Davis Cup: Caos nella squadra tedesca. Esclusi tre giocatori dalla Davis 2017, ma non Alexander Zverev

15/09/2016 14:09 18 commenti
Alexander Zverev classe 1997, n.27 ATP
Alexander Zverev classe 1997, n.27 ATP

Pugno duro ma non per tutti.
La Federtennis tedesca, infatti, ha escluso alcuni giocatori per la Davis Cup edizione 2017, dopo i numerosi forfait.

La Federazione ha deciso di escludere: Dustin Brown, Mischa Zverev e Tobias Kamke. Il giamaicano ha rifiutato la convocazione preferendo il Challenger di Szczecin.
Anche Zverev e Kamke hanno rifiutato la convocazione.
Alexander Zverev, invece, non è stato puntito dalla Federazione perchè non ha giocato alcun torneo questa settimana ed ha inviato un certificato medico.

Brown ha però “attaccato” il giovane talento tedesco e la Federazione: “Se non sono al massimo della forma e perdo in un Challenger, sono io solo a pagare le conseguenze, ma se gioco la Coppa Davis non al meglio, la Germania potrebbe perdere e questo non voglio che accada. E’ incomprensibile che la DTB non abbia capito la mia scelta.
E’ invece veramente curioso il fatto che un giocatore a cui non va ad agio la data e la superficie, sia improvvisamente infortunato. Questo la dice lunga su come funziona la federazione.
Non si dovrebbe trattare i tennisti del domani diversamente rispetto a quanto non si faccia con quelli attuali.”


TAG: ,

18 commenti. Lasciane uno!

tinapica (Guest) 16-09-2016 10:34

Prescindendo dal fatti che ADORO Dustin Brown e che mi sta troppo simpatico, trovo che debba dimostrare, se ne è in grado, queste sue pesanti accuse. Altrimenti meglio che taccia.

18
Dennis (Guest) 16-09-2016 08:53

Scritto da Roberto
E’possibile anche che Brown venga trattato con due pesi due misure anche perché nn è certo tedesco. In Inghilterra il caso bedene è simile, anche se a differenza dello sloveno il giamaicano ha già giocato in Davis con i teutonici.
Personalmente punterei su kohli e sasga zverev, magari convocando i giovani marterer e masur x fare esperienza

Brown è nato in Germania da madre tedesca, é emigrato in Giamaica quando aveva 9 anni o qualcosa del genere salvo poi tornare in Germania anni dopo. Insomma non mi sembra così poco tedesco

17
gbuttit 15-09-2016 23:29

Scritto da bYE

Scritto da gbuttit

Scritto da LuchinoVisconti
Brown si dimostra il solito clown…..
Innanzitutto non sta a lui decidere, tra i convocati, chi sia più in forma e debba giocare, ma al capitano della squadra.
E poi “il giovane tennista del domani” ha presentato certificato medico e non ha giocato, a differenza sua che crede di poter fare i propri comodi.
Per ultimo non capisco come possa aver tanta considerazione un tennista della sua portata, con qualche bel colpo e nessuna costanza, con un best ranking n.74, oltretutto conseguito adesso a 32 anni.

Non voleva decidere lui le convocazioni, parlando di stato di forma si riferiva solo a se stesso, in sostanza ha detto che non é in forma, se gioca un challenger e perde é solo un problema suo, ma se perde in davis no e non si sentiva pronto… non so se sia vero o no ma il suo discorso ha un senso… e poi ha aggiunto la frecciatina a zverev che fa i suoi comodi e qui ha perfettamente ragione

Se l’allenatore lo convoca evidentemente anche se non in forma lo ritiene oiù forte del suo sostituto

Indubbiamente, ma questo non é il calcio dove i giocatori sono stipendiati e tenuti a giocare, questo é uno sport professionistico individuale dove se un giocatore non si sente pronto non gioca… ovviamente se non c’é un contratto con la federazione tedesca che lo obbliga a giocare (tipo Giorgi per capirci), ma non credo altrimenti il discorso darebbe stato impostato diversamente.
E comunque principalmente lui lamenta i due pesi e due misure e su questo ha sicuramente ragione

16
bYE (Guest) 15-09-2016 20:08

Scritto da gbuttit

Scritto da LuchinoVisconti
Brown si dimostra il solito clown…..
Innanzitutto non sta a lui decidere, tra i convocati, chi sia più in forma e debba giocare, ma al capitano della squadra.
E poi “il giovane tennista del domani” ha presentato certificato medico e non ha giocato, a differenza sua che crede di poter fare i propri comodi.
Per ultimo non capisco come possa aver tanta considerazione un tennista della sua portata, con qualche bel colpo e nessuna costanza, con un best ranking n.74, oltretutto conseguito adesso a 32 anni.

