Out Fognini ATP, Copertina

Fognini saluta Indian Wells dopo la sconfitta in due set contro Pablo Cuevas (Video)

14/03/2017 09:15 93 commenti
Fabio Fognini classe 1987, n.43 ATP
Fabio Fognini classe 1987, n.43 ATP

Brutta sconfitta per Fabio Fognini al terzo turno del Masters 1000 di Indian Wells ($ 6.993.450, hard).

Il tennista ligure è stato sconfitto dall’uruguaiano Pablo Cuevas, 31 anni, Nr. 33 del mondo, con il punteggio di 6-1 6-4 in un’ora e otto minuti di gioco.

Match senza storia, con Cuevas che ha meritato ampiamente la vittoria. Un passo indietro per il nostro portacolori, che si conferma ancora una volta giocatore discontinuo e lunatico. Dopo il successo su Tsonga era lecito sperare in qualcosa di più…ma Fabio ormai è così: prendere o lasciare!

Primo set: parte fortissimo l’azzurro, brekkando già al primo gioco l’avversario e dando l’impressione di poter far suo agevolmente il match.
Purtroppo non è così: Cuevas controbrekka il gioco successivo e annulla un’insidiosa palla break all’italiano nel terzo gioco. E’ già la svolta del parziale.
Fognini è nervoso, sbaglia tanto e non incide al servizio. L’ovvia conseguenza sono altri due break subiti dal ligure, nel quarto e nel sesto game.
L’uruguaiano non ha così problemi a portarsi avanti: turno di servizio tenuto a 15 e 6-1 Cuevas in 23 minuti di gioco.

Secondo set: parziale più lottato ma sempre a senso unico.
Le uniche emozioni le procura Cuevas, sempre più galvanizzato e in fiducia.
Già al terzo gioco opera l’allungo decisivo: break ai vantaggi e parziale indirizzato verso binari a lui favorevoli.
L’azzurro cerca di scuotersi ma l’avversario al servizio è ingiocabile oggi; Fabio non arriva mai a procurarsi una palla break, anzi, nel quinto gioco, ne deve annullare una a Cuevas, ormai sempre più padrone del campo.
Purtroppo il set scivola veloce verso l’epilogo e l’azzurro non riesce a rendersi pericoloso. Deve così assistere impotente alla vittoria avversaria.
Servizio tenuto a 30 nel decimo gioco e match conquistato alla prima palla utile. E’ 6-4 per Cuevas in 45 minuti di gioco.

USA Masters 1000 Indian Wells 1000 | Cemento | $6.993.450
3T Cuevas URU – Fognini ITA (1-4) ore 02:00

ATP Indian Wells
Pablo Cuevas [27]
6
6
Fabio Fognini
1
4
Vincitore: P. CUEVAS

01:06:29
5 Aces 3
2 Double Faults 2
72% 1st Serve % 74%
31/38 (82%) 1st Serve Points Won 22/40 (55%)
6/15 (40%) 2nd Serve Points Won 5/14 (36%)
1/2 (50%) Break Points Saved 4/8 (50%)
9 Service Games Played 8
18/40 (45%) 1st Return Points Won 7/38 (18%)
9/14 (64%) 2nd Return Points Won 9/15 (60%)
4/8 (50%) Break Points Won 1/2 (50%)
8 Return Games Played 9
37/53 (70%) Total Service Points Won 27/54 (50%)
27/54 (50%) Total Return Points Won 16/53 (30%)
64/107 (60%) Total Points Won 43/107 (40%)

Fognini ITA – Cuevas URU
May 24, 1987 Birthday: Jan 01, 1986
29 years Age: 31 years
Italy Italy Country: Uruguay Uruguay
43 Current rank: 33
13 (Apr 21, 2014) Highest rank: 19 (Oct 03, 2016)
830 Total matches: 699
$7 908 046 Prize money: $5 181 747
980 Points: 1 190
Right-handed Plays: Right-handed


Davide Sala


TAG: , , ,

93 commenti. Lasciane uno!

Sato (Guest) 14-03-2017 21:01

Scritto da magilla
e vabbeh…un po’ deluso lo sono…..ma accontentiamoci della bella partita di ieri…..

Quella rimane, giusto.

93
Sato (Guest) 14-03-2017 21:00

Negare che Fognini abbia talento è palesemente assurdo. Chiedo a chi non glielo riconosce: ma se non avesse neanche talento, con la testa che ha, come avrebbe fatto a raggiungere certi livelli? Riflettete, il talento è la sola cosa che non gli si può negare. Ma di più, il riconoscerglielo è tutt’altro che un complimento! È invece la peggior accusa che gli si possa muovere, visto come lo sta sprecando.

92
Il Violinista del Titanic (Guest) 14-03-2017 20:40

Scritto da Fede-rer

Scritto da Il Violinista del Titanic
Esiste il cosiddetto principio di falsificabilita’, valido per le dispute scientifiche, che dovrebbe trovare applicazione nel tennis in base ai dati oggettivi espressi dalla classifica ATP e dal palmares dei giocatori (in ordine di importanza: Slam, Master 1000, 500 etc,). Pertanto nel tennis italiano dell’ERA OPEN aggiornato al Marzo 2017, il valore reale dei giocatori sarebbe il seguente: 1 Panatta, 2 Barazzutti, 3 se la giocano Bertolucci e Fognini. Il resto sarebbero solo amabili chiacchiere da… Forum
PS: con questo nobile principio (da cui si deduce che: Schiavone è meglio di Pennetta; Pennetta è meglio di Errani) finalmente le opinioni, le simpatie, i sentimenti, nonché il testosterone, starebbero fuori da ogni disputa sul valore dei giocatori/trici, tranne in quei rari casi in cui le differenze oggettive di cui sopra sono molto sottili.

Premesso che il confronto tra tennisti di epoche diverse lascia il tempo che trova, dato che stiamo giocando, sottolineo che la oggettività di cui parli non può esistere.
Quando Camporese ha vinto Rotterdam non c’era ancora la distinzione tra Atp 250 ed Atp 500, per esempio. Ma se guardi ilparterre di quel torneo capisci che era di livello altissimo.
Camporese vinse un torneo considerato prestigioso ed ambito sconfiggendo in finale un certo Ivan Lendl (vincitore di 8 slams). Fognini ha vinto l’ATP 500 di Amburgo sconfiggendo un Haas vecchio ed acciaccato, Almagro e Del Bonis. Con tutto il rispetto tutti e tre insieme non sono neanche degni di allacciare i calzari ad Ivan Lendl.
Fognini se non erro ha vinto altri due Atp 250 in Sudamerica, camporese ha vinto l’analogo di un ATP 250 a Milano sconfiggendo in finale un certo Goran Ivanisevic.
Ripeto, paragona la Top 20 dell’epoca di camporese e quella attuale e trai le conclusioni da solo!
Non sto dicendo che Camporese sia preferibile, io le vedo due carriere assolutamente paragonabili, poi ciascuno può preferire chi vuole! Se è per questo, quanto a longevità tennistica e continuità di risultati, Seppi è superiore sia a Camporese che a Fognini. Si può valutare una carriera sui picchi o sulla continuità.
Proprio in base a questa considerazione valuterei anche Schiavone e Pennetta. La Schiavone ha fatto una finale slam in più, la Pennetta ha però vinto uno slam ed un Premier mandatory ed ha avuto una continuità di risultati maggiore ed era molto più adattabile a qualunque superficie e non solo vincolata alla terra rossa. Affermare oggettivamente che la Schiavone sia stata superiore alla Pennetta è quanto meno un azzardo!

Caro Fede-rer, mi soffermo solo su Schiavone e Pennetta per una questione di Logica legata al principio di falsificabilita’ di cui sopra: Schiavone ha BR4 mentre Pennetta ha BR6; negli Slam Schiavone ha W+F,QF,QF,2QF; mentre Pennetta ha W, 4R, 4R, QF. Se uno vuole dire che gli altri Tornei sono più importanti degli Slam e del Best Ranking, ben venga. Se uno vuole dire che Pennetta tira e Schiavone no, ben venga: de gustibus… Siamo su un Forum e ognuno è libero di esprimere il proprio parere. Ma i pareri sono una cosa; i fatti sono altra cosa: l’importanza del ranking e l’importanza degli Slam rispetto agli altri Tornei sono dei fatti storici che non ho stabilito io. Non sono opinioni. In base a ciò, con un semplice ragionamento di tipo logico e consultando un archivio con i risultati passati alla Storia, è possibile affermare che Schiavone è stata la migliore tennista italiana. Oltre che la prima italiana ad aver vinto uno Slam 🙂 Seconda la Pennetta. Seconda anche nell’ aggiudicarsi un titolo Slam. È Storia. Non l’ho scritta io: l’hanno scritta le due ragazze con le loro splendide gesta.

91
altur (Guest) 14-03-2017 20:11

Adesso basta! Dov’è poi tutto questo talento? Piedi veloci, tocco, anticipo non bastano a fare il talento, non servono a nulla se non hai la testa. Dopo l’infortunio, Cuevas da 45 che era è uscito dalla classifica e con pazienza e umiltà si è ricostruito. L’ho visto vincere il t. challenger di Mestre nel ’14, l’ho seguito dai quarti, un comportamento impeccabile. Non puoi permetterti tutte quelle sceneggiate. Guarda i campioni veri Federer, Djokovic, Sampras, Nadal, Borg, Lendl, Edberg; li avete mai visti esibirsi in “fognate”? Dici: e Connors e Mac? certo, ma erano Connors e Mac e allora, se sei loro, qualche teatrino te lo puoi anche permettere. Non si sa come, Fognini è stato n 13 per un battito d’ali dopo quei tornei vinti in Germania e adesso è al suo posto e lì rimarrà se non cambia la testa, se non impara a rispettare l’arbitro, il pubblico, il campo da tennis. Come fa anche Cuevas.
E’ la continuità che fa il campione, è il saper soffrire e poi ridare il massimo, non qualche sprazzo di genialità. Ma da troppo Fognini, che non è più un ragazzino è così. Non ci credo più.

90
fabio (Guest) 14-03-2017 20:07

@ Silvennis (#1790872)
🙁
speriamo di no altrimenti siamo messi male 🙁

89
fabio (Guest) 14-03-2017 20:04

@ Just g (#1790912)

esatto ,purtoppo il tifo è una brutta bestia.

