Angelo Bihaghi parla del momento positivo del tennis italiano e poi parla di Fognini: “Basterebbe avesse anche la meta’ della testa della sua fidanzata (Flavia Pennetta) per entrare nei primi dieci del ranking mondiale”

24/02/2015 08:00 61 commenti
Angelo Binaghi è il Presidente della FIT
Angelo Binaghi è il Presidente della FIT

Il presidente della Federtennis Angelo Binaghi nel corso della puntata numero 400 de “La politica nel pallone”, storica trasmissione radiofonica di Gr Parlamento curata e condotta da Emilio Mancuso ha parlato del momento del tennis italiano.

Federer, Nadal e Raonic sono stati battuti da Seppi, Fognini e Bolelli. Partiamo dunque con ottimi presupposti per la trasferta di Coppa Davis in Kazakistan.
Per Fognini era ancora piu’ importante, la finale di Rio e’ stato il primo, ottimo risultato dopo un lungo periodo caratterizzato dai tanti battibecchi con arbitri e pubblico. Nessuno pensava si fosse dimenticato come si gioca a tennis, pero’ ci aspettavamo un suo ritorno ai massimi livelli.
Basterebbe avesse anche la meta’ della testa della sua fidanzata (Flavia Pennetta, ndr) per entrare nei primi dieci del ranking mondiale. Credo che ci riuscira’, il talento c’e’ e la testa, con l’andare dell’eta’, si sistema.

“Continueremo ad arrabbiarci, spero un po’ meno, perche’ Fabio continuera’ ad avere una testa ‘calda’: diminuira’ la frequenza di questi episodi che, mentre nello scorso anno erano preponderanti, diventeranno piu’ marginali”,


TAG: , , , , ,

61 commenti. Lasciane uno!

andrea (Guest) 24-02-2015 23:42

Scritto da luca

Scritto da andrea
L’allargamento della base si sta già verificando, da anni, proprio grazie a Supertennis. Il fatto che il prezzo dei campi sia aumentato ne è la prova migliore, perché è aumentata la domanda: c’è molta più gente di prima che vuole giocare a tennis, mentre il numero di campi è rimasto lo stesso, dal momento che con la crisi economica di questi anni nessuno pensa di investire nello sport.
Ma presto, se la domanda continuerà a crescere, si troverà qualcuno che avrà il coraggio di investire, costruendo nuovi campi e nuovi circoli, e i prezzi scenderanno di nuovo, aprendo la strada a un ancora maggiore numero di appassionati.
E ci troveremo con più praticanti, più agonisti, più circoli, e strutture più moderne.
Proprio grazie a supertennis.

falso!!!
gioca a tennis chi se lo può permettere, la federazione dovrebbe offrire e creare o sovvenzionare privati per far giocare più tennis, creare una base di giovani forti e promettenti e accompagnarli al professionismo (modello francia).
La federazione è pubblica, vive del contributo dei tesserati e del coni, sperpera i soldi tramite una tv fatta di commentatori improponibili, lecchini del potere, che difendono ed elogiano in modo ingiustificato la situazione del tennis italiano (che ripeto in ambito maschile è pessima senza un giocatore in semi slam da 40 anni), lodano se stessi, si autoconvincono di essere bravi senza alcuna critica.
Non pensate poi che basterebbe creare dei buoni giocatori per farsi pubblicità da soli creare movimento (come in francia e spagna che sono pieni di tornei atp).
Supertennis poi non la guarda nessuno tranne noi super appassionati e mente sul livello del tennis italiano usando per di più soldi pubblici.
Vergognoso

Ho idea che tu in un circolo francese non ci sei mai stato. Se entri in un circolo francese per prenotare un campo, la prima cosa che ti fanno è la tessera federale, perché senza non puoi giocare.
La Federazione aiuta i circoli in tanti modi, dà contributi per organizzare i tornei, per le migliori scuole tennis, per i campionati a squadre. Ovvero, aiuta l’attività. Poi, mica è un ente assistenziale, è una federazione sportiva e deve fare promozione e risultati sportivi, mica beneficienza. E comunque mandare un ragazzino alla Sat è una spesa alla portata di gran parte delle famiglie, almeno dalle mie parti.

61
luca (Guest) 24-02-2015 19:38

Scritto da Il Ghiro

Scritto da andrea
L’allargamento della base si sta già verificando, da anni, proprio grazie a Supertennis. Il fatto che il prezzo dei campi sia aumentato ne è la prova migliore, perché è aumentata la domanda: c’è molta più gente di prima che vuole giocare a tennis, mentre il numero di campi è rimasto lo stesso, dal momento che con la crisi economica di questi anni nessuno pensa di investire nello sport.
Ma presto, se la domanda continuerà a crescere, si troverà qualcuno che avrà il coraggio di investire, costruendo nuovi campi e nuovi circoli, e i prezzi scenderanno di nuovo, aprendo la strada a un ancora maggiore numero di appassionati.
E ci troveremo con più praticanti, più agonisti, più circoli, e strutture più moderne.
Proprio grazie a supertennis.

La televisione da sola non basta, mentre è vero che uno sport senza visibilità perde utenti ed interesse, non è vero che basti solo trasmetterlo per generare passione.
Se ci fosse superscherma, o superhockey, tu la guarderesti senza avere interesse n’è pratica per quelli sport?
Guarda la vela, quanti capiscono qualcosa di quello sport?
Diciamo il 10% della popolazione?
Eppure quando c’era lluna rossa tutti guardavano le regate, perché si era creato l’evento.
Poi un ragioniere di Besana Brianza o un pizzicagnolo di Matera andavano al bar e criticavano i migliori velisti del mondo dandogli degli incapaci, ma questo e’ un altro discorso.
80 anni fa in Italia il tennis era di chi se lo poteva permettere, ed oggi è’ ancora così, su questo la federazione non ha mai fatto nulla.
Anzi, per essere più corretti, sembra che non sia mai interessato nulla.
Supertennis e’ una buona iniziativa, ma non allarga la base.

concordo pienamente

60
Il Ghiro (Guest) 24-02-2015 19:26

Scritto da andrea
L’allargamento della base si sta già verificando, da anni, proprio grazie a Supertennis. Il fatto che il prezzo dei campi sia aumentato ne è la prova migliore, perché è aumentata la domanda: c’è molta più gente di prima che vuole giocare a tennis, mentre il numero di campi è rimasto lo stesso, dal momento che con la crisi economica di questi anni nessuno pensa di investire nello sport.
Ma presto, se la domanda continuerà a crescere, si troverà qualcuno che avrà il coraggio di investire, costruendo nuovi campi e nuovi circoli, e i prezzi scenderanno di nuovo, aprendo la strada a un ancora maggiore numero di appassionati.
E ci troveremo con più praticanti, più agonisti, più circoli, e strutture più moderne.
Proprio grazie a supertennis.

La televisione da sola non basta, mentre è vero che uno sport senza visibilità perde utenti ed interesse, non è vero che basti solo trasmetterlo per generare passione.
Se ci fosse superscherma, o superhockey, tu la guarderesti senza avere interesse n’è pratica per quelli sport?
Guarda la vela, quanti capiscono qualcosa di quello sport?
Diciamo il 10% della popolazione?
Eppure quando c’era lluna rossa tutti guardavano le regate, perché si era creato l’evento.
Poi un ragioniere di Besana Brianza o un pizzicagnolo di Matera andavano al bar e criticavano i migliori velisti del mondo dandogli degli incapaci, ma questo e’ un altro discorso.
80 anni fa in Italia il tennis era di chi se lo poteva permettere, ed oggi è’ ancora così, su questo la federazione non ha mai fatto nulla.
Anzi, per essere più corretti, sembra che non sia mai interessato nulla.
Supertennis e’ una buona iniziativa, ma non allarga la base.

