Notizie dal Mondo Copertina, Generica

Alexander Zverev: è nata una stella?

23/05/2017 07:20 40 commenti
Alexander Zverev classe 1997, n.10 ATP
Alexander Zverev classe 1997, n.10 ATP

Il 2017 è senza dubbio l’anno della consacrazione di Alexander Zverev, punta di diamante della NextGen tennistica che a Roma ha messo la ciliegina sulla torta a una stagione già pienamente positiva: agli Internazionali d’Italia Zverev porta a casa il primo Masters1000 della carriera, entra in top10 e lancia un chiaro messaggio a quella FabGen che di mollare i piani alti della classifica proprio non ne vuole sentire parlare.
In finale ha annichilito Djokovic ma è tutto il torneo che è stato giocato ad altissimi livelli: Zverev a Roma ha confermato ciò che in molti già “sospettavano”, dimostrandosi pronto per un circuito ATP da vivere da assoluto protagonista. Terzo titolo del 2017 (4 in totale), dopo Montpellier e Monaco di Baviera, con uno score attuale di 29W/10L che può e deve essere ulteriormente migliorato.

Aspettavamo il grande acuto di un giocatore che sparigliasse le carte e le gerarchie del tennis maschile, alcuni puntavano sull’exploit di Nick Kyrgios mentre altri andavano più sul sicuro aspettando una vittoria di prestigio su terra battuta dell’austriaco Dominic Thiem: a Roma è invece arrivato il grido del più giovane dei fratelli Zverev, il piccolo di casa (è classe ’97…), il chiaro e lampante esempio di tennista completo del futuro. Alexander non sembra avere infatti punti deboli, dotato di ottimi fondamentali e di una buona mobilità (apprezzabile data la sua altezza di quasi 2 metri), doti che abbinate a una solidità psicologica invidiabile (non solo per i tennisti della sua età…) gli prospettano una carriera da possibile numero 1 e un presente da star della racchetta…perché di questo stiamo parlando, la nascita già certificata di una stella del tennis mondiale.

È divertente osservare come spesso ci siamo fermati in questi anni a immaginare la rivalità degli anni a venire fra Zverev e Kyrgios, pensando a un nuovo duopolio del tennis in pieno stile Federer versus Nadal ma se smettiamo di pensare solo per un momento a tale contesa (chissà perché è ciò che più stuzzica la fantasia del tifoso di tennis…) e ci concentriamo solo sul tennis del tedesco, potremmo vedere chiaramente un tennis senza punti deboli, capace di far bene su qualsiasi superficie, testa e mezzi fisici incredibili che vanno a braccetto e che senza deviazioni di percorso improvvise e inattese dovrebbero portare il “tedeschino” sempre più in alto.

Ciò che manca adesso a Zverev è un risultato di prestigio a livello Slam: il terzo turno raggiunto quest’anno a Melbourne ha solo eguagliato quello di Parigi e Wimbledon dell’anno passato, un traguardo che sicuramente Zverev vorrà migliorare già a partire dei prossimi imminenti appuntamenti. D’altronde, chi crede che non ne abbia le capacità? Possiamo già considerarlo come un candidato al successo al Roland Garros? Dopo Roma non sembra più un’eresia…


Alessandro Orecchio


TAG:

40 commenti. Lasciane uno!

Antonio (Guest) 23-05-2017 21:50

@ Defoe (#1853767)

Nella mia testa lo paragonavo al primo Delpo,quello del 2009.

40
Defoe (Guest) 23-05-2017 18:48

Scritto da Antonio
Zverev mi sembra un Del Potro più affinato tecnicamente.

Servizio e diritto di delpotro sono superiori,rovescio invece è molto superiore quello di sascha. In quanto a mobilità vince sempre sascha.

39
Antonio (Guest) 23-05-2017 18:14

Zverev mi sembra un Del Potro più affinato tecnicamente.

38
Haas78 (Guest) 23-05-2017 17:51

@ yuja’s smile (#1853642)

Sicuramente non ce l’ha l’australiano

37
yuja’s smile (Guest) 23-05-2017 16:53

Scritto da pibla
Ma perché ci sono dubbi che sia nata una stella??
Il punto interrogativo ci stava l’anno scorso, ormai no, questo, tempo 2-3 anni, vince tutto.
Ha la testa, ha il servizio, ha il diritto, ha il rovescio, bisogna solo sperare che anche altri crescano di livello e non lo lascino solo, sennò ci annoiamo tutti.

No Pibla, mi dispiace, è un ottimo giocatore, ma ha tutto tranne la testa (per essere numero uno ovviamente). Per la spiegazione leggi il mio messaggio numero 7.

36
Pierre herme the Picasso of pastry (Guest) 23-05-2017 16:46

Scritto da Fede-rer

Scritto da Ciozz 4.4

Scritto da cataflic
Per me Roma rimane un acuto, un segnale di presenza di un grande giocatore, ma non ha ancora il livello dei migliori anche se ha la fortuna di non soffrirne particolarmente il gioco e questo vuol dire molto perchè se li troverà tra i piedi in semi e finali ancora per un po’.
A rete è ancora un disastro, ma per osmosi penso che dal fratello qualcosa imparerà.
Nel 2018 sarà cotto a puntino per uno slam.

