Itf Senior Roma 2017 - All Round Copertina, Generica

Seconda giornata dell’VIII Torneo Internazionale di Roma. Vincenzo Sciacca: “Il mio tennis si ispira al ping pong

08/04/2017 22:44 1 commento
Foto Roberto Di Tondo
Foto Roberto Di Tondo

Seconda giornata dell’VIII torneo internazionale di Roma, appuntamento primaverile del circuito ITF senior in corso presso il circolo sportivo All Round di Roma. Tanti appassionati, soprattutto soci, sono accorsi ad assistere alle partite dei loro familiari e amici approfittando della pausa-weekend.

Primi incontri ed impressioni. L’inizio dei match, previsto per le ore 09:00, non ha subito alcuna variazione d’orario ed il programma di primo turno è proseguito senza alcun intoppo. In campo ben 29 incontri maschili nelle categorie over 45, 50, 55, 65, 70 distribuiti sui cinque campi messi a disposizione dal circolo. Nonostante qualche walkover, lo spettacolo e il fair play non sono di certo mancati. Debutto con vittoria per Antonio Claudi, testa di serie numero 1 del tabellone over 70 e campione in carica del torneo. Assieme a lui passa il turno nella medesima categoria anche il finalista della scorsa edizione Gino Cerri. Brillano fra gli over 50 Marco Cesaretti, autore di un match impressionante vinto con un doppio 6-0, Paolo Pulera, numero 4 del seeding, e Corrado Bianchi. Lunedì 10 aprile esordiranno anche le donne.

Ping pong applicato al tennis. Tra i tanti tennisti senior impegnati quest’oggi, uno in particolare si è distinto per impegno, tenacia e varietà di gioco. Il suo nome è Vincenzo Sciacca, 67enne romano, oggi in pensione ma con un passato da chirurgo e professore universitario. “Nasco come giocatore di ping pong. Il mio tennis è old-style, adoro giocare i back sia col diritto che col rovescio. Il servizio da sotto con taglio ad uscire? È un servizio che mi insegnò un allenatore libanese quando negli anni ’60 giocavo a ping pong anche se ora non lo pratico più come un tempo perché mi manda fuori palla a tennis. È il secondo anno che partecipo a questo torneo e debbo ammettere – continua Sciacca – che è un posto fantastico”. Un vero e proprio viaggiatore che ha saputo coniugare nella vita le sue due più grandi passioni: “Grazie all’AMTI (Associazione Medici Tennisti Italiani, ndr), associazione per cui sono stato anche presidente, girovaghiamo per tornei in Italia e all’estero. Quest’anno è stato organizzato un campionato mondiale a Lima, in Perù e prossimamente prenderemo parte ad un altro evento a Plzen


TAG:

1 commento

Il Semiologo del Titanic (Guest) 09-04-2017 09:19

Da Sciacca a Federer – sia quello DOC che quello farlocco – nel breve spazio di una Homepage. Senza distinzioni. Che piaccia o meno – con buona pace di ECO – questo è il futuro gente.

1