59
mattia (Guest) 24-02-2015 19:14

a modena si gioca a tennis direi comodamente. in certi circoli/polisportive è difficile trovare campi. prezzo medio 12 euro con punte rare a 18 e 10. tante sat buone di cui almeno quattro d’eccellenza, con agonisti di seconda ecc. le sat costano 750 all’anno. 35 euro l’ora i marstri

58
Antony_65 (Guest) 24-02-2015 18:54

Scritto da gbuttit

Scritto da Antony_65

Scritto da gbuttit

Scritto da Antony_65

Scritto da mattiavabbé. niente contro binaghi. secondo me è un ottimo esempio di “nulla” al potere. una cosa buona l’ha fatta, ma per il pubblico non per il movimento agonistico-professionistico. ha fatto una tv che trasmette gratis un sacco di tornei anche belli. e per un appassionato non è poco. c’è da chiedersi se fosse un suo compito o no.

E ti sembra poco ciò che ha fatto?! Io l’abbonamento alle pay TV non l’ho mai fatto

Bè non é che il compito di Binaghi sia quello di farti risparmiare i soldi della pay tv….Quello che voleva dire Mattia (e che condivido) é che fa piacere a tutti gli appassionati avere una tv che trasmetta molti tornei di tennis, però non é affatto detto che questo sia il compito istituzuinale della fit… il compito istituzionale di una federazione sportiva é di fare opera di proselitismo verso la propria disciplina sportiva, ora qualcuno si sarà anche appassionato al tennis vedendo supertennis ma ho la sensazione che i tornei siano molto più seguiti da chi é già appassionato.Quindi, dato che a quanto pare con supertennis la fit ci rimette dei soldi, qualcuno può legittimamente pensare e sostenere che tali soldi potevano essere spesi in maniera più aderente ai propri compiti istituzionali.Certo a noi fa comodo così, ma questo é un altro discorso….

Ma stiamo parlando di aria fritta…Il tennis ( ma anche l’America’s cup di vela ed altri sport)da tutti noi di una certa età (e non solo)è stato conosciuto proprio grazie alla Tv di stato che trasmetteva i principali tornei, io non faccio l’abbonamento per principio(non solo per risparmiare soldi come dici tu)perchè ritengo che i grandi eventi debbano essere visibili a tutti in chiaro e di questo bisogna dare grande merito alla FIT che con la tv fa sicuramente la miglior promozione, se poi Binaghi non vi sta simpatico è un altro discorso

Se i grandi eventi debbano essere in chiaro o meno é un altro discorso… e comunque i grandi eventi non sono su supertennis, sono su sky o eurosport…
Comunque io ponevo solo un dubbio non ho una risposta, per avere una risposta bisognerebbe appunto fare studi approfonditi per determinare quanti si sono avvicinati al tennis vedendo supertennis ed invece quenti si sarebbero avvicinati aprendo magari con gli stessi soldi delle scuole di tennis gratuite o comunque a prezzi molto bassi.
Intendiamoci a me sta bene così, ma, al contrario di molti, non penso che ciò che é più conveniente per me sia sempre la cosa più giusta…

Se noti bene i commenti qua dietro qualcuno ha scritto di essersi appassionato al tennis vedendo proprio “supertennis”, in ogni caso anch’io sono favorevole al tennis nelle scuole, ma considerato quanto tempo viene dedicato allo sport penso che purtroppo non servirebbe a molto, un caro saluto

57
luca (Guest) 24-02-2015 18:27

Scritto da andrea
L’allargamento della base si sta già verificando, da anni, proprio grazie a Supertennis. Il fatto che il prezzo dei campi sia aumentato ne è la prova migliore, perché è aumentata la domanda: c’è molta più gente di prima che vuole giocare a tennis, mentre il numero di campi è rimasto lo stesso, dal momento che con la crisi economica di questi anni nessuno pensa di investire nello sport.
Ma presto, se la domanda continuerà a crescere, si troverà qualcuno che avrà il coraggio di investire, costruendo nuovi campi e nuovi circoli, e i prezzi scenderanno di nuovo, aprendo la strada a un ancora maggiore numero di appassionati.
E ci troveremo con più praticanti, più agonisti, più circoli, e strutture più moderne.
Proprio grazie a supertennis.

falso!!!
gioca a tennis chi se lo può permettere, la federazione dovrebbe offrire e creare o sovvenzionare privati per far giocare più tennis, creare una base di giovani forti e promettenti e accompagnarli al professionismo (modello francia).
La federazione è pubblica, vive del contributo dei tesserati e del coni, sperpera i soldi tramite una tv fatta di commentatori improponibili, lecchini del potere, che difendono ed elogiano in modo ingiustificato la situazione del tennis italiano (che ripeto in ambito maschile è pessima senza un giocatore in semi slam da 40 anni), lodano se stessi, si autoconvincono di essere bravi senza alcuna critica.
Non pensate poi che basterebbe creare dei buoni giocatori per farsi pubblicità da soli creare movimento (come in francia e spagna che sono pieni di tornei atp).
Supertennis poi non la guarda nessuno tranne noi super appassionati e mente sul livello del tennis italiano usando per di più soldi pubblici.
Vergognoso

56
Virgilio La Tro (Guest) 24-02-2015 17:38

La TV SuperTennis costa sei milioni l’anno. Il bilancio della Sportcast- società che gestisce la TV – è sul sito della Fit.

55
andrea (Guest) 24-02-2015 17:29

L’allargamento della base si sta già verificando, da anni, proprio grazie a Supertennis. Il fatto che il prezzo dei campi sia aumentato ne è la prova migliore, perché è aumentata la domanda: c’è molta più gente di prima che vuole giocare a tennis, mentre il numero di campi è rimasto lo stesso, dal momento che con la crisi economica di questi anni nessuno pensa di investire nello sport.

Ma presto, se la domanda continuerà a crescere, si troverà qualcuno che avrà il coraggio di investire, costruendo nuovi campi e nuovi circoli, e i prezzi scenderanno di nuovo, aprendo la strada a un ancora maggiore numero di appassionati.

E ci troveremo con più praticanti, più agonisti, più circoli, e strutture più moderne.

Proprio grazie a supertennis.

54
Il Ghiro (Guest) 24-02-2015 16:41

Scritto da luca
aggiungo un paio di considerazioni sulla situazione del tennis a milano, città che conosco, e in particolare della zona sud est. Giocare a tennis negli ultimi anni è sempre più caro. Si va dai 18 ai 25 euro all’ora, anni fa era possibile trovare campi a meno per esempio il tennis mecenate bonacossa aveva ore su terra su campi ben tenuti anche a 12 ore perché era del comune. Ora è passato alla federazione ping pong (!!!! sembra incredibile ma è così) e i prezzi si sono riallineati al mercato. Campi a meno si trovano solo al saini che è del comune ma sono tenuti non bene e sono sul cemento.
La ferarazione non sovvenziona alcun circolo ne tantomeno gestisce in proprio circoli offrendo campi a prezzi più abbordabili.
Inoltre la federazione per ogni iscrizione a tornei fit di quarta prende per ogni iscritto dai 4 ai 6 euro ad iscrizione. Giocare a tennis è sempre più caro e questo difficilmente permette una crescita del movimento e di creare un bacino di giovani. Inoltre di circoli che investano su giovani ce ne sono sempre meno e scuole tennis valide e ben fatte se ne contano pochissime. In zona è buono la junior tennis che garantisce agli allievi della scuola tennis l’uso dei campi dalle 14 alle 18, ma per il resto la situazione è disastrosa.
Difficlmente in un contesto di questo tipo giovani possono crescere tennisticamente senza l’aiuto delle famiglie.
Sarei curioso di sapere come è la situazione in altre parti d’italia.
La situazione di milano è la dimostrazione di una federazione assente in ambito giovanile e che non fa nulla per promuovere il gioco garantendo l’accesso ai campi a prezzi modici.

