Trionfo di Nole a Parigi ATP, Copertina

Roland Garros: finalmente Djokovic! Novak recupera un set a Murray e vince il suo primo titolo a Parigi, completando il proprio Career Grand Slam

05/06/2016 19:18 83 commenti
Novak Djokovic vince per la prima volta in carriera il Roland Garros, l'unico slam che gli mancava.
Novak Djokovic vince per la prima volta in carriera il Roland Garros, l'unico slam che gli mancava.

5 giugno 2016, una data che resterà impressa per sempre nella storia sportiva di Novak Djokovic e di tutto il nostro sport. Il campione serbo sconfigge Andy Murray in quattro set e vince il suo primo titolo sul rosso parigino, completando il Grande Slam in carriera e tenendo vivo il sogno di un “vero” Grand Slam stagionale. Il n.1 si è ampiamente meritato questo successo. Che il suo tennis piaccia o meno, è il tennista più forte, quasi imbattibile nei nostri giorni e con le condizioni attuali di gioco. Sulla terra concede qualcosa, il suo tennis di ritmo e pressione che finisce per “stritolarti” può incepparsi, ma il gap sui rivali è così netto che tutti alla vigilia lo davano per vincente. La difficoltà era tutta sua, nel gestire fatica e pressione, nello scacciare l’incubo di questa finale, persa troppe volte, e persa anche malamente. Demoni che aleggiavano maligni anche oggi sul Chatrier, lo si è visto chiaramente all’avvio. Un Murray molto buono è entrato benissimo in partita, mettendo Novak alle corde. Ma, onestamente, era più Djokovic imballato, lento ed impreciso a favorire il rivale, che non il tennis dello scozzese ad essere entusiasmante. Lo sguardo di “Nole” nei primi giochi era lampante: avvertiva tutta la tensione del momento, e quell’atleta “di gomma”, velocissimo, sciolto e reattivo pareva rimasto nello spogliatoio. Niente girava bene, era contratto, abulico. Impaurito. Ha avuto buon gioco Murray (velocissimo e molto determinato) ad imporre ritmo e angoli, servendo anche discretamente bene e tirando ottimi drive col dritto. Ma se nel secondo set della finale 2015 Novak si era imballato, stavolta si è sciolto. Ha iniziato a muoversi più velocemente, in anticipo sulla palla, ed il dritto ha iniziato a prendere vigore, lunghezza e precisione. Drive più pesanti e precisi gli hanno fatto riguadagnare quel metro di campo che aveva perso, ed anche il centro del campo, da cui ha iniziato a governare le operazioni. Appena la risposta ha iniziato ad ingranare, il match si è letteralmente spaccato a suo favore, e Murray è stato incapace di reagire allo scatto di Djokovic, come un ciclista passista in salita, che teneva un grande ritmo ma che si è imballato appena lo scalatore si è alzato sui pedali ed è volato via. Un buon Murray in fin dei conti, non ha regalato molto, ma forse si può rimproverare una giornata troppo negativa alla risposta. Nella finale di Roma era stato bravissimo non solo per l’aggressività, ma per come fosse riuscito ad entrare nei servizi di “Nole”, guadagnando campo e tenendo in mano l’iniziativa. Oggi alla risposta ha prodotto poco, e appena Djokovic ha alzato il livello, non è mai riuscito a reagire. Una finale che entra di diritto nella storia del torneo, ma che non ha entusiasmato sul piano tecnico. Molti scambi, molti errori, tanta lotta, ma anche un tennis un po’ troppo monocorde, che ha esaltato solo nei momenti caldi di lotta, e ben poco per la qualità generale. Ecco la cronaca della finale.

 

Ore 15.13, cielo plumbeo e nebbia a nascondere la vista della Torre Eiffel dal Bois de Boulogne. Andy Murray serve il primo punto della finale 2016 di Roland Garros. E’ un lungo scambio, a basso ritmo, chiuso da una smorzata vincente di Djokovic. Il campo sembra ancora piuttosto lento, entrambi non rischiano molto e palleggiano, senza cercare l’accelerazione a tutto braccio. Con un altra palla corta, ben eseguita, Novak vince il terzo punto di fila, 0-40 e immediate chance di break. Murray non ricava niente dal servizio, ma subisce una risposta violenta tra i piedi, ingestibile. Break Djokovic, 1-0. Un rovescio in rete del serbo regala il primo punto allo scozzese. Seguono altri due errori, e 0-40 anche su servizio nel n.1. Il contro break arriva sul 30-40, con un gran punto di Andy (smorzata precisa seguita da lob perfetto). 1 pari. Murray ingrana al servizio, buone prime seguite da dritti e rovesci in avanzamento, potenti e precisi. Con un parziale di 8 punti a 2 sale 2-1. Il parziale continua, Murray è molto aggressivo, sale 0-30 con un paio di mazzate molto precise. Novak intuisce il pericolo, alza la parabola dei suoi drive per allontanare Andy, con smorzata al seguito. Sbaglia però malamente un dritto inside out, che gli costa il 15-40. Murray è un muro col rovescio, e Djokovic sembra più lento del solito, non riesce a sfondare il rivale e non prende decisioni giuste, affrettando i tempi. Errore di scambio per il n.1, ed altro break. 3-1 Murray, che in un amen sale 4-1 (quattro giochi di fila, parziale di 16 punti a 4). Lo sguardo di Novak è un misto di incredulità e vuoto, soprattutto quando ha affondato in rete un dritto da tre quarti campo, che solito gioca ad occhi chiusi. Il serbo torna alla battuta, e prova a scuotersi con un paio di dritti più incisivi, venendo avanti a prendersi il punto. Murray non cede di un millimetro, primo game ai vantaggi. Djokovic è graziato da un passante appena largo, 2-4. Lo scozzese serve bene, variando molto gli angoli e sorprendendo “Nole” spesso al centro da sinistra; finalmente il dritto del serbo inizia a giare, più lungo ed incisivo. Si va di nuovo ai vantaggi, è il primo game davvero lottato, con Andy che sbraita verso il suo angolo, a sottolineare la tensione del momento. Grazie a servizio e rovescio Murray sale 5-2. Djokovic sembra entrato in partita, sembra essersi attivato, ma fa enorme fatica a trovare vincenti facili, deve lavorare ogni colpo, ogni scambio perché la sua palla non “fa male” ad Andy come in tante altre loro sfide. 5-3, Murray serve per il primo set, è un momento chiave come raccontano le statistiche: Andy ha battuto Novak 10 volte su 33 match, sempre dopo aver vinto il primo set. Djokovic discute animatamente con l’arbitro per un servizio, venendo subissato di fischi dal severo pubblico parigino. Murray “ringrazia”, serve, tira qualche dritto davvero pesante e chiude il primo set per 6-3. Un primo set assolutamente meritato, per un gioco più intenso, più continuo, più propositivo. Troppi gli errori del serbo (22 vs 6).