Gioca con una facilità impressionante. Scambiava a 200 orari con Djokovic e nel frattempo avrebbe potuto fumare una sigaretta o fare colazione. Concordo esplosione nel 2018 ma non mi meraviglierei di un exploit (tipo finale) a RG o NY.

Sìsì, tutto vero, con Nole ha giocato alla grande, ma permettimi di dire che quello di Roma è stato un Master 1000 un po’ pazzerello, come è normale che sia essendo piazzato così vicino ad uno slam. Se noti Madrid ha avuto dei risultati molto più “lineari”, a Roma abbiamo avuto degli sbalzi di rendimento giornalieri sia al maschile che al femminile. Lasciando da parte gli infortuni, che hanno falcidiato ed un po’ falsato i tabelloni, ci sono delle partite poco spiegabili.
Do per assodato che la proprietà transitiva sia quanto di più distante dal tennis, lo abbiamo detto più volte… So che c’è tutto il discorso del contrasto di stili ecc ecc ecc… Però a Roma siamo andati ben oltre! Il Thiem visto contro Nadal è stato per me superbo ed ingiocabile. Il Djokovic visto ad inizio torneo era il solito Nole balbettante ed incerto. Poi Djokovic è improvvisamente rifiurito ed ha giocato due match da incorniciare contro Del Potro e, soprattutto, contro Thiem. Quest’ultimo, che contro Nadal sembrava un marziano, contro Nole è stato irriconoscibile ed ha giocato una partitaccia. Il Nole sopraffino visto contro Thiem è scomparso in finale lasciando spazio al Djokovic molle e svogliato di questi ultimi mesi.
In sostanza Zverev ha giocato bene ed ha vinto il torneo perchè è l’unico che è riuscito a giocare ad alto livello senza grossi cali tutto il torneo. Non è assolutamente il giocatore che mi abbia impressionato di più nel singolo match, ma è quello che è stato più costante. In sostanza ho visto tanti corridori da “classiche” (per usare la metafora ciclistica) mentre Zverev è stato l’unico corridore da corsa a tappe!|

Chapeau !

35
pibla (Guest) 23-05-2017 16:33

Ma perché ci sono dubbi che sia nata una stella??

Il punto interrogativo ci stava l’anno scorso, ormai no, questo, tempo 2-3 anni, vince tutto.

Ha la testa, ha il servizio, ha il diritto, ha il rovescio, bisogna solo sperare che anche altri crescano di livello e non lo lascino solo, sennò ci annoiamo tutti.

34
Anselmo (Guest) 23-05-2017 16:31

Forse dirò una castroneria (e vedasi altri commenti su miei post, ne sono quasi certo).
Vorrei ricordare a tutti che il servizio è un fondamentale come lo è il dritto o il rovescio.
Quello che scrivo ora l’ho gia scritto alcuni mesi orsono.
Bene!!! Togliamo il servizio a KARLOVIC,ISNER,KYRGIOS, ZVEREV,RAONIC e in cambio togliamo il dritto arrotato a NADAL o il rovescio (sublime) di WAWRINKA!!!!
Che dite?!?!?!?!?!?

33
Antonella (Guest) 23-05-2017 16:08

Ma certo che questo ragazzo andra’ avanti! Ne ha le capacita’ e sono contenta per lui perche’ merita. Largo ai giovani ! @@@

32
Defoe (Guest) 23-05-2017 15:45

Dato statistico molto interessante: da oggi la top 5 è composta da 5 ultratrentenni! Dubito fosse mai accaduta una cosa del genere! Zverev rappresenta una ventata di aria fresca

31
zedarioz 23-05-2017 15:36

Scritto da yuja’s smile

Scritto da CassiusClay

Scritto da Fabrice
Ma come si fa ad appassionarsi al tennis di un pennellone di due metri??
Ha qualche colpo davvero speciale?
Si ce l’ha un colpo davvero speciale ed è il servizio, ma appunto essendo alto due metri parte chiaramente avvantaggiato!!
Lui, Raonic, Isner, Karlovic, ogni volta che li vedo mi sembrano dei giocatori di basket che giocano a tennis, per me un pugno negli occhi da vedere e inoltre sportivamente partono con un vantaggio troppo marcato, poi ovviamente de gustibus!!
Saluti.
Fabrice

Toni Nadal lo disse qualche tempo fa in tempi non sospetti: vista la direzione in cui stava andando il tennis(sempre più potenza) i prossimi campioni sarebbero stati pennelloni di quasi due metri, dal servizio devastante ma che hanno anche una certa mobilità e resistenza negli scambi d fondo.
Sembra il ritratto di Zverev manco a farlo apposta…
Ricordate Cilic allo Us Open vinto? Il modello di gioco del futuro prossimo sarà più o meno quello, piaccia o non piaccia
L’unico modo per cambiare le cose è intervenire sulle racchette e porre limiti all’evoluzione dei materiali. Ma dubito succederà

Secondo me non puoi porre limiti all’evoluzione dei materiali, e ovviamente neppure all’altezza dei giocatori. Però qualcosa si può fare a livello di regolamento: per esempio non farli saltare sul servizio (una volta infatti era vietato), o anche abolire la seconda palla. Nel primo caso gli aces si ridurrebbero almeno del 90%, nel secondo del 50% (perché i pazzi che continuerebbero a sparare tutto ci sarebbero lo stesso …)

