Wimbledon 2019 ATP, Copertina

Open Court: Wimbledon 2019, una finale Enorme (di Marco Mazzoni)

15/07/2019 16:25 67 commenti
Novak Djokovic e Roger Federer
Novak Djokovic e Roger Federer

Enorme. Non c’è un aggettivo migliore per descrivere la finale di Wimbledon 2019. Sono successe tante di quelle cose, sportive, tecniche, emozionali, che la partita entra di diritto nei libri d’oro del gioco come la più lunga ai Championships ed una delle migliori di sempre. La migliore dell’era Open? La migliore del nuovo millennio? Sulle ali dell’entusiasmo per il grandissimo spettacolo vissuto ieri, è facile fare “il titolone”. Ci andrei cauto, la memoria è spesso corta e finiamo per dimenticarci altri match altrettanto spettacolari ed incredibili. Per citarne un paio, restando ai due attori della finale di ieri, che dire della pazzesca semifinale di Parigi 2011? Quel giorno sul rosso andò in scena un match assoluto per qualità ed intensità, con Roger capace di interrompere la cavalcata senza freni di Novak in quell’anno magico. E se parliamo di tecnica di gioco, varietà e spettacolo puro, beh, io non posso dimenticare la semifinale australiana del 2005 tra Federer e Safin, con Marat irreale per colpi, intensità e qualità. What a match.

Tornando sui prati londinesi, credo si possa affermare che Djokovic vs. Federer 2019 abbia superato la super sfida Nadal vd. Federer 2008 a livello di qualità. Forse anche per intensità ed emozioni. Non tutti saranno d’accordo, ma credo che dal punto di vista meramente tennistico ieri si è visto in campo un gioco superiore per varietà e qualità, con entrambi i campioni molto vicini al loro massimo per la maggior parte del match. In quella eroica sfida del 2008 la partita andò avanti a strappi, meglio uno, poi l’altro; ci furono anche delle interruzioni che ebbero un peso notevole sul risultato finale. Nella finale di ieri no, tutto è filato liscio, tanto che a determinare l’esito finale è stata solo la classe, forza fisica, mentale e tecnica dei due grandissimi campioni.

Perché ha vinto Djokovic? Banalmente, si potrebbe dire “perché Federer ha sbagliato due match point, o almeno il secondo, con quell’attacco ridicolo, corto, affrettato”. Non è una affermazione molto lontana dalla realtà, ma sarebbe ingenerosa verso Djokovic, che vincendo la partita non ha rubato niente. Anzi. È stato, per l’ennesima volta, il più tosto e forte sul piano mentale.

Novak ha avuto l’enorme merito di giocare un grande tennis, di giocarlo anche quando l’altro gli proponeva servizi ingestibili e giocate irreali. La forza di Djokovic – non solo ieri – è stata quella di restare sereno, focalizzato sul proprio gioco, pronto a dare la zampata quando era il momento. I tre tiebreak vinti ne sono un’evidente dimostrazione. Tre su tre. Quando contava, non ha sbagliato nulla, mentre Federer ha perso il miglior servizio proprio nei tiebreak. Lì ha perso la partita Roger, non solo in quei due sciagurati match point, probabilmente i due punti più brutti e dolorosi di una ventennale carriera.

La differenza tra i due campioni è evidente. Sono molto diversi in tutto. La forza di Roger è quella di produrre “Il tennis”, un campionario completo e bellissimo di soluzioni tecniche e tattiche, sostenute in questo torneo da una condizione fisica incredibile per la sua età. Non ha pagato minimamente lo sforzo fisico e mentale della battaglia vinta vs. Rafa. È sceso in campo come meglio non poteva. Ha servito alla grandissima, eccetto che nei tibereak; col rovescio ha spesso prodotto meraviglie in attacco e cambiato ritmo col back. Col dritto molti punti, ha pure risposto bene. Se si prendono i numeri, se si analizza la partita “ai punti”, come fosse pugilato, avrebbe vinto Roger. Ha giocato “meglio”, ha divertito, ha fatto tutto benissimo. Anzi, quasi tutto benissimo. Due punti, i match point, mal gestiti. Fretta. Tensione. Quella palla sul dritto attaccata troppo presto, presa con poco anticipo, restata sulle corde e tirata senza far fare un passo al rivale. Scontato che l’altro tirasse un passante preciso, nonostante la tensione del momento. Ma se non ha sbagliato quasi niente, perché ha perso Federer? Perché appunto ha sbagliato pochissimo, ma nei momenti sbagliati – match point, tiebreak. Vi pare poco? No, è una enormità. È semplicemente la differenza tra una vittoria incredibile ed una sconfitta sanguinosa. Quella che poteva diventare la vittoria Slam n.21 per lo svizzero, probabilmente la più importante di una carriera irripetibile, si è trasformata nel suo peggior incubo. Per quanto Federer sia forte, esperto, tutto quel che volte, stento a credere che possa riprendersi da una “mazzata” del genere. Potrebbe essere l’ultima finale Slam. Un mesto addio. Tra pochi giorni festeggerà il compleanno n.38. Sarà una festa amarissima.

