Stop di 15 giorni per Stefano Travaglia che non giocherà i due challenger in India

11/02/2015 08:00 18 commenti
Stefano Travaglia classe 1991, n.205 del mondo
Stefano Travaglia classe 1991, n.205 del mondo

Stefano Travaglia dopo le buone prestazioni in Australia, culminata in particolare con l’ultimo turno di quali a Sydney sconfitto da Troicki, il tennista marchigiano ha disputato un future in Egitto dove si è arreso in semifinale con l’austriaco Dennis Novak un po’ a sorpresa.

Future in Egitto che era stato disputato come prepazione alle due settimane challenger in India a New Dehli e Calcutta. Ma un infortunio ha complicato i piani dell’azzurro, che quest’oggi ha rilasciato una breve dichiarazione a Livetennis.

Purtroppo non giocherò i due tornei challenger su cemento in India, ho dovuto dare forfait. Nel future in Egitto, ho subito un edema al tallone destro e sono costretto a uno stop di 15 giorni. In questi giorni inizierò le terapie per recuperare dall’infortunio e molto probabilmente tornerò in campo con i tornei challenger sulla terra battuta. Poi molto dipenderà dal medico, sarà lui a dirmi quando sarò pronto per il rientro in campo.


Luigi Calvo


TAG: , ,

18 commenti. Lasciane uno!

cataflic (Guest) 11-02-2015 21:13

Travaglia si trova nella classica situazione in cui purtroppo per lui deve fare risultati perchè deve uscire dal pantano degli itf e lo deve fare quest’anno.
Ahilui non si può permettere periodi di infortunio o serie negative, sennò rischia di finire l’anno con la retromarcia e alla sua età significa altri due anni di rincorsa e addio sogni di gloria.

18
Gabriele da Ragusa 11-02-2015 16:46

@ Radames (#1262376)

Ma si era per dire, mamma mia….ti pare abbia bisogno della tua solidarietà. Chiudevo solo un teatrino..

17
Radames 11-02-2015 16:21

Scritto da Buon Rob

Scritto da Radames

Scritto da Buon Rob

Scritto da Gabriele da Ragusa
Sarebbe ora di smetterla di dare per buone delle prestazioni o dei risultati che in assoluto sarebbero penosi, solo perchè il,tizio o la tizia in questione è italiano/a. Uno cm lui che ha la pretesa, e molti qui nel sito la pensano allo stesso modo, di sfondare definitivamente nn può essere oggetto di un commento positivo solo perchè si è arreso all’ultimo turno delle quali di un 250. Ma insomma, ogni anno i soliti commenti sui benedetti salti di qualità ma….a quando??? ce la faremo??? Ogni tanto sarebbe utile vedere il bicchiere mezzo vuoto. E’ così per la nostra vita di tutti i giorni, lavorativa e non, e nn vedo perchè nello sport debbano esserci eccezioni

Boh, a me pare esattamente il contrario.
Io rimango convinto che se Djokovic fosse italiano, qua verrebbe comunque criticato.
Come fatico a ritenere “penosi” dei risultati.
I risultati che un tennista raggiunge o non raggiunge devono essere giudicati soddisfacenti o non soddisfacenti solo da sé stesso.
A me lascia perplesso che un tennista debba soddisfare i desideri di “tifosi da tastiera”.
E continuo a ritenere che la stragrande maggioranza dell’utenza sfoghi le proprie frustrazioni su dei poveri ragazzi di venti-trent’anni, di cui peraltro non conoscono né sacrifici né situazioni umane, solo perché questi hanno il torto di poter fare ciò che molti di noi amerebbero fare, cioè girare il mondo e guadagnarsi da vivere giocando a tennis.
In soldoni: Travaglia viene a sindacare come lavora un Gabriele da Ragusa o un Buon Rob? E allora perché noi dovremmo farlo con lui? Già lo capisco a fatica quando si tratta di squadre della propria città, ma lì posso capire che la squadra sopravvive a prescindere dal singolo giocatore, ma negli sport individuali lo trovo un concetto incomprensibile quello di definire penosi i risultati di un professionista.

ma allora questo forum a cosa serve? Dovremmo chiuderlo? A prescindere da quello che scrive Gabriele da Ragusa, che può essere condiviso o no, ma questo è uno spazio destinato allo scambio di opinioni tra appassionati su tematiche relative al tennis italiano ( e non) o mi sto sbagliando?

