Trattative avviate. Fabio Fognini punta a Franco Davin

09/11/2016 11:17 54 commenti
Fabio Fognini classe 1987, n.49 ATP
Fabio Fognini classe 1987, n.49 ATP

Fabio Fognini ha scelto il nome del suo nuovo coach.
Come già segnalato da Livetennis la scorsa settimana dopo aver contattato l’amico Oscar Rabago (segnalato stamane anche dalla Stampa e Gazzetta dello Sport), sarà Franco Davin, ex numero 30 del mondo il nuovo allenatore del tennista ligure.

L’accordo non è ancora stato siglato ma le trattative sono avviate e l’annuncio potrebbe arrivare nelle prossime 72 ore.

Come coach Franco ha portato al successo Gaston Gaudio (Roland Garros 2004), Juan Martin Del Potro (Us Open 2009).
Con Dimitrov allenato dal 2015-2016 le cose non sono andate bene e anche lui cerca il riscatto come l’attuale n.2 italiano.
Davin è stato anche capitano di Davis Cup dell’Argentina.


TAG: , , ,

54 commenti. Lasciane uno!

turco (Guest) 10-11-2016 18:31

@ Gabriele da Ragusa (#1728118)

ma è crollato cosa ha chiuso l’anno da 16 poi 20 e ancora 21 ma cosa stai dicendo bravo , te mi sa che sei un divanista bye bye

54
Antony_65 (Guest) 10-11-2016 17:49

Scritto da Sato
Fognini è un grande giocatore di tennis, e se è stato vicino alla top 10 è perché lo meritava, cosa vuol dire che c’è arrivato coi 250, è forse facile vincerli? Citavate Bautista o affini( Cuevas non c’entra nulla, è giocatore di qualità), bene questi tennisti riescono sempre o quasi a proporsi al massimo delle loro possibilità, Fognini di rado. Ma il massimo di Fognini, è sicuramente sopra a i livelli dei Bautista, dei Carreno e compagnia. Perché il nostro non è continuo?
Tutti dite che è la testa, io sostengo invece che il problema sia prima atletico che mentale, e Fognini deve lavorare duro per trovare una condizione ottimale e duratura. Quando arrivi bene con le gambe e hai fiato, sbagli meno, sei più tranquillo e più solido anche di testa.

Concordo con te, però per avere una grande condizione atletica occorre una grande motivazione alla base e per questo ci vuole la testa! :wink:

53
Gabriele da Ragusa 10-11-2016 09:27

Scritto da Miloscccc
Franco Davin secondo me è un grande conoscitore del gioco e potrebbe aiutare ogni giocatore sotto questo aspetto.
Fognini vale i migliori 15 al mondo su tutte le superfici e può dare lezioni a chiunque dal punto di vista meramente tennistico ma ha delle lacune mentali che lo portano ad atteggiamenti che condizionano le sue partite con evidenti strascichi negativi.
Il coach che andrebbe a prendere purtroppo o è Freud (ed anche in quel caso sarebbe un lavoro non facile….)oppure può fare relativamente poco dato che in campo va Fabio:sotto questo aspetto credo che Perlas abbia aiutato tanto Fognini e penso che avrebbe voluto aiutarlo ancora se solo non si fosse un attimo “stancato” evidenziando sempre secondo il mio punto di vista un calo destinato a non finire.
Non voglio dire che già dall’anno prossimo uscirà ad esempio dai primi 100 ma che difficilmente riuscirà ad avere una costanza ed una dedizione totale da portarlo ad essere stabile nei 25 del mondo.
Certamente avràancora dei picchi di rendimento altissimi che lo porteranno a vincere almeno altri 2-3 tornei o almeno spero soprattutto per Flavia

Eccolo! Mancava in effetti quello che diceva che fognini vale il TOP in qualunque superficie, mancava proprio. Qnd mi fai sapere in base a cosa lo dici ne possiamo parlare, grazie

52
santuzzo (Guest) 10-11-2016 08:27

Scritto da controcorrente

Scritto da gisva

Scritto da controcorrente

Scritto da Ken_Rosewall
@ Gabriele da Ragusa (#1727980)
Top 25 ci sta! Senza infortuni è altamente probabile

Anche questa storia degli infortuni… Ma dov’è questa valanga di punti che Fognini avrebbe perso nel 2016 causa infortuni? Fognini si è fatto male a Rio, nel match contro Gimeno Traver, quando nella tournée sudamericana a lui tanto cara aveva già giocato a Buenos Aires, perdendo subito da Delbonis, e restava solo più l’Atp 250 di San Paolo. Poi, ha saltato i Master 1000 di Indian Wells e Miami dove, visto il rendimento che ha poi espresso nei 7 Master 1000 dell’anno ai quali ha partecipato (mai oltre il 2° turno), è statisticamente difficile pensare che avrebbe totalizzato chissà quali punti. Per il resto, cioè da Montecarlo in poi, non mi sembra che la sua annata abbia subito chissà quali intoppi di natura fisica. E allora come si fa a dedurre che senza infortuni è altamente probabile che avrebbe chiuso nei top 25? Al 25° posto c’è Simon, con 640 punti in più di Fognini. E secondo te, senza quell’infortunio Fognini avrebbe conquistato 640 punti tra Rio-SanPaolo-Indian Wells e Miami, considerando oltretutto che qualcosa avrebbe comunque dovuto scartare? Mah…