Concordo pienamente, purtroppo l’accesso al tennis, l’allargamento della base praticante e della base sociale dei tennisti sono da anni un mio cavallo di battaglia.
Brutto citarsi, ma ti riporto l’ultima parte del mio sproloquio al commento numero 22 di questo articolo:
“Cos’è ha fatto la fit in questo periodo per cavalcare l’onda, per rendere il tennis più popolare, più fruibile per gli appassionati(supertennis, già lodata, a parte), per rendere possibile a più persone l’avvicinamento a questo sport e quindi allargare la base attiva dei praticanti, che diventeranno poi anche spettatori passivi?”

Purtroppo la situazione dei campi dalle mie parti è simile, per non dire speculare.
Aggiungo che i campi in sintetico sono impraticabili la sera per chi lavora di giorno, perchè li possono affittare dai 60 euro in su a chi fa calcetto.

53
kenny (Guest) 24-02-2015 16:40

@ biglebowsky (#1277080)

Molto interessante. Mi ricorda purtroppo un paio di servizi di report sul mondo e sulla Federazione del tiro a piattelo in Italia e dei campi da calcio italiani e relative federazioni, in pratica sempre le stesse storie. :(

52
giuseppe82 (Guest) 24-02-2015 16:27

caro presidente, spero che il tennis ci porti qualche medaglia alle olimpiadi di rio..sarebbe bello che tutte le federazioni contribuissero al medagliere italiano

51
_Carlo 24-02-2015 15:54

Scritto da Vince
@ pinkfloyd (#1277004)
Quoto.
Anche io ho ricominciato a seguire il tennis grazie agli streaming.
Inoltre, ho una sorta di avversione ideologica verso tutte le tv a pagamento, non importa se costano poco o tanto…quindi per me Supertennis è importantissima, però, capisco che ogni esperienza personale possa essere diversa.

Mi associo, NON MI TOCCATE Supertennis !!! :evil:

50
Dennis (Guest) 24-02-2015 15:35

Io ho tre nipoti, tre bambine tra i 7 e i 12 anni… Le due più piccole guardando super tennis si stanno appassionando e stiamo cercando un sistema per introdurre in modo corretto in questo mondo. Di certo loro non si sarebbero messe a cercare degli streaming su internet (comodi per chi é già appassionato). 4 milioni da investire in campioni? A parte che l’equazione non é automatica, ma il tennis come lo pubblicizza ai più piccoli quando solo il calcio gira nelle case? Io lodo super
tennis, prima del canale che cosa avevamo in più? L attenzione su questo sport era persino minore, con soldi buttati via. Piuttosto che sprecare soldi in aria fritta, mi tengo la TV.

49
Mithra 24-02-2015 15:05

A prescindere dal ragionamento su Fognini, Bin Aghi che parla di tennis equivale a Malgioglio che parla di donne. :wink: :mrgreen: :roll:

48
luca (Guest) 24-02-2015 14:58

aggiungo un paio di considerazioni sulla situazione del tennis a milano, città che conosco, e in particolare della zona sud est. Giocare a tennis negli ultimi anni è sempre più caro. Si va dai 18 ai 25 euro all’ora, anni fa era possibile trovare campi a meno per esempio il tennis mecenate bonacossa aveva ore su terra su campi ben tenuti anche a 12 ore perché era del comune. Ora è passato alla federazione ping pong (!!!! sembra incredibile ma è così) e i prezzi si sono riallineati al mercato. Campi a meno si trovano solo al saini che è del comune ma sono tenuti non bene e sono sul cemento.
La ferarazione non sovvenziona alcun circolo ne tantomeno gestisce in proprio circoli offrendo campi a prezzi più abbordabili.
Inoltre la federazione per ogni iscrizione a tornei fit di quarta prende per ogni iscritto dai 4 ai 6 euro ad iscrizione. Giocare a tennis è sempre più caro e questo difficilmente permette una crescita del movimento e di creare un bacino di giovani. Inoltre di circoli che investano su giovani ce ne sono sempre meno e scuole tennis valide e ben fatte se ne contano pochissime. In zona è buono la junior tennis che garantisce agli allievi della scuola tennis l’uso dei campi dalle 14 alle 18, ma per il resto la situazione è disastrosa.
Difficlmente in un contesto di questo tipo giovani possono crescere tennisticamente senza l’aiuto delle famiglie.
Sarei curioso di sapere come è la situazione in altre parti d’italia.
La situazione di milano è la dimostrazione di una federazione assente in ambito giovanile e che non fa nulla per promuovere il gioco garantendo l’accesso ai campi a prezzi modici.

47
mattia (Guest) 24-02-2015 14:37

vi ringrazio perché in effetti mi avete fatto capire meglio che supertennis non è affato gratuita! il problema di una tv istituzionale, che io guardo con ovvio piacere, è che è in se qualcosa che puzza sempre un po’ di propaganda, di politica nello sport e non di politica sportiva. che lo sport è anche un mercato è ovvio e forse necessario. questa tv fra ststo e mercato è bella ma che sia emanazione di un organo ufficiale e parastatsle la rende sospetta. diffonde un’immagine. forse fará aumentare gli iscritti alle sat?

46
Phoedrus (Guest) 24-02-2015 14:24

Scritto da luca
la crescita dei tennisti italiani uomini dell’ultimo mese non è merito della federazione; per valutare il merito della federazione bisognerebbe porsi in un’ottica temporale medio lunga di 5-10 anni almeno. Di giovani all’orizzonte promettenti fino ad ora se ne vedono pochi e molti di quelli che sono cresciuti non si allenano presso i centri federali ( a parte bolelli a livelli alti, che non è più giovane). In italia c’è un vuoto dal 110 del mondo in poi, sono spariti tutti i tornei atp (escluso roma). La tv supertennis è uno sperpero di risorse pubbliche che andrebbero investiti nei giovani, nell’aggiornamento dei maestri nel supporto e nella creazione di tornei ATP, tanto che esiste solo in italia e non in altri paesi europei. La gestione della federazione e del signor bianchi è autoreferenziale, dispotica e volta al mantenimento del potere. In ambito maschile non abbiamo un tennista in una semifinale di uno slam, unico metro per valutare la salute del nostro tennis, da 40 anni e questo signore mi viene a dire che qualche buon risultato in tornei minori rappresenta la dimostrazione dell’ottima salute del tennis. come se basta un quarto di finale in un mondiale per dire che il nostro calcio sta bene. Il signor Binaghi mente sapendo di mentire.

Concordo.

45
luca (Guest) 24-02-2015 14:17

la crescita dei tennisti italiani uomini dell’ultimo mese non è merito della federazione; per valutare il merito della federazione bisognerebbe porsi in un’ottica temporale medio lunga di 5-10 anni almeno. Di giovani all’orizzonte promettenti fino ad ora se ne vedono pochi e molti di quelli che sono cresciuti non si allenano presso i centri federali ( a parte bolelli a livelli alti, che non è più giovane). In italia c’è un vuoto dal 110 del mondo in poi, sono spariti tutti i tornei atp (escluso roma). La tv supertennis è uno sperpero di risorse pubbliche che andrebbero investiti nei giovani, nell’aggiornamento dei maestri nel supporto e nella creazione di tornei ATP, tanto che esiste solo in italia e non in altri paesi europei. La gestione della federazione e del signor bianchi è autoreferenziale, dispotica e volta al mantenimento del potere. In ambito maschile non abbiamo un tennista in una semifinale di uno slam, unico metro per valutare la salute del nostro tennis, da 40 anni e questo signore mi viene a dire che qualche buon risultato in tornei minori rappresenta la dimostrazione dell’ottima salute del tennis. come se basta un quarto di finale in un mondiale per dire che il nostro calcio sta bene. Il signor Binaghi mente sapendo di mentire.

