Il ritiiro di Flavia - Parla Binaghi Copertina, Generica

Angelo Binaghi vuole ancora in campo Flavia Pennetta: “Io credo che Flavia serva al nostro paese in chiave Rio, sia in singolare che in doppio che in doppio misto”

15/09/2015 08:49 127 commenti
Angelo Binaghi è il Presidente della FIT
Angelo Binaghi è il Presidente della FIT

Intervistato ieri pomeriggio da Mario Platero per America24 su Radio 24, Angelo Binaghi, presidente della Federazione italiana tennis, ha parlato del ritiro di Flavia Pennetta.

Dichiara Binaghi: “Non sapevamo insieme al presidente del Coni della decisione della Pennetta di abbandonare il tennis.
Non mi ha commosso perché io penso con il Presidente Malagò, di dover, a bocce ferme, riapprofondire questo argomento con Flavia che probabilmente sul grande slancio emotivo ha rilasciato questa bellissima dichiarazione”.

“Io credo che Flavia serva al nostro paese in chiave Rio, sia in singolare che in doppio che in doppio misto e credo che debba essere una delle frecce più importanti nell’arco del Coni per raggiungere un buon risultato nel medagliere olimpico“.


TAG: , , ,

127 commenti. Lasciane uno!

jolly (Guest) 16-09-2015 06:35

e comunque, BASTA!! con questa stucchevole classifica sulle italiane!! godiamoci questo incommessurabile trionfo e se qualche soggetto non è contento eviti per favore di venire a provocare!! avremo tempo nei prox anni a pensare alle classifiche!! ora gioiamo e ci lasciassero gioire in pace. basta!!
GRAZIE FLAVIA!!!
E…fai di testa tua. che tra l’altro sei pure la più saggia a quanto pare!!

127
jolly (Guest) 16-09-2015 06:04

@ gas (#1451045)

Si gas, sono entrambi slam. Però non si può negare che il “peso” degli us open sia obiettivamente di gran lunga superiore. Voglio dire, basta guardare l’albo d’oro degli us open e confrontarlo con Parigi (soprattutto al maschile) Le più forti si adattano alla terra ma non sono terraiole, nessuna lo è, se vinci a NY sai che affronti le più forti sulla loro superfice preferita. A parigi giocano “in trasferta” e se sei una terraiola pura, sai che puoi affrontarle sulla loro superficie meno preferita dove sono più vulnerabili. non è la stessa cosa affrontare serena, vika, petra, maria, simona ecc a parigi o sul cemento!!. E l’albo d’oro del RG vede trai i vincitori gaston gaudio, muster (3), Bruguera (2), Andres Gomez ecc ecc e non vede connors. mc enroe, sampras!!! becker, edberg ecc . Tra le donne un po meno ma anche li non è l’albo d’oro degli us open!!
E poi mettiamoci IW (il quinto slam, un premier mandatory)!!!
Andiamo non c’è nulla di male a sottolineare la bravura di francesca ed il suo esser stata la prima ad aprire la porta degli slam tra le donne. ma flavia… è flavia!! Miss italian tennis!!! e non mi riferisco affatto alle sole ragioni estetiche!!!

126
Giovanni 16-09-2015 00:24

Bene, vedo che nemmeno una finale slam tra 2 italiane riesce a farci vivere in pace, semplicemente siamo tutti senza speranza.
Io consiglierei a fare una cosa semplice semplice: fai quello che ti senti di fare.

125
Luca_nl 15-09-2015 23:27

@ gas (#1451045)

Mi sembra che sei un pochino fuori strada 🙄
Io per caso ho scritto che Francesca non è stata la prima donna a vincere il Roland Garros?

Io ho scritto altro, ossia che Flavia è stata il primo italiano maschio e femmina, ad arrivare in “Finale Slam Senza Terra Rossa”, nota vi arriva anche prima di Roberta, dato che ha vinto per prima, sembra un dettaglio ma non lo è.
Questi sono dati di fatto, non simpatie.