A mio avviso questo forum è innanzitutto per informazione.
Amiamo il tennis? Sì.
Livetennis ci da’ informazioni che ci possono fare approfondire maggiormente la materia? Sì.
Per come la vedo io, il forum è un luogo utile per conoscere più cose, per cogliere meglio alcuni approfondimenti tecnici, eccetera.
E’ ovviamente soggettivo, ma io le discussioni del tipo “noi siamo federeriani perciò dobbiamo odiare i nadaliani” e viceversa le trovo stucchevoli ed infantili.
Così come il gioco “insulta il tennista che perde”.
Probabilmente abbiamo una visione diversa della locuzione “scambio di opinioni”. Anche perché spero che sarai d’accordo con me nel dire che le opinioni non devono per forza essere contro singoli tennisti o di lamentela perenne.
E, ne approfitto per rispondere a Gabriele (contro cui ovviamente non ho nulla, ho usato il suo post ad esempio), io non dico cosa uno possa o non possa commentare, solo mi chiedo “cui prodest”.
Una volta che scrivo (premetto: è un’iperbole) “Travaglia/Cecchinato/Quinzi scarsone, Cipro ha avuto un top ten e noi no!!!!”, che aggiungo alla discussione? Per dire, Travgalia ha perso contro Novak perché si è infortunato al tallone: quanti quel giorno commentarono tenendo conto di questo fatto che non sapevano, e quanti invece commentarono giudicando dal livescore? Ecco.

Rob, io contestavo principalmente la frase secondo cui “Travaglia non critica il lavoro di Gabriele da Ragusa, e quindi Gabriele da Ragusa non deve permettersi di criticare il lavoro di Travaglia”. Il lavoro di Travaglia dipende da quello che ne pensano Buon Rob, Gabriele da Ragusa, Radames e tutti quelli che pagano il biglietto, si vedono le pubblicità in televisione o sui teloni di fondocampo, ecc. Se non ci siamo noi, non ci sono sponsor, non ci sono tornei, ecc. ecc. Criticare è il sale del forum. Poi sono d’accordo che argomentare è ancora meglio, ci mancherebbe.

16
Radames 11-02-2015 16:17

Scritto da Gabriele da Ragusa
@ Radames (#1262246)
Guarda, grazie per la solidarietà, ma ero quasi certo di scatenare un po di commenti avversi. Ribadisco quanto detto specificando che nn me la prendo cn nessuno. Chi legge ogni tanto cosa scrivo, ricorderà certamente che ho sempre augurato il massimo anche per gente cm Naso che sta ben dietro Travaglia per il quale mi auguro cm per tutti il meglio. E ci mancherebbe altro. Nn giudico pertanto i sacrifici che fa il Travaglia di turno precisando che la vita da atleta è paragonabile a quella di un attore, dove c’è un audience che paga e giudica “lo spettacolo”. Buon Rob stia sereno che anche io vengo giudicato nel mio lavoro, bene fortunatamente, ma ovviamente nn pubblicamente perchè nn sn un”famoso”. Ho sempre difeso chi continua a girare per Itf anche a 30 anni suonati dicendo sempre che i poveri guadagni nn debbano essere il parametro che debba spingere un atleta a smettere, a fronte invece di proprie considerazioni personali del professionista stesso. Trovi quindi fuori luogo e pretestuose al contrario alcune critiche che mi sn state mosse. Dicevo solo che rivendico il mio diritto di critica nella maniera più assoluta. Critichiamo tutti Cecchinato, io compreso, che ha un anno in meno di Travaglia e sta 50 posizioni avanti, nn vedo perchè debba venire qualcuno a dirmi cosa posso o nn posso fare. Saluti

non c’era un grammo di solidarietà, in realtà. Il mio discorso è prima di tutto di metodo, non di merito. “Non condivido la tua opinione, ma darò la vita affinché tu possa esprimerla” (frase attribuita a Voltaire)

15
Gabriele da Ragusa 11-02-2015 15:16

@ Buon Rob (#1262311)

Cui prodest? a nulla Buon Rob, ma sn tante le passioni, gli interessi, i comportamenti che nn danno immediatamente vita a risultati o conseguenze tangibili. Nn ho il ben che minimo dubbio che il Travaglia di turno (a cui ormai fischieranno le orecchie) se ne straf….ta dei nostri commenti. Ma cosa c’entra tutto ciò? E’ prevista l’area commenti in calce ad ogni articolo o notizia? Bene dico la mia, punto. Poi a me parli dei federiani vs nadaliani? Io sn sempre il primo ad evidenziare la ridicolaggine erotomane di chi punta a fare paragoni tra giocatori o peggio tra giocatori di epoche diverse (tipo Sampras/Federer) quindi figurati….