Beh! I master1000 sul rosso li ha giocato non ancora in condizione. Ed anche nei 1000 americani qualche punto lo avrebbe fatto. Per lo meno 200 punti in più avrebbe potuto farli. Se poi aveva qualche colpo di fortuna anche di più

Voglio esser generoso, …diamogli questi 200 punti in più. Esageriamo: anche 300. Restiamo sempre attorno al 35° posto nel ranking che infatti, al netto di infortuni e… fortune, mi sembra la posizione che vale effettivamente!

ti ricordo che nell anno del best ranking fabio fece 800 e rotti punti nei primi 3 mesi ,se li paragoni a questanno e li metti dentro vedi la differenza .per poi spiegarti che i giocatori top 20 fanno i loro risultti a parte i 250 giocando benino i 1000 e i slam diciamo che se riesci a farti entrare 600 punti nei 250 gli altri 900 o 1000 li raccogli facendo 3 turno nei 1000 e slam,questa è matematica

51
Miloscccc (Guest) 09-11-2016 23:35

Franco Davin secondo me è un grande conoscitore del gioco e potrebbe aiutare ogni giocatore sotto questo aspetto.
Fognini vale i migliori 15 al mondo su tutte le superfici e può dare lezioni a chiunque dal punto di vista meramente tennistico ma ha delle lacune mentali che lo portano ad atteggiamenti che condizionano le sue partite con evidenti strascichi negativi.
Il coach che andrebbe a prendere purtroppo o è Freud (ed anche in quel caso sarebbe un lavoro non facile….)oppure può fare relativamente poco dato che in campo va Fabio:sotto questo aspetto credo che Perlas abbia aiutato tanto Fognini e penso che avrebbe voluto aiutarlo ancora se solo non si fosse un attimo “stancato” evidenziando sempre secondo il mio punto di vista un calo destinato a non finire.
Non voglio dire che già dall’anno prossimo uscirà ad esempio dai primi 100 ma che difficilmente riuscirà ad avere una costanza ed una dedizione totale da portarlo ad essere stabile nei 25 del mondo.
Certamente avràancora dei picchi di rendimento altissimi che lo porteranno a vincere almeno altri 2-3 tornei o almeno spero soprattutto per Flavia :oops:

50
melandrizzi (Guest) 09-11-2016 23:09

Purtroppo il coach che potrebbe essere utile a fognini non c’è più da tempo
Si chiamava Sigmund Freud

49
Lorenzo Manenti (Guest) 09-11-2016 22:47

Altro problema e passo: Fognini è stato x moltissimo tempo n. 15 con 1500 punti circa. Ora il n
15 ha 2100 punti circa. Oltre al peggioramento di Fognini sarebbe ora di valutare l’aumento di 600 punti x restare top 15, fenomeno che si spiega coi risultati che solo uno Slam, un Atp 1000 può concedere. Oggi occorre garantirsi la vittoria di un Master 1000 o una semifinale Slam, il resto conta poco. Temo che ciò svilirà molto il Tennis

48
Lorenzo Manenti (Guest) 09-11-2016 22:28

Ragazzuoli concordo con chi sostiene che Fognini può puntare a gestire il n. 25 e non il Roland Garros o sogni vari.. Primo: può far punti a Rio/San Paolo, a Roma, mantenere i punti di Monaco, in Croazia, ma il top ora lo può raggiungere con punti ai tornei americani incluso Winston Salem, Delray. Davin non è un allenatore x ogni torneo, vuol gestire lui la stagione e Fognini è stato abituato ad essere libero. Dubito sia un buon accordo per entrambi, dubito che Da in accetta e dura a lungo. E poi: dove si allenano? Spagna? Italia?

47
Andreas Seppi 09-11-2016 22:08

Franco Davin che allenatore fantastico, vedi di impegnarti Fabio e spacca

46
laver 09-11-2016 21:51

Scritto da ale98
@ ale98 (#1728124)
E aggiungo che la posizione numero 13 fu raggiunta tutt’altro che per caso, Fognini dal luglio 2013 fino a marzo/aprile di quell’anno fu molto continuo (tornei americani a parte), e vinse tre tornei, fece ottavi a Melbourne, batté Murray in Davis, giocò alla pari col miglior Nadal a Pechino, prendendolo a pallate per un set e mezzo, insomma era in quella posizione meritatamente.. Poi la partita con Tsonga a Montecarlo è stata, secondo il mio modo vedere, decisiva, lui in quel periodo era centratissimo e aver perso quel match con uno del suo livello lo fece arrabbiare tantissimo e da lì torno ad essere discontinuo e tranne pochi risultati, come le vittorie con Nadal, ha ottenuto poco negli ultimi due anni e mezzo proprio da quel match.

e’ una realta’ molto romanzata la tua, intanto dopo la grande estate ci fu un fine anno nero ( stepanek, ram agli us open) poi ha fatto un grande gennaio febbraio e marzo ma gia’ al primo turno di montecarlo aveva mostrato molto stress contro sousa…

45
Sato (Guest) 09-11-2016 21:09

Scritto da albcors84
Nel 2017 Fogna vince Roma e fa semi al Roland Garros! Questa e la mia previsione

@ deuce (#1727976)

Parlare di Fognini top 25 è normalissimo per uno che è stato 13 ed è rimasto nei 20 a lungo, nessuno sta fantasticando, sei tu che stai farneticando.

