Esce di scena Simone ATP, Copertina

ATP Winston Salem: A sorpresa Simone Bolelli eliminato negli ottavi di finale

27/08/2015 02:02 51 commenti
Simone Bolelli classe 1985, n.62 ATP
Simone Bolelli classe 1985, n.62 ATP

A sorpresa Simone Bolelli è stato eliminato negli ottavi di finale del torneo ATP 250 di Winston Salem ($616.210, cemento).

Il tennista di Budrio si è arreso a Pablo Carreno Busta, classe 1991, n.57 ATP, con il risultato di 64 46 61 dopo 1 ora e 53 minuti di partita.

Primo set: Simone nel primo game, dallo 0-40, annullava quattro palle break e teneva il servizio ma sul 4 pari, dopo aver mancato due palle per il 5 a 4, perdeva la battuta, con lo spagnolo che nel game successivo, sul 5 a 4, teneva a 30 il turno di servizio e con un ace sul set point chiudeva la frazione per 6 a 4.

Secondo set: Bolelli avanti per 3 a 0, perdeva la battuta nel quinto game, con doppio fallo sulla palla break.
Sul 4 pari però Simo, dal 15-30, ed era al servizio, piazzava un micidiale parziale di sette punti consecutivi, chiudendo la frazione per 6 a 4.

Terzo set: Simone crollava ed in due turni di battuta racimolava solo tre punti, con lo spagnolo che in un attimo si portava sul 4 a 0, prima di chiudere la partita al settimo gioco per 6 a 1, dopo aver messo a segno un nuovo break, dopo che Bolelli commetteva anche due doppi falli nel gioco.

La partita punto per punto

ATP Winston Salem
Pablo Carreno Busta
6
4
6
Simone Bolelli
4
6
1
Vincitore: P. CARRENO BUSTA

P. Carreno Busta ESP - S. Bolelli ITA
01:52:46
13 Aces 6
5 Double Faults 4
60% 1st Serve % 51%
32/41 (78%) 1st Serve Points Won 35/49 (71%)
14/27 (52%) 2nd Serve Points Won 20/47 (43%)
0/2 (0%) Break Points Saved 9/14 (64%)
13 Service Games Played 14
14/49 (29%) 1st Return Points Won 9/41 (22%)
27/47 (57%) 2nd Return Points Won 13/27 (48%)
5/14 (36%) Break Points Won 2/2 (100%)
14 Return Games Played 13
46/68 (68%) Total Service Points Won 55/96 (57%)
41/96 (43%) Total Return Points Won 22/68 (32%)
87/164 (53%) Total Points Won 77/164 (47%)

57 Ranking 62
24 Age 29
Gijon, Spain Birthplace Bologna, Italy
Barcelona, Spain Residence Monte-Carlo, Monaco
6’2″ (187 cm) Height 6’0″ (182 cm)
163 lbs (74 kg) Weight 182 lbs (82 kg)
Right-Handed Plays Right-Handed
2009 Turned Pro 2003
10/19 Year to Date Win/Loss 22/18
0 Year to Date Titles 0
0 Career Titles 0
$1,234,807 Career Prize Money $3,947,617


TAG: , ,

51 commenti. Lasciane uno!

n.45000 atp (best ranking) (Guest) 27-08-2015 21:38

Perché”a sorpresa” ?

51
Viviana (Guest) 27-08-2015 21:07

L’unico commento da fare e’ che Bolelli ha perso una grande opportunità era un torneo nel quale sarebbe stato possibile arrivare anche in finale ma purtroppo ha perso l’ennesima occasione

50
Paolalbe (Guest) 27-08-2015 16:56

@ Tweeners (#1431026)

Condivido in pieno

49
Andri60 (Guest) 27-08-2015 15:47

Se il coraggio non ce l’hai non te lo puoi dare

48
Marco (Guest) 27-08-2015 15:34

Scritto da Elio

Scritto da Aper
Tutto già scritto ( da tanto su Bolelli e da ieri a chi già dava per scontata la partita). Con questi pseudo esperti/ tifosi il nostro tennis non potrà certo crescere.

Non è certo colpa dei pseudo esperti/tifosi come dici tu che il Tennis italiano non cresce !

Invece in parte sì..
Con tante menti allo sbando, portate prima di tutto a pensare che ogni cosa sia facile, prima di affrontarla!

47
Fra (Guest) 27-08-2015 14:50

Fossi in lui cambierei coach…non capisco tutta questa sorpresa quando non meno di 20 giorni orsono ha perso da Michon, Carreno Busta è un fenomeno in confronto.

