jacques_Ukraine (Guest) 24-05-2015 15:13

I guess the courts were very wet after yesterday rain and that was the reason for today delays. Or they are playing indoors finally?

32
andrea (Guest) 24-05-2015 15:06

Scritto da stankosky

Scritto da RF87

Scritto da stankosky
Andrea il tuo discorso non fa una grinza, esposto bene e dimostrazione di conoscenza del tennis, mi permetto di dissentire solo in una cosa; la terra sono convinto che non faccia bene anzi fa regredire soprattutto i giocatori in fase di sviluppo.
Non a caso hai citato tre giocatori che si sono dedicati sul duro nei primi mesi e guarda coso sono quelli che hanno fatto i migliori progressi…

Questa storia che la terra fa regredire è ridicola.Tutto dipende dalle caratteristiche di un tennista.
Per il fatto che sarebbe cosa buona avere anche più tornei sul veloce ovviamente sono d’accordo,tutto aiuta ma nella giusta misura.Sostenere sempre che la terra fa regredire e infortunare mentre il veloce fa crescere e pare essere “il segreto stesso del tennis” è assurdo.

parlano 40 anni di tennis italiano….. il campo non mente…mai!!!!

Scritto da stankosky

Scritto da RF87

Scritto da stankosky
Andrea il tuo discorso non fa una grinza, esposto bene e dimostrazione di conoscenza del tennis, mi permetto di dissentire solo in una cosa; la terra sono convinto che non faccia bene anzi fa regredire soprattutto i giocatori in fase di sviluppo.
Non a caso hai citato tre giocatori che si sono dedicati sul duro nei primi mesi e guarda coso sono quelli che hanno fatto i migliori progressi…

Questa storia che la terra fa regredire è ridicola.Tutto dipende dalle caratteristiche di un tennista.
Per il fatto che sarebbe cosa buona avere anche più tornei sul veloce ovviamente sono d’accordo,tutto aiuta ma nella giusta misura.Sostenere sempre che la terra fa regredire e infortunare mentre il veloce fa crescere e pare essere “il segreto stesso del tennis” è assurdo.

parlano 40 anni di tennis italiano….. il campo non mente…mai!!!!

Occorre distinguere ed evitare le guerre di religione, che non hanno senso. In passato il nostro tennis ha sofferto dell’eccesso di attività e di allenamento sul veloce, perché ciò portava a non dare la giusta importanza ai colpi di inizio gioco e ad assumere un atteggiamento aggressivo.
Però questo non significa che la terra è male e il veloce è bene. Se andiamo a vedere cosa fanno i paesi migliori del mondo, ti accorgi che in Spagna ci sono tanti campi in terra e tanti campi in cemento all’aperto, mentre in Francia, Germania, Repubblica Ceka e Slovacchia i giovani si allenano e gareggiano sul veloce indoor in inverno e sulla terra all’aperto in estate. E da sempre producono tennisti completi, adatti a tutte le superfici.

Lo hanno capito da un po’ di tempo anche gli USA e l’Australia, che hanno il problema opposto al nostro: troppo cemento e poca terra, con il risultato di produrre tennisti forti nei colpi di inizio gioco ma in difficoltà, rispetto agli europei, nella manovra, nella difesa e negli scambi prolungati. La Federazione americana ha lanciato anni fa il progetto “play the clay”, per rilanciare l’uso della terra verde: organizza un mare di futures e tornei giovanili su questa superficie e ci ha trasferito anche l’Orange Bowl, che da qualche anno non si gioca più sul cemento.

Quindi il segreto (di Pulcinella) del successo è: far fare ai giovani in costruzione esperienze agonistiche differenziate per superficie. Ciò li rende più completi e più forti.

Questa regola va tenuta presente, compatibilmente coi limiti di budget, nella programmazione dei giovani. E i team italiani da qualche anno lo hanno capito e cercano di seguirla.

Il resto, sono chiacchiere da blog. :wink:

31
Il Ghiro (Guest) 24-05-2015 15:01

Scritto da I love tennis
@ I love tennis (#1351368)
E non sdottori proprio nessuno,povero arrogante.