44
Almas (Guest) 09-11-2016 20:10

È da capire se è una scelta voluta da Fabio o se consigliata da Flavia o dal padre di prendere Davin perché fá tutta la differenza come motivazione. Se è sua la scelta di mettersi in gioco allora ci metterà l anima e se si prepara meglio fisicamente potrebbero uscire grandi risultati, in caso contrario penso che non durerà molto o diificilmente raggiungerà risultati eccelsi

43
Sato (Guest) 09-11-2016 19:57

Fognini è un grande giocatore di tennis, e se è stato vicino alla top 10 è perché lo meritava, cosa vuol dire che c’è arrivato coi 250, è forse facile vincerli? Citavate Bautista o affini( Cuevas non c’entra nulla, è giocatore di qualità), bene questi tennisti riescono sempre o quasi a proporsi al massimo delle loro possibilità, Fognini di rado. Ma il massimo di Fognini, è sicuramente sopra a i livelli dei Bautista, dei Carreno e compagnia. Perché il nostro non è continuo?
Tutti dite che è la testa, io sostengo invece che il problema sia prima atletico che mentale, e Fognini deve lavorare duro per trovare una condizione ottimale e duratura. Quando arrivi bene con le gambe e hai fiato, sbagli meno, sei più tranquillo e più solido anche di testa.

42
Car68 09-11-2016 19:56

Più che i pareri sul tennis di fognini e sulla sua tenuta mentale, sarebbe più interessante leggere cosa DAvin può aggiungere al suo tennis, cosa al suo approccio alle partite ed ai tornei, specie da chi pare avere il tennis in pugno e la psicologia dei giocatori svelata.
Questo mi interesserebbe di più leggere, ma va bene lo stesso.

41
Koko (Guest) 09-11-2016 19:22

Nel valutare un best ranking vicino ai 13 ATP occorre vedere anche quali tornei contribuiscono a quel meraviglioso ranking! Se il 13 è fatto di vittorie in 250 o al massimo 500 ATP e qualche sporadico piazzamento in tornei maggiori di questi con slam al massimo in ottavi è chiaro che è un ranking piuttosto illusorio e gonfiato artificiosamente! Carreno Busta o Bautista Agut potrebbero fare lo stesso ma nessuno si sognerebbe di dar loro la patente di campionissimi del tennis! Meglio allora uno che fa quarti a Parigi e semi a Roma battendo top ten per poi incartarsi nei tornei minori: avrebbe un miglior picco di rendimento.

40
ale98 (Guest) 09-11-2016 19:13

Certo mi riferivo a quel periodo..

39
quandosmetterogervendolatv (Guest) 09-11-2016 18:28

Scritto da ale98
@ ale98 (#1728124)
E aggiungo che la posizione numero 13 fu raggiunta tutt’altro che per caso, Fognini dal luglio 2013 fino a marzo/aprile di quell’anno fu molto continuo (tornei americani a parte), e vinse tre tornei, fece ottavi a Melbourne, batté Murray in Davis, giocò alla pari col miglior Nadal a Pechino, prendendolo a pallate per un set e mezzo, insomma era in quella posizione meritatamente.. Poi la partita con Tsonga a Montecarlo è stata, secondo il mio modo vedere, decisiva, lui in quel periodo era centratissimo e aver perso quel match con uno del suo livello lo fece arrabbiare tantissimo e da lì torno ad essere discontinuo e tranne pochi risultati, come le vittorie con Nadal, ha ottenuto poco negli ultimi due anni e mezzo proprio da quel match.

Tsonga … “uno del suo livello” ????
In quel periodo … forse…

38
ale98 (Guest) 09-11-2016 18:04

@ ale98 (#1728153)

E butta scusa il correttore

37
ale98 (Guest) 09-11-2016 18:03

@ controcorrente (#1728150)

Il comportamento secondo il mio punto di vista non va valutato solo in campo, a detta di molti Fabio fuori dal campo è un ragazzo come tanti, anzi anche simpatico, poi ovvio in campo spesso si arrabbia senza motivo è butta completamente partite proprio come fatto in quel di Montecarlo con Tsonga, e fa arrabbiare i suoi tifosi, questo non vuol dire che bisogna smettere di tifarlo, io la vedo così..

36
controcorrente (Guest) 09-11-2016 17:54

Scritto da ale98
@ controcorrente (#1728140)
Sono stra d’accordo con te su tutto.. L’unica differenza è che io continuo a seguirlo perchè quando vuole è uno spettacolo.. Purtroppo nel tennis e generalmente nello sport per essere un campione bisogna essere forti soprattutto mentalmente, allenarsi sempre con una certa costanza e giocare tutte le partite al proprio massimo, purtroppo Fabio in questi aspetti manca.

