Notizie dal Mondo Copertina, Generica, WTA

Serena Williams: corsa al capolinea?

30/03/2016 12:21 53 commenti
Serena Williams classe 1981, n.1 del mondo
Serena Williams classe 1981, n.1 del mondo

È (stato) un bellissimo viaggio, costellato di successi e visioni indimenticabili, di tanti trofei in una bacheca personale che più ricca non si può, per una corsa che negli ultimi 10-15 anni nessuno è sembrato in grado di arrestare e che l’ha consacrata come una delle più forti giocatrici di sempre: sto parlando ovviamente di Serena Williams, numero 1 indiscusso del tennis femminile, Wonder Woman del tennis in gonnella che a quasi 35 anni lotta contro le avversarie sul campo, per tagliare ancora traguardi prestigiosi, per infrangere ancora tabù e far segnare nuovi record. Eppure per molti, questa corsa, la sua corsa, sembra essere giunta al capolinea.

Inutile girarci attorno, la crisi di Serena richiama all’attenzione un solo nome: Roberta Vinci. Fino alla famigerata semifinale Slam di New York infatti, la statunitense non solo sembrava a un passo dal Grande Slam ma appariva ai più imbattibile, nonostante alcune partite thrilling disputate tanto al Roland Garros quanto a Wimbledon, comunque sempre portate a casa. Forse sta proprio qui la differenza, Serena al giorno d’oggi non sembra più una lottatrice.
Pigra, svogliata, spesso vicina alle lacrime: la Serena Williams versione 2016 è questa. In finale a Melbourne ha vinto la Kerber con pieno merito è vero, ma dov’era lo spirito guerriero della più piccola delle Williams? Stessa storia a Indian Wells contro l’Azarenka in finale, una che per intenderci difficilmente l’ha spuntata contro di lei ma che nell’ultima occasione è sembrata disporne a piacimento, con l’apice a mio avviso toccato (in negativo) a Miami contro la Kuznetsova, quando a vincere è stata la russa in 3 set con i due ultimi parziali facili facili e la Williams sempre a bofonchiare, lamentarsi con se stessa o con chissà chi e sull’orlo di una crisi di nervi.

La ferita inflittale dalla Vinci a New York brucia ancora e non sembra volersi risanare: in troppe da allora la stanno battendo, per una sola e sacrosanta ragione…Serena Williams è diventata vulnerabile e le giocatrici contro di lei non entrano più in campo già sconfitte prima dei match. Dopo Robertina è chiaro che la tennista numero 1 al mondo è battibile o perlomeno è giusto provarci. E lei non sembra essere più andata via dal quel campo newyorchese.

Alcuni record fanno ancora gola, quello della Graf in primis, così come il prolungare la propria egemonia nel ranking ma chi di voi si sente di escludere un suo ritiro a fine anno se non dovessero arrivare vittorie Major o di un’Olimpiade e si dovesse piuttosto verificare la perdita della corona di più forte giocatrice al mondo? Secondo voi, è davvero uno scenario impensabile un suo addio al tennis a fine 2016? E la Williams può essere ancora definita la più forte di tutte?


Alessandro Orecchio


TAG: ,

53 commenti. Lasciane uno!

fabio (Guest) 31-03-2016 14:02

Normale ormai è una giocatrice anziana,e in un Tennis sempre più robotizzato,più fisico non può più fare ciò che ha fatto per anni…..cmq un posto nella storia di questo sport ce l’ha

53
Shuzo (Guest) 31-03-2016 12:22

Io sono convinto che Serena avrebbe battuto Steffi Graf. Tra l’altro lo ha anche fatto. Detto questo contano i risultati ottenuti e quelli della tedesca sono lievemente superiori. Serena è ancora in tempo per avvicinarli ulteriormente e alcuni anche superarli.
La crisi attuale è più psicologica che anagrafica. Se recupera la serenità, può benissimo ricominciare a vincere, anche se forse non più così pesantemente come prima. Può superare il record di Slam vinti della Graf e forse anche della Court-Smith, ma non credo che potrà realizzare il Grande Slam. In questo la Vinci le ha proprio rotto le uova nel paniere. E non c’è dubbio che la sua frustrazione derivi anche da lì. Avesse vinto gli Australian Open, forse adesso sarebbe di nuovo lo schiacciasassi di sempre, invece la Kerber l’ha affrontata con grande determinazione e ha approfittato della sua ancora non ritrovata serenità.