 

Secondo set, Djokovic al servizio. L’inerzia non sembra cambiata, troppi errori del n.1, dritti poco incisivi, sguardo un po’ perso e Murray pronto a mettere la freccia. Il break in avvio però non arriva, Novak si salva, avanti 1-0, e inizia a spingere con più decisione alla risposta, salendo in un attimo 15-40. Un doppio fallo sul 30-40 regala al n.1 un break molto importante, 2-0. Lo stadio, con tanti tifosi pro-Novak, si infiamma. Murray accusa il momento, sbaglia qualche palla di troppo mentre Djokovic riesce finalmente a governare lo scambio col rovescio con i piedi sulla riga di fondo. 3-0 Djokovic. L’inerzia del match sembra improvvisamente girata. Adesso Murray fa più fatica a tenere fermo Novak, che tira con più vigore e convinzione. 15-30, e 15-40 con un dritto steccato (salita la tensione, ed il dritto inizia a perdere di precisione…). Due palle per il doppio break. Cancella la prima con un dritto pesante, mentre sulla seconda è “Nole” a sbagliare nettamente una smorzata. Si salva Murray, 1-3. In sicurezza il serbo sale 4-1, e ora sì che il suo tennis inizia ad essere più sciolto, più incisivo. Le sue gambe ora scattano feline, come a recuperare la smorzata e toccarla da maestro, per il 15-40. Risponde bene, entra in campo col rovescio e spacca definitivamente il secondo set, 5-1, con Murray invece perso inveendo contro il suo angolo. La partita sembra girata, tutta a favore nel n.1. Anche il servizio adesso è più preciso, con seconde cariche e precise. Proprio grazie ad una seconda molto insidiosa, chiude il secondo parziale per 6-1.

 

Terzo set. Molto importante per Murray partire bene, per arginare l’ondata di Djokovic, ora in controllo del match. La prima non lo aiuta e Novak risponde molto lungo, governando i ritmi col rovescio. Andy sul 30 pari vince un braccio di ferro durissimo e tiene il servizio, mostrando segni di reazione dopo il brutto secondo set. C’è lotta su ogni 15, nessuno dei due ottiene punti facili, adesso l’intensità generale è salita molto, e finalmente anche la qualità del match e spettacolo. La palla fila di più, si sbaglia di meno e c’è grande atmosfera, quella che era mancata all’avvio. 1 pari. Che l’inerzia sia tutta dalla parte del serbo lo si nota da come adesso Murray sia costretto a rincorrere, con il rivale a tirare spesso dal centro e governare i ritmi. Andy fa fatica ad uscire dalla morsa, prova ad avanzare ma è infilato facilmente. 15-40, due palle break delicatissime. Si salva sulla prima (errore di Novak), ma affossa malamente una volee sulla seconda. Break Djokovic, 2-1. Andy prova una reazione, ritrova profondità col dritto e riguadagna un po’ di campo. C’è lotta, ma il n.1 conferma il break, salendo 3-1. Inoltre mentre il servizio dello scozzese è meno incisivo, è salita la risposta del serbo, come quella splendida sul 15 pari, impatto regale e vincente. Murray accusa il colpo, il rovescio in scambio lo tradisce, altre due palle break per Djokovic. Trasforma la seconda con un tocco perfetto sotto rete, 4-1 con un doppio break che spacca definitivamente la partita. “Nole” alza il dito, guarda fiero verso il pubblico, ora sembra totalmente decontratto, rilassato, vede il traguardo, quello striscione dell’ultimo chilometro che sogna più di ogni altra cosa. Murray, ora con le spalle al muro, lascia andare il braccio, attacca forzando i tempi di gioco. Si procura quattro palle break (non consecutive), ma Djokovic le annulla senza concedere una minima chance. 5-1 Djokovic, mentre l’orologio scocca le 2h di gioco. Chiude il set 6-2 Novak, in sicurezza, un parziale molto simile sul piano tecnico al secondo set, con il gioco ormai in mano al serbo.

 

Quarto set. Murray alla battuta, ma va immediatamente in difficoltà. La sua prima non “morde”, mentre la risposta di Novak ormai è totalmente entrata in ritmo, veloce, aggressiva, potente, precisa. Letale. Un recupero difficilissimo e delizioso giocato da Djokovic è la fotografia esatta di questa fase del match: Djokovic gioca facile, gli riesce tutto; Murray fa molta fatica. 0-40, tre palle break cruciali, quasi dei match point per il morale dello scozzese. Novak entra a tutta col dritto sulla seconda, trovando la riga tra i piedi di Andy. Break Djokovic, 1-0 avanti, che senza problemi tiene il suo turno di servizio, per il 2-0. Murray cerca disperatamente di restare in scia, ma ormai il suo tennis ha perso la qualità di inizio partita, ed anche fisicamente è in difficoltà. A fatica tiene il servizio, ma alla risposta non riesce ad incidere. Novak a zero sale 3-1, veleggiando sicuro nei suoi turni di servizio. Quinto game, il serbo è deciso a chiuderla qua, per non rischiare nulla nel finale. Si procura una palla break, che Andy annulla sprintando verso rete con la forza della disperazione. Tiene il servizio lo scozzese, 3-2, ma continua ad esser nullo nei giochi di risposta. Djokovic in controllo sale 4-2, e morde alla risposta, con il dritto che adesso gira benissimo. 0-30 e 0-40, tre palle del 5-2, in pratica dei match point. Basta il primo, con “Nole” a governare lo scambio con i piedi ben dentro la riga, sballottando lo scozzese a destra e a manca, chiudendo a campo aperto. 5-2 Djokovic, ad un passo dalla storia. Va a servire per chiudere, ma avverte la tensione: commette un doppio fallo e subisce un paio di pallate del rivale, concedendo un break inaspettato. 5-3 Djokovic, adesso più tirato in volto rispetto all’energia che sprizzava fino a pochi minuti prima, sostenuto dal suo miglior tennis. Murray approfitta del momento, con un tennis solido tiene il servizio, salendo 4-5 e mettendo ancor più pressione al rivale, chiamato per la seconda volta a chiudere il match. Trema sul primo punto, non prendendo l’iniziativa e subendo una pallata violenta di rovescio dello scozzese. Però Murray commette un errore gravissimo di rovescio su di una palla morbida di Novak, mentre era la chance per volare 0-30. Djokovic tocca splendidamente una palla stretta diagonale, colpo di enorme difficoltà e che scaccia definitivamente tutti i suoi fantasmi. 40-15, due match point, ma se li gioca male (doppio fallo e rovescio banale largo). Chiude al terzo match point, con un rovescio in rete di Murray. Crolla terra, incredulo, felice, piangente. Disegna un cuore e ci si sdraia dentro, come Guga Kuerten. Oggi è entrato nella leggenda, uno dei pochi eletti ad aver vinto tutti e 4 gli Slam, e tiene aperto il sogno di completare un vero Grande Slam. Oggi ancor più è l’uomo da battere. E l’uomo solo al comando.

