Vince Serena Copertina, WTA

Wimbledon: Serena Williams si conferma campionessa, supera Angelique Kerber in due set molto intensi. Settimo titolo ai Championships per l’americana

09/07/2016 16:44 38 commenti
Serena Williams classe 1981, n.1 del mondo
Serena Williams classe 1981, n.1 del mondo

Bravissima Serena, brava Angelique. Nella rivincita della finale dell’Australian Open, Serena Williams supera in due set Angie Kerber, alzando per la settima volta il mitico piatto di Wimbledon, e 22esimo titolo Slam complessivo. E’ stata una finale molto intensa, ben giocata, che ha divertito e prodotto un tennis di altissimo livello. Con la prematura uscita di Muguruza, era probabilmente la miglior finale possibile, e non ha deluso le attese, soprattutto per merito di Kerber che ha tenuto testa alla rivale sul piano fisico, tecnico e mentale, confermando il suo status di campionessa in questa stagione.

Ci si aspettava una Serena molto intensa, pronta a cancellare le due finali Slam perse nel 2016, pronta a riprendersi il suo ruolo di dominatrice. E la sua faccia all’ingresso in campo è infatti una di quelle “giuste”. Prima di varcare la mitica porta con la celebre poesia “If” di Kipling, Serena si toglie le cuffie e getta un’occhiata infuocata verso la telecamera. Un attimo, sufficiente ad intuire il fuoco, la rabbia, la voglia di vincere uno Slam dopo due finali perse, e così scacciare definitivamente l’incubo di US15. Brava Williams, ma Kerber non ha regalato assolutamente niente, giocando una partita di qualità ed intensità non distante da quella di Melbourne. La differenza l’ha fatta la superficie ed una Serena più continua, precisa e atleticamente più pronta rispetto a quella di inizio stagione. Il servizio ha sostenuto l’americana per tutto il match, senza sbavature o pause importanti; le gambe trovavano appoggi precisi, discretamente fluidi, ad assecondare la potenza dei suoi swing. Anche sul piano mentale non si è concessa stop o momenti di furore, è restata per tutto l’incontro estremamente focalizzata sul match, intuendo che l’avversaria era di quelle vere, pronta a giocarsi ogni punto con tutta la forza e concentrazione possibile. E così è stato. La tedesca ha disputato una finale di alto livello, giocando un tennis molto solido, vicino al massimo delle proprie possibilità. Difficile trovarle un difetto: ha servito piuttosto bene, ricavando forse qualche punto diretto in meno rispetto a Melbourne (cosa che forse ha pagato nei momenti chiave), ma reggendo alla grande anche col rovescio. Di dritto ha ottenuto molti punti, s’è difesa ed ha ribaltato gli scambi. Il match s’è deciso in due soli game, con due soli break, momenti delicati in cui s’è fatta prendere forse da un minimo di fretta. Ha accelerato troppo i tempi di gioco, forzando 4 palle, che le sono costate carissime. Nel complesso tuttavia ha ben poco da rimproverarsi, Serena è stata bravissima ed ha meritato il successo.

Ecco la cronaca della finale.

 

Si inizia con la campionessa 2015 al servizio. La prima non entra, si scambia. E’ un lungo scambio, con Kerber brava a reggere di rovescio e chiudere con un bel dritto lungo linea, imprendibile. Serena sembra molto calma, non affretta i tempi ed inizia a mulinare tennis. Dritto, rovescio, un Ace. A 15 muove il punteggio. Angelique alla battuta, col suo gancio mancino cerca il rovescio della n.1 per poi spingere di potenza al centro. Il rovescio dell’americana sembra già in ritmo, preciso e potente. Con un paio di soluzioni interessanti ottiene una palla break, che non trasforma, non contenendo una botta della tedesca. C’è lotta, ed altre due chance di break, cancellate dallo schema servizio esterno e dritto aggressivo. Sulla seconda Angie subisce, la risposta di rovescio di Serena fa male. Con enorme fatica la tedesca si salva, 1 pari. La prima della “sister” veleggia oltre 120 miglia, il dritto da metà campo è devastante. 2-1 Williams.

