Soffre, rimonta e vince l'azzurro ATP, Copertina

Roland Garros: Sinner salva un match point e supera Herbert al quinto. Prestazione altalenante di Jannik, che trova Mager al secondo turno

31/05/2021 14:47 145 commenti
Jannik Sinner
Jannik Sinner

Esordio con vittoria ma molto sofferta per Jannik Sinner a Roland Garros 2021. L’azzurro annulla un match point nel quarto set, rimonta Pierre-Hugues Herbert e lo supera 6-4 al quinto. Una prestazione altalenante per l’azzurro: partenza spettacolare nel primo set, annichilito il francese a furia di accelerazioni potenti e precise. “Overpowered” come dicono i brit. Poi nel secondo un calo, generale, dal servizio al diritto; fino a un vero crollo, con larghe fasi della partita giocate con troppa fretta, tanti errori col diritto e scelte tatticamente errate, sempre con il servizio fuori fase. Nel quarto set è stato invece bravissimo a reggere gli assalti del rivale, cancellare cinque palle break e poi un match point nel decimo game. Qua ha tirato fuori il campione che è in lui: ha ritrovato precisione nella spinta, qualche ottima risposta ed ha messo pressione su Herbert, non uno “solidissimo” nelle fasi calde. Ha approfittato delle sue incertezze per compiere l’allungo decisivo nel rush finale del quarto e quindi scappare subito via nel quinto, finalmente sorretto anche dal servizio.

Classe, testa e grinta, Grande Jannik! Rimontare una partita praticamente persa, annullando match point, è un segnale inequivocabile di forza, qualità fisiche e mentali. Nel quinto è finalmente andato dritto verso il successo, non ha concesso più nulla, altro segnale di forza. Quindi una vittoria molto importante, ottenuta giocando bene e poi male, ritrovandosi dopo esser stato sull’orlo del baratro. Ma dopo aver applaudito la reazione e vittoria di Sinner, è giusto sottolineare gli aspetti negativi della sua prestazione, perché purtroppo ce ne sono stati.

Dopo un inizio così poderoso, incontenibile, era lecito aspettarsi un calo da Jannik. Il calo è arrivato, ma quel che non doveva arrivare era il cambio di attitudine e l’incapacità di ritrovare il filo del suo tennis, smarrito per larghi tratti del secondo e terzo set, con momenti sconfortanti. Herbert è un tennista creativo, un attaccante, uno che ci prova togliendoti il tempo in risposta e poi servendo bene. Non è solido, infatti è imploso in alcuni momenti importanti (rimontato da 5-2 nel terzo set, per esempio, e giocato malissimo l’undicesimo e decisivo game nel quarto). Ma fa riflettere come Sinner non sia riuscito a riprendere in mano la partita in quelle fasi, abbia “accettato” di giocare sull’uno-due, di fretta. Tutto è nato da un calo nei colpi di inizio gioco. Prima il servizio (fase su cui deve crescere esponenzialmente), e quindi in risposta. Il francese ha iniziato a servire meglio nel secondo set, ma alla fine ha costruito la sua rimonta sulle prime cariche esterne, senza troppe variazioni. Sinner per molti games ha subito queste soluzioni, senza trovare una contromossa. Inoltre Herbert ha trovato un bel tempo di impatto sulle seconde, accelerazione dritto per dritto e via avanti. Jannik qua forse avrebbe dovuto servire prime meno veloci e più cariche per non esporsi al rischio di troppe seconde di servizio, ben aggredite dal rivale. Inoltre nello scambio, quando Herbert ha iniziato a prendersi rischi forzando i tempi, Sinner si è adeguato a quei tempi di gioco rapidissimi, prendendo a sua volta troppi rischi con soluzioni affrettate, colpi giocati con poco equilibrio e basse percentuali. Esattamente dove il francese voleva portare il match, e l’opposto di quel che rende Jannik un tennista pericolosissimo. Sinner ha perso pazienza, ha affrettato i tempi, si è preso troppi rischi su soluzioni a lui non congeniali. Ha smesso per tutta la fase centrale del match di “macinare” tennis, costruire scambi ad alta intensità e ritmo, quelli che Pierre-Hugues non riusciva a contenere all’avvio. Merito del rivale, veloce nel verticalizzare e toccare sulla rete; ma anche demerito di Jannik, che non è riuscito a rispondere con continuità e si è fatto prendere dalla frenesia. Spesso sparacchiava lungo il primo colpo uscendo dal servizio, magari mal messo coi piedi, una situazione che è l’opposto di un Sinner “vincente”, quello che arriva benissimo sulla palla e sceglie il momento ideale per accelerare a tutta, con potenza e controllo.

Sicuramente l’azzurro rivedrà la partita e ne farà tesoro. Ha vissuto fasi dell’incontro molto negative, in cui ha perso il controllo del tempo del match e si è fatto trascinare dal rivale fuori dalla sua zona di comfort. È stato bravo a reggere, reagire alla difficoltà, e alla fine a vincere. Solo uscendo dalle difficoltà si cresce, si impara. Da questa sofferta vittoria, Jannik imparerà moltissimo. Al prossimo turno, derby con Gianluca Mager.

 

Marco Mazzoni

 

La cronaca della partita.

Jannik Sinner inizia il suo Roland Garros 2021 alla risposta, Pierre-Hugues Herbert al servizio. Parte male il francese, un doppio fallo nel secondo punto gli costa lo 0-30. Corre avanti Herbert ma affossa malamente la volée, tutt’altro che impossibile. 15-40 e prime palle break per Sinner. Jannik vince il primo scambio del match, chiude col rovescio cross. Break Sinner, subito avanti 1-0. Herbert prova ad entrare a tutta in risposta, l’azzurro non si fa trovare impreparato. 2-0 Sinner. Il francese nel terzo game attacca a tutta, nello scambio non c’è gara tra i due, troppo più consistente e potente Jannik. Con un paio di volée ottime ed un servizio esterno molto carico, Herbert vince il primo game del match. Sinner ha iniziato benissimo la partita: serve bene, spinge in sicurezza col diritto, sembra centrato e sicuro. 3-1 avanti in 12 minuti di match. Quando Jannik entra a tutto braccio in scambio nella palla di Pierre-Hugues genere una velocità incredibile. Con un paio di accelerazioni “doc” si procura sul 30-40 la palla per il 4-1. Il doppio break arriva: Jannik si abbassa con grande coordinazione su di una palla in back del rivale, impatta un rovescio fulminante incrociato, bellissimo. I due sembrano giocare a due velocità troppo diverse, Herbert non riesce a contenere la potenza dell’azzurro. Sinner vola 5-1 si procura due set point in risposta nel settimo game. Si scambia sul primo, a grande velocità e profondità, è il francese a sbagliare in lunghezza. 6-1 Sinner, un set dominato in modo totale dall’azzurro.