Non capisco tutte le polemiche che ci momtate sopra, ma la cosa vi da così fastidio 🙄

Ma possibile che ci fosse così tante gente che gufava e rosicava, sperando in una sconfitta di Flavia 🙄

E forse, mai un italiano ha vinto mai nemmeno un 1.000 americano o equivalente.

Sul valore, c’è poco da discutere 😆 è quello espresso dal prize money, US Open + 54% del Roland Garros, indice di difficoltà superiore.
Se la mettiamo sul simbolico, Indian Wells è il quinto Slam, fa più spettatori di certi Slam.

Al limite la puoi mettere sul romantico, ma sai che me ne frega di certe nostalgie da teste coronate 😉

Concludendo si può dire che Flavia tra India Wells e US Open di fatto ha vinto non uno ma ben 2 Slam, infatti 1,0+3,3= 4,3/2,149= 2,001 lo dicono i numeri.

Anche Roberta con la Finale agli US Open ha quasi vinto un Roland Garros, 1.600.000 dollari è pari a circa il 75% dei 2.149.000 del Roland Garros.
Questi sono i dati di fatto fatene una ragione 😉

124
gas (Guest) 15-09-2015 22:15

@ Luca_nl (#1450940)

La Schiavone è stata comunque la prima “donna” italiana a vincerlo. E il prime Money non incide sul valore simbolico dello slam.sono entrambi slam sia il rolando che us open.

123
Vince 15-09-2015 21:45

@ jolly (#1451012)

Ma al di là del fatto che non ha senso paragonarle per mille motivi…io trovo che non ci sia momento più sbagliato di questo, per mettersi a fare certi paragoni.

Certi temi, per quanto mi riguarda, si possono affrontare quando la stagione è ferma…ma dopo una pagina di storia come quella che è stata scritta negli ultimi giorni, che piaccia o non piaccia, rappresenta uno spartiacque per il tennis italiano…continuare con le solite stucchevoli litanie, io credo che sia non solo noioso, ma completamente fuorviante.

Invece ci sono utenti, che hanno come prima passione non il tennis, ma il mettere le giocatrici italiane a confronto e imbastire una polemica…lo fanno ogni giorno, in qualsiasi contesto, si vede che è proprio una cosa più forte di loro. 🙂

122
jolly (Guest) 15-09-2015 21:29

Scritto da Vince
C’è gente che crede che tutti i momenti sono buoni per fare confronti tra le tenniste italiane…io trovo già assurdo fare un paragone tra tenniste che hanno età diverse…figuriamoci se può avere senso il paragone tra una Errani che entra nell’elite del tennis mondiale nel 2012 e una Pennetta che nel gennaio 2006, a 23 anni era già n.16 del mondo, nonostante che avesse perso un anno intero di carriera, per il tifo.

Sai vince, il mondo è bello perchè è vario. In italia queste classifiche non si potranno mai fare senza trovare qualche bontempone che dica il contrario dell’evidenza.
Questo è perchè siamo il paese dei campanili e del tifo alla rovescia, sperare che perda l’altro prima che vinca il nostro, tipico italiano dai tempi del palio di siena dove si gioisce più per la sconfitta della contrada rivale che per la vittoria della propria. Se federer e wavrinka fossero italiani, ci sarebbe che scrive che wavrinka è stato più forte di federer stanne certo!!! meglio rivolgersi all’estero. chiedessero ai giornalisti stranieri di votare la più forte italiana e ci sarebbe l’unanimita credimi!! d’altra parte basta veder giocare flavia contro le top player per capire chi sia la notra n.1 all time…
Però adesso è davvero giusto che ‘sta campionessa enorme, dopo la fatica che ha fatto a rinascere dalle sue ceneri, venga lasciata libera da ogni condizioanmento. GRAZIE FLAVIA!! ORA SEI DAVVERO LIBERA DI CORONARE ANCHE I TUOI SOGNI EXTRA TENNIS!! NOI TIFOSI DA TE NON POSSIAMO DAVVERO CHIEDERTI ULTERIORI GIOIE CE NE HAI DATE ANCHE TROPPE!!