Kerber non può fare a meno di una solida prima per ricacciare indietro la rivale. Ne trova un paio e sale 30-0, ma sulla seconda Serena lascia andare il braccio ed entra nel campo, decisa, a chiudere. C’è buon tennis, molti punti vincenti. 2 pari. Williams al servizio non attende, anche se la prima non entra scarica il primo drive con la massima potenza, alternando con alcuni rovesci cross più lenti ma molto insidiosi, per muovere Kerber. 3-2 Williams. Angie non concede niente, ha alzato la percentuale delle prime, alternando soluzioni slice esterne a qualche pallata “in pancia”. E’ la tattica migliore per non dare punti di riferimento e ritmo ad una grande ribattitrice come l’americana. Inoltre il rovescio della tedesca regge, e col dritto trova qualche pallata “doc”. 3 pari.

Il livello di gioco è molto alto, come dimostra il quarto punto del settimo game, un palleggio aggressivo ad esplorare tutto il campo, e chiuso da una volee precisa di Serena. Kerber non molla, appena Serena non mette la prima o gioca un colpo meno lungo, entra col suo dritto con potenza e lunghezza. Si va ai vantaggi, altro grande scambio che vale all’americana il 4-3. Williams cerca, con umiltà, di scambiare e tenere alla risposta, ma un paio di ottime prime respingono l’assalto dell’americana. 4 pari. Nel nono game c’è grande lotta, inclusa una caduta rovinosa in un recupero di Serena. Ancora vantaggi, ed ancora la prima l’aiuta. Settimo Ace e poi un drittone carico e pesante, a provocare l’errore della tedesca. Con qualche patema, Williams sale 5-4, tutta la tensione ora sulle spalle di Angelique, che ha spalle belle larghe. Nessun timore, spinge con grande decisione salendo 40-0. Con autorità, impatta sul 5 pari. Altrettanto decisa Serena, che sul potenziale pericolo del 30 pari piazza un paio di mazzate di servizio terrificanti, incluso un urlaccio intimidatorio dei suoi nell’Ace a chiudere che le vale il 6-5. Williams tira tutto, si prende grandi rischi in spinta, ed Angie commette un paio di errori gravi in spinta, i primi veri “regali” del match (e tanto regali poi, vista la spinta, neanche erano), 15-40, due palle break e soprattutto set point per Serena! Annulla il primo castigando un attacco troppo garibildino dell’americana; niente può sul secondo, con un rovescio della Williams eccezionale per angolo, potenza e precisione. Nonostante le sue gambe eccezionali, Kerber non può nulla. 7-5 Williams, in un set molto interessante, intenso e tecnicamente di alto livello, da parte di entrambe. Serena molto bene al servizio (8 Ace e 88% di punti con la prima), ma Kerber altrettanto brava in spinta e contenimento, con la sola pecca dell’ultimo game.

Secondo set, Serena alla battuta. Sulla scia del primo set il suo braccio mulina nell’aria sicuro e preciso, esaltando la meccanica perfetta della prima di servizio. In un minuto scarso mette la testa avanti, 1-0. Kerber forse ha accusato il colpo dell’aver perso il primo set, continuando nell’errore che le è costato carissimo: accelera troppo i tempi di gioco, cerca il vincente al secondo colpo invece di imbastire la sua trama di scambi serrati in progressione, e sbanda. Dopo un paio di errori, capisce e torna a macinare con più pazienza, e strappa un game molto importante, 1 pari.