Se non si può saltare sul servizio, chi è basso è più svantaggiato di chi è alto 2 metri, non trovi?
Secondo me l’unica possibile variante, ma proprio l’unica, è ridurre notevolmente il piatto corde. Cioè se giocassero con attrezzi come quelli con cui giocava panatta, pur con tutta la tecnologia a disposizione, fare top spin esagerati diventa impossibile.
I grandi battitori c’erano anche negli anni 70/80 e nessuno si scandalizzava.
Il tennis è cambiato in peggio quando hanno iniziato a vincere giocatori che non tiravano un vincente in due ore di gioco, alla Bruguera. I colpi piatti portano ad andare a rete, a cercare il vincente, a prendere più rischi…
Ma non lo faranno mai.
Io mi diverto di più a vedere Zverev che tira vincenti con entrambi i colpi o Wawrinka o Thiem, piuttosto che i maratoneti senza servizio ma con le gambe bioniche.

30
yuja’s smile (Guest) 23-05-2017 15:33

Scritto da bimbumbam

Scritto da yuja’s smile

Scritto da CassiusClay

Scritto da Fabrice
Ma come si fa ad appassionarsi al tennis di un pennellone di due metri??
Ha qualche colpo davvero speciale?
Si ce l’ha un colpo davvero speciale ed è il servizio, ma appunto essendo alto due metri parte chiaramente avvantaggiato!!
Lui, Raonic, Isner, Karlovic, ogni volta che li vedo mi sembrano dei giocatori di basket che giocano a tennis, per me un pugno negli occhi da vedere e inoltre sportivamente partono con un vantaggio troppo marcato, poi ovviamente de gustibus!!
Saluti.
Fabrice

Toni Nadal lo disse qualche tempo fa in tempi non sospetti: vista la direzione in cui stava andando il tennis(sempre più potenza) i prossimi campioni sarebbero stati pennelloni di quasi due metri, dal servizio devastante ma che hanno anche una certa mobilità e resistenza negli scambi d fondo.
Sembra il ritratto di Zverev manco a farlo apposta…
Ricordate Cilic allo Us Open vinto? Il modello di gioco del futuro prossimo sarà più o meno quello, piaccia o non piaccia
L’unico modo per cambiare le cose è intervenire sulle racchette e porre limiti all’evoluzione dei materiali. Ma dubito succederà

Secondo me non puoi porre limiti all’evoluzione dei materiali, e ovviamente neppure all’altezza dei giocatori. Però qualcosa si può fare a livello di regolamento: per esempio non farli saltare sul servizio (una volta infatti era vietato), o anche abolire la seconda palla. Nel primo caso gli aces si ridurrebbero almeno del 90%, nel secondo del 50% (perché i pazzi che continuerebbero a sparare tutto ci sarebbero lo stesso …)

bravo, così, anzichè avere l’eventuale strapotere del servizio, avresti quello della risposta già facilitata dai telai e dalle supercorde, sarebbe un tennis farsa dove il giocatore avanti 5-4 “risponderebbe per il match” LOL. Intervenire sugli attrezzi, corde in primis , si potrebbe, ma manca la volontà politica, stesso discorso per quanto riguarda le superfici.Alla fine meglio non fare niente.

Va bene, se tu hai deciso così, allora ok: non facciamo niente e largo ai pennelloni.

29
bimbumbam (Guest) 23-05-2017 15:15

Scritto da yuja’s smile

Scritto da CassiusClay

Scritto da Fabrice
Ma come si fa ad appassionarsi al tennis di un pennellone di due metri??
Ha qualche colpo davvero speciale?
Si ce l’ha un colpo davvero speciale ed è il servizio, ma appunto essendo alto due metri parte chiaramente avvantaggiato!!
Lui, Raonic, Isner, Karlovic, ogni volta che li vedo mi sembrano dei giocatori di basket che giocano a tennis, per me un pugno negli occhi da vedere e inoltre sportivamente partono con un vantaggio troppo marcato, poi ovviamente de gustibus!!
Saluti.
Fabrice

Toni Nadal lo disse qualche tempo fa in tempi non sospetti: vista la direzione in cui stava andando il tennis(sempre più potenza) i prossimi campioni sarebbero stati pennelloni di quasi due metri, dal servizio devastante ma che hanno anche una certa mobilità e resistenza negli scambi d fondo.
Sembra il ritratto di Zverev manco a farlo apposta…
Ricordate Cilic allo Us Open vinto? Il modello di gioco del futuro prossimo sarà più o meno quello, piaccia o non piaccia
L’unico modo per cambiare le cose è intervenire sulle racchette e porre limiti all’evoluzione dei materiali. Ma dubito succederà

Secondo me non puoi porre limiti all’evoluzione dei materiali, e ovviamente neppure all’altezza dei giocatori. Però qualcosa si può fare a livello di regolamento: per esempio non farli saltare sul servizio (una volta infatti era vietato), o anche abolire la seconda palla. Nel primo caso gli aces si ridurrebbero almeno del 90%, nel secondo del 50% (perché i pazzi che continuerebbero a sparare tutto ci sarebbero lo stesso …)

bravo, così, anzichè avere l’eventuale strapotere del servizio, avresti quello della risposta già facilitata dai telai e dalle supercorde, sarebbe un tennis farsa dove il giocatore avanti 5-4 “risponderebbe per il match” LOL. Intervenire sugli attrezzi, corde in primis , si potrebbe, ma manca la volontà politica, stesso discorso per quanto riguarda le superfici.Alla fine meglio non fare niente.

