Circuito ATP ATP, Copertina

ATP 250 Firenze e Gijon: I risultati con il dettaglio del Day 1. A Firenze eliminati Flavio Cobolli che manca due match point, Giulio Zeppieri e Francesco Maestrelli

10/10/2022 23:30 311 commenti
Flavio Cobolli ITA, 2002.05.06 - Foto Sposito
Flavio Cobolli ITA, 2002.05.06 - Foto Sposito

Niente da fare per Francesco Maestrelli, wild card, subito eliminato dal torneo ATP 250 di Firenze.
L’azzurro si è arreso all’americano J.J. Wolf classe 1998 e n.75 ATP con il risultato di 46 62 61.
Da segnalare che Francesco dopo aver vinto il primo set per 6 a 4, nel secondo parziale l’americano ha cambiato marcia strappando per due volte il servizio all’azzurro e vincendo la frazione per 6 a 2.
Stessa storia nel terzo e decisivo set con Maestrelli che cedeva la battuta nel quarto e sesto gioco e dopo aver mancato una palla per recuperare un break sull’1 a 5 usciva di scena dal torneo per 6 a 1.

Fuori anche Giulio Zeppieri mai in partita contro il turno Celikbilek che si è imposto per 63 62.

Il terzo italiano di giornata in gara, Flavio Cobolli (n° 164), invece ha mancato due match point, avanti 6-4 5-4, prima di venir ripreso dal più esperto francese Corentin Moutet (n° 69). Il fiorentino Cobolli è riuscito a rimanere vivo nel match per oltre due ore e mezza recuperando un break di svantaggio nel cuore del terzo set e arrendendosi dopo aver annullato due match point.



ITA ATP 250 Florence (Italia) – 1° Turno, cemento (al coperto)



Campo Centrale – Ora italiana: 11:00 (ora locale: 11:00 am)
1. [5] Aslan Karatsev vs Tallon Griekspoor NED
ATP Florence
Aslan Karatsev [5]
40
6
2
Tallon Griekspoor
15
3
1
Vincitore: Karatsev

2. Daniel Elahi Galan COL vs Roberto Carballes Baena ESP

ATP Florence
Daniel Elahi Galan
2
1
Roberto Carballes Baena
6
6
Vincitore: Carballes Baena

3. J.J. Wolf USA vs [WC] Francesco Maestrelli ITA

ATP Florence
J.J. Wolf
4
6
6
Francesco Maestrelli
6
2
1
Vincitore: Wolf

4. [WC] Giulio Zeppieri ITA vs [Q] Altug Celikbilek TUR (non prima ore: 19:30)

ATP Florence
Giulio Zeppieri
3
2
Altug Celikbilek
6
6
Vincitore: Celikbilek

5. [Q] Flavio Cobolli ITA vs Corentin Moutet FRA

ATP Florence
Flavio Cobolli
6
5
4
Corentin Moutet
4
7
6
Vincitore: Moutet







Campo 1 – Ora italiana: 12:00 (ora locale: 12:00 pm)
1. [1] Wesley Koolhof NED / Neal Skupski GBR vs Nicolas Mahut FRA / Edouard Roger-Vasselin FRA

ATP Florence
Wesley Koolhof / Neal Skupski [1]
2
4
Nicolas Mahut / Edouard Roger-Vasselin
6
6
Vincitore: Mahut / Roger-Vasselin

2. Andrey Golubev KAZ / Ben McLachlan JPN vs Lorenzo Sonego ITA / Andrea Vavassori ITA

ATP Florence
Andrey Golubev / Ben McLachlan
5
2
Lorenzo Sonego / Andrea Vavassori
7
6
Vincitore: Sonego / Vavassori















ESP ATP 250 Gijon (Spagna) – 1° Turno, cemento (al coperto)