Anch’io continuo a seguirlo e non faccio fatica a dire che a volte offre sprazzi di ottimo tennis. Ma tifare è un’altra cosa. Tifare per un giocatore, per come la vedo io, è anche un po’ condividere ciò che fa, immedesimarsi in lui e se vogliamo persino riconoscersi: tutti stati d’animo che io, per Fognini, non voglio e non posso avere. Se poi, come qualcuno sogna e/o ipotizza su questo stesso sito, vincerà Roma o Roland Garros, tanto di cappello al giocatore, ci mancherebbe. Ma sono due piani di valutazione diversi: da una parte il giocatore, dall’altra il comportamento dello stesso. E per me, il secondo aspetto verrà sempre prima del primo.

35
ale98 (Guest) 09-11-2016 17:42

@ controcorrente (#1728140)

Sono stra d’accordo con te su tutto.. L’unica differenza è che io continuo a seguirlo perchè quando vuole è uno spettacolo.. Purtroppo nel tennis e generalmente nello sport per essere un campione bisogna essere forti soprattutto mentalmente, allenarsi sempre con una certa costanza e giocare tutte le partite al proprio massimo, purtroppo Fabio in questi aspetti manca.

34
il luminare pensa che se ci tenete a loro due me le fate incontrare, altrimenti se non vi fidate trovatele qualcun’altro, non ha senso e non riesco a parlare con altre non interessate che poi devono presentarmi lei (Guest) 09-11-2016 17:26

fognini con Davin potrebbe vincere il RG, non è facile ma potrebbe riuscirci entro 4 anni, poi sarebbe troppo vecchio

33
controcorrente (Guest) 09-11-2016 17:25

Scritto da ale98
@ ale98 (#1728124)
E aggiungo che la posizione numero 13 fu raggiunta tutt’altro che per caso, Fognini dal luglio 2013 fino a marzo/aprile di quell’anno fu molto continuo (tornei americani a parte), e vinse tre tornei, fece ottavi a Melbourne, batté Murray in Davis, giocò alla pari col miglior Nadal a Pechino, prendendolo a pallate per un set e mezzo, insomma era in quella posizione meritatamente.. Poi la partita con Tsonga a Montecarlo è stata, secondo il mio modo vedere, decisiva, lui in quel periodo era centratissimo e aver perso quel match con uno del suo livello lo fece arrabbiare tantissimo e da lì torno ad essere discontinuo e tranne pochi risultati, come le vittorie con Nadal, ha ottenuto poco negli ultimi due anni e mezzo proprio da quel match.

Sono d’accordo che la partita con Tsonga sia stata uno spartiacque, ma ci trovo una spiegazione un po’ diversa dalla tua. Fognini quella partita non la perde, la butta letteralmente via. Non è una questione di tennis, ma di testa che, appena qualcosina non va come lui vorrebbe, prende strade sinceramente discutibili. Se ricordi, il monologo con cui a un cambio di campo insulta un po’ tutti e se la prende pure col padre è solo il primo d’una serie di comportamenti che contraddistingueranno la sua primavera-estate 2014 e mi convinceranno a non poter mai tifare per uno che si comporta così. La verità, secondo me, è che quando si è trovato a ridosso della top ten e quindi con addosso, inevitabilmente, un macigno di pressione psicologica, Fognini ha dimostrato tutti i suoi limiti caratteriali. E in tutto ciò, ripeto, il tennis c’entra poco o nulla.

32
ale98 (Guest) 09-11-2016 17:00

@ ale98 (#1728124)

E aggiungo che la posizione numero 13 fu raggiunta tutt’altro che per caso, Fognini dal luglio 2013 fino a marzo/aprile di quell’anno fu molto continuo (tornei americani a parte), e vinse tre tornei, fece ottavi a Melbourne, batté Murray in Davis, giocò alla pari col miglior Nadal a Pechino, prendendolo a pallate per un set e mezzo, insomma era in quella posizione meritatamente.. Poi la partita con Tsonga a Montecarlo è stata, secondo il mio modo vedere, decisiva, lui in quel periodo era centratissimo e aver perso quel match con uno del suo livello lo fece arrabbiare tantissimo e da lì torno ad essere discontinuo e tranne pochi risultati, come le vittorie con Nadal, ha ottenuto poco negli ultimi due anni e mezzo proprio da quel match.

31
Phoedrus (Guest) 09-11-2016 16:59

Scritto da gisva

Scritto da controcorrente

Scritto da Ken_Rosewall
@ Gabriele da Ragusa (#1727980)
Top 25 ci sta! Senza infortuni è altamente probabile

Anche questa storia degli infortuni… Ma dov’è questa valanga di punti che Fognini avrebbe perso nel 2016 causa infortuni? Fognini si è fatto male a Rio, nel match contro Gimeno Traver, quando nella tournée sudamericana a lui tanto cara aveva già giocato a Buenos Aires, perdendo subito da Delbonis, e restava solo più l’Atp 250 di San Paolo. Poi, ha saltato i Master 1000 di Indian Wells e Miami dove, visto il rendimento che ha poi espresso nei 7 Master 1000 dell’anno ai quali ha partecipato (mai oltre il 2° turno), è statisticamente difficile pensare che avrebbe totalizzato chissà quali punti. Per il resto, cioè da Montecarlo in poi, non mi sembra che la sua annata abbia subito chissà quali intoppi di natura fisica. E allora come si fa a dedurre che senza infortuni è altamente probabile che avrebbe chiuso nei top 25? Al 25° posto c’è Simon, con 640 punti in più di Fognini. E secondo te, senza quell’infortunio Fognini avrebbe conquistato 640 punti tra Rio-SanPaolo-Indian Wells e Miami, considerando oltretutto che qualcosa avrebbe comunque dovuto scartare? Mah…