88
Luca Martin (Guest) 14-03-2017 19:35

Scritto da Alecon

Scritto da All day censored

Scritto da Luca Martin
La Prova del 9 non era affatto facile.
Cuevas l’ho visto giocare ultimamente e tira badilate come niente fosse.
E’ uno dei più in forma su Terra e pare non cavarsela male nemmeno su superfici come queste.
E siccome ieri mi è venuta la pelle alta un palmo a sentire una vecchia canzone…la dedico a Fabio:
Shine On You Crazy Diamond!
(Ricordo quando eri giovane
Splendevi come il sole
Continua a brillare pazzo diamante
Adesso c’è uno sguardo nei tuoi occhi
Come neri buchi nel cielo
Continua a brillare pazzo diamante
Sei stato preso nel fuoco incrociato
dell’infanzia e della celebrità
Soffiato nella brezza d’acciaio
Vieni, bersaglio per remote risate
Vieni, straniero,
leggenda, martire e splendi!)

Complimenti per la dedica musicale. Brindo all’LP per eccellenza della storia del rock.

Meravigliosa

Grazie Ragazzi. Bisogna andare a scuola di questi fenomeni (come i Pink Floyd e altri), imparare e godere.

87
Hector (Guest) 14-03-2017 18:29

Scritto da Sato
Il problema non è perdere, ma come si perde.

Saranno d’accordo con la tua affermazione tutti coloro che avevano in casa un rubinetto che perdeva e poi hanno trovato la consorte in compagnia dell’idraulico di turno….

86
volandri 14-03-2017 18:13

Ogni volta ci spero, poi va sente a finire così, non penso entrerà più nei 20, naturalmente felicissimo di essere smentito

85
_Carlo 14-03-2017 17:55

Scritto da Fede-rer

Scritto da _Carlo
A dare il merito all’avversario e a dire comunque grazie a Fabio Fognini non ci riuscite proprio ehh ??? Quanto avrei voluto vedere voi giocare con Cuevas ieri, e non per vincerci, ma solo per rendervi conto di persona di quanto fosse ingiocabile in questo momento della sua carriera…

Come puoi leggere nel mio commento precedente ho dato tutti i meriti possibili all’avversario. Ritengo Cuevas un giocatore solido, piacevole da veder giocare e molto corretto.
Ciò detto vorrei una volta per tutte dire due parole sul concetto di “ingiocabilità”: ingiocabile per chi e per cosa?
L’ingiocabilità non è un concetto nè oggettivo nè assoluto: di certo era ingiocabile per il Fognini di ieri, ma lo sarebbe stato per tutti gli altri in tabellone a IW? O lo sarebbe stato per il Fognini visto contro Tsonga? Insomma, a volte un giocatore appare ingiocabile non solo perchè è in ottima giornata ma anche perchè l’avversario non trova le giuste contromisure tecniche ed agonistiche per metterlo in difficoltà.
Ieri Fognini, nonostante un discreto secondo set, non le ha trovate. Stop…

e pure c’hai ragione…

84
ci provo (Guest) 14-03-2017 17:51

A me francamente anche questa storia di Fognini miglior tennista italiano dai tempi di Panatta ha un po’ stufato. Per i numeri può anche starci (4 tornei vinti, 13° posto nel ranking), ma nella sostanza secondo me molto meno e provo a spiegare perchè.
Cominciamo col dire che 3 dei 4 trionfi sono arrivati negli Atp 250, vale a dire il gradino tecnicamente più basso del circuito di vertice, e uno solo negli Atp 500. Poi proviamo a guardare il livello concreto dei tornei in questione. L’unico Atp 500 conquistato (Amburgo 2013) è arrivato battendo in finale il n. 114 del mondo (Delbonis). Il successo più recente (Umago 2016) è maturato senza affrontare nessun top 70. La vittoria di Vina del Mar 2014 si è concretizzata piegando nel turno decisivo il n. 91 del mondo (L. Mayer). L’unica sequenza discretamente significativa al riguardo è forse quella che portò al successo a Stoccarda 2013, quando Fognini superò Haas nei quarti, Bautista Agut in semifinale e Kohlschreiber in finale. Quanto al best ranking, mi sembra fu più il frutto d’una programmazione perfetta dal punto di vista punti conquistabili/difficoltà dei tornei che non di chissà quali prodezze tennistiche. Vorrei infatti ricordare che si concretizzò al culmine d’un periodo annuale (estate 2013/primavera 2014) nel quale Fognini raccolse gran parte dei 2400 punti che lo issarono al 13° posto prima sulla terra europea del dopo-Wimbledon (luglio 2013), poi su quella sudamericana del dopo-Melbourne (febbraio 2014), in una serie di tornei nei quali la stragrande maggioranza dei big o non c’era o c’era “di passaggio”, più che altro per allenarsi. Segnalo tutto questo, credeteci o no, non per sminuire ma per dare quello che a mio avviso è il giusto peso alle cose. E per concludere che, al di là dei numeri, tennisti come Camporese, Gaudenzi, Furlan e Cancellotti (e forse ne dimentico qualcuno) secondo me non sono stati assolutamente inferiori a Fognini.

83
Peter (Guest) 14-03-2017 17:42

A me la cosa che fá rabbia, non è quella che Fognini ha perso con Cuevas, ci stá, ci può stare tranquillamente, ha perso Berdych con Nishioka, ha perso Murray con Pospisil, ovvio che può perdere anche Fognini con Cuevas, ci mancherebbe altro.
La cosa che mi fà rabbia è il come si perde.
Può capitare a tutti la giornata in cui non ti riesce nulla, la giornata in cui non entra una prima, la giornata in cui fai 50 gratuiti, ci mancherebbe, può capitare anche la giornata in cui tu dai tutto, e metti corpo e anima in campo, ma perdi lo stesso, perché l’avversario è più forte di te o ha giocato ancora ad un livello più alto del tuo.
Questo lo accetto, se si perde dando tutto, si perde a testa alta, si perde con onore, da uomini, questo non mi dà fastidio anzi, complimenti all’avversario.
Fognini ieri con Cuevas nel primo set è stato imbarazzante, non mi riferisco agli errori, ma al suo atteggiamento, era svogliato, sembrava passeggiasse in campo, questo non può non farti salire la rabbia, è ingiustificabile.
Ti lascia quell’aria di straffottenza e superiorità che mi fà venire il Cristo, mi irrita proprio vederlo quando fa così.
Lorenzi ha 6 anni in più di Fognini, è palesemente inferiore dal punto di vista tecnico, ma come mai gli stà davanti in classifica?
Perché Lorenzi mette tutto in campo, anima e corpo, tutto quello che ha, ed è questo che fà di lui un grande atleta e soprattutto un grande uomo, Fognini dovrebbe prendere esempio.
Tutte le partite le devi giocare come fossero una finale, tutte, non puoi presentarti in campo con questi atteggiamenti,è una mancanza di rispetto per i tuoi fan, per chi ti sostiene da sempre, per lo sport, e per madre natura che ti ha dato un grande dono.
Non so se il cambio di allenatore, uno psicologo o chiunque,possa fare qualcosa, non conoscendolo personalmente, non so se è una persona tanto umile da abbassare la testa, capire gli errori e svegliarsi il giorno dopo con la convinzione e la determinazione tali da invertire la tendenza di cambiare,di scuotersi profondamente, quello che so, è che per me rimane un grande talento, il migliore da molti anni nel nostro Paese, che però non ha mai voluto o non ha mai avuto l’umiltà di fare un passo indietro e invertire una tendenza che lo sta accompagnando veramente da troppo tempo.

82
Just g (Guest) 14-03-2017 17:39

Quanti commenti … tante parole sprecate… non le merita… disintossicatevi dal fogna

81
Ken_Rosewall 14-03-2017 17:36

@ Fede-rer (#1790592)

commento distaccato che si avvale dei fatti, bravo!

80
Fede-rer 14-03-2017 17:09

Scritto da sander

Scritto da Fede-rer

Scritto da Koko
@ Fede-rer (#1790835)
Camporese era più che altro sorprendente: fisico da ragioniere ma botte da orbi al servizio e nel dritto ad uscire! Complessivamente però ha ottenuto meno risultati quantitativi di Fognini perchè è stato spesso infortunato.

Esatto, fisico da ragioniere… Ottima definizione. Ma tennis splendido. Purtroppo non era n grande agonista, era tutt’altro che adrenalinico e, probabilmente, non aveva un gran voglia di allenarsi. Aveva un carattere simile a quello di Bolelli, per intenderci. La sua parabola non è durata molto, ma in quel poco tempo ha raccolto parecchio..
Dimenticava, oltre ai vari Edberg, Ivanisevic, Moya e Lendl, tra gli altri ha battuto anche un certo Bruguera…
Se vogliamo parlare di tennis facciamolo, ma cerchiamo di essere obiettivi!

Fede-rer apprezzo molti tuoi interventi ma non posso sentire dire che Camporese aveva un carattere alla Bolelli…. Camporese era uno che se
in Coppa Davis voleva vincere quella determinata partita era un osso straduro per tutti, l’ho visto una marea di volte mettere le palle sul campo (intese come attributi), le palle che ha messo il buon Camporese Bolelli ahi noi non le ha mai messe……poi e’ anche vero che a volte gli capitava di giocare il torneo di Genova, magari al secondo turno dove non metteva sul campo tutto quello che aveva, magari stava in dolce compagnia di una bella ragazza fino a poco tempo prima….ma quella e’ un’altra storia..
Camporese oltre che di dritto e servizio ha vinto di carattere con Lendl, Edberg, Courier, Becker, ecc. il Bole quel carattere e quella forza mentale non l’ha mai avuta….

Sì sì, sono assolutamente d’accordo con te! Sono stato poco chiaro io! Era per dire che Camporese era un’acqua cheta, che di certo non era un adrenalinico negli atteggiamenti. Lo vedevi passeggiare per il campo tra un punto e l’altro con l’andatura da ragioniere, un po’ imbolsito e con l’orologio… Mi faceva sempre sorridere e mi stupiva come in realtà quando voleva sapesse essere “tignoso”. Di certo, non aveva una grande attenzione rivolta alla preparazione atletica ed alla forma fisica7dieta. Altrimenti avrebbe potuto arrivare molto più in alto ed avere una carriera molto più lunga.

