Italiane nei tornei ITF Copertina, WTA

Italiane nei tornei ITF: Risultati 23 Marzo. I risultati di oggi

23/03/2017 16:10 64 commenti
Alberta Brianti nella foto
Alberta Brianti nella foto

POR Obidos – $15,000 – Carpet – 2° Turno
Lucia Quiterio POR vs. Dalila Spiteri ITA Non prima delle ore 12:30

ITF Obidos
L. Quiterio
4
4
D. Spiteri
6
6
Vincitore: D. Spiteri

Corinna Dentoni ITA [6] vs. Laura Sainsbury GBR Non prima delle ore 12:30

ITF Obidos
C. Dentoni [6]
7
6
L. Sainsbury
6
0
Vincitore: C. Dentoni






FRA Le Havre – $15,000 – Terra – 2° Turno
Lucrezia Stefanini ITA vs. Theo Gravouil FRA [6] Non prima delle ore 14:00

ITF Le Havre
L. Stefanini
6
6
2
T. Gravouil [6]
7
4
6
Vincitore: T. Gravouil

Martina Colmegna ITA vs. Priscilla Heise FRA 2 incontro dalle ore 14:00

ITF Le Havre
M. Colmegna
4
3
P. Heise
6
6
Vincitore: P. Heise






ITA S. M. Pula – $25,000 – Terra – 2° Turno
Olga Saez Larra ESP vs. Martina Caregaro ITA 2 incontro dalle ore 10:00

ITF Santa Margherita Di Pula
O. Saez Larra
6
6
M. Caregaro
2
0
Vincitore: O. Saez Larra

Martina Di Giuseppe ITA vs. Bianca Andreescu CAN 3 incontro dalle ore 10:00

ITF Santa Margherita Di Pula
M. Di Giuseppe
4
6
2
B. Andreescu
6
4
6
Vincitore: B. Andreescu

Camilla Rosatello ITA vs. Martina Trevisan ITA 3 incontro dalle ore 10:00

ITF Santa Margherita Di Pula
C. Rosatello
7
0
1
M. Trevisan
6
6
6
Vincitore: M. Trevisan






TUN Hammamet – $15,000 – Terra – 2° Turno
Camilla Scala ITA vs. Carolina Meligeni Rodrigues Alves BRA [7] # incontro dalle ore

ITF Hammamet
C. Scala
6
7
C. Alves [7]
2
6
Vincitore: C. Scala






GRE Heraklion – $15,000 – Hard – 2° Turno
Alberta Brianti ITA [3] vs. Ioana Gaspar ROU Non prima delle ore 13:00

ITF Heraklion
A. Brianti [3]
6
7
I. Gaspar
3
6
Vincitore: A. Brianti


TAG: ,

64 commenti. Lasciane uno!

Gaz (Guest) 23-03-2017 23:48

Scritto da Gaz

Scritto da radar

Scritto da Gaz
Difficile giudicare vedendo solo il livescore,ma comunque complimenti alla Di Giuseppe per come sta tenendo testa dopo quasi 2 ore. Dovesse anche cedere di schianto nel terzo va’ comunque presa in considerazione per i prossimi tornei.

Non allargherei la valutazione sulla Digiu a così ampio spettro.
La Andreescu era al secondo match sulla terra e se c’era una che poteva metterla in difficoltà, questa era proprio la tennista romana col suo tennis vario (chiedere alla Swiatek in merito, che a Bergamo aveva lasciato le briciole a tutte e invece 1 set a Martina..).
Domani la canadesina avrà un’altra italiana e un’altra Martina, ma sarei stupito se faticasse più di oggi o addirittura perdesse (spero di essere sorpreso ).
Così come sarei stupito se la semifinale della parte bassa non fosse contro la Zavatska, per quanto la turca Eraydin sia in grande fiducia.

Credo anche io che domani ci Impieghera’ meno con la Trevisan,idem sul discorso Zavatska altra finalista.
Sogghignavo vedendo Hantuchova vincitrice torneo nel gioco pronostici.

Gaffe. Zavatska è nella stessa metà di tabellone di B.V.A.

64
Gaz (Guest) 23-03-2017 23:07

Scritto da radar

Scritto da Gaz
Difficile giudicare vedendo solo il livescore,ma comunque complimenti alla Di Giuseppe per come sta tenendo testa dopo quasi 2 ore. Dovesse anche cedere di schianto nel terzo va’ comunque presa in considerazione per i prossimi tornei.

Non allargherei la valutazione sulla Digiu a così ampio spettro.
La Andreescu era al secondo match sulla terra e se c’era una che poteva metterla in difficoltà, questa era proprio la tennista romana col suo tennis vario (chiedere alla Swiatek in merito, che a Bergamo aveva lasciato le briciole a tutte e invece 1 set a Martina..).
Domani la canadesina avrà un’altra italiana e un’altra Martina, ma sarei stupito se faticasse più di oggi o addirittura perdesse (spero di essere sorpreso ).
Così come sarei stupito se la semifinale della parte bassa non fosse contro la Zavatska, per quanto la turca Eraydin sia in grande fiducia.

Credo anche io che domani ci Impieghera’ meno con la Trevisan,idem sul discorso Zavatska altra finalista.
Sogghignavo vedendo Hantuchova vincitrice torneo nel gioco pronostici.