Ah, questo me lo ero perso, ti ripeto, ero autoironico, ma mi servirà da lezione.

30
Il Ghiro (Guest) 24-05-2015 14:59

Scritto da I love tennis
@ Il Ghiro (#1351356)
Eh fenomeno la ” gente” al quale fai riferimento sono io,e dandomi dell’incompetente ti stai solo ridicolizzando da solo.Ho solo espresso un opinione,ma anch’io sono piacevolmente sorpreso che stia ripagando le attese.Infatti se ricordi avevo pure scritto vedremo.Meno leone da tastiera.

Ciao, non sono un leone da tastiera, massimo un ghiro.
Non volevo offenderti, ero autoironico, ho detto che quello che hai scritto, io lo pensavo fortemente, ma non l’ho messo nero su bianco, per cui potevo permettermi di fare il fenomeno e sdottorare.
Avrei potuto-dovuto usare una forma meno arzigogolata e dire:
Pensavo fosse un salto troppo lungo,Anche se non l’ho scritto, ma questa era la mia idea, lieto di essermi sbagliato.
Di solito quando si fraintende e’ colpa dello scrivente( io in questo caso)
Scusa, ripeto, non volevo offendere nessuno.

29
fisherman (Guest) 24-05-2015 14:53

Mi scuso per eventuali errori di battitura o omissioni nel testo del mio precedente commento…

28
fisherman (Guest) 24-05-2015 14:42

@ mirko.dllm (#1351353)

Tu poi sei quello che, con pervicacia fino allo sfinimento(degli altri utenti che ti leggono)sostiene che se uno a ventanni non e’ quanto.eno nei primi venti o trenta è un brocco….In tanti hanno cercare di farti capire che non e’ piu il tennis degli anni80 e 90,;ora i tennisti salvo alcune note eccezioni..in testa..Kyrgios,nella stragrande maggioranza dei casi,la maturità tecnica e psicofisica viene raggiunta dau tennisti ben piu avanti…la soglia media si è spostata ben oltre..Tu sei libero cmq di andare avanti nella tua crociata e continuare con la tua linea di pensiero ma vai contro una tendenza suffragata da dati reali….

27
Il Ghiro (Guest) 24-05-2015 14:39

Scritto da mirko.dllm

Scritto da fisherman
@ stankosky (#1351089)
Stankosky…e’ l uovo di Colombo….ma tu lo sai logisticamen te una trasferta soprattutto nei challengers fuori europa dove nn c e’ neppure l hospitality compresa.,quanto denaro comporta??
E’ piu facile andare in perdita..a fron te di pochi punti…ammesso si riesca a passare le qualies..tu sei superficiale nei giudizi…

Ma possibile che sempre e solo i nostri tennisti hanno di questi problemi? Mi risulta che alle qualificazioni di diversi challenger fuori Europa,ci partecipano,senza problemi,non pochi tennisti del vecchio continente.Qualcosa mi dice che probabilmente,i reali problemi che hanno i tennisti italiani,soprattutto quelli più più giovani,siano altri.

Acne?

26
mac (Guest) 24-05-2015 14:27

Scritto da stankosky
Andrea il tuo discorso non fa una grinza, esposto bene e dimostrazione di conoscenza del tennis, mi permetto di dissentire solo in una cosa; la terra sono convinto che non faccia bene anzi fa regredire soprattutto i giocatori in fase di sviluppo.
Non a caso hai citato tre giocatori che si sono dedicati sul duro nei primi mesi e guarda coso sono quelli che hanno fatto i migliori progressi…

….ad esempio…NADAL! …giocando su terra sta regredendo. :shock: ….fisiologicamente ,una volta ogni tanto, sta assurdità la devi scrivere.

25
I love tennis (Guest) 24-05-2015 14:26

@ I love tennis (#1351368)

E non sdottori proprio nessuno,povero arrogante.

24
I love tennis (Guest) 24-05-2015 14:25

@ Il Ghiro (#1351356)

Eh fenomeno la ” gente” al quale fai riferimento sono io,e dandomi dell’incompetente ti stai solo ridicolizzando da solo.Ho solo espresso un opinione,ma anch’io sono piacevolmente sorpreso che stia ripagando le attese.Infatti se ricordi avevo pure scritto vedremo.Meno leone da tastiera.

