Trionfa per la seconda volta Djokovic ATP, Copertina

Grande tennis e grandissimo Djokovic, batte Federer in 5 set e vince il suo secondo Wimbledon. Da domani sarà al n.1 del mondo (Video)

06/07/2014 20:00 128 commenti
Novak Djokovic classe 1987, n.1 del mondo da domani
Novak Djokovic classe 1987, n.1 del mondo da domani

Standing Ovation. Djokovic e Federer oggi hanno giocato una grande finale di Wimbledon, cinque set stupendi in cui si sono visti momenti di tennis di altissima qualità, arricchiti da un susseguirsi di emozioni ed episodi che renderanno questo match un classico.

Ha vinto Djokovic, più bravo, più duro, più consistente nei momenti clou; più continuo nella sua prestazione, più intenso e più efficace. Ha meritato il successo e domani sarà di nuovo n.1 della classifica. Ma soprattutto vince il suo secondo titolo dei Championships, interrompendo una terribile striscia di sconfitte nelle finali dei Majors che stava soffrendo moltissimo sul piano mentale. Onore al serbo, capace di ritrovare il suo miglior tennis nel match più importante dell’anno. E’ stato bravo a “tornare sui suoi passi”, cancellando quelle indecisioni tecnico-tattiche che avevano suscitato molte perplessità venerdì contro Dimitrov. Non più quegli attacchi sconsiderati, senza un approccio consistente o un’apertura di campo. Ha tenuto ritmi altissimi, ha servito bene e risposto come nei giorni migliori. E’ stato bravissimo a reggere dopo aver perso il primo set e lavorare ai fianchi Roger, portando via via il match sul piano che predilige, quello della spinta, della progressione, il tutto condito con molti vincenti e con risposte fantastiche. E bravissimo anche a non scomporsi dopo il finale thrilling del quarto set, perso malamente. Ma grandissimo onore anche a Roger Federer, che sulla soglia dei 33 anni non si è mai dato per vinto, giocando per quattro ore un tennis stellare per qualità, riuscendo a reggere la poderosa spinta e consistenza di Nole producendo soluzioni di una bellezza e difficoltà incredibile.

I due campioni sono stati protagonisti di una partita che resterà negli annali del torneo e del gioco. Conoscendo la storia della loro rivalità, ero piuttosto sicuro che avrebbero offerto un bello spettacolo, ma non osavo immaginare che avremmo vissuto 4 ore di tennis a tratti straordinario. 5 set di ottimo livello tecnico, vissuti sul filo di enormi emozioni, con nessuno dei due disposto a mollare un centimetro pur di arrivare ad alzare la coppa più nobile del tennis.

Già dalle immagini pre-match si avvertiva una tensione rara, che qualcosa di grosso stava per accadere. I due finalisti, seguiti dalle telecamere dall’uscita degli spogliatoi fino all’ingresso sul centrale, avevano la faccia “delle grandi occasioni”. E’ Novak il primo ad uscire, ha lo sguardo fiero, sicuro, sembra divorare il vuoto come se stesse focalizzando ogni sensazione, respirando ogni attimo di quell’attesa per caricarsi prima della sfida e prendere ogni stilla del suo vigore per tornare n.1 del mondo ma soprattutto vincere di nuovo un torneo dello Slam dopo troppe finali perse da quel suo magico 2011. Roger lo segue, sembra più rilassato, consapevole del suo ruolo in questo torneo, “sono tornato dove mi sento di appartenere” ha dichiarato. Sprizza sicurezza, è pronto alla battaglia, sapendo che battaglia sarà. Di quelle vere. Sogna il suo ottavo Wimbledon, il 18esimo Slam, insperato alla sua età e dopo un 2013 che l’aveva quasi pensionato. Troppa classe, troppa voglia di esserci, più forte di tutto e (quasi) di tutti.

Il match è stato così pieno di emozioni e situazioni tecniche e tattiche che è molto difficile racchiuderle, chi l’ha vissuto con passione sa bene a cosa mi riferisco. Provo a riavvolgere il nastro del match e raccontarlo nei suoi momenti chiave, che hanno portato Djokovic al successo.

Proprio Novak vince il sorteggio e decide di servire, segno di sicurezza, di voler subito mettere la testa avanti e condurre. I primi games sono di studio. I colpi potenti e precisi di Novak squarciano il silenzio del centrale; spinge molto e cerca di non cadere in difesa, scegliendo il cross di dritto ed il lungo linea di rovescio come soluzioni ideali. Serve bene Novak, ma la prima risposta aggressiva di Roger è seguita avanti e chiusa da una volée stretta di tocco bellissima. Roger attaccherà.

Federer al servizio è subito aggressivo e prende immediatamente l’iniziativa, con lo slice esterno che non permette al serbo di trovare ritmo alla risposta. Roger sceglie qualche serve and volley, che chiude con soluzioni acrobatiche di assoluta classe.