Secondo set, Sinner scatta al servizio. Herbert approfitta di un primo calo alla battuta di Jannik, entra forte in risposta e corre avanti, togliendo il tempo all’azzurro. 0-30. Lavora col diritto Jannik, impatta 30 pari ma sbaglia un brutto rovescio in uscita dal servizio, primo vero “unforced” del match, è palla break Herbert. Rischia troppo in risposta PHH, su di una seconda di servizio molto aggressiva, si salva Sinner e vince il primo game del set. Anche Herbert vince un buon game di servizio, e continua a martellare in risposta, “da doppista”, incontro alla palla e via avanti. Di nuovo 0-30 lo score, e doppio fallo Sinner! 0-40, ora le palle break sono 3 e consecutive. Ottimo schema di Pierre-Hugues: smorzata precisa, avanza e tocca delicatamente di rovescio cross. Break Herbert, 2-1 avanti, per la prima volta nel match. Sinner “non ci sta”: aggredisce ogni palla del rivale con grande potenza, chiude di rovescio sullo 0-30 su di una smorzata stavolta pessima. 0-40, tre palle del contro break per l’azzurro. Se lo prende alla seconda chance, vola via un rovescio di Herbert. Contro Break, 2 pari lo score, bravo Jannik nel trovare l’immediata reazione al primo momento di difficoltà. Sul 3 pari, nel settimo game, Sinner si fa sorprendere da una bellissima accelerazione lungo linea di rovescio del francese. 15-30. Perde quindi completamente il controllo del diritto Jannik, 15-40 e due palle break.  Si è forse innervosito l’azzurro, perde campo nello scambio e perde pure precisione col diritto, che muore in rete nello scambio. BREAK Herbert, di nuovo avanti 4-3. Dal dominio totale nello scambio a favore di Sinner nel primo set, ora la partita è tornata in equilibrio sul piano del gioco, qualche errore di troppo da parte dell’italiano e bravo Herbert a trovare soluzioni incisive. Rischia col servizio Hubert, è l’unico modo per arginare la potenza di Jannik in risposta. Con un bel contro piede Pierre-Hugues consolida il vantaggio, avanti 5-3. Il nono game va ai vantaggi, Sinner spinge ma Herbert ora trova un buon timing sui colpi potenti dell’azzurro. Jannik è nervoso: arriva bene sulla palla corta di Herbert ma scarica troppa potenza sulla palla, che muore in rete. Set Point Herbert! Si scambia col rovescio, Pierre-Hugues è il primo a sbagliare. Due buoni servizi aiutano Jannik, resta in scia sul 4-5. Herbert serve per chiudere il set. Serve bene, è deciso, vola 40-0 e chiude al secondo set point, malamente in rete un rovescio di Sinner. 6-4 Herbert, bravo il 30enne di Schiltigheim, più offensivo e meno falloso.

Terzo set, si riparte con Sinner alla battuta. Buon game al servizio, l’azzurro muove lo score. Il set avanza rapido sui turni di battuta, senza scossoni. Jannik rispetto al primo set fa fatica ad incidere alla risposta, mentre Pierre-Hugues è salito tantissimo nella risposta, soprattutto di rovescio, un ribaltamento che ha riaperto totalmente la partita. Quinto game, Sinner sbaglia un diritto, si va 30 pari. Jannik subisce un’eccellente risposta di Pierre-Hugues, si apre il campo e infila una grande accelerazione. È palla break per Herbert! Se la gioca bene il francese: sulla seconda di servizio, entra bene col diritto inside out, Sinner spara in rete, sorpreso. BREAK Herbert, avanti 3-2 e servizio. Il primo calo con la prima è costato carissimo a Jannik. Ora sembra in confusione l’azzurro, come dimostra un comodo tocco sotto rete spedito largo. Troppi errori, troppa fretta. 4-2 Herbert. anche l’ottavo game è complicato per Sinner, tra qualche bel punto ma anche errori e indecisioni. Ai vantaggi, Herbert trova un bello scherma risposta – affondo, si procura la palla del 5-2. Come se la gioca il francese: con pazienza lavora lo scambio, rimette in difesa e quindi lo gira suo favore con un diritto molto angolato, per chiudere col rovescio in lungo linea. Bravo Herbert, Doppio Break vola 5-2 a servire per il terzo set. Jannik ha perso il filo del suo tennis, fiducia, intensità. Finalmente l’azzurro trova profondità nello scambio e poi un bel passante correndo indietro. 15-30. Però rovina tutto sparacchiando un rovescio banale di scambio. 30 pari. Con una bella risposta si procura la prima palla break da molto tempo nel match. Rischia un serve and volley Herbert, è punito da una risposta consistente di Jannik. Break l’azzurro, recupera uno dei due game di svantaggio, serve sotto 3-5.  Punisce un paio d’attacchi troppo deboli del francese, si porta 4-5. Scatta benissimo Jannik, prima una grande risposta e poi un passante di rovescio in corsa perfetto, potente e preciso. 0-30. Un’altra risposta solida provoca l’errore di volo del francese, che crolla 0-40 e cede il secondo game di fila al servizio affossando una volée difficile, su di una risposta potentissima dell’azzurro. Rimonta Sinner! Da 2-5 a 5 pari, reazione violenta, con Hebert che l’ha aiutato con alcuni attacchi troppo morbidi. Fa il pugno Jannik, è tornato in partita con la sua intensità. Col servizio strappa un paio di punti molto importanti, e col diritto ha ricominciato a martellare. Con parziale di 16 punti a 4 ora è lui avanti 6-5, e tanta pressione e memorie negative su Herbert. Inizia con coraggio il francese, vince lo scambio più lungo del match, 21 colpi. Quindi Ace. Stavolta non trema, si va al tiebreak. Inizia male Sinner, spedisce in rete un diritto aggressivo in lungo linea, un po’ fretta nel cercare lo strappo da una posizione non ideale. Si rifà con un buon passante, non definitiva la volée di Pierre-Hugues. 1 pari. Altro punto per Jannik, sbaglia la volée Herbert. 2 pari, colpisce male l’azzurro una palla “in pancia”. 3-2 Sinner, out la risposta del francese. Si gira 3 pari. Tanta tensione in questo tiebreak, arriva un altro erroraccio, stavolta di Pierre-Hugues, che affretta un diritto fuori equilibrio. 4-3 Sinner. Niente prima, e diritto sparacchiato a mezza rete. 4 pari. Ancora out un diritto di Sinner, troppa fretta… 5-4 Herbert, continui capovolgimenti per errori. Aggressivo Herbert, rischia un serve and volley, Sinner intuisce ma risponde in rete. 6-4 Herbert, due set point! Ottimo il serve and volley del francese da destra, prima esterna e volata comoda a campo aperto. 7-4 Herbert, un set rocambolesco, con molti rimpianti per Sinner, bravo a rimontare da 2-5 ma sprecato con un tiebreak brutto, giocato con tensione e scelte tattiche errate.