Beh! I master1000 sul rosso li ha giocato non ancora in condizione. Ed anche nei 1000 americani qualche punto lo avrebbe fatto. Per lo meno 200 punti in più avrebbe potuto farli. Se poi aveva qualche colpo di fortuna anche di più

Se mio nonno avesse le ruote, sarebbe una carriola.

In sostanza stiamo dicendo che con un po’ di (tanta) fortuna avrebbe potuto magari essere in top 25?
A parte che non credo neanche con la fortuna, ma insomma questo potenziale top 25 mi sembra assai piu’ utopistico che potenziale.

30
controcorrente (Guest) 09-11-2016 16:53

Scritto da gisva

Scritto da controcorrente

Scritto da Ken_Rosewall
@ Gabriele da Ragusa (#1727980)
Top 25 ci sta! Senza infortuni è altamente probabile

Anche questa storia degli infortuni… Ma dov’è questa valanga di punti che Fognini avrebbe perso nel 2016 causa infortuni? Fognini si è fatto male a Rio, nel match contro Gimeno Traver, quando nella tournée sudamericana a lui tanto cara aveva già giocato a Buenos Aires, perdendo subito da Delbonis, e restava solo più l’Atp 250 di San Paolo. Poi, ha saltato i Master 1000 di Indian Wells e Miami dove, visto il rendimento che ha poi espresso nei 7 Master 1000 dell’anno ai quali ha partecipato (mai oltre il 2° turno), è statisticamente difficile pensare che avrebbe totalizzato chissà quali punti. Per il resto, cioè da Montecarlo in poi, non mi sembra che la sua annata abbia subito chissà quali intoppi di natura fisica. E allora come si fa a dedurre che senza infortuni è altamente probabile che avrebbe chiuso nei top 25? Al 25° posto c’è Simon, con 640 punti in più di Fognini. E secondo te, senza quell’infortunio Fognini avrebbe conquistato 640 punti tra Rio-SanPaolo-Indian Wells e Miami, considerando oltretutto che qualcosa avrebbe comunque dovuto scartare? Mah…

Beh! I master1000 sul rosso li ha giocato non ancora in condizione. Ed anche nei 1000 americani qualche punto lo avrebbe fatto. Per lo meno 200 punti in più avrebbe potuto farli. Se poi aveva qualche colpo di fortuna anche di più

Voglio esser generoso, …diamogli questi 200 punti in più. Esageriamo: anche 300. Restiamo sempre attorno al 35° posto nel ranking che infatti, al netto di infortuni e… fortune, mi sembra la posizione che vale effettivamente!

29
ale98 (Guest) 09-11-2016 16:48

@ Gabriele da Ragusa (#1728001)

Davvero devo farlo? Bautista e Cuevas vuoi dire che sono più forti di Fognini, se parliamo esclusivamente di tennis? No però hanno la capacità di giocarsi tutte le partite al loro meglio e nei tornei, in cui sono in palla grazie a questa loro capacità riescono a tirare fuori super risultati se rapportati al talento (vittoria di Rio per Cuevas e finale di Shangai per Bautista).. Fabio non ha questa capacità di essere sempre concentrato in tutti i tornei, poi in queste ultime due annate non ha mai avuto una condizione fisica “da atleta”, tant’è che qui veniva scherzosamente chiamato panzè e tra l’altro in questa stagione ha avuto un infortunio di un certo peso che ha condizionato la sua parte preferita dell’anno , ecco spiegato il perchè di quella posizione (40/50) non perchè non abbia il talento per essere più avanti (20/30).

28
Gabriele da Ragusa 09-11-2016 16:44

Scritto da Buon Rob
Come possa avere un potenziale da “massimo top 25″ uno che è GIA’ stato n.13 al mondo temo rimarrà un Mistero Insolubile. E non dite “eh, Amburgo fu fortuna!!!undici!!!”, perché senza 500 punti sempre nei 20 sarebbe stato.
E’ un buon giocatore, e come tutti i buoni giocatori essere n.12 o n.45 è spesso contingenza. Basta guardare l’anno da ottovolante che ha avuto Dimitrov.

Mi secca ripetermi sinceramente. Se ti va vedi la risposta che ho dato ad un altro utente che ha fatto la stessa osservazione. Mi limito a ribadire nuovamente che io parlo di altri 3-4 anni continuativi da top25 che vuol dire anche n.21 e nn per forza 25 visto che…cn la classifica. E ripeto che aver raggiunto un picco nn vuol dire avere effettivamente quel livello.Infatti e’ crollato. E poi tt e’ rapportato ai tennisti di quel momento. Ho gia chiesto senza ottenere risposta….mi dici anche tu chi tra gli attuali top20 e’ piu scarso di fognini?

