Diario di Bordo di AndryReax Challenger, Copertina

Diario dal Due Ponti – DAY1 – 26/09/2015

27/09/2015 12:16 5 commenti
Diario dal Due Ponti – DAY1 – 26/09/2015
Diario dal Due Ponti – DAY1 – 26/09/2015

Il mio progetto iniziale era quello di arrivare al circolo per le 13, quando credevo che sarebbe iniziata Giannessi – Baldi, e invece sono arrivato verso le 14.45, quando l’incontro era appena finito, causa ritardi immensi dei treni. Il circolo è veramente grande, una ventina di campi da tennis, paddle, 3/4 campi da calcio, un bel bar, un ristorante insomma, la struttura c’è ed è grossa, ed anche i 2 campi principali (centrale e A), per essere un challenger, non sono male, diciamo che sono nella norma.

Quando sono arrivato c’erano Tsitsipas e Ghedin in campo sull’A e stavano iniziando il riscaldamento Fucile e il cileno sul B. Sono arrivato sul 2-2 del secondo set tra il giovane talento greco e Riccardo, che sembrava subito molto nervoso, e in pochi minuti ho capito il perché: il campo era veramente inguardabile. Poi per fortuna si son presi 3 ore per fare una bella manutenzione ed è migliorato, ma i rimbalzi della palla erano spesso irregolari, e, nonostante la giovane età, a Tsitsipas saltavano meno i nervi rispetto a Ghedin. Sulla diagonale del rovescio, quella teoricamente preferita dall’italiano, prevaleva quasi sempre il greco alternando traiettorie in top spin a back morti a metà campo, su cui Ghedin, nonostante abbia una buona mano, faceva particolarmente fatica. In quei 5 games che ho visto s’è visto qualche buon colpo, però insomma, ci sono stati troppi errori di Riccardo che quando ha subito il break anche nel secondo, nel settimo gioco, ha mollato, e nell’ultimo game ha provato a tirare tutto, facendo anche un vincente con un rovescio lungolinea effettivamente notevole, ma poi provando una stupida palla corta sul secondo match point in favore del greco che neanche ha toccato la rete.

Poi sono andato verso il campo centrale (che non è per niente vicino al campo A), e mentre salivo le scalette per andare alla “lounge” dalla quale si può vedere il match e stare all’ombra (molto carina), ho incontrato Abbruciati, che praticamente salutava tutti quelli che passavano, e infatti dopo poco ho capito che lui si allena proprio in quel circolo. Nel primo set non c’è stata storia, dopo un infinito primo game, dove nonostante i 4 aces realizzati, Bonadio ci ha messo una vita per portarlo a casa, ma poi ha dimostrato superiorità in tutti i fondamentali nei successivi games, più che altro per la posizione in campo: lui aveva i piedi sulla riga, mentre Abbruciati 2 metri dietro, e nonostante cercasse di tirare forte, a comandare lo scambio era quasi sempre Bonadio. Ogni tanto Lorenzo cercava di venire a rete soprattutto con delle palle corte, però nel primo set gliene sono entrate molto poche. All’inizio del secondo set il pubblico era diventato veramente tanto per un 2TQ di un challenger (150 persone direi), tutti a supportare il beniamino di casa, che s’è svegliato, e già nei primi 3 games ha dimostrato una bella reazione, ma poi io mi sono allontanato a vedere il sorteggio.

Breve parentesi sul sorteggio, presentato dall’ottimo giornalista di Sky Meloccaro, che cercava di intrattenere il più possibile, mentre il supervisor belga non capiva un benemerito di ciò che lui stava dicendo, ed era piuttosto scocciato perchè la cosa stava andando per le lunghe. Agli italiani diciamo che poteva andare meglio, e mi riferisco soprattutto a Gaio, che ha proprio un campo minato, prima Gimeno, poi se dovesse riuscire a vincere avrebbe probabilmente De Bakker per poi sfidare, forse, ancora una volta, Krajinovic: insomma, veramente un brutto sorteggio. Anche a Cecchinato (TDS N4) poteva andare meglio, perchè Martin in forma è un cliente molto ostico, che di challenger ne sa anche vincere, e la stessa cosa si può dire anche per Viola, che ha beccato RCBaena, e si sfideranno per la centoquattresima volta in stagione. Derby Naso-Caruso, Berrettini ha pescato Cervantes, molto tosto, Volandri non si può lamentare di Zekic, mentre Cipolla è abbastanza chiuso da Riba, con cui ha perso spesso in carriera. Infine Di Meo contro un qualificato, che, a questo punto, speriamo sia italiano, poichè ne avremo presumibilmente 3 su 4.

