Moroni e Samsonova partono col botto. Doppietta del Club Bordighera in Tunisia

08/02/2015 11:06 13 commenti
Gianmarco Moroni e Ludmilla Samsonova, classe 1998, hanno vinto l'Itf under 18 di Tunisi
Gianmarco Moroni e Ludmilla Samsonova, classe 1998, hanno vinto l'Itf under 18 di Tunisi

Neanche il tempo di iniziare la stagione, e i giovani del Bordighera Lawn Tennis Club 1878 conquistano due titoli internazionali. Ce l’hanno fatta insieme, nello stesso giorno e nello stesso torneo, sul cemento dell’Itf under 18 di grado 2 di Tunisi, capitale della Tunisia. Un torneo in parte rovinato dalla pioggia ma poi illuminato dai sorrisi tricolori dei sedicenni Gianmarco Moroni e Ludmilla Samsonova, entrambi al primo successo a livello under 18. Ma se la giocatrice di origini russe – tennisticamente italiana al 100% – aveva già vinto un torneo anche fra le professioniste, imponendosi lo scorso anno nell’evento Itf da 10 mila dollari di Roma, per il laziale Moroni quella africana è la prima gioia in assoluto. Arriva al termine di un torneo che lo vedeva come favorito numero 13 della vigilia, ma nel quale si è rivelato il più forte di tutti, superando per 7-6 6-4 in finale il francese Clement Larriere. E per poco non gli riusciva anche la doppietta nel tabellone di doppio, disputato in coppia col turkmeno Isa Mammetgulyyev e favorevole fino alla finale, persa di misura (6-7 6-3 11/9 il punteggio) contro l’altro italiano Oradini e il sanmarinese De Rossi. Per Moroni, già capace di qualche buon risultato anche fra i ‘grandi’, arrivano tanti punti importanti, che gli consegnano un posto fra i primi 100 del ranking mondiale under 18, alla posizione 94. “Per il 2015 vorrei raggiungere una classifica che mi permetta di entrare nei tornei giovanili del Grande Slam”, diceva soltanto il dicembre scorso, e di questo passo potrebbe farcela già per il Roland Garros.

Chi non entra fra le prime 100 al mondo, ma ci si avvicina molto, è Ludmilla Samsonova, salita al gradino n.129. Anche per lei, addirittura non compresa fra le teste di serie alla vigilia, a Tunisi ha dominato lontano dalla luce dei riflettori, fino alla finale chiusa con un facile 6-3 6-0 contro la russa Tatiana Makarova. “È stata un’ottima settimana – spiega Giulia Bruschi, la coach del team di Riccardo Piatti al seguito dei ragazzi – e siamo felici di come stanno andando tutti i nostri giovani. Moroni e Samsonova stanno crescendo molto, dentro e fuori dal campo, due cose che vanno di pari passo. Ma la strada è lunga, devono maturare ancora, fare esperienza e impegnarsi sempre: i risultati saranno una conseguenza di tutto ciò”. Eppure, a giudicare dalla scorsa settimana, il costante lavoro invernale svolto al Bordighera Lawn Tennis Club ha già dato gli effetti sperati. “Vero, e la cosa più importante, al di là dei successi finali, è il modo in cui i due ragazzi han saputo gestire un torneo difficile, con tanta pioggia, match costantemente rimandati e poche possibilità per allenarsi. Grazie a un ottimo atteggiamento – prosegue coach Bruschi – Gianmarco e Ludmilla hanno dato poco peso a tutti questi fattori, giocando molto bene e riuscendo sempre a trovare una soluzione vincente. Nel tennis situazioni così sono normali, e il modo in cui hanno reagito lascia ben sperare per il futuro”.


TAG: , , , , ,

13 commenti. Lasciane uno!