14
Buon Rob (Guest) 11-02-2015 14:45

Scritto da Radames

Scritto da Buon Rob

Scritto da Gabriele da Ragusa
Sarebbe ora di smetterla di dare per buone delle prestazioni o dei risultati che in assoluto sarebbero penosi, solo perchè il,tizio o la tizia in questione è italiano/a. Uno cm lui che ha la pretesa, e molti qui nel sito la pensano allo stesso modo, di sfondare definitivamente nn può essere oggetto di un commento positivo solo perchè si è arreso all’ultimo turno delle quali di un 250. Ma insomma, ogni anno i soliti commenti sui benedetti salti di qualità ma….a quando??? ce la faremo??? Ogni tanto sarebbe utile vedere il bicchiere mezzo vuoto. E’ così per la nostra vita di tutti i giorni, lavorativa e non, e nn vedo perchè nello sport debbano esserci eccezioni

Boh, a me pare esattamente il contrario.
Io rimango convinto che se Djokovic fosse italiano, qua verrebbe comunque criticato.
Come fatico a ritenere “penosi” dei risultati.
I risultati che un tennista raggiunge o non raggiunge devono essere giudicati soddisfacenti o non soddisfacenti solo da sé stesso.
A me lascia perplesso che un tennista debba soddisfare i desideri di “tifosi da tastiera”.
E continuo a ritenere che la stragrande maggioranza dell’utenza sfoghi le proprie frustrazioni su dei poveri ragazzi di venti-trent’anni, di cui peraltro non conoscono né sacrifici né situazioni umane, solo perché questi hanno il torto di poter fare ciò che molti di noi amerebbero fare, cioè girare il mondo e guadagnarsi da vivere giocando a tennis.
In soldoni: Travaglia viene a sindacare come lavora un Gabriele da Ragusa o un Buon Rob? E allora perché noi dovremmo farlo con lui? Già lo capisco a fatica quando si tratta di squadre della propria città, ma lì posso capire che la squadra sopravvive a prescindere dal singolo giocatore, ma negli sport individuali lo trovo un concetto incomprensibile quello di definire penosi i risultati di un professionista.

ma allora questo forum a cosa serve? Dovremmo chiuderlo? A prescindere da quello che scrive Gabriele da Ragusa, che può essere condiviso o no, ma questo è uno spazio destinato allo scambio di opinioni tra appassionati su tematiche relative al tennis italiano ( e non) o mi sto sbagliando?

A mio avviso questo forum è innanzitutto per informazione.
Amiamo il tennis? Sì.
Livetennis ci da’ informazioni che ci possono fare approfondire maggiormente la materia? Sì.
Per come la vedo io, il forum è un luogo utile per conoscere più cose, per cogliere meglio alcuni approfondimenti tecnici, eccetera.
E’ ovviamente soggettivo, ma io le discussioni del tipo “noi siamo federeriani perciò dobbiamo odiare i nadaliani” e viceversa le trovo stucchevoli ed infantili.
Così come il gioco “insulta il tennista che perde”.
Probabilmente abbiamo una visione diversa della locuzione “scambio di opinioni”. Anche perché spero che sarai d’accordo con me nel dire che le opinioni non devono per forza essere contro singoli tennisti o di lamentela perenne.
E, ne approfitto per rispondere a Gabriele (contro cui ovviamente non ho nulla, ho usato il suo post ad esempio), io non dico cosa uno possa o non possa commentare, solo mi chiedo “cui prodest”.
Una volta che scrivo (premetto: è un’iperbole) “Travaglia/Cecchinato/Quinzi scarsone, Cipro ha avuto un top ten e noi no!!!!”, che aggiungo alla discussione? Per dire, Travgalia ha perso contro Novak perché si è infortunato al tallone: quanti quel giorno commentarono tenendo conto di questo fatto che non sapevano, e quanti invece commentarono giudicando dal livescore? Ecco.