23
Il Ghiro (Guest) 24-05-2015 14:21

Scritto da pietro86
ma giacomini ha 17 anni?

Spesi bene sembrerebbe…

22
Il Ghiro (Guest) 24-05-2015 14:19

Giacomini ha vinto, e pensare che c’era gente che scriveva che il salto dagli junior ai challenger fosse azzardato…incompetenti.
Io, che invece ero fortissimamente convinto che fosse un azzardo, ma mi sono ben guardato dallo scriverlo, ora posso sdottorare facendo il fenomeno.
Complimenti vivissimi all’imberbe Giacomini, mi ha davvero sorpreso!

21
grandepaci 24-05-2015 14:17

bravo sto giacomini ottobre 97 :wink:

20
mirko.dllm (Guest) 24-05-2015 14:17

Scritto da fisherman
@ stankosky (#1351089)
Stankosky…e’ l uovo di Colombo….ma tu lo sai logisticamen te una trasferta soprattutto nei challengers fuori europa dove nn c e’ neppure l hospitality compresa.,quanto denaro comporta??
E’ piu facile andare in perdita..a fron te di pochi punti…ammesso si riesca a passare le qualies..tu sei superficiale nei giudizi…

Ma possibile che sempre e solo i nostri tennisti hanno di questi problemi? Mi risulta che alle qualificazioni di diversi challenger fuori Europa,ci partecipano,senza problemi,non pochi tennisti del vecchio continente.Qualcosa mi dice che probabilmente,i reali problemi che hanno i tennisti italiani,soprattutto quelli più più giovani,siano altri. :roll:

19
pietro86 (Guest) 24-05-2015 14:14

ma giacomini ha 17 anni?

18
fisherman (Guest) 24-05-2015 14:06

@ stankosky (#1351089)

Stankosky…e’ l uovo di Colombo….ma tu lo sai logisticamen te una trasferta soprattutto nei challengers fuori europa dove nn c e’ neppure l hospitality compresa.,quanto denaro comporta??
E’ piu facile andare in perdita..a fron te di pochi punti…ammesso si riesca a passare le qualies..tu sei superficiale nei giudizi…

17
stankosky 24-05-2015 14:00

Scritto da RF87

Scritto da stankosky
Andrea il tuo discorso non fa una grinza, esposto bene e dimostrazione di conoscenza del tennis, mi permetto di dissentire solo in una cosa; la terra sono convinto che non faccia bene anzi fa regredire soprattutto i giocatori in fase di sviluppo.
Non a caso hai citato tre giocatori che si sono dedicati sul duro nei primi mesi e guarda coso sono quelli che hanno fatto i migliori progressi…

Questa storia che la terra fa regredire è ridicola.Tutto dipende dalle caratteristiche di un tennista.
Per il fatto che sarebbe cosa buona avere anche più tornei sul veloce ovviamente sono d’accordo,tutto aiuta ma nella giusta misura.Sostenere sempre che la terra fa regredire e infortunare mentre il veloce fa crescere e pare essere “il segreto stesso del tennis” è assurdo.

parlano 40 anni di tennis italiano….. il campo non mente…mai!!!!

16
RF87 24-05-2015 13:30

Scritto da stankosky
Andrea il tuo discorso non fa una grinza, esposto bene e dimostrazione di conoscenza del tennis, mi permetto di dissentire solo in una cosa; la terra sono convinto che non faccia bene anzi fa regredire soprattutto i giocatori in fase di sviluppo.
Non a caso hai citato tre giocatori che si sono dedicati sul duro nei primi mesi e guarda coso sono quelli che hanno fatto i migliori progressi…

Questa storia che la terra fa regredire è ridicola.Tutto dipende dalle caratteristiche di un tennista.
Per il fatto che sarebbe cosa buona avere anche più tornei sul veloce ovviamente sono d’accordo,tutto aiuta ma nella giusta misura.Sostenere sempre che la terra fa regredire e infortunare mentre il veloce fa crescere e pare essere “il segreto stesso del tennis” è assurdo.