52
robsa (Guest) 31-03-2016 08:53

Non mi è mai piacuta Serena che avrebbe dovuto giocare con gli uomuni e se si ritirasse avremo finalmente una decina di belle ragazze che si alterneranno ai primi posti. Opinione del tutto personale,

51
zanetti (ex panuccio ex nadalito) (Guest) 30-03-2016 22:43

Scritto da Virgili-Federer 6-1/6-0

Scritto da giuliano da viareggio

Scritto da stef
se non e’ lei la piu forte di tutte (nonostante alcune sconfitte con grandi giocatrici comunque) allora dimmi ALESSANDRO ORECCHIO, il nome della giocatrice piu forte di tutte OGGI. grazie

Se Orecchio mi permette ti rispondo io: VIKA AZARENKA

CAMILA GIORGI.

Ah ah ah

50
zanetti (ex panuccio ex nadalito) (Guest) 30-03-2016 22:41

Scritto da sarita
Il Rolando sarà nostro

Della Halep o dell’Azarenka

49
Luca96 30-03-2016 22:37

Sulla terra sarà ancora più dura,ma si riprenderà dopo Wimbledon per l’estate americana,Olimpiadi e Us Open:ricordiamoci che stiamo parlando di Serena Williams ed è ancora lei la donna da battere,l’Azarenka fa paura ma non può continuare cosi per molto tempo e sicuramente avrà un calo fisiologico dopo la stagione su terra.

48
varco74 (Guest) 30-03-2016 22:24

Secondo me il declino di SW e quello di MS sono come due facce della stessa medaglia; il destino sportivo di queste due campionesse e` legato molto piu` profondamente di quanto non si creda; nonostante la differenza di eta` e l’h2h del tutto sbilanciato, appartengono alla stessa generazione tennistica; se la Williams oggi si lamenta del fatto che le altre quando la incontrano trovano tutte motivazioni eccezionali, Sharapova potrebbe dire di lei la stessa cosa e questo e` un segno inconfondibile di autentica rivalita`; finche` erano in attivita` entrambe traevano motivazioni
reciproche per proseguire, se si vuole l’una per continuare a vincere e l’altra per smettere di perdere; nessuna delle due pero` avrebbe potuto mai sopravvivere all’eclissi dell’altra; ed e` proprio quello che sta accadendo …

47
sarita 30-03-2016 20:12

Il Rolando sarà nostro

46
Luis (Guest) 30-03-2016 19:26

@ lupen (#1559669)

A parte il commento che non condivido, immagine con due G non si può proprio leggere…

45
pallettaro (Guest) 30-03-2016 18:45

@ radar (#1559807)

Dici cose sacrosante. Come qualcun altro al maschile, per battere seriamente Serena Williams si è dovuto aspettare che la stessa compia i 34 anni.
Mi sembra ingeneroso l’oscuro messaggio di chi aveva fretta di pensionarla già 5 anni fa.
Comunque tranquilli, trasbordate pure tutti sul carro della Azarenka.
Una brutta copia perdente della Williams, tennista di rara maleducazione ed ineleganza. Già era dura sopportare Serena, questa sarà pure peggio.

44
Phoedrus (Guest) 30-03-2016 18:22

Scritto da Bratislava
@ Phoedrus (#1559718)
Si certo, ma prr fermarsi intendo dire giocare tornei e utilizzare i due mesi per dimagrire e soprattutto ritrovare la condizione atletica. Non stare in spiaggia a miami o alle Barbados

Penso che ridurre il numero dei tornei giocati possa funzionare meglio, come sta gia’ facendo.
Poi concordo che il tempo libero dai tornei debba essere utilizzato con attivita’ atletica mirata a ridurre la massa grassa.