Il livello di gioco è alto, si tira molto vicino alle righe e si esplorano tutti gli angoli, con cambi di ritmo e rotazioni. Djokovic conduce maggiormente il gioco da fondo, Federer fa più fatica a tenere il suo turno di servizio perché le risposte del serbo sono lunghe e precise, e viene bucato in alcuni tentativi di serve & volley.

All’ottavo gioco si arriva ai vantaggi ma Federer serve una prima slice imprendibile, e poi da sinistra una botta in pancia al rivale, chiusa con un dritto stretto millimetrico. 4 pari. Federer cambia ritmo, taglia di rovescio e fa correre Nole, che però regge e controbatte rimontando da 15-30. 5-4 Djokovic, Roger al servizio rischia ma regge dopo alcuni punti bellissimi, in cui Nole si è difeso da campione e lo svizzero ha fatto la differenza con lo slice e con alcuni dritti in anticipo in avanzamento. C’è la sensazione che Djokovic abbia delle occasioni, delle aperture negli scambi che non riesce a trasformare, sbagliando qualche colpo di troppo, stranamente più di rovescio che di dritto. Roger è paziente, accetta qualche rincorsa e soprattutto cambia ritmo, non concede mai due palle uguali da colpire anche nelle difese più estreme, e raramente concede il centro del campo al rivale, dove può diventare letale nella spinta.

L’equilibrio non si rompe, è tiebreak. Serve Nole che avanza ma sbaglia una difficile volée bassa nel primo punto. Il serbo prova a giocare “da terra”, alzando per la prima volta la parabola sul rovescio di Roger, che però tiene e non sbaglia. Ace di Federer, vola 3 a 0. Si scuote Novak, serve bene ed avanza di potenza. Si cambia campo sul 4-2 Federer, che però perde la prima di servizio. Il gioco si fa durissimo nella spinta, 5-4 Djokovic. Stecca un dritto Roger, è set point per Novak col servizio! Federer prende un grande rischio accelerando sulla riga, lo annulla e si cambia campo sul 6 pari. La tensione è altissima, Federer cancella un secondo set point con un Ace imprendibile, segue un grande servizio al centro, primo set point per Roger! Lo trasforma grazie ad un errore di Djokovic col rovescio, affossato a rete dopo una risposta molto lunga dello svizzero. 9-7 Federer e un set avanti. Nel primo parziale Roger è sceso a rete 17 volte ottenendo 12 punti, ottime percentuali perché ha scelto bene i momenti degli attacchi, mai scriteriati ma sempre dopo aver mosso il rivale e posto fuori equilibrio.

Federer inizia al servizio il secondo set, e la percentuale di prime crolla dal 70% a sotto il 50, concede subito due palle break, le prime dell’incontro, che annulla con una seconda molto vivace e reggendo rovescio contro rovescio. Nole ringhia, sta elevando la spinta, tanto che nel terzo gioco strappa finalmente il servizio con un passate perfetto a castigare un serve & volley troppo titubante dello svizzero. Il pressing di Djokovic è diventato continuo, asfissiante. Produce una serie di colpi potenti, precisi, in progressione, ora sostenuti anche dal servizio. La fisicità degli scambi si è impennata, come la continuità della spinta e l’intensità di Novak, e quando il match si sposta su questo terreno oggi è più forte di Roger (probabilmente è più forte di tutti).

Si avanza senza sussulti, Nole serve per il secondo set sul 5-4. Federer prende il massimo del rischio, già della risposta. Sul 30 pari Djokovic tira una pallata senza senso col dritto dal centro del campo e concede una delicatissima palla break, ma ritrova il servizio e chiude 6-4 il secondo set. L’inerzia è tutta a favore del serbo, con Federer che ha perso l’intensità del primo set, lavorato ai fianchi dal serbo con la sua ragnatela di colpi in progressione. Dopo un’ora e mezza di tennis, la sensazione è che il terzo set sarà decisivo, soprattutto per lo svizzero.

Il terzo set scorre veloce sui servizi, con momenti di grande tennis da parte di entrambi. Il livello di gioco resta molto alto. E’ impressionante come Novak arriva in corsa e spara vincenti velocissimi anche sulle palle più basse ed insidiose, e dall’altro lato del campo come Federer tocca la palla dopo attacchi in contro tempo smorzando anche gli effetti più maligni, creando magie tecniche.