63
Becuzzi_style (Guest) 23-03-2017 22:13

A S.M.d.P. nessuna Tds ai quarti…purtroppo una sola italiana ai quarti non é un dato positivo

62
biglebowski (Guest) 23-03-2017 21:45

@ pibla (#1796969)

Lasciamo perdere, non ci capiamo.

61
ealesia (Guest) 23-03-2017 21:08

Mannaggia questi francesi…proprio non ce la facciamo

60
pibla (Guest) 23-03-2017 20:23

Scritto da biglebowsky

Scritto da pibla

Scritto da biglebowsky
@ Santopadre(dei forum) posseduto da un ego enorme (#1796327)
permettimi di integrare: è ormai opinione generale che la terra rossa sia la superficie propedeutica per eccellenza all’apprendimento del tennis, motivo per cui le giovani atlete e i giovani atleti di tutto il mondo non solo giocano maggiormente, ma si allenano molto sul clay.
mentre in italia si blaterava di “progetto campi veloci”, gli stati uniti costruivano l’avveniristico centro usta di orlando dotandolo di un gran numero di campi in terra.
da aggiungere che, in particolare in età giovanile, la terra preserva da infortuni in maniera importante rispetto all’hard.
il che non significa, ovviamente, creare dei terraioli, ma anzi, favorire con i giusti tempi il passaggio alle superfici più veloci, spettacolari e diffuse con le opportune basi tecniche.

No, però scusa se mi permetto Big, in Italia non si “blaterava” di progetto campi veloci, in Italia avevavamo e purtroppo abbiamo ancora un serissimo problema, dovuto al fatto che, imparando a giocare i nostri ragazzi solo sulla terra, sanno fare tutto bene, in alcuni casi anche molto bene, a livello tecnico, eccetto i colpi di inizio gioco, che però sono fondamentali nel tennis di oggi, sia maschile che femminile.
Piccolo esempio, se uno come Fognini da piccolo avesse giocato un po’ di più su hard, a quest’ora sarebbe stato molto più competitivo con i colpi di inizio gioco che sono il suo vero, grosso handicap tecnico e questo a prescindere dalla testaccia che si ritrova e come questo di esempi negli ultimi decenni se ne possono fare a decine.
Quindi, Usa, Canada etc…etc…che crescono i loro giovani solo sul duro, fanno bene a fargli imparare il gioco su terra per completarli anche a livello tattico, tecnico etc..etc.., noi, che facciamo giocare i nostri ragazzi solo su terra, abbiamo un grande bisogno di qualche campo hard in più, perché i nostri capiscano fino in fondo l’assoluta importanza dei colpi di inizio gioco.
Un saluto.

permettiti pure, ci mancherebbe.
innanzitutto è falso che i ragazzi italiani imparino a giocare solo su terra; per metà anno, in quasi tutta l’italia, si gioca quasi solo indoor, nel 90% dei casi hard.
poi mi sfugge che cosa centri la superficie con il servizio che si impara più o meno nello stesso modo essendo il solo colpo nell’apprendimento del quale la superficie è ininfluente giocandosi “a freddo”.

No. Storicamente i nostri si formano e crescono solo sulla terra, ora comincia ad esserci qualche campo hard in più, ma in intere zone del nostro paese si gioca solo sulla terra.

I colpi di inizio gioco (quindi non solo il sevizio ma anche la risposta) da noi si insegnano peggio perché, giocando solo sulla terra appunto, rivestono meno importanza nella dinamica del punto. Sul duro i punti si decidono spesso con i primi 2-3 colpi, che quindi diventano importantissimi, sulla terra no.

Ma guarda che non è che lo dico io eh, lo dicono tutti, ma proprio tutti gli esperti che dove si gioca sulla terra c’è meno cura nei colpi di inizio gioco, per il semplice fatto che rivestono un’importanza minore.

59
Fabblack 23-03-2017 20:02

@ Carl (#1796888)

Beh, io volevo evidenziare proprio questo: quelle brave i 10.000 (ora 15.000) non li giocano neanche, se non 5/6 ad inizio carriera; poi a 20/21 anni massimo sono nelle cento.
Salvo rare ECCEZIONI.

58
CamporeseFan (Guest) 23-03-2017 19:16

@ Gaz (#1796801)

Io l’ho vista l’anno scorso ed è una bella giocatrice con buon servizio e ottimi fondamentali…sa fare bene tutto. Forse le manca qualcosa a livello mentale visto che perde spesso al terzo set…la sua carriera che io sappia è stata pregiudicata ampiamente da un grave problema fisico che l’ha tenuta lontana dai campi per molto tempo…c’è da augurarle il meglio per il prosieguo della sua carriera. Speriamo che si tolga tante soddisfazioni

57
Carl 23-03-2017 18:16

Scritto da Fabblack
Vinci 9 titoli ITF
Errani 2
Giorgi 5
Schiavone 0
Knapp 6.
I tornei ITF (almeno i 10/15.000) DEVONO servire SOLO come inizio o al rientro da infortuni; poi non ci si può fossilizzare, se si crede di valere di più.