43
il luminare è impressionato dalla bellezza e dalla recitazione delle attrici Alice Isaaz e Lola Le Lann (Guest) 30-03-2016 18:08

il tempo passa x tutti ma penso che 1-2 slam li vincerà ancora

42
radar 30-03-2016 17:42

@ livio (#1559792)

Vika ha limiti evidenti di carattere: finché tutto va bene è un rullo compressore, ma è instabile come una foglia al vento.
Se non fosse così, sarei d’accordissimo con te.
Ma tra lei e Serena c’è una bella differenza: tu pensi che a fine stagione sarà nr.1, io non lo credo, vedremo..
Ovviamente io mi posso sbagliare e tu avere ragione, questo è ovvio, abbiamo pareri diversi tutto qua, ma Serena non se ne starà certo sempre al palo come ora.

41
Gino (Guest) 30-03-2016 17:30

Insomma, mi pare di capire che, dopo tanti anni di predominio incontrastato, la gente si sia un po’ stufata di questa Serena e non veda l’ora di farla fuori. Sarà anche antipatica, come lo sono di solito quelli che vincono troppo, ma a me, che pure non sono mai stato suo tifoso, mi sembra una discussione ingenerosa. Che, poi, a 35 anni non si sia più forti e scattanti come a 25 è cosa ovvia. Vale anche per Federer…

40
livio (Guest) 30-03-2016 17:19

Scritto da radar

Scritto da giuliano da viareggio

Scritto da stef
se non e’ lei la piu forte di tutte (nonostante alcune sconfitte con grandi giocatrici comunque) allora dimmi ALESSANDRO ORECCHIO, il nome della giocatrice piu forte di tutte OGGI. grazie

Se Orecchio mi permette ti rispondo io: VIKA AZARENKA

E vabbè, ma metti una faccina quando scherzi, sennò poi ti si prende sul serio!

Scherzi?
Quest’anno Vika (che premetto a me non piace per nulla) ha 19 vittorie su 20 partite. Ha appena stravinto IW, non vedo chi possa fermarla a Miami, ed è chiaramente ritornata ai suoi livelli di una volta….. la partita con la Mugu è stata una battaglia pazzesca, senza esclusione di colpi, giocati con potenza inaudita ma con pochissimi errori. Non è il mio gioco preferito, ripeto che non sono un suo tifoso, ma che OGGI sia la più forte (o la più in forma) direi che non ci sono dubbi…… a mio parere (se non avrà altri infortuni) sarà a brevissimo n.2 della WTA, n.1 della Race, e a fine stagione n.1 wTA.

39
Bratislava (Guest) 30-03-2016 17:11

@ Phoedrus (#1559718)

Si certo, ma prr fermarsi intendo dire giocare tornei e utilizzare i due mesi per dimagrire e soprattutto ritrovare la condizione atletica. Non stare in spiaggia a miami o alle Barbados

38
lupen (Guest) 30-03-2016 16:23

@ mirko (#1559702)

Ma vedi che per lei le sconfitte sono come gli anni, queste ultime tre sberle le devi aggiungere alle34 primavere che ha, ad over 40 gettera’la spugna !!!!

37
bao.bab (Guest) 30-03-2016 16:08

purtroppo gli anni passano per tutti… se voi pensate che Mick Jagger a 60 anni sara’ ancora sul palco a cantare siete fuori strada… (cit. “Almost Famous”)