79
Fede-rer 14-03-2017 17:06

Scritto da Il Violinista del Titanic
Esiste il cosiddetto principio di falsificabilita’, valido per le dispute scientifiche, che dovrebbe trovare applicazione nel tennis in base ai dati oggettivi espressi dalla classifica ATP e dal palmares dei giocatori (in ordine di importanza: Slam, Master 1000, 500 etc,). Pertanto nel tennis italiano dell’ERA OPEN aggiornato al Marzo 2017, il valore reale dei giocatori sarebbe il seguente: 1 Panatta, 2 Barazzutti, 3 se la giocano Bertolucci e Fognini. Il resto sarebbero solo amabili chiacchiere da… Forum
PS: con questo nobile principio (da cui si deduce che: Schiavone è meglio di Pennetta; Pennetta è meglio di Errani) finalmente le opinioni, le simpatie, i sentimenti, nonché il testosterone, starebbero fuori da ogni disputa sul valore dei giocatori/trici, tranne in quei rari casi in cui le differenze oggettive di cui sopra sono molto sottili.

Premesso che il confronto tra tennisti di epoche diverse lascia il tempo che trova, dato che stiamo giocando, sottolineo che la oggettività di cui parli non può esistere.
Quando Camporese ha vinto Rotterdam non c’era ancora la distinzione tra Atp 250 ed Atp 500, per esempio. Ma se guardi ilparterre di quel torneo capisci che era di livello altissimo.
Camporese vinse un torneo considerato prestigioso ed ambito sconfiggendo in finale un certo Ivan Lendl (vincitore di 8 slams). Fognini ha vinto l’ATP 500 di Amburgo sconfiggendo un Haas vecchio ed acciaccato, Almagro e Del Bonis. Con tutto il rispetto tutti e tre insieme non sono neanche degni di allacciare i calzari ad Ivan Lendl.
Fognini se non erro ha vinto altri due Atp 250 in Sudamerica, camporese ha vinto l’analogo di un ATP 250 a Milano sconfiggendo in finale un certo Goran Ivanisevic.
Ripeto, paragona la Top 20 dell’epoca di camporese e quella attuale e trai le conclusioni da solo!
Non sto dicendo che Camporese sia preferibile, io le vedo due carriere assolutamente paragonabili, poi ciascuno può preferire chi vuole! Se è per questo, quanto a longevità tennistica e continuità di risultati, Seppi è superiore sia a Camporese che a Fognini. Si può valutare una carriera sui picchi o sulla continuità.
Proprio in base a questa considerazione valuterei anche Schiavone e Pennetta. La Schiavone ha fatto una finale slam in più, la Pennetta ha però vinto uno slam ed un Premier mandatory ed ha avuto una continuità di risultati maggiore ed era molto più adattabile a qualunque superficie e non solo vincolata alla terra rossa. Affermare oggettivamente che la Schiavone sia stata superiore alla Pennetta è quanto meno un azzardo!

78
luigi (Guest) 14-03-2017 16:45

@ Il Violinista del Titanic (#1790873)

E Sirola Gardini De Stefano De Morpurgo ? Nel femminile meglio Pennetta di Schiavone e Vinci di Errani

77
Numa Leone (Guest) 14-03-2017 16:40

Scritto da mats

Scritto da Numa Leone
È oramai una divertente tradizione ogni settimana aspettare che Fognini vada fuori per leggere la selva di nomi che ogni volta si prende

un’altra divertente abitudine e’ leggere i commenti superottimisti quando vince una partita, top 10 e top 5 in pochi mesi si sprecano.

Assolutamente, ma quello è un divertimento più diffuso, basta che uno vinca un 15k, oppure che Quinzi o Virgili riescano a vincere una partita che partono i voli pindarici

76
sander (Guest) 14-03-2017 16:38

Scritto da Fede-rer

Scritto da Koko
@ Fede-rer (#1790835)
Camporese era più che altro sorprendente: fisico da ragioniere ma botte da orbi al servizio e nel dritto ad uscire! Complessivamente però ha ottenuto meno risultati quantitativi di Fognini perchè è stato spesso infortunato.

Esatto, fisico da ragioniere… Ottima definizione. Ma tennis splendido. Purtroppo non era n grande agonista, era tutt’altro che adrenalinico e, probabilmente, non aveva un gran voglia di allenarsi. Aveva un carattere simile a quello di Bolelli, per intenderci. La sua parabola non è durata molto, ma in quel poco tempo ha raccolto parecchio..
Dimenticava, oltre ai vari Edberg, Ivanisevic, Moya e Lendl, tra gli altri ha battuto anche un certo Bruguera…
Se vogliamo parlare di tennis facciamolo, ma cerchiamo di essere obiettivi!

Fede-rer apprezzo molti tuoi interventi ma non posso sentire dire che Camporese aveva un carattere alla Bolelli…. Camporese era uno che se
in Coppa Davis voleva vincere quella determinata partita era un osso straduro per tutti, l’ho visto una marea di volte mettere le palle sul campo (intese come attributi), le palle che ha messo il buon Camporese Bolelli ahi noi non le ha mai messe……poi e’ anche vero che a volte gli capitava di giocare il torneo di Genova, magari al secondo turno dove non metteva sul campo tutto quello che aveva, magari stava in dolce compagnia di una bella ragazza fino a poco tempo prima….ma quella e’ un’altra storia..
Camporese oltre che di dritto e servizio ha vinto di carattere con Lendl, Edberg, Courier, Becker, ecc. il Bole quel carattere e quella forza mentale non l’ha mai avuta….

75
Il Violinista del Titanic (Guest) 14-03-2017 16:30

Esiste il cosiddetto principio di falsificabilita’, valido per le dispute scientifiche, che dovrebbe trovare applicazione nel tennis in base ai dati oggettivi espressi dalla classifica ATP e dal palmares dei giocatori (in ordine di importanza: Slam, Master 1000, 500 etc,). Pertanto nel tennis italiano dell’ERA OPEN aggiornato al Marzo 2017, il valore reale dei giocatori sarebbe il seguente: 1 Panatta, 2 Barazzutti, 3 se la giocano Bertolucci e Fognini. Il resto sarebbero solo amabili chiacchiere da… Forum 🙂

PS: con questo nobile principio (da cui si deduce che: Schiavone è meglio di Pennetta; Pennetta è meglio di Errani) finalmente le opinioni, le simpatie, i sentimenti, nonché il testosterone, starebbero fuori da ogni disputa sul valore dei giocatori/trici, tranne in quei rari casi in cui le differenze oggettive di cui sopra sono molto sottili.

74
Silvennis (Guest) 14-03-2017 16:29

Dalla maggior parte dei commenti emerge un”amore sportivo” sofferente verso FF che ha talento ,ma anche limiti mentali ed un gioco privo del colpo Principe:il servizio.Il best ranking 13 resterà comunque un ottimo risultato.Il futuro sono Berrettini,Sonego..Quinzi

73
sander (Guest) 14-03-2017 16:03

Cuevas e’ un ottimo giocatore tra l’altro in forma e quindi la partita di ieri presentava evidentemente delle insidie su piu’ fronti ma il problema non e’ perdere la partita ma come la perdi…
Se andate a vedere gli Highlights di Fognini Tsonga e quello tra Fognini e Cuevas potete vedere la diversita’ di mobilita’ e di intensita’ espressa da Fognini.
E’ chiaro che in due giorni Fognini non ha riperso la condizione fisica o le capacita’ tecniche, il problema e’ che con Tsonga la sua anima, la sua volonta’ esprimevano libero sfogo per dare il loro meglio.
La partita di oggi presentava chiaramente delle pressioni in piu’, giocava con un Cuevas dove conduceva negli head to head 4-1, era un giocatore comunque alla portata, c’era un tabellone che faceva gola fino alle semifinale…..risultato ottenuto: aumento della pressione in modo evidente.
Era teso come una corda di violino, anche se non ha ciondolato, anche se non ha rotto le racchette, per dare il tuo meglio non devi avere “lacci mentali negativi” non devi pensare a quello che dovrebbe essere e che il tuo status quo di tennista di talento ti obbliga a fare….purtroppo Fognini pensa a tutto questo.
Le partite Fognini molte volte le perde prima di giocare, negli stati di “enigma esistenziale” perde di sicuro il primo set, poi mediamente si ritrova un attimo perche’ ormai mezzo pasticcio e’ fatto e la pressione e le aspettative sono calate working progress.
Quindi nel secondo gioca un po’ meglio ma non ancora al massimo delle sue possibilita’, con scorie di negativita’ ancora evidenti, e quindi se gioca con un kravchuk magari riesce a riprenderla per i capelli se gioca con Cuevas o con Carreno diventa molto ma molto dura…..
Come scritto altre volte Fognini deve imparare ad avere piacere di giocare tutte le partite non solo quelle dove non ha niente da perdere.
Lui sa di avere nelle corde un potenziale grande risultato e questo a mio modo di vedere per lui e’ devastante perche’ la sua psiche non regge alle aspettative che hanno gli altri e che ha evidentemente anche lui stesso.
Fognini deve imparare a capire che con il tran tran che ha creato fara’ solo qualche risultato estemporaneo ma non continuo;probabilmente non ce la fara’ a cambiare questa tendenza..l’unica possibilita’ e’ quella di lasciare in un cassetto tutte le pressioni piu’ o meno create artificialmente anche dal suo ego e mettere sul campo l’umilta del giocatore consapevole che il suo vero obbiettivo primario non e’ quello di vincere contro il suo avversario ma riuscire a dare il meglio di se stesso il maggior numero di volte possibile esprimendo quella voglia di stupire quell’anima libera e sbloccata che giocava contro Tsonga e che si e’ rintanata in un corpo impaurito e teso nell’incontro con Cuevas.
Raggiungendo quello stato di “condizione mentale” giocare a tennis diventera’ un piacere sempre, non solo in un match un po’particolare con Tsonga.

72
Koko (Guest) 14-03-2017 16:01

Scritto da Fede-rer

Scritto da Koko
@ Fede-rer (#1790835)
Camporese era più che altro sorprendente: fisico da ragioniere ma botte da orbi al servizio e nel dritto ad uscire! Complessivamente però ha ottenuto meno risultati quantitativi di Fognini perchè è stato spesso infortunato.

Esatto, fisico da ragioniere… Ottima definizione. Ma tennis splendido. Purtroppo non era n grande agonista, era tutt’altro che adrenalinico e, probabilmente, non aveva un gran voglia di allenarsi. Aveva un carattere simile a quello di Bolelli, per intenderci. La sua parabola non è durata molto, ma in quel poco tempo ha raccolto parecchio..
Dimenticava, oltre ai vari Edberg, Ivanisevic, Moya e Lendl, tra gli altri ha battuto anche un certo Bruguera…
Se vogliamo parlare di tennis facciamolo, ma cerchiamo di essere obiettivi!