Chissà invece quanto era “dolce” quel ciuffo d’erba che Novak ha assaggiato dopo aver visto la palla scheggiata da Federer volare via larga e lunga, a decretare un meritatissimo successo. Contro tutto, contro tutti. Djokovic vince ancora, si conferma campione dei Championships. Quinta coppa come Borg, a 16 Slam e la prospettiva di superare proprio Federer come numero di settimane al vertice del ranking ATP e tirar dritto verso il sorpasso a Nadal e quindi pure allo svizzero per titoli majors. Potrà non essere simpatico a molti, il suo tennis un po’ “robotico” potrà emozionare di meno di quello perfetto di Roger e quello terribilmente adrenalinico di Rafa. Ma Djokovic, obiettivamente, non sarà il più bello ma sta dimostrando anno dopo anno di essere il tennista più completo e difficile da battere dell’era moderna. Ieri il “Djoker” ha vinto non solo perché è riuscito a sopravvivere ai due match point avversi. Ha vinto perché ha giocato alla perfezione i tiebreak. Ha vinto perché in tutti i momenti (e son stati tanti) in cui Federer ha mostrato un tennis irresistibile, lui è stato lì, è restato focalizzato, concentrato, non ha disperso energie fisiche e mentali, consapevole che se fosse arrivata la chance, se l’avrebbe presa. Ha iniziato male il terzo set, le sue gambe parevano più lente, l’altro tirava colpi irreali, ma non ha mollato di un centimetro. Ha lasciato sfogare la furia tecnica del rivale, tenendo il meglio per il gioco decisivo, dove non ha sbagliato niente. La sua forza è stata il suo tennis lineare. Facile. Ha servito preciso, ha regalato pochissimo col dritto, è stato preciso col rovescio. Ha tenuto il ritmo abbastanza basso da poter accelerare nei momenti decisivi, ma non abbastanza basso da farsi travolgere. Novak ieri ha vinto un match capolavoro. Un match Enorme.

A chi come noi ha visto, sofferto e goduto di fronte ad uno spettacolo del genere, rimarranno per sempre impresse molte istantanee delle fasi cruciali. Tante magie di Roger, tante giocate splendide di Novak, quei due match point, il tiebreak decisivo, il primo della storia dei Championships. Non so se quella 2019 di Wimbledon sarà catalogata come la finale del secolo. So che devo ringraziare Roger e Novak. Nonostante un’erba che non è più erba, quando due fuoriclasse danno il loro meglio, lo spettacolo è grandissimo. Enorme.

Marco Mazzoni


TAG: , , , , , ,

67 commenti. Lasciane uno!

pablito 18-07-2019 19:28

Scritto da Betafasan
Nel quinto Nole ha avuto la possibilità di andare 5 a 2.. ed ha fallito..! Nessuno che lo sottolinea, Federer età spacciato…

In un TB Federer era 5-3.
Nessuno che lo dica..

67
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
deuce 16-07-2019 14:12

Scritto da Ale
Ma nessuno si è accorto che Nole sul mp con il passante ha leggermente steccato, infatti si sente dal rumore della pallina all’impatto. Questo gli ha permesso di tenere la palla in campo con traiettoria particolare. Non a caso il tennis è lo sport del diavolo….

è vero

66
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
deuce 16-07-2019 14:02

Scritto da ggbove@yahoo.it
@ deuce (#2388705)
Non posso accettare una replica del genere, è stato due volte ad un punto dal match, se non è sfortuna questa ditemi voi cosa c’è di peggio

ma scusa che vuol dire che ha avuto 2 match ball?? sono i primi che Nole annulla a Federer forse>? non e’ sfortuna al massimo può essere un’altra cosa…e Nole che ha servito sul 4 2 nel quinto? se teneva i servizi non parlavamo neanche di match ball a sto punto ….non vai da nessuna parte con sta sfortuna ….piuttosto diciamo che Nole non ha giocato come sa…il match sarebbe finito molto prima…poi leggi sopra Mazzoni che dice….Nole non sarà sempre bello ma è più completo e ha una tenuta mentale che Federer non ha e si è visto dopo i 2 match ball a disposizione addirittura col servizio ha perso 8 punti consecutivi…vatteli a rivedere sti punti …Federer non ha giocato da Federer compresi i tie brek

65
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Michibe71
rematore (Guest) 16-07-2019 12:36

Scritto da Principiante
A mio modesto parere la finale con il livello più alto rimane quella del RG 2015, sicuramente aveva un carico emotivo inferiore per la maggior parte dei tifosi ma tennisticamente la ricordo favolosa(soprattutto per il livello tenuto da Wawrinka negli ultimi 3 set)
Ciao

È molto difficile che un finale a Parigi venga indicata dai media come più bella di una a Wimbledon! C’è una sorta di sidditanza psicologica del torneo londinese nel venir sempre messo sopra agli altri slam

64
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
ggbove@yahoo.it 16-07-2019 11:47

@ deuce (#2388705)

Non posso accettare una replica del genere, è stato due volte ad un punto dal match, se non è sfortuna questa ditemi voi cosa c’è di peggio

63
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: ggbove@yahoo.it
-1: deuce
GIANLUCA (Guest) 16-07-2019 11:44

Credo che si possa tranquillamente dire che Federer ha il miglior tennis tra i fab 3 (e probabilmente il miglior tennis che si sia visto in tempi moderni) ma è una spanna sotto a livello mentale. Non ricordo sinceramente di partite perse da Nadal o Djokovic dopo aver accumulato un grande vantaggio, del Re se ne possono contare a bizzeffe.

62
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
tello (Guest) 16-07-2019 11:15

Scritto da Paolo
Dalla racchetta di Federer sgorga tennis. Può anche perdere da un “qualunque” Dyokovic, ma per chi ama il tennis resta sempre una gioia vedere un maestro in azione.

Concordo in pieno

61
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Carramba (Guest) 16-07-2019 09:12

@ Marcelo (#2388353)

Hai ragione. Nole sulle palle break è andato in tilt e gli poteva costare il titolo come successo allo Us Open 2016.
Ricordo un Becker-Edberg, Ivanisevic-Rafter senza contare Borg e c.
Quelle erano epiche questa una gran bella partita ma nulla più.

60
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Paolo (Guest) 16-07-2019 06:47

Dalla racchetta di Federer sgorga tennis. Può anche perdere da un “qualunque” Dyokovic, ma per chi ama il tennis resta sempre una gioia vedere un maestro in azione.