Ara Kiri 09-02-2015 11:53

@ Jacksparrow (#1260899)

io invece conosco molto bene la situazione di Bordighera e ti posso dire che ciò che dici non corrisponde a verità. I ragazzi che vengono a Bordighera lo fanno sempre e solo con il proprio maestro ed è lui il riferimento per tutti i cambiamenti tecnici che è opportuno fare sempre e solo con la finalità di migliorare al di là del risultato. Tu stai insinuando che i ragazzi venuti Bordighera servano solo per fare da sparring ai campioni presenti mentre trovo che ciò sia davvero una bella cosa perchè per un giovane atleta, potersi confrontare con dei professionisti affermati quali ad esempio Seppi e Raonic, rappresenta un momento di crescita di estremo valore. tutto questo mi sembra che sia completamente invertito perche al limite dovrebbero essere i professionisti a lamentarsi. Ricordiamo che viviamo delle situazioni dove nelle varie scuole tennis i genitori hanno labitudine di rimprovere ai maestri il fatto che i propri figli vengano fatti palleggiare con qualcuno di più debole. cosa dovrebbero dire i genitori di seppi o raonic che vengono fatti abitualmente giocare con ragazzini emergenti?

13
Jacksparrow (Guest) 09-02-2015 10:42

Ho conosciuto ragazzi piemontesi che hanno pagato tanto e sono stati seguiti poco e male facendo da sparring partner a giocatori piu affermati.
Purtroppo non posso essere troppo chiaro ed esplicito ma fidati non tutto quel che luccica alla fine è oro..

12
Ara Kiri 09-02-2015 10:36

@ Jacksparrow (#1260537)macchina da soldi per quale motivo? perchè non cerchi di essere più chiaro? tu ci sei mai stato a Bordighera? Non capisco tutta questa invidia e queste allusioni .. di sicuro devi essere ligure

11
Jacksparrow (Guest) 08-02-2015 21:49

@ Ara Kiri (#1259875)
È una macchina da soldi come tante altre fidati Ara Kiri

10
Jacksparrow (Guest) 08-02-2015 21:47

Sono due ottimi giocatori che diventeranno forti con o senza Bordighera!
Farsi pubblicità e metterci il nome con le vittorie degli altri è tipico di noi italiani quindi non mi stupisco piu di tanto.

9
cataflic (Guest) 08-02-2015 17:26

Scritto da Gabriele da Ragusa
A Moroni manca solo il pellicciotto che quel galantuomo di Cassano sfoggiò il giorno della presentazione al Real Madrid, dopo di come “massa” siamo su quei livelli. Sembra leggermente ben nutrito….Speriamo abbia il braccio alla Camporese (straordinario), altrimenti boh…

il braccio alla Camporese non so se ce l’abbia, ma di sicuro almeno di dritto tira giù dei comodini.

8
Mistertennis (Guest) 08-02-2015 16:54

Bravi ragazzi il lavoro fatto bene paga sempre, un buon inizio anno ė importante per i nostri junior.

7
Ara Kiri 08-02-2015 16:02

@ Roy (#1259658)

Forse più che una questione di denaro è questione di competenze tecniche dal momento che il Circolo, a Bordighera, ne è diventato una delle massime espressioni in Italia ed in questi ultimi anni. Se poi, a Tuo, dire, la cosa non merita il giusto riconoscimento, porta almeno argomentazioni convincenti che sbugiardino tutto quello che di buono hanno scritto gli addetti ai lavori in questi anni, piuttosto che perderTi in battuttacce di poco conto per te stesso e per gli altri. Un caro saluto.

6
LiveTennis.it Staff 08-02-2015 16:00

@ Roy (#1259658)

000. La notizia era interessante per questo è stata pubblicata.
Saluti.

5
bunga bunga 08-02-2015 15:58

Scritto da Roy
Ma quanto pagano quelli di Bordighera per la pubblicitá? Sono curioso

quanta invidia hai addosso “caro” roy!!!

4
Roy (Guest) 08-02-2015 14:04

Ma quanto pagano quelli di Bordighera per la pubblicitá? Sono curioso

3
Gabriele da Ragusa 08-02-2015 12:38

A Moroni manca solo il pellicciotto che quel galantuomo di Cassano sfoggiò il giorno della presentazione al Real Madrid, dopo di come “massa” siamo su quei livelli. Sembra leggermente ben nutrito….Speriamo abbia il braccio alla Camporese (straordinario), altrimenti boh…

2
Fantumazz 08-02-2015 11:21

Vai Luda! :smile:

1

Lascia un commento