 

Marco Mazzoni

@marcomazz

L’incontro punto per punto

GS Roland Garros
N. Djokovic [1]
3
6
6
6
A. Murray [2]
6
1
2
4
Vincitore: N. Djokovic


TAG: , , ,

83 commenti. Lasciane uno!

winter18 (Guest) 07-06-2016 18:22

@ radar (#1616149)

ahiaiahiii….dimenticare Rosewall dalla top 10 all time non depone bene sulla tua conoscenza della storia di questo sport. Refuso?

83
alexalex 06-06-2016 14:05

@ IMPERIALISM (#1616524)

Ok! Ora ho capito bene! In ogni cado l’impresa di vincere gli slam tutti di fila, anche se non nello stesso anno, l’ha già fatta. Comunque rimango dell’idea che dopo aver vinto a Parigi, inconsciamente, un po’ mollerà la presa. Lo scopriremo!

82
bad_player (Guest) 06-06-2016 13:45

@ Kalapamir (#1616513)

Speriamo!
Il terzo US è in effetti più che possibile.
E’ il terzo RG che mi sembra un po’ lontano nel tempo….

81
IMPERIALISM 06-06-2016 13:41

@ alexalex (#1616465)

Ciao Alex, attenzione quando ho detto più spietato mi riferivo per completare il Grande Slam, perchè arrivato a questo punto solo tramite questa impresa potrebbe colmare il “gap” con Federer, visto che accusa molto questa concezione dell’opinione pubblica. Ripeto per me questa sarà l’unica via, ecco perchè sarà spietato. Non ho detto che sarà invincibile su tutti i tornei per i prossimi anni, anche perchè questo ritmo lo manterrà per un massimo di altri 18 mesi, superato questo termine subentrerà la fisica.

80
Almas (Guest) 06-06-2016 13:28

Scritto da Luca Supporter Del Tennis Italiano
Ma fatela finita, come fate a dire che è il più grande? Su che basi??

@ Luca Supporter Del Tennis Italiano (#1616482)

Per esempio dai record frantumati di punti, partite vinte, tornei vinti, e punteggi inflitti, poi dal gioco supersonico, er un piacere vederlo schizzare sulla palla e poi quel rovescio pazzesco

79
Kalapamir 06-06-2016 13:14

pantera96 05-06-2016 22:44
Ma certo che djokovic è il più forte non c’è bisogno di scriverlo continuamente.
Gli altri parlano a vanvera e lui continua a zittirli.
Fermi ancora a vedere videocassette di Federer e Nadal.

Ganzo, Ganzissimo. Guardate la realtà e non fantasie !

78
Kalapamir 06-06-2016 13:10

bad_player (Guest) 05-06-2016 23:14
Finalmente!!!
E ora deve cercare nuovi stimoli e continuare comunque a migliorarsi.
Solo in 3 (se non erro) hanno vinto tutti e 4 gli slam per almeno 2 volte, e nessuno per almeno 3!
Ogni tanto si può anche sognare l’impossibile….

Io non la vedo per niente così impossibile !
Se Nole non avrà un calo inaspettato o un infurtunio lungo,
ha tutte le carte in regola e ancora gli anni a suonì favore.
L’impossibile è possibilissimo.

77
Luca Supporter Del Tennis Italiano (Guest) 06-06-2016 11:59

Ma fatela finita, come fate a dire che è il più grande? Su che basi??

76
Fighter 90 06-06-2016 11:47

Scritto da nico
Fate certi discorsi…
maradona o pele?
ali o tyson?
maradona messi?
cruyff van basten?
il VERO fenomeno o cr7?
Gli unici due sportivi numero 1 del passato..(sarebbero numeri 1 pure ora) sono stati mj e drazen petrovic,rispettivamente il più forte giocatore mondiale di tutti i tempi,e il più forte giocatore europeo di tutti i tempi.
Nole adesso come adesso è il più forte,nessuno dice il contrario..ma è senza avversari da un pezzo,se poi x voi il più forte è quello col numero maggiore titoli beh mi faccio da parte..
Stando ai vostri discorsi se nole dovesse battere federer come numero di slam o fare il grande slam salirebbe in vetta..in vetta di cosa?
ma x favore…
Nn se ne esce più da questo discorso se ragionate cosi,poi se invece nn dovesse farlo rimarrebbe al di sotto.
Secondo me sta cmq sotto ma mica solo a federer,pure a nadal dei tempi d’oro a prescindere dal grande slam.
Mettiamo questo esempio remoto dentro:
kyrgios dominatore dal 2019 al 2025 dove avrebbe 30 anni ancora..
vincitore di una ventina di slam,7 x 4=28
8 ne lascia agli altri..
20 ne vince se nn ho fatto male i conti..quindi sarebbe più forte di quelli nominati ?ovvero di federer..nadal..nole?
Assolutamente no,il più forte e quello più titolato sono due cose completamente diverse e nn metto di mezzo la mia disciplina dove ci sono decine di maestri..asiatici scomparsi e alcuni maestri di adesso altrimenti davvero sarebbe un casino.
Sono classifiche impossibili da fare x qualsiasi sport tranne per i due esempi sul basket,li si nn esistono dubbi