Non voleva decidere lui le convocazioni, parlando di stato di forma si riferiva solo a se stesso, in sostanza ha detto che non é in forma, se gioca un challenger e perde é solo un problema suo, ma se perde in davis no e non si sentiva pronto… non so se sia vero o no ma il suo discorso ha un senso… e poi ha aggiunto la frecciatina a zverev che fa i suoi comodi e qui ha perfettamente ragione

Se l’allenatore lo convoca evidentemente anche se non in forma lo ritiene oiù forte del suo sostituto

15
Miiiii (Guest) 15-09-2016 19:27

Se non gliene fosse fregato niente della Davis, sarebbe stato zitto invece di lamentarsi di esserne stato escluso per il 2017. E comunque ha me hanno insegnato di non mettere mai in dubbio le malattie di colleghi e collaboratori, ma al più di richiedere una visita fiscale.

14
Kasabian (Guest) 15-09-2016 18:39

Beh brown potra’gelicemente tornare al circo,luogo piu’consono a lui

13
Roberto (Guest) 15-09-2016 18:00

E’possibile anche che Brown venga trattato con due pesi due misure anche perché nn è certo tedesco. In Inghilterra il caso bedene è simile, anche se a differenza dello sloveno il giamaicano ha già giocato in Davis con i teutonici.
Personalmente punterei su kohli e sasga zverev, magari convocando i giovani marterer e masur x fare esperienza

12
Menestrello (Guest) 15-09-2016 16:32

Perché non si affronta il vero problema una volta x tutte…
Della coppa Davis non frega niente a (quasi) nessuno

11
Tweeners 15-09-2016 15:13

@ LuchinoVisconti (#1694536)

Punto numero 1:sono i giocatori ha decidere se sono in forma per giocare la Davis. Poi non ci lamentiamo se gioca Seppi contro Delbonis e perde…..

Punto numero 2: anche il giovanotto stà facendo i propri comodi riposando a casa per prepararsi alla stagione asiatica.

Punto numero 3: lo “scarsone Brown” nella sua carriera ha battuto giocatori come Isner,Querrey,Simon,Nadal…per cui il suo contributo alla squadra tedesca lo può dare eccome ma se poi viene lasciato fuori dal doppio anche quando è convocato come contro la Rep Ceca ovvio che gli passa la voglia! :evil:

10
gbuttit 15-09-2016 15:01

Scritto da LuchinoVisconti
Brown si dimostra il solito clown…..
Innanzitutto non sta a lui decidere, tra i convocati, chi sia più in forma e debba giocare, ma al capitano della squadra.
E poi “il giovane tennista del domani” ha presentato certificato medico e non ha giocato, a differenza sua che crede di poter fare i propri comodi.
Per ultimo non capisco come possa aver tanta considerazione un tennista della sua portata, con qualche bel colpo e nessuna costanza, con un best ranking n.74, oltretutto conseguito adesso a 32 anni.

Non voleva decidere lui le convocazioni, parlando di stato di forma si riferiva solo a se stesso, in sostanza ha detto che non é in forma, se gioca un challenger e perde é solo un problema suo, ma se perde in davis no e non si sentiva pronto… non so se sia vero o no ma il suo discorso ha un senso… e poi ha aggiunto la frecciatina a zverev che fa i suoi comodi e qui ha perfettamente ragione

9
Carl 15-09-2016 14:54

FIT, FFT, DTB.. se Atene (Roma) piange, Sparta (Parigi, Amburgo) non ridono.

8
Alex 12 (Guest) 15-09-2016 14:46

@ LuchinoVisconti (#1694536)

Da mettere che ha detto cose giuste lui non gioca la Davis x non penalizzare la squadra e Alexander zverev è molto furbo xke prima si lamentava poi a visto che le cose hanno preso una brutta piega si è fatto fare un certificato

7
Sottile 15-09-2016 14:44

Germania in crisi anche da questo punto di vista. Le ” menti” teutoniche potrebbero provare a convocare Tommy Haas

6
Federico 15-09-2016 14:37

Scritto da LuchinoVisconti
Brown si dimostra il solito clown…..
Innanzitutto non sta a lui decidere, tra i convocati, chi sia più in forma e debba giocare, ma al capitano della squadra.
E poi “il giovane tennista del domani” ha presentato certificato medico e non ha giocato, a differenza sua che crede di poter fare i propri comodi.
Per ultimo non capisco come possa aver tanta considerazione un tennista della sua portata, con qualche bel colpo e nessuna costanza, con un best ranking n.74, oltretutto conseguito adesso a 32 anni.

Ha presentato certificato medico dopo aver criticato la scelta della federazione…

5
lallo (Guest) 15-09-2016 14:22

Grazie! Non sapevo di queste beghe…. :wink:

4
ffedee 15-09-2016 14:19

Ha ragione

3
LuchinoVisconti (Guest) 15-09-2016 14:17

Brown si dimostra il solito clown…..
Innanzitutto non sta a lui decidere, tra i convocati, chi sia più in forma e debba giocare, ma al capitano della squadra.
E poi “il giovane tennista del domani” ha presentato certificato medico e non ha giocato, a differenza sua che crede di poter fare i propri comodi.
Per ultimo non capisco come possa aver tanta considerazione un tennista della sua portata, con qualche bel colpo e nessuna costanza, con un best ranking n.74, oltretutto conseguito adesso a 32 anni.

2
Fabiofogna 15-09-2016 14:17

E poi dicono che solo la FIT ha questi problemi…

1

Lascia un commento