27
gisva (Guest) 09-11-2016 16:30

Scritto da controcorrente

Scritto da Ken_Rosewall
@ Gabriele da Ragusa (#1727980)
Top 25 ci sta! Senza infortuni è altamente probabile

Anche questa storia degli infortuni… Ma dov’è questa valanga di punti che Fognini avrebbe perso nel 2016 causa infortuni? Fognini si è fatto male a Rio, nel match contro Gimeno Traver, quando nella tournée sudamericana a lui tanto cara aveva già giocato a Buenos Aires, perdendo subito da Delbonis, e restava solo più l’Atp 250 di San Paolo. Poi, ha saltato i Master 1000 di Indian Wells e Miami dove, visto il rendimento che ha poi espresso nei 7 Master 1000 dell’anno ai quali ha partecipato (mai oltre il 2° turno), è statisticamente difficile pensare che avrebbe totalizzato chissà quali punti. Per il resto, cioè da Montecarlo in poi, non mi sembra che la sua annata abbia subito chissà quali intoppi di natura fisica. E allora come si fa a dedurre che senza infortuni è altamente probabile che avrebbe chiuso nei top 25? Al 25° posto c’è Simon, con 640 punti in più di Fognini. E secondo te, senza quell’infortunio Fognini avrebbe conquistato 640 punti tra Rio-SanPaolo-Indian Wells e Miami, considerando oltretutto che qualcosa avrebbe comunque dovuto scartare? Mah…

Beh! I master1000 sul rosso li ha giocato non ancora in condizione. Ed anche nei 1000 americani qualche punto lo avrebbe fatto. Per lo meno 200 punti in più avrebbe potuto farli. Se poi aveva qualche colpo di fortuna anche di più

26
Giuseppespartano (Guest) 09-11-2016 15:50

Scritto da Gabriele da Ragusa

Scritto da Andre77
Non mi convince molto, che ne pensate?

Che gli costera’ un bordello di soldi cm prima cosa. Dopo di che nel caso di fognini il materiale tecnico e’ inferiore rispetto agli altri campioni allenati quindi boh. Difficile giudicare. Cm coach nn si puo negare che abbia raggiunto grandi risultati, qst e’ evidente

Assolutamente d’accordo.

25
albcors84 (Guest) 09-11-2016 14:57

Nel 2017 Fogna vince Roma e fa semi al Roland Garros! Questa e la mia previsione

24
controcorrente (Guest) 09-11-2016 14:56

Scritto da Ken_Rosewall
@ Gabriele da Ragusa (#1727980)
Top 25 ci sta! Senza infortuni è altamente probabile

Anche questa storia degli infortuni… Ma dov’è questa valanga di punti che Fognini avrebbe perso nel 2016 causa infortuni? Fognini si è fatto male a Rio, nel match contro Gimeno Traver, quando nella tournée sudamericana a lui tanto cara aveva già giocato a Buenos Aires, perdendo subito da Delbonis, e restava solo più l’Atp 250 di San Paolo. Poi, ha saltato i Master 1000 di Indian Wells e Miami dove, visto il rendimento che ha poi espresso nei 7 Master 1000 dell’anno ai quali ha partecipato (mai oltre il 2° turno), è statisticamente difficile pensare che avrebbe totalizzato chissà quali punti. Per il resto, cioè da Montecarlo in poi, non mi sembra che la sua annata abbia subito chissà quali intoppi di natura fisica. E allora come si fa a dedurre che senza infortuni è altamente probabile che avrebbe chiuso nei top 25? Al 25° posto c’è Simon, con 640 punti in più di Fognini. E secondo te, senza quell’infortunio Fognini avrebbe conquistato 640 punti tra Rio-SanPaolo-Indian Wells e Miami, considerando oltretutto che qualcosa avrebbe comunque dovuto scartare? Mah…

23
Sottile (Guest) 09-11-2016 14:45

Bene Davin, ora porta il nostro Fabio nazionale almeno in semi al Roland Garros :mrgreen:

22
quoth (Guest) 09-11-2016 14:39

se durano 2 mesi è grasso che cola

21
Ken_Rosewall 09-11-2016 14:37

@ Gabriele da Ragusa (#1727980)

Top 25 ci sta! Senza infortuni è altamente probabile

20
controcorrente (Guest) 09-11-2016 14:37

MESSAGGIO PER LA REDAZIONE
Prendo spunto da questa notizia per rivolgervi una domanda che ho in mente da qualche giorno. Come mai scarseggiano i bilanci stagionali sui nostri giocatori e più in generale sul nostro tennis che abitualmente contraddistinguono questo periodo della stagione? Se non sbaglio, ho visto solo quelli di Lorenzi e Seppi. Io, personalmente, leggerei volentieri anche quelli su Fognini, sulla Vinci, sulla Errani, sulla Giorgi e magari sulla Federazione. Pensate di pubblicarli nei prossimi giorni o devo concludere che preferite quest’anno saltarli? Se invece li avete fatti ma mi sono sfuggiti, potete cortesemente indicarmi quando è avvenuto? Grazie in ogni caso per l’attenzione. Gradirei, se possibile, risposta.