Chiusa la parentesi sul sorteggio, son tornato sul centrale con Abbruciati che vinceva un facile game sul 5-5 e metteva un po’ di pressione sulle spalle di Bonadio, che sembrava essere piuttosto nervoso. Durante quel dodicesimo game, si è lamentato più volte perchè continuava ad entrare il pubblico sia durante lo scambio e sia mentre lui era pronto a servire, tanto che poi ha urlato “cosa si deve fare per starvi fare fermiiii” (o qualcosa di simile). Insomma, lui era nervoso, ha fatto anche un doppio fallo in quel game, ma poi sul secondo set point Abbruciati ha tirato fuori un jolly assoluto, mentre Bonadio era totalmente in spinta e cercava di chiudere nei pressi della rete un comodo smash a rimbalzo, lui anzichè indietreggiare ha fatto 2 passi dentro il campo e ha preso questa palla in controbalzo di dritto, facendo un vincente da applausi, e incitandosi con un OLEEEEE’, uno dei primi incitamenti durante la partita, poichè i due (che da quanto ho capito son veramente amici, tant’è che Bonadio è ospite da Abbruciati qui a Roma) cercavano di stare zitti il più possibile per rispetto reciproco. Bonadio si è andato a sedere polemizzando con l’arbitro per il pubblico, il campo, le cavallette e le inondazioni, tant’è che all’inizio di terzo non sapeva più in quale campo doveva andare e pensava di dover servire.

Ad inizio terzo set Abbruciati era in fiducia, la palla corta iniziava a fare male, si presentava più spesso a rete e il pubblico cercava di spingerlo, ma il primo game, dove ha subito il break, è stato decisivo, poichè Bonadio si è calmato ed è tornato a esprimere un tennis di alto livello, alternando palle alte incrociate di rovescio a splendide accelerazioni lungolinea, applaudite dallo stesso Abbruciati. Insomma, nel terzo il punteggio recita 6-0, ma è stato il set più divertente, con i games quasi tutti equilibrati e decisi da belle giocate, da una parte e dall’altra. Bonadio era di un’altra categoria rispetto al buon Lorenzo, che però ha giocato un bel match, non penso che in molti avrebbero scommesso sulla sua vittoria di un set oggi.

Finito quel match ho saputo del ritiro prematch di Kamke, forse è una perdita per il livello del torneo, ma sicuramente è una buona notizia per Bonadio e per Rondoni, che domani si giocheranno (col primo nettamente favorito), l’accesso al main draw. Finito quel match un po’ di pubblico se n’è andato a casa, ma la maggior parte è andato sul campo A (finalmente in discrete condizioni) a vedere Borsos-Lopez Perez, che ha avuto un centinaio di spettatori, roba da non credere.

Non avevo veramente idea di chi fosse l’ungherese (anche se poi ho letto qualche bel risultato nei future), nè tantomeno sapevo come giocasse, però devo dire che il match non è stato brutto, ho visto fino al break di Lopez Perez nel secondo, e Gabor è un giocatore molto offensivo, cerca spesso la rete, a mio avviso non adatto alla terra eppure lui gioca quasi solo su questa superficie. Borsos spingeva prima e seconda e faceva tanti doppi falli, mentre il servizio di Lopez Perez era praticamente una rimessa in gioco, su cui l’ungherese attaccava, alternando vincenti (purtroppo pochi) a errori (tanti). Sul 5-4 Borsos è stato a 2 punti dal set ma non è riuscito a sfruttare l’occasione e nei successivi 2 games lo spagnolo è stato molto bravo, seguendo i consigli del coach che era vicino a me, tenendo la palla profonda e sul dritto di Gabor, che andava spesso fuori giri, e conquistando così per 7-5 la prima frazione. Dopo il break conquistato in apertura di secondo set dall’iberico ho deciso che s’era fatta una certa ora e che era meglio tornare a casa. Domani sarò di nuovo lì (lunedì mi sa di no), sperando di vedere 3 italiani + Tsitsipas nel MD, i due derby a mio avviso sono quasi scontati, poi Giannessi dovrebbe farcela senza troppi problemi mentre spero che il greco se la giochi alla pari con lo spagnolo.


AndryReax


TAG: , ,

5 commenti

AndryREAX 27-09-2015 19:50

@ demorpurgo (#1458757)

Dai c’è anche Gaio :mrgreen: Comunque mi riferivo più magari a Donati 😉

5
demorpurgo (Guest) 27-09-2015 19:43

@ AndryREAX (#1458728)

l’avevo persa, questa…. goditi il torneo (oh, magari lo vince mager!) 😀 o bonadio?!? 😯

4
AndryREAX 27-09-2015 18:48

Grazie ad entrambi :mrgreen: La storia della foto l’ho spiegata qualche giorno fa a groucho ho detto che appena un under23 italiano (Ceck escluso) vince un challenger, la cambio :mrgreen:

3
demorpurgo (Guest) 27-09-2015 18:33

Scritto da gido
Grande Andry!
Ti leggo molto volentieri, buona visione!

quoto.
unico vero difetto di andry la fotina 😉

2
gido 27-09-2015 17:37

Grande Andry!
Ti leggo molto volentieri, buona visione!

1