Mi permetto di integrare le informazioni

Vinci 2x75k 3x50k 2x25k 2x10k
Errani 1x25k 1x10k
Giorgi 3x50k 2x25k
Knapp 2x50k (uno l’anno scorso) 3x25k 1x10k

A titolo informativo anche
Pennetta 4x50k 1x25k 2x10k

56
radar 23-03-2017 18:08

Scritto da Gaz
Difficile giudicare vedendo solo il livescore,ma comunque complimenti alla Di Giuseppe per come sta tenendo testa dopo quasi 2 ore. Dovesse anche cedere di schianto nel terzo va’ comunque presa in considerazione per i prossimi tornei.

Non allargherei la valutazione sulla Digiu a così ampio spettro.
La Andreescu era al secondo match sulla terra e se c’era una che poteva metterla in difficoltà, questa era proprio la tennista romana col suo tennis vario (chiedere alla Swiatek in merito, che a Bergamo aveva lasciato le briciole a tutte e invece 1 set a Martina..).

Domani la canadesina avrà un’altra italiana e un’altra Martina, ma sarei stupito se faticasse più di oggi o addirittura perdesse (spero di essere sorpreso 🙂 ).
Così come sarei stupito se la semifinale della parte bassa non fosse contro la Zavatska, per quanto la turca Eraydin sia in grande fiducia.

55
Miofibrilla (Guest) 23-03-2017 18:03

Scritto da Fabblack
Vinci 9 titoli ITF
Errani 2
Giorgi 5
Schiavone 0
Knapp 6.
I tornei ITF (almeno i 10/15.000) DEVONO servire SOLO come inizio o al rientro da infortuni; poi non ci si può fossilizzare, se si crede di valere di più.

La Schiavone è ancora in tempo… (è una battuta!).

54
Andi (Guest) 23-03-2017 17:50

Bisognerebbe dare un’occhiata al record della Digiu nelle partite al terzo . Eppure credo possa fare una grande stagione !!!

53
IlCera (Guest) 23-03-2017 17:38

FORZA LUCREZIAAAAAA!!!!!!

52
IlCera (Guest) 23-03-2017 17:34

Sara’ un bel test per Martina incontrare la superdotata teenager canadese!!!

51
magilla 23-03-2017 17:21

trevisan a 26 punti dalla top 200

50
Fabblack 23-03-2017 17:08

Vinci 9 titoli ITF
Errani 2
Giorgi 5
Schiavone 0
Knapp 6.
I tornei ITF (almeno i 10/15.000) DEVONO servire SOLO come inizio o al rientro da infortuni; poi non ci si può fossilizzare, se si crede di valere di più.

49
Luigi44 (Guest) 23-03-2017 16:59

Grande Marty!!! Sono contentissimo per questa vittoria!

48
Luigi44 (Guest) 23-03-2017 16:56

@ Luigi44 (#1796819)

Ovvio, che scemo…!!@ azz (#1796807)

Oggi ho bevuto troppo… 🙂

47
Luigi44 (Guest) 23-03-2017 16:55

@ Luigi44 (#1796819)

Ovvio, che scemo…!!

46
Luigi44 (Guest) 23-03-2017 16:53

@ azz (#1796797)

Credo vi dimentichiate Biarritz, il più importante…

45
Gaz (Guest) 23-03-2017 16:47

Ceduto,evidentemente ha giocato un livello molto alto.

44
azz (Guest) 23-03-2017 16:45

@ Luigi44 (#1796789)

A Biarritz ha perso…

43
Gaz (Guest) 23-03-2017 16:34

Difficile giudicare vedendo solo il livescore,ma comunque complimenti alla Di Giuseppe per come sta tenendo testa dopo quasi 2 ore. Dovesse anche cedere di schianto nel terzo va’ comunque presa in considerazione per i prossimi tornei.

42
azz (Guest) 23-03-2017 16:29

@ Antonio (#1796771)

Trevisan 3 25.000= e 4 10.000, Rosatello credo in singolare nessuno

41
Gian (Guest) 23-03-2017 16:29

@ Antonio (#1796771)

Trevisan 7 singolo e 2 doppio
Rosatello 0 singolo 17 doppio (1 nel 2017)

40
Dizzo (Guest) 23-03-2017 16:29

Scritto da Dizzo

Scritto da Antonio
qualcuno è in grado di dirmi quanti titoli hanno vinto a livello ITF Trevisan e Rosatello?

Trevisan: 9 (7 in singolo, tra cui spiccano i 25k di Bagnatica, Roma e Santa Margherita e 2 in doppio)
Rosatello: 17 solo in doppio (ha raggiunto diverse finali in singolo, di recente ad Amiens, ma tutte perse in 2 set)

Le finali in singolare raggiunte da Rosatello in carriera:
2013, 10k Sharm El Sheikh. Sconfitta da Ipek Soylu per 75 61
2013, 10k Valladolid. Sconfitta da Andrea Lazaro Garcia per 63 36 60 (qui mi correggo, le finali disputate non sono finite tutte in 2 set)
2015, 10k Santa Margherita di Pula. Sconfitta da Anne Schaefer per 61 63
2016, 50k + H Saint Malo. Sconfitta da Maryna Zanevska per 61 63
2017, 15k Amiens. Sconfitta da Audrey Albie per 63 64

39
Bum Bum Becker 23-03-2017 16:22

@ Antonio (#1796771)

Rosatello ha vinto 17 tornei di doppio; Trevisan 7 di singolare e 2 di doppio.