Sul 5 pari Federer concede due delicatissime palle break, che annulla con prime di servizio millimetriche, si arriva ancora al tiebreak. Sul due pari Roger avanza con un attacco corto, volée difficile e passante vincente, Novak mette la testa avanti. Federer reagisce, la verifica di occhio di falco cambia una chiamata su di una palla lunga dello svizzero, è 4 a 3. Ma Roger non approfitta del momento favorevole, ha troppa fretta e sbaglia un dritto nella spinta. Djokovic ora è solido come una roccia, spinge e sfonda da dietro. Sul set point tiene il pallino dello scambio e vince meritatamente il terzo set. Pessime notizie per Federer, che ha giocato un terzo set eccellente con tanti vincenti, 13 Ace e 83% di prime. Non è bastato per staccare il rivale, che ora è più tranquillo, lascia andare il braccio trovando delle risposte incredibili, assolute.

Novak sembra veleggiare sicuro due set ad uno verso il suo secondo successo ai Championships, ma il quarto set per merito di un Federer indomabile diventerà un piccolo dramma sportivo, di un intensità vietata ai deboli di cuore. Nel quarto gioco Roger non fa la differenza col servizio, in un amen è 0-40. Disperata la risposta di Federer, che si aggrappa a tutto quel che ha, le annulla, ma la quarta palla break gli è fatale. Djokovic è una macchina quasi perfetta, non sbaglia più niente e produce serie di colpi lunghi, potenti, stretti, letali. Sotto 1-3 Roger non ci sta: attacca all’arma bianca, lascia andare il braccio praticamente “senza rete” e ottiene due palle break. Con un dritto fulminante strappa il servizio. Il centrale si infiamma, i due producono un tennis di un livello irreale, tra le giocate d’antico ed istinto di Roger e le risposte e passanti eccezionali di Novak, che strappa ancora il servizio allo svizzero, è 4 a 2 e poi 5 a 2. Djokovic serve per il titolo sul 5-3, ma l’orgoglio del Re di Wimbledon è infinito. Federer attacca con tutto quel che ha, incluso un rovescio a tutto braccio di edberghiana memoria, chiuso a rete. Strappa ancora la battuta al rivale, letteralmente in terra nell’ultimo disperato recupero. 5 a 4 Djokovic, servizio Federer. Succede di tutto! Si va 5 pari e l’onda di Federer continua, mentre Djokovic ha la prima pausa, o forse è solo preda di tanta umana tensione dopo un match che sta vivendo mille storie, mille scenari ed in cui ha tenuto a tutta fin dell’inizio, senza quei momenti di vuoto che ne avevano macchiato diverse sconfitte recenti. Doppio fallo di Novak, Roger si infiamma e prende rischi, vola 0-40 e brekka il serbo, per chiudere 7-5. Dopo oltre tre ore è quinto set, è grandissimo tennis nello stadio dove è nato il tennis. Una domenica che resterà nella storia di questo torneo.

Sul 2-1 Djokovic, al cambio di campo il serbo si fa massaggiare un polpaccio, con Roger stizzito che lo aspetta dovendo poi servire, cercando di non interrompere quel flusso per lui positivo sulla scia della clamorosa rimonta del drammatico quarto set. Federer non si scompone, ed il gioco scorre sui servizi, adesso più di nervi che di qualità pura come nel set precedente, di un livello mostruoso. Sul 3 pari Djokovic concede una palla break, ma l’annulla di forza. Resterà l’ultima occasione di Federer per vincere la partita. La tensione è altissima, come l’adrenalina ed il battito cardiaco di tutti quelli che stanno soffrendo in questo rush finale. E’ Federer ora a concedere palle break: le annulla, una grazie ad un tocco sotto rete di difficoltà inimmaginabile, è 4 pari. Djokovic regge, sfruttando al massimo il piccolo grande vantaggio psicologico di servire per primo, in un quinto set che non vedrà il tiebreak sull’eventuale sei pari. 5-4 Djokovic, serve Federer. Spinge Nole, attacca, mentre Federer concede qualcosa, sbaglia. E’ ancora match point, è il successo di Novak Djokovic.

Una grandissima vittoria di un grande tennista, il più continuo nell’arco di una intera stagione, che merita questa coppa e di tornare sulla vetta della classifica. Ma applausi anche a Federer, indomito, coraggioso, e soprattutto capace di regalare ancora delle giocate che gli altri non riescono nemmeno ad immaginare. A Wimbledon 2014 il vincitore è Novak Djokovic, ma oggi ha vinto soprattutto il tennis.


