Pre Quali di Roma 2016 Copertina, Generica

Pre Quali Roma: Grande partecipazione Al Monviso Sporting Club

03/03/2016 16:11 Nessun commento
Pre Quali Roma: Grande partecipazione Al Monviso Sporting Club
Pre Quali Roma: Grande partecipazione Al Monviso Sporting Club

Alla fine, tra singolaristi e doppisti (le iscrizioni dei seconda e prima categoria si chiudono oggi alle 12) saranno circa 650 i protagonisti dell’Open BNL di qualificazione alle prequalificazioni degli Internazionali BNL d’Italia in svolgimento, per quanto concerne il settore maschile, presso i campi del Monviso Sporting Club di Grugliasco.

La rassegna, che si concluderà il 20 marzo, è scattata dai blocchi il 20 febbraio, con i giocatori 4 NC, 7 dei quali si sono qualificati nel tabellone di sezione superiore (4.6 – 4.3). Li menzioniamo, i promossi, nell’esaltazione della filosofia del torneo che vuole consentire a tutti di partecipare e vivere in campo, da autentici protagonisti, il sogno Internazionali BNL d’Italia. Sono stati Giulio Daniele, Francesco Clemente, Filippo Giovanelli, Floro Bagnato, Vittorio Agu, Nello Rossetto e Dario Iacobuzio. Attualmente sono entrati in gioco i 3.5 – 3.4 e nel fine settimana ci saranno le prime finali di categoria che assegneranno i corrispondenti titoli e montepremi intermedi.

Ieri sono andati in scena diversi match di 3.a categoria. Ne abbiamo presi in considerazione tre, disputati nel nuovo PalaTennis del Monviso Sporting Club, che lo scorso 13 febbraio aveva ospitato in occasione della sua inaugurazione la conferenza stampa di presentazione degli Internazionali BNL d’Italia, con l’intervento del Presidente FIT Angelo Binaghi e, contestualmente, il corso per dirigenti sportivi di 2° grado di Liguria, Piemonte e Valle d’Aosta.
La filosofia del torneo è pienamente rispettata da uno degli accoppiamenti della già citata giornata di gare, tra l’under 18 del CT Biella, Luca Scivetti, classificato 4.1 e dotato di rovescio bimane regolare e da lui utilizzato per prolungare gli scambi, e l’Over 50 della Sisport Torino, Paolo Terenziani, più efficace del rivale con il diritto, classificato 3.5 e pronto a mettere in campo tutta l’esperienza accumulata nelle stagioni e negli incontri. Un confronto, il loro, durato tre set e concluso da Terenziani in proprio favore e in rimonta, grazie alla maggior lucidità messa in campo nei momenti decisivi, sullo score di 3-6 7-5 6-2 (con match point contro nella seconda frazione).
Scontro invece tra pari classifica (3.4) quello tra Andrea Montaldo, portacolori dell’ASD Avigliana, giocatore dal tennis vario e spesso proiettato a rete per prendersi il punto, ed il più esperto Bruno Inglese, tennista di casa e abituato anche nelle competizioni a squadre a battaglie di lunga tempistica, attendista con il rovescio e più ficcante con il diritto. Prima frazione andata ad Andrea Montaldo che proprio grazie alle variazioni di ritmo e a molti attacchi portati con il back di rovescio è riucito a fare la differenza fissata sul punteggio di 6-4. La reazione di Inglese è arrivata, figlia di un atteggiamento più aggressivo nella prima parte della seconda frazione, che l’ha condotto sul 4-3 e servizio, con un break in proprio favore. Ma non è stata sufficiente perchè Montaldo è risalito in cattedra e dopo aver pareggiato i conti all’ottavo gioco ha conquistato queli decisivi per un nuovo 6-4 e dopo aver messo a segno il quarto match point utile: “Un bel match – ha detto al termine il vincitore – anche se duro e al cospetto di un avversario esperto che non ha mai mollato. Per vincere sono stato costretto ad accorciare gli scambi invertendo un po’ i tempi del testa a testa. Un torneo che certo ha un’atmosfera particolare, motiva e induce tutti a dare il meglio pensando di competere nella stessa gara dei più grandi campioni del tennis mondiale. Esperienza assolutamente unica”.
Bello anche il match che ha visto protagonista l’architetto Chiappero, colui che ha progettato il nuovo PalaTennis, classificato 4.2 e il 3.4 Lorenzo Daniele Bona. Ha vinto il secondo ma solo sul filo di lana e ottima impressione ha destato anche il primo, già reduce da un match vinto il giorno precedente e durato quasi tre ore. Lo stesso tempo occorso a Bona per fermarne ieri la corsa sullo score di 6-4 3-6 6-3: “Peccato – ha detto lo sconfitto al termine – ma sono contento per come ho giocato contro un avversario che vale più della classifica di cui dispone oggi. Alcune palle hanno fatto la differenza e sono state in suo favore. Mi sono molto divertito e questo è per me l’aspetto più importante”.

Intanto tra i big annunciato al via spicca la figura del mancino vercellese e prima categoria Erik Crepaldi, normalmente impegnato a livello futures e nelle qualificazioni dei Challenger (saltuariamente anche Atp). Con lui il torinese Alessandro Colella, l’altro torinese Andrea Vavassori….ma tutti i nomi non si sono ancora rivelati.


TAG: ,

Lascia un commento