Si ma per essere coerenti dovremmo sottolineare gli avversari battuti da Federer, prima dell’avvento di Nadal e Djokovic, perché si ricordano solo le cavalcate di Nadal senza avversari credibili per dieci anni al Roland Garros o la poca competitività degli avversari di Djokovic.
Prima il numero di slam vinti era un dato attendibile sulla grandezza di un tennista, ovvero Federer, adesso che Djokovic sembra avvicinarsi a traguardi storici come il grand slam(peraltro è il detentore di tutti e quattro i tornei dello slam, allo stato attuale) o ĺ’avvicinamento al record assoluto di slam vinti, i numeri diventano relativi.
Sono anche d’accordo su questo aspetto perché è inutile paragone le diverse generazioni del tennis, tante le variabili: dalla competizione che può essere più o meno accesa, dal modo di giocare differente nelle varie epoche,, cambio di materiali, superfici più lente e omologate, etc etc.
Ma appunto per questo non è corretto sminuire il talento e le imprese di Djokovic, tantomeno dire che Federer rimarrà il più grande, anche perché già adesso sarebbe difficile dire che Federer è il migliore, non ci sarebbero a parte i numeri, indicazioni o riscontri oggettivi che porterebbero a dire questo.

75
alexalex 06-06-2016 11:27

@ IMPERIALISM (#1616460)

Vedi, che Djokovic in questo momento sia senza avversari è un dato di fatto, non una scusa per sminuire le sue vittorie. È chiaro che sarebbe stato senza avversari anche con Federer e Nadal in gioco, ma solo perché entrambi non sono più ai loro massimi livelli. Attenzione, per Djokovic non è una colpa essere attualmente di gran lunga il migliore, ma un merito. Però io non sono così d’accordo con il finale del tuo commento. Più spietati di così, sinceramente nom si può, e non sarà la vittoria del Roland Garros a renderlo invincibile. Se mai, nella prossima edizione del torneo, avrà meno pressione. Ma negli altri tornei si è già dimostrato più che feroce. Potrebbe invece verificarsi un lieve calo di concentrazione dopo aver centrato quello che era l’obbiettivo più importante delle sue ultime 3-4 stagioni.

74
IMPERIALISM 06-06-2016 11:11

Scritto da proio
Bravo Nole. Gli è servito un Rolando senza Nadal e Federer per vincere, ma alla fine chi vince ha sempre ragione.
Certo è, che se ci aspettano anni di finali Murray/Djokovic, siam messi male.

“Oggi” Nadal o Federer non avrebbero fatto testo, mi spiego meglio in caso qualcuno mi fraintenda, se ci fossero stati loro l’esito del torneo sarebbe stato sempre lo stesso, Nole lo ha dimostrato a entrambi con i fatti che negli ultimi anni che è superiore. Ovvio che gli anti-Nole cercheranno sempre di sminuire ogni sua vittoria, appellandosi su falsi miti. Se compierà l’impresa del Grande Slam a Settembre i vostri commenti saranno scontati, uno tra questi “giocava senza avversari”. Vi dirò di più, ieri Nole ha accusato un pò di pressione nel finale, perchè nella sua testa era un’ossessione questo trofeo,nonostante tutto ha gestito bene i nervi, specie all’inizio del secondo set reagendo da vero campione. Adesso che si è liberato da questo macigno, sarà ancora più spietato per compiere l’impresa. Lui è troppo intelligente lo sa che la maggior parte delle persone considerano Federer il migliore di tutti i tempi, quindi per compensare questo “gap” solo un Grande Slam lo aiuterebbe a guardare dall’alto il Maestro. Non si fermerà a pochi metri dal traguardo!

73
Timea 06-06-2016 10:02

Scritto da Francesco
Finale veramente noiosa, in questi giorni avevo sentito parlare spesso di un Murray che si era avvicinato tantissimo a Djokovic…ma a me sembra che ci sia ancora un abisso tra i due. In questo momento il serbo è inavvicinabile anche per mancanza di talenti veri e propri o ancora da formare che spero escano presto perché così vedremo sempre partite di una noia mortale.

C’è da dire che ieri Murray ha giocato veramente male e non è riuscito a ripetere la quasi perfetta prestazione della semi con Wawrinka dove ha messo in campo una solidità e continuità nel gioco che rare volte gli ho visto fare.Purtroppo si è ripetuto per certi versi quello che è accaduto a Wimbledon lo scorso anno dove Federer giocò un match assurdo contro lo stesso Murray ma non riuscì poi a ripetersi in finale con Djokovic.
P.s.:ieri le parole di Murray a fine match sono state deliziose

72
proio 06-06-2016 09:54

Bravo Nole. Gli è servito un Rolando senza Nadal e Federer per vincere, ma alla fine chi vince ha sempre ragione.
Certo è, che se ci aspettano anni di finali Murray/Djokovic, siam messi male.

71
Bibi (Guest) 06-06-2016 09:38

Partita noiosa, morte del tennis, assenza di rivali, tifo contro… che dire, buon lunedì a tutti. :razz:

70
pastrocchio 06-06-2016 09:20

Scritto da Gabbo
E’ sicuramente il giocatore più forte del momento… spero però che questa noiosa e brutta parentesi del tennis finisca il prima possibile. Non a caso è stata una delle edizioni del RG più disertate di sempre da parte del pubblico. Ognuno la può pensare come vuole ma per me lo sport è prima di tutto intrattenimento. Per la noia c’è già il lavoro di tutti i giorni.

lo stile di gioco secondo me è secondario nel dare o meno emozioni:fosse finita 7-5 al quinto ci saremmo divertiti.
il problema non è Nole ma la mancanza di degni avversari.
con Rafa e Roger in calo per acciacchi e/o età , Andy sempre un gradino sotto e gli altri ancora allo stato di promesse vere o presunte si profilano ancora vacche grasse per il serbo.