28
bimbumbam (Guest) 23-05-2017 15:07

Considerato chi è l’attuale numero uno del ranking, Zverev va benissimo, ma in termini assoluti non è certo un genio del tennis. Speriamo nella rapida maturazione di Tsitsipas e soprattutto di Shapovalov, diversamente ci aspettano tempi un po’cupi.

27
Reax (Guest) 23-05-2017 15:02

Kyrgios non credo arrivi…zverev è già arrivato. Piccola differenza fra i due

26
Timeo 23-05-2017 14:42

Per non dimenticare:
un pò piccolino per giocare le quali in questo tipo di challenger e poi ha perso 64 62 o è il nuovo BORIS BECKER?
26
Replica | Quota |

daniele (Guest) 06-08-2011 16:33
@ Koko (#556934)
vero!come lapalombella al challenger di trani :mrgreen:
25
Replica | Quota |

lu.sci (Guest) 06-08-2011 16:01
@ Holyfather (#556950)
ma questo non vinceva neanche da giovane andatevi a vedere sul sito dell’atp gli score in davis nel tabellone maggiore non ha mai vinto un incontro allora i russi avevano poche opportunità di uscire dalla cortina di ferro e giocavano poco cmq qualche partita in davis negli incontri di zona di secondo gruppo lo vinse contro avversari deboli tipo principato di monaco (a proposito è l’unico sport in cui compete) e nei challenger in quel periodo l’unico russo che giocava itornei prinicipali era chesnokov la bestia nera di wilander erano prematuri i tempi di kafelnikov safin e davidenko prima c’era stato solo metreveli
se è lui siamo alle comiche dopo borg nel 91 e muster fra un po ogni torneo inviterà un nonnetto direttamente dall’ospizio del resto anche camporese ha giocato un future qualche settimana fa mentre l’ungherese noszaly avversario dell’italia nel 94 in davis ha giocato un challenger in america
24
Replica | Quota |

Prince82 06-08-2011 15:07
già iniziati i secondi turni, in campo nuovamente Brizzi!
23
Replica | Quota |

Tetra (Guest) 06-08-2011 15:03
97 vi assicuro ero in campo con lui
22
Replica | Quota |

Al (Guest) 06-08-2011 13:39
Ha fatto semi hai campionati europei under 14!
21
Replica | Quota |

Al (Guest) 06-08-2011 13:37
No è del 97!
20
Replica | Quota |

Radames 06-08-2011 13:02
Scritto da davide1977
@ Tetra (#557020)
è vero, sul sito itf sezione juniors esiste un alexander zverev classe ’97, quindi effettivamente mi ero sbagliato, però merito comprensione perchè le coincidenze sembravano troppe, può darsi che sia il fratello minore di Mischa, perchè è strano che ad un torneo nel quale Mischa Zverev, naturalizzato tedesco allenato dal padre Alexander sia iscritto nelle quali un altro Zverev di passaporto tedesco
Credo pero’ che sia del ’95 e non del ’97, credo ci sia un errore nel sito
19
Replica | Quota |

davide1977 (Guest) 06-08-2011 12:45
@ Tetra (#557020)
è vero, sul sito itf sezione juniors esiste un alexander zverev classe ’97, quindi effettivamente mi ero sbagliato, però merito comprensione perchè le coincidenze sembravano troppe, può darsi che sia il fratello minore di Mischa, perchè è strano che ad un torneo nel quale Mischa Zverev, naturalizzato tedesco allenato dal padre Alexander sia iscritto nelle quali un altro Zverev di passaporto tedesco
18
Replica | Quota |

Tetra (Guest) 06-08-2011 12:38
Zverev ha 14 anni… Gran prospetto!
17
Replica | Quota |

Prince82 06-08-2011 12:31
@ fst (#557012)
13 doppi falli in 8 turni di servizio. mai visto, neanche nel WTA…
16
Replica | Quota |

fst (Guest) 06-08-2011 12:17
Scritto da virescit85
In 3 game Virgili ha fatto 4 doppi falli e 4su5 punti alla risposta
10 doppi falli in 6 turni di servizio
15
Replica | Quota |

virescit85 (Guest) 06-08-2011 11:42
In 3 game Virgili ha fatto 4 doppi falli e 4su5 punti alla risposta
14
Replica | Quota |

davide1977 (Guest) 06-08-2011 09:51
e poi se andate a vedere il tabellone in pdf questo Alexander Zverev risulta essere tedesco, guardacaso come il figlio Mischa
13
Replica | Quota |

davide1977 (Guest) 06-08-2011 09:44
@ Non cliccate sui banner trappola pubblicitari succhiasoldi ! MAI ! (#556952)
siccome il padre è l’allenatore del figlio, sappiamo bene che capitano spesso queste cose nei tabelloni di qualificazione dei tornei challengers o futures, nei quali l’allenatore di un giocatore ottiene un invito
12
Replica | Quota |

