Diario da Todi del nostro AndryREAX Challenger, Copertina

Diario da Todi – 08/07/2015: Dai consigli di Umberto Rianna alla grinta del padre di Gaio

09/07/2015 10:02 26 commenti
Diario da Todi – 08/07/2015: Dai consigli di Umberto Rianna alla grinta del padre di Gaio
Diario da Todi – 08/07/2015: Dai consigli di Umberto Rianna alla grinta del padre di Gaio

Non tante partite, ma tante, tantissime cose da dire. La mia giornata al TC Todi 1971 è iniziata alle 14.20, andando a mangiare al ristorante, dove prima che apparecchiassero ho aspettato tipo 15 minuti…però poi son stati veloci col servizio, dai. Ho girato un po’ per i campi, nonostante il caldo torrido c’erano tanti giocatori che si stavano allenando, tra cui ho riconosciuto Cipolla, Grigoriu (la sua ragazza è veramente bella), Giacalone e Beck. Inizia la prima partita sul campo1, il doppio di Napolitano/Giacalone non coperto da telecamere, contro i più esperti Marcan/Rola. Mi siedo vicino al padre/coach di Napolitano, che verrà poi raggiunto da Rianna, e sento tante informazioni interessanti. Un Grazie a AndryREAX

I due ragazzi giocano bene, Napolitano è tecnicamente superiore a Omar che però è molto grintoso in campo, è il vero leader di questo doppio, e questo gli viene riconosciuto anche da Rianna, che a fine partita farà i complimenti. Cosimo Napolitano, padre di Stefano, inizia a parlare di uno dei temi più discussi anche qui su livetennis: l’utilità del doppio. Dice a Rianna che secondo lui, per quanto sia utile e tutto, in delle settimane così impegnative con questo caldo il figlio dovrebbe evitare di giocarlo se non con ragazzi veramente bravi, tipo “Teo”, ovvero Donati (si potrebbe cogliere una piccola critica a Giacalone, ma non credo l’avesse detto in questo senso). Poi, continuando il discorso sulla coppia Donati/Napolitano, dice che li vede molto bene insieme anche per il futuro, e afferma che nel giro di 2-3 anni potrebbero levarsi anche delle soddisfazioni, e poi ha ovviamente citato il match a roma contro Isner/Querrey che anche Rianna si ricordava.

Parlando un po’ della partita, nel primo set Rola sbagliava spessissimo fino al 5-3, poi Stefano ha servito per il set sul 5-4 e ha tirato fuori delle risposte molto insidiose con gli italiani che sprecavano anche 2 set point ed erano costretti allora a fare tutto da capo. Al TB altra ottima partenza degli italiani che però, da 4-1 con doppio minibreak, si facevano rimontare fino al 5-5, però poi per fortuna sono arrivati 2 non forzati di Marcan e Omar e Stefano son riusciti a chiudere questo primo set. I primi 6 turni di battuta sono andati via lisci nel 2° set, poi c’è stato il break di Marcan/Rola, ma gli italiani sono stati lucidissimi nel game successivo a controbreakkare, nonostante un brutto errore arbitrale sul 30-30, che ha assegnato il punto alla coppia croato/slovena anzichè far ripetere il servizio, visto che la chiamata aveva disturbato Napolitano mentre riceveva. Comunque, Giacalone ha anche tratto energie positive da questa polemica e in quel game ha trainato Napolitano verso il controbreak, chiudendo lui la volè nel punto decisivo, e poi nei 2 game successivi non ha praticamente sbagliato più una palla, fino al punto decisivo sul 5-4 40-40, dove c’è stato un altro errore di Marcan che ha determinato il game, set, match per gli italiani.