13
Gabriele da Ragusa 11-02-2015 14:32

@ Radames (#1262246)

Guarda, grazie per la solidarietà, ma ero quasi certo di scatenare un po di commenti avversi. Ribadisco quanto detto specificando che nn me la prendo cn nessuno. Chi legge ogni tanto cosa scrivo, ricorderà certamente che ho sempre augurato il massimo anche per gente cm Naso che sta ben dietro Travaglia per il quale mi auguro cm per tutti il meglio. E ci mancherebbe altro. Nn giudico pertanto i sacrifici che fa il Travaglia di turno precisando che la vita da atleta è paragonabile a quella di un attore, dove c’è un audience che paga e giudica “lo spettacolo”. Buon Rob stia sereno che anche io vengo giudicato nel mio lavoro, bene fortunatamente, ma ovviamente nn pubblicamente perchè nn sn un”famoso”. Ho sempre difeso chi continua a girare per Itf anche a 30 anni suonati dicendo sempre che i poveri guadagni nn debbano essere il parametro che debba spingere un atleta a smettere, a fronte invece di proprie considerazioni personali del professionista stesso. Trovi quindi fuori luogo e pretestuose al contrario alcune critiche che mi sn state mosse. Dicevo solo che rivendico il mio diritto di critica nella maniera più assoluta. Critichiamo tutti Cecchinato, io compreso, che ha un anno in meno di Travaglia e sta 50 posizioni avanti, nn vedo perchè debba venire qualcuno a dirmi cosa posso o nn posso fare. Saluti

12
mac (Guest) 11-02-2015 13:29

@ Buon Rob (#1262242)

alcune volte (di rado, a dire il vero) non condivido le tue opinioni. stavolta rilevo anche un accenno di mirkite…. 😉

11
Sc Hermulheim 11-02-2015 12:40

@ Buon Rob (#1262242)

Concordo in pieno.
E te lo dice uno che quando c’è da criticare non si tira indietro.
Trovo il discorso fatto da Gabriele poco corretto sia nella forma che nella sostanza.
Essere disfattisti e’ perfettamente inutile,bisognerebbe analizzare i problemi per cercare di migliorare.
Inoltre Travaglia,secondo me,ha iniziato bene la stagione,perdendo giocando bene contro avversari più forti.
Poi mi chiedo come si possa criticare un infortunio,ma è meglio che mi fermi qui…

10
nere 11-02-2015 12:34

@ Buon Rob (#1262242)

d’accordo su tutto, e per di più prendersela con travaglia, l’unico under23 con già un buon livello e di prospettiva e per un infortunio per di più mi sembra fantascienza…

9
gianluca (Guest) 11-02-2015 12:30

@ Buon Rob (#1262242)

Complimenti tutto valido ciò che scrivi.

8
Radames 11-02-2015 12:28

Scritto da Buon Rob

Scritto da Gabriele da Ragusa
Sarebbe ora di smetterla di dare per buone delle prestazioni o dei risultati che in assoluto sarebbero penosi, solo perchè il,tizio o la tizia in questione è italiano/a. Uno cm lui che ha la pretesa, e molti qui nel sito la pensano allo stesso modo, di sfondare definitivamente nn può essere oggetto di un commento positivo solo perchè si è arreso all’ultimo turno delle quali di un 250. Ma insomma, ogni anno i soliti commenti sui benedetti salti di qualità ma….a quando??? ce la faremo??? Ogni tanto sarebbe utile vedere il bicchiere mezzo vuoto. E’ così per la nostra vita di tutti i giorni, lavorativa e non, e nn vedo perchè nello sport debbano esserci eccezioni

Boh, a me pare esattamente il contrario.
Io rimango convinto che se Djokovic fosse italiano, qua verrebbe comunque criticato.
Come fatico a ritenere “penosi” dei risultati.
I risultati che un tennista raggiunge o non raggiunge devono essere giudicati soddisfacenti o non soddisfacenti solo da sé stesso.
A me lascia perplesso che un tennista debba soddisfare i desideri di “tifosi da tastiera”.
E continuo a ritenere che la stragrande maggioranza dell’utenza sfoghi le proprie frustrazioni su dei poveri ragazzi di venti-trent’anni, di cui peraltro non conoscono né sacrifici né situazioni umane, solo perché questi hanno il torto di poter fare ciò che molti di noi amerebbero fare, cioè girare il mondo e guadagnarsi da vivere giocando a tennis.
In soldoni: Travaglia viene a sindacare come lavora un Gabriele da Ragusa o un Buon Rob? E allora perché noi dovremmo farlo con lui? Già lo capisco a fatica quando si tratta di squadre della propria città, ma lì posso capire che la squadra sopravvive a prescindere dal singolo giocatore, ma negli sport individuali lo trovo un concetto incomprensibile quello di definire penosi i risultati di un professionista.

ma allora questo forum a cosa serve? Dovremmo chiuderlo? A prescindere da quello che scrive Gabriele da Ragusa, che può essere condiviso o no, ma questo è uno spazio destinato allo scambio di opinioni tra appassionati su tematiche relative al tennis italiano ( e non) o mi sto sbagliando?