Non cliccate sui banner trappola pubblicitari succhiasoldi ! MAI ! (Guest) 06-08-2011 05:33
Scritto da davide1977
e poi lo Zverev al quale è stata data la WC credo che sia il papà di Mischa, che è in tabellone, è un classe ’60 che giocva la Davis ai tempi dell’URSS
In Russia ce ne sarà solo uno di Zverev che si chiama Alexander, no ?
Ovvio …
Comunque …
VAI FRIGO ! Lecco alla conquista di San Marino.
Io sono qui che piove a più non posso. Non mi muovo penso fino al tabellone principale.
Tra l’altro mezz’ora fa a Lecco il Diluvio : in zona Moregallo fino a Malgrate l’acqua veniva più in orizzontale che in verticale, dal Lago verso la terra ferma. Un diluvione.
Arrivo adesso da un White Party a Bellagio.
Praticamente questa notte giro del Lago.
Dovevo essere ad Acquaseria per le 19.30, invece sono arrivato solo alle 19.55. Traffico bloccato per la pioggia tempestosa. Il lago era un vapore unico. Poi via in pizzeria a Menaggio, affogato al cioccolato a Gravedona, poi di nuovo ad Acquaseria. Alle 12.30 rotta verso Como ( Il traghetto era ormai chiuso ), ed arrivo a Bellagio alla 1.50. Vestito tutto di bianco ( Shot, ovvio : grazie ai Cipolla … ) con anche il pennello da imbianchino per fare le foto. Chiusura alle 4.00, poi partenza per Lecco ed arrivo in cima al lago alle 5.15.
Il Giro del Lago in una nottata !
11
Replica | Quota |

Holyfather (Guest) 06-08-2011 02:51
Scritto da lu.sci
@ davide1977 (#556918)
ma ke ti sei fatto !!!
ahhahaha però potrebbe aver ragione,il padre di zverev si chiama alexander e quello in tabellone si chiama alexander.Tra l’altro l’unico alexander zverev iscritto al sito itf è proprio del 62…vai a vedere che è proprio il padre di zverev
10
Replica | Quota |

eva (Guest) 06-08-2011 00:32
@ da.ferretti93 (#556916)
non è lui
9
Replica | Quota |

Koko (Guest) 06-08-2011 00:13
Non so perchè ma Zonzini (nome che si vede sempre all’approssimarsi di S. Marino) mi ricorda una supercar di un ingegnere Italo-Argentino!
8
Replica | Quota |

lu.sci (Guest) 05-08-2011 23:39
@ davide1977 (#556918)
ma ke ti sei fatto !!!
7
Replica | Quota |

Prince82 05-08-2011 23:19
Scritto da Alain
ma la wc a Miccini per le quali?
vero! secondo me se lo sono scordato!
6
Replica | Quota |

davide1977 (Guest) 05-08-2011 22:48
e poi lo Zverev al quale è stata data la WC credo che sia il papà di Mischa, che è in tabellone, è un classe ’60 che giocva la Davis ai tempi dell’URSS

25
Anselmo (Guest) 23-05-2017 14:20

per diPASSAGGIO
Permettimi di dissentire.
Personalmente se succedesse a me, lo troverei fastidioso a dir poco.
Forse(bisogna che uno ci si trova, ma ripeto forse farei un drop shot corto quel tanto che basta per permettere all’avversario di arrivarci, di buttarla di là dove poi gli tirerei una pallata addosso facendo il pugnetto e urlando magari vamos).
Credimi,ho giocato a tennis per anni poi per problemi di salute ho dovuto smettere e ti assicuro che non ho mai tirato addosso all’avversario (quanto meno volontariamente) ma quando vedo uno che, ti ripeto tutti i punti mostra sto cxxxo di pugnetto a me manda in bestia.
Sbaglierò??? Forse, ma è cosi che la vedo!!

24
yuja’s smile (Guest) 23-05-2017 14:15

Scritto da marvar
@ Fabrice (#1853150)
Ma cosa dici…?hai visto una sua partita???lui non e’paragonabile a Raonic isner o cilic!!

Soprattutto a Cilic. Quello ha vinto gli U.S. Open, mica Roma.

23
marvar (Guest) 23-05-2017 14:02

@ Fabrice (#1853150)

Ma cosa dici…?hai visto una sua partita???lui non e’paragonabile a Raonic isner o cilic!!

22
Palmeria (Guest) 23-05-2017 13:19

Scritto da Fabrice
Ma come si fa ad appassionarsi al tennis di un pennellone di due metri??
Ha qualche colpo davvero speciale?
Si ce l’ha un colpo davvero speciale ed è il servizio, ma appunto essendo alto due metri parte chiaramente avvantaggiato!!
Lui, Raonic, Isner, Karlovic, ogni volta che li vedo mi sembrano dei giocatori di basket che giocano a tennis, per me un pugno negli occhi da vedere e inoltre sportivamente partono con un vantaggio troppo marcato, poi ovviamente de gustibus!!
Saluti.
Fabrice

Ma lo hai mai visto giocare ?
Lo hai visto il suo rovescio, i suoi recuperi vincenti di dritto, come si muova in campo nonostante sia 1,98 m?

Che commento insensato

21
Marco (Guest) 23-05-2017 12:55

Scritto da cataflic
Per me Roma rimane un acuto, un segnale di presenza di un grande giocatore, ma non ha ancora il livello dei migliori anche se ha la fortuna di non soffrirne particolarmente il gioco e questo vuol dire molto perchè se li troverà tra i piedi in semi e finali ancora per un po’.
A rete è ancora un disastro, ma per osmosi penso che dal fratello qualcosa imparerà.
Nel 2018 sarà cotto a puntino per uno slam.