121
AndryREAX 15-09-2015 21:24

Date una botta in testa a quest’uomo

120
jolly (Guest) 15-09-2015 21:11

Flavia ha il diritto di decidere di se stessa da sola e state certi che nessuno le potrà puntare alcunchè alla tempia. deciderà lei in piena libertà. come ha scritto un utente più sopra, l’unca cosa che sappiamo con certezza è che non difenderà il titolo tra 12 mesi e che invece giocherà almeno fino a fine anno. tutto il resto non l’ha chiarito. Che in lei fosse ben presente l’idea di ritirarsi prima delle olimpiadi era già evidente dal fatto che fognini si era iscritto in doppio con la errani. non credete che se flavia avesse avuto la certezza di proseguire fino a rio, il doppio lui lo avrebbe giocato con la sua futura sposa?
@ Luca_nl, hai perfettamente ragione. d’altra parte se si dovesse chiedere a qualsiasi appassionato di tennis fuori dall’italia la classifica della migliore tennista italiana di tutti i tempi la risposta sarebbe assolutamente già evidente da tempo, a prescindere da questo us open. che flavia fosse di gran lunga la più forte era chiaro ben prima. al massimo le altre 2 potrebbero giocarsi lo scetro di miglior terraiola (comunque come terraiola ovviamente di gran lunga meglio francesca rispetto a sara).
Paragonare sara a flavia sinceramente è crudele nei confronti di sarita che per i mezzi che ha fa i miracoli ci mancherebbe ma proprio è impossibile paragonarle.

119
gruff27 (Guest) 15-09-2015 21:04

@ zagortenay (#1450646)

Stra quoto

118
magico Alverman (Guest) 15-09-2015 21:01

Va beh … ma a che pro continuare a girare il coltello nella piaga?
Pennetta vuole ritirarsi,e che lo faccia!
Ne ha tutto il diritto!
Cosa succederebbe se ci ripensasse forzatamente?
Ve lo dico io ….. perderebbe tutte le partite.
Giocare senza convinzione non serve a nulla… non ti fa correre all’impossibile sulle palle più difficili.
Manca l’entusiasmo, quindi la voglia di vincere senza se e senza ma, anche ribaltando il risultato.
Accettare di rimanere nel circuito, non è come accettare di posticipare il pensionamento per un ragioniere.
Senza la verve psico-agonistica non si va da nessuna parte!
Mettiamoci una pietra sopra e guardiamo al futuro.

117
jolly (Guest) 15-09-2015 20:45

Scritto da ABBA
ma levate…. sto personaggio. Basta.
Flavia ha 33 anni ed era un’atleta che per quasi tutti (compreso Urpi) aveva chiuso la sua brillante carriera con l’operazione al polso.
E’ tornato sputando sangue, con una determinazione clamorosa. Allenandosi e faticando come solo i grandi campioni sanno fare. Aveva detto lei stessa che se a Wimbledon 2013 non avesse ottenuto un buon risultato non sarebbe tornata a fare ITF e avrebbe abbandonato. Sarebbe stato un addio triste, dimesso. Invece da qui inizia una nuova storia. Una nuova Flavia. Altri due anni abbondanti di tennis di alto livello, vince Indian Wells 2014 e New York 2015. Ora finalmente può ritirarsi da campionessa. Già, come solo i grandissimi dello sport hanno saputo fare.
E questi che dovrebbero solo levarsi il cappello e tacere pensano a farle cambiare idea. Il solo fatto che lo abbiano detto per me dimostra davvero una scarsa intelligenza e poca sensibilità. Ogni sportivo con le palle sogna un ritiro da protagonista, all’apice.
Capisco che Binaghi sia preoccupato, perchè gongola su successi che gli appartengono poco e su campionesse che ondeggiano dai 35 anni di Schiavone ai 32 della Vinci. E quando legittimamente saluteranno sarà alla luce di tutti i non appassionati, perchè chi è appassionato già lo vede da anni, che il settore femminile, molto peggio del maschile, non ha ricambi. E questo disastro il politicone che dirige la federazione lo dovrà pur motivare…quando tra le prime 300 avremo solo Knapp, Errani e Giorgi (e magari speriamo Burnett).E parlo ahimè di un futuro imminente

Complimenti abba soprattutto per le belle parole su flavia, per asver ricordato a tutti quanto abbia sudato e lavorato per riuscire in una impresa titanica in questi anni dopo quello che ha passato!!