Williams ha preso un ritmo clamoroso, “serena” in tutti i sensi. La prima vola, le gambe girano bene e con la giusta distanza dalla palla scarica una potenza devastante, che nemmeno le super-gambe della tedesca riescono a contenere. 2-1 Williams. Il livello di tennis resta altissimo, da parte di entrambe, compreso un “punto esclamativo” di Angie, che con una bordata di rovescio da fuori campo fa saltare letteralmente lo stadio. Kerber sotto pressione? Per niente, è in trance agonistica totale, tira tutto a tutta, entrando sulle bordate dell’americana con tutto il suo punch. Grande tennis, 2 pari. Si alza improvvisamente il vento, e Serena sembra molto infastidita alla battuta, ma nonostante un doppio fallo ed un tracciante di rovescio della tedesca, Williams sale 3-2. La partita resta assai viva, si gioca con le due incollate, come un duello automobilistico con una in scia all’altra e qualche “sportellata”. Sesto game, la “sister” imbrocca un paio di risposte notevoli, 30 pari. Nel momento del pericolo Angelique non trema, con gambe e coraggio spinge, spinge a tutta ed apre il campo. Impatta sul 3 pari, resta in scia e non ne vuol sapere di mollare. Settimo gioco. Serena piazza l’undicesimo Ace del match, ma commette un doppio fallo ed un errore di rovescio in corsa, 30-40, concede la prima palla break del match. Paura? Servizio vincente e totale aggressività, a superare il momento delicato, per il 4-3. Il match continua ad essere assai intenso, nessuna molla niente, la spinta è totale, su ogni palla, come la lotta. Serena intuisce che è il momento di provarci a tutta, far sentire la sua presenza. Si va ai vantaggi, ed una bordata in risposta provoca l’errore di Angie. Palla break… ed altro errore! Break Williams, 5-3, può chiudere il match con il servizio. Tre servizi vincenti, un attacco e volee a chiudere. Crolla a terra la racchetta di Serena, è il match point che le regala il 22esimo Slam in carriera. Il record assoluto di 24 majors non è lontano, e con una Serena così non possiamo che aspettarci prima o poi l’aggancio, e forse il sorpasso.

 

Marco Mazzoni

@marcomazz



La partita punto per punto

GS Wimbledon
S. Williams [1]
7
6
A. Kerber [4]
5
3
Vincitore: S. Williams

S. Williams USA – A. Kerber DEU
13 Aces 0
3 Doubles Faults 1
39 Winners 12
21 Unforced Errors 9
16/22 (73%) Net Points Won 4/6 (67%)
65% 1st Serves In 67%
38/43 (88%) 1st Serve Points Won 26/44 (59%)
9/23 (39%) 2nd Serve Points Won 15/22 (68%)
1/1 (100%) Break Points Saved 4/6 (67%)
40/66 (61%) 1st Return Pts Won 28/66 (42%)
7/22 (32%) 2nd Return Pts Won 14/23 (61%)
2/6 (33%) Break Points Won 0/1 (0%)
47/66 (71%) Total Service Pts Won 41/66 (62%)
25/66 (38%) Total Return Pts Won 19/66 (29%)
72/132 (55%) Total Points Won 60/132 (45%)
81 mins Duration 81 mins
175 kph / 109 mph Avg. 1st Serve Speed 149 kph / 93 mph
134 kph / 83 mph Avg. 2nd Serve Speed 125 kph / 78 mph
200 kph / 124 mph Fastest Serve 171 kph / 106 mph

1 Ranking 4
34 Age 28
Saginaw, MI, USA Birthplace Bremen, Germany
Palm Beach Gardens, FL, USA Residence Puszczykowo, Poland
5′ 9″ (1.75 m) Height 5′ 8″ (1.73 m)
155 lbs. (70 kg) Weight 150 lbs. (68 kg)
Right-Handed Plays Left-Handed
Pro (September 1995) Turned Pro Pro (2003)
24/4 Year to Date Win/Loss 28/10
1 Year to Date Titles 2
70 Career Titles 9
$77,564,981 Career Prize Money $12,406,351


TAG: , , , ,

38 commenti. Lasciane uno!

radar 10-07-2016 09:13

Scritto da Luis
@ radar (#1639644)
Quoto . Il problema è trovare l’allieva…

Ahahah vero, ma spunterà, è sempre spuntata.

38
Luis (Guest) 10-07-2016 08:26

@ Thetruth (#1639635)

Fortunata la Vinci a non averla incontrata nuovamente… :mrgreen:

37
Luis (Guest) 10-07-2016 08:25

@ radar (#1639644)

Quoto . Il problema è trovare l’allieva…

36
Giuseppespartano (Guest) 10-07-2016 06:03

Bravissima serena. Spero che giochi ancora per tanto tempo. A maggior ragione quando sei la numero uno al mondo,attualmente 🙂 p.s. che bello l’abbraccio finale tra le due tenniste.

35
LucaNerone 10-07-2016 04:30

Serena quest anno se avesse affrontato così le finali del AO e del RG sarebbe stata dinuovo in corsa per il garnd slam stagionale.. peccato, una giocatrice così se lo merita, la più forte di tutti i tempi, a quest ora sarebbe stata a 25 slam.. Grandissima

34
Thomisu 10-07-2016 03:34

@ radar (#1639644)

Questa allieva è già una maestra nel suo piccolo. Ha 28 anni e non ha le carte per prendere le redini della regina. Credo che in top10 non ci sia la numero 1 che vedremo tra 2-3 anni.