Del doppio Cipolla/Gonzalez non ho visto nulla, sono praticamente arrivato al match point, dove c’è stata un po’ di polemica per una palla effettivamente dubbia ma alla fine buona, che ha assegnato il match alla coppia italo/argentina. Ho visto poco anche di Gigounon – Gojowczyk, e solo il primo set, però la qualità mi è sembrata più che discreta, infatti il tedesco, non essendo adatto a questa superficie, andava spesso a rete e ci son stati punti divertenti con passanti ottimi del belga oppure con belle volè di Peter. Dopo un primo set durato moltissimo il tedesco poi ha sciolto, un classico, e allora il belga dall’ottimo rovescio ad una mano stacca il pass per gli ottavi di finale.

Passiamo adesso ad uno dei match clou, quello tra Beck e Gaio dove, grazie alla vicinanza con Rianna e col coach del faentino, ho raccolto più informazioni. Ottimo primo game di Gaio che breakka subito il tedesco, 2 palle corte perfette, due belle soluzioni col dritto e ottima partenza. Nel game successivo però, anche per colpa di 2 doppi falli, Beck ritorna subito in partita, e Gaio inizia ad innervosirsi, probabilmente anche per colpa del compito svolto in maniera tutt’altro che impeccabile da parte dei raccattapalle. Rianna e il coach si preoccupano subito per Federico, mai visto così nervoso, testuali parole di Rianna. Nei game successivi, nonostante il punteggio ancora in equilibrio, fa spesso dei monologhi e si lamenta anche del vento, che fino alle 17.30 non c’era, come ha detto lui, non che avesse torto. Poi sul 3-4 da 30-0 per lui, altro black out, un doppio fallo, e un Beck sempre più sul pezzo fan sì che Fede perda la battuta e, di conseguenza, anche il set. Rianna e il coach di Gaio, di cui mi chiedo ancora il nome, iniziano ad elogiare il tedesco dicendo che non si diventa 33 del mondo per caso, e ci avevano visto proprio bene, dato che nel secondo set Andreas ha giocato a livelli veramente clamorosi. Durante il primo game, dopo un punto vinto grazie ad un fortunoso nastro, Gaio si rimprovera ugualmente, dicendosi “sto giocando come un coglione, *azz*”. Gaio tiene il servizio e Rianna commenta “Fede va un po’ corto col dritto ma lui sta giocando veramente bene”. Intanto iniziano a ronzare attorno a noi alcune api, e l’allenatore di Gaio era piuttosto spaventato, infatti poi dirà che è allergico.

Continua la partita con Gaio in grosso affanno, nel terzo game è costretto a salvare 3 palle break consecutive ma alla fine riesce a portare a casa il gioco, e si incita, applaudito anche da Rianna e dall’allenatore. Proprio il coach, discutendo con Rianna, sostiene che durante questa partita sta avendo più difficoltà che negli scorsi giorni un po’ per il nervosismo e un po’ poichè Beck gioca molto piatto, invece gli avversari della scorsa settimana giocavano tutti di più in top spin, e aveva più tempo per andare sulla palla. La partita sembra svoltare nuovamente a favore di Gaio quando, durante il quarto game del secondo set, Beck si arrabbia con una giudice di linea che avrà avuto massimo 15 anni per un errore comprensibilissimo su una chiamata millimetrica, Rianna ironizza dicendo che se non si lamentavano entrambi oggi non erano contenti. Purtroppo poi Beck gioca un game veramente fantastico sul 3-3, ed applaudito anche dallo sportivo coach di Gaio ottiene il break, con Gaio che parlando da solo dice “Fede sei la persona più discontinua che c’è sulla faccia della terra”. E come dargli torto…comunque, intanto Rianna abbandona il campo per andare a seguire il match di Donati, che intanto aveva perso il primo, e nel game successivo Gaio ha 3 chances consecutive di rientrare in partita, spreca la prima malamente ma nelle altre 2 Beck trova delle soluzioni veramente impressionanti, e Gaio non sa più che fare, prova a dirsi “fermati e prova a giocare, forza, provaci, forza”, ma niente, e dopo l’ennesimo vincente col dritto di Beck dice “Ho capito, io sto facendo schifo, ma perchè questo stragioca contro di me e domani piglia 6-1 6-1 dallo scemo di turno”. Effettivamente Beck su questi livelli non si vedeva da un bel po’, e Gaio ha da rimproverarsi i tanti errori nel primo set, ma nel secondo ha potuto ben poco, troppo forte Andreas. Peccato, perchè dopo i 3 match point annullati e i suoi “Forzaaaa!” ci stavo iniziando a credere, io, lui e quelli nel suo angolo, anche perchè uno di questi 3 lo aveva annullato con una volè in allungo da brividi, applaudito anche da Beck. Poi purtroppo il 4° match point è stato fatale, e dopo pochi secondi si è presentato un signore davanti al coach di Gaio, che poi scoprirò essere suo padre, che ha usato parole dure, durissime, a mio parere esagerate: “O gli cambiate totalmente la testa, perchè oggi si credeva un fenomeno, oppure chiamo la federazione e chiedo di non dargli mai più una wild card, non si merita niente, non mi prende per il **lo così”.