38
Luigi44 23-03-2017 16:18

@ Antonio (#1796771)

Trevisan 8 (compreso Biarritz $100.000 dello scorso anno), Rosatello nessuno, che io sappia

37
Fabblack 23-03-2017 16:14

@ Luigi44 (#1796733)

Una volta “assaggiata” la Fed Cup, evidentemente, si rischia una sorta di contraccolpo.
Forse l’idea di “buttare dentro le giovani” per far loro fare esperienza rischia di essere addirittura controproducente se non si hanno gli “anticorpi”.

36
Dizzo (Guest) 23-03-2017 16:12

Scritto da Antonio
qualcuno è in grado di dirmi quanti titoli hanno vinto a livello ITF Trevisan e Rosatello?

Trevisan: 9 (7 in singolo, tra cui spiccano i 25k di Bagnatica, Roma e Santa Margherita e 2 in doppio)
Rosatello: 17 solo in doppio (ha raggiunto diverse finali in singolo, di recente ad Amiens, ma tutte perse in 2 set)

35
Antonio (Guest) 23-03-2017 15:44

qualcuno è in grado di dirmi quanti titoli hanno vinto a livello ITF Trevisan e Rosatello?

34
no_comment (Guest) 23-03-2017 15:25

Forza DiGiu, che vincendo oggi se la andrebbe a giocare con una tra Trevisan e Rosatello (credo quest’ultima) ed assicurerebbe un’azzurra in semifinale

33
franzino60 (Guest) 23-03-2017 15:20

e la scala…un altro piccolo gradino in avanti 🙂

32
Luigi44 23-03-2017 15:03

Grande Brianti! Da 6-3 5-1 si fa riprendere, va al tie break e, sotto 2-5 vince 7-5! A lei va il match dette “vecchiette”: 70 anni in 2! 😉

31
Sottile 23-03-2017 14:59

Che figura la Caregaro 😥 😥 😥

30
Miofibrilla (Guest) 23-03-2017 14:39

Scritto da Harlan
Caregaro non pervenuta .. Che dispiacere per questa ragazza

Mi auguro davvero che possa riprendersi, ma questo risultato era assolutamente preventivabile. La Caregaro deve ripartire con calma e pazienza dai 15K. Poi quello che verrà, verrà.

29
Luigi44 23-03-2017 14:37

@ Harlan (#1796707)

Mi aspettavo un risultato del genere. Sta seguendo la stessa parabola discendente della Barbieri. Chissà se a fine anno deciderà anche lei di ritirarsi… Spero di no, perché prima di lei forse se ne dovrebbero ritirare molte altre, ma non so quanto sia facile per lei ricostruirsi moralmente dopo tanti e tanti mesi di dolorose sconfitte…

28
Luigi44 23-03-2017 14:30

Stralcio di una recente intervista a Nathalie Tauziat, coach di B.V. Andreescu. A questa età, i se e i ma sono molti, e uno solo di questi può determinare l’ascesa o la stasi o la regressione di un/una giocatore/trice. La strada è lunga e può essere una gran bella strada, ma è bene restare con i piedi per terra, come sottolinea l’ex campionessa francese.
Interviewer: How difficult is the transition from a junior player to the WTA Tour level competitor?
NT: First you have to improve your game a lot, and I mean a lot! Bianca right now in my opinion plays at the 250 level and she is only 15. But you have to remember not to go too quick.
You have to win Tier 1, then tier 2, then you can start thinking about big tournaments. Last year was a great year for her reaching finals of Granby – 25K, but she has to repeat that. She has to win 10K, then she will go to 25K, then 50 or 100K. What we really need to work on is how to construct her career. It’s like building a house. Brick by brick, but the foundation has to be the strongest.

27
biglebowsky (Guest) 23-03-2017 14:26

Scritto da pibla

Scritto da biglebowsky
@ Santopadre(dei forum) posseduto da un ego enorme (#1796327)
permettimi di integrare: è ormai opinione generale che la terra rossa sia la superficie propedeutica per eccellenza all’apprendimento del tennis, motivo per cui le giovani atlete e i giovani atleti di tutto il mondo non solo giocano maggiormente, ma si allenano molto sul clay.
mentre in italia si blaterava di “progetto campi veloci”, gli stati uniti costruivano l’avveniristico centro usta di orlando dotandolo di un gran numero di campi in terra.
da aggiungere che, in particolare in età giovanile, la terra preserva da infortuni in maniera importante rispetto all’hard.
il che non significa, ovviamente, creare dei terraioli, ma anzi, favorire con i giusti tempi il passaggio alle superfici più veloci, spettacolari e diffuse con le opportune basi tecniche.

No, però scusa se mi permetto Big, in Italia non si “blaterava” di progetto campi veloci, in Italia avevavamo e purtroppo abbiamo ancora un serissimo problema, dovuto al fatto che, imparando a giocare i nostri ragazzi solo sulla terra, sanno fare tutto bene, in alcuni casi anche molto bene, a livello tecnico, eccetto i colpi di inizio gioco, che però sono fondamentali nel tennis di oggi, sia maschile che femminile.
Piccolo esempio, se uno come Fognini da piccolo avesse giocato un po’ di più su hard, a quest’ora sarebbe stato molto più competitivo con i colpi di inizio gioco che sono il suo vero, grosso handicap tecnico e questo a prescindere dalla testaccia che si ritrova e come questo di esempi negli ultimi decenni se ne possono fare a decine.
Quindi, Usa, Canada etc…etc…che crescono i loro giovani solo sul duro, fanno bene a fargli imparare il gioco su terra per completarli anche a livello tattico, tecnico etc..etc.., noi, che facciamo giocare i nostri ragazzi solo su terra, abbiamo un grande bisogno di qualche campo hard in più, perché i nostri capiscano fino in fondo l’assoluta importanza dei colpi di inizio gioco.
Un saluto.