44
biglebowsky 24-02-2015 14:06

@ gbuttit

dici delle cose assolutamente sensate.
il dubbio legittimo è che se nessuna federazione tennistica al mondo e nessuna federazione sportiva in italia spende i soldi in questo modo un motivo ci sarà.
a meno che in italia abbiamo trovato il genio.
noi abbiamo scelto una televisione dedicata (tra l’altro ad eventi marginali eccetti i premier wta), altri hanno il tennis nelle scuole pubbliche, campi gratuiti, sistemi diversi dai circoli, forti investimenti nel reclutamento di potenziali talenti, sovvenzioni alle scuole eccellenti etc.etc.
tutto non si può avere…..su che cosa sia meglio ognuno ha il suo parere.
ed anche dal punto di vista gestionale di supertennis ci sono molti dubbi, non miei ma di professionisti del settore.
cercate un articolo di ubaldo scannagatta ad esempio; questo, non recentissimo, dell’espresso lo posto se mi è consentito, giusto per avere un punto di vista diverso che può sempre servire.

La federazione è un affare di famiglia. Supertennis costa 4 milioni di euro l’ anno. Anche in casa Fit i bilanci sono introvabili. Sul sito c’è solo uno stralcio di bilancio del 2010, comparato a quello del 2002, anno economicamente nero del tennis italiano. La Fit riceve oltre 6,2 milioni di contributi pubblici (un quinto delle entrate totali) di cui circa 5,9 dal Coni, più che raddoppiati in dieci anni e che aumentano all’ aumentare dei tesserati. Secondo le nuove norme si possono tesserare tutti gli iscritti ai circoli affiliati, anche senza che giochino a tennis. Dei 28,7 milioni di spesa, ben 5 se ne vanno in personale e strutture, mentre quasi 2 sono “spese generali”. E si scopre che la federazione ha tre società partecipate, con 78 dipendenti: la Fit Servizi srl, la Mario Belardinelli ssd e la Sportcast. La prima, che gestisce e amministra le finanze della Fit, ha come socio la Lega italiana tennis e Marco Perciballi, consulente della società e della Fit. La Mario Belardinelli, che organizza i centri estivi della Fit e offre consulenze, è partecipata dalla Fit servizi, dalla Lega tennis e dalla International lawn tennis club Italia. Dal 2008 al 2010 ha ricevuto dalla Fit circa 2,7 milioni. Altri 4 all’ anno invece vanno alla Sportcast, editore di SuperTennis tv. Il presidente è Carlo Ignazio Fantola, anche vicepresidente del gruppo editoriale Unione Sarda, nonché zio del presidente Fit Angelo Binaghi, rieletto per la quarta volta. La Fit ha indicato come consigliere delegato la QA srl, della famiglia Baccini, che già si occupa della comunicazione della Fit (promozione e comunicazione costano 3,2 milioni). Giancarlo Baccini è anche direttore della tv. Su tutto questo è aperta una interrogazione parlamentare al ministro Gnudi. Ombra completa su tutto il resto, a partire dalle spese sostenute per organizzare gli Internazionali Bnl. Sono noti i ricavi, 15-17 milioni, ma l’ utile si riduce a poco più di un milione di euro. Sul dettaglio dei costi mistero assoluto. Non è un mistero invece che l’ ex tennista azzurro Gianluca Rinaldini – paraplegico a 26 anni per un incidente stradale-nel 2004 ha perso tutti i suoi incarichi nel mondo del tennis: aveva votato l’ avversario di Binaghi.

43
gbuttit 24-02-2015 13:31

Scritto da Vince

Scritto da gbuttit

Scritto da Antony_65

Scritto da mattiavabbé. niente contro binaghi. secondo me è un ottimo esempio di “nulla” al potere. una cosa buona l’ha fatta, ma per il pubblico non per il movimento agonistico-professionistico. ha fatto una tv che trasmette gratis un sacco di tornei anche belli. e per un appassionato non è poco. c’è da chiedersi se fosse un suo compito o no.

E ti sembra poco ciò che ha fatto?! Io l’abbonamento alle pay TV non l’ho mai fatto

Bè non é che il compito di Binaghi sia quello di farti risparmiare i soldi della pay tv….Quello che voleva dire Mattia (e che condivido) é che fa piacere a tutti gli appassionati avere una tv che trasmetta molti tornei di tennis, però non é affatto detto che questo sia il compito istituzuinale della fit… il compito istituzionale di una federazione sportiva é di fare opera di proselitismo verso la propria disciplina sportiva, ora qualcuno si sarà anche appassionato al tennis vedendo supertennis ma ho la sensazione che i tornei siano molto più seguiti da chi é già appassionato.Quindi, dato che a quanto pare con supertennis la fit ci rimette dei soldi, qualcuno può legittimamente pensare e sostenere che tali soldi potevano essere spesi in maniera più aderente ai propri compiti istituzionali.Certo a noi fa comodo così, ma questo é un altro discorso….

Il problema è che prima non c’era Supertennis e i soldi risparmiati venivano spesi male…quindi ben venga Supertennis.
In Italia non esiste l’equazione:meno soldi spesi per la tv della federazione = più campioni

Vabbè, che venissero spesi male é un altro discorso… comunque come scrivevo prima io non conosco la risposta, ma é lecito porsi il dubbio che con gli stessi soldi (spesi bene) si potesse fare di più per la propaganda del tennis.
Sull’equazione sono assolutamente d’accordo che non esista, fra l’altro non credo che il compito di una federazione sia per forza di creare dei campioni, se non per il fatto che avere dei campioni é comunque una propaganda per quello sport…

42
gbuttit 24-02-2015 13:22

Scritto da Antony_65

Scritto da gbuttit

Scritto da Antony_65

Scritto da mattiavabbé. niente contro binaghi. secondo me è un ottimo esempio di “nulla” al potere. una cosa buona l’ha fatta, ma per il pubblico non per il movimento agonistico-professionistico. ha fatto una tv che trasmette gratis un sacco di tornei anche belli. e per un appassionato non è poco. c’è da chiedersi se fosse un suo compito o no.

E ti sembra poco ciò che ha fatto?! Io l’abbonamento alle pay TV non l’ho mai fatto

Bè non é che il compito di Binaghi sia quello di farti risparmiare i soldi della pay tv….Quello che voleva dire Mattia (e che condivido) é che fa piacere a tutti gli appassionati avere una tv che trasmetta molti tornei di tennis, però non é affatto detto che questo sia il compito istituzuinale della fit… il compito istituzionale di una federazione sportiva é di fare opera di proselitismo verso la propria disciplina sportiva, ora qualcuno si sarà anche appassionato al tennis vedendo supertennis ma ho la sensazione che i tornei siano molto più seguiti da chi é già appassionato.Quindi, dato che a quanto pare con supertennis la fit ci rimette dei soldi, qualcuno può legittimamente pensare e sostenere che tali soldi potevano essere spesi in maniera più aderente ai propri compiti istituzionali.Certo a noi fa comodo così, ma questo é un altro discorso….

Ma stiamo parlando di aria fritta…Il tennis ( ma anche l’America’s cup di vela ed altri sport)da tutti noi di una certa età (e non solo)è stato conosciuto proprio grazie alla Tv di stato che trasmetteva i principali tornei, io non faccio l’abbonamento per principio(non solo per risparmiare soldi come dici tu)perchè ritengo che i grandi eventi debbano essere visibili a tutti in chiaro e di questo bisogna dare grande merito alla FIT che con la tv fa sicuramente la miglior promozione, se poi Binaghi non vi sta simpatico è un altro discorso

Se i grandi eventi debbano essere in chiaro o meno é un altro discorso… e comunque i grandi eventi non sono su supertennis, sono su sky o eurosport…
Comunque io ponevo solo un dubbio non ho una risposta, per avere una risposta bisognerebbe appunto fare studi approfonditi per determinare quanti si sono avvicinati al tennis vedendo supertennis ed invece quenti si sarebbero avvicinati aprendo magari con gli stessi soldi delle scuole di tennis gratuite o comunque a prezzi molto bassi.
Intendiamoci a me sta bene così, ma, al contrario di molti, non penso che ciò che é più conveniente per me sia sempre la cosa più giusta…

41
Antony_65 (Guest) 24-02-2015 12:54

Scritto da kenny

Scritto da Antony_65

Scritto da kenny
@ Il Ghiro (#1276882)
Sono d’accordo con te. Dovrebbe invece parlare del fatto che in Italia è rimasto un solo torneo, dopo che è sparito il torneo di Palermo. Quello è il suo ambito.