19
controcorrente (Guest) 09-11-2016 14:32

Però bisognerebbe decidersi una volta per tutte.
Delle due, l’una.
Ipotesi A: Fognini è un fenomeno. Allora la si smette di entusiasmarsi per qualche sporadico exploit negli Atp 250 e si conclude che sta clamorosamente sprecando il suo talento.
Ipotesi B: Fognini non è un fenomeno. Allora la si smette di sostenere (com’è stato scritto da più di un utente su questo sito) che sa raggiungere livelli di tennis sconosciuti persino a Panatta e Pietrangeli e ci si accontenta di vederlo protagonista – e nemmeno sempre – nei tornei di terza-quarta fascia.

18
Buon Rob (Guest) 09-11-2016 14:12

Come possa avere un potenziale da “massimo top 25″ uno che è GIA’ stato n.13 al mondo temo rimarrà un Mistero Insolubile. E non dite “eh, Amburgo fu fortuna!!!undici!!!”, perché senza 500 punti sempre nei 20 sarebbe stato.
E’ un buon giocatore, e come tutti i buoni giocatori essere n.12 o n.45 è spesso contingenza. Basta guardare l’anno da ottovolante che ha avuto Dimitrov.

17
Luca Martin (Guest) 09-11-2016 13:54

A me Fabio non sembra molto motivato a scalare la classifica.
Sulle sue qualita’ non si discute, ma quando ha vinto Amburgo e ha fatto quella serie di vittorie, i piu’ forti avevano gia’ la testa alla stagione americana.
Non serve sminuirlo, ma nemmeno esaltarlo.

16
AGASSI1965 (Guest) 09-11-2016 13:51

Povero Davin….. :mrgreen:

15
Gabriele da Ragusa 09-11-2016 13:51

Scritto da ale98
@ Gabriele da Ragusa (#1727980)
Ma come si fa a dire che il potenziale di uno che è stato 13 sia di 25 al mondo? Ovvio Fabio nelle ultime due annate, tranne qualche sporadico gran risultato , ha fatto fatica ma questo non vuol dire che il suo potenziale massimo sia di top 25 ma minimo di top 20 con qualche sporadica apparizione nei 15.. Ovvio questo eventuale ranking potrebbe arrivare o collegando il cervello per 1 mese e vince tutti i tornei a cui partecipa o comunque fa ottimi piazzamenti, come per esempio ha fatto nell’estate 2013 e a inizio 2014 oppure dovrebbe essere continuo tutto l’anno e questo mi sembra più improbabile sinceramente

Se mia nonna avesse le ruote sarebbe una bici o una moto. Io ragiono in base all’evidenza e qst ultima dice che Fognini ha basato la propria intera carriera su una continuita’ a livello di top40-50 (intendo cm tanti anni adi fila) cn dei picchi. Il picco di 13 ha visto fabio spingere all’inverosimile i propri limiti ma ha dimostrato di nn valere quel livello e nn ce’ niente di male. E nn vale solo per problemi di testa. Allora io ti tiro fuori che Monaco e Almagro sn stati n.10 e 9 e che quindi valgono quel livello. Diresti una cosa simile? E almagro ha sicuramente colpi (quanto meno il servizio cm minimo) migliori di fabio. Oppure ti sfido a dirmi tra gli attuali top20 uno che puoi dire veramente “qst e’ piu scarso di fognini e nn merita. #escilo qst nome e ne discutiamo. Aver raggiunto un picco di livello nn significa avere quel livello ma significa essere in grado di inanellare prestazioni clamorose per periodi nn particolarmente lunghi. Per qst ti dico, al contrario di qnt sia classificato ora, che il n.50 nn gli rende onore e che ha tutto per disputare i prox 3-4 anni di carriera ad alto livello da top25 ma in maniera continua!

14
ale98 (Guest) 09-11-2016 13:42

@ Gabriele da Ragusa (#1727980)

Ma come si fa a dire che il potenziale di uno che è stato 13 sia di 25 al mondo? Ovvio Fabio nelle ultime due annate, tranne qualche sporadico gran risultato , ha fatto fatica ma questo non vuol dire che il suo potenziale massimo sia di top 25 ma minimo di top 20 con qualche sporadica apparizione nei 15.. Ovvio questo eventuale ranking potrebbe arrivare o collegando il cervello per 1 mese e vince tutti i tornei a cui partecipa o comunque fa ottimi piazzamenti, come per esempio ha fatto nell’estate 2013 e a inizio 2014 oppure dovrebbe essere continuo tutto l’anno e questo mi sembra più improbabile sinceramente

13
Gabriele da Ragusa 09-11-2016 13:29

Scritto da deuce

Scritto da Gabriele da Ragusa

Scritto da Haas78
@ Gabriele da Ragusa (#1727938)
Rispetto a Martino di sicuro, nei confronti dell’altro argentino non mi sembra così lontano