Secondo me molti di questi campioni erano quelli che oggi definiremmo regolaristi aggressivi ed è per questo che un colpo formidabile ad uscire poteva scombussolare i loro piani. In indoor fece male anche ad un certo Courier in una lotta pazzesca di dritti fuori scala! I colpi da baseball dell’Americano si inchinarono al drittone di Camporese! 😀

71
mats (Guest) 14-03-2017 15:50

Scritto da Numa Leone
È oramai una divertente tradizione ogni settimana aspettare che Fognini vada fuori per leggere la selva di nomi che ogni volta si prende

un’altra divertente abitudine e’ leggere i commenti superottimisti quando vince una partita, top 10 e top 5 in pochi mesi si sprecano.

70
mats (Guest) 14-03-2017 15:49

Scritto da borg
Ma che ha vinto sto ragazzo di serio? Poca roba. I campioni vincono gli incontri importanti, nei mille o negli slam, fine della storia dai…

niente, non ha vinto niente di serio.

69
Fede-rer 14-03-2017 15:49

Scritto da Koko
@ Fede-rer (#1790835)
Camporese era più che altro sorprendente: fisico da ragioniere ma botte da orbi al servizio e nel dritto ad uscire! Complessivamente però ha ottenuto meno risultati quantitativi di Fognini perchè è stato spesso infortunato.

Esatto, fisico da ragioniere… Ottima definizione. Ma tennis splendido. Purtroppo non era n grande agonista, era tutt’altro che adrenalinico e, probabilmente, non aveva un gran voglia di allenarsi. Aveva un carattere simile a quello di Bolelli, per intenderci. La sua parabola non è durata molto, ma in quel poco tempo ha raccolto parecchio..
Dimenticava, oltre ai vari Edberg, Ivanisevic, Moya e Lendl, tra gli altri ha battuto anche un certo Bruguera…
Se vogliamo parlare di tennis facciamolo, ma cerchiamo di essere obiettivi!

68
mats (Guest) 14-03-2017 15:48

@ l Occhio di Sauron (#1790842)

le decine di schiaffoni presi da mediocri giocatori dovrebbero far ragionare anche meglio.

67
Fede-rer 14-03-2017 15:45

Scritto da l Occhio di Sauron
@ Fede-rer (#1790835)
Nadal il secondo più grande di tutti i tempi sconfitto 3 volte.
Solo questo dato dovrebbe far ragionare

Si grandissime vittorie. Non sono qua per sminuire Fognini… Anzi… Però quale Nadal ha battuto? Tendenzialmente ha battuto Nadal nel suo momento più “basso”… Bisogna sempre sconfiggerlo, per carità. Ma non ha battuto il Nadal quasi-imbattibile.
Per intenderci il miracolo lo ha fatto Soderling, quella sì che è una vittoria prodigiosa.
Se è per questo anche Rosol, Zeballos e Darcis e Querrey (tra gli altri) hanno sconfitto Nadal… Sono forse dei fuoriclasse?

66
Angiolo (Guest) 14-03-2017 15:29

Se Cuevas, che è un signor giocatore come stile, colpi, tenuta mentale, è numero 30 al mondo, e la Fogna 40, dei motivi ci dovranno pur essere.

Gli ultimi 5 scontri diretti parlano spesso uruguagio (3/5), se Fogna è in palla, vanno al terzo, altrimenti vince facile Cuevas….eccezion fatta per US OPEN 2015 dove ha vinto Fogna in 3.

Fabio non ha equilibrio, tennistico, mentale, di tenuta.
Ecco che dopo le imprese più grandi cade sempre,ed anche con giocatori meno affermati.
Per verifica, guardate i risultati dopo le 3 vittorie contro Nadal.

Aspettiamo la terra? La mente non cambia tra terra e duro, o cambia in minima percentuale.
Resta il fatto che Fabio non credo rientri mai più nella top 20, neanche 30. Anzi il rischio, se si stanca un pò di allenarsi, è che precipiti di botto.

Non è un problema di Pennetta, nè di Davin o Perlas….il problema (irrisolvibile) è sempre e solo lui

65
l Occhio di Sauron 14-03-2017 15:27

@ Fede-rer (#1790835)

Nadal il secondo più grande di tutti i tempi sconfitto 3 volte.

Solo questo dato dovrebbe far ragionare

64
Koko (Guest) 14-03-2017 15:24

@ Fede-rer (#1790835)

Camporese era più che altro sorprendente: fisico da ragioniere ma botte da orbi al servizio e nel dritto ad uscire! Complessivamente però ha ottenuto meno risultati quantitativi di Fognini perchè è stato spesso infortunato.

63
Fede-rer 14-03-2017 15:09

Scritto da Alecon
Dal mio punto di vista nessun dubbio che Seppi e Fognini siano stati i migliori tennisti italiani dopo Panatta. Hanno scalpi importanti nel palmares, autentici miti della racchetta, come Federer e Nadal, in momenti comunque importanti della loro carriera, nonchè best ranking di tutto rispetto. Camporese o Gaudenzi, soprattutto, sono decisamente a loro inferiori per quanto abbiano conseguiti risultati simili in termini di classifica. Punti di vista ovviamente.
Rimane il fatto che tennisticamente siamo la serie C del tennis, perchè perfino il Lussemburgo con Muller ha avuto un tennista di valore non distante dai nostri migliori. Purtroppo senza valida programmazione nello sport attuale si fatica. Forse si può sperare nell’avvento del grande talento, ma per costruire un movimento solido è indispensabile. Speriamo nel salto di qualità dei tennisti a ridosso della top 100. qualche segnale c’è.

Allora, premetto che secondo me Gaudenzi, tra i 4 è un gradino inferiore.
Per Camporese il discorso è nettamente diverso. Io sono assolutamente convinto che ai tempi di Camporese ci fosse un livello medio tra i Top30 assolutamente più alto di quello attuale. Ora ci sono i Fab4 + Wawrinka e poi un netto distacco di tutti gli altri. A quei tempi i Top 20 erano molto più livellati, ma livellati verso l’alto. A meno che non si pensi che un Raonic valga Ivanisevic, che Tsonga valga Rafter ecc ecc ecc…
Camporese in carriera ha sconfitto Edberg (un “Fab4” del tempo), Moya (al suo apice), Lendl (vincitore di 8 slams, quindi ben più di Murray), Ivanisevic (vincitore di Wimbledon) e potrei proseguire.
Mi sembra che gli scalpi siano assolutamente paragonabili. Il BR ottenuto è esattamente quello di Seppi, in un periodo nel quale era ancora più difficile arrivare dentro ai Top 20.
Dire che Fognini era migliore di Camporese tennisticamente è un’eresia. Sono giocatori agli antipodi. Molto meglio la mobilità di Fognini, molto più “fantasioso” il Ligure e con un rovescio più completo. Camporese aveva servizio e dritto spaventosi…

62
paoli (Guest) 14-03-2017 15:05

un nishioka qualsiasi passa due turni e batte due top 50,un italiano mai che faccia due giovinezze di fila maiiiiii

61
l Occhio di Sauron 14-03-2017 15:01

Scritto da borg
Ma che ha vinto sto ragazzo di serio? Poca roba. I campioni vincono gli incontri importanti, nei mille o negli slam, fine della storia dai…

AO in doppio, se il doppio vale qualcosa ovviamente..

60
Koko (Guest) 14-03-2017 15:00

Scritto da Sato

Scritto da Koko
La valutazione su Fognini potrà darsi solo nei tornei su terra europea. Immaginarlo come nuovo fenomeno del cemento usa perché ha battuto Tsonga in regola Tommasi pesante era esagerato. Avere aspettative superiori per la terra è possibile.Ricordo che Fognini nei tornei giusti in cui va avanti concede poco dall’inizio e non regala 0-6 o 1-6 iniziali senza dannarsi. Lo 0-6 se lo riserva contro Djokovic più avanti!

Non è un fatto di terra è un fatto di testa, la superficie non c’entra nulla se in certe manca completamente a livello nervoso. E ormai mi sembra un difetto strutturale.

Si ma se non spingi con il servizio il duro non ti consente molto perchè parti già in ritardo nello scambio. La sua seconda la attaccavano ad occhi chiusi (con annessi anche doppi falli “strategici”) e concedeva un mare di breakpoints non sempre recuperabili. Su terra magari questi fattori contano meno. Ma in realtà è nello scambio che questo Fognini dimostra cecità tattica: sin dalla stesa con lo Spagnolo Carreno Busta accettava lo scambio rapido dritto per dritto come se fosse un braccio di ferro insulso come a dimostrare di poter reggere il confronto nel ping pong. Fognini invece avrebbe nel repertorio anche un complesso di topponi profondi per rallentare ed entrare in campo per chiudere che spesso dimentica di avere! Con Carreno nel secondo set ha fatto più topponi e ha rimesso in carreggiata un match stradominato dall’altro nel pig pong rapido e nel ritmo. Come pensate che un Nishioka da piccoletto possa avere la meglio su un Berdych se non ricorrendo a profusione ai topponi mancini profondi che lo tengono nello scambio un colpo in più? Nadal come compete sul cemento Americano? E’ l’intestardimento in cose sbagliate tatticamente favorito da una condizone non ottimale che lo induce allo sbrigativo rapido quello che realmente mina il livello di Fognini. Dovrebbe saper difendere rallentando per poi accelerare e invece subisce il gioco altrui mettendosi su un piano da ritmo infernale semplificato-djokoviciano e quasi-piatto a lui sfavorevole. Così facendo dice la sua con un 0-6 anche un Russo da indoors.

59
borg (Guest) 14-03-2017 14:51

Ma che ha vinto sto ragazzo di serio? Poca roba. I campioni vincono gli incontri importanti, nei mille o negli slam, fine della storia dai…

58
Gualtiero (Guest) 14-03-2017 14:19

Partita pazzesca di Cuevas ragazzi, servizio solido e in pressione costante bravissimo a non far palleggiare ed entrare in gara il nostro.. Fognini molto falloso nel primo set ma non svogliato ci ha provato e ha messo a segno pure bei colpi. Quanti gratuiti ha fatto Cuevas? Nel primo set ne ho contati tre…

57
Alecon (Guest) 14-03-2017 14:14

Dal mio punto di vista nessun dubbio che Seppi e Fognini siano stati i migliori tennisti italiani dopo Panatta. Hanno scalpi importanti nel palmares, autentici miti della racchetta, come Federer e Nadal, in momenti comunque importanti della loro carriera, nonchè best ranking di tutto rispetto. Camporese o Gaudenzi, soprattutto, sono decisamente a loro inferiori per quanto abbiano conseguiti risultati simili in termini di classifica. Punti di vista ovviamente.
Rimane il fatto che tennisticamente siamo la serie C del tennis, perchè perfino il Lussemburgo con Muller ha avuto un tennista di valore non distante dai nostri migliori. Purtroppo senza valida programmazione nello sport attuale si fatica. Forse si può sperare nell’avvento del grande talento, ma per costruire un movimento solido è indispensabile. Speriamo nel salto di qualità dei tennisti a ridosso della top 100. qualche segnale c’è.