46
tony71 (Guest) 27-08-2015 14:44

@ Ridateci Rino Tommasi (#1430849)

bravo,quello che poteva essere ma non è stato,ci ha illuso per un decennio..

45
Tweeners 27-08-2015 14:24

Scritto da Marco

Scritto da ghisallo
Redazione, ma perché sorpresa? Ha perso da uno che ha una classifica migliore della sua, Bolelli non ha mai combinato niente sul cemento americano, dopo due partite vinte al terzo non poteva vincerne un’altra il giorno dopo. Mi avrebbe sorpreso se avesse vinto. Non è per lui un torneo da 64 giocatori in una settimana sul cemento, per di più dopo una vittoria tiratissima. Ha fatto il Bolelli normale. Una discreta partita, una buona, una cattiva. Tutto in regola.

Eppure ieri tutti i ragazzini scrivevano che Bolelli doveva assolutamente vincere, era favorito..
Dopo una vittoria 76 al terzo, quanti tennisti si ricordano aver vinto il giorno dopo?

Nella giornata di Martedì Herbert,Bellucci e Jaziri hanno vinto le loro partite in 3 set tirati e ieri hanno vinto ancora…
Bellucci addirittura Martedì aveva vinto proprio al Tiebreak del Terzo!
Dai….se non hai il fisico per resistere due partite in due giorni al terzo set non fare il tennista e cambia sport!
Oppure fai solo il doppio!
Con Bolelli è sempre così…al set decisivo crolla o di fisico o di testa!
Che giocatori che abbiamo noi Italiani a livello ATP…… :cry: :cry: :cry: :cry:

44
Maxim (Guest) 27-08-2015 14:20

Scritto da Elio
La verità è che Spagnoli e Francesi per esempio lavorano di più su tutte le supeficie e si adattano meglio di molti dei nostri che evidenziano limiti caratteriali.
Uno come Ferrer che non è un baule ha in bacheca 10 titoli su cemento, 2 su erba, e stato in semi in Australia, all’USO, 1/4 a W ecc…
Ci vuole lavoro si, ma anche voglia di svolgere una preparazione adeguata (gambe e testa) !

Se non lavori vivacchi ma non ottieni grandi risultati. Bolelli e’ un good guy con un ottimo talento ma non si allena…..allenarsi veramente e’ un’altra cosa.Va bene cosi’ se e’ quello che vuole ma non certo esempio di tennista vincente.

43
intrepid 27-08-2015 14:04

Scritto da JJ
A me Bolelli mette un’amarezza infinita. E’ inconcepibile portare le partite al terzo set con la grinta di un adolescente – al quinto negli slam – e quindi vederlo crollare sul più bello.
Comunque sono sempre più convinto che Simone, con la sua programmazione random, sia la causa principale del suo male.

a bolelli calza a pennello il detto che “gli manca sempre un centesimo per fare una lira”; questo col massimo rispetto e considerando che arrivare ad essere il 36esimo del mondo nel proprio mestiere non è da tutti. però è anche fuori discussione che avrebbe potenzialità per fare molto di più

42
Elio 27-08-2015 13:32

Scritto da Aper
Tutto già scritto ( da tanto su Bolelli e da ieri a chi già dava per scontata la partita). Con questi pseudo esperti/ tifosi il nostro tennis non potrà certo crescere.

Non è certo colpa dei pseudo esperti/tifosi come dici tu che il Tennis italiano non cresce ! :mrgreen: :lol: :grin:

41
lucag (Guest) 27-08-2015 13:32

Scritto da pallabreak

Scritto da lucag
Ragazzi è ora di iniziare a parlare di peggioramento della crisi del tennis italiano. Al maschile
Fognini è l’ombra del Fognini della scorsa stagione, è un ottimo giocatore ma ormai i suoi problemi caratteriali sono endemici oltretutto è competitivo veramente su una sola superficie.
Seppi dopo un buon inizio sembra essersi di nuovo perso e comunque anche con lui siamo ad un livello medio, nei tornei che contano se si arriva al terzo turno è grasso che cola.
Bolelli, la vera delusione della stagione, forse ancora più di Fognini, sembrava essersi ripreso invece non pervenuto.
Lorenzi, discreto ma più di quello non è e ormai l’età avanza.
I giovani. Punto forse più dolente di tutti se si esclude qualche segnale positivo di Donati il resto non promette bene, Quinzi non vince una partita nemmeno se glie la danno a tavolino e gli altri navigano a vista nella mediocrità di Challanger dal dubbio valore.
Settore Femminile
La Errani continua ad essere la Errani, con quel servizio rimane competitiva solo sulla terra, qualche discreto sprazzo sul veloce ma purtroppo quando si tratta di fare la differenza nei tornei importanti non ci siamo.
Capitolo Giorgi, ormai c’è più poco da dire, potenziale enorme, guida tecnica pessima, una possibile top 10 buttata al vento dal tennis italiano, è ancora abbastanza giovane ma ci sono più giovani di lei che sembrano molto più inquadrate.
Pennetta, qualche sprazzo ma ormai l’età avanza, forse ci regalerà qualche piccola soddisfazione ma siamo al capolinea.
Vinci, forse l’unico squarcio positivo, si è tirata su con coraggio da una situazione pessima che ormai la vedeva prossima al ritiro, ora come ora è forse quella che gioca meglio però l’età avanza anche per lei e le cartucce sono più poche.
Giovani. Vuoto assoluto
Insomma se vogliamo tracciare un bilancio generale la situazione è questa, ci scappa qualche 250 solo perché il tabellone è privo dei veri o delle vere top per il resto, quando il gioco si fa duro non ci siamo mai.

Analisi severa ma in grandissima parte condivisibile. E se vogliamo, aggiungiamoci pure Davis e Fed Cup, sovente salvataggio (anche mediatico) del nostro tennis e quest’anno invece fonte di cocenti delusioni. Una sola, robusta obiezione. Perché nessun riferimento alla Knapp? Lei invece sta dando il 101% del suo potenziale. Ed è l’unica ad aver vinto un torneo WTA sia quest’anno sia l’anno scorso.

Si in effetti la Knapp sta tornando quella del pre infortunio però anche lei è una buona giocatrice niente più. Parliamoci chiaro ragazzi, quando arrivano i tornei veri se passiamo con uno la prima settimana è un miracolo e questo a me non sembra un settore in salute, poi ad arrivare in finale in tornei dove mancano le prime 30 in classifica è positivo ma non deve essere forviante..

40
Shuzo (Guest) 27-08-2015 13:17

La solita incostanza e inaffidabilità dei giocatori azzurri (specie dei maschietti!).

39
Aper (Guest) 27-08-2015 13:02

Tutto già scritto ( da tanto su Bolelli e da ieri a chi già dava per scontata la partita). Con questi pseudo esperti/ tifosi il nostro tennis non potrà certo crescere.

38

Scritto da ff
Non infierite su Bolelli. Dopo la battaglia intensa contro Querrey è fisiologico ed umano avere il giorno dopo un calo mentale e fisico al terzo set. Non dimentichiamoci di quello che ha ricostruito il ragazzo negli ultimi due anni con sacrificio e forza di volontà, qualità non molto frequenti tra i nostri giovani connazionali.

Ma se non sfrutti un tabellone dove agli ottavi di finale hai Carreno Busta, uno che ha visto nella sua vita solo campi in terra battuta, e Herbert ai quarti vuol dire che da qui alla fine della tua carriera non vincerai mai un 250. La scusa della stanchezza conta fino ad un certo punto perchè io avendo visto la partita posso dire che nel secondo, quando Bolelli ha voluto vincere il set, ha accellerato e fatto il break in scioltezza.

37
Marco (Guest) 27-08-2015 12:08

Scritto da ghisallo
Redazione, ma perché sorpresa? Ha perso da uno che ha una classifica migliore della sua, Bolelli non ha mai combinato niente sul cemento americano, dopo due partite vinte al terzo non poteva vincerne un’altra il giorno dopo. Mi avrebbe sorpreso se avesse vinto. Non è per lui un torneo da 64 giocatori in una settimana sul cemento, per di più dopo una vittoria tiratissima. Ha fatto il Bolelli normale. Una discreta partita, una buona, una cattiva. Tutto in regola.

Eppure ieri tutti i ragazzini scrivevano che Bolelli doveva assolutamente vincere, era favorito..

Dopo una vittoria 76 al terzo, quanti tennisti si ricordano aver vinto il giorno dopo?