69
Francesco (Guest) 06-06-2016 09:06

Finale veramente noiosa, in questi giorni avevo sentito parlare spesso di un Murray che si era avvicinato tantissimo a Djokovic…ma a me sembra che ci sia ancora un abisso tra i due. In questo momento il serbo è inavvicinabile anche per mancanza di talenti veri e propri o ancora da formare che spero escano presto perché così vedremo sempre partite di una noia mortale.

68
Mao (Guest) 06-06-2016 09:02

@ IMPERIALISM (#1616135)

Anche secondo me Raonic sarà la sorpresa di Wimbledon. Con alte probabilità di arrivare in fondo. Per lui giocare sulla terra e sull’erba cambia radicalmente. E fa spesso serve and volley e pure bene, cosa che è di primaria importanza con il suo servizio e su quel campo. Quindi concordo in pieno. Anche se sono tifoso di Nole e se vincesse ancora terrebbe in piedi il sogno Grande Slam.

67
paoloz (Guest) 06-06-2016 08:57

Scritto da Gabbo
E’ sicuramente il giocatore più forte del momento… spero però che questa noiosa e brutta parentesi del tennis finisca il prima possibile. Non a caso è stata una delle edizioni del RG più disertate di sempre da parte del pubblico. Ognuno la può pensare come vuole ma per me lo sport è prima di tutto intrattenimento. Per la noia c’è già il lavoro di tutti i giorni.

il pubblico ha disertato per condizioni meteorologiche estreme, non certo per djokovic. quando djokovic vincerà wimbledon, vedrai che il pubblico ci sarà come sempre. In questo momento il problema del tennis è la mancanza di un contender

66
Ignazio (Guest) 06-06-2016 08:40

Come volevasi dimostrare con Nadal ormai finito e Federer a fine cariera, nessuno potrà impedire a Djokovic di vincere almeno 2 prove dello slam per i prossimi 3/4 anni. Speriamo che Federer riesca a vincere ancora una volta Wimbledon.

65
Antonio (Guest) 06-06-2016 02:53

@ radar (#1616149)

Basandomi su 3 parametri: Settimane al vertice del ranking, Slam vinti e Titoli totali ho stilatl questa top 5:
1 Roger Federer
2 Pete Sampras
3 Jimmy Connors
4 Ivan Lendl
5 Novak Djokovic
Ovviamente essendo ancora in attività Nole può migliorarsi fonl ad arrivare al primo posto e per me le 302 settimane al vertice di Roger non sono un’utopia ne mancano solo 100 così come i 17 slam e gli 88 titoli…certo gli oltre 90 di Connors e Lendl resteranno irrangiungibili oer chiunque ma reputo che debba essere premiata la qualità più che la quantità ovvero il prestigio dei titoli vinti. E da questo punto di vista i 65 titoli vinti da Nole valgono più dei 69 di Rafa che a parte i 14 slam sono solo 250 sul rosso…troppo facile così!

64
scrotal (Guest) 06-06-2016 01:17

grandissimo nole. il cuore oltre la malasorte

63
Fabio (Guest) 06-06-2016 00:31

12 Slam
29 master 1000
5 Atp Finals
201 settimane n.1
Coppa Davis
Carrer Slam
4 slam consecutivi
E……. Olimpiadi in vista, Cincinnati in vista

Tutto questo quando è ancora nel pieno della carriera

Ai posteri l’ardua sentenza, ma cco ancora ha il coraggio di criticare Nole per la noia, lo stile, la simpatia, la mancanza di avversari, le magliette, l’invasione di cavallette, la voce brutta, i genitori antipatici ecc ecc….chi ancora ha il solo coraggio di mettere in dubbio quanto sia immenso questo campione, così come roger, rafa, pete ecc ecc…è da TSO

62
nico 06-06-2016 00:27

Fate certi discorsi…
maradona o pele?
ali o tyson?
maradona messi?
cruyff van basten?
il VERO fenomeno o cr7?
Gli unici due sportivi numero 1 del passato..(sarebbero numeri 1 pure ora) sono stati mj e drazen petrovic,rispettivamente il più forte giocatore mondiale di tutti i tempi,e il più forte giocatore europeo di tutti i tempi.
Nole adesso come adesso è il più forte,nessuno dice il contrario..ma è senza avversari :wink: da un pezzo,se poi x voi il più forte è quello col numero maggiore titoli beh mi faccio da parte..
Stando ai vostri discorsi se nole dovesse battere federer come numero di slam o fare il grande slam salirebbe in vetta..in vetta di cosa?
ma x favore…
Nn se ne esce più da questo discorso se ragionate cosi,poi se invece nn dovesse farlo rimarrebbe al di sotto.
Secondo me sta cmq sotto ma mica solo a federer,pure a nadal dei tempi d’oro a prescindere dal grande slam.
Mettiamo questo esempio remoto dentro:

kyrgios dominatore dal 2019 al 2025 dove avrebbe 30 anni ancora..
vincitore di una ventina di slam,7 x 4=28
8 ne lascia agli altri..
20 ne vince se nn ho fatto male i conti..quindi sarebbe più forte di quelli nominati ?ovvero di federer..nadal..nole?
Assolutamente no,il più forte e quello più titolato sono due cose completamente diverse e nn metto di mezzo la mia disciplina dove ci sono decine di maestri..asiatici scomparsi e alcuni maestri di adesso altrimenti davvero sarebbe un casino.
Sono classifiche impossibili da fare x qualsiasi sport tranne per i due esempi sul basket,li si nn esistono dubbi

61
Luca96 05-06-2016 23:49

Djokovic se lo meritava il Career Grand Slam perché uno dei tennisti più forti della storia…onore a lui quindi e adesso sotto con il prossimo obiettivo che è sicuramente la medaglia d’oro a Rio ;)

60
Gabbo 05-06-2016 23:37

E’ sicuramente il giocatore più forte del momento… spero però che questa noiosa e brutta parentesi del tennis finisca il prima possibile. Non a caso è stata una delle edizioni del RG più disertate di sempre da parte del pubblico. Ognuno la può pensare come vuole ma per me lo sport è prima di tutto intrattenimento. Per la noia c’è già il lavoro di tutti i giorni.

