Campionato Serie A1 - Park Genova Copertina, Generica

La Presentazione completa del Park Tennis Club Genova

14/10/2016 11:14 1 commento
Fabio Fognini classe 1987, n.43 ATP
Fabio Fognini classe 1987, n.43 ATP

Per il 5° anno consecutivo il PARK TENNIS CLUB GENOVA prenderà parte, da domenica (inizio incontri al Park – ore 10), al Campionato Nazionale a squadre di Serie A1 Maschile e lo farà portando avanti il percorso intrapreso dall’attuale Consiglio di Amministrazione, con in testa il Presidente FILIPPO CEPPELLINI.

Un percorso, su base pluriennale, fondato sulla valorizzazione degli atleti cresciuti sui campi di Via Zara. Finora i risultati fin qui ottenuti stanno danno ragione ai vertici del Circolo, visto che nel 2015 sono state raggiunte le Semifinali. In tal senso la partecipazione all’imminente Campionato Nazionale sarà un ulteriore banco di prova in funzione della politica promossa internamente.

Parallelamente alla promozione del prodotto interno, si è deciso per la stagione 2016/17 di riportare a casa atleti maturati al Park quali il danese FREDERICK NIELSEN e il siciliano GIANLUCA NASO, a tutti gli effetti genovesi di adozione. Oltre alle attese stelle FABIO FOGNINI e PABLO ANDUJAR, che permettono al Park di ambire ad un ruolo da protagonista nella stagione che si inaugurerà tra le mura amiche domenica prossima.

Il ruolo di Capitano sarà ricoperto da TOMMASO SANNA, genovese doc e fin dalla tenera età atleta in forza al Circolo di Via Zara. Un esempio per tutti i 225 iscritti alla Scuola Tennis gialloblù, agonisti del domani, coordinati oggi da MATTEO EVANI, per anni uno dei tecnici di riferimento della Federazione Italiana Tennis. Obiettivo dichiarato, a fronte di investimenti sul profilo tecnico, economico e umano, quello di conquistare un giorno lo scudetto con alteti esclusivamente cresciuti

Un apporto fondamentale, alla base del percorso intrapreso, è stato dato dai numerosi Sponsor che anche quest’anno hanno deciso con entusiasmo di perorare la causa del Campionato Nazionale di Serie A1, dimostrando grande fiducia all’impegno preso dal Consiglio di Amministrazione. Anche in questa stagione, durante le gare casalinghe sarà allestita un’area Lounge dedicata e sarà messo a disposizione dei Soci e degli appassionati un dettagliato Match Programm, con approfondimenti e curiosità sull’incontro di turno.

Oltre ai sopracitati, nella sua interezza, la squadra sarà composta da 15 elementi. Spiccano i nomi dello spezzino ALESSANDRO GIANNESSI, reduce dal prestigioso successo nel torneo ATP 100.000$ di Sacezny (Polonia), del canturino ANDREA ARNABOLDI e del sanremese GIANLUCA MAGER, tra i più acclamati protagonisti della recente edizione del Torneo ATP di Genova. A completare la rosa KEVIN ALBONETTI, PIETRO ANSALDO, PIETRO BENASSO, ALESSANDRO CEPPELLINI, EMANUELE CEPPELLINI, LUCA PREVOSTO, TOMMASO SANNA e LUIGI SORRENTINO.

Al Campionato Nazionale di Serie A1 partecipano 16 squadre, di altrettanti circoli, suddivise in 4 gironi. Il Park Tennis Club Genova è stato inserito nel Girone 2, assieme ai circoli di Schio, Palermo e al Parioli di Roma, che saranno affrontati in gare di andata e ritorno durante la Regular Season, che inizierà domenica per concludersi domenica 20 novembre.

Le prime classificate di ogni girone parteciperanno ai Play-Off (andata e ritorno al primo turno); la Finale sarà disputata in gara unica, a Montecatini Terme. Le squadre seconde classificate di ogni girone manterranno il diritto di partecipare al Campionato Nazionale di Serie A1 nel 2017 mentre le terze e quarte classificate prenderanno parte ai Play-Out. La formula di ogni incontro per giornata prevede la disputa di 4 singolari e 2 doppi.