7
Buon Rob (Guest) 11-02-2015 12:21

Scritto da Gabriele da Ragusa
Sarebbe ora di smetterla di dare per buone delle prestazioni o dei risultati che in assoluto sarebbero penosi, solo perchè il,tizio o la tizia in questione è italiano/a. Uno cm lui che ha la pretesa, e molti qui nel sito la pensano allo stesso modo, di sfondare definitivamente nn può essere oggetto di un commento positivo solo perchè si è arreso all’ultimo turno delle quali di un 250. Ma insomma, ogni anno i soliti commenti sui benedetti salti di qualità ma….a quando??? ce la faremo??? Ogni tanto sarebbe utile vedere il bicchiere mezzo vuoto. E’ così per la nostra vita di tutti i giorni, lavorativa e non, e nn vedo perchè nello sport debbano esserci eccezioni

Boh, a me pare esattamente il contrario.
Io rimango convinto che se Djokovic fosse italiano, qua verrebbe comunque criticato.
Come fatico a ritenere “penosi” dei risultati.
I risultati che un tennista raggiunge o non raggiunge devono essere giudicati soddisfacenti o non soddisfacenti solo da sé stesso.
A me lascia perplesso che un tennista debba soddisfare i desideri di “tifosi da tastiera”.
E continuo a ritenere che la stragrande maggioranza dell’utenza sfoghi le proprie frustrazioni su dei poveri ragazzi di venti-trent’anni, di cui peraltro non conoscono né sacrifici né situazioni umane, solo perché questi hanno il torto di poter fare ciò che molti di noi amerebbero fare, cioè girare il mondo e guadagnarsi da vivere giocando a tennis.
In soldoni: Travaglia viene a sindacare come lavora un Gabriele da Ragusa o un Buon Rob? E allora perché noi dovremmo farlo con lui? Già lo capisco a fatica quando si tratta di squadre della propria città, ma lì posso capire che la squadra sopravvive a prescindere dal singolo giocatore, ma negli sport individuali lo trovo un concetto incomprensibile quello di definire penosi i risultati di un professionista.

6
Luca Milano (Guest) 11-02-2015 12:17

Scritto da Gabriele da Ragusa
Sarebbe ora di smetterla di dare per buone delle prestazioni o dei risultati che in assoluto sarebbero penosi, solo perchè il,tizio o la tizia in questione è italiano/a. Uno cm lui che ha la pretesa, e molti qui nel sito la pensano allo stesso modo, di sfondare definitivamente nn può essere oggetto di un commento positivo solo perchè si è arreso all’ultimo turno delle quali di un 250. Ma insomma, ogni anno i soliti commenti sui benedetti salti di qualità ma….a quando??? ce la faremo??? Ogni tanto sarebbe utile vedere il bicchiere mezzo vuoto. E’ così per la nostra vita di tutti i giorni, lavorativa e non, e nn vedo perchè nello sport debbano esserci eccezioni

si, moriremo tutti

5
Marcus91 11-02-2015 11:54

Peccato, non ci voleva 😡

4
Gabriele da Ragusa 11-02-2015 11:05

Sarebbe ora di smetterla di dare per buone delle prestazioni o dei risultati che in assoluto sarebbero penosi, solo perchè il,tizio o la tizia in questione è italiano/a. Uno cm lui che ha la pretesa, e molti qui nel sito la pensano allo stesso modo, di sfondare definitivamente nn può essere oggetto di un commento positivo solo perchè si è arreso all’ultimo turno delle quali di un 250. Ma insomma, ogni anno i soliti commenti sui benedetti salti di qualità ma….a quando??? ce la faremo??? Ogni tanto sarebbe utile vedere il bicchiere mezzo vuoto. E’ così per la nostra vita di tutti i giorni, lavorativa e non, e nn vedo perchè nello sport debbano esserci eccezioni

3
Campa (Guest) 11-02-2015 08:54

Che sfortuna, ora sarà difficile scalare la classifica perché dovra difendere solo dei punti e stando fermo la vedo grigia

2
grandepaci (Guest) 11-02-2015 08:36

quando si presentano tornei sul veloce noi sempre troviamo scuse ..spero sia una scusa e non un infortunio per il gia troppo sfortunato travaglia ..forza azzurri e torna piu´forte di prima

1