59
pallecorte (Guest) 05-06-2016 23:29

In un tennis ormai impoverito a ridotto all’osso nelle soluzioni tecnico/tattiche adottate, nella varietà e nell’inventiva, ci sta che uno come Djokovic possa stravincere.
Brutti tempi, ma l’appiattimento è stato voluto e cercato, e questo è il risultato.
Ps.
Finale bruttissima.

58
Ken_Rosewall 05-06-2016 23:26

@ radar (#1616149)

Secondo me è impossibile fare una graduatoria, l unico criterio oggettivo sarebbero le vittorie negli slam, poi c’è chi eccepisce su tornei, rivalità con altri campioni avversari, ecc. Stesso discorso per gli altri sport peraltro…Mohammed Ali il più grande? E joe Louis? E marciano? E tyson? E Pelé? E Maradona? Capisco che è nella natura umana classificare, fare categorie però…Godiamoci i campioni! ;-)

57
bad_player (Guest) 05-06-2016 23:14

Finalmente!!!
E ora deve cercare nuovi stimoli e continuare comunque a migliorarsi.
Solo in 3 (se non erro) hanno vinto tutti e 4 gli slam per almeno 2 volte, e nessuno per almeno 3!
Ogni tanto si può anche sognare l’impossibile…. :wink:

56
pantera96 05-06-2016 22:44

Ma certo che djokovic è il più forte non c’è bisogno di scriverlo continuamente.
Gli altri parlano a vanvera e lui continua a zittirli.
Fermi ancora a vedere videocassette di Federer e Nadal.

55
IMPERIALISM 05-06-2016 22:37

@ radar (#1616227)

Concordo

54
radar 05-06-2016 22:23

@ IMPERIALISM (#1616196)

Nole è destinato a salire e come ho già scritto, anche in questo articolo, se fa il Grande Slam passa in pole.

Ovviamente, mio modestissimo parere..

53
Ciao (Guest) 05-06-2016 22:17

Scritto da sarita
finale orrenda per uno slam orrendo.

Verissimo :mrgreen:

52
Haas78 (Guest) 05-06-2016 22:14

@ Palmeria (#1616157)

E KYrghios :lol:

51
radar 05-06-2016 22:12

@ bao.bab (#1616153)

Concordo su Andrè: il Kid di Las Vegas è il 10/bis :mrgreen:

Sulla Evert, se ne può parlare, senza dimenticare che le appartengono record assoluti incredibili (donne e uomini n.d.r.)
- è la tennista che ha la percentuale più alta tra match disputati e vinti
- ha vinto almeno una prova del Grande Slam per 13 anni consecutivi
- ha la striscia più lunga di vittorie nella storia del tennis sulla stessa superficie: 125
- 34 finali Slam in singolare (di cui 18 vinte)

Con Martina gli H2H recitano 43 a 37 per la Navratiliva, non molto lontani da un pareggio..

50
Haas78 (Guest) 05-06-2016 22:11

@ tacchino freddo (#1616074)

In effetti, cerchiamo di stare più tranquilli

49
Haas78 (Guest) 05-06-2016 22:08

@ CassiusClay (#1616072)

A livello di gioco in effetti non mancherebbe a molti, quest’anno non poteva non vincere, in pratica senza incontri di rilievo sino alla finale, basta vedere il tabellone

48
IMPERIALISM 05-06-2016 22:04

Scritto da radar
Difficilissimo fare classifiche, ma per me le top ten all-time sono:
1) Federer
2) Sampras
3) Nadal
4) Laver
5) Borg
6) Tilden
7) McEnroe
8) Djokovic
9) Connors
10) Don Budge
1) Chris Evert
2) Martina Navratilova
3) Suzanne Lenglen
4) Helen Wills
5) Margaret Court
6) Steffi Graf
7) Monica Seles
8) Serena Williams
9) Maureen Connolly
10) Billie Jean King

Di la verità questo articolo del 2010 dove l’hai trovato? Non puoi mettere Nole all’ottava posizione.. un fan di Federer / Nadal (sincero) senza esagerare l’avrebbe messo tra i primi 5 almeno. Considerando che ancora deve terminare la carriera.
Tu sei un fan di Federer su questo non ci piove, quindi lo temi Nole in caso raggiunga il tuo idolo in vetta a 18 slam. Devi essere sincero con te stesso, a me non cambia nulla.

47
_Carlo (Guest) 05-06-2016 22:03

Scritto da italtennis
Complimenti a djokovic che vince la più brutta edizione in campo maschile degli ultimi 20 anni del roland garros
L’unica partita spettacolare ce l’ha regalata il vecchio radek
Senza rafa e roger purtroppo la qualitá delle partite si è abbassata

Quella in campo femminile è stata anche peggio… :neutral:

46
Fighter 90 05-06-2016 21:51

Finalmente è arrivato il meritato successo al Roland Garros per Nole,dopo alcune sconfitte dolorose negli anni passati.
Adesso che si è tolto questo macigno dalle spalle, potrebbe avvertire meno pressione e completare un clamoroso grand slam.
Impresa ancora difficile, ma a questo punto possibile.

45
ale85 (Guest) 05-06-2016 21:47

Analizzando il tutto non è stata una bellissima partita. Sinceramente non mi piace l’atteggiamento di Murray in ogni suo incontro con i top 5, troppo attendista. Nel primo set si è limitato ad approfittare degli errori di Nole che preso dalla tensione non era ancora entrato in partita. Secondo set quando Djokovic finalmente ha iniziato a limitare gli errori, Murray è praticamente sparito, stessa cosa nel terzo set. Nel quarto ha praticamente atteso la tensione di Novak nel chiudere il match per entrare in partita ma se disgraziatamente fossero arrivati al quinto, Murray avrebbe perso lo stesso. È il tipico tennista che vince se gli altri perdono, almeno con i più forti… Detto questo sono stracontento per Nole, slam che gli mancava e strameritato per un campione come lui, che quando le cose vanno male trova comunque la forza di ricaricarsi e quasi sempre si va a prendere i match…

44
Palmeria (Guest) 05-06-2016 21:21

Scritto da Tweeners
Poco da dire è il più forte e se lo merita.
A parte la semifinale con Thiem ha avuto un percorso agevole pioggia permettendo.
Ma occhio caro Djokovic che l’erba è più scivolosa della terra…
ed i vari Kyrghios,Fritz,Chung oltre che Federer ti aspetteranno al varco!

