Roland Garros 2015 Copertina, WTA

Ana Ivanovic: è (ri)nata una stella

04/06/2015 08:15 34 commenti
Ana Ivanovic classe 1987, n.7 del mondo
Ana Ivanovic classe 1987, n.7 del mondo

Ana Ivanovic è una delle tenniste più invidiate al mondo: sportiva di successo, per un breve tempo in cima al ranking mondiale, vincitrice Slam, un’avvenenza fisica che l’ha spesso accostata al mondo delle top model, una storia d’amore con uno sportivo altrettanto noto (il calciatore tedesco campione del mondo Schweinsteiger), un conto in banca che di anno in anno lievita soprattutto grazie ai ricchi contratti pubblicitari. Eppure da un paio di anni a questa parte, per intenderci quelli successivi al suo arrivo fra le migliori, i commenti su di lei contenevano spesso la parola incompiuta, una tennista troppo bella per essere anche la migliore, fra crisi di risultati e personale.

Effettivamente Ana, classe ’87, ha guardato tutte dall’alto verso il basso della sua prima posizione mondiale veramente per poco tempo (un totale di 12 settimane e neppure consecutive nell’estate del 2008), candidandosi però a mio avviso come una delle più forti antagoniste allo strapotere di Serena Williams: vincitrice dello Slam parigino nel 2008 (finalista anche a Melbourne affrontando e perdendo da Maria Sharapova) contro la numero 1 senza corona (Slam) Dinara Safina e finalista l’anno prima contro la belga Justine Henin, la giocatrice serba ha vissuto un comprensibile periodo di calo negli anni successivi alla vittoria parigina. Soprattutto il 2009 e il 2010 della Ivanovic, non sono stati effettivamente dei migliori, nati sotto cattivi auspici e che l’hanno condotta addirittura ad allontanarsi per un po’ di tempo dal mondo del tennis per ritrovare preziose energie mentali e fisiche. Sono anni difficili quelli che seguono, fra digiuni prolungati da vittorie nei vari tornei del globo e risultati Slam che non sono certamente all’altezza della sua fama. La classifica ne risente di conseguenza ed è curioso come la sua parabola discendente sia accostata a quella di un’altra numero 1 del ranking, anch’ella serba, Jelena Jankovic, a differenza della forte Ana però senza alcun alloro Slam.

Ana, che aveva raggiunto anche una semi finale sull’erba di Wimbledon nel 2007, si ritrova in quegli anni a godere di poca gloria: Linz e il Masterino di Bali nel 2010 (replicato l’anno seguente) e poi, decisamente poca roba per una con il suo gioco potente e ambizioso. A una che i colpi non mancano, non può certo andar bene un’astinenza da risultati che contano lunga più di due anni e il solo exploit Slam di New York nel 2012 con i quarti di finale conquistati.
La Ivanovic rinasce definitivamente così a inizio del 2014, quando trionfa nel torneo di Auckland e si spinge fino ai quarti di finale degli Australian Open, cedendo all’astro nascente canadese Eugenie Bouchard. Si rifà a Monterrey e sembra prenderci gusto, per una che ha atteso un nuovo trionfo per così tanto tempo. Arriva la terra, quella superficie che l’ha fatta conoscere al grande pubblico: Ana sembra ritrovare d’incanto gli automatismi di un tempo, giocando bene a Stoccarda (finale per lei), Madrid, Roma e al Roland Garros, dove al terzo turno trova però la strada sbarrata dalla ceca Lucie Safarova. Il 2014 la vede portare a casa altri due titoli, per un totale di 4, suo record in un solo anno (Birmingham sull’erba e Tokyo sul cemento, suo quindicesimo e finora ultimo alloro personale). Curioso il modo in cui Parigi le offra ora una nuova opportunità di rinascita.