33
Thomisu 10-07-2016 03:31

@ Crapa (#1639595)

Stanca per essere la migliore? Preferisci che ogni anno vi siano 4 vincitrici siam diverse? Io spero vivamente che nasca presto una nuova Williams visto che erano decenni che nessuna giocatrice aveva sorpreso tanto come lei.

32
Thomisu 10-07-2016 03:26

@ Mario (#1639488)

Sarebbe una giocatrice molto buona ma non ai livelli di Serena.

31
adidocs (Guest) 10-07-2016 01:24

@ Crapa (#1639595)

tifosi al contrario, gufi e invidiosi. come godere della disfatta dei grandi non capisco. e soprattutto come chiedere il ritiro a una giocatrice di questo calibro che gioca a questi ritmi?

che continui serena, fino a che ne avrà voglia!

30
radar 09-07-2016 21:14

I grandi campioni servono da sprone e da esempio: che Serena giochi ancora per tanto tempo, almeno fino a quando l’allieva avrà superato la maestra.

29
Giuli (Guest) 09-07-2016 21:13

@ Crapa (#1639595)

Tutti i pareri sono rispettabili,però ho visto un gioco a rete molto bello per contrastare i passanti incrociati della Kerber e ciò mi ha fatto esclamare”che bello”,e già solo per questo che Serena continui a giocare ancora per un bel pò;inoltre ha ancora degli obiettivi per continuare!

28
Thetruth (Guest) 09-07-2016 20:48

Fortunata a non beccare la vinci.

27
Crapa (Guest) 09-07-2016 20:38

@ Titty (#1639628)

Questione di punti di vista.

26
Mattia mazzarri (Guest) 09-07-2016 20:36

Ovviamente sto scherzando
Sempre e comunque forza gianlu

25
Mattia mazzarri (Guest) 09-07-2016 20:35

É pazzesco
Ha più commenti una partita di quinzi in un primo turno challenger che la finale di Wimbledon:)

24
Titty (Guest) 09-07-2016 20:19

@ Crapa (#1639595)

A me Serena non ha stancato per niente!!! Quindi go on!!!

23
Tiziano p (Guest) 09-07-2016 19:40

Si parla sempre del servizio esagerato di Serena ma ricordiamoci che le Pliskova ne fanno molti di più ace di lei….quindi non è l’unica extraterrestre al servizio

22
Crapa (Guest) 09-07-2016 19:18

Bene, brava, applausi clap clap clap
Poi però a fine anno che si ritiri una volta e per sempre, ormai ha stancato.
In tutti gli sport chi domina per troppo tempo stanca.
Senza Serena non so se sarà un tennis migliore, ma di sicuro sarà meno scontato e più divertente.

21
Tweeners 09-07-2016 18:59

Brava la Williams!
Ha vinto una partita giocando al gioco della Kerber,scambiando molto.
Ma ha messo in campo un servizio super e una potenza maggiore e questa è stata fondamentale.

20
giuliano da viareggio (Guest) 09-07-2016 18:49

Ho tifato per la Kerber, ma contro una Williams come quella di oggi non era possibile farcela!INGIOCABILE!!

19
pablox 09-07-2016 18:42

Certo che per essere SERENA contro ANGELICA, si sono date botte da orbi! 😯 :mrgreen:
Serena non mi è mai stata simpatica, ma oggi ha giocato da grandissima campionessa qual’è, forse veramente la più forte di tutti i tempi, in ogni caso fra le prime 3. COntro una che serve 13 Aces e almento altrettanti servizi vincenti o ace sporchi che dir si voglia, che poteva fare Angelica? Cercare di tenere il servizio e andare ai tie break, che come i rigori sono una lotteria. Quasi ce la faceva nel primo, e ha avuto la palla break nel secondo sul 3-3 annullata dal solito ace (sono stati due di seguito) Poi sul 40-15 le sono volati via un paio di rovesci e la partita è finita, forse troppo presto-
Esce comunque alla grande dal torneo, ha battuto Halep e Venus e ripreso la seconda posizione, cioè la prima delle normali.
Bello l’abbraccio fra le due ed i discorsi di premiazione, generalmente li salto ma stavolta li ho guardati 😀
Congratulazione a Serena, e applausi ad Angelica quindi 😎

18
radar 09-07-2016 18:39

Rotto l’incantesimo che durava dalla semi degli Us Open persa contro Roby e ripresa la marcia, può diventare la più vittoriosa della storia a livello di titoli Slam.