Il calendario ufficiale redatto dalla Federazione Italiana Tennis prevede la conclusione della Regular Season il 20 novembre. Le Semifinali di andata dei Play-Off si giocheranno il 27 novembre, le Semifinali di ritorno il 4 dicembre. Stesse identiche date per i Play-Out. La Finale si svilupperà in due giornate, il 9 e 10 dicembre.

CALENDARIO GARE GIRONE 2

Domenica 16 Ottobre – Ore 10:00

Park Tennis Club Genova VS Circolo del Tennis Palermo ASD

Domenica 23 Ottobre – Ore 10:00

Tennis Club Schio VS Park Tennis Club Genova

Domenica 30 Ottobre – Ore 10:00

Park Tennis Club Genova VS Tennis Club Parioli ASD

Domenica 6 Novembre – Ore 10:00

Circolo del Tennis Palermo ASD VS Park Tennis Club Genova

Domenica 13 Novembre – Ore 10:00

Park Tennis Club Genova VS Tennis Club Schio

Domenica 20 Novembre – Ore 10:00

Tennis Club Parioli ASD VS Park Tennis Club Genova



FABIO FOGNINI
Fabio Fognini, nato a Sanremo nel 1987, è attualmente numero 43 del Ranking mondiale ATP in singolare e numero 57 del mondo per quanto concerne il doppio, oltreché tennista numero 2 in Italia. È pertanto l’atleta di punta della formazione del Park Genova. Da sempre affezionato al circolo di via Zara, marca regolarmente presenza nel Campionato Nazionale di A1 a prescindere dall’articolato calendario gare del circuito mondiale.

Reduce da una stagione altalenante, dovuta ad alcuni guai fisici che ne hanno condizionato le prestazioni, sta raccogliendo i frutti del duro allenamento nel ‘buen ritiro’ di Barcellona in questi ultimi spezzoni di 2016.

Punto di svolta dell’annata il torneo croato di Umago (montepremi da 250.000$), giocato a luglio, a poche settimane dal matrimonio con l’ex numero 1 del tennis femminile tricolore, Flavia Pennetta. Fabio elimina subito l’argentino Olivo al 1° turno (64 61), il bosniaco Dzumur (46 61 61), in Semifinale il portoghese Elias (63 63) e quindi in Finale lo slovacco Martin (64 61). È la svolta.

Dopo aver preparato al meglio le imminenti Olimpiadi, partecipando al torneo di Toronto, eccolo di scena a Rio, trascinato pure dal sostegno del pubblico brasiliano, che ne riconosce genio ed estro.
Nel primo turno ha la meglio di Estrella Burgos (26 76 60), a seguire batte il francese Paire in rimonta (46 64 76), ma nei Quarti deve mettere da parte l’idea di conquistare una medaglia. Niente da fare contro il numero 2 del mondo Andy Murray: l’inglese s’impone per 61 26 63. Peccato per Fabio, in spolvero al di là del risultato finale, autore nel secondo set di una serie infinita di colpi vincenti da copertina. Lodevole a Rio anche il cammino nel tabellone di doppio, dove fa coppia con Andreas Seppi. I due arrivano ad un passo dal bronzo, perdendo nei Quarti dal duo canadese Nestor-Pospisil (76 61).

Le soddisfazioni in doppio non finiscono qui, perché due settimane fa’, ecco arrivare il successo, in tandem con lo svedese Lindstedt, nel torneo di Shenzen, in Cina. Vittime illustri i vari Gasquet-Andujar, Pavic-Venus e in finale Marach-Martin.
Per Fabio si tratta del 4° titolo in doppio Atp, il 1° senza Bolelli, con cui ha vinto in precedenza Australian Open 2015, Buenos Aires 2013 e Umago 2011.

ALESSANDRO GIANNESSI
Buona stagione quella che sta vivendo il mancino spezzino classe 1990. Si è rilanciato nella classifica Atp, risalendo fino al 144° posto, sfiorando il suo best ranking (126ATP) raggiunto nel 2013. Ad oggi è numero 5 d’Italia.