Pista Central – Ora italiana: 13:00 (ora locale: 1:00 pm)
1. Benjamin Bonzi FRA vs Thiago Monteiro BRA
ATP Gijon
Benjamin Bonzi
4
5
Thiago Monteiro
6
7
Vincitore: Monteiro

2. [7] Sebastian Baez ARG vs Constant Lestienne FRA

ATP Gijon
Sebastian Baez [7]
30
6
4
Constant Lestienne
0
7
4
Vincitore: Lestienne

3. [PR] Dominic Thiem AUT vs Joao Sousa POR (non prima ore: 17:30)

ATP Gijon
Dominic Thiem
6
6
Joao Sousa
2
0
Vincitore: Thiem

4. [WC] Martín Landaluce ESP vs [5] Tommy Paul USA

ATP Gijon
Martín Landaluce
3
0
Tommy Paul [5]
6
6
Vincitore: Paul







Pista 1 – Ora italiana: 13:00 (ora locale: 1:00 pm)
1. Marcos Giron USA / Hunter Reese USA vs Nathaniel Lammons USA / Jackson Withrow USA

ATP Gijon
Marcos Giron / Hunter Reese
1
4
Nathaniel Lammons / Jackson Withrow
6
6
Vincitore: Lammons / Withrow

2. [WC] Sergio Martos Gornes ESP / Jaume Munar ESP vs [2] Simone Bolelli ITA / Fabio Fognini ITA

ATP Gijon
Sergio Martos Gornes / Jaume Munar
3
6
Simone Bolelli / Fabio Fognini [2]
6
7
Vincitore: Bolelli / Fognini

3. Pedro Cachin ARG / Francisco Cerundolo ARG vs [4] Francisco Cabral POR / Jamie Murray GBR

ATP Gijon
Pedro Cachin / Francisco Cerundolo
1
2
Francisco Cabral / Jamie Murray [4]
6
6
Vincitore: Cabral / Murray

4. Arthur Rinderknech FRA vs [LL] Carlos Taberner ESP

ATP Gijon
Arthur Rinderknech
6
6
Carlos Taberner
3
3
Vincitore: Rinderknech

311 commenti. Lasciane uno!

Annie (Guest) 11-10-2022 14:42

Allora, Maestrelli ha giocato un primo set entusiasmante, mi stava piacendo tantissimo, risposta folgorante al servizio, rovescio lungolinea alla Nole..peccato che non ha retto alla distanza, per disabitudine e giovinezza, ma spero tanto che giocando si irrobustisca mentalmente perché ha davvero tante potenzialità e un tipo di gioco moderno e gradevolissimo. Zeppieri ha accusato un malessere fisico che purtroppo lo ha bloccato, con mio grande dispiacere, e Cobolli, bravissimo, perseguitato dalla fortuna di Moutet.. e meno male che sotto accusa per intemperanze è sempre e solo Nole, il francese fra racchette sfasciate, polemiche e atteggiamento antisportivo ne ha combinate più in due ore che Nole in tutta la carriera, ma questo è stato radiato da uno Slam, Moutet la fa sempre franca, compreso quando è venuto alle mani.

311
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
tinapica 11-10-2022 12:21

Scritto da velenopuro

Scritto da Az67

Scritto da velenopuro

Scritto da Az67

Scritto da braccino

Scritto da Ging89
Maestrelli era l’unico che poteva vincere oggi.
Il potenziale è altissimo e chi gli ha insegnato quel dritto dovrebbe andare in prigione.

… e che gli serva da lezione.

Citazione per intenditori…..

Edo

Sei un Intenditore.