116
groucho (Guest) 15-09-2015 20:06

È evidente che Malagò manda avanti Binaghi, visto che le pressioni sull’atleta le può fare la Federazione più del CONI.
Comunque la politica è marcia dentro, quindi non mi sorprenderei di forzature forti. Basta poco per rovinare l’immagine e la vita di un qualsiasi atleta, ricordatevi quello che è stato fatto a Pantani.

115
Vince 15-09-2015 19:56

Scritto da pinkfloyd
Il discorso “portabandiera” penso non si sarebbe comunque posto.
Ci sono altri atleti ben prima di Flavia, che sia la Pellegrini o la Cagnotto, e che rappresentano sport davvero “olimpici” e che meritano più di una Pennetta e di una qualunque tennista.

Pink, però ogni comitato olimpico deve fare i conti con quel che passa il convento di casa…hai ragione a dire che Cagnotto e Pellegrini per i risultati ottenuti alle Olimpiadi, meritano indubbiamente più di Flavia, di fare le portabandiera…ma ad esempio la Radwanska a Londra ha portato la bandiera per la Polonia…voglio dire che ormai anche il tennis è diventato sport olimpico, a tutti gli effetti.

114
Vince 15-09-2015 19:45

C’è gente che crede che tutti i momenti sono buoni per fare confronti tra le tenniste italiane…io trovo già assurdo fare un paragone tra tenniste che hanno età diverse…figuriamoci se può avere senso il paragone tra una Errani che entra nell’elite del tennis mondiale nel 2012 e una Pennetta che nel gennaio 2006, a 23 anni era già n.16 del mondo, nonostante che avesse perso un anno intero di carriera, per il tifo.

113
gianni (Guest) 15-09-2015 19:34

Dal 75 ad oggi ci sono state soltanto una ventina di donne al vertice della classifica wta e tra queste tre non hanno mai vinto uno slam. Grazie Flavia

112
manu (Guest) 15-09-2015 19:34

Io credo che tutte queste pressioni siano oggettivamente fuori luogo, Flavia deve essere libera di fare ciò che vuole della sua vita. Inoltre non credo che affronterebbe le Olimpiadi con le giuste motivazioni, meglio lasciare il posto a chi è veramente motivata ed entusiasta di partecipare.
Piuttosto Binaghi si dovrebbe impegnare a convincere Sara e Roberta a giocare di nuovo insieme in doppio, sarebbe una medaglia quasi sicura.

111
Catherine Bellis (Guest) 15-09-2015 19:30
110
Vince 15-09-2015 19:30

@ andreandre (#1450746)

e lo dico amche a te

ma se Roberta non ha annunciato il ritiro, per quale motivo volete che parta una campagna mediatica per convincerla a restare nel tennis? 🙂

Di Flavia se ne sta parlando solo per la decisione che ha preso, che non è andata giù ai vertici federali…e non per altri motivi.

109
Vince 15-09-2015 19:21

@ zagortenay (#1450646)

Forse perchè la Pennetta ha annunciato il ritiro mentre la Vinci non ha annunciato un bel niente…ci hai mai pensato? 🙂

108
gianni (Guest) 15-09-2015 19:19

@ andrew (#1450898)

Peccato che in singolo non abbia vinto ancora nulla di serio.

107
Luca_nl 15-09-2015 19:17

@ Lex (#1450923)

@ andrew (#1450898)

Continuate con la continuità etc.