Ma che c’entra la Federtennis? Della situazione econonomica del Paese non può essere responsabile Binaghi, siamo seri dai lui il torneo principale lo ha fatto crescere non poco, ma non è che può finanziare tutti i tornei, quello spetta ai politici

Scusa Antony_65, sono anche d’accordo che tu non sia d’accordo con quello che scrivo (scusa il gioco di parole ) ma non mi scrivere “i soldi devono metterceli i politici”, semmai sono loro a farli sparire.

Caro Kenny, diciamo la stessa cosa in modo diverso, ciò che dico è che gli investimenti per realizzare un evento non lo può fare la FIT, questa può proporre e sensibilizzare le amministrazioni, ma i fondi li devono trovare i politici (ci piaccia o no)come quando si organizza un grande evento è il governo che si muove in prima persona, la FIT deve sensibilizzare le istituzioni affinché organizzino grandi eventi

40
skunky (Guest) 24-02-2015 12:46

Scritto da pinkfloyd

Scritto da skunky

Scritto da pinkfloyd
Supertennis è un’ottima risorsa, è l’unica televisione tematica sul tennis in Europa (curioso primato ma è così) e offre la possibilità di guardare tennis.
Adesso la sua programmazione è triplicata, quadruplicata, vengono trasmessi 4 tornei tutti insieme…ed è addirittura difficile stare dietro a tutto e molte dirette vengono sacrificate. Ma questo è un altro “problema”.
Io penso sia stato lo streaming, in realtà, a riportare molti a riguardare le partite (me compreso) e, anche se è uno strumento a volte imperfetto, resta quello più alla portata e che ti offre quasi di tutto, praticamente. Compresi gli Slam e quant’altro.
Poi, certo, guardare il tutto in tv, ove possibile, e almeno questi tornei “minori”, è sempre meglio.
Penso che io non potrei prescindere dallo streaming, ora come ora.
Senza quello sarei finito.

Lo streaming lo cerchi quando già sei interessato all’evento. Per un ragazzino che si approccia allo sport può essere determinante che facendo zapping, gli capiti di fermarsi, anche inizialmente per curiosità, su un canale che stia trasmettendo tennis

No, certo, capisco l’importanza della tv, l’ho scritto pure.
Supertennis è una manna per gli appassionati e un’occasione per tutti di avvicinarsi alla materia…ma io o Vince o tanti altri, senza l’avvento dello streming avremmo perso tantissimo tennis, visto che non tutti hanno le pay tv.
Ciao

In definitiva la vediamo allo stesso modo :wink:

39
Antony_65 (Guest) 24-02-2015 12:43

Scritto da gbuttit

Scritto da Antony_65

Scritto da mattiavabbé. niente contro binaghi. secondo me è un ottimo esempio di “nulla” al potere. una cosa buona l’ha fatta, ma per il pubblico non per il movimento agonistico-professionistico. ha fatto una tv che trasmette gratis un sacco di tornei anche belli. e per un appassionato non è poco. c’è da chiedersi se fosse un suo compito o no.

E ti sembra poco ciò che ha fatto?! Io l’abbonamento alle pay TV non l’ho mai fatto

Bè non é che il compito di Binaghi sia quello di farti risparmiare i soldi della pay tv….
Quello che voleva dire Mattia (e che condivido) é che fa piacere a tutti gli appassionati avere una tv che trasmetta molti tornei di tennis, però non é affatto detto che questo sia il compito istituzuinale della fit… il compito istituzionale di una federazione sportiva é di fare opera di proselitismo verso la propria disciplina sportiva, ora qualcuno si sarà anche appassionato al tennis vedendo supertennis ma ho la sensazione che i tornei siano molto più seguiti da chi é già appassionato.
Quindi, dato che a quanto pare con supertennis la fit ci rimette dei soldi, qualcuno può legittimamente pensare e sostenere che tali soldi potevano essere spesi in maniera più aderente ai propri compiti istituzionali.
Certo a noi fa comodo così, ma questo é un altro discorso….

Ma stiamo parlando di aria fritta…Il tennis ( ma anche l’America’s cup di vela ed altri sport)da tutti noi di una certa età (e non solo)è stato conosciuto proprio grazie alla Tv di stato che trasmetteva i principali tornei, io non faccio l’abbonamento per principio(non solo per risparmiare soldi come dici tu)perchè ritengo che i grandi eventi debbano essere visibili a tutti in chiaro e di questo bisogna dare grande merito alla FIT che con la tv fa sicuramente la miglior promozione, se poi Binaghi non vi sta simpatico è un altro discorso

38
kenny (Guest) 24-02-2015 12:40

Scritto da Antony_65

Scritto da kenny
@ Il Ghiro (#1276882)
Sono d’accordo con te. Dovrebbe invece parlare del fatto che in Italia è rimasto un solo torneo, dopo che è sparito il torneo di Palermo. Quello è il suo ambito.

Ma che c’entra la Federtennis? Della situazione econonomica del Paese non può essere responsabile Binaghi, siamo seri dai lui il torneo principale lo ha fatto crescere non poco, ma non è che può finanziare tutti i tornei, quello spetta ai politici

Scusa Antony_65, sono anche d’accordo che tu non sia d’accordo con quello che scrivo (scusa il gioco di parole :) ) ma non mi scrivere “i soldi devono metterceli i politici”, semmai sono loro a farli sparire. :wink:

37
pinkfloyd 24-02-2015 12:40

Scritto da skunky

Scritto da pinkfloyd
Supertennis è un’ottima risorsa, è l’unica televisione tematica sul tennis in Europa (curioso primato ma è così) e offre la possibilità di guardare tennis.
Adesso la sua programmazione è triplicata, quadruplicata, vengono trasmessi 4 tornei tutti insieme…ed è addirittura difficile stare dietro a tutto e molte dirette vengono sacrificate. Ma questo è un altro “problema”.
Io penso sia stato lo streaming, in realtà, a riportare molti a riguardare le partite (me compreso) e, anche se è uno strumento a volte imperfetto, resta quello più alla portata e che ti offre quasi di tutto, praticamente. Compresi gli Slam e quant’altro.
Poi, certo, guardare il tutto in tv, ove possibile, e almeno questi tornei “minori”, è sempre meglio.
Penso che io non potrei prescindere dallo streaming, ora come ora.
Senza quello sarei finito.

Lo streaming lo cerchi quando già sei interessato all’evento. Per un ragazzino che si approccia allo sport può essere determinante che facendo zapping, gli capiti di fermarsi, anche inizialmente per curiosità, su un canale che stia trasmettendo tennis

No, certo, capisco l’importanza della tv, l’ho scritto pure.
Supertennis è una manna per gli appassionati e un’occasione per tutti di avvicinarsi alla materia…ma io o Vince o tanti altri, senza l’avvento dello streming avremmo perso tantissimo tennis, visto che non tutti hanno le pay tv.
Ciao :wink:

36
adriano_ro (Guest) 24-02-2015 12:36

certo sentire Fognini rivolgersi all arbitro con tutte quelle parolacce…

35
Vince 24-02-2015 12:31

@ pinkfloyd (#1277004)

Quoto.