Rinascita perché in questa prima parte del 2015 la Ivanovic non ha ben figurato, non dando seguito all’ottimo 2014: poche gioie e troppi tornei prematuramente abbandonati ma adesso ancora una volta la ceca Safarova sul suo cammino. La serba accreditata della testa di serie numero 7, ha messo in riga la Shvedova, la Doi con mille grattacapi, la Vekic, la Makarova agli ottavi e la Svitolina nei quarti, queste ultime due regalando un’ottima impressione. Tabellone non impossibile, ma brava lei a sfruttare l’occasione propizia, dote tipica delle più forti. E se contro la Safarova riuscirà a sfatare il tabù ceco con i precedenti a favore proprio di Lucie, chissà che con la Williams magari la Ivanovic non possa finalmente chiudere un cerchio ideale e finalmente completo. Un cerchio per tornare, per rinascere. Un’altra volta.


Alessandro Orecchio


TAG: , , , ,

34 commenti. Lasciane uno!

MAX (Guest) 09-06-2015 18:46

se è per quella ha vinto anche un roland garros. ana è una fuoriclasse. ana ajde.

34
Fab (Guest) 09-06-2015 14:22

@ isiraider (#1362540)

e allora senti questa:

io sono alto 190 cm e di natura avevo un fisico longilineo, infatti a venti anni pesavo ancora 73 kg, poi ho fatto potenziamento muscolare come si deve spaccandomi letteralmente il c.. e acquistai 10 kg di massa muscolare netta ( 83 kg ) e a tennis poi tiravo le fucilate sia con la prima ( quando entrava!! ) che con il dritto ( entrava molto di più! Con il rovescio a una mano meno del dritto ma quando entrava l’incrociato facevo male davvero!! ), cosa che non facevo prima quando ero secco e lungo!!

La Ivanovic poteva potenziarsi il fisico come ha fatto Djokovic nel maschile nel senso che non doveva imitare la Williams o la Stosur ma come Djokovic partendo da una situazione di magrezza doveva mettere solo un pò di muscoli in più nei punti strategici del corpo e allo stesso tempo lavorare costantemente sulla flessibilità!!

E questo lo poteva fare benissimo col nuoto e con carichi di pesi di medio livello e per la flessibilità: yoga, pilates, ecc..!!

Ma Djokovic per fare questo si è allenato e si allena come un pazzo ( più ovviamente ha usato qualche altro trucchetto..! ), la Ivanovic invece per sua stessa ammissione diceva che gli allenamenti off court la annoiano molto, ovviamente non è la sola che la pensa così, e quindi poi i risultati sono ad esempio che perde la semifinale al Roland Garros con la Safarova perchè ( sue parole) le gambe non le sentiva più!!

My 2 cents!

Ciao! Fab

33
isiraider (Guest) 05-06-2015 12:24

@ Fab (#1362215)

Ciao Fab, si parla di Ana Ivanovic ma questi discorsi si potrebbero fare per mille atleti e atlete in tutti gli sport. Per quanto riguarda Ana, c’è da osservare che con la muscolatura a fibre lunghe e fini che si ritrova (basta osservarle i polpacci, per esempio)sarebbe stato oltremodo difficile “costruirgli” addosso un super fisico. Come si sta facendo per la Halep, una che in due anni ha quasi raddoppiato il suo perimetro fisico, o come si è fatto in passato per la Sharapova o per la Safarova o per la stessa Serena (per non tacere di Nadal). Costituzioni fisiche che hanno di natura muscoli, ossa, carne e sulle quali è facile fare building. Concludo dicendo che nelle femminilità di Ana convivono con evidenza fragilità e forza (uno dei tanti segreti e delle tante seduzioni della femminilità). Ciao, mi ha fatto piacere scambiare due parole con te e trovarci d’accordo su molti aspetti. Uno su tutti: John McEnroe, the biggest one talent!

32
MAX (Guest) 04-06-2015 20:00

QUANTI LUOGHI COMUNI SULLA IVANOVIC. AJDE ANA.