36
Elio 27-08-2015 12:08

La verità è che Spagnoli e Francesi per esempio lavorano di più su tutte le supeficie e si adattano meglio di molti dei nostri che evidenziano limiti caratteriali.
Uno come Ferrer che non è un baule ha in bacheca 10 titoli su cemento, 2 su erba, e stato in semi in Australia, all’USO, 1/4 a W ecc…
Ci vuole lavoro si, ma anche voglia di svolgere una preparazione adeguata (gambe e testa) !

35
magilla (Guest) 27-08-2015 12:08

Scritto da Max
@ lucag (#1430785)
Mi sono stufato di questi commenti che guardano solo all’istante: tizio perde un partita, è un disastro; Caio batte un top ten, è un anno magico.

superquotone

34
Ale73 (Guest) 27-08-2015 12:06

purtroppo tra gli italiani è frequente che si perdano quando sembra che il buon risultato sia alla loro portata. Bolelli, per attitudine alla superficie e caratteristiche tecniche, dovrebbe vincere sempre sul veloce contro un Carreno Busta, ma purtroppo così non è, perchè la discontinuità, la fragilità psicologica e la tenuta atletica non sempre ottimale, limitano continuamente le possibilità di questo e altri tennisti italiani

33
re&fa (Guest) 27-08-2015 11:58

re&fa (Guest) 26-08-2015 14:20
Se le cose vanno come prevedo (…e spero) il titolo del singolare del Winston Salem se lo contenderanno due non-teste di serie: Bole non deve fare la testa-d’abbacchio e dev’esser quello, di quei due, che se lo mette a proprio referto, il titolo.

…che testa d’abbacchio! :D

32
mirko.dllm (Guest) 27-08-2015 11:35

Scritto da JJ
A me Bolelli mette un’amarezza infinita. E’ inconcepibile portare le partite al terzo set con la grinta di un adolescente – al quinto negli slam – e quindi vederlo crollare sul più bello.
Comunque sono sempre più convinto che Simone, con la sua programmazione random, sia la causa principale del suo male.

Esatto JJ,e sembra incredibile che i più,qui su livetennis,non arrivino alle tue stesse giuste considerazioni su Bolelli

31
Alb4647 27-08-2015 11:32

Per me è stata veramente una sorpresa perchè Carreno Busta su cemento è molto più scarso di Bolelli. Il quale di mangerà le mani perchè avrebbe avuto Herbert ai quarti e il vincente di di Johnson-Lu in semifinale. Quando mai ?

30
JJ (Guest) 27-08-2015 11:08

A me Bolelli mette un’amarezza infinita. E’ inconcepibile portare le partite al terzo set con la grinta di un adolescente – al quinto negli slam – e quindi vederlo crollare sul più bello.

Comunque sono sempre più convinto che Simone, con la sua programmazione random, sia la causa principale del suo male.

29
Winston Salem (Guest) 27-08-2015 11:06

Sorpresa??? Redazione stiamo parlando di un giocatore che in tredici anni di carriera ha vinto 107 incontri sul circuito ATP fate voi.

28
king_scipion66 27-08-2015 10:54

E’ dei gemelli Bolelli vero??…se cosi fosse è tutto chiaro.. :grin:

27
zedarioz 27-08-2015 10:39

E’ una sorpresa abbastanza relativa, se Bolelli vincesse sempre con quelli come Carreno sarebbe top 30. In realtà i due giocatori si equivalgono abbastanza anche se con caratteristiche diverse e di sicuro Bolelli è più colpitore ma anche molto più discontinuo. Per battere Carreno deve giocare al 100%, ma non gli succede spesso ed evidentemente non è successo questa volta.

26
ff (Guest) 27-08-2015 10:36

Non infierite su Bolelli. Dopo la battaglia intensa contro Querrey è fisiologico ed umano avere il giorno dopo un calo mentale e fisico al terzo set. Non dimentichiamoci di quello che ha ricostruito il ragazzo negli ultimi due anni con sacrificio e forza di volontà, qualità non molto frequenti tra i nostri giovani connazionali.

