Il torneo di Chiasso Copertina, WTA

ITF ChiassOpen: Masarova, Teichmann e Grimm agli ottavi, scopriamo Leonie Kung

20/04/2017 00:36 2 commenti
Rebeka Masarova - Foto Davide Galoppini
Rebeka Masarova - Foto Davide Galoppini

Tre svizzere si portano agli ottavi di finale, mentre esce Alberta Brianti, ripescata come lucky loser. Il torneo perde la top100 Su-Wei Hsieh, eliminata dalla Reix. Intervista con la svizzera Kung.

Ancora una giornata di sole e vento forte al TC Chiasso, dove si sono completati i primi turni del ChiassOpen, torneo internazionale femminile di categoria $25.000. Il torneo perde anche la prima testa di serie Su-Wei Hsieh, dopo aver perso ieri la seconda, Tamara Korpatsch. Buone soddisfazioni in casa svizzera con Masarova, Teichmann e Grimm, mentre viene eliminata Alberta Brianti e per l’Italia resta la Pieri.
Proprio Su-Wei Hsieh contro Sherazad Reix è stato il match della giornata. Nonostante il punteggio abbastanza netto, il livello di tennis espresso dalle due giocatrici è stato molto elevato. Il match è stato caratterizzato da tantissimi lunghi scambi, ricchi di spettacolo e spesso conclusi con soluzioni atipiche e colpi che hanno strappato l’applauso del pubblico. A spuntarla è stata la francese per 6-1 6-4, che ha perfettamente respinto il prepotente ritorno nel match della Hsieh nel secondo set, dopo che nel primo aveva patito particolarmente il freddo ed il vento, ed aveva avuto anche bisogno di un MTO per un taglio alla mano. La Reix la rivedremo in campo domani contro l’azzurra Jessica Pieri, presente oggi sugli spalti.
Nonostante la sconfitta, uno dei personaggi elvetici della giornata è stata Leonie Kung. L’appena 16enne svizzera, già nella top800 della classifica WTA, ha giocato alla pari un set con la forte ceca Marie Bouzkova, mostrando grande forza mentale dopo un primo set finito troppo presto (il match è terminato 6-0 6-4, dopo che la Kung era un break avanti nel secondo set). “Nel secondo set ho aggiunto spin ai miei colpi, e ho cercato di allungare gli scambi e pian piano è andata sempre meglio,” ha detto la Kung fine match. “La piccola pausa tra un set e l’altro mi ha aiutata mentalmente: mi sono seduta, mi son detta di calmarmi, pensare ad un punto alla volta, capire che il vento non era difficile solo per me. Sono comunque soddisfatta della mia partita, considerando l’ottimo secondo set che ho giocato. Bisogna sempre cercare e conservare quanto di positivo fatto nonostante la sconfitta, e dopotutto ho reagito bene e sono stata in grado di metterla in difficoltà, colpendo peraltro molti vincenti.”
Dopo aver parlato della bellissima esperienza nelle qualificazioni del recente WTA di Biel (“un’esperienza che tutte le giocatrici vorrebbero provare almeno una volta. Ho passato dei giorni bellissimi là, giocando in casa, davanti ad un pubblico numeroso che mi tifava”), la Kung ha parlato della sua famiglia: “Non è facile avere come coach la propria madre. Noi cerchiamo di separare completamente il tempo con la racchetta, in cui lei è solo il mio coach, ed il tempo al di fuori del campo, in cui lei è solo mia madre. La mamma ti conosce come nessun altro al mondo, sa cosa è il meglio per te e lo vuole in toto anche quando ti fa da coach.” E quindi ha concluso, parlando della sorella Lisa: “Io e Lisa siamo molto competitive, ma ci aiutiamo l’una con l’altra, ci diamo consigli. È bello poter passare del tempo con la propria sorella anche quando si è sul campo da tennis.”
Ottimo match e molto spettacolare anche a causa del noto vento forte è stato anche il derby svizzero tra la giovane speranza Rebeka Masarova e la veterana Lisa Sabino, che ha venduto carissima la pelle con il suo tennis tecnicamente molto completo, in grado di superare anche le difficoltà imposte dalle condizioni meteorologiche. Chi invece ha fatto molta fatica in certi frangenti è stata la Masarova, ma a suon di vincenti, sia di potenza pura che di intelligenza, è riuscita ad accelerare nel momento giusto nel parziale decisivo, per portarsi a casa il match 6-2 5-7 6-3.
Per quanto riguarda gli altri match, vittorie nette per Maleckova su Solovyeva, sesta testa di serie (6-1 6-1), Georges su Koelzer (6-2 6-3), Zavatska sulla wild card In-Albon (6-3 6-0) e Gjorcheska, quarta testa di serie che si è liberata della pericolosa Dinu (6-3 6-0). Match molto combattuto e con esito a favore della Svizzera è stato invece quello tra Chiara Grimm, qualificata, e la top300 Laura Schaeder: la Grimm ha sconfitto la tedesca 6-2 4-6 6-3. A chiusura, Jil Teichmann porta un’ulteriore svizzera agli ottavi di finale grazie alla vittoria sulla lucky loser italiana Alberta Brianti: strenua è stata la resistenza dell’azzurra, che ha mancato di un nulla l’aggancio sul 5-5 nel primo parziale e poi ha annullato 4 match point (tre consecutivi) nel secondo set, prima di capitolare 6-4 6-3.
Domani sono previsti gli ottavi di finale del torneo, a partire dalle ore 10:30. L’ingresso sui campi di Via Campagna 4, al TC Chiasso, è gratuito e lo sarà per tutta la settimana.

Primo turno completo:
Reix d. Hsieh (1) 6-1 6-4
Pieri d. Waltert (WC) 6-0 6-3
Naydenova d. Marcinkevica 4-6 6-3 6-3
Bouzkova (8) d. Kung (WC) 6-0 6-4
Gjorcheska (4) d. Dinu 6-3 6-0
Grimm (Q) d. Schaeder 6-2 4-6 6-3
Von Deichmann d. Ganz (WC) 6-0 6-0
Maleckova d. Solovyeva (6) 6-1 6-1
Teichmann (5) vs Brianti (LL) 6-4 6-3
Sugnaux (Q) d. Cadar (Q) 6-2 3-6 6-0
Zavatska (Q) d. In-Albon (WC) 6-3 6-0
Galfi (3) d. Cadantu 6-7 6-1 6-3
Georges (7) d. Koelzer (Q) 6-2 6-2
Masarova d. Sabino (Q) 6-2 5-7 6-3
Jurikova d. Mijacika (Q) 7-6 6-3
Liebens (Q) d. Korpatsch (2) 6-2 2-6 3-3 ret.


Davide Galoppini

2 commenti

ricky (Guest) 20-04-2017 15:48

la pieri ha perso oggi dopo 3 ore

2
Carl 20-04-2017 01:25

Bell’articolo, complimenti.

1