36
Isy 30-03-2016 16:03

Il 2015 è stato forse il ruggito finale e sublime della vecchia belva Serena. Con mille fatiche e tra mille esternazioni in campo, ha esploso le ultime meravigliose forze e ha artigliato ben 3 slam (4 consecutivi se consideriamo anche USopen 2014). Ma non diamo troppa importanza alla sconfitta contro la Vinci: di sicuro sarà stata molto amara per Serena e di stimolo psicologico per tante avversarie, ma, oltre che schiacciata da un carico emotivo ormai insostenibile, Rena è arrivata in USA già carica di debolezze nel gioco e nelle prestazioni atletiche. Chi si stupisce tanto delle difficoltà degli ultimi mesi, dovrebbe considerare:
- tutti i problemi già palesati nel 2015 (servizio sovente deficitario, errori da fondo, difficoltà di mobilità, dolore al ginocchio anche causa di ritiro da Indian Wells)
- quante difficoltà ha avuto a Parigi e a Wimbledon…
- come è andata vicina alla sconfitta già l’anno scorso con una Vika non ancora al top della forma
- le sconfitte dell’anno scorso con Petra e con Belinda (mica solo con Roberta).
Semplicemente, ora, con un anno in più nel fisico (e un fisico decisamente imponente, oltretutto), le possibilità del suo corpo non accompagnano più il tennis che ancora avrebbe dentro di lei. E c’è anche tutta la stanchezza di una vecchia campionessa che gioca da tantissimo e ha vinto tantissimo e non deve più dimostrare nulla e a cui viene “concessa” come normale solo la vittoria per dominio dell’avversaria (non sono un robot ha dichiarato dopo la finale in Australia…), la delusione per alcuni obiettivi che sono tramontati e il disagio emotivo di avvertire l’età che passa e le debolezze che aumentano.
A Indian Wells e Miami si è visto chiaramente. Più dell’anno scorso, corre a passi pesanti, non si piega, è limitata nel gioco di gambe e piedi, non regge gli scambi prolungati, soffre i cambi di direzione angolati e le palle corte, cerca di sparare il vincente subito o quasi subito (e gli errori aumentano clamorosamente). Spesso non si carica, non esulta, il suo sguardo è un po’ spento, svogliato. Certo può battere ancora tante, tantissime avversarie. Ma una vittoria in un grande torneo può avvenire ormai solo se non incontra alcune delle avversarie che riescono a metterla in difficoltà (quindi è legata molto alla buona sorte…). Certo potrebbe galleggiare ancora qualche anno nelle top 10, magari cogliendo un paio o un tris di titoli importanti grazie a percorsi fortunati. Ma non credo proprio che troverà la voglia di farlo. Non mi stupirei se chiudesse a fine 2016.

35
Phoedrus (Guest) 30-03-2016 15:59

Scritto da Bratislava
Se si fermasse un pauo di mesi alla ricerca di una condizione fisica degna di questo nome, sarebbe nuovamente la numero uno per tutto il 2016

Se ti fermi, poi e’ dura ripartire.

34
Phoedrus (Guest) 30-03-2016 15:58

Scritto da Manrovescio
“Pigra, svogliata, spesso vicina alle lacrime: la Serena Williams versione 2016 è questa”… scusa se non sono d’accordo. Quest’atteggiamento ce l’aveva anche prima, anche sul 6-0 5-0 a suo favore…

E’ vero.
Di sceneggiate ne faceva sempre comunque e facevano parte della sua tattica intimidatoria.
Solo che ora non funziona piu’.

33
mirko (Guest) 30-03-2016 15:44

l’hanno data per spacciata e finita quando invece di giocare nel circuito dopo il primo serena slam nel 2002/03 andava in giro a fa l’attrice e la stilista, la davano per finita dopo l’embolia del 2010, la davano per finita quando perse in maniera abominevole al primo turno del Roland Garros contro la Razzano, la davano per finita quando nel 2014 ha perso nella prima settimana i primi tre slam dell’anno (e poi ne ha vinti 4 di seguito a 34 anni e ancora ci chiediamo se sia una delle piu forti di sempre)..e’ normale e fisiologico per chiunque a qualsiasi eta’ di avere dei cali o momenti di gioco no in tutti gli sport ma nn significa nulla….ovviamente prima o poi si ritirera’ ma io credo che centellinando bene tornei e lavorando bene fisicamente un altro paio di slam e qualche altro torneo di livello lo vincera’ senz’altro ma e’ umano che comincino a vincere qualcosa anche le altre e ceda qualcosa visto che e’ dal 2012 che le altre raccolgono solo le briciole che lei le ha voluto lasciare…perche’ l’unica in grado di battere veramente la williams e’ se stessa quando decide de gioca anche con 10 anni in piu delle altre vengono tutte puntualmente piallate….fate voi…PS: cmq su tre tornei che ha giocato quest’anno ha fatto due finali una slam e una mandatory nn me sembra proprio a pezzi poi nn so

