Notizie dal Mondo Copertina, Generica

Roberto Bautista Agut: “Non avrei mai pensato di arrivare alla quindicesima posizione mondiale”

28/11/2014 09:01 15 commenti
Roberto Bautista Agut classe 1988, n.15 ATP
Roberto Bautista Agut classe 1988, n.15 ATP

Il TC Quimper ha potuto contare su un fortissimo giocatore lo scorso weekend: Roberto Bautista Agut, n.15 ATP. Lo spagnolo ha dato il suo contributo nel successo per 4-2 contro il TC Breissure.

Il giocatore spagnolo, tramite il giornale locale Le Télégramme, ha parlato della sua stagione e del passaggio dalla 73esima alla 15esima posizione mondiale.

“Io lavoro duramente da tre/quattro anni, mi alleno sempre con costanza e determinazione.
Spero di disputare un buon 2015, continuando a migliorarmi. Non avrei mai pensato di arrivare alla quindicesima posizione mondiale. Io faccio attenzione a non basarmi sulla classifica e continuo ad allenarmi quotidianamente. È certamente questa la chiave del mio balzo nel ranking”.


TAG: , ,

15 commenti. Lasciane uno!

Nevskij (Guest) 29-11-2014 00:34

Cioè tu sei andato a vedere il profilo di Carreno Busta per scoprire che delle 21 vittorie sue, sei le ha ottenute non su terra? Ahahàhhahahaha. Sei davvero nozionistico e comico. Delle sei, peraltro, quattro sono tornei future, due addirittura a inizio carriera. Magari invece di trastullarti con le statistiche guarda le partite dei giocatori. Che Carreno sia un terraiolo fatto e finito non lo dico io, lo dice chiunque segua un minimo questo sport… ti ho risposto, ma sono ugualmente senza parole

Scritto da Buon Rob

Scritto da Nevskij
Come si fa a paragonare bautista-agut, che ha fatto risultati su ogni superficie, a un terraiolo puro e brutto da vedere come carreno busta resta un mistero del tennis (e della mente umana)…

Il “terraiolo puro e brutto” in carriera ha vinto sei tornei sul veloce, ha appena fatto terzo turno allo US Open, e quarti nell’ATP 500 di Valencia, tornei che mi sembrano tutto fuorché su terra.
Comunque Bautista Agut, invece, è il classico giocatore la cui sola presenza nei 15 contraddice coloro che, bizzarramente, dicono che se a 18 anni non sei nei primi 100 allora avrai una carriera mediocre, visto che lui a 21 lo conoscevano ancora, al massimo, quelli ella s federazione.
Un dice “è una eccezione!!!”. Visto quanto sono ormai le eccezioni, direi che ormai è diventata regola.

15
vanangel 29-11-2014 00:11

Motorino 😀

14
Marcus91 28-11-2014 22:11

Bautista è l’esempio vivente di come lavorando sodo e con una forza di volontà infinita, si raggiungano traguardi, impensabili…Io Bautista l’ho visto giocare la prima volta quando era intorno alla top100, ed era un giocatore abbastanza mediocre. Poi vedendo come nella stagione appena passata ha scalato il ranking, quando ha affrontato Fognini, mi sono visto il match…beh che dire tutt’altro giocatore, anche gustoso da vedere, imho. E credo che la posizione attuale sia meritatissima e trovo molto ingiuste le critiche sul gioco dello spagnolo, che mai paragonerei a Carreno.

13
manuel (Guest) 28-11-2014 21:21

Scritto da ki
magari li avessimo noi questi giocatori mediocri come li chiamate voi………..agut molto piu’ solido di busta…

concordo al 100 %.

12
Gabriele da Ragusa 28-11-2014 17:33

Concordo cn molti dei commenti positivi sul giocatore ma aggiungo che anche a causa del suo ridicolo grunting e magari anche a pelle, lo ritengo di una antipatia infinita

11
Tweener (Guest) 28-11-2014 16:02

Se c’è un giocatore che non vedrei neanche se mi pagassero e proprio lui.
Il tennista medio per eccellenza. Quest’ anno gli è andata bene a Madrid e qualche torneo ma non credo che riesca a ripetersi.
Meglio Busta.

10
ki (Guest) 28-11-2014 15:38

magari li avessimo noi questi giocatori mediocri come li chiamate voi………..agut molto piu’ solido di busta…

9
Koko (Guest) 28-11-2014 14:57

Conta rimanere nei 15 perchè ad arrivarci una tantum possono essere in molti nei 50 ATP.

8
manuel (Guest) 28-11-2014 14:44

oramai il tennis spagnolo ha perso molti pupilli ma ne stanno emergendo dei nuovi e bautista agut o carreno busta potrebbero per le loro capacità ritrovarsi a breve nella top 10.

7
christian (Guest) 28-11-2014 12:39

nemmeno tutti noi lo avremmo pensato :mrgreen:

6
Buon Rob (Guest) 28-11-2014 11:14

Scritto da Nevskij
Come si fa a paragonare bautista-agut, che ha fatto risultati su ogni superficie, a un terraiolo puro e brutto da vedere come carreno busta resta un mistero del tennis (e della mente umana)…

Il “terraiolo puro e brutto” in carriera ha vinto sei tornei sul veloce, ha appena fatto terzo turno allo US Open, e quarti nell’ATP 500 di Valencia, tornei che mi sembrano tutto fuorché su terra. 😕
Comunque Bautista Agut, invece, è il classico giocatore la cui sola presenza nei 15 contraddice coloro che, bizzarramente, dicono che se a 18 anni non sei nei primi 100 allora avrai una carriera mediocre, visto che lui a 21 lo conoscevano ancora, al massimo, quelli ella s federazione.
Un dice “è una eccezione!!!”. Visto quanto sono ormai le eccezioni, direi che ormai è diventata regola.

5
Nevskij (Guest) 28-11-2014 10:59

Come si fa a paragonare bautista-agut, che ha fatto risultati su ogni superficie, a un terraiolo puro e brutto da vedere come carreno busta resta un mistero del tennis (e della mente umana)…

4
fabrizio (Guest) 28-11-2014 10:58

@ cataflic (#1219716)

Concordo su Carreno Busta per il futuro lo vedo lo spagnolo giovane più solido

3
tony71 (Guest) 28-11-2014 09:17

neanche noi.. 😉

2
cataflic (Guest) 28-11-2014 09:09

Un monumento alla mediocrità vincente. Un tennista che ha saputo limare ogni aspetto del suo gioco fino a portarlo alla massima efficienza.
Non so quanto durerà a questi livelli perchè deve proprio giocare al 100% per mantenerli e per me la cosa più probabile è che retroceda intorno al n. 30 o giù di lì, però questi spagnoli tutta testa, tattica e fisico sono tenaci, chissà?
Il prossimo dellalistandovrebbe essere Carreno Busta.

1