Notizie dal Mondo Copertina, Generica

Roger Federer deciderà il 10 maggio se giocare a Parigi: “Fino ad allora mi allenerò sul cemento”. Ritiro dopo una grande vittoria? Sto già programmando l’inizio del 2018

16/04/2017 10:46 17 commenti
Roberta Vinci classe 1983, n.4 del mondo
Roberta Vinci classe 1983, n.4 del mondo

Roger Federer deciderà alla metà di Maggio se disputare il Roland Garros, seconda prova stagionale del Grand Slam.

“Deciderò se spostarmi o meno sulla terra rossa il 10 maggio. Ci metteremo al tavolo e discuteremo sulla questione: salteremo tutta la stagione sul rosso? O è meglio di no? Fino ad allora mi allenerò sul cemento. Basta giocare solo per giocare, questo non lo faccio. Quindi non c’è da stupirsi. Gioco solo quando sono pronto e sono motivato al massimo.
Forse potrei riuscire ad esprimere il mio tennis aggressivo anche a Parigi, perché quando il tempo è bello le condizioni di gioco sono molto veloci, quasi più veloci rispetto a Wimbledon. Quindi sarebbe una buona preparazione per la stagione su erba.”

“Non sto pensando al ritiro. Sto già programmando l’inizio del 2018. Non credo che le vittorie o le sconfitte possano determinare il mio ritiro. È più una questione di testa e di corpo. Non è il mio obiettivo smettere quando sono al picco della mia forma. Giocherò fin quando potrò e fin quando non solo io sarò felice di farlo, ma anche la mia famiglia e il mio team.”


TAG: ,

17 commenti. Lasciane uno!

roger87 (Guest) 17-04-2017 00:12

dipende anche dai tre masters mille sulla terra. se prima di parigi è ancora numero 4 non giocherà. perchè a wimbledon vorrebbe arrivarci almeno da numero 4,cosi fa meno fatica nei primi turni. dal numero 4 al numero 8 sono pochi punti. quindi lyubicic che è uno stratega in tutto sta considerando pure questo. se c è da fare uno sforzo per garantirle il quarto posto o terzo,lo farà a parigi.

17
Losvizzero 16-04-2017 23:36

Adorooooo

16
Giuk (Guest) 16-04-2017 22:35

Non ce lo vedo Federer stare in campo oltre tre ore contro i vari Vinolas Delbonis Bautista ….proprio no!

15
bimbumbam (Guest) 16-04-2017 19:34

Ora abbiamo tre Slam ravvicinati, Nole e Andy hanno parecchi punti in scadenza mentre Roger ha praticamente solo la sf di W, quindi il discorso sul N 1 diventerà una cosa seria solo dopo gli US Open, solo allora Roger tirerà le somme e valuterà se dannarsi l’anima in autunno per chiudere al primo posto. In questo momento nella sua testa esiste solo Wimbledon. Credo che per Parigi conterà non solo il suo stato di forma, ma anche il clima, se le previsioni daranno un RG piovoso con campi lenti e un freddo che ti entra nelle ossa, potrebbe lasciar perdere.

14
Lisette80 (Guest) 16-04-2017 18:33

Federer non se ne importa nulla della terra battuta!!

13
paoloz. (Guest) 16-04-2017 17:22

in certi giorni le condizioni di parigi sono quasi più veloci di wimbledon? ma quando cavolo hanno rallentato wimbledon?

12
pallettaro75 (Guest) 16-04-2017 15:01

boh a me pare che il cemento logori di più il fisico…. saprà lui…

11
Rovescius 16-04-2017 14:15

Fa bene, ormai è nell’olimpo del tennis, gioca quando vuole e dove vuole senza pensare a ranking, o fare calcoli, deve solo gestire il suo fisico e godersela per la gioia sua e di chi lo ammira

