Notizie dal Mondo Copertina, Generica

Rafael Nadal: “E’ normale che l’ambizione sia diversa da quella degli altri anni, ma sono sereno per quanto fatto durante tutta la carriera. Non ho nulla da perdere”

04/12/2014 09:59 3 commenti
Rafael Nadal classe 1986, n.3 del mondo
Rafael Nadal classe 1986, n.3 del mondo

Il 1° dicembre, Rafa Nadal è tornato ad allenarsi dopo un mese e mezzo di inattività forzata, causa appendicite. Il campione delle Baleari si è presentato di fronte ai microfoni del quotidiano AS per descrivere la preparazione in vista del 2015, le sensazioni provate al ritorno sui campi da tennis e la ambizione (ancora forte) di competere ai più alti livelli.

Avendo disputato soltanto sette incontri ufficiali sin da Wimbledon, Nadal inizia manifestando il bisogno di ritrovare il ritmo-partita, inevitabilmente venuto a mancare tra l’infortunio al polso e l’appendicite. “L’idea è di migliorare fisicamente e ritrovare la condizione ottimale per Doha, cercando di recuperare quella competitività che ho perso da mesi.”

Nadal sta lavorando alacremente in preparazione all’Open d’Australia, primo grande appuntamento del calendario tennistico 2015 che aprirà i battenti tra circa 50 giorni. “Riuscendo ad allenarmi al meglio ed a ritrovare un buon tennis sin dall’inizio dell’anno, potrei arrivare in Australia ben preparato”, fa presente.

Rafa parla anche di motivazioni. Motivazioni, che con il passare degli anni e l’arricchirsi del palmares, potrebbero mutare. “E’ normale che l’ambizione sia diversa da quella degli altri anni, ma sono sereno per quanto fatto durante tutta la carriera. Non ho nulla da perdere. Ho però la voglia di ritrovare quelle sensazioni e di poter tornare ad essere competitivo contro chiunque”. La persona che lo intervista menziona Federer, riferendosi a quello che potrebbe essere un esempio di come si possano mantenere salde le motivazioni, nonostante l’età. “Federer ha vissuto annate ottime ed alcune meno buone, tuttavia quest’ultima lo ha visto essere sempre molto competitivo. Con il passare degli anni la continuità non può non cambiare, l’importante è affrontare gli impegni più significativi nelle migliori condizioni possibili.”

Rafa non esita a dirsi motivato dalla sfida che lo attende, quella di tornare a contendere i trofei più prestigiosi con due colossi, quali Federer e Djokovic. “Loro ricominceranno già al 100%, io dovrò riprendere da zero, dovendo recuperare quanto perso negli ultimi sei mesi. Sarà una bella sfida per migliorarmi, sono motivato”, conclude.


Edoardo Gamacchio


Fonte: Punto de Break


TAG: , ,

3 commenti

manuel (Guest) 04-12-2014 21:43

parla da re rafa ,e do ragione al suo discorso perchè a quei livelli non bisogna mai mollare,e rafa nel 2015 non dovrà mollare.

3
Beh (Guest) 04-12-2014 21:05

@ Lorinimario (#1222317)

Quale foto? Puoi postarla?

2
Lorinimario (Guest) 04-12-2014 19:41

Non capisco perché continua a parlare di Roger e di Novak: se ha finalmente capito di essere superiore a Roger e Novak dal punto di vista tennistico, allora perché non li lascia perdere? Comunque, tornando al recupero in vista dell’ appuntamento con l’Australia ( intendo gli Australian open 2015), sembra che stia proseguendo benissimo.
Ho visto una foto rilasciata da Rafa: quei muscoli che aveva a circa 20 anni sembrano tornati più forti che mai. Vamosssssssssssssssssssssss !!!!!!!!!!! N

1