Campionato Serie A1 Copertina, Generica

Serie A1: Accolto il ricorso del TC Parioli. La nota del Ct Ceriano

11/11/2016 17:55 2 commenti
La squadra del Ct Ceriano
La squadra del Ct Ceriano

Il Ct Ceriano deve ritornare in campo e terminare l’incontro iniziato, interrotto e alla fine vinto a tavolino al Tc Parioli nella quarta giornata della Serie A1 femminile, giocata domenica 6 novembre a Roma. È questa la decisione presa a seguito del ricorso presentato dal club capitolino al Commissario Nazionale di Gara.

Si riprenderà dunque mercoledì 16 novembre proprio dal terzo singolare, quello tra Alice Moroni e Martina Caregaro, trasferito nella struttura indoor del Casalotti Tennis Club e più volte interrotto a causa dell’insufficiente illuminazione che aveva costretto il giudice arbitro Stefano Gneo, dopo ripetuti tentativi, ad assegnare il successo a Ceriano per 4-0.

La decisione di rigiocare è stata motivata dalla valutazione di un malfunzionamento “[…] probabilmente causato da un corto circuito causato dal maltempo che ha alterato tutte quelle utenze alimentate sulla fase in questione creando il disservizio e il funzionamento parziale delle utenze alimentate” e quindi indipendente dal sistema interno secondo una rilevazione effettuata da un perito di parte incaricato dallo stesso Tc Parioli.

“Pare una decisione inappellabile che obbliga il Ct Ceriano ad affrontare a proprie spese una seconda, impegnativa trasferta a Roma. Dispendiosa sia a livello di energie che di risorse economiche, e per giunta proprio nel momento decisivo del campionato femminile di Serie A1”, commenta il presidente del club brianzolo Severino Rocco.

“Solo poche ore prima dell’incontro di domenica 6 novembre, l’impianto aveva superato le verifiche tecniche. Ma alle 16, quando siamo scese in campo per la prima volta, ovvero un’ora prima della tromba d’aria abbattutasi alle 17 su Ladispoli, a oltre 30 chilometri di distanza dalla nuova sede di gioco, l’impianto di illuminazione accusava ripetutamente i problemi tecnici che hanno poi portato alla definitiva interruzione dell’incontro. Rileviamo che all’interno dello stesso circolo le luci erano perfettamente funzionanti sia negli spogliatoi che nella zona bar. Così come l’illuminazione pubblica nelle strade adiacenti. Dispiace che non ci sia data la possibilità di verificare e porre l’attenzione su questi elementi. Ci troviamo costrette, per un problema tutto del Tc Parioli, ad affrontare a nostre spese una seconda, onerosa trasferta in quel di Roma” precisa la capitana Marcella Campana.

E ora? “Il Ct Ceriano Laghetto – spiega il presidente – prende atto con amarezza di questa decisione, secondo noi ingiusta, del Commissario di Gara nazionale e guarda avanti concentrandosi sulla sfida di domenica prossima contro il Circolo Sporting Stampa di Torino”.


TAG: ,

2 commenti

Giornalista x caao (Guest) 11-11-2016 23:33

Ma leggo solo ora le note di Ceriano….possibile che le luci fossero andate via solo sul campo quando nella stessa struttura e nelle adiacenze e circondario tutto funzionava?!??! Se calava la tensione per un problema esterno del fornitore anche le strade non dovevano essere senza lampioni?!?! Naaaa non andava proprio l’impianto dai è chiaro… Ma mi puzza di manfrina su impianti che purtroppo a Roma non funzionano… meno male non facciamo una figuraccia clamorosa con le olimpiadi che non si faranno…Roma non è all’altezza di grandi eventi e questa è solo una piccola goccia nel.marasma della Capitale. Poveri a Ceriano che non li hanno fatti giocare e gli tocca ritornare a Roma.

2
gianni (Guest) 11-11-2016 23:02

Mi pare una decisione equa Troppo facile vincere a tavolino perdippiu’per evidente causa di forza maggiore Ma si ricomincia da 0 a 0 ?

1