Francesca non è stata la prima a vincere Parigi, lo aveva già fatto anche Pannatta e due volte Pietrangeli.

Mentre fuori dalla Terra Rossa, mai un italiano aveva messo piede in Finale.
Prima di Flavia mai un italiano maschio o femmina era stato n.1 al mondo nemmeno per un giorno.
Relativamente al doppio Flavia lo ha giocato molto meno tempo di Sara con una compagna dal ranking area 40 ed ha vinto oltre ad uno Slam anche il Master cosa che invece a Sara non è riuscita raccogliendo in 3 partecipazioni n.3 sconfitte e zero vittorie.

Ma smettiamola, tra le Topfive battute c’è pure Sara, chissà come mai agli US Open ha perso visto che per voi sarebbe la più forte?
Relativamente a ciò che ha fatto Sara negli Slam è scritto, n. 4 Quarti, n. 2 Semifinali, ed n. 1 Finale. Titoli al momento solo 8 International.

Lo Slam US Open vale il 54% in più del Roland Garros, lo dicono i numeri prize money nel 2015 3,3 mil. contro 2,149 milioni di dollari, è un fatto oggettivo non un opinione.

US OPEN di Flavia: 2008 Quarti, 2009 Quarti, 2010 sedicesimi, 2011 Quarti, 2012 assente per intevento al polso, 2013 SemiFinale, 2014 Quarti, 2015 CHAMPION !!!
Se non è continuità questa ditemi che cos’è 🙄

106
Lex 15-09-2015 18:41

@ andrew (#1450898)

Appunto! Essere stata la prima ad aver raggiunto alcuni GRANDI traguardi non è segno di continuità! E poi, se la vogliamo dire tutta, la Schiavone è stata la prima a vincere uno Slam (e finale l’anno dopo) ed arrivare al n.4 del mondo, la Errani è arrivato anche in finale a Roma e con la Vinci ha vinto tutti gli Slam di doppio! Di cosa stiamo parlando? Forse la più continua è stata appunto la Errani, perché anche la Schiavo aveva molti alti bassi. Ma tutto ciò non scalfisce minimamente ciò che tutte queste ragazze hanno fatto in questi anni! Ci hanno reso una delle nazioni più forti nel mondo del tennis femminile!

105
Luca_nl 15-09-2015 18:18

Scritto da Carlo

Scritto da andreandre

Scritto da zagortenay
Flavia Flavia Flavia Flavia……ok ….BRAVISSIMA e su questo non c’è dubbio!!!!Tutti ora parlano di lei giustamente ma io vorrei spezzare una lancia in favore di Roberta Vinci!!!
Ritengo che la vera sorpresa di questi US Open sia stata lei!!!! E’ arrivata in finale in un torneo del grande Slam battendo una motivata Serena Williams, infrangendo il suo sogno del grande slam!
Mi rammarico in questi giorni di notare così tanti articoli ed elogi su Flavia mentre ormai l’impresa di Roberta ( ed è veramente stata una impresa) sembra essere passata già nel dimenticatoio !!!
Non sò cosa pensare….
Ma chi dopo la sconfitta avrebbe reagito così positivamente?
L’avete vista come scherzava prima della premiazione con Flavia?
Naturalmente era contenta ma dentro sicuramente si rammaricava di non aver conquistato l’ultima e più grande possibilità della sua vita!!
Beh…direi che questa campionessa si meritava forse qualche elogio ed articolo in più!!!

Quanto ti dò ragione!!!Ma si sa, è facile salire sul carro del vincitore. Roberta e il suo incredibile US Open è passato nel dimenticatoio..ok, bravissima Flavia, ma in finale c’era anche Roberta arrivata dopo aver sconfitta la Williams! E anche Roberta, se permettete, può puntare a una medaglia olimpica nel doppio e nel doppio misto.La miglior doppista è lei, non ce ne dimentichiamo

Io ho un pensiero, che non vuole sminuire nessuno, anzi.
Penso che una parte della vittoria di Flavia si debba attribuire a Roberta. Se lei non avesse battuto Serena in semifinale, francamente ho il sospetto che forse Flavia non avrebbe vinto.
Ovviamente, e per fortuna, non c’è riscontro, solo una mia personale valutazione.