59
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: ggbove@yahoo.it
-1: Michibe71
deuce 16-07-2019 03:01

Scritto da ggbove@yahoo.it
Per me nole non ha vinto, è stato Roger a perdere e a regalargli il match

non gli ha regalato nessun match ….ormai è vecchio e gli sta venendo il braccino piuttosto è Nole che era sottotono ….fosse stato appena normale l’avrebbe mandato sotto la doccia molto prima

58
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
I love tennis (Guest) 16-07-2019 02:33

@ Nicola (#2388133)

Quindi questo dimostra che in quasi tutti gli slam Nole ha dovuto battere almeno uno dei fab 4,e ciò rende le sue imprese ancora più epiche.

57
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
I love tennis (Guest) 16-07-2019 02:30

@ Da Rippa (#2388297)

Ecco,dato che si afferma che Roger non doveva perdere con Nole,la finale con Roddick cosa fu per il livello espresso dall’americano? Un vero e proprio furto,doveva vincere Roddick ma nessuno lo ricorda.

56
Replica | Quota | 2
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Da Rippa, pablito
I love tennis (Guest) 16-07-2019 02:26

@ Betafasan (#2388461)

Da un sito di rosiconi di Federer cosa ci si aspetta?

55
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
I love tennis (Guest) 16-07-2019 02:25

@ ggbove@yahoo.it (#2388661)

Continua a raccontartelo,magari si avvera.

54
Replica | Quota | -1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
-1: ggbove@yahoo.it
Thomasmuster 16-07-2019 01:43

Ieri ha vinto il meno forte in campo, ma nel tennis capita. Ha perso il Dio del tennis, ed anche questo può capitare. Penso che la spallata data ieri da Nole a Roger sia fortissima nella corsa al GOAT, ma attenzione a dare per finito Federer. La delusione per questa sconfitta sarà eterna, ma Roger ha ancora qualcosa da darci, aspettiamo fiduciosi..

53
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Thomasmuster 16-07-2019 01:43

Ieri ha vinto il meno forte in campo, ma nel tennis capita. Ha perso il Dio del tennis, ed anche questo può capitare. Penso che la spallata data ieri da Nole a Roger sia fortissima nella corsa al GOAT, ma attenzione a dare per finito Federer. La delusione per questa sconfitta sarà eterna, ma Roger ha ancora qualcosa da darci, aspettiamo fiduciosi..

52
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: ggbove@yahoo.it
deuce 16-07-2019 01:10

Scritto da idea
Piano a dire che sarà l’ultima finale slam di Federer che la fuguraccia è dietro l’angolo. E se ne uscisse più forte di prima? Quanti lo hanno dato per finito e poi…

questo Federer è la fortuna di Nole….presto lo porterà a 20 slam preparati

51
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
ggbove@yahoo.it 16-07-2019 00:20

Per me nole non ha vinto, è stato Roger a perdere e a regalargli il match

50
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: ggbove@yahoo.it
-1: deuce
idea (Guest) 16-07-2019 00:12

Piano a dire che sarà l’ultima finale slam di Federer che la fuguraccia è dietro l’angolo. E se ne uscisse più forte di prima? Quanti lo hanno dato per finito e poi…

49
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: ggbove@yahoo.it
-1: deuce
Spider 99 (Guest) 15-07-2019 23:11

Scritto da Rox
40-15 proprio servizio in finale a Wimbledon è incredibile. Mah!! altro che rimpianto. Penso che non ne farà più finali Slam. Ma ho la sensazione che anche gli altri due fenomeni iniziano a cedere. Qualcuno nuovo da dietro si farà vedere

Si infatti negli ultimi 11 slam abbiamo 4 Rafa – 4 Nole – 3 Roger. Il nuovo che avanza non esiste…

48
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Betafasan 15-07-2019 22:42

Nel quinto Nole ha avuto la possibilità di andare 5 a 2.. ed ha fallito..! Nessuno che lo sottolinea, Federer età spacciato…

47
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: deuce
marvar (Guest) 15-07-2019 22:27

Il fedal del 2008 rimane superiore come qualità alla partita di ieri

46
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
MAURO (Guest) 15-07-2019 22:18

Scritto da Wimbledon
Nel tennis il concetto di “più grande di sempre” lo si può applicare solo considerando il concetto temporale “sempre” dalla data odierna guardando indietro.
Tanto per fare un esempio al culmine della sua carriera, dopo quello che aveva vinto, Pistol Pit Sampras era considerato il più grande di sempre.
Per diventare il più grande di sempre devi battere il più grande di sempre.
C’è riuscito Federer con Sampras.
Ci sta riuscendo Djokovic con Federer.
Magari ci riuscirà un giorno Musetti battendo Djokovic.

MUSETTI? MA PER FAVORE

45
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
andre948 15-07-2019 22:16

Per me la finale a livello di qualità e di intensità la giocarono il signor Djokovic ed il sigonor Wawrinka al Roland Garros. Comunque ieri chapeau

44
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Luca Martin (Guest) 15-07-2019 22:09

La tensione era enorme. Il gioco espresso era elevato. Ma personalmente non riesco a fare paragoni con match prima del 2000, troppi cambiamenti.