CHUNG???!!!!!

43
bao.bab (Guest) 05-06-2016 21:16

@ radar (#1616149)

Fare classifiche del genere a mio avviso è un esercizio retorico con poco senso. Personalmente io Agassi lo menzionerei: è uno di quei giocatori che ha rivoluzionato i tempi di gioco.
Poi mettere la Evert prima della Navratilova è un errore sintattico da matita blu!

42
bao.bab (Guest) 05-06-2016 21:12

Posso sapere se qualcuno è riuscito a leggere tutto l’articolo di Mazzoni che personalmente stimo ma ultimamente sto trovando un po’ troppo prolisso…

41
radar 05-06-2016 21:08

Difficilissimo fare classifiche, ma per me le top ten all-time sono:

1) Federer
2) Sampras
3) Nadal
4) Laver
5) Borg
6) Tilden
7) McEnroe
8) Djokovic
9) Connors
10) Don Budge

1) Chris Evert
2) Martina Navratilova
3) Suzanne Lenglen
4) Helen Wills
5) Margaret Court
6) Steffi Graf
7) Monica Seles
8) Serena Williams
9) Maureen Connolly
10) Billie Jean King

40
Ken_Rosewall 05-06-2016 20:51

Scritto da Luca Martin
Si tratta di Gran Slam, in versione moderna, ma è GS
WB 2015
US OPEN 2015
AUS OPEN 2016
RG 2016

Effettivamente…ci mettiamo pure un masterinho

39
IMPERIALISM 05-06-2016 20:48

Scritto da _Carlo
Vorrei sottolineare le parole meravigliose di Murray durante la premiazione, ci vogliono due p***e così per riuscire a dire delle cose del genere mettendo da parte la frustrazione e il dispiacere per una sconfitta in finale a un torneo così importante…
Chapeau Andy !! Hai guadagnato un milione di punti oggi…

Quoto in pieno, oggi ho sentito il più bel discorso del finalista (scontento), e no il solito bla bla. Comunque opinione strettamente personale, il 10 Luglio faccio fatica a immaginare Andy, guardare Nole che alza il trofeo la terza volta consecutiva davanti ai suoi occhi,per di più in casa sua. Il finalista di Nole sarà tra due giocatori, uno che non ha bisogno di presentazioni di nome Federer, oppure un altro che si contenderà tra cinque anni i prossimi Slam con i vari Zverev Thiem e Kyrgios,(futuri Fab Four) il nome in questione è Raonic. Perchè lui ? Giocatore dotato del servizio più potente del circuito (non il più efficace), quindi sull’erba (in particolare) quest’arma darà molto filo da torcere a tutti i migliori. Ovviamente tra quest’ultimi non può far parte Nole, lui è di un’altra categoria. Complimenti per il Career Grande Slam.

38
Luca Martin (Guest) 05-06-2016 20:41

Si tratta di Gran Slam, in versione moderna, ma è GS
WB 2015
US OPEN 2015
AUS OPEN 2016
RG 2016

37
Ken_Rosewall 05-06-2016 20:39

Incredibile Nole è umano, ha avuto paura…ma è così superiore ora che batte anche se stesso. Un campione mostruoso!

36
Didiu (Guest) 05-06-2016 20:29

Secondo me l’unico che può impedire il Grande Slam a Nole e Kyrgios.

35
Ken_Rosewall 05-06-2016 20:24

Scritto da tacchino freddo
@ Paolo (#1616049)
Sarà il più grande di sempre o forse no (io propendo per il no) ma di sicuro lui avrà più rispetto per gli altri di quanto ne abbia tu.
Dare dell’imbecille a chi abbia opinioni diverse dalla tua la dice lunga sulla tua personalità frustrata.
Mi sembra strano che il tuo commento non sia stato bannato, è un’istigazione alla violenza verbale molto più propria di altri sport, che non del tennis.
distinti saluti.

34
manuel81 (Guest) 05-06-2016 20:15

@ Luigi (#1616041)

E il Leicester che vince la premier league dove lo mettiamo?

33
Alex81 05-06-2016 19:53

Se lo meritava già l’anno scorso! Onore e complimenti ad un grandissimo che entro con merito nella hall of fame del tennis.

32
Almas (Guest) 05-06-2016 19:46

Grande Nole, finalmente uno Slam che ti sfuggiva sempre per pochissimo. Con Murray poco spettacolo causa sua tipologia di gioco ultra difensivo, mi sarebbe piaciuto di più Wawrinca in finale, cmq complimenti ad entrambi

31
bao.bab (Guest) 05-06-2016 19:46

Questi sono i giocatori dei questi tempi, per quanto detestabili siano questi giocatori e questi tempi.

30
Tweeners 05-06-2016 19:45

Poco da dire è il più forte e se lo merita.
A parte la semifinale con Thiem ha avuto un percorso agevole pioggia permettendo.
Ma occhio caro Djokovic che l’erba è più scivolosa della terra…
ed i vari Kyrghios,Fritz,Chung oltre che Federer ti aspetteranno al varco! :wink:

29
italtennis (Guest) 05-06-2016 19:39

Complimenti a djokovic che vince la più brutta edizione in campo maschile degli ultimi 20 anni del roland garros
L’unica partita spettacolare ce l’ha regalata il vecchio radek
Senza rafa e roger purtroppo la qualitá delle partite si è abbassata

28
alexalex 05-06-2016 19:39

Scritto da Paolo
È un grandissimo campione e il più grande in assoluto non c’è storia con nessuno e chi non lo ammette è un emerito imbecille perché non si può negare l’evidenza. Vai Nole continua così prossimo obiettivo Wimbledon dove francamente è il grand favorito non vedo proprio chi possa sbarrargli la strada

Dire chi sia il più grande in assoluto è molto difficile! di certo è uno dei più grandi di sempre!
Dire che chi non la pensa come te è un imbecille è una bella dimostrazione di prepotenza, scarso rispetto, e poca intelligenza.
Ps: io sono un utente che spesso va in polemica e vengo spesso bannato anche senza scrivere insulti del genere!