Marco Mazzoni



Le fasi più emozionanti della partita

Djokovic di livetennisit

La partita punto per punto

GS Wimbledon
N.Djokovic [1]
6
6
7
5
6
R.Federer [4]
7
4
6
7
4
Vincitore: N.Djokovic

N. Djokovic SRB – R. Federer SUI
13 Aces 29
3 Doubles Faults 5
68 Winners 75
27 Unforced Errors 29
26/35 (74%) Net Points Won 44/67 (66%)
62% 1st Serves In 69%
79/108 (73%) 1st Serve Points Won 102/133 (77%)
43/66 (65%) 2nd Serve Points Won 26/59 (44%)
4/7 (57%) Break Points Saved 11/15 (73%)
90/192 (47%) 1st Return Pts Won 95/174 (55%)
33/59 (56%) 2nd Return Pts Won 23/66 (35%)
4/15 (27%) Break Points Won 3/7 (43%)
122/174 (70%) Total Service Pts Won 128/192 (67%)
64/192 (33%) Total Return Pts Won 52/174 (30%)
186/366 (51%) Total Points Won 180/366 (49%)
235 mins Duration 235 mins
187,116 kmh Avg. 1st Serve Speed 186,115 kmh
149,92 kmh Avg. 2nd Serve Speed 161,100 kmh
200,124 kmh Fastest Serve 204,127 kmh


TAG: , , , , ,

128 commenti. Lasciane uno!

Alberto Bonimba (Guest) 07-07-2014 14:28
128
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Carwood (Guest) 07-07-2014 13:26

Scritto da Original Giulio

Scritto da Angelo
@ la verita vera (#1111273)
E dunque???…secondo la tua tesi, i vecchietti dovrebbero ritirarsi??
Per mandarli in pensione occorre che ci sia qualcuno capace di farlo, e a dirla tutta, il tennis che ho visto ieri, penso che finiti loro, non si vedrà più per un bel pezzo.
Il nuovo all’orizzonte, è tennisticamente parlando, meno bello a vedersi (escluso il bulgaro) di quello offerto dai magnifici 4.
E dunque non si va da nessuna parte, per fortuna,

Quoto ma includo anche il bulgaro che in quanto contraffazione dell’originale non mi fa impazzire.
Tutti a riempirsi la bocca con i giovani e i giovani stessi che senza essere ancora nessuno si atteggiano già a fenomeni(vedi Kyrgios o Dimitrov) permettendosi di urlare in faccia a dei mostri sacri di questo sport. Per fortuna i tanto vituperati seniors rimettono tutto a posto sul campo,rifilandogli spesso lezioni non pagate..
Lunga vita a Federer,Nadal,Nole e Murray mi auguro che possano giocare e vincere per altri dieci anni,delle cuffie rosa di Kyrgios,dei pugnetti di Dimitrov o dei servizi di Raonic francamente faccio volentieri a meno!!

concordo (quasi) totalmente. Almeno Dimitrov tennisticamente è bellissimo a vedersi. Altrimenti teniamoci i Fab four + Stan a vita

127
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Carwood (Guest) 07-07-2014 13:22

quanta faziosità CALCISTICA nelle parole di molti.
Ma ci vuole molto a dire semplicemente che sono stati due superbi interpreti di una finale bellissima?
Se Nole non cala al IV set vince in 4. Se Federer trasforma la palla break nel V forse vince…belle scoperte. In ogni partita serratissima una palla può cambiare il match.
La fortuna è stata avere quei due mostri in finale: se il futuro sono Raonic o Kyrgios, speriamo di non vederlo mai sto futuro

126
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
la verita vera (Guest) 07-07-2014 13:17

La troppo aumentata longevità dei campioni non vi turba? Nonostante lo stress fisico sia molto superiore rispetto al passato, non si usurano più. E se si usurano, magicamente si riparano… Mi pare tutto un po’ troppo misterioso, oppure molto chiaro, a seconda dei punti di vista.

125
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Original Giulio 07-07-2014 13:06

Scritto da Angelo
@ la verita vera (#1111273)
E dunque???…secondo la tua tesi, i vecchietti dovrebbero ritirarsi??
Per mandarli in pensione occorre che ci sia qualcuno capace di farlo, e a dirla tutta, il tennis che ho visto ieri, penso che finiti loro, non si vedrà più per un bel pezzo.
Il nuovo all’orizzonte, è tennisticamente parlando, meno bello a vedersi (escluso il bulgaro) di quello offerto dai magnifici 4.
E dunque non si va da nessuna parte, per fortuna,

Quoto ma includo anche il bulgaro che in quanto contraffazione dell’originale non mi fa impazzire.
Tutti a riempirsi la bocca con i giovani e i giovani stessi che senza essere ancora nessuno si atteggiano già a fenomeni(vedi Kyrgios o Dimitrov) permettendosi di urlare in faccia a dei mostri sacri di questo sport. Per fortuna i tanto vituperati seniors rimettono tutto a posto sul campo,rifilandogli spesso lezioni non pagate..
Lunga vita a Federer,Nadal,Nole e Murray mi auguro che possano giocare e vincere per altri dieci anni,delle cuffie rosa di Kyrgios,dei pugnetti di Dimitrov o dei servizi di Raonic francamente faccio volentieri a meno!!