Gliene mancano 3 e agli Us Open sarà la favorita.

17
viitorio75 (Guest) 09-07-2016 18:26

Certamente brava la Kerber, ma Serena è stata perfetta, e per batterla bisogna approfittare quando ha problemi di varia natura, come nel caso della Vinci.

16
Haas78 (Guest) 09-07-2016 18:26

@ alexalex (#1639499)

In effetti non capisco come molti potessero dar per certo il fatto che non avrebbe vinto un ulteriore Slam, ogni tanto bisognerebbe riflettere su quanto si scrive

15
Giuli (Guest) 09-07-2016 17:35

@ Luis (#1639478)

Oltre che con il servizio Serena ha vinto grazie al gioco a rete non facendosi quasi mai sorprendere dai recuperi della K,che gli erano stati fatali in Australia!Permane elevato il nr.di errori non forzati(21)ma non si può pretendere di più.

14
salvo (Guest) 09-07-2016 17:30

@ Mickis (#1639495)

sostenevo quello che dici tu,queste pensano eccome

13
Tiziano p (Guest) 09-07-2016 17:29

Serena deliziaci col tuo gioco e la tua personalita per molti anni ancora…

12
Williams for the win 09-07-2016 17:14

God save the Queen! Grandissima Serena, ora agli Us Open il sorpasso a quota 23

11
alexalex 09-07-2016 17:12

Bella risposta a chi l’ha data per finita negli ultimi mesi!

10
Mickis 09-07-2016 17:09

Scritto da salvo
Che tennis!splendido.Grande Serena e Angelique.Come sostiene la Vinci queste tenniste non pensano!Meno male:

guarda che la kerber pensa molto altrimenti non si troverebbe a questo livello e serena ha dovuto fare lo stesso in questa partita per non farsi innervosire dai continui recuperi della tedesca

9
Luis (Guest) 09-07-2016 17:09

@ Mario (#1639488)

Anche a me piaceva Justine ma Serena è unica

8
zedarioz 09-07-2016 17:08

Scritto da Luis
Il gioco contro il non gioco: 13 ace a 0 39 vincenti a 12. Che Dio ci conservi Serena!

Se il tennis si misurasse solo con 4 banali numeri, sarebbe uno sport con lo stesso appeal del tiro al piattello. Per fortuna c’è molto altro e si possono vedere partite tra una grandissima colpitrice e una grandissima ribattitrice. E la colpitrice può anche perdere contro una vinci che gioca slice e le prende il tempo scendendo a rete. Anche la Giorgi fa il triplo dei vincenti dell’avversaria ma non vince 22 slam. I numeri che contano nel tennis sono solo questi, non i vincenti e gli aces.

7
akgul num.1 09-07-2016 17:07

GRAZIE SERENA!!!!!!!!!!

CHE GIOIA!!!!!!!!!!

22!!!!!!!!!!

6
Mario (Guest) 09-07-2016 17:01

Scritto da Luis
Il gioco contro il non gioco: 13 ace a 0 39 vincenti a 12. Che Dio ci conservi Serena!

Che dio ci dia una Henin!

5
mauro (Guest) 09-07-2016 17:01

VAMOSSSSSSSSSSS

4
radar 09-07-2016 16:57

Bentornata alla Regina!

I record vanno aggiornati e che record 🙂

Ingiocabile nei game di servizio, incisiva e ficcante come nelle giornate migliori.

Ed era un’ottima Kerber quella dall’altra parte della rete..

3
Luis (Guest) 09-07-2016 16:56

Il gioco contro il non gioco: 13 ace a 0 39 vincenti a 12. Che Dio ci conservi Serena!

2
salvo (Guest) 09-07-2016 16:55

Che tennis!splendido.Grande Serena e Angelique.Come sostiene la Vinci queste tenniste non pensano!Meno male:

1