27
tacchino freddo 05-06-2016 19:33

@ Paolo (#1616049)

Sarà il più grande di sempre o forse no (io propendo per il no) ma di sicuro lui avrà più rispetto per gli altri di quanto ne abbia tu.
Dare dell’imbecille a chi abbia opinioni diverse dalla tua la dice lunga sulla tua personalità frustrata.
Mi sembra strano che il tuo commento non sia stato bannato, è un’istigazione alla violenza verbale molto più propria di altri sport, che non del tennis.
distinti saluti.

26
CassiusClay 05-06-2016 19:30

Ok bravo ma ora non se ne può davvero più.
Vinca pure le olimpiadi e poi si ritiri a vita privata che nessuno ne sentirà la mancanza

25
Tomoni (Guest) 05-06-2016 19:30

@ Paolo (#1616049)

Certo infatti Laver, Rosewall e molti molti altri sono degli imbecille. Come diceva Itala in Boris “Annammo bene!!”

24
nico 05-06-2016 19:28

Scritto da Paolo
È un grandissimo campione e il più grande in assoluto non c’è storia con nessuno e chi non lo ammette è un emerito imbecille perché non si può negare l’evidenza. Vai Nole continua così prossimo obiettivo Wimbledon dove francamente è il grand favorito non vedo proprio chi possa sbarrargli la strada

È arrivato lo scienziato

23
pastrocchio 05-06-2016 19:14

Scritto da Paolo
È un grandissimo campione e il più grande in assoluto non c’è storia con nessuno e chi non lo ammette è un emerito imbecille perché non si può negare l’evidenza. Vai Nole continua così prossimo obiettivo Wimbledon dove francamente è il grand favorito non vedo proprio chi possa sbarrargli la strada

a bè se lo dici tu

22
ale85 (Guest) 05-06-2016 19:06

Tra l’altro Di Caprio era presente… Come dire: Quest anno tocca anche a te!!!

Scritto da genie_roger
Di Caprio vince l’Oscar, Djokovic vince il Rolando: è l’anno delle prime volte

21
alexalex 05-06-2016 19:04

Bravo djokovic! se l’è meritato! Gli ultimi due game di servizio traballanti hanno dimostrato la tensione e l’importanza di vincere questa partita per lui.
Certo murray sembra non aver mai creduto, nemmeno un istante, di poter vincere questa partita!

20
_Carlo (Guest) 05-06-2016 19:03

Vorrei sottolineare le parole meravigliose di Murray durante la premiazione, ci vogliono due p***e così per riuscire a dire delle cose del genere mettendo da parte la frustrazione e il dispiacere per una sconfitta in finale a un torneo così importante…
Chapeau Andy !! Hai guadagnato un milione di punti oggi… :cool:

19
Luis (Guest) 05-06-2016 18:55

@ Andi (#1616029)

Anch’io avrei voluto vedere Nole mazzolare Rafa

18
Luis (Guest) 05-06-2016 18:53

@ Marco (#1616046)

Infatti non si sa più da quanto Rafa non batte Nole

17
chrolli 05-06-2016 18:49

Nole ha vinto a Parigi e si deve essere tolto un peso enorme,ora potrà davvero puntare al Golden Slam riuscito solo alla Graf.Ma sicuramente anche non dovesse riuscirci già detenere tutti i titoli Slam rende la sua annata superlativa.

Mi dispiace per Murray sinceramente.

Qui a Parigi ha ottenuto la sua diciannovesima semifinale slam,un numero da capogiro.Purtroppo per lui sono arrivate solo 2 Titoli..
Ammiro molto la sua costanza nel continuare a crederci in tutti questi anni.Credo sia uno degli atleti più sfortunati della storia del tennis.Nole,Rafa e Roger..peggio di così non poteva andargli.

16
Marco (Guest) 05-06-2016 18:49

Complimenti a Nole per la vittoria perché la merita ma un Nadal in condizioni accettabili gli avrebbe negato questa gioia anche in questa edizione

15
il luminare (Guest) 05-06-2016 18:48

nel 2017 supera gli slam di nadal e nel 2018 quelli di federer, nei master1000 è già davanti, se vince l’oro a Rio diventa il più grande di sempre, poi non vedo chi possa batterlo a Wimbledon e usopen

14
Luigi (Guest) 05-06-2016 18:46

@ genie_roger (#1616038)
Il Crotone in serie a e il sassuolo in Europa League

13
sarita 05-06-2016 18:45

finale orrenda per uno slam orrendo.

12
genie_roger 05-06-2016 18:44

Di Caprio vince l’Oscar, Djokovic vince il Rolando: è l’anno delle prime volte

11
I love tennis (Guest) 05-06-2016 18:43

@ Palmeria (#1616034)

Se continua a questi ritmi lo penso pure io,intanto Grand Slam come prossimo obiettivo,e spero che ce la faccia.

10
Palmeria (Guest) 05-06-2016 18:39

Scritto da Andi
Da tifoso di nadal sono contento lo stesso per la vittoria di djokovic perché se lo meritava e gioca un grande tennis
P.s avrei voluto tanto vedere nole contro rafa in semi

Mi unisco al tuo pensiero!
Il Nadal delle prime due partite era pronto per la “decima”..

Complimenti Nole.
Io credo possa puntare ai 17 slam di Roger

9
Steven Gagliardi (Guest) 05-06-2016 18:39

Stra-meritato! Chapeau!

8
zoff (Guest) 05-06-2016 18:38

E chi lo ferma più questo?

7
Andi (Guest) 05-06-2016 18:37

Da tifoso di nadal sono contento lo stesso per la vittoria di djokovic perché se lo meritava e gioca un grande tennis

P.s avrei voluto tanto vedere nole contro rafa in semi

6
Dario (Guest) 05-06-2016 18:33

Si, bravo!

5
ILSanto (Guest) 05-06-2016 18:33

Fuoriclasse immenso

4
radar 05-06-2016 18:31

Career Grande Slam come Rafa, come Roger: se gli riesce il Grande Slam può guardarli dall’alto.

3
Tennisman (Guest) 05-06-2016 18:30

Titanico!

2
Dac (Guest) 05-06-2016 18:29

Puo piacere o no pero’ credo che se lo sia meritato.

1

Lascia un commento