124
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Jose mourinho (Guest) 07-07-2014 12:57

Rogerina nole poteva chiuderla anche in 4 se roger non avesse avuto i suoi 10 minuti di tennis da numero 1…. Ieri hanno giocato una gran partita, nole è stato mostruoso, roger anche, la differenza l’ha fatta l’età….Angeo su alcune cose ha ragione su altre no…sicuramente se roger avesse avuto l’età di nadal e nole non avrebbe 17 slam …xke sul cemento x conquistare gli slam che ha vinto avrebbe dovuto battere nadal e nole spesso e volentieri e secondo me ne avrebbe perso qualcuno ….nadal con un roger a pari età sul cemento non avrebbe vinto magari 3 slam ma uno o due si è magari sull’erba ne avrebbe vinto uno anziché due….nole ne ha perse tante quindi credo che sarebbe stato più o meno allo stesso numero che ha ora, 7/8….sarebbe stato molto più bello se roger avesse avuto la loro età….decine e decine di battaglie in più ci sarebbero state….roger ha vinto delle finali con hewitt gonzalez baghdatis dove sapeva che avrebbe vinto già prima di entrare in campo….quelle di nole e nadal sono sicuramente più sudate

123
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
frittella (Guest) 07-07-2014 12:40

al di là delle qualità di nole c’è da dire che se ieri a wimbledon si è assistito a un match storico è grazie a quel 33enne svizzero.
il resto sono discorsi da ultras.

122
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Rogerina 07-07-2014 12:11

Scritto da Rogerina

Scritto da AngeloQualcuno mi illumini quanti slam ha vinto il mostruoso rivale storico di Federer il divino supremo Roddick?. Ancora una volta chi vuol capire capisca.

e tu illuminaci : quanti slam avrebbe vinto Nole se avesse avuto la stessa età di Federer? Cosa sarebbe successo se Federer invece che avere 30 anni nell’anno dell’esplosione dei serbo ne avesse avuti 25? Come mai il tuo fenomeno ha perso in semifinale del RG nel 2011 quanto era al top assoluto della sua forma da un Roger ormai trentenne e sulla cresta dell’onda da anni? Ripeto : Nole ha dovuto attendere che Federer arrivasse a 30 anni per esplodere, fatti qualche domanda. Nole non è riuscito ancora a vincere il RG e ha fatto molte meno finali di quelle che ha disputato lo svizzero alla sua età. Inoltre nonostante Rafa è riuscito a vincerne una, Nole non ne ha ancora vinta una nonostante questo non sia un grande anno per Rafa. Documentarsi qualche volta prima di parlare mai?

ma ti rendi conto che il tuo grandissimo Nole per avere ragione di un vecchietto 33-enne che è ad altissimi livelli da 10 anni ha dovuto penare fino al 6-4 al 5° set? Questo non ti dice niente? Ma secondo te come andava a finire ieri se avessero avuto la stessa età? Ti assicuro che il tanto da te disprezzato Roddick ha fatto penare molto di più uno svizzero molto più giovane in finale a Wimbledon.

121
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Benny (Guest) 07-07-2014 12:04

@ Angelo (#1111351)

Ancora con questa storia. Ne ha vinto uno, ma in 7 Slam, tra finali e semifinali, è stato eliminato da Federer. Se non ci fosse stato lui oggi magari ne avrebbe vinti 8. Ancora una volta chi vuole capire capisca cosa?

120
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Rogerina 07-07-2014 11:58

Scritto da Angelo
Qualcuno mi illumini quanti slam ha vinto il mostruoso rivale storico di Federer il divino supremo Roddick?. Ancora una volta chi vuol capire capisca.

e tu illuminaci : quanti slam avrebbe vinto Nole se avesse avuto la stessa età di Federer? Cosa sarebbe successo se Federer invece che avere 30 anni nell’anno dell’esplosione dei serbo ne avesse avuti 25? Come mai il tuo fenomeno ha perso in semifinale del RG nel 2011 quanto era al top assoluto della sua forma da un Roger ormai trentenne e sulla cresta dell’onda da anni? Ripeto : Nole ha dovuto attendere che Federer arrivasse a 30 anni per esplodere, fatti qualche domanda. Nole non è riuscito ancora a vincere il RG e ha fatto molte meno finali di quelle che ha disputato lo svizzero alla sua età. Inoltre nonostante Rafa è riuscito a vincerne una, Nole non ne ha ancora vinta una nonostante questo non sia un grande anno per Rafa. Documentarsi qualche volta prima di parlare mai?