25
Ragazza cioè (Guest) 27-08-2015 10:26

Scritto da magilla

Scritto da lucag
Ragazzi è ora di iniziare a parlare di peggioramento della crisi del tennis italiano. Al maschile
Fognini è l’ombra del Fognini della scorsa stagione, è un ottimo giocatore ma ormai i suoi problemi caratteriali sono endemici oltretutto è competitivo veramente su una sola superficie.
Seppi dopo un buon inizio sembra essersi di nuovo perso e comunque anche con lui siamo ad un livello medio, nei tornei che contano se si arriva al terzo turno è grasso che cola.
Bolelli, la vera delusione della stagione, forse ancora più di Fognini, sembrava essersi ripreso invece non pervenuto.
Lorenzi, discreto ma più di quello non è e ormai l’età avanza.
I giovani. Punto forse più dolente di tutti se si esclude qualche segnale positivo di Donati il resto non promette bene, Quinzi non vince una partita nemmeno se glie la danno a tavolino e gli altri navigano a vista nella mediocrità di Challanger dal dubbio valore.
Settore Femminile
La Errani continua ad essere la Errani, con quel servizio rimane competitiva solo sulla terra, qualche discreto sprazzo sul veloce ma purtroppo quando si tratta di fare la differenza nei tornei importanti non ci siamo.
Capitolo Giorgi, ormai c’è più poco da dire, potenziale enorme, guida tecnica pessima, una possibile top 10 buttata al vento dal tennis italiano, è ancora abbastanza giovane ma ci sono più giovani di lei che sembrano molto più inquadrate.
Pennetta, qualche sprazzo ma ormai l’età avanza, forse ci regalerà qualche piccola soddisfazione ma siamo al capolinea.
Vinci, forse l’unico squarcio positivo, si è tirata su con coraggio da una situazione pessima che ormai la vedeva prossima al ritiro, ora come ora è forse quella che gioca meglio però l’età avanza anche per lei e le cartucce sono più poche.
Giovani. Vuoto assoluto
Insomma se vogliamo tracciare un bilancio generale la situazione è questa, ci scappa qualche 250 solo perché il tabellone è privo dei veri o delle vere top per il resto, quando il gioco si fa duro non ci siamo mai.

scusa ma non concordo in nulla o quasi:
ci ritroviamo con due top 30 o giù’ di li’….bolelli sta più’ o meno mantenendo la classifica dell’anno scorso che pero’ era stata ottenuta con i challenger….due nuovi top 100 anche se per un pelo in un anno non mi sembra poca cosa…..e non c’è solo donati: a me gaio,caruso,belletti,arnaboldila prima parte di marcora,il ritorno di fabbiano e naso….sara ha dimostrato di non essere competitiva solo su terra…..camila è quello che è ma fa parte del suo gioc,quelle che giocano come lei non stanno facendo sfracelli….e hai dimenticato una grande stagione della knapp….insomma io quest’anno mi sto divertendo con i nostri ragazzi…..poi non avremmo un giocatore da grandi tornei…..ma sono in poche le nazioni ad averne!

Forza naso ti aspettiamo nei 100 entro fine 2016…

24
pallabreak 27-08-2015 10:20

Scritto da lucag
Ragazzi è ora di iniziare a parlare di peggioramento della crisi del tennis italiano. Al maschile
Fognini è l’ombra del Fognini della scorsa stagione, è un ottimo giocatore ma ormai i suoi problemi caratteriali sono endemici oltretutto è competitivo veramente su una sola superficie.
Seppi dopo un buon inizio sembra essersi di nuovo perso e comunque anche con lui siamo ad un livello medio, nei tornei che contano se si arriva al terzo turno è grasso che cola.
Bolelli, la vera delusione della stagione, forse ancora più di Fognini, sembrava essersi ripreso invece non pervenuto.
Lorenzi, discreto ma più di quello non è e ormai l’età avanza.
I giovani. Punto forse più dolente di tutti se si esclude qualche segnale positivo di Donati il resto non promette bene, Quinzi non vince una partita nemmeno se glie la danno a tavolino e gli altri navigano a vista nella mediocrità di Challanger dal dubbio valore.
Settore Femminile
La Errani continua ad essere la Errani, con quel servizio rimane competitiva solo sulla terra, qualche discreto sprazzo sul veloce ma purtroppo quando si tratta di fare la differenza nei tornei importanti non ci siamo.
Capitolo Giorgi, ormai c’è più poco da dire, potenziale enorme, guida tecnica pessima, una possibile top 10 buttata al vento dal tennis italiano, è ancora abbastanza giovane ma ci sono più giovani di lei che sembrano molto più inquadrate.
Pennetta, qualche sprazzo ma ormai l’età avanza, forse ci regalerà qualche piccola soddisfazione ma siamo al capolinea.
Vinci, forse l’unico squarcio positivo, si è tirata su con coraggio da una situazione pessima che ormai la vedeva prossima al ritiro, ora come ora è forse quella che gioca meglio però l’età avanza anche per lei e le cartucce sono più poche.
Giovani. Vuoto assoluto
Insomma se vogliamo tracciare un bilancio generale la situazione è questa, ci scappa qualche 250 solo perché il tabellone è privo dei veri o delle vere top per il resto, quando il gioco si fa duro non ci siamo mai.