Per me le parole del padre sono francamente esagerate, era nervoso, forse troppo, però van dati anche tanti meriti al teutonico. Detto questo, neanche il tempo di prendere una cosa da bere, e subito di nuovo vicino a Rianna e, questa volta, Gualdi, l’aiutante di Rianna veramente molto emotivo che cercava di scuotere Matteo. Sono arrivato con Donats che aveva perso 6-2 il primo ma era sopra 4-3 nel 2° e vedo subito molti cambiamenti, rispetto a Roma e rispetto a Napoli, nel suo gioco. Innanzitutto si notano le 3 settimane di erba, principalmente per 2 motivi: il primo è la posizione in risposta, sulla seconda cercava sempre di levare il tempo ad Olivo colpendo piatto e cercando molte volte soluzioni vincenti, tentativo lodevole, e secondo me proseguendo su questa strada e migliorando un po’ la % di palle poi mandate in campo potrà davvero diventare uno specialista in questa risposta “d’incontro”.

L’altro cambiamento è nel servizio, a Roma da sinistra assumeva quella posizione da terraiolo doppista, vicina al corridoio, battendo praticamente sempre in kick, mentre oggi ha battuto sempre in posizioni “normali” alternando piatte, slice e kick, anche piuttosto bene. Olivo gioca molto bene fino al 5-6 0-30, quando si apre uno spiraglio per Teo, con Rianna e Gualdi che lo incitavano, ma l’argentino è ancora bravo a opporre resistenza e ad arrivare al tie break. Per fortuna al TB parte malissimo, come dice Gualdi “2 set da campione e un TB da cogl….”ci siamo capiti, però lo dice un po’ presto, sul 6-2, perchè poi Olivo reagisce e si porta sul 6-5 con Donati anche piuttosto nervoso. Per fortuna arriva un errore in risposta molto banale dell’argentino e Teo porta a casa il secondo set, e praticamente in contemporanea io lui e Gualdi gridiamo un bel “forzaaaa” a sottolineare l’importanza del set appena vinto. La partenza nel terzo set è molto buona, breakka subito l’argentino che inizia ad avere qualche problema fisico, ma i meriti di questo break son tutti di Donati, della sua palla corta e della sua meravigliosa risposta d’anticipo col dritto. Purtroppo nel game successivo esagera alla ricerca di questo dropshot e regala di fatto il controbreak ad Olivo, che si incita coi soliti vamos. Partita molto equilibrata fino al 3-3 quando Teo gioca un altro splendido game in risposta, piazzando l’allungo che si rivelerà decisivo, ma prima c’è un ultimo ostacolo da affrontare: 4-3, 30-40, palla del controbreak, momento di dimostrare tanta personalità. E lui la dimostra, vince uno scambio fantastico, Gualdi dice “madonna ho perso 3 anni di vita”, e in pratica dopo quello scambio non c’è stata più partita, Olivo ha praticamente lasciato anche il game successivo e di conseguenza il match, ad un Donati ottimo per 2 set, che si è liberato di un cagnaccio anche particolarmente in forma.

