Notizie dal Mondo Copertina, Generica

Caroline Wozniacki: “Un anno dove ho giocato diverse volte bene ma purtroppo i tabelloni non sono stati fortunati”

22/10/2015 06:21 9 commenti
Caroline Wozniacki classe 1990, n.11 del mondo
Caroline Wozniacki classe 1990, n.11 del mondo

Il 2015 è stato sicuramente un anno negativo per Caroline Wozniacki. La giocatrice danese non è stata competitiva nei tornei del Grand Slam dove ha raggiunto il suo miglior risultato a Wimbledon dove è uscita sconfitta agli ottavi di finale. Inoltre ha vinto un solo titolo del circuito maggiore a Kuala Lumpur.

Stagione 2015: “E’ stato un anno dove ho giocato diverse volte bene ma purtroppo i tabelloni non sono stati fortunati. Certe volte bisogna avere anche un po’ di fortuna”.

MasterB: “C’è stato un giorno in cui ho pensato: Posso essere sufficientemente motivata ​​a giocare il torneo? Alla fine ho decisivo di provarci e di giocare il torneo di Zhuhai (China)”.

La Wozniacki ha anche dichiarato di non escludere la possibilità di essere presente a Tokyo 2020 ma potrebbe anche ritirarsi prima. Nel 2020 Caroline compirà 30 anni.


TAG: ,

9 commenti. Lasciane uno!

Luis (Guest) 23-10-2015 12:41

@ Elio (#1476516)

Non sono un tifoso di Camila ma non capisco come la mettiate un po’ come il prezzemolo…

9
Carlo (Guest) 22-10-2015 21:16

Per la scandinava essere passata dall’ottavo rango all’undicesimo ed aver vinto un solo torneo giustifica la classificazione della stagione come negativa.

Mi auguro che lo stesso metro sia usato con tutte, prendiamo nota.

8
Luca_nl 22-10-2015 20:47

Scritto da Paolo
E forse anche lei dovrebbe distaccarsi dal padre… IMHO…

Hai centrato il problema, Caroline non riesce, nonostante lo vorrebbe, a trovare qualcuno/a che sostituisca il padre, le piacerebbe Serena, ma Serenona l’ha presa in carico la scorsa estate, ma poi giustamente l’ha mollata avendo altre cose personali a cui accudire.

I problemi di Caroline sono motivazionali e psicologici, ha bisogno di un/a coach che le dia forti motivazioni e la guidi un pò meglio nella programmazione, il padre spesso quando va in campo diventa più un disturbo che un aiuto.
Mi spiace perchè Caroline aveva e forse ha ancora potenzialità per vincere molto di più di quello che ha vinto.
Tanti scrivono che non sarebbe forte perchè non ha vinto Slam, certe frasi le trovo sempliciotte, basterebbe andare a vedere i suoi H2H con tante che hanno vinto Slam e si capirebbe subito chi è la più forte, ricordo Bartoli in tribuna a Doha che rideva mentre Caroline in campo stava strapazzando Flavia, gli rifilò un 6-2; 6-0; il giorno dopo scese in campo Marion e si prese un bel 6-1; 6-1; eppure è una Campionessa Slam, teoricamente più forte di Caroline, ma i valori veri son quelli H2H sul campo.
Caroline ha talmente vinto tanto da giovanissima, che poi ha smarrito “le motivazioni interiori” per combattere, a lei più che un coach, servirebbe un mental-coach che le dia grandissime motivazioni per scendere in campo “assettata di vittoria” e di conseguenza anche per allenarsi adeguatamente, in quanto una delle cose che le è mancata quest’anno è sempre stata la condizione fisica al top, ha solo 25 anni ma gioca come una di 34 stancamente e svogliatamente, così alla fine c’è solo il ritiro, cosa che nei suoi discorsi ultimamente compare spesso, lo ha fatto anche come scherzo del primo aprile, ma chissà quanto è scherzo o quanto realmente dentro di se è davvero stanca di questa situazione per lei poco appagante?

7
fabio (Guest) 22-10-2015 19:07

Si tutto giusto ma la sfortuna negli sport conta fino ad un certo n punto,se sei più forte vinci lo stesso…..il problema è che la wozniacki non è la più forte,e probabilmente in questa stagione ha anche giocato al di sotto delle sue potenzialità.

6
Paolo (Guest) 22-10-2015 11:58

@ pallettaro (#1476611)

La Azarenka non ha un condizione scarsa, se non mentalmente, prova ne sia che ha dato filo da torcere a Serena tutte e tre le volte che l’ha incontrata, e in una occasione non ha sfruttato ben 3 match point sul suo servizio con ben 2 Doppi falli! insomma non scarsa condizione fisica, bensì mentale. Poi ci sono le “bestie nere” giocatrici che ti battono regolarmente perché hanno caratteristiche che ti danno fastidio. è probabile però, che se qualcuno dei match persi Caroline l’avesse portato al terzo set, l’avrebbe poi spuntata (vedi esempio precedente)

5
pallettaro (Guest) 22-10-2015 11:28

Mah, se perdi 3 volte dalla Bencic e due volte dalla Kerber vuol dire che non hai giocato da prime 5 ma da prime 15. Ottime giocatrici Bencic e Kerber, ma dipende se lei parla di un suo ritorno in top 5 o no.
Sui sorteggi. Vero, beccarsi la Azarenka in primo o secondo turno non è una passeggiata, tuttavia, sempre se intendiamo Caroline da prime 5, Vika è stata battuta da Safarova, Konta, Pennetta, Errani, Cibulkova e altre, mostrando una condizione ancora scarsa. Coiè, non era così imbattibile la Azarenka del 2015 che, infatti, non ha vinto nemmeno un torneo.
Non è nemmeno così imbattibile la Goerges al Roland Garros, o la Cetkovska all’Us Open che, anzi, mi paiono sorteggi casalinghi. Meno Muguruza che comunque qualcosa ti regala sempre.
Ha iniziato tardi a giocare più offensiva, sfruttando troppo in precedenza la sua corsa e forza fisica che, rimangono comunque, impressionanti.

4
Paolo (Guest) 22-10-2015 10:21

In parte ha ragione, ma contro Goerges e Cetkosvska bisogna vincere! Con 2 QF (ma agli US Open poteva andare in finale al posto di Flavia che poi a noi vada bene come è andata è un altro paio di maniche) adesso sarebbe nelle prime 10, invece l’anno prossimo dovrà sudare per tornarci. E forse anche lei dovrebbe distaccarsi dal padre… IMHO…

3
Elio 22-10-2015 08:30

Ha tutto il tempo per risalire la china. In fondo ha solo un anno in più della Giorgi, con ben altri risultati :mrgreen: . 23 titoli/17 finali (di cui 2 US Open). Bella e brava.EX n°1. Per il gossip, si dice che fa copia fissa con il fratello di Nole. Se si allena con lui, potrebbe tornare in alto. :twisted: (scherzo).

2
miky520 (Guest) 22-10-2015 07:14

Ha proprio ragione
Quante volte ha beccato vika quest’anno?

1

Lascia un commento