31
Fab (Guest) 04-06-2015 19:23

@ isiraider (#1362173)

D’accordo con te se parli di grazia in campo perchè non grida durante gli scambi e anche per altre ragioni!!

Comunque sul discorso che dicevi che ha un pò sprecato la sua carriera tennistica, in un precedente post in risposta a “Federer” ho scritto:

“hai ragione soprattutto per quanto riguarda il servizio, una che è alta 183 cm avrebbe avuto tutte le carte per farne un punto di forza!!

Poi a livello fisico non si è voluta mai potenziare perchè spaventata a morte di mettere muscoli nelle cosce, spalle e braccia ( dichiarazioni di un coach ATP nel numero “Sporweek” di agosto 2014, ovviamenmte non è la sola che ragiona così!! ), insomma ha preferito farsi un fisico da modella per le copertine piuttosto che un fisico da atleta!!

E infatti i risultati tennistici dopo l’exploit giovanile si vedono: zero tituli a livello di master 1000 e slam!!

Ma tante copertine nei magazine alla moda e recentemente un nuovo fidanzato giovane e straricco!!

Così a naso, mi è sembrata sempre una ragazza egocentrica che vuole stare al centro dell’attenzione, ovviamente come tante altre belle ragazze che puntano molto sull’aspetto fisico per scopi di vario tipo!!”

Mettici anche che ha voluto cambiare dieci tennis coach ( in media uno per ogni anno nel tour!! ) e allora insomma uno più uno fa due!!

Insomma, una come lei il tennis agonostico l’ha voluto vivere non da atleta al 100% e quindi a quei livelli o dai il 100% oppure i risultati sportivi in campo poi sono non soddisfacenti rispetto al potenziale a meno che ti chiami John McEnroe con un talento naturale divino, ma non è mai stato il caso dell’Ivanovic!!

Ciao! Fab

30
isiraider (Guest) 04-06-2015 18:52

@ Fab (#1362095)

Quando l’anno scorso ci fu la presentazione del Master a Singapore lei fu sfolgorante al punto da annichilire tutte le altre. La grazia cui faccio riferimento è la femminilità che esprime in ogni suo gesto sul campo (anche quando si arrabbia o esulta, spesso scomponendosi, ma si è sotto l’effetto adrenalinico della gara). Ripeto, non la considero certamente la migliore e secondo me ha un po sprecato una carriera. Non si è mai voluta migliorare, fidandosi troppo del suo talento, ed è stata gestita malissimo negli anni post RG 2008. Lei ci avrà messo del suo sicuramente ma non ha tutte le colpe. Non dimentichiamo che è una Scorpione di segno zodiacale e dello scorpione ha la “bellezza del diavolo” e il carattere introverso e tormentato. Ciao!

29
Ktulu 04-06-2015 18:22

Bella gufata.

28
Roger Rose (Guest) 04-06-2015 18:06

Dopo questo articolo ha perso subito!

27
MAX (Guest) 04-06-2015 18:01

LA SAFAROVA NON VALE NEMMENO LA METà DELLA IVANOVIC. BASTA VEDERE LA PARTITA DI TOKIO.

26
Fab (Guest) 04-06-2015 18:00

@ isiraider (#1362061)

sulla bellezza sono d’accordo anche perchè per dirla tutta fra le Top 30 WTA non è che ci sia mai stata tutta sta gran concorrenza, tutt’altro, quindi vince facile!!

Sulla grazia, l’ho vista l’anno scorso che al Roland Garros quando perse dalla Safarova prese a male parole davanti a tutti il suo coach di allora, insomma è risaputo che è capricciosa col suo team!! Infatti ha cambiato circa dieci tennis coach!!

Sul discorso eleganza, elegante lo è quando la vestono noti stilisti e si fa fotografare nelle copertine dei magazine ma quando si veste di suo delle volte si è presentata ai players party con dei completi orribili!!

Per non parlare poi di un paio di anelli orribili che avvolte indossa off courts!! Vistosi e pacchiani al massimo!!