56
ci provo (Guest) 14-03-2017 14:13

Nonostante tutta la buona volontà di questo mondo, io certi commenti su Fognini non li capisco proprio. Mi riferisco a quelli di chi si ostina a considerarlo un fenomeno ma al tempo stesso giustifica sconfitte come quelle di stanotte sostenendo che Cuevas è di un’altra categoria. Ora, delle due l’una: o Fognini è un fenomeno e allora sostenere che Cuevas è di un’altra categoria è una contraddizione in termini, oppure Fognini è un giocatore normale e per giunta con evidenti limiti caratteriali e comportamentali e quindi sarebbe forse meglio smetterla di ringraziarlo ancora per quello che fa, in nome del fatto (a mio avviso tutto da dimostrare) che comunque si tratta del miglior tennista italiano dall’epoca di Panatta in poi.

55
fabio (Guest) 14-03-2017 14:10

@ Shuzo (#1790715)

é da sempre che Fognini manca la prova del 9 ,ancora ci sperate???é un giocatortecon molti troppi limiti

54
intrepid 14-03-2017 14:09

Scritto da Luca Martin
La Prova del 9 non era affatto facile.
Cuevas l’ho visto giocare ultimamente e tira badilate come niente fosse.
E’ uno dei più in forma su Terra e pare non cavarsela male nemmeno su superfici come queste.
E siccome ieri mi è venuta la pelle alta un palmo a sentire una vecchia canzone…la dedico a Fabio:
Shine On You Crazy Diamond!
(Ricordo quando eri giovane
Splendevi come il sole
Continua a brillare pazzo diamante
Adesso c’è uno sguardo nei tuoi occhi
Come neri buchi nel cielo
Continua a brillare pazzo diamante
Sei stato preso nel fuoco incrociato
dell’infanzia e della celebrità
Soffiato nella brezza d’acciaio
Vieni, bersaglio per remote risate
Vieni, straniero,
leggenda, martire e splendi!)

con tutto il rispetto per fognini hai appena fatto rivoltare l’immenso syd barrett nella tomba 😯

53
fabio (Guest) 14-03-2017 14:08

L’avevo detto che avrebbe perso

52
Alecon (Guest) 14-03-2017 14:05

Cuevas evidentemente troppo solido per un Fognini altalenante. Una sconfitta che ci può stare, anche se la bella vittoria contro Tsonga faceva sperare qualcosa di meglio, ma oramai conosciamo tutti Fognini e sappiamo quanto sia inaffidabile, per quanto di tanto in tanto in grado di “accendersi” regalandosi-ci vere e proprie imprese.

51
Alecon (Guest) 14-03-2017 14:02

Scritto da All day censored

Scritto da Luca Martin
La Prova del 9 non era affatto facile.
Cuevas l’ho visto giocare ultimamente e tira badilate come niente fosse.
E’ uno dei più in forma su Terra e pare non cavarsela male nemmeno su superfici come queste.
E siccome ieri mi è venuta la pelle alta un palmo a sentire una vecchia canzone…la dedico a Fabio:
Shine On You Crazy Diamond!
(Ricordo quando eri giovane
Splendevi come il sole
Continua a brillare pazzo diamante
Adesso c’è uno sguardo nei tuoi occhi
Come neri buchi nel cielo
Continua a brillare pazzo diamante
Sei stato preso nel fuoco incrociato
dell’infanzia e della celebrità
Soffiato nella brezza d’acciaio
Vieni, bersaglio per remote risate
Vieni, straniero,
leggenda, martire e splendi!)

Complimenti per la dedica musicale. Brindo all’LP per eccellenza della storia del rock.

Meravigliosa

50
Numa Leone (Guest) 14-03-2017 14:00

È oramai una divertente tradizione ogni settimana aspettare che Fognini vada fuori per leggere la selva di nomi che ogni volta si prende

49
Fede-rer 14-03-2017 13:10

Scritto da Sato

Scritto da Fede-rer

Scritto da Sato

Scritto da Fede-rer

Scritto da l Occhio di Sauron

Scritto da rino
del signor fognini nel tennis italiano non rimarrà niente

tutto sommato e nonostante tutto quello che di male combina è il giocatore italiano più forte dopo Panatta.
I risultati per quanto non corrispondano al potenziale restano i migliori degli ultimi 30 anni.

Allora, che sia il giocatore arrivato più in alto in clasifica nell’era post-Panatta è un dato oggettivo ed incontrovertibile.
Che sia il più “forte” per me è tutto da dimostrare… Possiamo stare a discutere per ore su questo punto.
Potremmo discutere facendo paragoni con Camporese, Gaudenzi, Seppi… Ci sono valide motivazioni pro e contro ciascuno di essi…
Io Fognini lo metterei sicuramente tra i primi quattro, ma non al mio personale primo posto. Bensì al terzo.
Io dovessi descrivere le mie preferenze post-Panatta elencherei: Camporese-Seppi-Fognini-Gaudenzi. E poi di seguito ed in ordine sparso Furlan, Lorenzi, Sanguinetti, Bolelli, Canè, Pescosolido, Pozzi, Caratti…

Il solo paragone sensato è quello con Camporese, ridicolo paragonarlo a Seppi o Gaudenzi.

Perché ridicolo?

Perché non sta in piedi né per risultati né per qualità tennistica, semplice.

Semplice secondo te! Aggiungere un “secondo me” ogni tanto non fa male… È un tuo parere ed io, per esempio, non concordo affatto! A meno che tu non ti ritenga un oracolo… 😉

48
l Occhio di Sauron 14-03-2017 13:02

@ Fede-rer (#1790692)

secondo me non c’è paragone proprio..

a parte che un ATP 500 non so chi l’abbia vinto tra i nostri e da metterci anche vicino un QF al Roland Garros, poi non dimentichiamo che ha vinto uno Slam in doppio.. i risultati puri e crudi parlano abbastanza chiaro.

vado a memoria ma mi pare che gli scalpi più grossi che abbia portato a casa Omar (grandissimo giocatore che ho tifato tantissimo) siano stati Lendl, Edberg e Ivanisevic..

non direi affatto poco ma non reggono il confronto secondo me con Nadal (3 volte, non una sola per caso..), Murray (2 volte, non una per caso..), Berdych (2), Tsonga (1), Wawrinka (1)..

con tutto l’amarcord per il grandissimo tennis degli anni 90, per me il più spettacolare di sempre, direi che quanto ha fatto Fogna in questi anni pesi nettamente di più.

Fa incazzare quello che è stato sprecato.. Camporese ha sprecato nulla a confronto per questo si tende a ricordarlo con maggior benevolenza, rispetto ed ammirazione

47
Sato (Guest) 14-03-2017 13:00

Scritto da Hoila Seppi
Ottimo commento. Aggiungo che il tennis di oggi a parte i primi 4 e´,molto livellato, vuol dire che Fognini puo´perdere da qiunque nei primi 100 al mondo.
Vieni inoltre sottovalutato il solito talento che dovrebbe avere Fognini, solo per il fatto che gioca più´fantasioso. Ma anche vero che e´molto falloso. Stiamo parlando di un giocatore che mediamente in carriera sta al numero 40. il numero 13 che ha raggiunto e´un valore di picco, dovuto inoltre a tre settimane di grazie.

No caro mio, nei 30 c’è stato per parecchio tempo, il valore di picco è forse più quel numero 18( o 16 come tu fantastichi) raggiunto dal tuo beniamino.

46
yuja’s smile (Guest) 14-03-2017 12:54

Fognini ha il solito problema che contraddistingue i buoni giocatori che non saranno mai dei campioni: tocca l’apice, vince la grande partita con un top, e poi alla partita successiva si affievolisce, abbassa la concentrazione, si ammorbidisce come un cuscino troppo usato … Continuità pari allo zero! Aspettiamoci da lui la grande partita, ma mai due grandi partite di seguito … E se trovate, per smentirmi, che ad un certo punto della carriera ha battuto due top ten di seguito ( e non penso sia successo) vi dico che l’eccezione conferma la regola.

45
All day censored (Guest) 14-03-2017 12:52

Scritto da Luca Martin
La Prova del 9 non era affatto facile.
Cuevas l’ho visto giocare ultimamente e tira badilate come niente fosse.
E’ uno dei più in forma su Terra e pare non cavarsela male nemmeno su superfici come queste.
E siccome ieri mi è venuta la pelle alta un palmo a sentire una vecchia canzone…la dedico a Fabio:
Shine On You Crazy Diamond!
(Ricordo quando eri giovane
Splendevi come il sole
Continua a brillare pazzo diamante
Adesso c’è uno sguardo nei tuoi occhi
Come neri buchi nel cielo
Continua a brillare pazzo diamante
Sei stato preso nel fuoco incrociato
dell’infanzia e della celebrità
Soffiato nella brezza d’acciaio
Vieni, bersaglio per remote risate
Vieni, straniero,
leggenda, martire e splendi!)

Complimenti per la dedica musicale. Brindo all’LP per eccellenza della storia del rock.

44
Sato (Guest) 14-03-2017 12:45

Il problema non è perdere, ma come si perde.

43
Shuzo (Guest) 14-03-2017 12:42

Purtroppo ha mancato la prova del nove!
In effetti poteva risparmiarsi l’affermazione fatta su Perlas dopo la vittoria contro Tsonga! Apparentemente le due cose possono sembrare scollegate, in realtà ogni elemento del carattere e del comportamento di una persona è collegato con gli altri e influisce anche sulle sue prestazioni in generale!

42
Sato (Guest) 14-03-2017 12:42

Scritto da rino
del signor fognini nel tennis italiano non rimarrà niente

Anche di questi tuoi commenti.

41
Sato (Guest) 14-03-2017 12:39

Scritto da Fede-rer

Scritto da Sato

Scritto da Fede-rer

Scritto da l Occhio di Sauron

Scritto da rino
del signor fognini nel tennis italiano non rimarrà niente

tutto sommato e nonostante tutto quello che di male combina è il giocatore italiano più forte dopo Panatta.
I risultati per quanto non corrispondano al potenziale restano i migliori degli ultimi 30 anni.