Per osmosi? Ma tu in genere quanto tempo alleni la volée sul campo da tennis?
Certo che se li troverà ancora per un po’ , anzi ad esempio la prossima volta che incontrerà djoko, ci perderà, facile previsione..!

20
Marco (Guest) 23-05-2017 12:52

Scritto da Fabrice
Ma come si fa ad appassionarsi al tennis di un pennellone di due metri??
Ha qualche colpo davvero speciale?
Si ce l’ha un colpo davvero speciale ed è il servizio, ma appunto essendo alto due metri parte chiaramente avvantaggiato!!
Lui, Raonic, Isner, Karlovic, ogni volta che li vedo mi sembrano dei giocatori di basket che giocano a tennis, per me un pugno negli occhi da vedere e inoltre sportivamente partono con un vantaggio troppo marcato, poi ovviamente de gustibus!!
Saluti.
Fabrice

Una curiosità .. tu quanto sei alto?

19
yuja’s smile (Guest) 23-05-2017 12:40

Scritto da CassiusClay

Scritto da Fabrice
Ma come si fa ad appassionarsi al tennis di un pennellone di due metri??
Ha qualche colpo davvero speciale?
Si ce l’ha un colpo davvero speciale ed è il servizio, ma appunto essendo alto due metri parte chiaramente avvantaggiato!!
Lui, Raonic, Isner, Karlovic, ogni volta che li vedo mi sembrano dei giocatori di basket che giocano a tennis, per me un pugno negli occhi da vedere e inoltre sportivamente partono con un vantaggio troppo marcato, poi ovviamente de gustibus!!
Saluti.
Fabrice

Toni Nadal lo disse qualche tempo fa in tempi non sospetti: vista la direzione in cui stava andando il tennis(sempre più potenza) i prossimi campioni sarebbero stati pennelloni di quasi due metri, dal servizio devastante ma che hanno anche una certa mobilità e resistenza negli scambi d fondo.
Sembra il ritratto di Zverev manco a farlo apposta…
Ricordate Cilic allo Us Open vinto? Il modello di gioco del futuro prossimo sarà più o meno quello, piaccia o non piaccia
L’unico modo per cambiare le cose è intervenire sulle racchette e porre limiti all’evoluzione dei materiali. Ma dubito succederà

Secondo me non puoi porre limiti all’evoluzione dei materiali, e ovviamente neppure all’altezza dei giocatori. Però qualcosa si può fare a livello di regolamento: per esempio non farli saltare sul servizio (una volta infatti era vietato), o anche abolire la seconda palla. Nel primo caso gli aces si ridurrebbero almeno del 90%, nel secondo del 50% (perché i pazzi che continuerebbero a sparare tutto ci sarebbero lo stesso …)

18
DiPassaggio (Guest) 23-05-2017 12:36

Scritto da Anselmo
Premetto che a me ZVEREV mi sta antipatico per questo suo continuo mostrare il pugnetto, tennisticamente è molto forte, sicuramente nei prossimi anni sarà ai vertici della classifica(posizione non lo so,non sono un mago)ma sinceramente non mi accende per il suo tipo ti tennis al contrario di Kyrgios (che probabilmente non brilla per simpatia) ma che sotto il profilo spettacolo edivertimento è tutta un altra cosa.
Ripeto, non si può mostrare sto cxxxo di pugnetto ad ogni punto.
E’ fastidoso

Premesso che non rispondo a te ma in generale ai tennisti, davvero non mi capacito come un atleta grande e grosso ed in tranche agonistica possa essere turbato da quell’altro che ti fa il pugnetto a 10 metri di distanza. Lo dico perché questa polemica ricorrente mi rafforza l’opinione che trattasi di sport da fighetti a volte incomprensibili, per credere dite una cosa del genere ad uno che per una vita ha preso calcioni, gomitate ed insulti vari, e considera questo comunque sport, e poi valutate se è il caso di insistere con queste menate…

17
Anselmo (Guest) 23-05-2017 11:36

Premetto che a me ZVEREV mi sta antipatico per questo suo continuo mostrare il pugnetto, tennisticamente è molto forte, sicuramente nei prossimi anni sarà ai vertici della classifica(posizione non lo so,non sono un mago)ma sinceramente non mi accende per il suo tipo ti tennis al contrario di Kyrgios (che probabilmente non brilla per simpatia) ma che sotto il profilo spettacolo edivertimento è tutta un altra cosa.
Ripeto, non si può mostrare sto cxxxo di pugnetto ad ogni punto.
E’ fastidoso

16
CassiusClay 23-05-2017 11:20

Scritto da Fabrice
Ma come si fa ad appassionarsi al tennis di un pennellone di due metri??
Ha qualche colpo davvero speciale?
Si ce l’ha un colpo davvero speciale ed è il servizio, ma appunto essendo alto due metri parte chiaramente avvantaggiato!!
Lui, Raonic, Isner, Karlovic, ogni volta che li vedo mi sembrano dei giocatori di basket che giocano a tennis, per me un pugno negli occhi da vedere e inoltre sportivamente partono con un vantaggio troppo marcato, poi ovviamente de gustibus!!
Saluti.
Fabrice

Toni Nadal lo disse qualche tempo fa in tempi non sospetti: vista la direzione in cui stava andando il tennis(sempre più potenza) i prossimi campioni sarebbero stati pennelloni di quasi due metri, dal servizio devastante ma che hanno anche una certa mobilità e resistenza negli scambi d fondo.
Sembra il ritratto di Zverev manco a farlo apposta…
Ricordate Cilic allo Us Open vinto? Il modello di gioco del futuro prossimo sarà più o meno quello, piaccia o non piaccia