43
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Tennisaddicted (Guest) 15-07-2019 22:06

Scritto da SDRUMO
Enorme partita? Enorme sciocchezza del Manzoni… Solo un set a livello degno del nome dei contendenti: il primo. ➡ Il secondo set, una vera farsa, che se fossi in Tomic mi incazzerei e chiederei che Djokovic venisse multato per scarso impegno e per aver mollato un set mai iniziato. ➡ Terzo set buono, o forse solo sufficiente dove unforced e parenti prossimi degli unforced (un Djokovic doc che fa così tanti errori non lo ricordo) si alternavano a vincenti di buona fattura (quasi tutti di Federer a dire il vero). ➡ Quarto set sulla falsariga del secondo se non fosse che Federer ha sbandato malamente, come al solito, prima di ammazzare il set permettendo a un Djokovic, già focalizzato sul quinto, di dover – ahilui – procrastinare la chiusura del quarto. Quinto set, davvero poca roba se non fosse per il pathos dato dall’andamento del punteggio. Tecnicamente peggio ancora del terzo set quanto a qualità. Qualità sublimata dall’ ORRORE di Federer sul primo MP, e dall’ attacco, da QUARTA CATEGORIA, sul dritto di Djokovic, nel secondo MP. Tiebreak finale assolutamente penoso se penso a un analogo McEnroe Borg degli anni che furono… Per concludere: se non sapete giocare a tennis e/o non conoscete la meravigliosa storia di questo sport, fareste bene a stare zitti o a non sbilanciarvi più di tanto. Un saluto da SDRUMO il Numero UMO dei Commentatori.

Grazie SDRUMO, avevamo bisogno della tua competente analisi. Su questo sito scarseggiano i fini conoscitori di tennis come te, mica possiamo leggere sempre e solo gli svarioni di Marco Mazzoni. 🙄

42
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: deuce
Marcelo (Guest) 15-07-2019 21:52

Scritto da SDRUMO
Enorme partita? Enorme sciocchezza del Manzoni… Solo un set a livello degno del nome dei contendenti: il primo. ➡ Il secondo set, una vera farsa, che se fossi in Tomic mi incazzerei e chiederei che Djokovic venisse multato per scarso impegno e per aver mollato un set mai iniziato. ➡ Terzo set buono, o forse solo sufficiente dove unforced e parenti prossimi degli unforced (un Djokovic doc che fa così tanti errori non lo ricordo) si alternavano a vincenti di buona fattura (quasi tutti di Federer a dire il vero). ➡ Quarto set sulla falsariga del secondo se non fosse che Federer ha sbandato malamente, come al solito, prima di ammazzare il set permettendo a un Djokovic, già focalizzato sul quinto, di dover – ahilui – procrastinare la chiusura del quarto. Quinto set, davvero poca roba se non fosse per il pathos dato dall’andamento del punteggio. Tecnicamente peggio ancora del terzo set quanto a qualità. Qualità sublimata dall’ ORRORE di Federer sul primo MP, e dall’ attacco, da QUARTA CATEGORIA, sul dritto di Djokovic, nel secondo MP. Tiebreak finale assolutamente penoso se penso a un analogo McEnroe Borg degli anni che furono… Per concludere: se non sapete giocare a tennis e/o non conoscete la meravigliosa storia di questo sport, fareste bene a stare zitti o a non sbilanciarvi più di tanto. Un saluto da SDRUMO il Numero UMO dei Commentatori.

Sono d’accordo, questa mi pare che si voglia a tutti i costi celebrare l’evento al di la’ del valore dello stesso.Una partita che Djokovic ha tentato in tutte le maniere a fare vincere Federer e questi ha cercato in tutte le maniere di perdere a cominciare dalle scelte tattiche ,almeno nel 50% sbagliate.

41
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Wimbledon 15-07-2019 21:46

Nel tennis il concetto di “più grande di sempre” lo si può applicare solo considerando il concetto temporale “sempre” dalla data odierna guardando indietro.

Tanto per fare un esempio al culmine della sua carriera, dopo quello che aveva vinto, Pistol Pit Sampras era considerato il più grande di sempre.

Per diventare il più grande di sempre devi battere il più grande di sempre.

C’è riuscito Federer con Sampras.

Ci sta riuscendo Djokovic con Federer.

Magari ci riuscirà un giorno Musetti battendo Djokovic.

40
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Phalloide75 (Guest) 15-07-2019 21:41

Quando Roger si ritirerà mancherà al tennis come Maradona al calcio…ci toccherà andare su you tube e goderci qualche sua magia, pensando che non ne nascerà mai un altro come lui..
E sarà triste..

39
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Principiante (Guest) 15-07-2019 21:39

A mio modesto parere la finale con il livello più alto rimane quella del RG 2015, sicuramente aveva un carico emotivo inferiore per la maggior parte dei tifosi ma tennisticamente la ricordo favolosa(soprattutto per il livello tenuto da Wawrinka negli ultimi 3 set)
Ciao

38
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Wimbledon
Ivo71 (Guest) 15-07-2019 21:27

I 3 ormai fanno la corsa sugli slam: Nadal presiede Parigi, Djokovich vuole conquistarli tutti, Federer cerca di rompere le uova nel paniere dove può ..

37
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Da Rippa 15-07-2019 21:18

Scritto da CannoniereKarlovic
Per me la miglior finale di Wimbledon della storia rimane e rimarrà sempre Federer-Roddick del 2009.
È incredibile quanto sia sottovalutata quella finale, secondo me superiore sia ai due Federer-Nadal sia a Djokovic-Federer di ieri.
Roddick perse il titolo perdendo una sola volta il servizio

Finalmente qualcuno che cita quella finale.
Roger salvato spesso dal servizio (50 aces a 27) e più freddo nei momenti topici.
Roddick che gioca indiscutibilmente il miglior match in carriera senza cedere il servizio fino al 14-15 del 5° set e dopo non aver trasformato due palle break consecutive sull’8 pari…e con quella volee sul setpoint a favore nel tiebreak del secondo set che grida ancora vendetta e che ha inciso pesantemente sul risultato finale.
Una finale che per molti versi ha numerose analogie con quella di ieri, con Roger che 10 anni dopo si è ritrovato in una finale forse simile (col giocatore che gioca meglio ma non vince dopo aver sprecato occasioni d’oro) ma, stavolta, dall’altra parte della “barricata”

36
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: pablito
Super sonego (Guest) 15-07-2019 21:10

E pensare che un non tifoso di nadal (preferisco definirli così perché a me piacciono sia nadal che federer) si é visto il doppio misto…..