E se Flavia non demoliva la Halep, sei sicuro che Roberta avrebbe vinto ugualmente, dopo essersi trovata sotto 6-2 nel primo set 🙄

Non pensi che forse sia anche possibile che l’impresa fatta da Flavia abbia talmente galvanizzato anche Roberta da portarla quasi in trans agonistica da farla giocare con una tranquillità pazzesca, che Serena l’ha definita “Fuori di testa”.

104
roberto (Guest) 15-09-2015 18:08

FLAVIA.. hai un sistema per farli tacere tutti
RIMANI INCINTA per favore!!!

103
andrew (Guest) 15-09-2015 18:07

@ Luca_nl (#1450872)

Scritto da Luca_nl

Scritto da pinkfloyd

Scritto da Lex

Scritto da peppe78
Flavia è tutto tranne che continua..purtroppo. Il prossimo torneo ora lo azzeccherebbe nel 2022..quindi può ritirarsi senza problemi.
Questo parlarne come se fosse sempre lì a giocarsi gli Slam, lo trovo ridicolo.

Infatti anche io trovo sia un po’ stucchevole questa storia. Parole sue, era da tempo che pensava al ritiro, e per fortuna ha avuto la possibilità di togliersi l’ultima grande soddisfazione di un’ottima carriera. Quando dice che non trova più le giuste motivazioni in tutti i tornei parla già da ex giocatrice, è difficile far cambiare idea a chi è già così convinto. Si rischierebbe di vederla arrancare solo perché si sente in dovere di dover arrivare a Rio. Abbiamo una buona squadra che può fare un’ottima Olimpiade anche senza di lei, non la vedo come la salvatrice della patria, anche perché nella sua carriera non è mai stata troppo continua, un po’ a causa degli infortuni e un po’ per mancanza di carattere.
Ha fatto un’impresa, che se la goda e si viva la vita come vuole, c’è tanto altro oltre il tennis!

Ora penso che questo discorso c’entri davvero nulla.
E vedi che significano, poi, quei discorsi di questi personaggi?
Si arriva addirittura a sminuire una giocatrice…perché non è continua…
Io penso che Flavia, con uno Slam agli US OPEN e una vittoria a INDIAN WELLS (tra le tante, tante cose) ha fatto qualcosa che molte nemmeno si sognano, le vedono col binocolo. Da distanze siderali.
Anche gente che noi chiamiano “top”.
E allora che c’entra, che c’entra il “carattere”?
Pensate Flavia avesse dovuto vincere più di questo, molto più di questo, pensate Flavia sia la Willams, la Graf e la Hingis?
Vabbè, ognuno la vede a modo suo e vede questo sport a modo suo.
E questo è uno sport difficilissimo, dove ci sono 1000 componenti in ballo, capisco per molti non sia facile da comprendere.