Ciao! Fab

25
Fab (Guest) 04-06-2015 17:48

@ Fede-rer (#1362045)

hai ragione soprattutto per quanto riguarda il servizio, una che è alta 183 cm avrebbe avuto tutte le carte per farne un punto di forza!!

Poi a livello fisico non si è voluta mai potenziare perchè spaventata a morte di mettere muscoli nelle cosce, spalle e braccia ( dichiarazioni di un coach ATP nel numero “Sporweek” di agosto 2014, ovviamenmte non è la sola che ragiona così!! ), insomma ha preferito farsi un fisico da modella per le copertine piuttosto che un fisico da atleta!!

E infatti i risultati tennistici dopo l’exploit giovanile si vedono: zero tituli a livello di master 1000 e slam!!

Ma tante copertine nei magazine alla moda e recentemente un nuovo fidanzato giovane e straricco!!

Così a naso, mi è sembrata sempre una ragazza egocentrica che vuole stare al centro dell’attenzione, ovviamente come tante altre belle ragazze che puntano molto sull’aspetto fisico per scopi di vario tipo!!

My 2 cents!

Ciao! Fab

PS comunque quasi centrato il mio pronostico sulla sua sconfitta contro la Safarova!! Dicevo che avrebbe fatto un set ma nemmeno quello!!

24
OriginalGiulio (Guest) 04-06-2015 17:45

Scritto da Fede-rer

Scritto da MAX
DEFINIRE ANA UNA DELLE TANTE VUOL CAPIRE POCO DI TENNIS, GIOCA UN TENNIS DIVINO , MOLTO FRAGILE AL LIVELLO MENTALE UNICO TALLONE D’ACHILLE. AJDE.

Non gridare, please…
Unico tallone d’achille non direi… Di certo non è una tra tante, ma ha anche degli evidenti limiti tecnici… Ha un servizio poco affidabile, discontinuo e con troppi doppi falli. Ha un gioco troppo poco vario, troppo piatto e con poche variazioni. Ciò detto, non si arriva a vincere uno slam ed al n° 1 al mondo essendo solo una delle tante… Di certo, purtroppo per lei, non è cresciuta molto negli anni, si è migliorata poco, sia tecnicamente che mentalmente. Altre sono state più brave di lei..

L’unico vero limite del suo gioco è il lancio di palla spesso sbagliato. Se non lanci con precisione la consistenza del tuo servizio cala drasticamente e purtroppo nonostante i tentativi non è riuscita a porre rimedio a questa grave mancanza.
Per tutto il resto è un tennis di rango.
P.s. Da quando giocare piatto(per modo di dire perché la sua palla gira eccome) è un limite tecnico?
Ha un tipo di gioco aggressivo e d’anticipo con una lunga tradizione alle spalle,il tennis non è mica solo topponi e difesa eh!

23
isiraider (Guest) 04-06-2015 17:35

Non è certamente la migliore sul campo ma è, indiscutibilmente, per bellezza, grazia, eleganza, la Grace Kelly del tennis la Audrey Hepburn della racchetta. Ho scritto su Supertennis che se il grande Hitch fosse anocora vivo, si innamorerebbe pazzamnete di lei e la vorrebbe, anche bruna, in un suo film ambientato sulla Costa Azzurra. Detto per inciso, la Safarova ha vinto in due set ed è in finale! Quando si parla di incompiuta per Ana si dice una sacrosanta verità! Purtroppo.

22
livio (Guest) 04-06-2015 17:31

Volevo scriverlo stamattina, ma non ho fatto in tempo, ci avrei azzeccato in pieno :lol:
Articolo prematuro, non ha vinto ancora niente ed è il primo torneo che fa bene quest’anno.
Propongo l’articolo: Lucie, è nata una stella! :mrgreen:

PS: non sono tifoso della Safarova, ma sta facendo decisamente meglio della Ivanovic, come tante altre del resto, basta guardare la Race….