Seguito dal primo LP, visto almeno 3 concerti..
Discografia completa fino al 92 (compreso l’LP di Joe Sarnataro)
Poi ha fatto la fine di Battisti (musicalmente parlando), si è spento…

@ velenopuro (#3357327)

Si spense ben prima!
L’ultimo disco “Bennatiano” degno di ascolto e di menzione è “È arrivato un bastimento”. Poi scempiaggini come “Viva la mamma” o “Notti magiche”, ed i dischi che le contenevano, son ben antecedenti al ’92. Joe Sarnataro rappresenta un momento anomalo nella produzione di Bennato ed è un buon disco isolato tra le mediocri/scarse produzioni precedenti e seguenti.
I capolavori per me sono tutti figli degli anni ’70, con la trilogia “I buoni e i cattivi”, “La torre di Babele” e “Burattino senza fili” a rappresentarne l’apice. Già il pur ottimo “Sono solo canzonette” ed il pur notevole “Uffà uffà” rappresentarono l’inizio della decadenza.
Battisti è tutt’altra cosa: egli non rimase, sostanzialmente, senza nuove idee musicali come Bennato, anzi, continuò proprio fino in fondo alla ricerca di nuovi percorsi musicali e poetici.
Che poi quei prodotti abbiano spiazzata la massa che avrebbe voluto lui continuasse sui confortevoli binari che il binomio con Mogol aveva tracciato è un altro discorso. Ma sostenere che in Battisti da un certo punto in poi si sia “spenta” la luce è proprio sbagliato: egli ne accese altre di difficile percettibilità ai nostri sensi, ma intanto lui non inseguiva più il consenso di massa (e, secondo me, se lo poteva benissimo permettere).

310
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Betafasan 11-10-2022 12:02

Zeppieri purtroppo ha la testa della Giorgi e di Travaglia…stesso segno!

309
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Tafanus 11-10-2022 11:58

@Fabio – Ma doc’è finito Fabio? Quello che si era arrapato perchè gli italiani avevano vinto quest’anno 13 challengers, con 11 giocatori diversi??? Tre challengers vinti da Nardi, 10 vinti da dieci giocatori diversi.

Conclusioni del Fabius??? Questa è la prova che l’Italtennis ha un radioso futuro assicurato.

Peccato, Fabius… I nostri fantastici vincitori di un challenger in tutto l’anno impietosamente stirati. Tre GRANDI PROMESSE, tutte fuori al primo turno.

Fabius, ravvediti! Il fatto che in dieci abbiano vinto un solo challenger, salva il solo Nardi. Controprova? La splendida partita giocata alla pari contro Tsitsipas.

I Nagnifici dieci restanti??? In 5 hanno pi di 25 anni, uno ha 29 anni, un altro 30…

E PENSARE, rima di scrivere???

308
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Tafanus 11-10-2022 11:51

@ Perugino doc (#3356691)

@ Ging89 (#3356741)

@ Marcus91 (#3356768)

@ Gabriele (#3356796)

@ Albo (#3356863)
.

E stare zitti, ogni tanto, NO?

307
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
tinapica 11-10-2022 11:44

0 su 3 non è certo un bel risultato.
Mi aspettavo che Zeppieri battesse il Turco, invece neanche ci è andato vicino.
Maestrelli almeno ha giocata una signora prima partita e Cobolli ha rischiato di vincere con Moutet.
Ma Zeppieri rappresenta la vera delusione di giornata, lui che aveva perfino saputo impensierire AlcarazGarfia.

306
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Tafanus 11-10-2022 11:41

Scritto da Forzaschiavo
Vedi un po’ Cobolli, non l’avevo visto ancora giocare, mi piace, bell’atteggiamento, avanti così!

Profetico (e portatore sano di sfiga)

305
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Luca Martin (Guest) 11-10-2022 10:47

Scritto da Supporter dei poeti estinti

Scritto da Az67

Scritto da velenopuro

Scritto da Az67

Scritto da braccino

Scritto da Ging89
Maestrelli era l’unico che poteva vincere oggi.
Il potenziale è altissimo e chi gli ha insegnato quel dritto dovrebbe andare in prigione.

… e che gli serva da lezione.

Citazione per intenditori…..

Edo

Sei un Intenditore.

Burattino senza fili.

Se c’è ancora qualcuno che ama Edo, allora non tutto è perso.