permettiti pure, ci mancherebbe.
innanzitutto è falso che i ragazzi italiani imparino a giocare solo su terra; per metà anno, in quasi tutta l’italia, si gioca quasi solo indoor, nel 90% dei casi hard.
poi mi sfugge che cosa centri la superficie con il servizio che si impara più o meno nello stesso modo essendo il solo colpo nell’apprendimento del quale la superficie è ininfluente giocandosi “a freddo”.

26
Vecchiogiovi (Guest) 23-03-2017 14:25

Ancora bene Camilla Scala, peccato il passaggio a vuoto della settimana scorsa

25
Dizzo (Guest) 23-03-2017 14:25

Purtroppo, come era anche piuttosto prevedibile, Caregaro esce pesantemente sconfitta dal confronto con Saez Larra, attualmente superiore alla nostra. Dispiace perchè nel 2015 era sulla strada giusta, speriamo riesca a ritrovarsi

24
Dizzo (Guest) 23-03-2017 14:22

Brava la Scala, che batte un’avversaria molto ostica soffrendo solamente nel secondo set. Partenza a razzo della nostra che va subito sul 5-0, ma viene breakkata, non sfrutta due set point sul servizio Alves ma è brava a chiudere nel suo game di servizio. Secondo set più difficile, va subito sotto di un break, lo recupera subito, poi Scala va avanti di un break a sua volta ma perde subito il servizio. Sul 6-5, annulla un set point e poi domina li tiebreak. Adesso troverà una tra Bukta (3) e Mijacika

23
Harlan (Guest) 23-03-2017 14:20

Caregaro non pervenuta .. Che dispiacere per questa ragazza 🙁

22
pibla (Guest) 23-03-2017 13:48

Scritto da biglebowsky
@ Santopadre(dei forum) posseduto da un ego enorme (#1796327)
permettimi di integrare: è ormai opinione generale che la terra rossa sia la superficie propedeutica per eccellenza all’apprendimento del tennis, motivo per cui le giovani atlete e i giovani atleti di tutto il mondo non solo giocano maggiormente, ma si allenano molto sul clay.
mentre in italia si blaterava di “progetto campi veloci”, gli stati uniti costruivano l’avveniristico centro usta di orlando dotandolo di un gran numero di campi in terra.
da aggiungere che, in particolare in età giovanile, la terra preserva da infortuni in maniera importante rispetto all’hard.
il che non significa, ovviamente, creare dei terraioli, ma anzi, favorire con i giusti tempi il passaggio alle superfici più veloci, spettacolari e diffuse con le opportune basi tecniche.

No, però scusa se mi permetto Big, in Italia non si “blaterava” di progetto campi veloci, in Italia avevavamo e purtroppo abbiamo ancora un serissimo problema, dovuto al fatto che, imparando a giocare i nostri ragazzi solo sulla terra, sanno fare tutto bene, in alcuni casi anche molto bene, a livello tecnico, eccetto i colpi di inizio gioco, che però sono fondamentali nel tennis di oggi, sia maschile che femminile.

Piccolo esempio, se uno come Fognini da piccolo avesse giocato un po’ di più su hard, a quest’ora sarebbe stato molto più competitivo con i colpi di inizio gioco che sono il suo vero, grosso handicap tecnico e questo a prescindere dalla testaccia che si ritrova e come questo di esempi negli ultimi decenni se ne possono fare a decine.

Quindi, Usa, Canada etc…etc…che crescono i loro giovani solo sul duro, fanno bene a fargli imparare il gioco su terra per completarli anche a livello tattico, tecnico etc..etc.., noi, che facciamo giocare i nostri ragazzi solo su terra, abbiamo un grande bisogno di qualche campo hard in più, perché i nostri capiscano fino in fondo l’assoluta importanza dei colpi di inizio gioco.

Un saluto.

21
no_comment (Guest) 23-03-2017 12:14

@ Dizzo (#1796572)

Secondo me ne capisci eccome! Un’analisi completa direi…
Credo che la Spiteri e la Dentoni possano farcela, anche se l’avversaria di Corinna potrà darle qualche problema.
La Stefanini se la gioca e la Colmegna parte sfavorita, ma potrebbe scapparci la sorpresa.
La Caregaro purtroppo penso prenda una stesa ed invece la Di Giuseppe credo che perda ma combattendo..
Sul Derby c’è poco da dire. Sulla carta dovrebbe vincere la Trevisan, ma onestamente vedo più in forma la Rosatello..che vinca la migliore!
La Scala dovrà essere al 100% per battere la brasiliana anti-Italia (ha battutto diverse volte l’Arcidiacono, la Spigarelli e le altre azzurre)..
La Brianti vince in tre.
Ovviamente sono sensazioni, nessuno ha la palla magica (suppongo) 🙂

20
biglebowsky (Guest) 23-03-2017 11:37

Scritto da Fabio

Scritto da biglebowsky
@ Santopadre(dei forum) posseduto da un ego enorme (#1796327)
permettimi di integrare: è ormai opinione generale che la terra rossa sia la superficie propedeutica per eccellenza all’apprendimento del tennis, motivo per cui le giovani atlete e i giovani atleti di tutto il mondo non solo giocano maggiormente, ma si allenano molto sul clay.
mentre in italia si blaterava di “progetto campi veloci”, gli stati uniti costruivano l’avveniristico centro usta di orlando dotandolo di un gran numero di campi in terra.
da aggiungere che, in particolare in età giovanile, la terra preserva da infortuni in maniera importante rispetto all’hard.
il che non significa, ovviamente, creare dei terraioli, ma anzi, favorire con i giusti tempi il passaggio alle superfici più veloci, spettacolari e diffuse con le opportune basi tecniche.