Dopo aver visto un paio di game di Bedenè-Melzer, vado a cena sperando che la partita si allunghi e che mi consenta di mangiare tranquillamente senza perdermi Lucone (cosa che poi non avverrà), e chi mi ritrovo al tavolo di fianco? Rianna, il coach di Gaio e Federico. Neanche a farlo apposta, ho passato praticamente 6 ore di fila con Rianna, che alla fine della cena mi saluterà anche. Durante la cena loro consultano un po’ di risultati di Wimbledon e degli italiani negli ITF, Gaio si sorprende di fronte alla vittoria di Gasquet con Stan, mentre Rianna scherza sul cuor di leone di Della Tommasina, che si fa breakkare da “Gianna” a 0 nel game decisivo, a quanto ho capito. Poi iniziano a parlare delle WC per Modena, sfottendo anche un sms ricevuto da Rianna dove qualcuno, che chiamavano Gian, ma dubito fortemente fosse Quinzi, aveva scritto ad Umberto notizie sulle WC di Modena e dove chiedeva info su un partner di doppio.

Finita la cena, torno al TC Todi sul 5-2 30-15 per Vanni, e da allora vedo un Silva in forma STRABILIANTE, non l’avevo mai visto giocare e trovare un classe 95 con quest’intensità è veramente raro..in pratica gioca in maniera simile a Quinzi, solo che fa tutto molto meglio. Un terraiolo veramente duro, durissimo da battere, Vanni riesce ad aggiudicarsi un primo set al TB dopo che il portoghese aveva anche servito per il set sul 6-5, ma poi man mano deve calare, perchè ogni palla che lui colpiva, l’altro gliela rimandava sempre profonda e sempre angolata, e prima o poi Luca doveva prendersi dei rischi eccessivi, finendo anche per sbagliare. Il game decisivo è stato il settimo del secondo set, Luca ha sciupato 6 palle break che lo avrebbero portato a 2 turni di battuta dal match, e perso quel game il portoghese ha infilato una striscia di 8 giochi a 2, con Luca veramente impotente di fronte a questo giocatore solido, solidissimo da fondo, che però aveva anche una ottima mano sotto rete. Nonostante la sconfitta, gentilissimo come sempre Luca con i bambini che alla fine della partita gli han chiesto polsini, maglietta e quant’altro, dimostrando ancora una volta la sua umiltà.

Per oggi è tutto, giornata intensa, intensissima, sicuramente mi sarò scordato qualcosa ma di cose da raccontare ce n’erano veramente troppe, spero apprezzerete :)


TAG: ,

26 commenti. Lasciane uno!

Koko (Guest) 09-07-2015 23:26

In realtà è facile che un Andreas Beck in palla sia comunque più forte di qualsiasi Gaio presente e futuro. Beck vi ricordo che fu scelto come giocatore che piacerebbe allenare dallo stesso Pistolesi mica pizza e fichi! Gaio è uno tecnico ma poco esperto a certi livelli e una specchiata narcisistica di troppo gli può essere fatale contro uno ex forte che riprende a giocare bene. Si chiami esso Beck o Montanes.

26
cataflic (Guest) 09-07-2015 18:18

Bravissimo, uno dei migliori report dai campi letti finora.