Anche io ho ricominciato a seguire il tennis grazie agli streaming.
Inoltre, ho una sorta di avversione ideologica verso tutte le tv a pagamento, non importa se costano poco o tanto…quindi per me Supertennis è importantissima, però, capisco che ogni esperienza personale possa essere diversa.

34
skunky (Guest) 24-02-2015 12:29

Scritto da skunky

Scritto da pinkfloyd
Supertennis è un’ottima risorsa, è l’unica televisione tematica sul tennis in Europa (curioso primato ma è così) e offre la possibilità di guardare tennis.
Adesso la sua programmazione è triplicata, quadruplicata, vengono trasmessi 4 tornei tutti insieme…ed è addirittura difficile stare dietro a tutto e molte dirette vengono sacrificate. Ma questo è un altro “problema”.
Io penso sia stato lo streaming, in realtà, a riportare molti a riguardare le partite (me compreso) e, anche se è uno strumento a volte imperfetto, resta quello più alla portata e che ti offre quasi di tutto, praticamente. Compresi gli Slam e quant’altro.
Poi, certo, guardare il tutto in tv, ove possibile, e almeno questi tornei “minori”, è sempre meglio.
Penso che io non potrei prescindere dallo streaming, ora come ora.
Senza quello sarei finito.

Lo streaming lo cerchi quando già sei interessato all’evento. Per un ragazzino che si approccia allo sport può essere determinante che facendo zapping, gli capiti di fermarsi, anche inizialmente per curiosità, su un canale che stia trasmettendo tennis

PS: ti stimo per il tuo username :wink:

33
skunky (Guest) 24-02-2015 12:28

Scritto da pinkfloyd
Supertennis è un’ottima risorsa, è l’unica televisione tematica sul tennis in Europa (curioso primato ma è così) e offre la possibilità di guardare tennis.
Adesso la sua programmazione è triplicata, quadruplicata, vengono trasmessi 4 tornei tutti insieme…ed è addirittura difficile stare dietro a tutto e molte dirette vengono sacrificate. Ma questo è un altro “problema”.
Io penso sia stato lo streaming, in realtà, a riportare molti a riguardare le partite (me compreso) e, anche se è uno strumento a volte imperfetto, resta quello più alla portata e che ti offre quasi di tutto, praticamente. Compresi gli Slam e quant’altro.
Poi, certo, guardare il tutto in tv, ove possibile, e almeno questi tornei “minori”, è sempre meglio.
Penso che io non potrei prescindere dallo streaming, ora come ora.
Senza quello sarei finito.

Lo streaming lo cerchi quando già sei interessato all’evento. Per un ragazzino che si approccia allo sport può essere determinante che facendo zapping, gli capiti di fermarsi, anche inizialmente per curiosità, su un canale che stia trasmettendo tennis

32
pinkfloyd 24-02-2015 12:23

Supertennis è un’ottima risorsa, è l’unica televisione tematica sul tennis in Europa (curioso primato ma è così) e offre la possibilità di guardare tennis.
Adesso la sua programmazione è triplicata, quadruplicata, vengono trasmessi 4 tornei tutti insieme…ed è addirittura difficile stare dietro a tutto e molte dirette vengono sacrificate. Ma questo è un altro “problema”.

Io penso sia stato lo streaming, in realtà, a riportare molti a riguardare le partite (me compreso) e, anche se è uno strumento a volte imperfetto, resta quello più alla portata e che ti offre quasi di tutto, praticamente. Compresi gli Slam e quant’altro.
Poi, certo, guardare il tutto in tv, ove possibile, e almeno questi tornei “minori”, è sempre meglio.

Penso che io non potrei prescindere dallo streaming, ora come ora.
Senza quello sarei finito.

31
Vince 24-02-2015 12:15

Scritto da gbuttit

Scritto da Antony_65

Scritto da mattiavabbé. niente contro binaghi. secondo me è un ottimo esempio di “nulla” al potere. una cosa buona l’ha fatta, ma per il pubblico non per il movimento agonistico-professionistico. ha fatto una tv che trasmette gratis un sacco di tornei anche belli. e per un appassionato non è poco. c’è da chiedersi se fosse un suo compito o no.

E ti sembra poco ciò che ha fatto?! Io l’abbonamento alle pay TV non l’ho mai fatto

Bè non é che il compito di Binaghi sia quello di farti risparmiare i soldi della pay tv….
Quello che voleva dire Mattia (e che condivido) é che fa piacere a tutti gli appassionati avere una tv che trasmetta molti tornei di tennis, però non é affatto detto che questo sia il compito istituzuinale della fit… il compito istituzionale di una federazione sportiva é di fare opera di proselitismo verso la propria disciplina sportiva, ora qualcuno si sarà anche appassionato al tennis vedendo supertennis ma ho la sensazione che i tornei siano molto più seguiti da chi é già appassionato.
Quindi, dato che a quanto pare con supertennis la fit ci rimette dei soldi, qualcuno può legittimamente pensare e sostenere che tali soldi potevano essere spesi in maniera più aderente ai propri compiti istituzionali.
Certo a noi fa comodo così, ma questo é un altro discorso….

Il problema è che prima non c’era Supertennis e i soldi risparmiati venivano spesi male…quindi ben venga Supertennis.

In Italia non esiste l’equazione:
meno soldi spesi per la tv della federazione = più campioni

30
panattaforever 24-02-2015 12:00

Allora : l’anno scorso quelli di Fognini erano momenti di “sana follia “. Ora la valutazione è un pò diversa. Ne prendiamo atto. Prendiamo atto pure del fatto che quando si tratta di mettere cappello sulle vittorie i grandi dirigenti sono tutti schierati. Non mi pare di ricordare dichiarazioni altrettanto tempestive dopo l’eliminazione grottesca in Fed Cup di pochi giorni fa nè da parte di Binaghi nè tantomeno di Malagò che era andato a Genova per festeggiare e non ha detto una parola dopo la sconfitta. Ha ragione Fognini. Quando si tratta di metterci la faccia se le cose vanno male, è un fuggi fuggi generale. Complimenti!

29
skunky (Guest) 24-02-2015 12:00

La visibilità in uno sport è elemento essenziale per un buona crescita del movimento. Spiegando nel dettaglio il concetto: il padre di un ragazzino decide di far praticare uno sport al figliuolo, così gli chiede di sceglere; ora secondo voi, se non ha mai visto una partita di tennis in vita sua, quante probabilità ci sono che questi dica:”papà, papà voglio giocare a tennis e diventare come Federer (o come Nadal, o come Djokovic o Becuzzi :lol: )”. Se l’Italia è rimasta indietro in ambito tennistico è dovuto anche (sottolineerei “anche”) al fatto che prima di supertennis il tennis in Italia era seguito quanto il curling.
Detto ciò non definirei l’introduzione di una tv libera che trasmette tennis fine a se stessa per il movimento. Cerchiamo di apprezzare le cose positive!!!

28
Braccino 24-02-2015 11:48

Concordo con quanto sotto, e condivido con voi la mia esperienza: seguo il tennis da 25 anni, amavo giocarci ma feci un solo anno di lezioni per poi rivolgermi verso altri sport di squadra.
Mai visto in TV (all’epoca si vedeva solo Roma e Davis tra Rai e Telemontecarlo), seguivo con passione i risultati su Gazzetta e Televideo: persi di vista il piacere estetico ed agonistico del gioco.
Ho iniziato a seguire Supertennis dall’anno scorso: ora prendo lezione ogni Giovedì, gioco ogni settimana e ho la tessera FIT (e frequento Livetennis).
Non penso la loro intenzione sia recuperare gente sovrappeso sulla Sunset Boulevard come nel mio caso ma, tra i giovani, complice anche l’ottimo rendimento attuale dei giocatori italiani, sicuramente troverà proseliti.
Penso che se effettivamente esiste un progetto a lungo termine ai piani alti, questo potrebbe essere l’inizio del futuro.