Risposta che denota poca competenza. La terra e il veloce devono essere frequentati contemporaneamente e fin da subito, per assicurare ai giovani la giusta varietà di esperienze di allenamento e di gara, come fanno in Francia, Svizzera, Repubblica Ceka, Slovacchia, Germania. Nazioni dove si gioca su terra all’aperto d’estate e su veloce indoor d’inverno.
Il progetto campi veloci e il progetto della USTA muovono dalle stesse giustissime considerazioni: in America c’è troppo poca terra, in Italia troppo poco cemento.
Evitiamo di fare polemiche gratuite.

nessuna polemica, è ovvio e persino banale che una cosa non esclude completamente l’altra e che le condizioni climatiche dei vari paesi costituiscano un aspetto importante, vedi spagna o argentina ad esempio.
il fatto stesso che la già citata andrescu abbia compiuto la scelta di giocare e di allenarsi in italia su terra per un periodo, ma che anche altre rising star giochino o giocheranno in sardegna nelle prossime settimane, mi sembra significativo e che la terra sia la superficie ideale per imparare a giocare a tennis specie sotto l’aspetto tecnico-tattico (propedeutica) è opinione comune di ogni persona informata così come il fatto che le articolazioni e la muscolatura ne traggano beneficio specie in tenera età, cosa, quest’ultima, assai importante.

19
Dizzo (Guest) 23-03-2017 11:32

Per quanto riguarda i match in Italia, interessanti le partite tra Trevisan e Rosatello (match tra 2 ragazze devastate dagli infortuni, parte favorita Martina, ma se Camilla sta bene sia fisicamente che mentalmente può devastare chiunque) e Di Giuseppe-Andreescu (sarà appunto interessante vedere come la canadese gestisce il gioco della Digiu). Non vedo molte possibilità per la Caregaro contro la Saez Larra, spero solo che possa battersi alla pari con la spagnola. Gli altri match nel mondo: vedo favorite Spiteri contro la WC portoghese, Brianti e Dentoni. Match incerto tra Gravouil e Stefanini (do leggermente favorita la nostra), mentre partono sfavorite Colmegna (la Heise è piuttosto in forma, ha vinto il 1o titolo della carriera qualche settimana fa e viene dalla finale di Gonesse persa al tiebreak del 3o) e Scala (la brasiliana gioca molto bene sulla terra e sul finire della stagione scorsa si è trovata molto bene ad Hammamet). Vediamo, questi sono i miei pronostici

18
decor (Guest) 23-03-2017 11:31

Scritto da biglebowsky
@ Santopadre(dei forum) posseduto da un ego enorme (#1796327)
permettimi di integrare: è ormai opinione generale che la terra rossa sia la superficie propedeutica per eccellenza all’apprendimento del tennis, motivo per cui le giovani atlete e i giovani atleti di tutto il mondo non solo giocano maggiormente, ma si allenano molto sul clay.
mentre in italia si blaterava di “progetto campi veloci”, gli stati uniti costruivano l’avveniristico centro usta di orlando dotandolo di un gran numero di campi in terra.
da aggiungere che, in particolare in età giovanile, la terra preserva da infortuni in maniera importante rispetto all’hard.
il che non significa, ovviamente, creare dei terraioli, ma anzi, favorire con i giusti tempi il passaggio alle superfici più veloci, spettacolari e diffuse con le opportune basi tecniche.

Ma che ragionamento è?

17
Fabio (Guest) 23-03-2017 11:19

Scritto da biglebowsky
@ Santopadre(dei forum) posseduto da un ego enorme (#1796327)
permettimi di integrare: è ormai opinione generale che la terra rossa sia la superficie propedeutica per eccellenza all’apprendimento del tennis, motivo per cui le giovani atlete e i giovani atleti di tutto il mondo non solo giocano maggiormente, ma si allenano molto sul clay.
mentre in italia si blaterava di “progetto campi veloci”, gli stati uniti costruivano l’avveniristico centro usta di orlando dotandolo di un gran numero di campi in terra.
da aggiungere che, in particolare in età giovanile, la terra preserva da infortuni in maniera importante rispetto all’hard.
il che non significa, ovviamente, creare dei terraioli, ma anzi, favorire con i giusti tempi il passaggio alle superfici più veloci, spettacolari e diffuse con le opportune basi tecniche.