25
Zabaleta (Guest) 09-07-2015 15:46

Lo vedo alquanto poco elegante che si riportino frasi origliate da persone che sono lì per lavorare!! Addirittura si parla di sms ricevuti questo non è raccontare una giornata di tennis ma è raccontare ciò che tecnici genitori e giocatori dicono tra loro !!
Un diario molto ma molto particolare che non condivido minimamente

24
Marco (Guest) 09-07-2015 15:17

Scritto da Orso
Il padre di Gaio invece di lamentarsi tanto ritiri suo figlio dalla federazione e lo faccia allenare con i suoi soldi; e facile lamentarsi quando poi tuo figlio ha una WC ogni challenger e le spalle coperte.

quanto è brutta l’invidia… :roll:

23
Orso (Guest) 09-07-2015 14:10

Il padre di Gaio invece di lamentarsi tanto ritiri suo figlio dalla federazione e lo faccia allenare con i suoi soldi; e facile lamentarsi quando poi tuo figlio ha una WC ogni challenger e le spalle coperte.

22
pibla (Guest) 09-07-2015 13:54

Scritto da Lucabigon
Mi chiedo però se sia proprio il caso di riportare tutto ciò che si “origlia” al ristorante ad esempio…cioè mettiamo che Rianna avesse usato frasi ironiche pesanti nei confronti di Della Tommasina o di chiunque altro, sarebbe stato il caso di riportarle?

Io suggerirei di riportare la notizia appresa, che è sempre di indubbio interesse, senza specificare troppo chi lo diceva a chi, un pò come il giornalista che non rivela le sue fonti o qualcosa del genere, la formula andrebbe quindi un minimo studiata.

In ogni caso ottimo report.

21
AndryREAX 09-07-2015 13:36

Scritto da Buon Rob
Tantissimi complimenti a AndryReax, i suoi report sono sempre molto interessanti da leggere, fanno vedere il tennis dalla prospettiva più “vera”.

Scritto da Almeno UNO
Bravo!
Apprezzo tantissimo chi come te per passione ci aggiorna sul tennis “minore” che guardiamo in streaming quando possibile ma che il più delle volte possiamo solo sentirci raccontare.

Grazie mille ragazi.

20
Buon Rob (Guest) 09-07-2015 13:20

Tantissimi complimenti a AndryReax, i suoi report sono sempre molto interessanti da leggere, fanno vedere il tennis dalla prospettiva più “vera”. :wink:

19
Lucabigon 09-07-2015 13:09

Scritto da santuzzo
il padre di napolitano che parla del doppio piu che del singolo,che abbia perso delle velleità e che si rifugi nel doppio? tanto l’una è acerba….

Sì, io direi che a 20 anni anzi potrebbe già abbandonare il singolo… :roll:

18
AndryREAX 09-07-2015 13:07

@ santuzzo (#1392606)

Stava giocando in doppio Stefano..e da lì è partito il discorso.

17
santuzzo (Guest) 09-07-2015 12:37

il padre di napolitano che parla del doppio piu che del singolo,che abbia perso delle velleità e che si rifugi nel doppio? tanto l’una è acerba…. :cool:

16
AndryREAX 09-07-2015 12:36

Scritto da paoloz
tutte le volte che ho visto giocare dal vivo Gaio si è sempre dimostrato una persona umile educata e gentile, ieri deve aver avuto proprio una giornata nerissima O.O

Sì confermo, lo avevo elogiato tantissimo nei report al foro e la mia opinione non cambia di una virgola, le giornate nere esistono per tutti.

Per gli altri, sì saró a Todi, ho appena finito di far colazione a Piazza Garibaldi e con calma mi incammino verso l’hotel, dal quale prenderó la navetta per il TC Todi.

E ringrazio tutti dei complimenti.

15
Almeno UNO 09-07-2015 12:29

Bravo!
Apprezzo tantissimo chi come te per passione ci aggiorna sul tennis “minore” che guardiamo in streaming quando possibile ma che il più delle volte possiamo solo sentirci raccontare.

14
drummer 09-07-2015 12:22

grazie per il report, completissimo, non ti sfugge nulla!