35
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
smash&lob (Guest) 15-07-2019 20:56

Scritto da Luca
E’ stata senza dubbio una delle partite più belle di tutti i tempi. Forse verrà ricordata additirittura come la più bella.
Un Roger che alla soglia dei 38 anni gioca per 5 ore il suo miglior tennis, esprime un livello di gioco superiore sotto ogni punto di vista rispetto a quello messo in campo dal numero 1 del mondo, riacciuffa un match che sul 4-2 del quinto set sembrava perduto, ma come spesso in passato gli è capitato non riesce a chiudere, quando sembrava davvero fatta, stavolta credo anche nella sua mente.
Forse la perfetta sintesi della sua carriera.
Incredibilmente nel torneo non si era ancora giocato questo innovativo tie-breack sul 12 pari, nè nel tabellone femminile nè in quello maschile; lo abbiamo vissuto proprio in finale.
Una finale che celava un peso specifico mastodontico: se avesse vinto Roger la situazione Slam sarebbe stata 21-18-15 ed i giochi sarebbero stati (con ogni probabilità) definitivamente chiusi. Lo svizzero avrebbe vendicato le finali londinesi perse con il serbo e quella pazzesca contro Rafa del 2008 terminata proprio 97 al quinto, punteggio che se ieri su quel 40/15…insomma, abbiamo capito, meglio non infierire ulteriormente.
Adesso invece la situazione recita 20-18-16…tutto ancora può succedere e qualsiasi scenario ad oggi resta aperto.
Questa incredibile partita a mio avviso rappresenta un vero e proprio spartiacque, chiude definitivamente un cerchio e al tempo stesso ne apre un altro.
Chiude un cerchio, sì, perchè ci dice in maniera definitiva che questi tre giocatori sono i 3 più forti di tutti i tempi. Il loro intreccio ha dato vita ad una storia incredibile, mai vista prima, e che certamente non potremo più ammirare di nuovo sui campi da tennis con i nostri occhi. Credo che nessun giocatore del passato si possa ritenere superiore ad uno solo dei mangnifici 3. E ripeto 3…per chi ancora non lo avava capito, Murray fa parte di un’altra categoria, parlare di big/fab 4 aveva già poco senso prima, oggi non ne ha proprio più.
Il cerchio che si apre riguarda la fine di questa irripatible e straordinaria era. E’ innegabile che la classifica finale di Slam vinti non rappresenta un semplice dettaglio. Tutto è ancora completamente aperto e smaltite le emozioni di questo epico torneo Roger, Rafa e Nole torneranno in campo con quell’unico obiettivo, che lo ammettano o meno.
In ogni caso ormai la storia l’hanno già (ri)scritta, manca solamente il finale.
Mettiamoci comodi e godiamocelo questo finale, perchè questa è la pagina più bella che la storia dello sport abbia mai saputo offrire.

Scrivete un papiro ma non sapete come si scrive “break” senza c porcaccia l’oca…siete poco credibili quindi.

34
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Ciupaciupa 15-07-2019 20:49

Scritto da MADE

Scritto da Ciupaciupa

Scritto da Luca
E’ stata senza dubbio una delle partite più belle di tutti i tempi. Forse verrà ricordata additirittura come la più bella.
Un Roger che alla soglia dei 38 anni gioca per 5 ore il suo miglior tennis, esprime un livello di gioco superiore sotto ogni punto di vista rispetto a quello messo in campo dal numero 1 del mondo, riacciuffa un match che sul 4-2 del quinto set sembrava perduto, ma come spesso in passato gli è capitato non riesce a chiudere, quando sembrava davvero fatta, stavolta credo anche nella sua mente.
Forse la perfetta sintesi della sua carriera.
Incredibilmente nel torneo non si era ancora giocato questo innovativo tie-breack sul 12 pari, nè nel tabellone femminile nè in quello maschile; lo abbiamo vissuto proprio in finale.
Una finale che celava un peso specifico mastodontico: se avesse vinto Roger la situazione Slam sarebbe stata 21-18-15 ed i giochi sarebbero stati (con ogni probabilità) definitivamente chiusi. Lo svizzero avrebbe vendicato le finali londinesi perse con il serbo e quella pazzesca contro Rafa del 2008 terminata proprio 97 al quinto, punteggio che se ieri su quel 40/15…insomma, abbiamo capito, meglio non infierire ulteriormente.
Adesso invece la situazione recita 20-18-16…tutto ancora può succedere e qualsiasi scenario ad oggi resta aperto.
Questa incredibile partita a mio avviso rappresenta un vero e proprio spartiacque, chiude definitivamente un cerchio e al tempo stesso ne apre un altro.
Chiude un cerchio, sì, perchè ci dice in maniera definitiva che questi tre giocatori sono i 3 più forti di tutti i tempi. Il loro intreccio ha dato vita ad una storia incredibile, mai vista prima, e che certamente non potremo più ammirare di nuovo sui campi da tennis con i nostri occhi. Credo che nessun giocatore del passato si possa ritenere superiore ad uno solo dei mangnifici 3. E ripeto 3…per chi ancora non lo avava capito, Murray fa parte di un’altra categoria, parlare di big/fab 4 aveva già poco senso prima, oggi non ne ha proprio più.
Il cerchio che si apre riguarda la fine di questa irripatible e straordinaria era. E’ innegabile che la classifica finale di Slam vinti non rappresenta un semplice dettaglio. Tutto è ancora completamente aperto e smaltite le emozioni di questo epico torneo Roger, Rafa e Nole torneranno in campo con quell’unico obiettivo, che lo ammettano o meno.
In ogni caso ormai la storia l’hanno già (ri)scritta, manca solamente il finale.
Mettiamoci comodi e godiamocelo questo finale, perchè questa è la pagina più bella che la storia dello sport abbia mai saputo offrire.