L’unico modo per cambiare le cose è intervenire sulle racchette e porre limiti all’evoluzione dei materiali. Ma dubito succederà

15
Lucia (Guest) 23-05-2017 11:10

Scritto da Fabrice
Ma come si fa ad appassionarsi al tennis di un pennellone di due metri??
Ha qualche colpo davvero speciale?
Si ce l’ha un colpo davvero speciale ed è il servizio, ma appunto essendo alto due metri parte chiaramente avvantaggiato!!
Lui, Raonic, Isner, Karlovic, ogni volta che li vedo mi sembrano dei giocatori di basket che giocano a tennis, per me un pugno negli occhi da vedere e inoltre sportivamente partono con un vantaggio troppo marcato, poi ovviamente de gustibus!!
Saluti.
Fabrice

Pennellone è raonic, isner… Zverev è più un delpo, non uno con solo servizio.
Un colpo speciale? Il rovescio
Quanti pennelloni ce l’hanno?

14
francesco.giacomelli@virgilio.it (Guest) 23-05-2017 11:05

Sarà sicuramente un dei protagonisti dei prossimi anni..
Ad oggi, pensare che batta nei 3 su 5 Nadal, Federer; Nole e un Murray e Wawrinka (ritrovati) la vedo piuttosto difficile.. Tra un paio di anni sicuramente, i tennisti tra i Fab4 e la NextGen verranno facilmente superati, non solo da Zverev.

13
Alexander (Guest) 23-05-2017 10:19

Scritto da yuja’s smile
Sarà un ottimo giocatore, senz’altro un top five, ma mai un numero uno. Kyrgios ha la testa del fuoriclasse, e se avrà la costanza di allenarsi con continuità lo diventerà. Zverev a Roma ha avuto fortuna, pur giocando benissimo. Ha incontrato un Djoko spento, ha evitato Nadal. E’lentissimo nel correre in avanti. Avete notato che quando subisce una palla corta perde nove punti su dieci? Grande servizio ma sotto pressione ancora trema (qualcuno si ricorda quando in Coppa Davis doveva portare il punto decisivo contro il Belgio?). Kyrgios ha la testa del campione: incontra per la prima volta Nadal sul Centrale di Wimbledon e lo prende a pallettate sui denti!

Kyrgios ha sicuramente qualcosa in più, il problema è portarlo sul campo. Di campioni potenziali che non arrivano mai ne ho visti decine, nei miei 40 anni di tennis. Parlare di fortuna è riduttivo, non ho mai visto un tennista vincere un torneo per fortuna, nemmeno una partita, solo quando si ritira l’avversario sei fortunato. Il campo è l’unico giudice, chi vince merita.

12
Koko (Guest) 23-05-2017 10:00

Scritto da Fabrice
Ma come si fa ad appassionarsi al tennis di un pennellone di due metri??
Ha qualche colpo davvero speciale?
Si ce l’ha un colpo davvero speciale ed è il servizio, ma appunto essendo alto due metri parte chiaramente avvantaggiato!!
Lui, Raonic, Isner, Karlovic, ogni volta che li vedo mi sembrano dei giocatori di basket che giocano a tennis, per me un pugno negli occhi da vedere e inoltre sportivamente partono con un vantaggio troppo marcato, poi ovviamente de gustibus!!
Saluti.
Fabrice

Tennisticamente è normale preferire Corentin Moutet perché è più divertente ma purtroppo all’atto pratico spesso i pennelloni arrivano più facilmente avanti.Io non dispero e chi esprime estro e qualità avrà il suo momento.

11
adriano_ro 23-05-2017 09:20

E’il nuovo top ten, i fab four iniziano a cedere

10
Antonio (Guest) 23-05-2017 09:19

Zverev ha tutto per essere un numero 1,ma avrà anche avversari da temere,non sarà un dominatore del circuito alla Federer,Nadal o Djokovic.

9
Fede-rer 23-05-2017 08:51

Scritto da Ciozz 4.4

Scritto da cataflic
Per me Roma rimane un acuto, un segnale di presenza di un grande giocatore, ma non ha ancora il livello dei migliori anche se ha la fortuna di non soffrirne particolarmente il gioco e questo vuol dire molto perchè se li troverà tra i piedi in semi e finali ancora per un po’.
A rete è ancora un disastro, ma per osmosi penso che dal fratello qualcosa imparerà.
Nel 2018 sarà cotto a puntino per uno slam.

Gioca con una facilità impressionante. Scambiava a 200 orari con Djokovic e nel frattempo avrebbe potuto fumare una sigaretta o fare colazione. Concordo esplosione nel 2018 ma non mi meraviglierei di un exploit (tipo finale) a RG o NY.