Quarto set, inizia al servizio Herbert. Sinner cerca di mettere la testa avanti, scatta 0-30. Con una splendida palla corta Pierre-Hugues chiama avanti l’azzurro e si prende il punto. Un gatto sotto rete il francese, insiste nelle sue scorribande e chiude con ottima posizione. Si salva Herbert, muove lo score nel set, 1-0. Il set scorre sui turni di servizio, più rapidi e meno complicati quelli dell’azzurro, più laboriosi per Herbert, ma senza palle break. Sinner ci prova di più in risposta, è tornare ad incontrare la palla in modo aggressivo, ma Herbert serve bene. Nel quinto game Jannik si porta 0-30, Pierre-Hughes trova un diritto cross difficilissimo, si cava da un buco piuttosto profondo… Quindi è bravo ad attaccare, aggrappato al suo servizio. Si porta avanti 3-2, ora serve l’azzurro. Ottimo l’azzurro nel sesto game, in un amen a zero impatta 3 pari e punge in risposta nel settimo gioco. La partita adesso è una sfida tra gli attacchi del francese e i passanti e risposte dell’azzurro. Rischia ancora sul 40-30 Jannik, ma il tentativo di risposta violenta termina in rete. 4-3 Herbert. Ottavo game, Pierre-Hugues a tutto rischio, aggredisce in risposta, tocca e vola avanti. 0-30. Arriva un bruttissimo errore di Sinner, troppa fretta nel forzare un diritto inside out, che finisce di poco lungo. 0-40 e tre palle break delicatissime. Si scambia sulla prima, buon ritmo, comanda finalmente Jannik, senza fretta, forza l’errore del rivale. Niente prima sul 15-40… Herbert valuta male e lascia scorrere, è dentro. 30-40, terza palla break… Stavolta lo aiuta il servizio, ottima prima. Cancella le tre chance l’azzurro, si va ai vantaggi. Pierre-Hugues continua a trovare bellissime risposte di rovescio d’incontro, forse Jannik dovrebbe insistere di più sul suo diritto… Vince anche il forcing nello scambio il francese, è in un ottimo momento e si procura la quarta palla break del game. Buona prima di Jannik, un robusto “kick” provoca l’errore del rivale. Ma di nuovo esagera nel forzare col diritto, troppa fretta Sinner, e le palle break diventano 5. Ancora col servizio, si salva l’italiano. Si salva Sinner, annulla 5 palle break, impatta lo score 4 pari. Tanti errori dell’azzurro, fretta, ma resta a galla. Herbert vola avanti 5-4, Jannik serve per restare in partita, è con le spalle al muro. Inizia male, diritto dal centro largo, lento nell’uscita dal servizio (anche per una buona risposta). Il servizio va a corrente alternata, ma la seconda dell’azzurro è ficcante, e ben seguita dal diritto. 30-15. Bello schema di Pierre-Hugues, tutto nato da una risposta molto profonda. 30 pari, a due punti dalla vittoria il transalpino, il pubblico lo sostiene. Niente prima in campo… sparacchia di nuovo largo col diritto. Manca la prima a Sinner. Match Point Herbert! E niente prima (solo una nel game). Si scambia, sbaglia malamente un rovescio Herbert. Finalmente la prima in campo per Jannik, e la differenza si vede. 5 pari, con un MP cancellato. Fa il pugno l’azzurro dopo aver chiuso un rovescio in avanzamento, a punire l’attacco del rivale. Un doppio fallo (l’ottavo del match) costa al francese il 15-30. Piccola chance per Sinner. Altro doppio fallo, la tensione divora PHH! 15-40, due palle break per Jannik!!! SI! La risposta lungo linea è in campo! BREAK Sinner, dopo aver cancellato la palla match, ora va a servire avanti 6-5. Herbert rischia in rischia in risposta, 0-15, ma poi Jannik torna finalmente solido, con drive potenti di ritmo. 30-15. Una bella prima al corpo gli vale il 40-15, Due Set Point Sinner. 7-5 Sinner, si va al quinto. Bella reazione di Jannik, bravo a superare due turni di servizio molto difficili e compiere l’allungo nell’11esimo game, grazie a due doppi falli sciagurati del francese.

Quinto set, inizia dopo 2h e 57 minuti di partita. Herbert al servizio, parte molto male. Due errori, Sinner invece spinge. Un rovescio debole costa al francese il 15-40. Attacca Herbert, ma la stop volley sbatte sul nastro. Pugno di Jannik sul BREAK in apertura. Ora può fare corsa di testa. Pierre-Hugues si prende qualche rischio, ma sbaglia. 2-0 Sinner. Inizia col doppio fallo il francese, la fatica e le tante memorie negative iniziano a pesare. Si aggrappa alla prima di servizio, rimonta da 15-30 e resta in scia, sotto 1-2. Sinner ora finalmente gioca il tennis che più gli si addice, il più efficiente: meno fretta, costruzione del punto con velocità e ritmo, rischio calcolato. 3-1 avanti Sinner. Il francese ritrova la prima di servizio, resta aggrappato al match sotto 2-3. Herbert continua a provarci in risposta, ma è meno preciso, meno reattivo con le gambe nel trovare il miglior timing in anticipo; al contrario Sinner col diritto ora riesce a spingere con discreta sicurezza. Con due prime solide, Jannik vola 4-2. Gli scambi sono più rapidi, la fatica si fa sentire, le difese sono meno efficaci. A zero Herbert sale 3-4. Il set vola su turni di servizio, Jannik non concede niente, si porta 5-3 ad un passo dalla vittoria. Herbert tiene, ma due doppi falli di fila portano il nono game ai vantaggi. Jannik a due punti della vittoria. Sbaglia Herbert, MATCH POINT SINNER! Lo cancella con un Ace esterno. Con grinta, il francese resta ancora in partita. L’azzurro serve per la vittoria. Non trema Jannik, si porta 40-0, altri 3 MP! Doppio fallo sul primo. Una buona prima da destra provoca l’errore in risposta di Herbert. Game Set Match Sinner, è la sua prima vittoria al quinto, in rimonta. Una vittoria importante, perché ha superato momenti molto difficili, ha recuperato e chiuso la partita. Dovrà riflettere sui momenti negativi che hanno rischiato di portarlo nel baratro. Al prossimo turno sfiderà Mager, in un derby azzurro.

 

Marco Mazzoni

 

Jannik Sinner ITA vs Pierre-Hugues Herbert FRA

GS Roland Garros
Jannik Sinner [18]
6
4
6
7
6
Pierre-Hugues Herbert
1
6
7
5
4
Vincitore: Jannik Sinner

 


TAG: , , ,

145 commenti. Lasciane uno!

Cooper (Guest) 01-06-2021 18:14

Si , ho sentito l’intervista di fine match . Anche lui ha fatto un’analisi obbiettiva della partita , colpi fuori e scelte di gioco sbagliate. Si vede che è scontento. Probabilmente non vede i miglioramenti che tutti si aspettavano. (Adesso dobbiamo rivedere alcune cose, ha detto ) Quindi urge sterzata o la preparazione va rivista?

145
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Anonimo (Guest) 01-06-2021 16:04

Scritto da sander
Cos’è che non va di Jannik? E’ da tempo che è un po’ abulico, la sconfitta con Popiryn male male, contro il Francese a Lione, male male, contro PierUgo gli è andata bene, molto bene, se Edberg era un tacchino freddo, come aveva detto Rino Tommasi, Herbert è supercongelato, come se la fa sotto lui veramente in pochi. Detto questo, Jannik è stato poi bravo a tenere duro e a tenerla in piedi., di buono c’è la vittoria e veramente poco altro. Altra cosa strana ormai da tempo, che non funziona è il servizio, sembra che non metta il focus giusto in quella fase di gioco. Altra cosa, non ha cambi di gioco, variazioni. Perde molto di imprevedibilità, potrebbe variare giocando il lungolina di rovescio ma in realtà chi lo ha visto quest’anno non può che non aver intuito che è un colpo che gioca veramente troppo poco, giocando sempre il diagonale ha perso in sicurezza e pulizia del lungolinea. Penso che sia derivato tutto da una questione concettuale sul fatto che statisticamente Sinner sa che la sua diagonale di rovescio porta punti, nel tempo però ha portato anche un gioco troppo monotematico e i suoi avversari da questo possono prendere i giusti accorgimenti tattici. Altra cosa, nei pressi della rete è ancora debole. Altra cosa, ho visto il match dal secondo e la sua palla non andava come al solito, dalle corde non usciva quello che ad esempio usciva a meraviglia a Milano. Motivi? A Milano era ancora un ragazzo spensierato, da allora tante interviste che lui non ama, tanta pressione in più, tante novità, sponsor, fidanzata influencer…
Quello che più di tutto ho visto oggi, Jannik mi sembrava un pugile all’angolo che a un certo punto era pronto a prendere il colpo del KO, PierUgo pronto per il montante del KO è andato con un braccino piccolo piccolo e si è rotolato giù dal ring, autolesionismo francese. Rispetto a quelle giornate di Milano, allora c’era un ragazzo con una mente libera e un’anima che aveva tanta tanta voglia di far bene ora non ha la mente così libera, non è così centrato, non ha le idee così chiare, vedo meno anima uscire dalle sue corde, più pressione, più freno a mano tirato, dovrà vedere di spogliare se stesso di tutte queste “negatività” per ritrovare se stesso e da lì, solo da quel momento si potrà nuovamente crescere tecnicamente e tatticamente.
P. S. Serve un mental coach, Piatti dovrà prenderlo per forza, sta solo ritardando i tempi ma forse è solo una perdita di tempo, serve ancora aspettare? Chiedere a Berrettini.