304
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Sporadico 11-10-2022 10:01

Scritto da Lupin
Leggere questo forum è buffo: Maestrelli, Zeppieri e Cobolli ieri hanno perso tutti e tre ma qua ci sono solo valanghe di messaggi positivi sulle loro sconfitte! Ma se sono così bravi (e per me Maestrelli lo è davvero ma dovrebbe affidarsi ad altro coach e staff) perché perdono e non fanno il famoso salto? Sarà mica per caso che sono guidati male se non malissimo, affidati a gente che non sa fare il mestiere per cui viene profumatamente pagata? Meditate gente, meditate (invece di lodare sempre le sconfitte)!

Caro Arsenio, non so se ti riferisci anche a me ma personalmente credo di non aver postato alcun messaggio che celebri le sconfitte dei nostri ragazzi. Ti faccio però notare che Maestrelli e Cobolli hanno perso in un torneo ATP e con due top 100 (e anche particolarmente ostici) e che il primo non ha compiuto nemmeno i 20 anni. Quindi, cercare di valorizzare qualche elemento positivo emerso nonostante le sconfitte, mi pare del tutto naturale in un contesto di appassionati di tennis italiani. Piuttosto dovresti meditare tu, sul tuo inspiegabile atteggiamento da detrattore incallito.

303
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Betafasan
velenopuro 11-10-2022 09:48

Scritto da marcello

Si sono d’accordo su Cobolli. Pur non avendo troppa esplosività nei colpi scambia bene, da la sensazione di discreta solidità.
Del resto se è arrivato un po’ prima della maggior parte dei suoi colleghi in top 150, qualche motivo ci sarà.
L’ultimo anno è stato di assestamento perché, a differenza di sinner e Musetti non ha (o aveva?) da subito il tennis per stare nel circuito maggiore atp.
Ma è indubbio che ha delle doti di tenacia, volontà, e comunque pochi o nessun grosso punto debole per poter ambire un’ulteriore scalata, quando avrà acquisito l’esperienza e la consapevolezza giusta.
E forse questo nuovo periodo di crescita 2.0 potrebbe essere appena iniziato

Vorrei far notare che Cobolli è più o meno in pari nel bilancio vittorie/sconfitte
Pur giocando quasi solo Challenger (dove è 25/22 )

302
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Sporadico 11-10-2022 09:34

Scritto da giorgione

Scritto da Sporadico

Scritto da Marcus91

Scritto da fisherman

Scritto da Marcus91
Molto contento per i turco. Questa partita è stata l’emblema di due atleti dove uno (pur limitato), ci teneva tantissimo e ha sputato sangue e anima in campo. Dall’altra parte un giocatore molto ben dotato (io adoravo Zeppieri), ma che stava la per caso e anche abbastanza scazzato.
Purtroppo senza testa non si va da nessuna parte e Zeppieri in più di un’occasione ha dimostrato di non esserci.
Una capitata in top100 la farà, ma se non cambierà atteggiamento raccoglierà le briciole rispetto a tanti altri, italiani compresi.

Marcus..la tua disamina e’ giusta,ineccepibile : hai descritto con crudezza quella che e’la realta’delle cose:
Zeppo deve crescere molto sotto il profilo agonistico,della lotta e del mordente,non può pensare di giocare solo di braccio.Tecnicamente Giulio non si discute e il talento di cui dispone e’notevole ma deve maturare e migliorare molto ,aggiungo,anche sul piano della mobilita’soprattutto laterale e come gioco di piedi,dove e’ un po’ carente.
Oggi abbiamo assistito a un match che ha messo di fronte ,da una parte,uno,il Turco,ben preparato atleticamente e buono ma nulla di più sotto il profilo dei colpi,che ha vomunque giocato in modo solido e ordinato facendo il suo,
dall’altra,Zeppieri molto superiore tecnicamente ma deficitario sul piano atletico e con scarsa convinzione ..ebbene ha vinto il primo,come facilmente ci si può aspettare e lo ha fatto in piena Legittimità dimostrando che in un circuito con cosi tanto equilibrio di valori fra giocatori,talvolta vince il più determinato,non necessariamente il piu forte sul piano tecnico.
Complimenti a Celikbilek,che e’in crescita,in grande fiducia questa settimana dopo avere eliminato Safiullin..potrebbe essere un outsider vero qui a Firenze.
Per Giulio,la parziale scusante dell’infortunio alla schiena