Per quanto riguarda il Campionato di Serie A1, è stato uno dei punti di forza del Park versione 2015 avendo vinto tutti i 5 incontri di singolare nel girone eliminatorio. Mentre in doppio vanta uno score di 3 vittorie e 3 sconfitte

A Febbraio vola a Santo Domingo e raggiunge i Quarti nel Challenger da 75.000$. Sempre in centro America Alessandro arriva in Semifinale a Morleos, in Messico, nel Challenger da 50.000$. Ad Acapulco, nell’ATP da 500.000$ entra nel tabellone principale dalle Qualificazioni ma si ferma subito. Con questo risultato ‘Gianna’ rientra però tra i primi 200 del mondo.

Gli Ottavi di finale centrati a Capri e i Quarti a Barletta lo spingono al 188° posto. Sfiora il colpaccio nel Challenger di Caltanisetta, fermato in Semifinale dal numero 1 d’Italia, Paolo Lorenzi. Sempre in Italia, a luglio, Nel Challenger dell’Umbria approda ai Quarti di Finale in singolo e in Finale in doppio, assieme a Caruso, viene battuto al tiebreak dal duo brasiliano Demoliner-Nels (61 36 105).

Ma è a New York che Alessandro stupisce tutti, conquistando un’ottima qualificazione al tabellone principale degli US Open, quarto torneo in ordine di tempo del Grande Slam. Vince i turni di qualificazione battendo il giapponese Sugita (82ATP) 63 36 75 e il tedesco Kamke (136ATP) 75 61.

Ma non finisce qui perché al primo turno del tabellone principale ha pure la meglio sull’americano Kudla (06 64 61 16 60), vincendo così il suo primo match in un Grande Slam. Al secondo turno ha il piacere di affrontare il “mostro” Stan Wawrinka (numero 3 del mondo) e per nulla intimorito, lo spezzino esce sconfitto a testa alta e non senza recriminare, avendo avuto un set ball nel secondo set. Lo svizzero ha chiuso la contesa 61 76 75.

Rientrato in fiducia in Europa, Alessandro ha ottenuto la sua prima vittoria in un Challenger, a Stettino, in Polonia (106.500€), senza mai perdere un set. Ha sconfitto ai Quarti di Finale Napolitano (227ATP), poi in Semifinale il francese Lestienne (183ATP) con un doppio 63 e in Finale non ha dato scampo a Dustin Brown (89ATP), grazie a un perentorio 62 63.

Con la vittoria a Stettino Giannessi è salito alla posizione numero 144 del Ranking mondiale. Attualmente è in tour. negli USA, rientrerà in Italia appositamente per disputare il primo match di A1.

PABLO ANDUJAR
È un ritorno quello di Pablo nella formazione del Park, tra l’altro dopo un lungo infortunio che l’ha costretto ai box per quasi tutta la stagione. Spagnolo classe 1986, vanta come best ranking la posizione numero 32 del Rankig mondiale ATP. Attualmente, proprio a causa dell’infortunio, è sceso al numero 432. Posizione che corrisponderebbe, nella classifica italiana, al 26° posto. Nel corso della stagione ha raggiunto le semifinali sia nel Challenger bosniaco di Banja Luka sia nel Challenger marocchino di Kenitra. Da segnalare che in stagione è stato sconfitto da Fognini, in doppio, a Shenzen.

Pablo ha debuttato per il Park nel Campionato Nazionale di Serie A1 nel 2014, giocando contro la Canottieri Casale, battendo Bella (75 60) e in coppia con Wellenfeld il duo Santacroce-Rustico (61 60) nell’incontro di andata. Stessa sorte è toccato a Bella nel ritorno. In coppia con Alessandro Ceppellini si è sbarazzato del tandem Rustico-Massola. Nei Playoff contro l’Aniene, a Genova, lo spagnolo ha vinto agevolmente contro Vagnozzi, perdendo però in doppio con Fognini contro Santopadre-Cipolla. La settimana successiva, a Roma, ha stravinto ancora con Vagnozzi (61 60) e nel doppio, assieme ad Alessandro Ceppellini, si è nuovamente dovuto arrendere a Santopadre-Cipolla, a successo già acquisito dalla Canottieri.