Mesi addietro mi pareva battesse in J. S. qualche cosa che non può acquistarsi, né imprestarsi. Qualche cosa, ancora, che lo rendeva più amabile di quanto i suoi colpi potessero.
Diversamente, mi parrebbe, ora, di non poter più vedere o percepire tal cosa.
Tutto quanto vorrei auspicare, allora, è di tornare ad osservare spesso(presto o tardi) un principio di sorriso e di riso proveniente dal suo cuore…dal suo buon cuore.

144
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
ciaco63 01-06-2021 10:46

Curioso episodio al cambio campo sul 2 – 1 per Sinner al terzo set. Entrano in campo fisioterapista e medico richiesti da Sinner. Breve colloquio a microfoni aperti, nel quale il nostro giocatore lamenta una specie di annebbiamento avuto in un certo momento del gioco. A quel punto misurazione con saturimetro e, rilevato nessun problema da medical-timeout, soltanto consiglio finale di bere più acqua con zuccheri e mangiare della banana.
Da questo episodio verrebbero da fare considerazioni sulla preparazione atletica e fisica prima di un torneo Slam. Ma teniamocele per noi e vediamo le prossime partite come andranno.

143
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
sasuzzo (Guest) 01-06-2021 09:49

Involuto. Ha smarrito le sue caratteristiche principali: risposta aggressiva, apertura del campo soprattutto con accelerazioni di rovescio, addirittura anche la pesantezza di palla. Il servizio non cresce semplicemente perché il movimento del braccio parte sbagliato già all inizio, creando spinta già dal ginocchio, la palla la spinge non la colpisce. Purtroppo Sinner non ha il carattere che ha avuto Djokovic di lasciare Piatti nel momento in cui ha capito che non ha da dargli niente oltre il suo talento innato.

142
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
mauro59 (Guest) 01-06-2021 08:22

Scritto da Papillon
Mi sono rivisto la finale agli ATP next gen. Un altro giocatore, servizio più incisivo e soprattutto dritto e rovescio anomali-lungolinea con una velocità di palla impressionante. Perché ha perso quel gioco? Involuzione inspiegabile.

Ripeto soprattutto due anni fa quando non era maggiorenne il fisico era diverso. Aveva molta rapidità come il primo Rublev, Auger e l’attuale Alcaraz, la palla viaggiava più rapida perché favorita dai riflessi e la struttura nervosa. Ora è in quella fase evolutiva dove sta lavorando sulla potenza muscolare, vista la sua altezza è una scelta saggia.
Certo ci vuole tempo per maturare il giusto mix potenza muscolare e fibre, il prossimo anno nel mese di ottobre avremo il Sinner 3.0 fisicamente maturo e definitivamente evoluto e livello fisico.
Diamogli tempo, ha già fatto cose straordinarie per la sua giovanissima età e già partono le critiche a razzo alle prime difficoltà?
Beh vi do una notizia! Ne avrà nella sua lunga carriera di momenti bui e delusioni, ma spero siano coperti da molte più gioie e soddisfazioni.

141
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Alecon (Guest) 01-06-2021 08:16

Scritto da quandosmetterogervendolatv
Mi sbaglio o nel 76 quando Panatta vinse il R.G. , salvò un match point al primo turno ?

Sì, sì. L’ho pensato anch’io.

140
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
mauro59 (Guest) 01-06-2021 08:11

Scritto da Mentalmente pompato
Da Montecarlo a oggi esaminiamo le partite perse di Sinner….
Con Djokovic ha perso male e nettamente
Barcellona con TSI nettamente
Madrid POPRIN NETTAMENTE
Roma Nadal Alla pari
Lione Rinderk.. nettamente
Se esaminiamo le partite sulla terra di Sinner vediamo che solo con 1 ha fatto partita pari…con Nadal perché e l unico che non ha il servizio veloce e predilige fare il punto scambiando…con tutti gli altri ha perso nettamente perche non è riuscito a rispondere all altezza..quindi esaminando la situazione visto che il servizio non sale di livello non è il caso di allenarsi a rispondere meglio? Cioè le cose sono 2…o impara a servire e si fa punti più facilmente o impara a rispondere x costruirsi una carriera alla Nadal per dire..senza 1 di queste due mi dispiace dirlo non potrà mai mai mai competere con i migliori in qualsiasi superficie…

Neanche Karatsev e Rublev hanno il servizio?

139
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Vecchiogiovi (Guest) 01-06-2021 07:55

Il servizio è il termometro della fiducia, se serviva male significa che non era a posto con le sensazioni, chi ha giocato sa benissimo cosa significa crederci o non crederci quando si colpisce una pallina. Hai voglia di parlare di meccanica o di allenamento. Contano, contano tantissimo, ma nel gioco del diavolo, come lo ha chiamato Panatta, la testa è il principale snodo del gioco.

138
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
furborovescio 01-06-2021 00:07

@ Giulio (#2820772)

Al 99% ti direi che questo non ha neanche la tessera FIT. E se davvero fosse 2.2 o 2.5, allora è certamente anche un membro ad honorem del club degli sfigati.

137
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Marco10 (Guest) 31-05-2021 23:56

Man mano che aumenta il cammino di Sinner, più diventa chiaro il suo tennis.
Diciamo che è un eccellente regolarista che si trova a suo agio anche contro avversari molto forti come Rublev, Bautista, Karatsev perché giocano nel suo stesso campo di battaglia, che è situato a fondo campo. Ma se incontra avversari più propensi al serve and volley come lo era in parte Hurkacz o questo Herbert, va un po’ in pallone, faticando moltissimo nel cercare di trovare la soluzione al match. Oggi è andata bene ma è stato ad un passo dall’eliminazione al primo turno, di certo non contro un top ten. Molto probabilmente questo è dovuta ad una sua comprensibilissima mancanza di esperienza e di conseguente capacità tattica nel contrastare avversari che lo portano a giocare fuori dalla sua comfort zone. Tutte cose che verrano man mano che aumenteranno le partite giocate sul circuito maggiore, nulla quindi di così grave. Quello che invece più mi preoccupa è il servizio. Progressi non ce ne sono, anzi mi sembra che rispetto a pochi mesi fa, si sia addirittura un po’ involuto. Temo che purtroppo ci vorrà tempo e forse la consulenza di uno specialista che, visti i scarsi progressi, forse deve essere ricercato al di fuori del suo staff. È uno sforzo necessario da compiere, perché il ragazzo ha già molte doti da top 20 ed è già attrezzato per rimanerci, ma un servizio degno di questa zona di classifica è fondamentale, soprattutto se si vuole ambire a qualcosa di più. Comunque parliamo di aspetti tecnici ma in linea generale bene, anzi benissimo! Insieme a Musetti oggi, l’ennesima conferma di una squadra di giovani fortissimi come mai avuta prima.

136
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Giampi 31-05-2021 23:32

Scritto da Dr Ivo

Scritto da pablo27
L’impressione è che Sinner stia vivendo un momento di passaggio che lo rende incerto. Sa che da lui ci si aspetta un altro salto di qualità, ha voglia e fretta di competere con i migliori ma questo lo porta a perdere la concentrazione nei match sulla carta più abbordabili che vorrebbe vincere di corsa. Deve ritrovare soprattutto tranquillità e fare il suo tennis, il resto arriverà. Lo prova anche il rendimento così altalenante al servizio, senza vie di mezzo fra bene e male.
Un bravo a Mager, è bello avere un derby al secondo turno, e un bravo anche a Fognini che finalmente ha giocato una partita senza sbavature. Ora vediamo cosa combinano gli altri. Forza ragazzi!