32
macgyver (Guest) 30-03-2016 15:33

Può ancora vincere qualche Slam in uno-due anni.
Sarà più faticoso di una volta, ma darà più soddisfazioni.
Quindi non credo proprio che pensi al ritiro.

31
lupen (Guest) 30-03-2016 15:11

@ antonios (#1559557)

Penso che oggi ci siano in giro perlomeno 20 giocatrici in grado di batterla giocando al top, quindi prima che l’assaltino e ne fanno un sol boccone, gli conviene marcare visita e ritirarsi da n.1 e non rovinare quella bella immaggine che il mondo ha di lei

30
groucho1971 (Guest) 30-03-2016 15:10

@ andre948 (#1559338)

secondo me avremo vincitrici diverse per ognuno degli slam. non escludo naturalmente serena. che può così ritirarsi in bellezza.

29
bolsep 30-03-2016 15:02

Penso che lo slam in cui avrà maggiori possibilità di vincere sarà il Roland Garros anche perchè di tenniste competitive sul rosso tra le primissime non ne vedo molte, la stessa Azarenka sul rosso ha delle lacune tecnico-tattiche evidenti. Mentre su cemento e su erba la rosa delle pretendenti si allarga notevolmente. L Williams non mollerà prima di aver vinto altri due slam e aver batuto il record della Graff, penso cmq che quest’anno dopo Wimbledon perderà il numero 1 Wta

28
Joe Metafora (Guest) 30-03-2016 14:58

Scritto da alexalex
per quanto le spalle le abbia grosse, ha diritto a tirare un po’ il fiato.

Le spalle grasse :mrgreen: (scusate, è una battuta idiota, lo so, ma non si può resistere a tutto)

27
Virgili-Federer 6-1/6-0 (Guest) 30-03-2016 14:49

Scritto da Pablo
Mi pare il solito articolo per attirare attenzione. Che la Williams attuale sia vulnerabile è un fatto , ma anche l’anno scorso ha perso qualche partita e qualche volta ha vinto più per paura di vincere delle avversarie che per propri meriti (azarenka, stephens, Watson..) Che sia svogliata..per favore, urla sempre come una ossessa, spacca ancora racchette e lancia occhiate fulminanti…non vedo differenze, e Serena, se non ha voglia di giocare, non si fa scrupolo a dare forfait e non presentarsi semplicemente in campo, di certo non è una stakonovista, se lo può permettere. NOn la darei per finita, né direi che si ritira a fine anno, così come non sono così sicuro che la Azarenka sarà la prossima numero 1…

Scettico, quasi agnostico … palesemente pilatesco.

26
Pablo (Guest) 30-03-2016 14:45

Mi pare il solito articolo per attirare attenzione. Che la Williams attuale sia vulnerabile è un fatto , ma anche l’anno scorso ha perso qualche partita e qualche volta ha vinto più per paura di vincere delle avversarie che per propri meriti (azarenka, stephens, Watson..) Che sia svogliata..per favore, urla sempre come una ossessa, spacca ancora racchette e lancia occhiate fulminanti…non vedo differenze, e Serena, se non ha voglia di giocare, non si fa scrupolo a dare forfait e non presentarsi semplicemente in campo, di certo non è una stakonovista, se lo può permettere. NOn la darei per finita, né direi che si ritira a fine anno, così come non sono così sicuro che la Azarenka sarà la prossima numero 1…