GIANLUCA NASO
‘Giallo’, com’è soprannominato nel circuito tennistico internazionale, è siciliano di nascita ma genovese di adozione, essendo legato sentimentalmente a Cristina Campese, per anni atleta di riferimento del Park nelle gare a squadre femminili. Torna a vestire i colori del Circolo di via Zara dopo un anno. Attualmente 542° del Ranking ATP, ha come best ranking il 175° posto, raggiunto nel luglio 2012.

Naso ha iniziato il 2016 giocando sul cemento di Manila (Challenger da 75.000$) e grazie alle vittorie sul compagno di squadra al Park Nielsen e sul belga Coppejans (128ATP) ha raggiunto i Quarti di Finale, fermato poi dall’ex top player Youzhni (84ATP).

Vinto il 1° Turno delle Qualificazioni agli Australian Open, si comporta egregiamente nel corso della tournée in Sudamerica. Fermato da una malattia però è costretto a riprendere ad aprile. Rientrato al Challenger di Capri, arriva fino agli Ottavi, stoppato da Filippo Volandri (57 64 61). Altri Ottavi di Finale a fine Luglio, nel Challenger di Lecco. Ai primi di agosto annuncia il ritiro dal circuito Atp (complice anche la nascita del primogenito), alternando vittorie in Open italiani (ben 12) e dedicandosi alle gare a squadre.

Gli appassionati nostrani lo ricordano al Challenger di Genova del 2007, quando arrivò in Finale, da 441 del Ranking Atp, dopo una cavalcata esaltante: perse contro Cipolla (108ATP) dopo aver sconfitto i ben più quotati Gaudio, Berlocq e Ramirez Hidalgo, Sempre nell’ATP di Genova, nel 2008, vinse il doppio in coppia con Trusendi. L’ultima sua apparizione con il Park in A1 risale a due stagioni orsono: Park Genova-ATA Battistini 3-3. Alzò bandiera bianca contro il lituano Grygelis ma vinse in doppio con Sanna contro Pecoraro-Della Giacoma.

ANDREA ARNABOLDI
Il canturino classe 1987 veste per il 2° anno consecutivo la maglia gialloblù del Park, dopo la buona esperienza dello scorso campionato. Attualmente è numero 228 del Ranking mondiale Atp e numero 12 in Italia.

Nella passata stagione, all’esordio contro i toscani del Sinalunga, ha battuto Vanni (63 61) e in coppia con Giannessi, si è imposto sul tandem Vanni-Fracassi (75 63). Contro Rovereto, nel secondo match della regular season, piazza un’altra vittoria contro Oradini (61 63) e in doppio con Ceppellini surclassa gli avversari Lotti e Vidal (61 61). Nel ritorno della sfida con il Sinalunga Andrea ribatte Vanni e in coppia con Giannessi, ha la meglio su Fracassi e Licciardi (63 61). Arnaboldi interrompe l’incredibile striscia di imbattibilita’ nel match di ritorno con Rovereto, sbattendo contro il muro Fucsovics (75 64).

Arnaboldi nel 2016 ha disputato le qualificazioni agli Australian Open, perdendo al primo turno da Mischa Zverev; ha ottenuto in questa stagione i Quarti di Finale nei Challenger di Jonkoping, in Svezia e Marburgo, in Germania e un prezioso Quarto di Finale nel torneo Atp da 250.000$ a Bastad, in Svezia. Dopo essere stato eliminato il mese scorso negli Ottavi di finale del torneo ATP di Genova, è arrivato in Finale nel torneo di doppio sloveno di Banja Luka.

GIANLUCA MAGER
Il sanremese classe 1994 è uno dei punti di forza della squadra. Nell’ultima edizione del Campionato Nazionale di A1 ha vinto 5 singolari su 8 disputati in regular season. Nella Semifinale contro il TC Italia, a Genova, fu sconfitto dopo una maratona di oltre 3 ore da Trusendi (67 60 57), rifacendosi però nella gara di ritorno a Forte dei Marmi (63 64).