Anch’io sto avendo questa impressione, l’ho avuta sin dalla partita con Nadal a Roma, dove uscì dal campo nervosissimo neanche avesse perso col primo venuto… JS sta sentendo troppo la pressione del favorito e l’obbligo di vincere e salire di ranking, obiettivi che invece non dovrebbe ancora porsi per quest’anno

Credo sia la chiave per interpretare il momento. È un momento di crescita da outsider è passato al ruolo di favorito. Nelle interviste e fuori dal campo sembra sempre lo stesso simpatico, alla mano, rilassato ma poi in campo è sempre più teso. Oggi ad esempio sembrava avesse un appuntamento, andava di fretta come se la palla scottasse. Al servizio si prendeva tutti i secondi ricevendo diversi worning oggi 1 2 3 e via.

135
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Cooper (Guest) 31-05-2021 23:11

@ sander (#2820134)

Hanno già il mental coach, si chiama Lucia Jimenez, si collega dalla Spagna, e fa sedute online.

134
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Deslok (Guest) 31-05-2021 22:59

Troppe pressioni esterne,da parte dei media,dei tifosi,pensando che sarebbe diventato il numero uno,sinner e’ un buon giocatore,ma non un top five,su questo non ci sono dubbi

133
Replica | Quota | -1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
-1: bizzo
Mentalmente pompato (Guest) 31-05-2021 22:54

Da Montecarlo a oggi esaminiamo le partite perse di Sinner….
Con Djokovic ha perso male e nettamente
Barcellona con TSI nettamente
Madrid POPRIN NETTAMENTE
Roma Nadal Alla pari
Lione Rinderk.. nettamente
Se esaminiamo le partite sulla terra di Sinner vediamo che solo con 1 ha fatto partita pari…con Nadal perché e l unico che non ha il servizio veloce e predilige fare il punto scambiando…con tutti gli altri ha perso nettamente perche non è riuscito a rispondere all altezza..quindi esaminando la situazione visto che il servizio non sale di livello non è il caso di allenarsi a rispondere meglio? Cioè le cose sono 2…o impara a servire e si fa punti più facilmente o impara a rispondere x costruirsi una carriera alla Nadal per dire..senza 1 di queste due mi dispiace dirlo non potrà mai mai mai competere con i migliori in qualsiasi superficie…

132
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
becu rules (Not Bec_Style) è come confondere Nadal con Nagal (Guest) 31-05-2021 22:49

Come ha già scritto qualcuno oggi di positivo c’è solo la vittoria. Male male, e non solo sul servizio, che se non si decidono a modificarlo radicalmente, resterà un tallone di Achille, ma nei colpi a rimbalzo da fondo, dove avrebbe dovuto strapazzare il francese, ha fatto una marea di gratuiti, senza neanche pretese. C’è solo una cosa che non ho capito. A metà del secondo set, quando era ancora in controllo del match, ha chiamato il medico e mi pare abbia detto che gli stesse girando la testa (ma non sono sicuro) allora il medico gli ha consigliato di bere più acqua ed è uscito dal campo senza intervenire (o meglio gli ha preso forse al volo la saturazione dell’ossigeno con quell’apparecchio che si mette al dito – il saturimetro) . Ho pensato che avesse qualche problema, che poi si è trascinato per buona parte del match (e potrebbe spiegare il suo calo vistosissimo), ma ripeto non ho ben capito quale fosse questo problema

131
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
furborovescio 31-05-2021 22:41

Scritto da Dr Ivo

Scritto da gene61

Scritto da Gian Paolo Pasquali
Iniziamo dalle cose positive, una sola: peggio di così Sinner non può giocare e perdere dal superbrocco francese Herbert (giocatore dotato di un talento incredibile nello sbagliare i punti importanti) sarebbe stato troppo. Ora le cose negative, una sola, la solita: il percorso di crescita di Sinner è fermo da un bel pezzo, per non dire che il ragazzo è in una palese fase di involuzione (tecnica e psicologica). Delle due, l’una: o il team tecnico che lo segue non è all’altezza di risolvere i suoi problemi (sempre gli stessi), o il ragazzo ha meno talento di quello che tutti noi pensavamo avesse, e più di tanto non può migliorare… in questo caso si tratterebbe di un abbaglio collettivo tra i più grandi della Storia del Tennis. Certo, abbiamo ancora la giustificazione della giovane età di Sinner, e possiamo sempre sperare che il tempo compia da solo il miracolo … ma il problema è che Sinner non è l’unico giocatore giovane e talentuoso del circuito (e gli altri non sono meno “affamati” di Sinner) e perdere tempo con la speranza che basti raggiungere le fantomatiche 150 partite sul circuito per veder finalmente concretizzarsi tutto il suo potenziale mi sembra una grande s…ciocchezza! Quindi, in caso di esito negativo del RG, che nessuno si augura, spero che Sinner cominci a guardarsi intorno: chi ha tempo non perda tempo. Vale anche per il tennis.

Forse intendevi Super Rocco???
Herbert è 85° nel ranking, certo tu sicuramente sei meglio…
Ahhhh ahhhh

Herbert è 85º ma è uno che ha vinto 19 titoli di doppio. Diciannove! Un “mediocre” così, se fosse italiano, qui stareste tutti a divinizzarlo come grandissimo talento

Herbert E’ un grandissimo talento. Ma è anche – innegabilmente – un coniglione spaventoso. Il subdolo cag0zzo, al momento di chiudere le partite, sale in pancia a tutti. Ma saperlo gestire, dominare ed esorcizzare è uno degli aspetti più cruciali del gioco. Il colpo più importante nel tennis, diceva un mio saggio maestro, è la stretta di mano. Ed Herbert in quel “fondamentale” è uno dei peggiori in assoluto. Infatti non sorprende – al di là delle caratteristiche prettamente tecniche – che abbia ottenuto i risultati migliori proprio in doppio, dove i giocatori più psico-fragili possono scaricare un po’ di pressione e responsabilità sul compagno.

Quanto a Sinner, a mio avviso le critiche ci possono anche stare, purché non scadano nel trollaggio. Chiaro che le aspettative sono ormai altissime, ma l’asticella l’ha messa lui. E le prestazioni dell’ultimo periodo oggettivamente non sono incoraggianti. Oggi, a parte non aver sparacchiato contro i teloni anche sul matchpoint di Herbert, di buono ha fatto davvero poco.

130
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Papillon (Guest) 31-05-2021 22:36

Mi sono rivisto la finale agli ATP next gen. Un altro giocatore, servizio più incisivo e soprattutto dritto e rovescio anomali-lungolinea con una velocità di palla impressionante. Perché ha perso quel gioco? Involuzione inspiegabile.

129
Replica | Quota | -1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
-1: bizzo
quandosmetterogervendolatv 31-05-2021 22:33

Mi sbaglio o nel 76 quando Panatta vinse il R.G. , salvò un match point al primo turno ?

128
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Papillon (Guest) 31-05-2021 21:46

Penso che JS debba cambiare coach

127
Replica | Quota | -2
Bisogna essere registrati per votare un commento!
-1: Giampi, bizzo
Alecon (Guest) 31-05-2021 21:26

Oggi è sembrato di rivedere il match contro Shapo, solo che per fortuna l’esito è stato diverso. Come in quel match il nostro è partito fortissimo, annichilendo l’avversario, il primo set di oggi è divino, poi però gradualmente il calo, perde sicurezza con i colpi da fondo, l’avversario prende sicurezza, si esalta, poi, quando sembra oramai tutto concluso a suo sfavore, ecco il colpo di coda questa volta vincente.
Che cosa c’è di buono oggi: il primo set( a quei livelli se la gioca con tutti nel circuito) e la grande reazione nel terzo e nel quarto; un diciannovenne che reagisce così alle avversità, in trasferta, è tanta roba.
Di negativo: quando non girano i colpi a rimbalzo, nella sua racchetta non c’è al momento molto che possa sopperire a queste defaillance; il servizio va e viene, le variazioni tattiche sono controproducenti, palle corte e gioco di volo scolastici.
Per il momento Sinner è questo: alterna fasi di gioco di altissimo livello ad altre in cui tutte le sue sicurezze da fondo sembrano svanire e allora si fa grigia. Però è quell’altissimo livello che fa sperare. Se avrà la capacità di renderlo la sua velocità di crociera, niente gli sarà precluso. Non è facile, ma ha il tempo per farlo.