10
il luminare (Guest) 16-04-2017 14:00

è chiaro che sulla terra è più facile subire certi infortuni alle caviglie e ginocchia rispetto al cemento, quando giochi sul cemento è difficile beccare delle buche 😛 , in particolare quando corri lateralmente, inoltre le partite 3su5 sulla terra possono essere molto lunghe e logoranti, detto questo fossi in Federer andrei lo stesso al RG, non giocarlo arriverebbe a Wimbledon con ancora più pressioni, inoltre resterebbe fermo x troppo tempo, giocare due tornei su erba prima di wimbledon può non bastare x trovare la migliore condizione, sull’erba prendi un break al primo turno del primo torneo e vai a casa, arrivi al secondo torneo con pochi match e magari esci ai quarti con uno forte e in forma, arrivi a wimbledon non nelle condizioni ideali, in particolare mentali, inoltre a wimbledon se becchi uno che serve forte al secondo turno il rischio che vai a casa c’è, fossi nel re io giocherei Parigi x arrivare più rodato e con meno pressioni alla stagione su erba, poi certo se prima del RG gli viene il mal di schiena o altro allora tutto cambia

9
bimbumbam (Guest) 16-04-2017 13:10

Scritto da Shuzo
A ce la si racconta. Lui continua a giocare perché il tennis è un po’ come una droga: dà dipendenza.

sorrido al pensiero che a scivolare nella tossicodipendenza,quella vera, da nausea di tennis o da noia esistenziale, furono Borg,Agassi o Wilander. Quanto a Federer,o Connors,il motivo della lunga carriera va ricercato nell’infinita passione per il tennis,se poi vogliamo chiamarla dipendenza da tennis, facciamo pure,ma non è così:Federer è un persona estremamente equilibrata e serena,ha una famiglia bella e numerosa e se Mirka gli chiedesse di smettere,probabilmente lo farebbe. Quanto al 2018,Roger ha detto e ripetuto di aver programmato nello scorso autunno le prossime tre stagioni. Nulla di nuovo,questa storia del ritiro dopo una grande vittoria è roba da giornalisti fantasiosi, o da Penetta.

8
giuly97top10 16-04-2017 13:07

Semplicemente, ha ragione. Io rosico perché lo vorrei numero uno, ma come posso anche solo pensare di criticare la sua programmazione ?

7
Rodolfo 16-04-2017 13:04

Per le articolazioni il cemento è senz’altro peggio della terra…ma al RG devi correre 3-4 ore al giorno…

6
Giuseppespartano (Guest) 16-04-2017 13:03

Scritto da mimmo0179
@ Giuseppespartano (#1816339)
Non posso che quotare ogni tua singola parola! Buona Pasqua a te,a tutto il forum,a Roger ed a questo.meraviglioso mondo chiamato Tennis

Grazie Mimmo. Ti auguro anche a te una buona giornata. Un abbraccio 🙂

5
Omar Edberg 16-04-2017 12:57

Non vale la pena fare il tergicristallo al Roland Garros.
Ci vediamo a Wimbledon Zio Roger!

4
mimmo0179 16-04-2017 12:46

@ Giuseppespartano (#1816339)

Non posso che quotare ogni tua singola parola! Buona Pasqua a te,a tutto il forum,a Roger ed a questo.meraviglioso mondo chiamato Tennis

3
Giuseppespartano (Guest) 16-04-2017 12:35

Mamma mia che infinita determinazione e passione. Per me può fare quello che vuole. È scontato dire che non deve dimostrare più nulla. Ovvio che noi lo vorremmo vedere giocare ad ogni torneo e sempre. Ma solamente lui può decidere,ascoltando e assecondando il suo corpo e le sue esigenze. Sempre forza roger

2
Shuzo (Guest) 16-04-2017 12:34

A ce la si racconta. Lui continua a giocare perché il tennis è un po’ come una droga: dà dipendenza. Ne sa qualcosa Connors (tanto per citare un nome).
In questa intervista è espresso quelle che sono ora le sue sensazioni, sensazioni che variano di momento in momento. Probabilmente lui aveva percepito che dall’alto del suo immenso talento, se si fosse preparato come mai fatto prima e avesse recuperato la dovuta serenità, avrebbe potuto ritornare grande. Ed è ciò che è successo. Quanto al ritirarsi finché è ancora sul “picco dell’aquila” o meno, può sempre cambiare parere. Lui comunque ha deciso di giocare anche il prossimo anno e lì sarebbe veramente sovrumano rivincere un titolo dello Slam. Un master 1000 sarebbe invece ancora ampiamente alla sua portata.

1