25
radar 30-03-2016 14:30

Scritto da giuliano da viareggio

Scritto da stef
se non e’ lei la piu forte di tutte (nonostante alcune sconfitte con grandi giocatrici comunque) allora dimmi ALESSANDRO ORECCHIO, il nome della giocatrice piu forte di tutte OGGI. grazie

Se Orecchio mi permette ti rispondo io: VIKA AZARENKA

E vabbè, ma metti una faccina quando scherzi, sennò poi ti si prende sul serio! :mrgreen:

24
Virgili-Federer 6-1/6-0 (Guest) 30-03-2016 14:23

Scritto da giuliano da viareggio

Scritto da stef
se non e’ lei la piu forte di tutte (nonostante alcune sconfitte con grandi giocatrici comunque) allora dimmi ALESSANDRO ORECCHIO, il nome della giocatrice piu forte di tutte OGGI. grazie

Se Orecchio mi permette ti rispondo io: VIKA AZARENKA

CAMILA GIORGI.

23
anto13.08.2001 30-03-2016 14:16

…. sminuire la più grande di tutti i tempi:a me non piace tantissimo,ma è OGGETTIVAMENTE la migliore di tutti i tempi!Devono riconoscerlo tutti,e anche ora è la più forte!

22
giuliano da viareggio (Guest) 30-03-2016 14:12

Scritto da stef
se non e’ lei la piu forte di tutte (nonostante alcune sconfitte con grandi giocatrici comunque) allora dimmi ALESSANDRO ORECCHIO, il nome della giocatrice piu forte di tutte OGGI. grazie

Se Orecchio mi permette ti rispondo io: VIKA AZARENKA

21
Fabio (Guest) 30-03-2016 14:05

È sempre la più forte!

20
Serena Williams 30-03-2016 14:05

Scritto da Manrovescio
“Pigra, svogliata, spesso vicina alle lacrime: la Serena Williams versione 2016 è questa”… scusa se non sono d’accordo. Quest’atteggiamento ce l’aveva anche prima, anche sul 6-0 5-0 a suo favore…

Lo facevo per l’audiance.

19
Serena Williams 30-03-2016 14:05

Don’t mess with Rena.

18
antonios (Guest) 30-03-2016 13:48

Le pompe funebri già chiamate quando ci sono ancora i medici intorno all’ammalato…magari Serena vince tutti i restanti 3 Slam dell’anno. E’ già risorta altre volte, un po’ di cautela non guasterebbe nei riguardi di una delle più grandi giocatrici di tutti i tempi.

17
Thomas81 (Guest) 30-03-2016 13:44

Io credo che non é piu imbattibile come prima ma ha ancora le carte in regola per vincere. Fino all’anno scorso si é praticamente limitata a giocare Slam e Master 1000, quest’anno se vorrá rimanere alla 1 (visto che Azarenka, Kerber e Radwanska potrebbero impensierire il numero 1). Io personalmente spero che possa ancora vincere qualche Slam anche se ovviamente é piu duro adesso…

16
Mrs Nobody 30-03-2016 13:32

Per me vince a new york e si ritira

15
Manrovescio (Guest) 30-03-2016 13:25

“Pigra, svogliata, spesso vicina alle lacrime: la Serena Williams versione 2016 è questa”… scusa se non sono d’accordo. Quest’atteggiamento ce l’aveva anche prima, anche sul 6-0 5-0 a suo favore…

14
fabio (Guest) 30-03-2016 13:22

Serena è al capolinea o quasi per limiti di età non per la Vinci.

13
alexalex 30-03-2016 13:13

E comunque, anche se si ritirasse domani, non ha più nulla da dimostrare. Il grande slam incompiuto non lo vedo come un disonorevole fallimento, e immagino neppure lei.

12
Steven Gagliardi (Guest) 30-03-2016 13:13

Capolinea! Dura rivederla in versione deluxe, pre Robertina ! Vika farà la differenza, salute permettendo!