27
isma 24-02-2015 11:14

Beh grazie a supertennis (quando funziona) ci sono stati tanti nuovi appassionati di tennis.. questo sport è poco conosciuto in Italia ma negli anni ci sono stati progressi.. è da sempre uno sport elitario ma almeno così è fruibile da parte di tutti…

26
gbuttit 24-02-2015 10:34

Scritto da Antony_65

Scritto da mattiavabbé. niente contro binaghi. secondo me è un ottimo esempio di “nulla” al potere. una cosa buona l’ha fatta, ma per il pubblico non per il movimento agonistico-professionistico. ha fatto una tv che trasmette gratis un sacco di tornei anche belli. e per un appassionato non è poco. c’è da chiedersi se fosse un suo compito o no.

E ti sembra poco ciò che ha fatto?! Io l’abbonamento alle pay TV non l’ho mai fatto

Bè non é che il compito di Binaghi sia quello di farti risparmiare i soldi della pay tv….
Quello che voleva dire Mattia (e che condivido) é che fa piacere a tutti gli appassionati avere una tv che trasmetta molti tornei di tennis, però non é affatto detto che questo sia il compito istituzuinale della fit… il compito istituzionale di una federazione sportiva é di fare opera di proselitismo verso la propria disciplina sportiva, ora qualcuno si sarà anche appassionato al tennis vedendo supertennis ma ho la sensazione che i tornei siano molto più seguiti da chi é già appassionato.
Quindi, dato che a quanto pare con supertennis la fit ci rimette dei soldi, qualcuno può legittimamente pensare e sostenere che tali soldi potevano essere spesi in maniera più aderente ai propri compiti istituzionali.
Certo a noi fa comodo così, ma questo é un altro discorso….

25
Il Ghiro (Guest) 24-02-2015 10:31

@ Fede-rer (#1276898)

Si, non dico siano dichiarazioni gravi, ma inopportune.
L’iniziativa di supertennis e’ certamente lodevole, ma dal presidente federale mi aspettavo un altro, vista la situazione contingente del tennis italiano.
Lasciamo per un attimo da parte di chi siano i meriti e le responsabilità dei risultati recenti del tennis italiano, perché è un discorso fuorviante che ci porterebbe lontano da quello che è l’oggetto dell’articolo, ovvero la comunicazione della fit, o del suo presidente nello specifico.
Prendiamo solo i dati.
Binaghi si trova nel periodo del rinascimento del tennis italiano.
In 5/6 anni abbiamo avuto 3 top 10 femminili(Pennette,Errani e Schiavone) e 1 che è stata 11 per molto tempo, 1 vittoria slam e 2 finali a Parigi (con 2 donne diverse), una serie di semifinali slam e le vittorie in Fed Cup, un doppio femminile che ha fatto successi in tutte le prove slam.e adesso c’è una giocatrice di potenziale come la Giorgi, che è giovane e,cosa che non guasta nell’era della comunicazione,carina.
A livello maschile abbiamo avuto i tornei vinti da Fognini, il Br a 13, i risultati di Seppi, Quinzi che ha vinto Wimbledon junior, le recenti 3 vittorie sui top 10, la storia di Vanni e per certi versi di Lorenzi.
Era anni e Vinci col libro, presentato da Buffa, la Pennetta che fa le pubblicità, e tutte e 3 che stanno diventando volti noti anche a chi non si interessa di tennis.
Cos’è ha fatto la fit in questo periodo per cavalcare l’onda, per rendere il tennis più popolare, più fruibile per gli appassionati(supertennis, già lodata, a parte), per rendere possibile a più persone l’avvicinamento a questo sporte quindi allargare la base attiva dei praticanti, che diventeranno poi anche spettatori passivi?

24
Phoedrus (Guest) 24-02-2015 10:23

Ragazzi… conserviamo questo link.
Al prossimo gennaio potrebbe concorrere per la sparata più grossa del 2015. Fognini nei top 10, ah ah.
Una comica questo Binaghi.

23
Fede-rer 24-02-2015 10:21

@ Antony_65 (#1276903)

Vabbè, supertennis è una gran cosa per noi appassionati, ma non può sostituire attualmente la pay-tv… I tornei più importanti, Master1000 e slam non si vedono su Supertennis…

22
Gabriele da Firenze 24-02-2015 10:10

A me sembra che non ci sia un rimprovero nelle sue parole, ma più una specie di scappellotto che un padre può dare al figliolo che non s’impegna a sufficienza nei suoi compiti, o che qualche volta è stato beccato a fare forca a scuola.
Piuttosto va davvero ringraziato per la Tv che ha messo in piedi (lui o comunque la Federazione sotto la sua presidenza) perché ci permette di vedere gratis moltissimi tornei, tantissimo tennis che prima o si vedeva in streaming oppure su Sky ma pagando fior di quattrini per l’abbonamento.
Una cosa gli suggerirei, potendo: con la forza della sua carica importante dovrebbe spingere i politici a sovvenzionare più tornei nel nostro Paese, nella fattispecie dovrebbe insistere con Renzi che sullo sport ci sente parecchio. E se lo si pungola nell’orgoglio e lo si spinge a fare un bel torneo importante nella sua (e nella mia) splendida Firenze (per esempio), c’è caso che riesca nell’intento.

21
Nevskij (Guest) 24-02-2015 10:04

Metà del cervello? E dov’era il cervello di Binaghi quando fece pressioni su Barazzutti per giocare il match di Coppa Davis contro la Spagna di Nadal e Ferrer sulla terra battuta a Torre del Greco? Uno—- affarista Binaghi. In Spagna stanno ancora a ridere

20
Antony_65 (Guest) 24-02-2015 09:56

Scritto da mattia
vabbé. niente contro binaghi. secondo me è un ottimo esempio di “nulla” al potere. una cosa buona l’ha fatta, ma per il pubblico non per il movimento agonistico-professionistico. ha fatto una tv che trasmette gratis un sacco di tornei anche belli. e per un appassionato non è poco. c’è da chiedersi se fosse un suo compito o no.

E ti sembra poco ciò che ha fatto?! Io l’abbonamento alle pay TV non l’ho mai fatto

19
Antony_65 (Guest) 24-02-2015 09:54

Scritto da kenny
@ Il Ghiro (#1276882)
Sono d’accordo con te. Dovrebbe invece parlare del fatto che in Italia è rimasto un solo torneo, dopo che è sparito il torneo di Palermo. Quello è il suo ambito.

Ma che c’entra la Federtennis? Della situazione econonomica del Paese non può essere responsabile Binaghi, siamo seri dai lui il torneo principale lo ha fatto crescere non poco, ma non è che può finanziare tutti i tornei, quello spetta ai politici

18
marco (Guest) 24-02-2015 09:54

Scritto da mattia
vabbé. niente contro binaghi. secondo me è un ottimo esempio di “nulla” al potere. una cosa buona l’ha fatta, ma per il pubblico non per il movimento agonistico-professionistico. ha fatto una tv che trasmette gratis un sacco di tornei anche belli. e per un appassionato non è poco. c’è da chiedersi se fosse un suo compito o no.

Che trasmette **in Italia**. Scusa la correzione, ma purtroppo per alcuni di noi supertennis non c’è.

17
marco (Guest) 24-02-2015 09:52

Scritto da kenny
@ Il Ghiro (#1276882)
Sono d’accordo con te. Dovrebbe invece parlare del fatto che in Italia è rimasto un solo torneo, dopo che è sparito il torneo di Palermo. Quello è il suo ambito.

+1 a te al Ghiro, l’avrei scritto io il commento (meno bene temo).

16
Antony_65 (Guest) 24-02-2015 09:51

Scritto da mattia
vabbé. niente contro binaghi. secondo me è un ottimo esempio di “nulla” al potere. una cosa buona l’ha fatta, ma per il pubblico non per il movimento agonistico-professionistico. ha fatto una tv che trasmette gratis un sacco di tornei anche belli. e per un appassionato non è poco. c’è da chiedersi se fosse un suo compito o no.