Ma come fai a dire che sono i più forti di tutti i tempi? Nadal e djokovic con le racchette di legno le palline bianche e la preparazione fisica di 30 anni fa se stavano nei primi 20 sarebbe stato già un miracolo… Non parlo dei tempi di laver o più indietro con gente che ha fatto il grande slam….

Nadal e djokovic con le racchette di legno, la preparazione di 30 anni fa… Ancora con questi discorsi? Allora io posso dirti che se federer ad inizio carriera avesse avuto un paio di rivali seri sul suo cammino e non avesse acquisito fiducia vincendo slam da solo, ora avrebbe vinto una manciata di slam al massimo, visto che non è mai stato perfetto dal punto di vista emotivo e il match point di ieri ne è l’ennesima prova. Io sono da sempre tifoso di federer, ma se si fanno considerazioni ipotetiche sui suoi rivali, facciamole anche su federer.

Ma guarda che infatti il discorso vale anche x federer… se leggi bene ho scritto come si fa a dire che che sono i più grandi di tutti i tempi… comprendendo anche federer… semplicemente xché non si puo dire… è cambiato tutto… dall’attrezzatura ai metodi di allenamento… ma già confrontare federer con nadal e djokovic ha poco senso perché questi ultimi hanno 5 e 6 anni in meno… Io poi ho scritto che nadal e djokovic con le attrezzature di un tempo avrebbero fatto fatica a stare nei 20 ma vale anche il contrario… un laver o un rosewall portati nel tennis di oggi farebbero loro fatica a stare nei 100 visto che superano a stento il metro e 70… poi vogliamo dire che djokovic è quello che si adatta meglio si tutte le superfici posso essere d’accordo visto che è l’unico che riesce seppur minimamente a contrastare nadal sulla terra…

33
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
nastase (Guest) 15-07-2019 20:49

il tiebreak sul 12-12 è una vergogna e wimbledon perde l’ultima sua eccezionalità (spero che l’anno prossimo qualcuno si vesta di nero!). E Federer resta il più grande di tutti, il tennis!!!

32
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Luis (Guest) 15-07-2019 20:25

@ Rox (#2388076)

Concordo che non.farà più finali ed è giusto così. Quei due match point non glieli perdono. Poteva provare a tirare quattro bombe di servizio. Basta, non ne voglio parlare mai più…

31
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Fabrice (Guest) 15-07-2019 20:20

@ rematore (#2388166)

D’accordo con te al 100%!! 🙂

30
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
deuce 15-07-2019 19:43

volevo fare i complimenti a Mazzoni per l’analisi decisamente centrata sul match

29
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Wimbledon
rematore (Guest) 15-07-2019 19:42

Scritto da Fabrice
“Il successo è fare cose ordinarie in modo straordinario”, Jim Rohn, imprenditore e scrittore americano.
Djokovic col suo tennis lineare giocato in modo eccellente ne è la dimostrazione lampante, Federer invece avendo un tennis più vario e spumeggiante gli diventa più difficile essere sempre impeccabile anche nei momenti più critici nonostante il suo talento tennistico sia di un altro pianeta, ma se dall’altra parte della rete hai il Robocop tennistico per antonomasia con in più lo spirito da guerriero serbo e allora tutto diventa più complicato anche per “The Swiss Maestro”!!

È più o meno ciò che cercavo di spiegare ieri. Djpkovic gioca in modo eccellente e senza errori un tennis di colpi ordinari, anche se giocati sempre profondi e con angolo. Federer ha un gioco di colpi più difficili, di alto tasso tecnico/fisico e più soggetti ad errore.

28
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Francesco (Guest) 15-07-2019 19:38

@ Ciupaciupa (#2388072)

Condivido il principio del tuo discorso ma sarebbe bello applicarlo anche al terzo fab che non hai citato… per questo secondo me il goat non esiste e non esisterà mai

27
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
rematore (Guest) 15-07-2019 19:35

Scritto da Giggino O’ bambulé
Il tiè break sul 12 pari come dice Fantozzi : “E’ una cagata pazzesca”!
O o su fa sul 6 pari o si va ad oltranza

Mi pare invece il giusto compromesso prima della finale. In finale invece si potrebbe andare ad oltranza.

26
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
SDRUMO (Guest) 15-07-2019 19:31

Enorme partita? 💡 Enorme sciocchezza del Manzoni… Solo un set a livello degno del nome dei contendenti: il primo. ➡ Il secondo set, una vera farsa, che se fossi in Tomic mi incazzerei e chiederei che Djokovic venisse multato per scarso impegno e per aver mollato un set mai iniziato. ➡ Terzo set buono, o forse solo sufficiente dove unforced e parenti prossimi degli unforced (un Djokovic doc che fa così tanti errori non lo ricordo) si alternavano a vincenti di buona fattura (quasi tutti di Federer a dire il vero). ➡ Quarto set sulla falsariga del secondo se non fosse che Federer ha sbandato malamente, come al solito, prima di ammazzare il set permettendo a un Djokovic, già focalizzato sul quinto, di dover – ahilui – procrastinare la chiusura del quarto. Quinto set, davvero poca roba se non fosse per il pathos dato dall’andamento del punteggio. Tecnicamente peggio ancora del terzo set quanto a qualità. Qualità sublimata dall’ ORRORE di Federer sul primo MP, e dall’ attacco, da QUARTA CATEGORIA, sul dritto di Djokovic, nel secondo MP. Tiebreak finale assolutamente penoso se penso a un analogo McEnroe Borg degli anni che furono… Per concludere: se non sapete giocare a tennis e/o non conoscete la meravigliosa storia di questo sport, fareste bene a stare zitti o a non sbilanciarvi più di tanto. Un saluto da SDRUMO il Numero UMO dei Commentatori.