Quoto è aggiungo:
Talmente non continua e senza carettere che:
Mai nessun italiano maschio o femmina prima d’oggi, aveva mai messo piede in una Finale Slam senza terra rossa.
La prima a tagliare il traguardo: Flavia Pennetta
L’Italia era stata sempre confinata in quel di Parigi, andare oltre lo si riteneva una cosa fuori dal mondo, Flavia Pennetta ha fatto ricredere tutti.
Quindi riepilogando:
la prima a vincere un Premier: Flavia Pennetta;
la prima a entrare in Top 10 : Flavia Pennetta;
la prima a diventare n.1 al mondo. Flavia Pennetta;
la prima in Finale Slam senza terra rossa: Flavia Pennetta;
la prima a vincere un Master: Flavia Pennetta;
Se non bastesse ciò che ha fatto in questo US OPEN 2015 a legittimare questo titolo, ecco sotto, il meglio di quanto fatto da Flavia nelle ultime otto edizioni degli US Open:
– CHAMPION 2015
– Quarti di Finale 2014
– Semifinale 2013;
– Quarti di Finale 2011;
– Quarti di Finale 2009;
– Quarti di Finale 2008;
Relativamente a giocatrici Top30 battute a New York vanta il seguente curriculum:
– Quarti 2008: la rank.21 Petrova; la rank.29 Mauresmo;
– Quarti 2009: la rank.7 Zvonareva;
– Quarti 2011: la rank.4 Sharapova; la rank.14 Peng;
– Semifinale 2013: la rank.5 Errani; la rank.29 Kuznetsova; la rank.19 Halep; la rank.13 Vinci;
– Finale 2015: la rank.22 Samantha Stosur (AUS) 6-4; 6-4; la rank.4 Petra Kvitova 4-6; 6-4; 6-2; la rank.2 Simona Halep 6-1; 6-3.;
Inoltre Flavia ha fatto anche
Quarti agli AUSTRALIAN OPEN 2014 dove tra le altre ha battuto Angelique Kerber rank.9.
Complessivamente ha battuto: N° 4 TopFive (rank.4 Sharapova; rank.5 Errani; rank.4 Kvitova; rank.2 Halep;) + N° 2 Top10 + N° 3 Top20;
– Francesca negli Slam dai Quarti in poi ha battuto: N°2 TopFive (Wozniacki rank.3; Dementieva Rank.5;) + N° 3 Top10 + N. 5 Top20;
– Sara negli Slam dai Quarti in poi ha battuto: N°1 TopFive (Radwanska rank.4;) + N° 5 Top10 + N. 4 Top20;
Praticamente la presunta continuità e carettere batte solo 1 Top Five mentre la presunta discontinuità e poco carattere batte ben 4 Top Five

E c’è ancora qualcuno che scrive

Scritto da Gabriele
@
fa benissimo a mollare adesso all’apice (anche inaspettato e per molti versi immeritato) della sua carriera!

Flavia avrebbe vinto immeritatamente questo Slam che vale ben il 54% in più del Roland Garros 3,3 milioni contro 2,149 milioni.
E’ proprio vero che la verità è una, nessuna, e centomila.

la continuità si vede anche da altro… la errani ha chiuso per il momento 3 anni di fila da top15 e pur avendo molte meno vittorie slam contro le top5 della pennetta, comunque dal 2012 ad oggi ha fatto:
7 quarti di finali slam (che flavia ha raggiunto nell’arco invece di 7 anni) di cui 3 semifinali (unica italiana) ed unica a fare 3 quarti slam in un anno… anche lei come flavia ha uno slam in cui va forte, cioè il roland garros, in cui ha fatto 4 quarti di finale di fila…
dal 2012 al 2014 ha raggiunto 8 finali slam in doppio vincendone 5 ed è stata in vetta al ranking molto più della pennetta e nella specialità ha vinto più titoli… ora flavia si presume vada a fare il suo primo master di singolare, sara ne ha fatti già due di master ed in doppio ne ha fatti tre di fila, la pennetta prima di new york quest’anno aveva il bilancio di 17-15 tra vittorie e sconfitte, sara invece pur avendo qualche sconfitta in più e pur partecipando a qualche international in più prima degli us open aveva già 39 vittorie stagionali… rispetto flavia, ma da ammiratore di sara penso che la sua complessiva continuità non possa essere messa in discussione in alcun modo e non c’è dubbio che sara, da quando è esplosa, sia stata più continua di quasi tutta la carriera di flavia, sorry, ma è così!!!!

102
Luca_nl 15-09-2015 17:55

Scritto da DiPassaggio
Ahm, ehm, vorrei parlare di Kyrgios…. no? Ah, ora il tormentone è il ritiro della Pennetta, se si sposa, se farà un maschio, una femmina, con la testa del papà ed il braccio della madre, o il contrario (si spera), ecc. ecc.? Uhfff, meglio così, dai

OFF TOPIC 😉

101