Mager in classifica ATP è attualmente numero 321, ranking che gli vale il 17esimo posto della graduatoria italiana. Il suo best ranking, 290, lo ha raggiunto il 12 settembre scorso, a compimento di una settimana esemplare vissuta durante il Challenger casalingo di Valletta Cambiaso; a Genova infatti ha raggiunto a sorpresa i Quarti, eliminato dal futuro vincitore del torneo Janowicz (46 36). ‘Maggy’ ha battuto nell’ordine, partendo addirittura dalle Qualificazioni: Trusendi, Delic, Brkic, Eremin e Gabashvili. L’exploit genovese gli è valso, a fine manifestazione, il premio speciale assegnato al miglior giovane partecipante.

In stagione da ricordare anche il buon Ottavo di Finale raggiunto al Challenger di Capri, in cui è riuscito a eliminare al primo turno il tedesco Struff, perdendo poi dal rumeno Copil. A San Benedetto del Tronto stop invece ai Quarti contro Gaio, dopo aver avuto la meglio su Bourgue e Lopez Perez. Stessa sorte al Challenger di Mestre, grazie alle vittorie su Petrovic e Gerard Granollers; semaforo rosso contro Zeballos (93ATP), che lo ha battuto 36 46.

FREDERIK NIELSEN
Il tennista danese classe 1983 è il primo giocatore tesserato per il Park Genova ad aver vinto il titolo di Wimbledon, in doppio, nel 2012 assieme a Jonathan Marray. Specialista assoluto della disciplina, sempre nel 2012, è arrivato ad appena due punti dal raggiungimento di una clamorosa finale nel Master di Londra. Gioca stabilmente la Coppa Davis nelle file della Danimarca.

Attualmente è numero 97 del Ranking ATP di doppio, dopo essere stato numero 17 nel 2013. Nella classifica di singolare si trova al 420° posto; best ranking in singolare il 190° posto.

Fred è un giocatore che predilige le superfici veloci ma non disdegna cimentarsi anche sulla terra rossa. Ha già fatto parte della squadra del Park per due stagioni di fila, distinguendosi per qualità e professionalità. E’ particolarmente legato ai soci e ai compagni di squadra del Circolo di via Zara.

Nel 2016 ha subito vinto il doppio, assieme allo svedese Brunstrom, del ricco Challenger di Manila, infilando poi i Quarti di Finale in Francia, a Cherbourg e le Semifinali nel Challenger da 125.00$ d’Israele. Ad aprile, a Gwangju in Corea del Sud, assieme all’irlandese O’hare perde la Finale contro i fratelli Ratwatana (36 26); è di nuovo in Finale la settimana successiva a Taipei ma ad aggiudicarsi il torneo è Hsleh (76 64). Nielsen, in coppia con Muller, disputa poi il Grande Slam di Parigi, arrendendosi subito al team Cuevas-Granollers, che vince 62 63.

Il momento d’oro della stagione il danese lo vive in estate: si parte con la semifinale in Olanda, ad Hertogenbosch, persa insieme a Muller contro Inglot-Klaasen (76 16 10-8). Prima di Wimbledon vola in Spagna per un Future sul veloce, a Palma de Rio, dove si impone in tandem con O’hare (vittoria in finale 64 62 su Barrientos- Malferto per 64 62). E arriva pure il colpo in singolare, nell’ITF di a Martos, sempre in Spagna: in Finale regola in due set (64 63) il francese Boutiller. E arriviamo al suo amato Wimbledon, in cui in doppio è immediatamente stoppato al 1° Turno.

Spazio poi alla Coppa Davis: è l’atleta danese in attività con più presenze. Puntuale arriva il successo con la Finlandia. In doppio con Kromann lotta per 5 set prima di trionfare su Nieminen-Salminen (61 63 46 46 64). In singolare si arrende a Nieminen (63 36 61 76). Ma si riscatta poi avendo la meglio su Hellovaara (64 63 76). Buon torneo sulle superfici veloci di Piombino, a fine agosto (ITF 10.000$) dove raggiunge i Quarti di Finale. Agli US OPEN a New York, con l’indiano Bopanna, passa il 1° Turno contro la coppia Stepanek (29ATP)-Zimonic (40ATP) ma alza bandiera bianca con Baker-Daniel (62 76).

