Il torneo dell'Avvenire Copertina, Generica, Junior

Torneo dell’Avvenire: Resoconto di Giornata. Per un problema al polso si ritira Ramazzotti

09/06/2015 19:49 5 commenti
Francesco Forti, testa di serie n.8 a Milano e recente vincitore dell'Under 16 di Foligno, è stato costretto al tie-break del terzo set dal canturino Arnaboldi - (Foto Francesco Panunzio)
Francesco Forti, testa di serie n.8 a Milano e recente vincitore dell'Under 16 di Foligno, è stato costretto al tie-break del terzo set dal canturino Arnaboldi - (Foto Francesco Panunzio)

La prima notizia di giornata arriva dall’infermeria, la seconda dal campo centrale. Una in mattinata, con il ritiro dopo soltanto due game del marchigiano Ramazzotti, costretto a lasciare il 51° Torneo Avvenire per colpa di un polso ballerino che, su ogni colpo, provocava dolore. L’altra invece all’ora dell’aperitivo, quando la wild card di casa Federico Arnaboldi ha lottato per tre set contro l’altro azzurro Francesco Forti, reduce dal successo nel torneo internazionale di Foligno e testa di serie n.8 del torneo (n.27 del ranking Tennis Europe).

Un match sempre alla rincorsa, proprio come piace al cugino Andrea, che recentemente al Roland Garros ha brillato per spirito di volontà e tenacia. Dote di famiglia, evidentemente, perché anche il cuginetto del 2000 si è trovato sotto 6-2 4-1, prima di alzare il livello e portarsi fino al tie-break del terzo set. È stato il match di giornata, e a fare la differenza in favore di Forti è stata la maggior esperienza (e l’anno in più) in questo tipo di situazioni. Il tutto unito alla capacità di servire alla grande in ogni momento caldo (per due volte sotto 0-30 e sulla palla break del nono gioco che avrebbe mandato Arnaboldi a servire per il match). Anche perché il canturino, tesserato proprio al Tc Ambrosiano, era andato sotto 4-1 anche nel parziale decisivo, riuscendo però sempre a non scomporsi. Restando in campo maschile, prosegue il percorso di Giacomo Giunta, che dopo aver estromesso la testa di serie n.2 (il serbo Miladinovic) si è ripetuto contro Gabriele Bosio in un match durato un set e concluso per 7-6 6-0.

Tra le donne, i guai per le italiane sono arrivati ancora per mano di chi ha fatto bene a Foligno, un’argentina questa volta. Si chiama Maria Lourdes Carle e in mattinata ha superato il 1° turno ai danni della milanese – rumena d’origine – Cristina Elena Tiglea (anche lei wild card del club ospitante). E anche lei in grado di impensierire la sudamericana, volando in avvio sul 5-2. Alla fine l’argentina ha messo le cose a posto, guadagnandosi il diritto di sfidare un’altra lombarda, la sondriese Federica Rossi (classe 2001). Match che si è giocato nel tardo pomeriggio (alcuni doppi turni, come quelli cui è stata forzata la sudamericana si sono resi necessari per portare in pari il programma dopo il maxi temporale di lunedì). Anche contro la valtellinese, Maria Lourdes Carle ha messo in mostra tutte le sue armi, che comprendono sensibilità, sagacia tattica e abilità nel variare. Il tutto a sopperire una statura e una conformazione fisica ancora da sviluppare e non certo destinata a trasformarsi in imponente. Le note positive arrivano invece da Federica Bilardo, palermitana già quarto-finalista nel 2014 e capace di eliminare l’iberica Arias Manjon. Bene anche la lombarda di Voghera Enola Chiesa, bravissima a sorprendere la testa di serie n.5, l’ucraina Anna Laguza. Troppa Danilovic invece per la milanese di Garbagnate Alexia Carlone: la serba, figlia dell’ex cestista Sasha, ha vinto con un doppio 6-3 senza far mancare urla, pugnetti ed espressioni da killer del campo. Mercoledì si comincia ancora alle 9, con in programma i match di terzo turno dei due tabelloni di singolare.

Tabellone maschile, secondo turno
E. Neos (CYP) [5] b. A. Trapani (ITA) 2-6 7-5 6-4, A. Ingarao (ITA) b. R. Di Nocera (ITA) 6-0 6-2,
G. Giunta (ITA) b. F. Bosio (ITA) 7-6(6) 6-0, L. Schouten (NED) [Q] b. F. Iannaccone (ITA) 7-5 5-2 rit., D. Ajdukovic (CRO) b. R. Perin (ITA) 2-6 6-4 6-4, F. Speziali (ITA) [Q] b. E. De Cola (ITA) [Q] 6-1 6-2, J. Paul (SUI) [7] b. A. Zgirovsky (BLR) 7-5 6-3, L. Sheyngezikht (BUL) [10] b. M. Frinzi (ITA) 6-1 6-2, A. Bessire (ITA) [WC] b. M. Gatev (SUI) [14] 7-6(2) 6-4, J.R. Rodriguez Sanchez (PER) b. K. Suevich (CRO) 6-0 6-2, F. Forti (ITA) [8] b. F. Arnaboldi (ITA) 6-2 4-6 7-6(3), O. Styler (CZE) b. N. Crespi (ITA) 6-7(5) 6-3 6-1, E. Holis (CZE) b. G.M. Ortenzi (ITA) [Q] 6-2 6-0. Da concludere: F. Rebecchini (ITA) – Z. Piros (HUN) [11], J.M. Jalif (ARG) [15] – K. Divkovic (CRO), V. Perruzza (ITA) [Q] – K. Kirovski (SRB) [6].