119
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
nasty (Guest) 07-07-2014 11:49

Ma nel 3 set sul 4/3 per il Re,servizio Nole 0/15 palla schizzata sulla riga imprendibile chiamata assassina ripetizione del punto nessuno ne parla?? 👿

118
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Il Ghiro (Guest) 07-07-2014 11:30

Scritto da Jose mourinho
Non so se ieri sia stata la sua ultima finale di uno slam….prima del torneo ero straconvinto che avrebbe potuto vincere Wimbledon ….l’ho anche giocato a inizio torneo a 7.50….l’ho visto in forma quest’anno, e’ tornato a giocare bene, avevo fiducia….purtroppo in una finale 3/5 contro gente come nole e nadal x lui diventano fondamentali la vittoria nel primo set (avvenuta) e nel caso dopo 2 ore di gioco sei un set pari è’ ancora più fondamentale vincere il terzo set, vai avanti 2 set a 1 può vincere…purtroppo ha giocato male il tre break decisivo, non è la prima volta che capita nella sua carriera, non doveva capitare ieri, servire bene x tutto il terzo set e poi sprecare tutto nel TIe break e stata dura x lui….ha fatto il miracolo nel quarto con quella rimonta ….ma sfido chiunque che dopo la fine del terzo set roger potesse vincere al quinto….comunque in conclusione credo che ieri sia passato l’ultimo treno x vincere uno slam, obiettivamente sulla terra non è competitivo, sul cemento e ancora competitivo ma nole e nadal sono superiori, anche wawrinka degli australian open…. Può arrivare in semifinale ma vincere la vedo molto difficile, può vincere ancora il master invece, ma a me quel torneo non interessa, al vero tifoso di roger interessano i grande slam, master ne ha vinti a valanga….sono sicuro che cambierebbe le sue 6 vittorie con altri 2/3 slam…e inutile che i tifosi di roger scrivono che nadal non ha mai vinto quel torneo etc…l’avessero giocato su cemento all’aperto o sulla terra l’avrebbe vinto anche lui…e poi magari lo vincerà prima o poi…comunque a nadal interesserà superare roger negli slam piuttosto che vincere il master di fine anno!

Mah, gli slam si giocano su 2o3 palle, se sei tra i papabili.
Chiaro che se Volandri avesse vinto il primo set del primo turno, o addirittura la partita, non sarebbe cambiato nulla.
Ma se Gasquet avesse convertito 1 degli 8 match point con Kyrgios probabilmente Nadal sarebbe arrivato in semifinale, e allora per Federer non sarebbe stata una semifinale agevole come con Raonic.
Oppure se Dolgo avesse eliminato Dimitrov, Magari la semi sarebbe stata Nole/Murray, e allora Federer avrebbe preso Murray e il titolo.
Federer, condizione atletica permettendo, è uno dei 2/3 appena dietro ai soliti 2 che possono approfittare di un buon tabellone, di uno spiraglio, di una occasione.
Con la differenza che lui ha già vinto e sente meno la tensione rispetto agli altri outsiders.
Per intenderci, senza polemizzare coi tifosi di Federer, io penso che possa battere Rafa e Nole in una singola partita slam(Parigi a parte), ma non tutti e due in sequenza.
Per cui se il Kyrgios della situazione gentilmente ne leva uno di torno, poi la possibilità di vincere, almeno nei prossimi 5/6 slam c’è.(sempre Parigi esclusa)

117
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
donato (Guest) 07-07-2014 11:12

Il grandioso match di ieri ha sbloccato il serbo e restituito roger a Olimpo dell tennis dopo travagliatissimo 2013n
Nadal avrà vita dura

116
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Jose mourinho (Guest) 07-07-2014 11:11

Monotonia….se ci sono 3 fenomeni si spartiranno loro tre praticamente tutti gli slam….monotonia sarebbe se ci fosse solo un giocatore che vince tutti gli slam…tre o quattro mi sembra già una buona cosa….

115
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Angelo 07-07-2014 10:47

Qualcuno mi illumini quanti slam ha vinto il mostruoso rivale storico di Federer il divino supremo Roddick?. 😮
Ancora una volta chi vuol capire capisca. 💡

114
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
rovescio lungolinea (Guest) 07-07-2014 10:38

Comunque, fattore non insignificante, la partita è stata bellissima.

Due giocatori veri, che cercavano di imporre il proprio gioco all’avversario puntando sui propri punti di forza più che sulle debolezze altrui.

La mediocrità ieri non ha calpestato il prato di Wimbledon, quella che appesta la nostra società e che invece di puntare a fare di più e meglio, preferisce abbassare l’asticella per tutti e limitare le capacità dei più meritevoli.
Quella che si esprime facendo perdere l’avversario piuttosto che vincere il proprio incontro.

Ieri ci sono stati due vincitori, secondo il mio metodo di classificare le cose che accadono.
Se ne sono accorti anche i due protagonisti; nella storia futura di questo splendido gioco ci si ricorderà di questo evento come di qualcosa che legherà più di quanto dividerà.

Grazie Nole, grazie Roger.