11
alexalex 30-03-2016 13:09

A volte si dicono dei controsensi. Fino a settembre 2015 era inarrestabile ed è arrivata a due partite dal grande slam. Oggi è una perdente sull’orlo del ritiro? Anche lei, a 30 anni suonati da un pezzo e con 15 anni di carriera (e pressioni) ai massimi livelli sulle spalle, per quanto le spalle le abbia grosse, ha diritto a tirare un po’ il fiato.

10
stef (Guest) 30-03-2016 12:56

se non e’ lei la piu forte di tutte (nonostante alcune sconfitte con grandi giocatrici comunque) allora dimmi ALESSANDRO ORECCHIO, il nome della giocatrice piu forte di tutte OGGI. grazie

9
giuliano da viareggio (Guest) 30-03-2016 12:53

Orecchio ha perfettamente ragione, la Williams non vincerà più nessuno slam! Probabilmente non si ritirerà a fine 2016, ma la sua egemonia assoluta è finita

8
andre948 30-03-2016 12:50

Gli obbiettivi per lei quest’anno rimangono 3: Wimbledon, Olimpiadi, US Open. Se venissero a mancare tutti e tre temo che qualche domanda sul suo futuro se le debba porre. P.S secondo me li vince tutti e 3

7
Paolo (Guest) 30-03-2016 12:49

Basta si ritirasse e lasciasse spazio ad altre. Ha fatto il suo tempo ma secondo voi uno/a dovrebbe giocare in eterno, tutto finisce a questo mondo è dura ma è così

6
Gaz (Guest) 30-03-2016 12:49

Si dovrebbe parlare di capolinea quando una non e’ più in grado di raggiungere traguardi di sua competenza e’ umana anche lei e ci sta anche per lei periodi negativi di scarsa forma fisica e svuotamento mentale di motivazione ma e’ talmente superiore che ci puo’ impiegare un’attivo a stravolgere i pensieri disfattisti come successo gia in passato,sara’ anche quest’anno la tennista numero 1 da battere negli slam e questo non vuol dire certo capolinea.
Per quanto mi riguarda penso che possa vincere a sorpresa da outsider anche uno slam a 40 anni aproffittando e inserendosi magari in un torneo di sorprese in cui le favorite(di cui lei ovviamente non fara’ piu’ parte)usciranno prematuramente per scarsa forma o meriti altrui.
Ovviamente tutto questo se ce’ la sua volontà di continuare a giocare a tennis fino ad allora.

5
VERSYS65 (Guest) 30-03-2016 12:43

E’ una campionessa con alti e bassi anche in passato.Aspetterei prima di darla per finita.Capisco anche che l’età non é a suo favore……Vedremo !!!

4
Bratislava (Guest) 30-03-2016 12:37

Se si fermasse un pauo di mesi alla ricerca di una condizione fisica degna di questo nome, sarebbe nuovamente la numero uno per tutto il 2016

3
Nadaliano 30-03-2016 12:36

Non l’ho vista giocare recentemente, ma negli ultimi tempi mi sembrava sempre fortissima ma davvero troppo appesantita. Se non è in giornata che chiude gli scambi velocemente, se comincia a fare qualche errore di troppo e l’avversaria riesce a metterla sulla lotta è destinata a perdere.

2
radar 30-03-2016 12:30

È la più forte e vincerà ancora, ma dominare quello no, non accadrà più: da questo punto di vista siamo al crepuscolo.

A Parigi e a Wimbledon non credo che vincerà, anche se è sempre lei la favorita, ma a Flushing Meadows sarà dura fermarla.

Vuole il record Slam di Steffi e penso che lo otterrà, ci è vicinissima del resto: fino a quel momento di ritiro non se ne parla.

Comunque, anche e soprattutto da ora in poi, si potrà capire con che razza di campionessa abbiamo a che fare: è ferita e vulnerabile, ma mi aspetto un canto del cigno degno della migliore tennista della storia.

1

Lascia un commento