Risposta che denota poca competenza. La terra e il veloce devono essere frequentati contemporaneamente e fin da subito, per assicurare ai giovani la giusta varietà di esperienze di allenamento e di gara, come fanno in Francia, Svizzera, Repubblica Ceka, Slovacchia, Germania. Nazioni dove si gioca su terra all’aperto d’estate e su veloce indoor d’inverno.
Il progetto campi veloci e il progetto della USTA muovono dalle stesse giustissime considerazioni: in America c’è troppo poca terra, in Italia troppo poco cemento.
Evitiamo di fare polemiche gratuite.

16
biglebowsky (Guest) 23-03-2017 10:53

@ Santopadre(dei forum) posseduto da un ego enorme (#1796327)

permettimi di integrare: è ormai opinione generale che la terra rossa sia la superficie propedeutica per eccellenza all’apprendimento del tennis, motivo per cui le giovani atlete e i giovani atleti di tutto il mondo non solo giocano maggiormente, ma si allenano molto sul clay.
mentre in italia si blaterava di “progetto campi veloci”, gli stati uniti costruivano l’avveniristico centro usta di orlando dotandolo di un gran numero di campi in terra.
da aggiungere che, in particolare in età giovanile, la terra preserva da infortuni in maniera importante rispetto all’hard.
il che non significa, ovviamente, creare dei terraioli, ma anzi, favorire con i giusti tempi il passaggio alle superfici più veloci, spettacolari e diffuse con le opportune basi tecniche.

15
Luigi44 23-03-2017 09:40

Noto con enorme gioia che i divani in questo blog finalmente impazzano! Questo, almeno per quanto mi riguarda, rende il blog più simpatico, più “umano”, meno accademico… Speriamo che le molle non si rompano presto, e che i cuscini restino sempre ben gonfi… Buona partita alla Digiu e per il derby, con il cuore dico Martina, ma sarò contento di qualsiasi risultato, basta che non ci siano ritiri…

14
Fantumazz 23-03-2017 09:31

Ma la rotazione delle foto è random o segue un preciso criterio?

Beh, comunque, giusto rendere omaggio anche ad Albertina 🙂

13
Marco garda (Guest) 23-03-2017 09:24

@ Sottile (#1796295)

Io penso che Camilla è più forte della Martina . Wc azzeccate .

12
circ80 23-03-2017 07:40

Scritto da Santopadre(dei forum) posseduto da un ego enorme

Scritto da circ80

Scritto da Gaz
Inutile girarci a torno,Hantuchova e Andreescu sono le attrazioni principali del torneo (parlando in senso generale e non nazionalista),la prima per quello che è stata,la seconda per quello che sarà,comunque la stellina canadese è senza dubbio la tennista da battere,rispetto e massima considerazione per chi ci riuscira’nell’impresa ,sia italiana o non, e di qualsiasi età.
Sinceramente sono pochissime le chance della Di Giuseppe di battere la PUPILLA,ma se ci dovesse riuscire TANTO DI CAPPELLO.

Gaz, guardando il tabellone non posso fare a meno di chiedermi e di chiederti perché bianca sia venuta a giocare e, temo, togliere punti alle nostre giocatrici in questo torneo su terra:
Conosci la sua programmazione?
Si sta preparando per la stagione europea sul rosso?

Non voglio togliere la risposta a Gaz ma seguendo un pò da osservatore come lavorano da quelle parti, credo sia perchè vogliono cercare di migliorare queste ragazze/i su tutto e come noi diciamo sempre che i nostri/e dovrebbero giocare più cemento per migliorare certe caratteristiche che giocando troppo sulla terra hanno sviluppato meno, loro fanno il ragionamento contrario.
D’altronde se vai a vedere la programmazione dell’ultimo anno di Auger Aulissime vedrai che ha fatto un sacco di tornei sulla terra negli States, in Spagna, Peru, addirittura in Ungheria.
A quell’età penso facciano benissimo a fargli fare questo, poi è chiaro che l’inizio della stagione su terra avrà contribuito e anche il calendario non lascia molta scelta, perchè anche negli States i tornei delle prossime settimane si giocheranno su terra, perchè anche gli americani ormai da un pò fanno lo stesso ragionamento dei canadesi e i tornei su terra sono moltiplicati rispetto al passato quando si contavano sulle dita di una mano sommando maschile e femminile.
Detto questo forza Di Giuseppe!

Grazie per la risposta 😉

11
Miofibrilla (Guest) 23-03-2017 01:43

Scritto da Gaz
Inutile girarci a torno,Hantuchova e Andreescu sono le attrazioni principali del torneo (parlando in senso generale e non nazionalista),la prima per quello che è stata,la seconda per quello che sarà,comunque la stellina canadese è senza dubbio la tennista da battere,rispetto e massima considerazione per chi ci riuscira’nell’impresa ,sia italiana o non, e di qualsiasi età.
Sinceramente sono pochissime le chance della Di Giuseppe di battere la PUPILLA,ma se ci dovesse riuscire TANTO DI CAPPELLO.

Questo commento non fa una grinza; ovviamente è, come tuo solito, esterofilo ma è allo stesso tempo rispettoso e non denigratorio nei confronti di quelle tenniste (Di Giuseppe e altre) che, probabilmente, mai diventeranno “famose”, ma che comunque ce la mettono tutta ogni giorno dell’anno.
E’ questo lo stile comunicativo che piace a me, ed è questo il metodo per dovresti usare per rendere l’informazione GLOBALE delle stelline straniere, meno “pesante” e più fruibile da tutti noi
Pensiero mio…

PS …pensa se la DI GIUSEPPE andasse a caccia di stelle cadenti, fuori stagione. La butto là, tanto per ridere.