Ma allora se ci mettiamo a disquisire anche sulle cose buone fatte siamo messi davvero male…Diamo a Cesare quel che è di Cesare

15
Fede-rer 24-02-2015 09:49

Scritto da Il Ghiro
Periodo caratterizzato da battibecchi?meta’ del cervello?
Queste sono considerazioni che può fare un giornalista, o un critico tifoso di tennis.
Iil presidente della fit non dovrebbe attaccare o criticare un tennista, e nemmeno sfotterlo bonariamente in pubblico(se questo e’ l’intento).
Ha un ruolo istituzionale, se vuole fare critiche, magari costruttive, può farle in privato.
Capirei se ci fosse stata una polemica pubblica, ma non c’è .
Fognini Risponde alle convocazioni, ha tenuto in piedi la baracca Davis in alcune/molte circostanze, si sta riprendendo a livello di risultati, ha appena vinto una slam che in Italia non si era mai visto, ha ottenuto un risultato storico con Nadal, e invece di caricarlo il presidente si mette a fare il simpatico coi giornalisti dicendo in sostanza che è un talento sprecato?
E che è una testa calda?
Mah….

Allora, riflettendoci meglio sono d’accordo con te. Nel senso: ha perfettamente ragione, per una volta, ma tali parole non dovevano provenire dal Presidente di una Federazione. Sono parole da opinionista e non da carica istituzionale. Fognini nei confronti della Federazione si è sempre comportato bene ed al Presidente ciò deve essere sufficiente.

Ciò detto, penso e spero che Binaghi, pur sbagliando, lo abbia detto in modalità “paternalistica”: lo vedo più come un complimento che come una critica… E’ il discorso di un padre che vede che il figlio non mette a frutto la totalità del talento che la natura gli ha messo a disposizione. E comunque, si dice fiducioso che stia mettendo la testa a posto. Non penso che Fognini si offenda per queste parole, anzi… Penso che sia consapevole dei suoi errori e sappia che deve migliorare a livello comportamentale e di tenuta mentale…

14
kenny (Guest) 24-02-2015 09:38

@ Il Ghiro (#1276882)

Sono d’accordo con te. Dovrebbe invece parlare del fatto che in Italia è rimasto un solo torneo, dopo che è sparito il torneo di Palermo. Quello è il suo ambito.

13
N. 45000 atp (best ranking) (Guest) 24-02-2015 09:29

Eh eh, Binaghi, eh eh Malagò, eh eh Tavecchio, eh eh ecc. ecc….gente così. Gente così.

12
corsoever (Guest) 24-02-2015 09:25

Queste dichiarazioni conoscendo come ragiona Fognini gli faranno girare i maroni a elica. Niente di più probabile che in futuro la “testa calda” cominci a rinunciare alle convocazioni di Davis. :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

11
Fab (Guest) 24-02-2015 09:17

@ mattia (#1276866)

Quella tv costa $4milioni di euro l’anno di soldi pubblici e con quei soldi se ben amministrati si sarebbero potuti far crescere come si deve i più promettenti giovani italiani ( sia maschi che femmine! ), anche perchè con soli 4 euro al mese:

http://www.eurosportplayer.it/learn-more.shtml

ti vedi live tutto il tennis che vuoi h 24!!

Ergo, continuare a spendere soldi su Supertennistv può solo fare male al futuro del tennis italiano!!

Ma daltronde a Binaghi & Company del futuro del tennis italiano non è mai interssato più di tanto, gente solo interessata principalmente alle poltrone…. facile!!

Saluti.

Fab

10
Il Ghiro (Guest) 24-02-2015 09:15

Periodo caratterizzato da battibecchi?meta’ del cervello?
Queste sono considerazioni che può fare un giornalista, o un critico tifoso di tennis.
Iil presidente della fit non dovrebbe attaccare o criticare un tennista, e nemmeno sfotterlo bonariamente in pubblico(se questo e’ l’intento).
Ha un ruolo istituzionale, se vuole fare critiche, magari costruttive, può farle in privato.
Capirei se ci fosse stata una polemica pubblica, ma non c’è .
Fognini Risponde alle convocazioni, ha tenuto in piedi la baracca Davis in alcune/molte circostanze, si sta riprendendo a livello di risultati, ha appena vinto una slam che in Italia non si era mai visto, ha ottenuto un risultato storico con Nadal, e invece di caricarlo il presidente si mette a fare il simpatico coi giornalisti dicendo in sostanza che è un talento sprecato?
E che è una testa calda?
Mah….

9
Fede-rer 24-02-2015 09:10

Quella su Fognini, per quanto semplice-banale-scontata, è la prima cosa giusta che ho sentito dire al buon Binaghi in tanti anni! :mrgreen:

8
magilla (Guest) 24-02-2015 09:06

Scritto da mattia
vabbé. niente contro binaghi. secondo me è un ottimo esempio di “nulla” al potere. una cosa buona l’ha fatta, ma per il pubblico non per il movimento agonistico-professionistico. ha fatto una tv che trasmette gratis un sacco di tornei anche belli. e per un appassionato non è poco. c’è da chiedersi se fosse un suo compito o no.

credo che la tv serva anche per il movimento agonistico

7
bunga bunga 24-02-2015 08:56

ma questo farnetica dalla mattina alla sera!!!!!!
momento si per il tennis italiano??????
ahahhahahahahahahahahahahahahahahahahahah

allora sono 40anni che è un momento si ……

6
kicks (Guest) 24-02-2015 08:56

@ mattia (#1276866)

molto bella supertennis, ma tu ritieni sia gratis ?

5
groucho (Guest) 24-02-2015 08:50

L’altra metà del cervello della Pennetta mettiamolo nella testa di Binaghi

4
aa (Guest) 24-02-2015 08:48

ora finalmente con fognini seppi bolelli, lorenzi e vanni subito sotto…abbiamo finalmente un gruppo degno di nota! mettiamo da parte tutte le negativita’, e gioiamo di cio’! era una vita che l italia non aveva giocatori, che inizio anno di battono Federer, poi rafa, poi ti vincono slams, arrivano in finale partendo dalle qualis.. non siamo messi male dai! ora lo possiamo dire.. prima no!! c’e’ chi ha budgest tre volte I nostril e sta peggio! end of! vamosssssssssss Italia del tennis… :) ))

3
ghisallo (Guest) 24-02-2015 08:32

Caro Binaghi, la testa nel tennis va seguita fin dall’inizio, è questo che non vi entra in testa. Federer era peggio di Fognini, ma fin da quando aveva 16 anni è stato seguito. I tuoi maestri FIT disdegnato questo aspetto, lo rimandano sempre dicendo che c’è tempo. Invece è un aspetto che va allenato come i colpi, fin da quando un ragazzo decide di fare tennis agonistico. Perché i ragazzi fanno la preparazione atletica e non quella mentale? Non si dice che il tennis è uno sport quasi esclusivamente mentale? Ebbene nessun circolo allena mentalmente i ragazzi fin dall’inizio. E’ una questione di educazione, è inutile ripetere le solite cose se Fognini avesse la testa di… se Nargiso avesse avuto la testa di… Dillo ai tuoi maestri di iniziare subito, e vedrai che questo discorso non si farà più. Se Fognini non avesse allenato i colpi non avrebbe i colpi che ha, giusto? E se tu non fossi presidente forse Fognini avrebbe metà della testa della Pennetta.

2
mattia (Guest) 24-02-2015 08:12

vabbé. niente contro binaghi. secondo me è un ottimo esempio di “nulla” al potere. una cosa buona l’ha fatta, ma per il pubblico non per il movimento agonistico-professionistico. ha fatto una tv che trasmette gratis un sacco di tornei anche belli. e per un appassionato non è poco. c’è da chiedersi se fosse un suo compito o no.

1

Lascia un commento