Purtroppo e’ un errore comune quello di nn riconoscere un talento nel pallettaro di turno (Gaudio in qst caso ma errore comune anche nei confronti Ferrer) e di attribuirne uno a volte pazzesco (da top5 addirittura, letto qui….) a fognini. Le cose nn stanno cosi e la resistenza fisica, forza mentale ed un rovescio clamorosamente bello ed efficiace (Gaudio) sn un talento, punto. Che Coria fosse nn proprio ok, e’ un altro discorso ma la finale Gaudio l’aveva raggiunta cmq. Fabio ad oggi se la sogna. E’ incostante di testa, molto reattivo fisicamente ma rigido insieme e tt sommato x struttura fisica e tipo di gioco sbaglia anche tanto. Nn e’ molto regolare. Ma ripeto, ha tutto per tornare fisso tra i top25 e restarci. Sarebbe ottimo avere un tennista in quella posizione per altri 3 annetti.

top 25 fognini ?? al momento attuale stai fantasticando…un passo per volta se e’ il caso……

Io fantastico???? E pensa che credevo di essere stato stretto visto che qui ce’ gente che lo ritiene un top10 mancato! Io dico che cm potenziale vale max top25 che nn e’ poco!

12
Gigetto (Guest) 09-11-2016 13:28

Magari gli sara’ martellate in testa appena si incavola e il ns.,stanco e con la testa rotta, riprende a stare in campo e a vincere qualcosa

11
deuce (Guest) 09-11-2016 13:20

Scritto da Gabriele da Ragusa

Scritto da Haas78
@ Gabriele da Ragusa (#1727938)
Rispetto a Martino di sicuro, nei confronti dell’altro argentino non mi sembra così lontano

Purtroppo e’ un errore comune quello di nn riconoscere un talento nel pallettaro di turno (Gaudio in qst caso ma errore comune anche nei confronti Ferrer) e di attribuirne uno a volte pazzesco (da top5 addirittura, letto qui….) a fognini. Le cose nn stanno cosi e la resistenza fisica, forza mentale ed un rovescio clamorosamente bello ed efficiace (Gaudio) sn un talento, punto. Che Coria fosse nn proprio ok, e’ un altro discorso ma la finale Gaudio l’aveva raggiunta cmq. Fabio ad oggi se la sogna. E’ incostante di testa, molto reattivo fisicamente ma rigido insieme e tt sommato x struttura fisica e tipo di gioco sbaglia anche tanto. Nn e’ molto regolare. Ma ripeto, ha tutto per tornare fisso tra i top25 e restarci. Sarebbe ottimo avere un tennista in quella posizione per altri 3 annetti.

top 25 fognini ?? al momento attuale stai fantasticando…un passo per volta se e’ il caso……

10
Haas78 (Guest) 09-11-2016 13:13

@ Gabriele da Ragusa (#1727963)

Non dico che l’argentino non abbia avuto talento, certo è che il materiale tecnico del Ns non penso possa dirsi inferiore, sulla tenuta psicofisica posso concordare

9
Gabriele da Ragusa 09-11-2016 13:03

Scritto da Haas78
@ Gabriele da Ragusa (#1727938)
Rispetto a Martino di sicuro, nei confronti dell’altro argentino non mi sembra così lontano

Purtroppo e’ un errore comune quello di nn riconoscere un talento nel pallettaro di turno (Gaudio in qst caso ma errore comune anche nei confronti Ferrer) e di attribuirne uno a volte pazzesco (da top5 addirittura, letto qui….) a fognini. Le cose nn stanno cosi e la resistenza fisica, forza mentale ed un rovescio clamorosamente bello ed efficiace (Gaudio) sn un talento, punto. Che Coria fosse nn proprio ok, e’ un altro discorso ma la finale Gaudio l’aveva raggiunta cmq. Fabio ad oggi se la sogna. E’ incostante di testa, molto reattivo fisicamente ma rigido insieme e tt sommato x struttura fisica e tipo di gioco sbaglia anche tanto. Nn e’ molto regolare. Ma ripeto, ha tutto per tornare fisso tra i top25 e restarci. Sarebbe ottimo avere un tennista in quella posizione per altri 3 annetti.

8
sabri1977 09-11-2016 12:23

@ Haas78 (#1727945)

l’altro argentino pero’ aveva altri aiuti…

7
Haas78 (Guest) 09-11-2016 12:13

@ Gabriele da Ragusa (#1727938)

Rispetto a Martino di sicuro, nei confronti dell’altro argentino non mi sembra così lontano

6
Haas78 (Guest) 09-11-2016 12:10

@ controcorrente (#1727940)

In effetti, chissà che lo stimolo non lo porti a traguardi e risultati

5
controcorrente (Guest) 09-11-2016 12:05

Scritto da Andre77
Non mi convince molto, che ne pensate?

Nemmeno a me, ma continuo a pensare che il problema di Fognini non sia chi lo allena bensì se stesso.

4
Gabriele da Ragusa 09-11-2016 12:02

Scritto da Andre77
Non mi convince molto, che ne pensate?

Che gli costera’ un bordello di soldi cm prima cosa. Dopo di che nel caso di fognini il materiale tecnico e’ inferiore rispetto agli altri campioni allenati quindi boh. Difficile giudicare. Cm coach nn si puo negare che abbia raggiunto grandi risultati, qst e’ evidente

3
aureliriccardo 09-11-2016 12:01

sarà il campo a parlare, tanto è al 90% competenza di Fabio dare risposte giuste

2
Andre77 (Guest) 09-11-2016 11:52

Non mi convince molto, che ne pensate?

1

Lascia un commento