L’ultima apparizione di Fred con la maglia del Park indosso risale al giugno 2014, quando ancora il Park disputava l’A2. A Mosciano Sant’Antagelo (Teramo) vinse con Giussani (64 62) e in doppio con Alessandro Ceppellini sbaragliò agilmente la concorrenza di Giussani e Pietrini (63 63), trascinando il Circolo alla vittoria esterna (4-2).

ALESSANDRO CEPPELLINI
Classe 1996, Ceppellini è un altro prodotto del vivaio gialloblù. Attualmente è numero 1.843 del Ranking Mondiale Atp, mentre in doppio è numero 651.

Ha i difeso i colori del Park nell’ultima Serie B, vincendo contro Bona e nella finale per la promozione in A2, ad Anzio, contro Bove (2.6) per 64 64. Ha conquistato il suo primo punto Atp in singolare al Challenger di Napoli (25.000€) dello scorso luglio, battendo Licciardi 46 64 75. Ai Sedicesimi ha alzato bandiera bianca contro Juan Pablo Paz (334ATP). In doppio, a Trieste e con Basso, ha raggiunto i Quarti di Finale, perdendo contro i rodati Stefanini-Berrettini. A Santa Margherita di Pula Future F32, sempre in coppia con Basso, ha raggiunto le Semifinali, arrendendosi al tandem Della Tomassina- Sinicropi.

PIETRO ANSALDO
Navigato atleta del 1984, ha conquistato in estate l’Open di Sestri Levante, risultando questo l’unico torneo disputato in questa stagione. Stiamo parlando dell’ex speranza del tennis italiano, già Campione Europeo Under 16.

Ha disputato per il Park l’ultimo Campionato Nazionale di Serie B, vincendo all’esordio contro il bolzanino Koell (67 75 62). Nella Finale per la promozione in A2, ad Anzio, perde contro Piccari ma Pietro si rifà parzialmente, in coppia con Prevosto, prevalendo su Piccari e Bove (62 76), dando la vittoria parziale al Park. Nel match di ritorno si è agilmente sbarazzato di Evangelisti.

La sua ultima apparizione nel Campionato Nazionale di A1 risale allo scorso anno, alla Semifinale contro TC Italia di Forte dei Marmi. Insieme a Mager ha sfiorato l’impresa contro Viola-Volandri, andando a servire per il match, nel tiebreak conclusosi poi con la vittoria dei versiliesi (61 46 11-9).

KEVIN ALBONETTI
Classe 1993, è la punta di diamante della squadra del Campionato Nazionale di Serie C, durante la quale ha vinto tutti i singolari della fase regionale. Nella finale per l’ammissione al tabellone Nazionale, ha battuto, sul sintetico di Santa Margherita Ligure, Manzone (2.7) 63 64 e assieme a Vittorio Cuneo, si sono sbarazzati del team Tassara-Queirolo, regalando il successo al Park (4-2) contro i padroni di casa. Nel ritorno Albonetti ha sconfitto in due set Manzone, quanto basta per trascinare il Park nel tabellone Nazionale.

Da segnalare pure la vittoria nell’Open di Chiavari (in Finale su Apostolico) e il raggiungimento delle Finali allo Sporting e a Pegli, battuto in entrambi i casi dall’altro parkiota Benasso.

L’ultimo match giocato in Serie A1 risale al 2014: Park batte Casale Monferrato 6-0 e in tandem con l’esperto compagno Giannessi ha avuto la meglio su Bella-Santacroce (7-6 6-3).


TAG: ,

1 commento

Alessandromonky 14-10-2016 18:17

Un emozione unica vedere giocatori di Serie A1 che hanno giocato pure all’open di Sestri Levante.
Speriamo di alzare il livello e magari un giorno farci un future ma probabilmente è pura utopia perché qui non si investe sul tennis

1

Lascia un commento