113
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
la verita vera (Guest) 07-07-2014 10:22

La monotonia degli SLAM…

Australian Open
2004 Roger Federer
2005 Marat Safin
2006 Roger Federer
2007 Roger Federer
2008 Novak Đoković
2009 Rafael Nadal
2010 Roger Federer
2011 Novak Đoković
2012 Novak Đoković
2013 Novak Đoković
2014 Stanislas Wawrinka

Roland Garros
2005 Rafael Nadal
2006 Rafael Nadal
2007 Rafael Nadal
2008 Rafael Nadal
2009 Roger Federer
2010 Rafael Nadal
2011 Rafael Nadal
2012 Rafael Nadal
2013 Rafael Nadal
2014 Rafael Nadal

Wimbledon
2003 Roger Federer
2004 Roger Federer
2005 Roger Federer
2006 Roger Federer
2007 Roger Federer
2008 Rafael Nadal
2009 Roger Federer
2010 Rafael Nadal
2011 Novak Đoković
2012 Roger Federer
2013 Andy Murray
2014 Novak Đoković

Us Open
2004 Roger Federer
2005 Roger Federer
2006 Roger Federer
2007 Roger Federer
2008 Roger Federer
2009 Juan Martín del Potro
2010 Rafael Nadal
2011 Novak Đoković
2012 Andy Murray
2013 Rafael Nadal

112
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Angelo (Guest) 07-07-2014 10:15

@ la verita vera (#1111273)

E dunque???…secondo la tua tesi, i vecchietti dovrebbero ritirarsi??
Per mandarli in pensione occorre che ci sia qualcuno capace di farlo, e a dirla tutta, il tennis che ho visto ieri, penso che finiti loro, non si vedrà più per un bel pezzo.
Il nuovo all’orizzonte, è tennisticamente parlando, meno bello a vedersi (escluso il bulgaro) di quello offerto dai magnifici 4.
E dunque non si va da nessuna parte, per fortuna, 😆

111
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Jose mourinho (Guest) 07-07-2014 10:12

Non so se ieri sia stata la sua ultima finale di uno slam….prima del torneo ero straconvinto che avrebbe potuto vincere Wimbledon ….l’ho anche giocato a inizio torneo a 7.50….l’ho visto in forma quest’anno, e’ tornato a giocare bene, avevo fiducia….purtroppo in una finale 3/5 contro gente come nole e nadal x lui diventano fondamentali la vittoria nel primo set (avvenuta) e nel caso dopo 2 ore di gioco sei un set pari è’ ancora più fondamentale vincere il terzo set, vai avanti 2 set a 1 può vincere…purtroppo ha giocato male il tre break decisivo, non è la prima volta che capita nella sua carriera, non doveva capitare ieri, servire bene x tutto il terzo set e poi sprecare tutto nel TIe break e stata dura x lui….ha fatto il miracolo nel quarto con quella rimonta ….ma sfido chiunque che dopo la fine del terzo set roger potesse vincere al quinto….comunque in conclusione credo che ieri sia passato l’ultimo treno x vincere uno slam, obiettivamente sulla terra non è competitivo, sul cemento e ancora competitivo ma nole e nadal sono superiori, anche wawrinka degli australian open…. Può arrivare in semifinale ma vincere la vedo molto difficile, può vincere ancora il master invece, ma a me quel torneo non interessa, al vero tifoso di roger interessano i grande slam, master ne ha vinti a valanga….sono sicuro che cambierebbe le sue 6 vittorie con altri 2/3 slam…e inutile che i tifosi di roger scrivono che nadal non ha mai vinto quel torneo etc…l’avessero giocato su cemento all’aperto o sulla terra l’avrebbe vinto anche lui…e poi magari lo vincerà prima o poi…comunque a nadal interesserà superare roger negli slam piuttosto che vincere il master di fine anno!

110
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Rogerina 07-07-2014 10:04

Scritto da Rogerina
Moralmente ha vinto Roger

cambiare Nick grazie, questo è già occupato. 😉
delle vittorie morali ce ne facciamo poco, poi comunque Nole ha meritato, io sono già contenta di quello che il vecchio Re è ancora in grado di fare con i ragazzetti alla sua età e dopo tutti questi anni ad altissimi livelli. Con Nole sono sempre belle partite perchè si gioca a tennis , quindi peccato per il risultato, ma quando vince il tennis io sono contenta comunque.

109
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
l Occhio di Sauron 07-07-2014 09:35

Scritto da Rogerina
Moralmente ha vinto Roger|

Mortalmente puoi far vincere chi vuoi te, anzi ti dirò allora che MORALMENTE HO VINTO IO! 😆 😆 😆 😆 😆

Alla fine contano i fatti e sappiamo bene com’è andata anzi ti dirò che il vecchio ha fatto tanto, molto più del previsto.