Analisi severa ma in grandissima parte condivisibile. E se vogliamo, aggiungiamoci pure Davis e Fed Cup, sovente salvataggio (anche mediatico) del nostro tennis e quest’anno invece fonte di cocenti delusioni. Una sola, robusta obiezione. Perché nessun riferimento alla Knapp? Lei invece sta dando il 101% del suo potenziale. Ed è l’unica ad aver vinto un torneo WTA sia quest’anno sia l’anno scorso.

23
fra (Guest) 27-08-2015 10:12

La sorpresa è quando vince.

22
Max 27-08-2015 10:08

@ lucag (#1430785)

Mi sono stufato di questi commenti che guardano solo all’istante: tizio perde un partita, è un disastro; Caio batte un top ten, è un anno magico.

21
Ridateci Rino Tommasi (Guest) 27-08-2015 10:03

Uno partita che è lo specchio dellla carriera di Bolelli!!

20
Lucabigon 27-08-2015 09:40

Anche Carreno è capace di fare 13 aces in un incontro simile…e gli italiani?

19
Sander (Guest) 27-08-2015 09:28

Uno dei problemi di Bolelli e’ il recupero fisico tra una partita e l’altra, l’anno scorso nei challenger arrivava in fondo perche’ a livello psicofisico “spendeva” molto meno adesso negli atp fa due turni poi comincia a fare fatica

18
magilla (Guest) 27-08-2015 09:21

Scritto da lucag
Ragazzi è ora di iniziare a parlare di peggioramento della crisi del tennis italiano. Al maschile
Fognini è l’ombra del Fognini della scorsa stagione, è un ottimo giocatore ma ormai i suoi problemi caratteriali sono endemici oltretutto è competitivo veramente su una sola superficie.
Seppi dopo un buon inizio sembra essersi di nuovo perso e comunque anche con lui siamo ad un livello medio, nei tornei che contano se si arriva al terzo turno è grasso che cola.
Bolelli, la vera delusione della stagione, forse ancora più di Fognini, sembrava essersi ripreso invece non pervenuto.
Lorenzi, discreto ma più di quello non è e ormai l’età avanza.
I giovani. Punto forse più dolente di tutti se si esclude qualche segnale positivo di Donati il resto non promette bene, Quinzi non vince una partita nemmeno se glie la danno a tavolino e gli altri navigano a vista nella mediocrità di Challanger dal dubbio valore.
Settore Femminile
La Errani continua ad essere la Errani, con quel servizio rimane competitiva solo sulla terra, qualche discreto sprazzo sul veloce ma purtroppo quando si tratta di fare la differenza nei tornei importanti non ci siamo.
Capitolo Giorgi, ormai c’è più poco da dire, potenziale enorme, guida tecnica pessima, una possibile top 10 buttata al vento dal tennis italiano, è ancora abbastanza giovane ma ci sono più giovani di lei che sembrano molto più inquadrate.
Pennetta, qualche sprazzo ma ormai l’età avanza, forse ci regalerà qualche piccola soddisfazione ma siamo al capolinea.
Vinci, forse l’unico squarcio positivo, si è tirata su con coraggio da una situazione pessima che ormai la vedeva prossima al ritiro, ora come ora è forse quella che gioca meglio però l’età avanza anche per lei e le cartucce sono più poche.
Giovani. Vuoto assoluto
Insomma se vogliamo tracciare un bilancio generale la situazione è questa, ci scappa qualche 250 solo perché il tabellone è privo dei veri o delle vere top per il resto, quando il gioco si fa duro non ci siamo mai.

scusa ma non concordo in nulla o quasi:
ci ritroviamo con due top 30 o giù’ di li’….bolelli sta più’ o meno mantenendo la classifica dell’anno scorso che pero’ era stata ottenuta con i challenger….due nuovi top 100 anche se per un pelo in un anno non mi sembra poca cosa…..e non c’è solo donati: a me gaio,caruso,belletti,arnaboldila prima parte di marcora,il ritorno di fabbiano e naso….sara ha dimostrato di non essere competitiva solo su terra…..camila è quello che è ma fa parte del suo gioc,quelle che giocano come lei non stanno facendo sfracelli….e hai dimenticato una grande stagione della knapp….insomma io quest’anno mi sto divertendo con i nostri ragazzi…..poi non avremmo un giocatore da grandi tornei…..ma sono in poche le nazioni ad averne!