126
Replica | Quota | 3
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: pablo27, Il peccatore, bizzo
Koko (Guest) 31-05-2021 21:01

@ Dr Ivo (#2819979)

Si ma il Polacco non lo vedo giocare malissimo e vincere come Sinner: se non gioca bene perde come ogni comune mortale o pennellone infastidito e probabilmente anche su rapido. Infatti ha vinto in settimane di grazia in cui non ha mai steccato. Sinner appunto a volte porta a casa partite pessime e questo è molto indicativo di adattabilità e potenzialità maggiori a mio avviso.

125
Replica | Quota | 2
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: pablo27, bizzo
Bec_style (Guest) 31-05-2021 20:51

Scritto da mauro59
Mager di oggi contro Sinner di oggi 3 set a zero per Gianluca.
Ma chi ha giocato a tennis sa bene che due giorni dopo puoi perdere da quello stesso tennista che hai appena strapazzato

Mager perderà netto con Sinner.
Non può essere certamente il buon Gianluca a estromettere Sinner.
Il tennis è di facile lettura su alcune situazioni.

124
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
sander (Guest) 31-05-2021 20:09

Scritto da Hoila Sinner
Herbert limitato dal braccino, Jannik limitato dai braccini. Speriamo ottengano entrambi di più una volta risolti i rispettivi.

Copione 🙂 l’ho scritta qualche giorno fa su un’altra partita 🙂

123
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
sander (Guest) 31-05-2021 19:55

Cos’è che non va di Jannik? E’ da tempo che è un po’ abulico, la sconfitta con Popiryn male male, contro il Francese a Lione, male male, contro PierUgo gli è andata bene, molto bene, se Edberg era un tacchino freddo, come aveva detto Rino Tommasi, Herbert è supercongelato, come se la fa sotto lui veramente in pochi. Detto questo, Jannik è stato poi bravo a tenere duro e a tenerla in piedi., di buono c’è la vittoria e veramente poco altro. Altra cosa strana ormai da tempo, che non funziona è il servizio, sembra che non metta il focus giusto in quella fase di gioco. Altra cosa, non ha cambi di gioco, variazioni. Perde molto di imprevedibilità, potrebbe variare giocando il lungolina di rovescio ma in realtà chi lo ha visto quest’anno non può che non aver intuito che è un colpo che gioca veramente troppo poco, giocando sempre il diagonale ha perso in sicurezza e pulizia del lungolinea. Penso che sia derivato tutto da una questione concettuale sul fatto che statisticamente Sinner sa che la sua diagonale di rovescio porta punti, nel tempo però ha portato anche un gioco troppo monotematico e i suoi avversari da questo possono prendere i giusti accorgimenti tattici. Altra cosa, nei pressi della rete è ancora debole. Altra cosa, ho visto il match dal secondo e la sua palla non andava come al solito, dalle corde non usciva quello che ad esempio usciva a meraviglia a Milano. Motivi? A Milano era ancora un ragazzo spensierato, da allora tante interviste che lui non ama, tanta pressione in più, tante novità, sponsor, fidanzata influencer…
Quello che più di tutto ho visto oggi, Jannik mi sembrava un pugile all’angolo che a un certo punto era pronto a prendere il colpo del KO, PierUgo pronto per il montante del KO è andato con un braccino piccolo piccolo e si è rotolato giù dal ring, autolesionismo francese. Rispetto a quelle giornate di Milano, allora c’era un ragazzo con una mente libera e un’anima che aveva tanta tanta voglia di far bene ora non ha la mente così libera, non è così centrato, non ha le idee così chiare, vedo meno anima uscire dalle sue corde, più pressione, più freno a mano tirato, dovrà vedere di spogliare se stesso di tutte queste “negatività” per ritrovare se stesso e da lì, solo da quel momento si potrà nuovamente crescere tecnicamente e tatticamente.
P. S. Serve un mental coach, Piatti dovrà prenderlo per forza, sta solo ritardando i tempi ma forse è solo una perdita di tempo, serve ancora aspettare? Chiedere a Berrettini.

122
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Hoila Sinner 31-05-2021 19:11

Herbert limitato dal braccino, Jannik limitato dai braccini. Speriamo ottengano entrambi di più una volta risolti i rispettivi.

121
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Mentalmente pompato (Guest) 31-05-2021 19:10

Scritto da Dr Ivo

Scritto da Gian Paolo Pasquali
Iniziamo dalle cose positive, una sola: peggio di così Sinner non può giocare e perdere dal superbrocco francese Herbert (giocatore dotato di un talento incredibile nello sbagliare i punti importanti) sarebbe stato troppo. Ora le cose negative, una sola, la solita: il percorso di crescita di Sinner è fermo da un bel pezzo, per non dire che il ragazzo è in una palese fase di involuzione (tecnica e psicologica). Delle due, l’una: o il team tecnico che lo segue non è all’altezza di risolvere i suoi problemi (sempre gli stessi), o il ragazzo ha meno talento di quello che tutti noi pensavamo avesse, e più di tanto non può migliorare… in questo caso si tratterebbe di un abbaglio collettivo tra i più grandi della Storia del Tennis. Certo, abbiamo ancora la giustificazione della giovane età di Sinner, e possiamo sempre sperare che il tempo compia da solo il miracolo … ma il problema è che Sinner non è l’unico giocatore giovane e talentuoso del circuito (e gli altri non sono meno “affamati” di Sinner) e perdere tempo con la speranza che basti raggiungere le fantomatiche 150 partite sul circuito per veder finalmente concretizzarsi tutto il suo potenziale mi sembra una grande s…ciocchezza! Quindi, in caso di esito negativo del RG, che nessuno si augura, spero che Sinner cominci a guardarsi intorno: chi ha tempo non perda tempo. Vale anche per il tennis.

Mi è bastato leggere tre righe del tuo commento… almeno scegliti un nick! Presentarti da incompetente totale e metterci pure nome e cognome non mi pare il caso

Avrà pure un nome e cognome ma ha scritto cose sacrosante!!
Ha avuto un involuzione tecnica allucinante,anke da fondo campo sta peggiorando perché prima li faceva correre a destra e sinistra ora boh dove va va la palla….per me 2 cose gli hanno fatto troppo male…la prima e che ha preso i 600 punti diMiami troppo facilmente,la seconda di aver perso con i big in modo netto …e non vorrei che mentalmente ne soffra…mah vedremo Musetti si sta avvicinando ormai sono quasi pari

120
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Hoila Sinner 31-05-2021 19:08