21
MAX (Guest) 04-06-2015 17:29

NON SONO D’ACCORDO PER NIENTE, HA FATTO UN GRANDISSIMO TORNEO.

20
Fede-rer 04-06-2015 17:27

Scritto da MAX
DEFINIRE ANA UNA DELLE TANTE VUOL CAPIRE POCO DI TENNIS, GIOCA UN TENNIS DIVINO , MOLTO FRAGILE AL LIVELLO MENTALE UNICO TALLONE D’ACHILLE. AJDE.

Non gridare, please…

Unico tallone d’achille non direi… Di certo non è una tra tante, ma ha anche degli evidenti limiti tecnici… Ha un servizio poco affidabile, discontinuo e con troppi doppi falli. Ha un gioco troppo poco vario, troppo piatto e con poche variazioni. Ciò detto, non si arriva a vincere uno slam ed al n° 1 al mondo essendo solo una delle tante… Di certo, purtroppo per lei, non è cresciuta molto negli anni, si è migliorata poco, sia tecnicamente che mentalmente. Altre sono state più brave di lei..

19
MAX (Guest) 04-06-2015 17:08

DEFINIRE ANA UNA DELLE TANTE VUOL CAPIRE POCO DI TENNIS, GIOCA UN TENNIS DIVINO , MOLTO FRAGILE AL LIVELLO MENTALE UNICO TALLONE D’ACHILLE. AJDE.

18
gruff27 (Guest) 04-06-2015 15:48

La Ivanovic ha tanti tifosi solo perché bella ..a livello di tennis e’ una delle tante …non mi diverte assolutamente il suo tennis e qui e’ stata solo fortunata a sfruttare il tabellone

17
OriginalGiulio (Guest) 04-06-2015 13:59

Un gran bel tennis aggressivo e che non difetta neppure di tocco e una bellezza stratosferica(un valore aggiunto e non un demerito!!) che lascia senza fiato. Grande Ivanovic!

16
Luis (Guest) 04-06-2015 13:07

@ MAX (#1361567)

Lo spero anch’io

15
Scrotal (Guest) 04-06-2015 12:36

quando esplose e divenne numero uno confesso che non la sopportavo, ora la sto rivalutando, ha un bel gioco e sa fare più o meno tutto… il dominio della woz, quello si che era un periodo nerissimo per il tennis

14
Fab (Guest) 04-06-2015 12:19

La Safarova vincerà al terzo set e la Ivanovic abbondonerà definitivamente i suoi sogni di gloria di vincere un secondo slam perchè tanto ormai i soldoni se li è fatti, è troppo presa dal suo nuovo boyfriend che fra le altre cose di sghei ne ha fatti con il calcio molti di più di lei (His Net Worth: $50milions!! ), per cui subito dopo le olimpiadi di Rio 2016 si ritirerà definitivamente per mettere su famiglia !!

Certo è che se non fosse stata una bella ragazza, si sarebbe concentrata molto di più sul tennis e avrebbe vinto di più!!

Va bè, si sa che la bellezza per le donne è spesso e volentieri un’arma a doppio taglio tranne per qualche rara eccezione!!

Saluti.

Fab

13
MAX (Guest) 04-06-2015 12:18

COME SI FA PARAGONARE LA ERRANI AD ANA IVANOVIC. BASTA CONTARE I VINCENTI.

12
Credo in S. Ramazzotti (Guest) 04-06-2015 11:56

Scritto da Pelandrone
Non ho capito il (ri) tra parentesi, come se ci fosse il dubbio che in passato sia stata una stella.
Con tutto il bene che voglio a Francesca,Sara e Flavia stelle presenti o passate, lei allora e’ una superstella

(Ri)nata vuol dire che è tornata a brillare come faceva in passato ma non faceva da tempo.. non hai capito il titolo

11
pastaldente 04-06-2015 11:47

Io ci andrei piano a parlare di rinascita. Sicuramente nel 2014-2015 è migliorata rispetto ai terribili anni precedenti, ma questa semifinale a me sembra piuttosto casuale, basta vedere le avversarie che ha incontrato (buone, ma certamente non al massimo della forma, e non terraiole), anche la svitolina non ha giocato affatto bene ai QF. Detto questo a me piace tantissimo Ana Ivanovic e sono contento di questa semifinale (o eventuale finale), ma con un pò di razionalità faccio fatica a dire “è rinata” “è tornata” e come simili… almeno aspettiamo fino alla fine dell’anno.