Tabellone maschile, primo turno
Z. Piros (HUN) [11] b. S. Camposeo (ITA) [Q] 6-1 6-1, K. Divkovic (CRO) b. G. Marson (ITA) 6-4 6-3, M. Frinzi (ITA) b. D. Batmanovs (LAT) 7-6(0) 6-4, A. Bessire (ITA) [WC] b. M. Sisam (NZL) 6-1 6-2, K. Suevich (CRO) b. A. Liaonenka (BLR) [3] 6-3 6-3, O. Styler (CZE) b. S. Ramazzotti (ITA) [1] 2-0 rit., N. Crespi (ITA) b. J.J. Alt (SUI) [Q] 6-4 6-3, G.M. Ortenzi (ITA) [Q] b. M.F.Pereira (CHI) [16] 4-6 6-1 6-3, F. Forti (ITA) [8] b. L. Staeheli (SUI) 6-2 6-4.

Tabellone femminile, secondo turno
S. Waltert (SUI) b. F. Falleni (ITA) [WC] 6-1 6-4, A. Siskova (CZE) [8] b. G. Carbonaro (ITA) [WC] 6-4 6-3, O. Danilovic (SRB) [9] b. A. Carlone (ITA) [WC] 6-3 6-3, E. Chiesa (ITA) b. A. Laguza (UKR) [5] 4-6 6-3 6-1, R. Maffei (ITA) [12] b. F. Labrana (CHI) 6-0 6-0, F. Pannarale (ITA) b. S. Ochsner (SUI) 6-2 7-6(7), G. Peoni (ITA) b. S. Nikocevic (GER) [15] 6-1 6-2, F. Bilardo (ITA) [4] b. P. Arias Manjon (ESP) 6-1 3-6 6-2, T. Pieri (ITA) [6] [WC] b. L.S. Rico Garcia (COL) 6-2 6-0, M. Cappelletti (ITA) [16] b. D. Petroula (GRE) 6-2 7-5, M.L. Carle (ARG) [1] b. F. Rossi (ITA) 6-3 6-2, C. Ceppellini (ITA) [Q] b. M. Nuudi (EST) [13] 6-3 7-5, V. Erjavec (SLO) [11] b. G. Bandini (ITA) 6-1 6-3, M.V. Viviani (ITA) b. T. Ristic (SRB) [7] 6-4 6-1, L. Piccinetti (ITA) [10] b. M. Linares (VEN) 7-5 6-7(5) 6-0. Da concludere: V. Urelli Rinaldi (ITA) – D. Solovyeva (RUS) [2].

Tabellone femminile, primo turno
R. Maffei (ITA) [12] b. C. Romito (ITA) [Q] 6-0 6-0, T. Ristic (SRB) [7] b. B. Vitale (ITA) 7-6(5) 7-5, M. Linares (VEN) b. E. Bezzo (ITA) [Q] 6-4 4-6 6-2, T. Pieri (ITA) [6] [WC] b. C. Giaquinta (ITA) [Q] 6-2 6-0, M. Nuudi (EST) [13] b. A. Blattner (GER) [Q] 6-4 6-2, S. Ochsner (SUI) b. I. Tcherkes Zade (ITA) 4-6 6-4 6-2, F. Labrana (CHI) b. I. Zelic (CRO) 7-6(6) 6-1, G. Peoni (ITA) b. A.A. Pedemonti (ARG) [Q] 6-3 6-2, L. Piccinetti (ITA) [10] b. C. Ciaccia (ITA) [Q] 4-6 7-6(5) 6-2, V. Urelli Rinaldi (ITA) b. I. Cretti (ITA) [LL] 6-4 3-6 7-5, S. Nikocevic (GER) [15] b. C. Pruccoli (ITA) [Q] 6-2 6-2, M.L. Carle (ARG) [1] b. C.E. Tiglea (ITA) [WC] 7-5 6-2, F. Pannarale (ITA) b. D. Vismane (LAT) [3] rit.


TAG: ,

5 commenti

birba (Guest) 13-06-2015 16:30

A parte RAMAZZOTTI livello molto basso

5
Koko (Guest) 10-06-2015 11:21

In effetti l’eroe è Forti e non Arnaboldi! 😛

4
Lettore (Guest) 10-06-2015 09:43

Quindi la giornata di ieri, nel campo maschile, ha visto impegnati solo il beniamino di casa Arnaboldi e suo cugino !!!!!!!!! Mha !!!!! forse il giornalista e’ lo zio !!!!!!!

3
Palmeria (Guest) 09-06-2015 20:24

Troppi problemi per Ramazzotti quest’anno..

2
Il Polpo Paul 09-06-2015 19:51

Abbiamo perso pure Ramazzotti… Ci mancava solo il polso 🙁

1