108
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
l Occhio di Sauron 07-07-2014 09:33

@ la verita vera (#1111273)

Murray ha vinto 2 Slam (US Open 2012 e Wimbledon 2013) e la medaglia d’oro alle olimpiadi di Londra (quasi un piccolo Wimbledon), direi che ha fatto un qualcosina in più di Waw e Delpo

107
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
la verita vera (Guest) 07-07-2014 09:04

Ormai da dieci anni non accade nulla di nuovo nel tennis.
Gli SLAM li vicono o Nadal o Djokovic o Federer. Una vota sola hanno vinto Murray, Del Potro, Wawrinka. Mi pare nessun altro. Per uno sport globale è troppo poco. Senza rinnovamento non si va da nessuna parte.

106
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Carwood (Guest) 07-07-2014 08:47

Felice per Nole, il più forte di tutti se tutti giocano al massimo, onore delle armi a Federer, mai caratterialmente così straordinario come ieri
Dire che ha meritato l’uno o l’altro ha poco senso: 51 a 49% di punti, punti decisivi fatti a volte dall’uno a volte dall’altro, occasioni perse e sfruttate…semplicemente un incontro bellissimo agonisticamente e soprattutto tecnicamente. Grazie per avercelo regalato

105
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Il Ghiro (Guest) 07-07-2014 08:20

Scritto da Jose mourinho
Ghiro x l’ultima finale slam del re i suoceri si devono paccare, con qualsiasi scusa, mail di testa mail di pancia ma si guarda roger nole….che delusione ahhaha!!!

Sembrava l’occasione giusta per chiudere in bellezza, ha avuto un gran tabellone, che si è addirittura trasformato in corso d’opera in un corridoio umanitario, con il primo ostacolo ai quarti(Wavrinka)che aveva iniziato Wimbledon con seri problemi fisici e costretto a giocarsi la terza partita 3/5 in 3 giorni contro Federer, poi in semi Raonic, che era il meglio pescabile, ed in finale Nole non in gran forma,che era arrivato al quinto con Cilic e che solo un mezzo suicidio di Dimitrov nel quarto aveva impedito tornasse al quinto anche in semi.
Dipende tutto dalla tenuta fisica e dal fatto che Roger mantenga questo livello.
Chi ricorda lo scetticismo dell’anno scorso, dovrebbe avere presente che Federer ebbe un tabellone fantastico a pParigi, e fu eliminato facilmente da Tsonga, poi Wimbledon, le sconfitte co Delbonis e soci su terra, e quella con Robredo in America.
Aveva mal di schiena, si muoveva male, steccava spesso per problemi di riflessi e di schiena, sembrava anche confuso sul piano psicologico(provava il racchettone e non sembrava avere idee chiare su come tornare a vincere)

Ricordo di aver chiesto a Rogerina se si aspettasse ancora di vederlo in finale slam e la risposta fu circa: a vederlo direi di no, ma se lui continua a dire che può farlo, io mi fido, saprà lui quali sono le sue condizioni.
Quest’anno agli Ausopen e’ arrivato in scioltezza ai quarti di finale, ha battuto Murray, ed in semi ha trovato la kryptonite, ma se avesse incontrato chiunque altro, Nole a parte, secondo me al 90 percento sarebbe arrivato in finale da Stan.
Insomma, se è in queste condizioni fisiche e’ estremamente competitivo in uno slam(Wimbledon) e nei 3/4 subito dopo Nole e Rafa neglii altri 2, poi bisognerà vedere come si combinano i tabelloni, gli stati di forma, gli infortuni, i figli nascituri(Nole) che alterano le abitudini e magari per un breve periodo le priorità,ma non capisco perché debba per forza essere l’ultimo ballo.
Detto questo, Wimbledon mi pare che si giochi anche l’anno prossimo, e la richiesta di Volandri di farlo su terra bagnata e servendo dal basso credo sia stata rifiutata dai membri del club per un voto di differenza…per cui, finché c’è erba c’è’ speranza!

104
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Il Ghiro (Guest) 07-07-2014 07:43

Scritto da Jose mourinho
Ghiro x l’ultima finale slam del re i suoceri si devono paccare, con qualsiasi scusa, mail di testa mail di pancia ma si guarda roger nole….che delusione ahhaha!!!

Guarda, per saltare il pranzo dei suoceri mi bastava anche Basso/Fratangelo o Capecchi/Pellegrino.
Purtroppo una serie di sfighe cosmiche ha fatto in modo che da Nadal/Kyrgios io non vedessi più nulla.
Cavoli di Federer che adesso dovrà fare un’altra finale slam…

103
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Rogerina (Guest) 07-07-2014 04:36

Moralmente ha vinto Roger|

102
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Rogerina (Guest) 07-07-2014 04:28

Moralmente ha vinto Roger

101
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!