Scritto da PaginaFbSinnerMusetti
Iniziamo con il dire che ogni partita è una partita a sé, e le difficoltà gravi e ripetute che Sinner ha manifestato in questa partita non devono essere considerata necessariamente un’involuzione, ma solo un campanello d’allarme. Tuttavia questa è la seconda partita di fila che Sinner mostra una grave fragilità nei colpi da fondo.
Da questo punto di vista Sinner ha iniziato l’incontro paradossalmente ben centrato da fondo campo e ha dominato il primo set vinto 6-1, complice anche un servizio e volée del francese che erano ancora in rodaggio. Tuttavia già dal secondo set Herbert ha saputo subito elevare la forza del servizio, delle voléé, della risposta al servizio (diventata molto aggressiva) e sorprendentemente anche da fondo campo, dove piano piano a cominciato a resistere ai colpi di Sinner e a dare a Sinner il tempo di essere lui a sbagliare. Ed è a quel punto che Sinner mostra la fragilità di cui abbiamo accennato all’inizio: da quel momento in poi infatti ha sempre mostrato una grave tendenza a fare errori gratuiti già ai primi colpi dello scambio. Dopo aver quindi perso il secondo set più nettamente di come dice il punteggio 6-4, anche nel terzo set perso solo al tiebrek era sotto 2-5, e si è issato al tiebreak solo perché il francese ha mostrato una tremenda fragilità psicologica, quello che si dice in gergo: il braccino corto che si mostra quando si sta per battere un avversario che si considera più forte. Quarto set la stessa storia dei due precedenti, con Sinner in grave affanno anche nei suoi turni di servizio per le risposte aggressive di Herbert, e per la sua fragilità dei colpi a fondo campo. Infatti a tenere a galla Sinner è stato il servizio, grazie al quale ha fatto tanti punti diretti, anche a causa del fatto che piano piano le risposte aggressive di Herbert hanno iniziato a uscire e diventare punti per Sinner. Ciò nonostante in questo quarto set Sinner ha salvato palle break sul 4-3 e un match point sul 4-5, nei quali si è di nuovo visto il braccino corto di Herbert che nel momento di chiudere la partita con un Sinner ormai confuso e in barca, ha iniziato a fare scelte sbagliate ed errori gratuiti. Sul 5-5, Herbert ha subito il contraccolpo delle occasioni sprecate, si è fatto brekkare e ha perso 7-5.
Il quinto set inizia con Herbert che sullo 0-0 ti sbaglia tutti gli scambi con errori gratuiti, taluni anche a rete con il punto già fatto. Herbert consapevole di stare per perdere un incontro che avrebbe già dovuto vincere, non era riuscito a ritrovare morale. Sinner quindi fa il break, dopodiché nessuno dei due perderà più il servizio perché nel quinto set le risposte di entrambi i giocatori sono scese e chi serviva ha quasi sempre tenuto il proprio servizio senza faticare.
Va segnalata una cosa, sul 5-4 Sinner ha vinto il game finale del 6-4 giocando in modo strepitoso, ritrovando sicurezza da fondocampo, improvvisamente era tornato quello del primo set, non solo non faceva errori, ma tirata potente, profondo e angolato, sfondando il povero Herbert.
Abbiamo da un lato Herbert che nel momento di chiudere la partita gioca male, e Sinner che invece ritrova il miglior tennis. Questa asimmetria segna la differenza tra un normale tennista e un tennista vincente. Sebbene vada detto che nel caso di Sinner non si trattava della possibilità insperata di battere uno che considerava più forte. Inoltre dopo aver tanto sofferto ed essere sopravvissuto è a momenti in cui ti davi per spacciato è più facile vivere il game della vittoria come una liberazione.
In conclusione Sinner deve continuare ad allenare il servizio perché è nelle sue possibilità avere un servizio eccezionale, sia percHé già da ora capitano partite in cui è solo il servizio a tenerlo a galla, e non il suo gioco da fondo.
Riguardo il gioco da fondo ripetiamo già quanto detto nell’altra partita persa a Lione contro un altro francese: la sua insicurezza da fondo campo è un campanello di allarme a cui guardare con attenzione, da capire.

Dopo aver letto I promessi sposi di Mazzoni, non pretenderai mica che leggiamo anche La divina commedia?

119
Replica | Quota | 2
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: bizzo, gene61
Zoff 31-05-2021 18:48

Scritto da Sabbo
Dove sono tutti quelli che criticavano il pubblico del foro italico,li avete visti e sentiti gli sportivissimi francesi,su ogni errore di sinner,robe da far accapponare la pelle,quindi la prossima volta prima di accusare il pubblico italiano rifletteteci sopra e non sparate a zero ,perché fuori dai nostri confini sono anche peggio di noi!!

Sabbo caro, non é che se gli altri si comportano da buzzurri noi dobbiamo andargli dietro. Non é che picchiare la moglie sia giustificato dal fatto che “anche il vicino lo fa”!

118
Replica | Quota | -2
Bisogna essere registrati per votare un commento!
-1: bizzo, gene61
Dr Ivo (Guest) 31-05-2021 18:39

Scritto da gene61

Scritto da Gian Paolo Pasquali
Iniziamo dalle cose positive, una sola: peggio di così Sinner non può giocare e perdere dal superbrocco francese Herbert (giocatore dotato di un talento incredibile nello sbagliare i punti importanti) sarebbe stato troppo. Ora le cose negative, una sola, la solita: il percorso di crescita di Sinner è fermo da un bel pezzo, per non dire che il ragazzo è in una palese fase di involuzione (tecnica e psicologica). Delle due, l’una: o il team tecnico che lo segue non è all’altezza di risolvere i suoi problemi (sempre gli stessi), o il ragazzo ha meno talento di quello che tutti noi pensavamo avesse, e più di tanto non può migliorare… in questo caso si tratterebbe di un abbaglio collettivo tra i più grandi della Storia del Tennis. Certo, abbiamo ancora la giustificazione della giovane età di Sinner, e possiamo sempre sperare che il tempo compia da solo il miracolo … ma il problema è che Sinner non è l’unico giocatore giovane e talentuoso del circuito (e gli altri non sono meno “affamati” di Sinner) e perdere tempo con la speranza che basti raggiungere le fantomatiche 150 partite sul circuito per veder finalmente concretizzarsi tutto il suo potenziale mi sembra una grande s…ciocchezza! Quindi, in caso di esito negativo del RG, che nessuno si augura, spero che Sinner cominci a guardarsi intorno: chi ha tempo non perda tempo. Vale anche per il tennis.

Forse intendevi Super Rocco???
Herbert è 85° nel ranking, certo tu sicuramente sei meglio…
Ahhhh ahhhh

Herbert è 85º ma è uno che ha vinto 19 titoli di doppio. Diciannove! Un “mediocre” così, se fosse italiano, qui stareste tutti a divinizzarlo come grandissimo talento

117
Replica | Quota | 2
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: bizzo, gene61
Nicki (Guest) 31-05-2021 18:34

Scritto da PieeeTennis
godoooo, non vi sentoooo! dove sono gli esperti sul 3-4 0-40 al quarto? un bacione❤

Ahimè, qui di esperti non ce ne sono…non lo sono io, probabilmente nemmeno tu…e cmq fa piacere a tutti che Sinner abbia vinto. Ma non ha convinto. Avversario di valore che ha saputo creargli delle difficoltà, questo è certo, tuttavia siamo ben lontani dall’essere solidi,tranquilli e in controllo della partita. La partita l’ha fatta Herbert, nel bene e nel male.

116
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: marcusmin
Dr Ivo (Guest) 31-05-2021 18:32

Scritto da pablo27
L’impressione è che Sinner stia vivendo un momento di passaggio che lo rende incerto. Sa che da lui ci si aspetta un altro salto di qualità, ha voglia e fretta di competere con i migliori ma questo lo porta a perdere la concentrazione nei match sulla carta più abbordabili che vorrebbe vincere di corsa. Deve ritrovare soprattutto tranquillità e fare il suo tennis, il resto arriverà. Lo prova anche il rendimento così altalenante al servizio, senza vie di mezzo fra bene e male.
Un bravo a Mager, è bello avere un derby al secondo turno, e un bravo anche a Fognini che finalmente ha giocato una partita senza sbavature. Ora vediamo cosa combinano gli altri. Forza ragazzi!

