Da Bergamo Challenger, Copertina

Da Bergamo: Herbert sa vincere anche da solo

13/02/2016 00:30 Nessun commento
Pierre Hugues Herbert (Credit Antonio Milesi).
Pierre Hugues Herbert (Credit Antonio Milesi).

Hanno fatto bene a separarsi, almeno per una settimana. Pierre Hugues Herbert e Nicolas Mahut compongono una delle coppie più forti del mondo, ma in questi giorni hanno scelto di concentrarsi sul singolare.

E se l’esperto Nicolas ha centrato una bella semifinale all’ATP 500 di Rotterdam, Pierre Hugues non ha voluto essere da meno al Trofeo Perrel-FAIP di Bergamo (42.500€). Confermando l’ottimo momento di forma, che perdura dall’Australian Open, il francese ha centrato le semifinali al termine di un match molto complicato contro Peter Gojowczyk, battuto con il punteggio di 3-6 7-6 7-6. L’unico break l’ha firmato il tedesco eppure si è imposto il francese, segno che i tanti (e grandi) match giocati in doppio gli sono serviti nella gestione dei punti importanti. Anche nel tie-break decisivo ha mostrato maggiore scioltezza, pur rimontando da 0-2. In verità è stato aiutato da due pasticci di Gojowczyk: con due servizi a disposizione sul 3-4, il bavarese ha sparato due dritti in rete. Dopo un doppio fallo nel primo matchpoint, il francese ha tirato l’ace numero 25 e ha potuto alzare le braccia al cielo, mandando in visibilio i circa 1.800 spettatori che hanno affollato ancora una volta il PalaNorda. Herbert è il nuovo beniamino dei bergamaschi, ancora una volta ammirati da un francese: dopo le ovazioni a Fabrice Santoro tra il 2007 e il 2009 e le celebrazioni dello scorso anno a Benoit Paire, hanno già la certezza di un finalista transalpino. In semifinale (non prima delle 20.30), infatti, Herbert se la vedrà con Gregoire Barrere. Bergamo entra nel weekend più atteso: si comincia alle 16.30 con la finale del doppio (Skupski-Skupski vs. Mektic-Sancic), poi dalle 18.30 si parte con il singolare.


TAG: ,

Lascia un commento