15
Miiiiiii (Guest) 24-05-2015 13:06

Sono passato 1 oretta fa dal circolo. C’è un nuovo oop con inizio alle 13:00 e niente doppio turno (3 partite max, su 4 campi). Tempo discreto ma i campi erano ancora “umidi” forte. Giocatori in fase di pranzo :cool:

14
antony 59 (Guest) 24-05-2015 12:38

@ antony 59 (#1351212)

grazie siete gentilissimi.ho il tempo per farmi una cacio e pepe e torno!!!!!

13
LiveTennis.it Staff 24-05-2015 12:35

@ antony 59 (#1351212)

Campi ancora molto bagnati. Rinvio almeno fino alle 13.

12
antony 59 (Guest) 24-05-2015 12:34

ma possibile che nel terzo millenio non si riesca a capire che succede a vicenza?Sembra che non stia piovendo ma non si gioca

11
stankosky 24-05-2015 12:14

Andrea il tuo discorso non fa una grinza, esposto bene e dimostrazione di conoscenza del tennis, mi permetto di dissentire solo in una cosa; la terra sono convinto che non faccia bene anzi fa regredire soprattutto i giocatori in fase di sviluppo.
Non a caso hai citato tre giocatori che si sono dedicati sul duro nei primi mesi e guarda coso sono quelli che hanno fatto i migliori progressi…

10
dancarrista (Guest) 24-05-2015 11:53

Ma giocano o no? sto poco distante ed il tempo è bello…

9
andrea (Guest) 24-05-2015 11:51

Scritto da pibla

Scritto da stankosky
non capisco perché Edo non prenda più coraggio e vada all’estero sul veloce, potrebbe fare un salto enorme in pochissimo tempo!!!
stesso discorso per Berrettini!!!!
ugualmente non capisco il perché in Italia si ostinino ad organizzare solo tornei sulla terra, a maggior ragione in questo momento dove i nostri migliori giovani hanno caratteristiche fisiche da cemento!! vedi eremin, berrettini, napolitano, moroni, mager, ecc. ecc.

Io è cent’anni che scrivo le stesse cose, la vera stagione su terra dura fino al Roland Garros, quindi fin lì è giusto giocarci, poi no, se sei proprio uno specialista puoi continuare a giocare su terra anche a Luglio, poi però, a livello ATP terra non ce n’è più, quindi:
1- i ns giovani più adatti al cosidetto veloce (Napolitano, Mager, Eremin, Sonego, Berrettini…) dovrebbero cercare di giocarci lo stretto indispensabile, non di più;
2-si dovrebbe fare in modo che, circa dal 20 luglio in poi, la maggior parte dei challengers nostrani si giocasse sul duro
Sennò i ns non saranno mai pienamente competitivi sulle superfici su cui si distribuiscono la maggior parte dei punti ATP.

In Italia si fanno già i salti mortali ad organizzare i tornei sui campi che abbiamo (che sono quasi tutti in terra). La Federazione finanzia praticamente tutti i circoli che organizzano challenger e futures, in cambio delle wild card per i nostri giovani.

Da qualche anno si sta provando a fare qualche torneo in più sul veloce, ma non è facile, per il semplice motivo che i campi dei circoli sono quasi tutti in terra, nonostante il progetto campi veloci.

Quest’anno abbiamo sul veloce: Bergamo, Brescia Ortisei e Andria sul sintetico indoor e Recanati sul cemento outdoor. Sono 5 challenger, è un buon progresso rispetto al passato. Difficile fare molto di più.

Altro discorso è quello della programmazione dei ragazzi: Eremin e Berrettini hanno giocato a inizio stagione quasi solo sul cemento (in Grecia, Hiraklion e ad Antalya, in Turchia) e sono convinto che, finita la stagione sulla terra, torneranno a giocarci in estate.

LO stesso donati ha iniziato la stagione con una tournee in Canada giocando sul veloce indoor e ora dopo Vicenza andrà a giocare challenger su erba per preparare le quali di Wimbledon.