10
Gaz (Guest) 23-03-2017 01:33

@ Santopadre(dei forum) posseduto da un ego enorme (#1796336)

Anch’io sono da divano e ne vado fiero…
del mio divano,anche lui ha visto e conosce più tennis di alcuni nostri amici.

9
Santopadre(dei forum) posseduto da un ego enorme (Guest) 23-03-2017 01:23

ps= da osservatore intendo osservatore dal divano di casa è 😆 , buonanotte a tutti

8
Gaz (Guest) 23-03-2017 00:57

@ circ80 (#1796315)

Sul suo profilo dichiara scherzosamente che non c’è niente di meglio che giocare su terra battuta con vista mare.
È iscritta a questo torneo anche le prossime 2 settimane dove alla fine probabilmente conta di avere già un ranking sufficiente per partecipare ai primi tornei international su terra,sperando in qualche wild card in qualche torneo maggiore prima dell’appuntamento Parigi.
Quindi programmazione tutta da definire.
Purtroppo non essendo americana non si trova a far quello che stanno già facendo giovani americane queste settimane di gran tornei,che hanno beneficiato di wild card.
Ma tempo al tempo,ci si gode il sole della Sardegna in tranquillità,ben consapevoli di quel che sarà………

7
Santopadre(dei forum) posseduto da un ego enorme (Guest) 23-03-2017 00:48

Scritto da circ80

Scritto da Gaz
Inutile girarci a torno,Hantuchova e Andreescu sono le attrazioni principali del torneo (parlando in senso generale e non nazionalista),la prima per quello che è stata,la seconda per quello che sarà,comunque la stellina canadese è senza dubbio la tennista da battere,rispetto e massima considerazione per chi ci riuscira’nell’impresa ,sia italiana o non, e di qualsiasi età.
Sinceramente sono pochissime le chance della Di Giuseppe di battere la PUPILLA,ma se ci dovesse riuscire TANTO DI CAPPELLO.

Gaz, guardando il tabellone non posso fare a meno di chiedermi e di chiederti perché bianca sia venuta a giocare e, temo, togliere punti alle nostre giocatrici in questo torneo su terra:
Conosci la sua programmazione?
Si sta preparando per la stagione europea sul rosso?

Non voglio togliere la risposta a Gaz ma seguendo un pò da osservatore come lavorano da quelle parti, credo sia perchè vogliono cercare di migliorare queste ragazze/i su tutto e come noi diciamo sempre che i nostri/e dovrebbero giocare più cemento per migliorare certe caratteristiche che giocando troppo sulla terra hanno sviluppato meno, loro fanno il ragionamento contrario.

D’altronde se vai a vedere la programmazione dell’ultimo anno di Auger Aulissime vedrai che ha fatto un sacco di tornei sulla terra negli States, in Spagna, Peru, addirittura in Ungheria.

A quell’età penso facciano benissimo a fargli fare questo, poi è chiaro che l’inizio della stagione su terra avrà contribuito e anche il calendario non lascia molta scelta, perchè anche negli States i tornei delle prossime settimane si giocheranno su terra, perchè anche gli americani ormai da un pò fanno lo stesso ragionamento dei canadesi e i tornei su terra sono moltiplicati rispetto al passato quando si contavano sulle dita di una mano sommando maschile e femminile.

Detto questo forza Di Giuseppe! :mrgreen:

6
Coccia (Guest) 23-03-2017 00:39

Possono passare tutte anche se alcune rischiano di perdersi per strada.

5
Santopadre(dei forum) posseduto da un ego enorme (Guest) 23-03-2017 00:34

Vinco io con la parrucca 😎

4
circ80 23-03-2017 00:15

Scritto da Gaz
Inutile girarci a torno,Hantuchova e Andreescu sono le attrazioni principali del torneo (parlando in senso generale e non nazionalista),la prima per quello che è stata,la seconda per quello che sarà,comunque la stellina canadese è senza dubbio la tennista da battere,rispetto e massima considerazione per chi ci riuscira’nell’impresa ,sia italiana o non, e di qualsiasi età.
Sinceramente sono pochissime le chance della Di Giuseppe di battere la PUPILLA,ma se ci dovesse riuscire TANTO DI CAPPELLO.

Gaz, guardando il tabellone non posso fare a meno di chiedermi e di chiederti perché bianca sia venuta a giocare e, temo, togliere punti alle nostre giocatrici in questo torneo su terra:
Conosci la sua programmazione?
Si sta preparando per la stagione europea sul rosso?

3
Gaz (Guest) 22-03-2017 23:51

Inutile girarci a torno,Hantuchova e Andreescu sono le attrazioni principali del torneo (parlando in senso generale e non nazionalista),la prima per quello che è stata,la seconda per quello che sarà,comunque la stellina canadese è senza dubbio la tennista da battere,rispetto e massima considerazione per chi ci riuscira’nell’impresa ,sia italiana o non, e di qualsiasi età.
Sinceramente sono pochissime le chance della Di Giuseppe di battere la PUPILLA,ma se ci dovesse riuscire TANTO DI CAPPELLO.

2
Sottile 22-03-2017 22:55

Vinceranno Colmegna, Trevisan, Stefanini, Scala e forse Spiteri

1