17
dani1kenobi (Guest) 27-08-2015 09:10

Scritto da lucag
Ragazzi è ora di iniziare a parlare di peggioramento della crisi del tennis italiano. Al maschile
Fognini è l’ombra del Fognini della scorsa stagione, è un ottimo giocatore ma ormai i suoi problemi caratteriali sono endemici oltretutto è competitivo veramente su una sola superficie.
Seppi dopo un buon inizio sembra essersi di nuovo perso e comunque anche con lui siamo ad un livello medio, nei tornei che contano se si arriva al terzo turno è grasso che cola.
Bolelli, la vera delusione della stagione, forse ancora più di Fognini, sembrava essersi ripreso invece non pervenuto.
Lorenzi, discreto ma più di quello non è e ormai l’età avanza.
I giovani. Punto forse più dolente di tutti se si esclude qualche segnale positivo di Donati il resto non promette bene, Quinzi non vince una partita nemmeno se glie la danno a tavolino e gli altri navigano a vista nella mediocrità di Challanger dal dubbio valore.
Settore Femminile
La Errani continua ad essere la Errani, con quel servizio rimane competitiva solo sulla terra, qualche discreto sprazzo sul veloce ma purtroppo quando si tratta di fare la differenza nei tornei importanti non ci siamo.
Capitolo Giorgi, ormai c’è più poco da dire, potenziale enorme, guida tecnica pessima, una possibile top 10 buttata al vento dal tennis italiano, è ancora abbastanza giovane ma ci sono più giovani di lei che sembrano molto più inquadrate.
Pennetta, qualche sprazzo ma ormai l’età avanza, forse ci regalerà qualche piccola soddisfazione ma siamo al capolinea.
Vinci, forse l’unico squarcio positivo, si è tirata su con coraggio da una situazione pessima che ormai la vedeva prossima al ritiro, ora come ora è forse quella che gioca meglio però l’età avanza anche per lei e le cartucce sono più poche.
Giovani. Vuoto assoluto
Insomma se vogliamo tracciare un bilancio generale la situazione è questa, ci scappa qualche 250 solo perché il tabellone è privo dei veri o delle vere top per il resto, quando il gioco si fa duro non ci siamo mai.

Diciamo che focalizzi il bicchiere mezzo vuoto ma non hai gran torto.

16
giacomo (Guest) 27-08-2015 09:06

ma noooooo,ma non si puo dai….

15
Phoedrus (Guest) 27-08-2015 09:03

Scritto da pierre hermes the picasso of pastry
Dopo 5 Set tirati tra ieri ed oggi e’ ” crollato ” , cosa NON cosi’ sorprendente, peccato avrebbe dovuto vincere in 2set, era prevedibile che andando x le lunghe ci avrebbe “lasciato le penne” e cosi’ e’ stato, sembrava un torneo disegnato ad arte x lui, un 1/8 e’ cmq un buon risultato.
Ora vediamo chi ” pesca ” a NY.

Concordo.

14
Omar Camporese Numero Uno (Guest) 27-08-2015 08:49

@ lucag (#1430785)

Guarda, raramente mi sono trovato cosi d’accordo con un commento, e aggiungo che se nei tornei casalinghi challenger le wild card le danno a Sincropi, Crepaldi o roba del genere invece che spingere su qualche giovane per fargli fare esperienza, siamo messi molto male, capitolo Quinzi a parte che hanno invece fin troppo osannato, il problema e’ che Quinzi tecnicamente non e’ un fenomeno, se ti ricordi la finale di Wimbledon Juniores quello che mi aveva impressionato era Chung e infatti dopo due anni e’ 60 del mondo o giu’ di li e se la gioca con quasi tutti, GQ ha difficolta a vincere con il 600 al mondo..

13
ghisallo (Guest) 27-08-2015 08:21

Redazione, ma perché sorpresa? Ha perso da uno che ha una classifica migliore della sua, Bolelli non ha mai combinato niente sul cemento americano, dopo due partite vinte al terzo non poteva vincerne un’altra il giorno dopo. Mi avrebbe sorpreso se avesse vinto. Non è per lui un torneo da 64 giocatori in una settimana sul cemento, per di più dopo una vittoria tiratissima. Ha fatto il Bolelli normale. Una discreta partita, una buona, una cattiva. Tutto in regola.