13
paoloz (Guest) 09-07-2015 12:16

tutte le volte che ho visto giocare dal vivo Gaio si è sempre dimostrato una persona umile educata e gentile, ieri deve aver avuto proprio una giornata nerissima O.O

12
Luca96 09-07-2015 12:09

Bel resoconto Andry, veramente molto interessante :wink: sarai anche oggi a Todi?

11
Aper (Guest) 09-07-2015 12:04

Da questo commento tipo gossip emerge un solo dato fondamentale: i genitori possono essere assai perniciosi per i figli e quindi sarebbe utile evitare quanto più possibile le interferenze.

10
king_scipion66 09-07-2015 11:48

Scritto da RF87
Gaio che se la prende coi raccattapalle,col vento,sfotte l’avversario che fa il fenomeno solo con lui
Qualcuno direbbe che “è antipatico e non ha qualità umane”
Ma è soltanto una giornata storta di tennis.Forza Fede magari la sconfitta di ieri fa solo bene e l’approccio alle prossime sarà migliore.
Grazie del report Andry,oltre alla buona cronaca a me piacciono i particolari e tra i racconti di Napoli,Roma e oggi con te questi non mancano mai!

ma anche i particolari della buona cucina non sono da disdegnare…anzi posta qualche bella foto con dei bei piatti locali ogni tanto :lol:

9
AndryREAX 09-07-2015 11:44

@ Lucabigon (#1392569)

Guarda, tutto ció che dice Rianna lo dice con un tono affettuoso verso i giocatori, come fossero suoi figli. Dunque non ci trovo sinceramente niente di male, poi é stata una scelta della redazione pubblicare questo report integramente, dato che io lo avevo solo messo come commento.

8
Lucabigon 09-07-2015 11:37

Mi chiedo però se sia proprio il caso di riportare tutto ciò che si “origlia” al ristorante ad esempio…cioè mettiamo che Rianna avesse usato frasi ironiche pesanti nei confronti di Della Tommasina o di chiunque altro, sarebbe stato il caso di riportarle?

7
AndryREAX 09-07-2015 11:23

Sul nervosismo di Gaio mi sono espresso male, quella dei raccattapalle é una mia possibile motivazione, dato che han commesso errori grossolani, ma lui è stato gentile con loro.

6
AndryREAX 09-07-2015 11:09

@ Mirko91 (#1392545)

No è un ITF..io infatti pensavo a Di Nicola o boh..

Ringrazio tutti per i complinenti, e sottolineo nuovamente che per me quella di Gaio era solo una giornata storta e il padre ha esagerato.

5
Mirko91 09-07-2015 11:00

grande resoconto come sempre :) complimenti!!

challenger di Modena???? comunque probabilmente si riferivano a Naso o Mager… non mi vengono in mente altri possibili Gian

4
Anni80 09-07-2015 10:28

Grazie AndryReax…
notizie veramente importanti su Gaio che ci fanno capire i legami tra il clan Gaio e la FIT, avvalorando le nostre critiche sulle troppe WC ricevute da Federico. Cmq il ragazzo ci mette il cuore ed ha potenzialità speriamo che riesca a trovare la chiave per mettere a posto la sua testa, vorrei tanto vedere un suo exploit sul cemento di New York!!!

3
diego (Guest) 09-07-2015 10:26

Se Gaio l’unico torneo decente l’ha fatto partendo dalle quali(una delle poche volte che non ha preso Wild card),il padre proprio tutti i torti non li ha….

2
RF87 09-07-2015 10:15

Gaio che se la prende coi raccattapalle,col vento,sfotte l’avversario che fa il fenomeno solo con lui :???:
Qualcuno direbbe che “è antipatico e non ha qualità umane” :mrgreen:
Ma è soltanto una giornata storta di tennis.Forza Fede magari la sconfitta di ieri fa solo bene e l’approccio alle prossime sarà migliore.

Grazie del report Andry,oltre alla buona cronaca a me piacciono i particolari e tra i racconti di Napoli,Roma e oggi con te questi non mancano mai! ;)

1

Lascia un commento