Allora, che sia il giocatore arrivato più in alto in clasifica nell’era post-Panatta è un dato oggettivo ed incontrovertibile.
Che sia il più “forte” per me è tutto da dimostrare… Possiamo stare a discutere per ore su questo punto.
Potremmo discutere facendo paragoni con Camporese, Gaudenzi, Seppi… Ci sono valide motivazioni pro e contro ciascuno di essi…
Io Fognini lo metterei sicuramente tra i primi quattro, ma non al mio personale primo posto. Bensì al terzo.
Io dovessi descrivere le mie preferenze post-Panatta elencherei: Camporese-Seppi-Fognini-Gaudenzi. E poi di seguito ed in ordine sparso Furlan, Lorenzi, Sanguinetti, Bolelli, Canè, Pescosolido, Pozzi, Caratti…

Il solo paragone sensato è quello con Camporese, ridicolo paragonarlo a Seppi o Gaudenzi.

Perché ridicolo?

Perché non sta in piedi né per risultati né per qualità tennistica, semplice.

40
Sato (Guest) 14-03-2017 12:37

Scritto da Koko
La valutazione su Fognini potrà darsi solo nei tornei su terra europea. Immaginarlo come nuovo fenomeno del cemento usa perché ha battuto Tsonga in regola Tommasi pesante era esagerato. Avere aspettative superiori per la terra è possibile.Ricordo che Fognini nei tornei giusti in cui va avanti concede poco dall’inizio e non regala 0-6 o 1-6 iniziali senza dannarsi. Lo 0-6 se lo riserva contro Djokovic più avanti!

Non è un fatto di terra è un fatto di testa, la superficie non c’entra nulla se in certe manca completamente a livello nervoso. E ormai mi sembra un difetto strutturale.

39
michelina 14-03-2017 12:36

Scritto da proio
Il fatto è che alla fine della sua carriera Fognini verrà ricordato come un buon doppista.

XD XD XD

38
Phoedrus (Guest) 14-03-2017 12:36

Scritto da l Occhio di Sauron

Scritto da rino
del signor fognini nel tennis italiano non rimarrà niente

tutto sommato e nonostante tutto quello che di male combina è il giocatore italiano più forte dopo Panatta.
I risultati per quanto non corrispondano al potenziale restano i migliori degli ultimi 30 anni.

E’ arrivato al best ranking al 13, grazie a due tornei vinti di fila.
Ma come continuita’ in top 50 o top quel che volete non mi sembra granche’.

Vediamo quante settimane in top 100 avra’ alla fine e allora potremo dire se e’ stato il migliore.

Sulle potenzialita’ poi non saprei… talvolta di alcuni tennisti si parla di talento, ma la realta’ conta piu’ del potenziale.

37
Fede-rer 14-03-2017 12:35

Scritto da Sato

Scritto da Fede-rer

Scritto da l Occhio di Sauron

Scritto da rino
del signor fognini nel tennis italiano non rimarrà niente

tutto sommato e nonostante tutto quello che di male combina è il giocatore italiano più forte dopo Panatta.
I risultati per quanto non corrispondano al potenziale restano i migliori degli ultimi 30 anni.

Allora, che sia il giocatore arrivato più in alto in clasifica nell’era post-Panatta è un dato oggettivo ed incontrovertibile.
Che sia il più “forte” per me è tutto da dimostrare… Possiamo stare a discutere per ore su questo punto.
Potremmo discutere facendo paragoni con Camporese, Gaudenzi, Seppi… Ci sono valide motivazioni pro e contro ciascuno di essi…
Io Fognini lo metterei sicuramente tra i primi quattro, ma non al mio personale primo posto. Bensì al terzo.
Io dovessi descrivere le mie preferenze post-Panatta elencherei: Camporese-Seppi-Fognini-Gaudenzi. E poi di seguito ed in ordine sparso Furlan, Lorenzi, Sanguinetti, Bolelli, Canè, Pescosolido, Pozzi, Caratti…

Il solo paragone sensato è quello con Camporese, ridicolo paragonarlo a Seppi o Gaudenzi.

Perché ridicolo?

36
Sato (Guest) 14-03-2017 12:32

Scritto da Fede-rer

Scritto da l Occhio di Sauron

Scritto da rino
del signor fognini nel tennis italiano non rimarrà niente

tutto sommato e nonostante tutto quello che di male combina è il giocatore italiano più forte dopo Panatta.
I risultati per quanto non corrispondano al potenziale restano i migliori degli ultimi 30 anni.

Allora, che sia il giocatore arrivato più in alto in clasifica nell’era post-Panatta è un dato oggettivo ed incontrovertibile.
Che sia il più “forte” per me è tutto da dimostrare… Possiamo stare a discutere per ore su questo punto.
Potremmo discutere facendo paragoni con Camporese, Gaudenzi, Seppi… Ci sono valide motivazioni pro e contro ciascuno di essi…
Io Fognini lo metterei sicuramente tra i primi quattro, ma non al mio personale primo posto. Bensì al terzo.
Io dovessi descrivere le mie preferenze post-Panatta elencherei: Camporese-Seppi-Fognini-Gaudenzi. E poi di seguito ed in ordine sparso Furlan, Lorenzi, Sanguinetti, Bolelli, Canè, Pescosolido, Pozzi, Caratti…

Il solo paragone sensato è quello con Camporese, ridicolo paragonarlo a Seppi o Gaudenzi.

35
mats (Guest) 14-03-2017 12:28

Puah,figuriamoci se riesce a fare due partite decenti di fila. Solita figuraccia dopo una vittoria importante

34
Fede-rer 14-03-2017 12:26

Scritto da l Occhio di Sauron

Scritto da rino
del signor fognini nel tennis italiano non rimarrà niente

tutto sommato e nonostante tutto quello che di male combina è il giocatore italiano più forte dopo Panatta.
I risultati per quanto non corrispondano al potenziale restano i migliori degli ultimi 30 anni.

Allora, che sia il giocatore arrivato più in alto in clasifica nell’era post-Panatta è un dato oggettivo ed incontrovertibile.
Che sia il più “forte” per me è tutto da dimostrare… Possiamo stare a discutere per ore su questo punto.
Potremmo discutere facendo paragoni con Camporese, Gaudenzi, Seppi… Ci sono valide motivazioni pro e contro ciascuno di essi…
Io Fognini lo metterei sicuramente tra i primi quattro, ma non al mio personale primo posto. Bensì al terzo.
Io dovessi descrivere le mie preferenze post-Panatta elencherei: Camporese-Seppi-Fognini-Gaudenzi. E poi di seguito ed in ordine sparso Furlan, Lorenzi, Sanguinetti, Bolelli, Canè, Pescosolido, Pozzi, Caratti…

33
Elpioco 14-03-2017 12:15

Ogni volta che fognini fa un ottima partita non la chiamerei impresa le imprese sono altre iniziate a sognare o pretendete delle aspettative che attualmente non ci sono quindi fatevene una ragione e’ inutile dire lo sapevo ogni volta fallisce la prova del 9 di qua e di la’ vi fate dei castelli di sabbia dove non ci sono

32
l Occhio di Sauron 14-03-2017 12:14

Scritto da rino
del signor fognini nel tennis italiano non rimarrà niente

tutto sommato e nonostante tutto quello che di male combina è il giocatore italiano più forte dopo Panatta.

I risultati per quanto non corrispondano al potenziale restano i migliori degli ultimi 30 anni.

31
l Occhio di Sauron 14-03-2017 12:12

tutto ampiamente come da programma 😀

30
Fede-rer 14-03-2017 12:10

Scritto da _Carlo
A dare il merito all’avversario e a dire comunque grazie a Fabio Fognini non ci riuscite proprio ehh ??? Quanto avrei voluto vedere voi giocare con Cuevas ieri, e non per vincerci, ma solo per rendervi conto di persona di quanto fosse ingiocabile in questo momento della sua carriera…

Come puoi leggere nel mio commento precedente ho dato tutti i meriti possibili all’avversario. Ritengo Cuevas un giocatore solido, piacevole da veder giocare e molto corretto.
Ciò detto vorrei una volta per tutte dire due parole sul concetto di “ingiocabilità”: ingiocabile per chi e per cosa?
L’ingiocabilità non è un concetto nè oggettivo nè assoluto: di certo era ingiocabile per il Fognini di ieri, ma lo sarebbe stato per tutti gli altri in tabellone a IW? O lo sarebbe stato per il Fognini visto contro Tsonga? Insomma, a volte un giocatore appare ingiocabile non solo perchè è in ottima giornata ma anche perchè l’avversario non trova le giuste contromisure tecniche ed agonistiche per metterlo in difficoltà.

Ieri Fognini, nonostante un discreto secondo set, non le ha trovate. Stop…

29
Koko (Guest) 14-03-2017 11:58

La valutazione su Fognini potrà darsi solo nei tornei su terra europea. Immaginarlo come nuovo fenomeno del cemento usa perché ha battuto Tsonga in regola Tommasi pesante era esagerato. Avere aspettative superiori per la terra è possibile.Ricordo che Fognini nei tornei giusti in cui va avanti concede poco dall’inizio e non regala 0-6 o 1-6 iniziali senza dannarsi. Lo 0-6 se lo riserva contro Djokovic più avanti! 😀

28
barbaat (Guest) 14-03-2017 11:57

Solito Fognini una buona e poi disastro!!