25
Replica | Quota | -2
Bisogna essere registrati per votare un commento!
-1: Max Bre, lordshell
Nicola (Guest) 15-07-2019 19:25

Ciao a tutti,

bell’articolo, molto equilibrato e condivisibile.

Aggiungo questa statistica nella sfida per maggior numero di slam|GOAT:

Federer 20 slam vinti (in 8 dei quali ha affrontato almeno uno tra NAdal Murray e Djokovic)

Nadal 18 slam vinti (in 13 dei quali ha affrontato almeno uno tra federer Djokovic o Murray)

Djokovic 16 slam vinti (in 15 dei quali ha affrontato almeno uno tra Federer Nadal o Murray)

Ad ognuno la sua opinione

24
Replica | Quota | -1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
-1: ggbove@yahoo.it
Fabrice (Guest) 15-07-2019 19:22

“Il successo è fare cose ordinarie in modo straordinario”, Jim Rohn, imprenditore e scrittore americano.

Djokovic col suo tennis lineare giocato in modo eccellente ne è la dimostrazione lampante, Federer invece avendo un tennis più vario e spumeggiante gli diventa più difficile essere sempre impeccabile anche nei momenti più critici nonostante il suo talento tennistico sia di un altro pianeta, ma se dall’altra parte della rete hai il Robocop tennistico per antonomasia con in più lo spirito da guerriero serbo e allora tutto diventa più complicato anche per “The Swiss Maestro”!! :mrgreen:

23
Replica | Quota | -1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
-1: ggbove@yahoo.it
Giggino O’ bambulé (Guest) 15-07-2019 19:14

Il tiè break sul 12 pari come dice Fantozzi : “E’ una cagata pazzesca”!
O o su fa sul 6 pari o si va ad oltranza

22
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Sisifo
rematore (Guest) 15-07-2019 19:11

È vero che la memoria è corta…
“ci furono anche delle interruzioni che ebbero un peso notevole sul risultato finale.” in base a quale comsiderazione?
“Nella finale di ieri no, tutto è filato liscio, tanto che a determinare l’esito finale è stata solo la classe, forza fisica, mentale e tecnica dei due grandissimi campioni.” nel 2008 invece?
Forse si dimentica anche il contenuto emotivo della finale 2008! Per esempio che uno deo due non aveva mai vinto il torneo e l’altro perdeva la vetta del mondo del tennis, e sul terreno dove sembrava imbattibile! E che entrambi erano giovanotti che avevano ancora da dimostrare!
La memoria è corta è vero

21
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Ale (Guest) 15-07-2019 19:01

Ma nessuno si è accorto che Nole sul mp con il passante ha leggermente steccato, infatti si sente dal rumore della pallina all’impatto. Questo gli ha permesso di tenere la palla in campo con traiettoria particolare. Non a caso il tennis è lo sport del diavolo….

20
Replica | Quota | 2
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: ggbove@yahoo.it, deuce
MADE (Guest) 15-07-2019 18:54

Scritto da Ciupaciupa

Scritto da Luca
E’ stata senza dubbio una delle partite più belle di tutti i tempi. Forse verrà ricordata additirittura come la più bella.
Un Roger che alla soglia dei 38 anni gioca per 5 ore il suo miglior tennis, esprime un livello di gioco superiore sotto ogni punto di vista rispetto a quello messo in campo dal numero 1 del mondo, riacciuffa un match che sul 4-2 del quinto set sembrava perduto, ma come spesso in passato gli è capitato non riesce a chiudere, quando sembrava davvero fatta, stavolta credo anche nella sua mente.
Forse la perfetta sintesi della sua carriera.
Incredibilmente nel torneo non si era ancora giocato questo innovativo tie-breack sul 12 pari, nè nel tabellone femminile nè in quello maschile; lo abbiamo vissuto proprio in finale.
Una finale che celava un peso specifico mastodontico: se avesse vinto Roger la situazione Slam sarebbe stata 21-18-15 ed i giochi sarebbero stati (con ogni probabilità) definitivamente chiusi. Lo svizzero avrebbe vendicato le finali londinesi perse con il serbo e quella pazzesca contro Rafa del 2008 terminata proprio 97 al quinto, punteggio che se ieri su quel 40/15…insomma, abbiamo capito, meglio non infierire ulteriormente.
Adesso invece la situazione recita 20-18-16…tutto ancora può succedere e qualsiasi scenario ad oggi resta aperto.
Questa incredibile partita a mio avviso rappresenta un vero e proprio spartiacque, chiude definitivamente un cerchio e al tempo stesso ne apre un altro.
Chiude un cerchio, sì, perchè ci dice in maniera definitiva che questi tre giocatori sono i 3 più forti di tutti i tempi. Il loro intreccio ha dato vita ad una storia incredibile, mai vista prima, e che certamente non potremo più ammirare di nuovo sui campi da tennis con i nostri occhi. Credo che nessun giocatore del passato si possa ritenere superiore ad uno solo dei mangnifici 3. E ripeto 3…per chi ancora non lo avava capito, Murray fa parte di un’altra categoria, parlare di big/fab 4 aveva già poco senso prima, oggi non ne ha proprio più.
Il cerchio che si apre riguarda la fine di questa irripatible e straordinaria era. E’ innegabile che la classifica finale di Slam vinti non rappresenta un semplice dettaglio. Tutto è ancora completamente aperto e smaltite le emozioni di questo epico torneo Roger, Rafa e Nole torneranno in campo con quell’unico obiettivo, che lo ammettano o meno.
In ogni caso ormai la storia l’hanno già (ri)scritta, manca solamente il finale.
Mettiamoci comodi e godiamocelo questo finale, perchè questa è la pagina più bella che la storia dello sport abbia mai saputo offrire.

