Il torneo Future di Bergamo Copertina, Future

Italia F10 – Bergamo: Tre siciliani agli ottavi di finale. Bene anche Travaglia

19/05/2015 19:36 4 commenti
Salvatore Caruso, siciliano di 22 anni, ha superato il tedesco Fallert - (Foto Bevacqua)
Salvatore Caruso, siciliano di 22 anni, ha superato il tedesco Fallert - (Foto Bevacqua)

Siciliani alla conquista di Bergamo. Si potrebbe titolare così la seconda giornata del main draw del Trofeo Banca Generali.

Sì perché sono ben tre gli isolani protagonisti sulla terra orobica, anche se nessuno di loro rappresenta una sorpresa. Non lo è Gianluca Naso, che sta vivendo una delle sue annate migliori, condita da cinque titoli Futures in meno di cinque mesi. Il 28enne trapanese, numero 3 del tabellone, non aveva un test probante contro Riccardo Merone, ma è stato bravo a ingranare subito la quinta senza incappare in disattenzioni. Non lo è nemmeno Omar Giacalone, solido 23enne di Mazara del Vallo, che ha proprio nella terra la sua superficie preferita. Se ne è accorto il giovane toscano Jacopo Stefanini, che di anni ne ha solo 19 ma ha dimostrato di saper reggere il ritmo dei più esperti a questo livello, finendo sconfitto solo per 6-4 al set decisivo. Il terzo siciliano, infine, è quello che ha convinto più di tutti: si tratta di Salvatore Caruso, 22 anni e numero 392 Atp, che aveva di fronte l’avversario più insidioso, il tedesco Florian Fallert. L’azzurro è riuscito a chiudere al decimo gioco un primo set equilibrato, che gli ha dato slancio per andare via liscio nel secondo.

In tutto questo tripudio di Sicilia, c’è però da mettere in risalto pure la bella vittoria di Stefano Travaglia. Per il marchigiano, che il Futures orobico lo ha già conquistato nel 2011, vale lo stesso discorso fatto per Naso, perché Andrea Grazioso non poteva rappresentare un ostacolo indicativo. Ma nel 6-1 6-3 che ha chiuso l’incontro, c’è molto del miglior Travaglia, quello che qualche stagione fa si impose all’attenzione degli appassionati come una promessa importante del movimento tricolore: un servizio e un diritto che viaggiano a velocità supersoniche, e un rovescio che sa essere letale, ma ha bisogno di essere reso più solido. All’angolo dell’azzurro, che nel secondo parziale ha recuperato uno svantaggio di 0-2, c’era Umberto Rianna, il tecnico federale che segue pure Filippo Baldi. In tema di favoriti, tutto semplice anche per il numero 1 del seeding, il tedesco Nils Langer, che contro il connazionale Krawietz ha ceduto solamente cinque game. La battaglia più dura ha visto invece capitolare lo svizzero del Tc Milano Riccardo Maiga, sconfitto al terzo parziale dall’argentino Martinez.

RISULTATI

1° TURNO: Caruso (Ita) b. Fallert (Ger) 6-4 6-2, Travaglia (Ita) b. Grazioso (Ita) 6-1 6-3, Naso (Ita) b. Merone (Ita) 6-1 6-3, Torroni (Ita) b. Carli (Ita) 4-6 6-4 6-0, Langer (Ger) b. Krawietz (Ger) 6-3 6-2, Martinez (Arg) b. Maiga (Svi) 6-1 6-7 6-4, Sidorenko (Fra) b. Kapas (Pol) 6-2 ritiro, Giacalone (Ita) b. Stefanini (Ita) 6-1 6-7 6-4, Bega (Ita) b. Bonadio (Ita) 7-6 6-4, Trevisan (Ita) b. Ghedin (Ita) 6-3 7-5.


TAG: , ,

4 commenti

Pelandrone (Guest) 20-05-2015 02:07

Il titolo mi ha riportato alla mente reminiscenze sopite dai tempi della scuola e sensazioni olfattive dei profumi di Sicilia, e per associazione mi vien da dire che il torneo piu’ che di Bergamo e’ di bergamotto

4
GIANCA5152 (Guest) 19-05-2015 21:29

Grande Teo .

3
Mirko91 19-05-2015 21:17

@ Angie (#1347422)

è stato l’ultimo match se non sbaglio..generalmente i comunicati non vengono fatti a tarda sera…probabilmente era già scritto quando il match è finito ed hanno aggiunto solo il risultato

2
Angie (Guest) 19-05-2015 19:54

Perchè non mettere in rilievo anche la vittoria di Trevisan che aveva di fronte l’avversario più “rognoso”, cioè Ghedin?

1

Lascia un commento