27
_Carlo 14-03-2017 11:46

A dare il merito all’avversario e a dire comunque grazie a Fabio Fognini non ci riuscite proprio ehh ??? Quanto avrei voluto vedere voi giocare con Cuevas ieri, e non per vincerci, ma solo per rendervi conto di persona di quanto fosse ingiocabile in questo momento della sua carriera…

26
Fede-rer 14-03-2017 11:44

Scritto da Pierre herme the Picasso of pastry

Scritto da Fede-rer
Sono in linea di massima d’accordo con chi sostiene che Fognini renda meglio quando gioca da “underdog”, da sfavorito. Quando gioca con avversari che reputa inferiori scende in campo spesso svogliato e con un atteggiamento di sufficienza che potrebbe essere reale o potrebbe essere un modo tramite il quale in suo inconscio vuole dar poco peso al fatto di essere favorito d’obbligo.
Il punto è un altro: se ciò vale per la partita di oggi avrebbe commesso un grande sbaglio: non può e non deve considerarsi superiore a Cuevas! Quavas ha sicuramente meno talento (inteso come “fantasia tennistica”, ma per il resto fa tutto un po’ meglio di Fognini. Gli spostamenti laterali sono superiori, la tenuta mentale è infinitamente superiore, il peso di palla è superiore, il dritto è molto meno falloso, il servizio è molto più robusto. Se la giocano alla pari sul lato del rovescio: due colpi molti diversi ma altrettanto efficaci.
Fognini era avanti 4-1 nei precedenti, per questo merita un plauso. Però se ha sottovalutato Cuevas ha commesso un grosso errore. Lo stesso errore che state commettendo in tanti. Cuevas non è un pallettaro bensì un ottimo attaccante da fondo campo. Il fatto che sia tignoso e recuperi tutto non tragga in inganno, significa capire molto poco di tennis. Oggi Cuevas ha giocato in costante pressione, Fognini sempre in recupero. Al massimo tra i due il pallettaro sembrava Fognini.
Non mistifichiamo la realtà. Speravo in una partita equilibrata con il nostro che sfruttasse l’onda emotiva positiva. Un po’ come accadde a Seppi a Melbourne che dopo aver sconfitto Kyrgios giocò un ottimo match subito dopo contro l’ostico Darcis.
Fognini, invece, anzichè sfruttare la positività si è seduto sugli allori! Avrebbe potuto fare parecchia strada in questo torneo. Le occasioni vanno sfruttate quando si presentano! Oggi Cuevas ha giocato davvero bene, ma Fognini è stato troppo falloso e scarico.

Che bel commento
Ti devo fare i complimenti sei davvero preparato.

Grazie caro, detto da te vale doppio! 😉

25
leprotto (Guest) 14-03-2017 11:35

Grazie Fognini, mi hai fatto vincere dei bei soldi. Mi è sembrato di rubare in chiesa, ma se la gente non capisce, non capisce.

24
Luca Martin (Guest) 14-03-2017 11:34

La Prova del 9 non era affatto facile.
Cuevas l’ho visto giocare ultimamente e tira badilate come niente fosse.
E’ uno dei più in forma su Terra e pare non cavarsela male nemmeno su superfici come queste.
E siccome ieri mi è venuta la pelle alta un palmo a sentire una vecchia canzone…la dedico a Fabio:
Shine On You Crazy Diamond! 😀
(Ricordo quando eri giovane
Splendevi come il sole
Continua a brillare pazzo diamante
Adesso c’è uno sguardo nei tuoi occhi
Come neri buchi nel cielo
Continua a brillare pazzo diamante
Sei stato preso nel fuoco incrociato
dell’infanzia e della celebrità
Soffiato nella brezza d’acciaio
Vieni, bersaglio per remote risate
Vieni, straniero,
leggenda, martire e splendi!)

23
rino (Guest) 14-03-2017 11:05

del signor fognini nel tennis italiano non rimarrà niente

22
Pierre herme the Picasso of pastry (Guest) 14-03-2017 10:58

Scritto da Antony_65

Scritto da Fede-rer
Sono in linea di massima d’accordo con chi sostiene che Fognini renda meglio quando gioca da “underdog”, da sfavorito. Quando gioca con avversari che reputa inferiori scende in campo spesso svogliato e con un atteggiamento di sufficienza che potrebbe essere reale o potrebbe essere un modo tramite il quale in suo inconscio vuole dar poco peso al fatto di essere favorito d’obbligo.
Il punto è un altro: se ciò vale per la partita di oggi avrebbe commesso un grande sbaglio: non può e non deve considerarsi superiore a Cuevas! Quavas ha sicuramente meno talento (inteso come “fantasia tennistica”, ma per il resto fa tutto un po’ meglio di Fognini. Gli spostamenti laterali sono superiori, la tenuta mentale è infinitamente superiore, il peso di palla è superiore, il dritto è molto meno falloso, il servizio è molto più robusto. Se la giocano alla pari sul lato del rovescio: due colpi molti diversi ma altrettanto efficaci.
Fognini era avanti 4-1 nei precedenti, per questo merita un plauso. Però se ha sottovalutato Cuevas ha commesso un grosso errore. Lo stesso errore che state commettendo in tanti. Cuevas non è un pallettaro bensì un ottimo attaccante da fondo campo. Il fatto che sia tignoso e recuperi tutto non tragga in inganno, significa capire molto poco di tennis. Oggi Cuevas ha giocato in costante pressione, Fognini sempre in recupero. Al massimo tra i due il pallettaro sembrava Fognini.
Non mistifichiamo la realtà. Speravo in una partita equilibrata con il nostro che sfruttasse l’onda emotiva positiva. Un po’ come accadde a Seppi a Melbourne che dopo aver sconfitto Kyrgios giocò un ottimo match subito dopo contro l’ostico Darcis.
Fognini, invece, anzichè sfruttare la positività si è seduto sugli allori! Avrebbe potuto fare parecchia strada in questo torneo. Le occasioni vanno sfruttate quando si presentano! Oggi Cuevas ha giocato davvero bene, ma Fognini è stato troppo falloso e scarico.

Concordo con te. Il fatto è che non ci si può aspettare da Fognini di essere quello che non è. Non riesce a porsi obiettivi di lungo termine, lui vive per vincere determinate sfide, prima di incontrare Tsonga aveva detto che era molto curioso e voglioso di giocare con lui, quindi aveva una carica agonistica importante. La stessa avrebbe dovuto avere con Cuevas…ma così non è stato, purtroppo è un giocatore che trova motivazioni solo nei momenti importanti e questo purtroppo non basta a costruire un’alta classifica ATP.

Prendiamolo cosi com’ e’ , e’ il ns miglior tennista del Dopo Panatta , ha vinto 4 ATP , ha fatto 1/4 a Parigi , 1/8 a ML , vinto match importanti in davis ( Murray in primis …) , ha battuto 3 volte Nadal , oltre a Berdich, Tsonga, Gasquet , Monfils ( con cui ha anche perso ) e tanti altri…. tanto lo sappiamo che non dobbiamo illuderci con lui, prendiamo di buono quel che viene, secondo me quest anno un paio di ATP 250 li puo’ vincere tipo Nizza e Umago…o giu’ di li , per l Italia priva di FAB4 , FAB5 o FAB6 e’ gia’ qualcosa …

21
albcors84 (Guest) 14-03-2017 10:56

Ho visto la partita! Cuevas ha meritato..Fogna sembrava scarico fisicamente, ha fatto una marea di errori e il primo set è volato via in un amen, nel secondo piu partita..ma un pablo cuevas in fiducia ha tenuto bene! Sembrava la replica di Fogna Carreno di San Paolo..obiettivamente se si pensa che ha perso finora in questa stagione in due set da ramos in due set da carreno in due set da cuevas..un po preoccupante lo è! ..io spero nella continuità fisica e mentale sul rosso europeo..FORZA FABIO!

20
Haas78 (Guest) 14-03-2017 10:48

@ poveri noi (#1790611)

Direi che di sopportazione ne abbiamo avuta abbastanza, e mi sembra legittimo criticare

19
risrob (Guest) 14-03-2017 10:44

momenti importanti secondo il suo modo di vedere.

18
risrob (Guest) 14-03-2017 10:40

Tennis ovvero il braccio e la mente.

17
poveri noi (Guest) 14-03-2017 10:40

@ MATSxEVER (#1790604)

tutti campioni voialtri

16
Antony_65 (Guest) 14-03-2017 10:37

Scritto da Fede-rer
Sono in linea di massima d’accordo con chi sostiene che Fognini renda meglio quando gioca da “underdog”, da sfavorito. Quando gioca con avversari che reputa inferiori scende in campo spesso svogliato e con un atteggiamento di sufficienza che potrebbe essere reale o potrebbe essere un modo tramite il quale in suo inconscio vuole dar poco peso al fatto di essere favorito d’obbligo.
Il punto è un altro: se ciò vale per la partita di oggi avrebbe commesso un grande sbaglio: non può e non deve considerarsi superiore a Cuevas! Quavas ha sicuramente meno talento (inteso come “fantasia tennistica”, ma per il resto fa tutto un po’ meglio di Fognini. Gli spostamenti laterali sono superiori, la tenuta mentale è infinitamente superiore, il peso di palla è superiore, il dritto è molto meno falloso, il servizio è molto più robusto. Se la giocano alla pari sul lato del rovescio: due colpi molti diversi ma altrettanto efficaci.
Fognini era avanti 4-1 nei precedenti, per questo merita un plauso. Però se ha sottovalutato Cuevas ha commesso un grosso errore. Lo stesso errore che state commettendo in tanti. Cuevas non è un pallettaro bensì un ottimo attaccante da fondo campo. Il fatto che sia tignoso e recuperi tutto non tragga in inganno, significa capire molto poco di tennis. Oggi Cuevas ha giocato in costante pressione, Fognini sempre in recupero. Al massimo tra i due il pallettaro sembrava Fognini.
Non mistifichiamo la realtà. Speravo in una partita equilibrata con il nostro che sfruttasse l’onda emotiva positiva. Un po’ come accadde a Seppi a Melbourne che dopo aver sconfitto Kyrgios giocò un ottimo match subito dopo contro l’ostico Darcis.
Fognini, invece, anzichè sfruttare la positività si è seduto sugli allori! Avrebbe potuto fare parecchia strada in questo torneo. Le occasioni vanno sfruttate quando si presentano! Oggi Cuevas ha giocato davvero bene, ma Fognini è stato troppo falloso e scarico.

Concordo con te. Il fatto è che non ci si può aspettare da Fognini di essere quello che non è. Non riesce a porsi obiettivi di lungo termine, lui vive per vincere determinate sfide, prima di incontrare Tsonga aveva detto che era molto curioso e voglioso di giocare con lui, quindi aveva una carica agonistica importante. La stessa avrebbe dovuto avere con Cuevas…ma così non è stato, purtroppo è un giocatore che trova motivazioni solo nei momenti importanti e questo purtroppo non basta a costruire un’alta classifica ATP.

15
proio 14-03-2017 10:34

Il fatto è che alla fine della sua carriera Fognini verrà ricordato come un buon doppista.

