Wimbledon Story Copertina, Generica

Il sogno verde e infranto di Ivan Lendl (Video)

26/06/2016 08:45 7 commenti
Ivan Lendl ora nuovamente coach di Murray
Ivan Lendl ora nuovamente coach di Murray

Ivan Lendl è stato un campionissimo del tennis, un dominatore assoluto che ha messo in fila successi Slam, battuto record a ripetizione mettendo in mostra un carattere di ghiaccio che gli ha fruttato il nomignolo di Ivan il Terribile: eppure nella sua scintillante carriera c’è un però, una piccola macchia per i tanti tifosi e appassionati ma una di quelle lacune che per un numero 1 della racchetta può rappresentare un dramma.

Ivan ha avuto infatti un rapporto di amore e odio con l’erba di Wimbledon e il Major britannico, per un successo che non è mai arrivato, che è stato inseguito maniacalmente e con fare certosino e che avrebbe chiuso un cerchio meritato chiamato Career Slam.
Adesso fermatevi un attimo e pensate ai top player dei nostri tempi: come sarebbe stata la carriera di Roger Federer senza quell’unico successo al Roland Garros? Come sarebbe stata la vita sportiva di Rafa Nadal senza il suo tuffo sull’erba di Wimbledon? Cosa avrebbe significato l’attuale dominio di Nole Djokovic senza l’ultimo successo parigino? Grandi, grandissime carriere ma con dei buchi neri e dal ricordo che sarebbe divenuto nel tempo lancinante (per loro).

Per Ivan Lendl parlano i numeri, mai come in questo caso evidenti, lampanti: 94 successi nel circuito maggiore, un record di settimane al vertice superato successivamente solo da due mostri sacri della racchetta come Pete Sampras e Roger Federer, epiche rivalità e sontuose vittorie contro icone tennistiche come McEnroe, Connors, Becker, Edberg e Wilander, per un giocatore in grado di affrontare e vincere contro due generazioni di super vincenti. Australian Open nel 1989 e ’90, Roland Garros nel 1984-86-87, US Open nel triennio 1985-86-87, 5 vittorie al Master di fine anno ma 2 finali perse a Wimbledon contro Becker nel 1986 e contro Pat Cash l’anno seguente (per lui anche cinque semifinali per lui in 8 anni dal 1983 al 1990).

Un sogno che alimenta e che sferra un colpo letale, un sogno inseguito e lungo una vita (sportiva) che non si concretizza per un non nulla, un traguardo non raggiunto quando ormai alla linea dell’arrivo mancano pochi metri, per uno sportivo che nella sua vita ha sempre superato i limiti che si è posto. Ma Lendl ha saputo ritrovarsi, forse nel calore della sua famiglia, forse nelle vesti di allenatore, anche in questo caso vincente.

Un punto dolente in una carriera senza ombre si diceva eppure con quel prato che tanto verde non è, Ivan potrà provare a rifarsi quest’anno: tornato al fianco di Andy Murray in qualità di coach, Lendl proverà a riportare lo scozzese alla vittoria, impresa già realizzata dal duo nel 2013. Un binomio vincente con il cecoslovacco naturalizzato statunitense che proverà a ridonare al buon Andy (da molti visto come perdente di lusso, incredibile…) quella sicurezza che solo durante il loro sodalizio Murray ha dimostrato di possedere. E allora Wimbledon potrebbe tornare a essere un buon ricordo da conservare nel tempo.


Alessandro Orecchio


TAG: , ,

7 commenti

bad_player (Guest) 26-06-2016 18:53

Quindi Lendl lo ho abbiamo messo nella casella dei Bombardieri!
Sono contento!

7
‘Sul Creatore, i Bombardieri e i Pallettari: il rapporto tra fattori tecnici, atletici e mentali, e il ruolo della tecnologia’ Il tennis secondo Frank Falupa. (Guest) 26-06-2016 14:01

Ivan Lendl, il vero antesignano dei ‘bombardieri’ odierni. Qualche estremista burlone ai tempi lo etichettava – erroneamente! – come ‘pallettaro’. Invero, talvolta era anche in grado di praticare il serve&volley sistematico, come nella migliore tradizione dei veri ‘creatori’ di gioco… Davvero altri tempi rispetto ai tennisti ad una dimensione dei giorni nostri. Abbiamo guadagnato in quantità, potenza e velocità (grazie ai progressi in altri campi poi trasposti nel tennis) e abbiamo perso in qualità, i.e. creatività, e varietà.

6
Reax (Guest) 26-06-2016 13:06

@ luigi (#1630429)

Simpáticissimo! Buona Domenica!

5
Flinp (Guest) 26-06-2016 11:44

Co l Erba di oggi l avrebbe vinti un bel po’!!!

4
luigi (Guest) 26-06-2016 11:07

impresa già realizzata appunto nel 2013, articolo inutile scritto ora

3
Reax (Guest) 26-06-2016 11:03

GRANDISSIMO Cash nel video!

2
I LOVE BOBO (Guest) 26-06-2016 09:41

Ricordo tutto benissimo di ivan…anche quando a Wimbledon rischio l eliminazione da un super paolino cané

1

Lascia un commento