Anch’io sto avendo questa impressione, l’ho avuta sin dalla partita con Nadal a Roma, dove uscì dal campo nervosissimo neanche avesse perso col primo venuto… JS sta sentendo troppo la pressione del favorito e l’obbligo di vincere e salire di ranking, obiettivi che invece non dovrebbe ancora porsi per quest’anno

115
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: pablo27, Giampi
-1: bizzo
Dr Ivo (Guest) 31-05-2021 18:27

Scritto da Koko
Metterei al confronto i due finalisti di Miami: Hukacz che ha vinto non si è ripreso più in quanto gia abbastanza maturo e poco plastico nel migliorarsi: per lui una vetta di carriera con molta probabilità. Sinner è vero che sta stentando ma ha una capacità di rimedio molto più efficace del Polacco e vince alcune volte anche giocando in maniera inqualificabile! Nel tennis il vincere lo stesso giocando da pena è la cosa più importante! Poi chiaro che arrivi ad un punto in cui se non giochi meglio perdi con i più forti ma intanto fai parecchia legna da top 15 almeno.

Stai tirando delle conclusioni arbitrarie, Hurcacz non è che sia sparito, semplicemente dopo Miami è cominciata la stagione sul rosso che non gli è congeniale. Tutto qui. Sinner neanche lui predilige la terra rossa, ma ci si adatta meglio del polacco. Poi non è che giochi male e vinca lo stesso… semplicemente JS fa il suo gioco da indoor veloce che a certi avversari sulla terra battuta non li sorprende più di tanto, o magari li sorprende solo per un set come oggi Herbert, con la conseguenza che si crea un livellamento di valori laddove dovrebbe esserci una netta superiorità di JS. Per fare un esempio, con Herbert a Colonia Jannik si trovò pure un po’ a disagio per quello stile di gioco (che per la next-gen di oggi è anomalo), eppure lì il risultato fu nettissimo, 6-3 6-1… Perché a Colonia si era sul veloce indoor, condizione ottimale per JS.

114
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: bizzo
businness_rovinasport 31-05-2021 18:27

@ pablo27 (#2819882)

quoto pienamente e aggiungo che vincere comunque match in periodi non al meglio, su superfici dove si deve ancora adattare (e ci vuole tempo) e fisicamente in una fase ancora di crescita denota ancor di più la sua grandezza e potenzialità
FORZA SINNER

113
Replica | Quota | 3
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: bizzo, pablo27, ciaco63
Mario (Guest) 31-05-2021 18:23

Scritto da eddyitaly
KORDA GIU’ DI CORDA OGGI HA PERSO IN 3 SET FACILI DA MARTINEZ

Martinez sulla terra e’ un brutto cliente per i non terraioli

112
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Dr Ivo (Guest) 31-05-2021 18:15

Scritto da eddyitaly
KORDA GIU’ DI CORDA OGGI HA PERSO IN 3 SET FACILI DA MARTINEZ

Come nel caso di Sinner all’AO, vincere un 250 la settimana prima di uno Slam non porta molto bene

111
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Koko (Guest) 31-05-2021 18:14

@ Neytiri (#2819920)

Poca visione periferica anche quando va a chiudere ed a schiacciare!

110
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Neytiri (Guest) 31-05-2021 17:58

@ PaginaFbSinnerMusetti (#2819663)

Analisi top

109
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Neytiri (Guest) 31-05-2021 17:49

Sinner è un vincente nella testa, l’opposto di Fognini nella sua capacità di rimanere in partita fino all’ultimo quindici. Tuttavia dopo un anno continuo a vedere due difetti che partita dopo partita sono sempre più evidenti, per lo meno.. lo sono a me che lo stimo per i punti di forza che sono esattamente i miei punti deboli nel mio piccolo tenni.
In particolare, escluso l’orrido servizio che tutti notano, l’apertura di campo e la chiusura facile.
Sinner spara forte e dritto, raramente apre il gioco con l’avversario che corre, ma dentro i limiti del rettangolo. Al contrario è spesso costretto a correre lungo il fondo dagli estremi di un corridoio – ed oltre! – all’altro. Quello che dovrebbe far fare lui che al contrario subisce. Modello Giorgi.
Chiusura. Oggi è stato evidente. A rete il francesi o osservava con calma il posizionamento di Sinner prima di chiudere in contropiede. Il nostro, al contrario, aveva una dannata fretta di sparare a tutto braccio.. regolarmente dove era il suo avversario. Questo è un problema che si trascina dal primo giorno e sul quale vedo zero attenzione. Ciao!

108
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Feffino (Guest) 31-05-2021 17:45

Speriamo che l’ anno prossimo cambi racchetta cosí puó iniziare a servire come si deve come quando aveva la speed pro

107
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Koko (Guest) 31-05-2021 17:29

Scritto da eddyitaly
KORDA GIU’ DI CORDA OGGI HA PERSO IN 3 SET FACILI DA MARTINEZ

Anche qui pensare di essere forti perchè si è vinto il torneuccio appena prima dello slam è illusorio! Ti sei affossato per lo slam perchè ci vai in regola Tommasi da non abituato a vincere tornei ATP con l’avversario in modalità squalo sbranante! In tal senso ameno Sinner si è ritirato in tempo dai 250 affossanti pre-slam e si è dedicato per tempo al torneo più rilevante!

106
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
luigi (Guest) 31-05-2021 17:26

Con quel servizio che non punge, purtroppo farà poca strada!
E’ un ridimensionamento che non credevo potesse avvanire cosi presto, ma tanto è, bisogna prenderne atto. Un po’ di colpe le attribuisco allo staff tecnico che non riesce a far variare gli schemi di gioco(sempre incroci di diritoo e di rovescio) ormai noti ai suoi avversari , con un servizio deprimente alla Giorgi.
Qualcosa avrà influito anche l’amore trovato ,ma questa non è una colpa(anzi),ma ad un temperamento di ghiaccio ne ha affievolito le potenzialità

105
Replica | Quota | -1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
-1: ciaco63
Cooper (Guest) 31-05-2021 17:22

Scritto da Christina Rossi
Non ho letto le fanfare dell’esordio perché prevedevo un avvio almeno complicato per Sinner. Forse ha davvero troppa fretta di giocarsela con i big mentre a Parigi possono far male anche Delbonis e Andujar. Ora contro Mager ha tutto da perdere a meno che non riscopra l’umiltà nell’atteggiamento sul campo.

Hai perfettamente ragione, guarda come ha patito la sconfitta con Nadal.

104
Replica | Quota | -1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
-1: bizzo
1234567890 31-05-2021 17:18

Questo sì che è un commento calcistico …

Scritto da Mario
Ho letto un po’ di messaggi del thread principale ( quello che in questo momento conta 600 messaggi ).
ISTERIA allo stato puro. Tifosi di calcio adattati a tifosi di tennis. Stessa filosofia ( nel fare il tifo ).
Eppure dovreste sapere che, come avrebbe detto il buon vecchio Boskov…” partita finita quando giocatori stringere mano ”

103
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Hoila Sinner
pablo27 31-05-2021 17:18

@ Mentalmente pompato (#2819722)

Ma state sereni e tranquilli, ha 19 anni sto ragazzo sarebbe strano se fosse già al top adesso. Ci sono in giro altri 2001 con il suo palmares e la sua posizione in classifica? A me non sembra proprio. Tsitsipas, per citarne uno, sta sbocciando ora, dopo aver fatto quattro anni di esperienza. Il tennis è cambiato per i giovanissimi è più difficile emergere. In ogni caso Sinner farà una bella carriera, è già vicino ai dieci, magari non diventerà numero uno ma di sicuro ci farà divertire. Qui a leggere i commenti sembra che la carriera debba finire domani, datevi una calmata ragazzi! 🙂

102
Replica | Quota | 6
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: mausab, Napol ti amo, bizzo, businness_rovinasport, Il peccatore, ciaco63
eddyitaly 31-05-2021 17:16

KORDA GIU’ DI CORDA OGGI HA PERSO IN 3 SET FACILI DA MARTINEZ

101
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!