14
Giuseppespartano (Guest) 14-03-2017 10:34

Scritto da Fede-rer
Sono in linea di massima d’accordo con chi sostiene che Fognini renda meglio quando gioca da “underdog”, da sfavorito. Quando gioca con avversari che reputa inferiori scende in campo spesso svogliato e con un atteggiamento di sufficienza che potrebbe essere reale o potrebbe essere un modo tramite il quale in suo inconscio vuole dar poco peso al fatto di essere favorito d’obbligo.
Il punto è un altro: se ciò vale per la partita di oggi avrebbe commesso un grande sbaglio: non può e non deve considerarsi superiore a Cuevas! Quavas ha sicuramente meno talento (inteso come “fantasia tennistica”, ma per il resto fa tutto un po’ meglio di Fognini. Gli spostamenti laterali sono superiori, la tenuta mentale è infinitamente superiore, il peso di palla è superiore, il dritto è molto meno falloso, il servizio è molto più robusto. Se la giocano alla pari sul lato del rovescio: due colpi molti diversi ma altrettanto efficaci.
Fognini era avanti 4-1 nei precedenti, per questo merita un plauso. Però se ha sottovalutato Cuevas ha commesso un grosso errore. Lo stesso errore che state commettendo in tanti. Cuevas non è un pallettaro bensì un ottimo attaccante da fondo campo. Il fatto che sia tignoso e recuperi tutto non tragga in inganno, significa capire molto poco di tennis. Oggi Cuevas ha giocato in costante pressione, Fognini sempre in recupero. Al massimo tra i due il pallettaro sembrava Fognini.
Non mistifichiamo la realtà. Speravo in una partita equilibrata con il nostro che sfruttasse l’onda emotiva positiva. Un po’ come accadde a Seppi a Melbourne che dopo aver sconfitto Kyrgios giocò un ottimo match subito dopo contro l’ostico Darcis.
Fognini, invece, anzichè sfruttare la positività si è seduto sugli allori! Avrebbe potuto fare parecchia strada in questo torneo. Le occasioni vanno sfruttate quando si presentano! Oggi Cuevas ha giocato davvero bene, ma Fognini è stato troppo falloso e scarico.

Io non sono totalmente d’accordo 🙂
Nel secondo set hanno giocato entrambi molto bene, anche fognini.
Si è impegnato, ha fatto il possibile per mettere in difficoltà L’uruguaiano.
Ma cuevas,secondo me è stato semplicemente ingiocabile. Ripeto parlando del secondo set,fognini era impotente,ha fatto il possibile. Cuevas ha giocato benissimo. È stato perfetto sia in difesa che in attacco. Aggressivo,solido,senza paura,con un ottimo tennis.
Sicuramente psicologicamente aver vinto il primo set, porta a giocare il secondo,magari con più fiducia. Però. 🙂

13
MATSxEVER (Guest) 14-03-2017 10:33

Guarda un po’ ha fallito la “prova del 9” di Tommasiana memoria… (Grande Rino: come ci mancano le tue telecronache…). Si, è come scrive il commentatore: Fabio è così, prendere o lasciare. E io LASCIO…Credo che interessi davvero poco sapere (dalle parole della moglie Flavia)che nella vita privata è un gran sensibilone: sarà, ma sul campo sono più di 10 anni che è un pessimo esempio, per grandi e piccini. Imparino, soprattutto le giovani leve, piuttosto da gente come Paolino Lorenzi, enormemente meno dotato di talento, ma esempio di tenacia, continuità, voglia di migliorarsi, correttezza in campo

12
Hoila Seppi (Guest) 14-03-2017 10:33

Ottimo commento. Aggiungo che il tennis di oggi a parte i primi 4 e´,molto livellato, vuol dire che Fognini puo´perdere da qiunque nei primi 100 al mondo.

Vieni inoltre sottovalutato il solito talento che dovrebbe avere Fognini, solo per il fatto che gioca più´fantasioso. Ma anche vero che e´molto falloso. Stiamo parlando di un giocatore che mediamente in carriera sta al numero 40. il numero 13 che ha raggiunto e´un valore di picco, dovuto inoltre a tre settimane di grazie.

11
alexalex 14-03-2017 10:28

Io non ce l’ho con fognini. So che è questo, quindi non lo tifo. Io ce l’ho coi tifosi dalla esaltazione facile, che l’altro ieri lo definivano c…g…one, ieri campione, oggi di nuovo c…g…one, ma quella volta che si illudono che sia un campione cominciano a sparare cattiverie su altri giocatori, magari anche italiani!

10
magilla (Guest) 14-03-2017 10:27

Chi vedeva fognini favorito scambia le lucciole per alieni….negli ultimi giorni cuevas dopo un periodo nero è entrato in piena forma e ha battuto schwartzman,carreno ramos e klizan….

9
Giuseppespartano (Guest) 14-03-2017 10:25

Io ho visto la replica di quasi tutta la partita.
Praticamente una parte del primo set ed il secondo. Sicuramente nel primo set fognini ci ha messo del suo. Ma nel secondo ha giocato molto bene. Ha fatto il massimo. Semplicemente cuevas oggi era ingiocabile, anche nel secondo set, appunto. Ripeto fognini ha giocato molto bene, con bravura e generosità, tra cui molti recuperi in difesa e diversi vincenti. ma cuevas è stato bravo sia in difesa che in attacco dove ha fatto degli ottimi vincenti.
Fognini nel secondo set era impotente. Nel primo set sicuramente poteva fare di più, poteva dare più fastidio. Comunque ha trovato un giocatore molto forte,attualmente è in un periodo di stato di grazia.
Era difficile con un cuevas così vincere oggi. L’uruguaiano ha meritato ampiamente la vittoria.
Fognini comunque oggettivamente ha fatto un buon torneo,non ha nulla da recriminare.
2 vittorie, di cui una molto bella e di prestigio contro un top 10.
Da un bel pezzo che appunto non batteva un top ten. Da oltre un anno e mezzo.
Dal settembre 2015, contro nadal.

8
Pierre herme the Picasso of pastry (Guest) 14-03-2017 10:21

Scritto da Fede-rer
Sono in linea di massima d’accordo con chi sostiene che Fognini renda meglio quando gioca da “underdog”, da sfavorito. Quando gioca con avversari che reputa inferiori scende in campo spesso svogliato e con un atteggiamento di sufficienza che potrebbe essere reale o potrebbe essere un modo tramite il quale in suo inconscio vuole dar poco peso al fatto di essere favorito d’obbligo.
Il punto è un altro: se ciò vale per la partita di oggi avrebbe commesso un grande sbaglio: non può e non deve considerarsi superiore a Cuevas! Quavas ha sicuramente meno talento (inteso come “fantasia tennistica”, ma per il resto fa tutto un po’ meglio di Fognini. Gli spostamenti laterali sono superiori, la tenuta mentale è infinitamente superiore, il peso di palla è superiore, il dritto è molto meno falloso, il servizio è molto più robusto. Se la giocano alla pari sul lato del rovescio: due colpi molti diversi ma altrettanto efficaci.
Fognini era avanti 4-1 nei precedenti, per questo merita un plauso. Però se ha sottovalutato Cuevas ha commesso un grosso errore. Lo stesso errore che state commettendo in tanti. Cuevas non è un pallettaro bensì un ottimo attaccante da fondo campo. Il fatto che sia tignoso e recuperi tutto non tragga in inganno, significa capire molto poco di tennis. Oggi Cuevas ha giocato in costante pressione, Fognini sempre in recupero. Al massimo tra i due il pallettaro sembrava Fognini.
Non mistifichiamo la realtà. Speravo in una partita equilibrata con il nostro che sfruttasse l’onda emotiva positiva. Un po’ come accadde a Seppi a Melbourne che dopo aver sconfitto Kyrgios giocò un ottimo match subito dopo contro l’ostico Darcis.
Fognini, invece, anzichè sfruttare la positività si è seduto sugli allori! Avrebbe potuto fare parecchia strada in questo torneo. Le occasioni vanno sfruttate quando si presentano! Oggi Cuevas ha giocato davvero bene, ma Fognini è stato troppo falloso e scarico.

Che bel commento
Ti devo fare i complimenti sei davvero preparato.

7
Fede-rer 14-03-2017 10:18

Sono in linea di massima d’accordo con chi sostiene che Fognini renda meglio quando gioca da “underdog”, da sfavorito. Quando gioca con avversari che reputa inferiori scende in campo spesso svogliato e con un atteggiamento di sufficienza che potrebbe essere reale o potrebbe essere un modo tramite il quale in suo inconscio vuole dar poco peso al fatto di essere favorito d’obbligo.
Il punto è un altro: se ciò vale per la partita di oggi avrebbe commesso un grande sbaglio: non può e non deve considerarsi superiore a Cuevas! Quavas ha sicuramente meno talento (inteso come “fantasia tennistica”, ma per il resto fa tutto un po’ meglio di Fognini. Gli spostamenti laterali sono superiori, la tenuta mentale è infinitamente superiore, il peso di palla è superiore, il dritto è molto meno falloso, il servizio è molto più robusto. Se la giocano alla pari sul lato del rovescio: due colpi molti diversi ma altrettanto efficaci.
Fognini era avanti 4-1 nei precedenti, per questo merita un plauso. Però se ha sottovalutato Cuevas ha commesso un grosso errore. Lo stesso errore che state commettendo in tanti. Cuevas non è un pallettaro bensì un ottimo attaccante da fondo campo. Il fatto che sia tignoso e recuperi tutto non tragga in inganno, significa capire molto poco di tennis. Oggi Cuevas ha giocato in costante pressione, Fognini sempre in recupero. Al massimo tra i due il pallettaro sembrava Fognini.
Non mistifichiamo la realtà. Speravo in una partita equilibrata con il nostro che sfruttasse l’onda emotiva positiva. Un po’ come accadde a Seppi a Melbourne che dopo aver sconfitto Kyrgios giocò un ottimo match subito dopo contro l’ostico Darcis.
Fognini, invece, anzichè sfruttare la positività si è seduto sugli allori! Avrebbe potuto fare parecchia strada in questo torneo. Le occasioni vanno sfruttate quando si presentano! Oggi Cuevas ha giocato davvero bene, ma Fognini è stato troppo falloso e scarico.

6
GERULAITISFOREVER (Guest) 14-03-2017 10:16

La differenza tra un talento disordinato e un professionista talentuoso.

5
Antony_65 (Guest) 14-03-2017 10:08

me lo aspettavo, inutile girarci attorno, Cuevas è in uno splendido stato di forma ed aveva appena vinto un ATP (non si è certo rilassato dopo la vittoria!…) Fognini dopo un’impresa si rilassa subito, quindi niente di nuovo all’orizzonte!

4
Alb (Guest) 14-03-2017 10:06

Un passo indietro ? Partita vergognosa di Fognini. Questo era il titolo

3
giuliano da viareggio (Guest) 14-03-2017 09:46

C.V.D. ….ma io non lascio…..prendo….

2
magilla (Guest) 14-03-2017 09:34

e vabbeh…un po’ deluso lo sono…..ma accontentiamoci della bella partita di ieri…..

1