12
carmelo (Guest) 27-08-2015 08:14

Condizione fisica preoccupante per bolelli

11
groucho (Guest) 27-08-2015 08:05

@ lucag (#1430785)

È bello iniziare la giornata con una iniezione di positività.

10
superpeppe (Guest) 27-08-2015 08:03

E pensare che ieri non ha perso neanche un turno di servizio. Oggi invece ha subito ben 5 break

9
Luigi44 (Guest) 27-08-2015 07:58

@ lucag (#1430785)

Credo che quanto scrivi sia fondamentalmente esatto. Mi dispiace molto, tuttavia, che nella tua analisi manchi totalmente Karin Knapp. Non capisco come mai questa ragazza venga spesso dimenticata da molti… Io la apprezzo molto e credo che sia lei, e non la Vinci, la vera sorpresa di questo 2015, in termini di colori italiani. Le auguro ancora progressi. Ha i suoi limiti, come tutte le altre, ma può ancora darci qualche bellissimo risultato

8
FER – MILANO 27-08-2015 06:57

Non é in grado di vincere due partite di fila. Sono anni che aspetto il suo exploit, ora basta

7
morenomcrae 27-08-2015 03:09

Sorpresa?

6
lucag (Guest) 27-08-2015 02:40

Ragazzi è ora di iniziare a parlare di peggioramento della crisi del tennis italiano. Al maschile

Fognini è l’ombra del Fognini della scorsa stagione, è un ottimo giocatore ma ormai i suoi problemi caratteriali sono endemici oltretutto è competitivo veramente su una sola superficie.

Seppi dopo un buon inizio sembra essersi di nuovo perso e comunque anche con lui siamo ad un livello medio, nei tornei che contano se si arriva al terzo turno è grasso che cola.

Bolelli, la vera delusione della stagione, forse ancora più di Fognini, sembrava essersi ripreso invece non pervenuto.

Lorenzi, discreto ma più di quello non è e ormai l’età avanza.

I giovani. Punto forse più dolente di tutti se si esclude qualche segnale positivo di Donati il resto non promette bene, Quinzi non vince una partita nemmeno se glie la danno a tavolino e gli altri navigano a vista nella mediocrità di Challanger dal dubbio valore.

Settore Femminile

La Errani continua ad essere la Errani, con quel servizio rimane competitiva solo sulla terra, qualche discreto sprazzo sul veloce ma purtroppo quando si tratta di fare la differenza nei tornei importanti non ci siamo.

Capitolo Giorgi, ormai c’è più poco da dire, potenziale enorme, guida tecnica pessima, una possibile top 10 buttata al vento dal tennis italiano, è ancora abbastanza giovane ma ci sono più giovani di lei che sembrano molto più inquadrate.

Pennetta, qualche sprazzo ma ormai l’età avanza, forse ci regalerà qualche piccola soddisfazione ma siamo al capolinea.

Vinci, forse l’unico squarcio positivo, si è tirata su con coraggio da una situazione pessima che ormai la vedeva prossima al ritiro, ora come ora è forse quella che gioca meglio però l’età avanza anche per lei e le cartucce sono più poche.

Giovani. Vuoto assoluto

Insomma se vogliamo tracciare un bilancio generale la situazione è questa, ci scappa qualche 250 solo perché il tabellone è privo dei veri o delle vere top per il resto, quando il gioco si fa duro non ci siamo mai.

5
pierre hermes the picasso of pastry (Guest) 27-08-2015 02:32

Dopo 5 Set tirati tra ieri ed oggi e’ ” crollato ” , cosa NON cosi’ sorprendente, peccato avrebbe dovuto vincere in 2set, era prevedibile che andando x le lunghe ci avrebbe “lasciato le penne” e cosi’ e’ stato, sembrava un torneo disegnato ad arte x lui, un 1/8 e’ cmq un buon risultato.
Ora vediamo chi ” pesca ” a NY.

4
Tomoni (Guest) 27-08-2015 02:27

Sto iniziando a prendere seriamente in considerazione la possibilità che finisca la carriera senza un ATP vinto e ciò mi fa piangere il cuore

3
radar 27-08-2015 02:09

Sconfitta effettivamente inattesa contro un terraiolo come lo spagnolo.
Non ho visto il match perché seguivo la Vinci, ma tutti questi break subiti..

2
Elio 27-08-2015 02:05

A sorpresa si e no, poi vedendo la partita… :evil:

1

Lascia un commento