Ti ringrazio, Fisherman
E colgo l’occasione per farti i complimenti per i tuoi commenti sempre precisi e garbati. Un vero piacere leggerti.
Per quanto riguarda Giulio la coda che fa rabbia è vedere sprecare certe opportunità.
Oggi veramente sono stato felice per il turco. Stava col coltello tra i denti, ha fatto un’ottima partita per le sua possibilità.
Si vede che non è un talento innato, ma con tanto lavoro, umiltà e impegno oggi si è tolto una grande soddisfazione.
Spero che per Zeppieri prendere certe “scoppole” gli possano fare cambiare atteggiamento.

Mi permetto solo di precisare che non possiamo “colpevolizzare” Zeppieri per il suo “atteggiamento”. La scarsa combattività e la tendenza ad abbattersi fanno parte della “dotazione” che madre natura fornisce a ogni atleta, non sono atteggiamenti che l’atleta stesso si diverte ad assumere e che potrebbe, volendo, agevolmente rimuovere. Non credo che Zeppieri non lavori su questi aspetti ma, purtroppo, ognuno è quel che è. Madre natura è la stessa che però lo ha dotato della tanto declamata pesantezza di palla. Quel che è vero è che da junior, se tiri straordinariamente più forte degli altri, per ciò solo fai la differenza. Da pro, se sali a un certo livello, a tirare forte son capaci quasi tutti e la differenza la fai con le capacità atletiche e la solidità mentale. Non a caso Zeppieri è stato uno degli junior più forti in circolazione ma entrato nei pro ha incontrato non poche difficoltà.

non sono assolutamente d’accordo. dire che è tutto merito/demerito della persona a causa di madre natura equivale a deresonsabilizzare la persona. E poi non è affatto così. Potrei citarne di esempi, il più significativo è federer. a inizio carriera era come zeppieri se non peggio: racchette per aria e rotte, sempre incazzato, supponente ecc. più volte lui stesso ha ribadito che il suo più grande cruccio è stato quello di non aver cambiato atteggiamento prima. a parte il fatto che casomai, più di madre natura, bisognerebbe rimproverare l’educazione ricevuta, in ogni caso la forza di volontà è potenzialmente molto più forte dei vari condizionamenti che abbiamo ricevuto. zeppieri è così anche perché vuole esserlo. gli viene naturale, ha avuto quegli esempi davanti durante la crescita. ma cambiare si può, in qualsiasi momento. può non essere facile, ma si può ripeto.

Credo che stiamo parlando di due cose diverse. L’atteggiamento che viene rimproverato a Zeppieri come causa delle sue sconfitte non è quello di quando minacciò il giudice di sedia. Atteggiamento che fu anche di Federer, il quale fu bravo poi a correggersi, come giustamente tu dici. L’atteggiamento di cui parlavo è la scarsa combattività che Zeppieri dimostra quando le cose iniziano a mettersi male, la tendenza ad abbattersi presto e a perdere la concentrazione. Ecco, queste sono “dotazioni” che ti da madre natura, come quella dell’esplosività dei colpi che invece lui ha (che deriva dalla facilità nel compiere un complesso gesto tecnico-muscolare). L’educazione ricevuta non c’entra nulla! La carenza di certe dotazioni la puoi certamente supplire con il lavoro ma fino a un certo punto. E rimproverare a Zeppieri che non ci stia provando, è sommamente ingiusto.

301
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Betafasan