Sìsì, tutto vero, con Nole ha giocato alla grande, ma permettimi di dire che quello di Roma è stato un Master 1000 un po’ pazzerello, come è normale che sia essendo piazzato così vicino ad uno slam. Se noti Madrid ha avuto dei risultati molto più “lineari”, a Roma abbiamo avuto degli sbalzi di rendimento giornalieri sia al maschile che al femminile. Lasciando da parte gli infortuni, che hanno falcidiato ed un po’ falsato i tabelloni, ci sono delle partite poco spiegabili.
Do per assodato che la proprietà transitiva sia quanto di più distante dal tennis, lo abbiamo detto più volte… So che c’è tutto il discorso del contrasto di stili ecc ecc ecc… Però a Roma siamo andati ben oltre! Il Thiem visto contro Nadal è stato per me superbo ed ingiocabile. Il Djokovic visto ad inizio torneo era il solito Nole balbettante ed incerto. Poi Djokovic è improvvisamente rifiurito ed ha giocato due match da incorniciare contro Del Potro e, soprattutto, contro Thiem. Quest’ultimo, che contro Nadal sembrava un marziano, contro Nole è stato irriconoscibile ed ha giocato una partitaccia. Il Nole sopraffino visto contro Thiem è scomparso in finale lasciando spazio al Djokovic molle e svogliato di questi ultimi mesi.
In sostanza Zverev ha giocato bene ed ha vinto il torneo perchè è l’unico che è riuscito a giocare ad alto livello senza grossi cali tutto il torneo. Non è assolutamente il giocatore che mi abbia impressionato di più nel singolo match, ma è quello che è stato più costante. In sostanza ho visto tanti corridori da “classiche” (per usare la metafora ciclistica) mentre Zverev è stato l’unico corridore da corsa a tappe!|

8
yuja’s smile (Guest) 23-05-2017 08:46

Sarà un ottimo giocatore, senz’altro un top five, ma mai un numero uno. Kyrgios ha la testa del fuoriclasse, e se avrà la costanza di allenarsi con continuità lo diventerà. Zverev a Roma ha avuto fortuna, pur giocando benissimo. Ha incontrato un Djoko spento, ha evitato Nadal. E’lentissimo nel correre in avanti. Avete notato che quando subisce una palla corta perde nove punti su dieci? Grande servizio ma sotto pressione ancora trema (qualcuno si ricorda quando in Coppa Davis doveva portare il punto decisivo contro il Belgio?). Kyrgios ha la testa del campione: incontra per la prima volta Nadal sul Centrale di Wimbledon e lo prende a pallettate sui denti!

7
Ciozz 4.4 (Guest) 23-05-2017 08:38

Scritto da cataflic
Per me Roma rimane un acuto, un segnale di presenza di un grande giocatore, ma non ha ancora il livello dei migliori anche se ha la fortuna di non soffrirne particolarmente il gioco e questo vuol dire molto perchè se li troverà tra i piedi in semi e finali ancora per un po’.
A rete è ancora un disastro, ma per osmosi penso che dal fratello qualcosa imparerà.
Nel 2018 sarà cotto a puntino per uno slam.

Gioca con una facilità impressionante. Scambiava a 200 orari con Djokovic e nel frattempo avrebbe potuto fumare una sigaretta o fare colazione. Concordo esplosione nel 2018 ma non mi meraviglierei di un exploit (tipo finale) a RG o NY.

6
cataflic (Guest) 23-05-2017 08:21

Per me Roma rimane un acuto, un segnale di presenza di un grande giocatore, ma non ha ancora il livello dei migliori anche se ha la fortuna di non soffrirne particolarmente il gioco e questo vuol dire molto perchè se li troverà tra i piedi in semi e finali ancora per un po’.

A rete è ancora un disastro, ma per osmosi penso che dal fratello qualcosa imparerà.

Nel 2018 sarà cotto a puntino per uno slam.

5
Alexander (Guest) 23-05-2017 08:15

Sì, per me ha tutto per vincere molto. Il tennis aspetta da anni un ricambio che non arriva mai, abbiamo fidato in Dimitrov, Thiem, Raonic, Kyrgios e Co.. Invece è arrivato prima il più giovane. Ha già vinto indoor, su terra, ha fatto una finale sull’erba. Sta crescendo di testa, e può ancora migliorare tanto. Non gli serve essere forte come Roger, o come Rafa, e nemmeno come Nole. Per diventare n1, purtroppo, basta essere come Murray, e, vista la concorrenza che non arriva mai, Sasha può farlo.

4
Carl 23-05-2017 08:15

C’è un errore nel titolo, quel punto interrogativo finale deve essere corretto in un punto esclamativo.

3
Fabrice (Guest) 23-05-2017 08:13

Ma come si fa ad appassionarsi al tennis di un pennellone di due metri??

Ha qualche colpo davvero speciale?

Si ce l’ha un colpo davvero speciale ed è il servizio, ma appunto essendo alto due metri parte chiaramente avvantaggiato!!

Lui, Raonic, Isner, Karlovic, ogni volta che li vedo mi sembrano dei giocatori di basket che giocano a tennis, per me un pugno negli occhi da vedere e inoltre sportivamente partono con un vantaggio troppo marcato, poi ovviamente de gustibus!!

Saluti.

Fabrice

2
Fede (Guest) 23-05-2017 07:56

Credo che la vittoria a Roma sia importantissima, ma il suo tennis, pur solido, secondo me non è all’altezza del miglior nadal (su terra), del miglior federer (su hard e erba) e in generale del miglior djokovic. Da fondo anche nishikori quando è in forma non mi sembra inferiore. Certo che il servizio aiuta molto Zverev, ma al RG non credo andrà oltre i quarti…il suo obiettivo massimo x quest’anno è il masters, x ora nulla più

1