10
pinkfloyd 04-06-2015 11:39

Questo Slam è stato abbastanza “particolare”, come abbiamo visto, e la Williams è rimasta l’unica superstite tra quelle che potevano puntare al titolo (Halep, Sharapova o anche Suarez, per quello che stava facendo).

Ana, quest’anno, non è che stesse facendo molto, ma qui sta dimostrando comunque che, se è in un momento di grazia e fiducia, può fare anche molta strada.
Poi, in generale, ha avuto una carriera sempre di alti (qualcuno) e bassi, basti pensare che solo da poco è rientrata in top 10, dopo anni e anni.

Questa partita ci dirà la verità, così come ci dirà se Lucie Safarova è arrivata davvero al massimo della maturità e saprà fronteggiare (anche qui) i problemi mentali e di “concentrazione” che ha spesso palesato, nonostante il suo tennis sia stato sempre di buono/ottimo livello.

9
Sarathebest (Guest) 04-06-2015 11:33

No scusate ma che tabellone ha avuto la Ivanovic,stava perdendo anche con la Doi,ha saputo approfittare dell’eliminazione di tutte le altre.Fosse toccata a lei Serenona,ora avremmo un_’italiana in semifinale

8
bao.bab (Guest) 04-06-2015 11:14

Il punto e’ che il “personaggio” Ivanovic va ben oltre l’atleta. A differenza di altre tenniste lei deve curare molto l’aspetto relativo alle “pubbliche relazioni” il che sottrae, ovviamente, tempo ed energie da dedicare all’attivita’ agonistica.
Se facesse la tennista al 100% probabilmente sarebbe stabilmente dietro le prime 2

7
Michele (Guest) 04-06-2015 11:02

Un paio d’anni di calo?
A dire il vero sono stati 5: dal 2009 al 2013 in cui ha combinato veramente poco (un solo quarto di finale Slam)
L’anno scorso ha giocato benissimo ma ha raccolto poco negli Slam, se non una prestigiosa vittoria su Serena
Quest’anno stava tornado ai livelli di due anni fa (era 27esima nella race e prima della Makarova in questo torneo non aveva battuto nessuna top 10) e poi arriva questo risultato eccellente, ma tabellone propizio appunto. Io penso che la Safarova sia più in forma e merti di giocarsi una finale Slam in carriera

6
bad_player (Guest) 04-06-2015 10:23

Ana è il tipico esempio di come la tenuta mentale abbia condizionato in maniera incredibilemnte negativa i risultati di un atleta.
Un vero peccato.
Non credo che si tratti di una rinascita. Sta sfruttando le debacle della sua parte di tabellone.

5
MAX (Guest) 04-06-2015 10:11

ana numero 1. finale ivanovic- williams. ajde.

4
Pelandrone (Guest) 04-06-2015 09:57

Non ho capito il (ri) tra parentesi, come se ci fosse il dubbio che in passato sia stata una stella.
Con tutto il bene che voglio a Francesca,Sara e Flavia stelle presenti o passate, lei allora e’ una superstella

3
leopoldoeugenio (Guest) 04-06-2015 09:48

Ad Ana, a mio modesto avviso,manca un coach che Le possa indicare la tattica da seguire,perchè Lei o varia molto o si incaponisce a prescindere dall’andamento dell’incontro!I fondamentali li ha tutti e ottimi conditi da “palle” pesanti q.b.

2
labicano (Guest) 04-06-2015 09:10

Troppe pause per essere davvero grande!

1

Lascia un commento