E in ogni caso, cerchiamo di non essere estremisti: giocare anche sulla terra fa bene, anche a loro, anche a Eremin e a Berrettini, perché migliora la capacità di costruzione tattica dello scambio. Stiamo parlando di giocatori in via di formazione, in costruzione, per i quali l’obiettivi più importante è il miglioramento del livello di gioco, più ancora del ranking immediato.

8
pibla (Guest) 24-05-2015 10:55

Scritto da stankosky
non capisco perché Edo non prenda più coraggio e vada all’estero sul veloce, potrebbe fare un salto enorme in pochissimo tempo!!!
stesso discorso per Berrettini!!!!
ugualmente non capisco il perché in Italia si ostinino ad organizzare solo tornei sulla terra, a maggior ragione in questo momento dove i nostri migliori giovani hanno caratteristiche fisiche da cemento!! vedi eremin, berrettini, napolitano, moroni, mager, ecc. ecc.

Io è cent’anni che scrivo le stesse cose, la vera stagione su terra dura fino al Roland Garros, quindi fin lì è giusto giocarci, poi no, se sei proprio uno specialista puoi continuare a giocare su terra anche a Luglio, poi però, a livello ATP terra non ce n’è più, quindi:
1- i ns giovani più adatti al cosidetto veloce (Napolitano, Mager, Eremin, Sonego, Berrettini…) dovrebbero cercare di giocarci lo stretto indispensabile, non di più;

2-si dovrebbe fare in modo che, circa dal 20 luglio in poi, la maggior parte dei challengers nostrani si giocasse sul duro

Sennò i ns non saranno mai pienamente competitivi sulle superfici su cui si distribuiscono la maggior parte dei punti ATP.

7
stankosky 24-05-2015 10:52

Scritto da Lollorafael

Scritto da gian50
@ stankosky (#1351089)
c’e’ qualcosa di strano andando su atp challenger tour segnala che tutte le partite di Vicenza cominciano all12,00 live tennis dice alle 10,00 chi ha ragione?

Cominciano alle 12, credo per colpa della pioggia

anche perché col doppio turno diventa dura per gli organizzatori e per i giocatori..

6
Campa (Guest) 24-05-2015 10:49

Scritto da stankosky
non capisco perché Edo non prenda più coraggio e vada all’estero sul veloce, potrebbe fare un salto enorme in pochissimo tempo!!!
stesso discorso per Berrettini!!!!
ugualmente non capisco il perché in Italia si ostinino ad organizzare solo tornei sulla terra, a maggior ragione in questo momento dove i nostri migliori giovani hanno caratteristiche fisiche da cemento!! vedi eremin, berrettini, napolitano, moroni, mager, ecc. ecc.

Questione economica

5
Lollorafael 24-05-2015 10:44

Scritto da gian50
@ stankosky (#1351089)
c’e’ qualcosa di strano andando su atp challenger tour segnala che tutte le partite di Vicenza cominciano all12,00 live tennis dice alle 10,00 chi ha ragione?

Cominciano alle 12, credo per colpa della pioggia

4
andre948 24-05-2015 10:24

@ stankosky (#1351089)

Credo l’unico challenger su cemento outdoor sia Recanati. Sul tappeto indoor un paio ad inizio e fine stagione un paio ce ne sono invece.

3
gian50 (Guest) 24-05-2015 10:11

@ stankosky (#1351089)

c’e’ qualcosa di strano andando su atp challenger tour segnala che tutte le partite di Vicenza cominciano all12,00 live tennis dice alle 10,00 chi ha ragione?

2
stankosky 24-05-2015 09:37

non capisco perché Edo non prenda più coraggio e vada all’estero sul veloce, potrebbe fare un salto enorme in pochissimo tempo!!!
stesso discorso per Berrettini!!!!
ugualmente non capisco il perché in Italia si ostinino ad organizzare solo tornei sulla terra, a maggior ragione in questo momento dove i nostri migliori giovani hanno caratteristiche fisiche da cemento!! vedi eremin, berrettini, napolitano, moroni, mager, ecc. ecc.

1

Lascia un commento