Ma come fai a dire che sono i più forti di tutti i tempi? Nadal e djokovic con le racchette di legno le palline bianche e la preparazione fisica di 30 anni fa se stavano nei primi 20 sarebbe stato già un miracolo… Non parlo dei tempi di laver o più indietro con gente che ha fatto il grande slam….

Nadal e djokovic con le racchette di legno, la preparazione di 30 anni fa… Ancora con questi discorsi? Allora io posso dirti che se federer ad inizio carriera avesse avuto un paio di rivali seri sul suo cammino e non avesse acquisito fiducia vincendo slam da solo, ora avrebbe vinto una manciata di slam al massimo, visto che non è mai stato perfetto dal punto di vista emotivo e il match point di ieri ne è l’ennesima prova. Io sono da sempre tifoso di federer, ma se si fanno considerazioni ipotetiche sui suoi rivali, facciamole anche su federer.

19
Replica | Quota | 2
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: rosinaldo, Sisifo
fabrizio (Guest) 15-07-2019 18:39

Non vedo perché il Federer che ho visto ieri e in semifinale contro Rafa che ha giocato un tennis straordinario non possa vincere di nuovo almeno un altro Slam.
Non solo dico di più vedendolo ieri non mi sorprenderebbe se Roger andasse avanti almeno per altri 4 anni.
Escluso Nole e Rafa con cui si può perdere è nettamente superiore a tutti gli altri ragazzini compresi anche in prospettiva.

18
Replica | Quota | 2
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: rosinaldo, ggbove@yahoo.it
DYLAN1998 15-07-2019 18:38

Continuo a credere che la finale di ieri sia stata una buona partita, niente di più.
Partita molto lunga e intensa, sì. La più bella? No.
Qualità di gioco -soprattutto per quanto riguarda il serbo- non eccelsa.
Sanno fare molto meglio.

17
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Betafasan
Rox (Guest) 15-07-2019 18:30

40-15 proprio servizio in finale a Wimbledon è incredibile. Mah!! altro che rimpianto. Penso che non ne farà più finali Slam. Ma ho la sensazione che anche gli altri due fenomeni iniziano a cedere. Qualcuno nuovo da dietro si farà vedere

16
Replica | Quota | -1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
-1: ggbove@yahoo.it
Ciupaciupa 15-07-2019 18:14

Scritto da Luca
E’ stata senza dubbio una delle partite più belle di tutti i tempi. Forse verrà ricordata additirittura come la più bella.
Un Roger che alla soglia dei 38 anni gioca per 5 ore il suo miglior tennis, esprime un livello di gioco superiore sotto ogni punto di vista rispetto a quello messo in campo dal numero 1 del mondo, riacciuffa un match che sul 4-2 del quinto set sembrava perduto, ma come spesso in passato gli è capitato non riesce a chiudere, quando sembrava davvero fatta, stavolta credo anche nella sua mente.
Forse la perfetta sintesi della sua carriera.
Incredibilmente nel torneo non si era ancora giocato questo innovativo tie-breack sul 12 pari, nè nel tabellone femminile nè in quello maschile; lo abbiamo vissuto proprio in finale.
Una finale che celava un peso specifico mastodontico: se avesse vinto Roger la situazione Slam sarebbe stata 21-18-15 ed i giochi sarebbero stati (con ogni probabilità) definitivamente chiusi. Lo svizzero avrebbe vendicato le finali londinesi perse con il serbo e quella pazzesca contro Rafa del 2008 terminata proprio 97 al quinto, punteggio che se ieri su quel 40/15…insomma, abbiamo capito, meglio non infierire ulteriormente.
Adesso invece la situazione recita 20-18-16…tutto ancora può succedere e qualsiasi scenario ad oggi resta aperto.
Questa incredibile partita a mio avviso rappresenta un vero e proprio spartiacque, chiude definitivamente un cerchio e al tempo stesso ne apre un altro.
Chiude un cerchio, sì, perchè ci dice in maniera definitiva che questi tre giocatori sono i 3 più forti di tutti i tempi. Il loro intreccio ha dato vita ad una storia incredibile, mai vista prima, e che certamente non potremo più ammirare di nuovo sui campi da tennis con i nostri occhi. Credo che nessun giocatore del passato si possa ritenere superiore ad uno solo dei mangnifici 3. E ripeto 3…per chi ancora non lo avava capito, Murray fa parte di un’altra categoria, parlare di big/fab 4 aveva già poco senso prima, oggi non ne ha proprio più.
Il cerchio che si apre riguarda la fine di questa irripatible e straordinaria era. E’ innegabile che la classifica finale di Slam vinti non rappresenta un semplice dettaglio. Tutto è ancora completamente aperto e smaltite le emozioni di questo epico torneo Roger, Rafa e Nole torneranno in campo con quell’unico obiettivo, che lo ammettano o meno.
In ogni caso ormai la storia l’hanno già (ri)scritta, manca solamente il finale.
Mettiamoci comodi e godiamocelo questo finale, perchè questa è la pagina più bella che la storia dello sport abbia mai saputo offrire.

Ma come fai a dire che sono i più forti di tutti i tempi? Nadal e djokovic con le racchette di legno le palline bianche e la preparazione fisica di 30 anni fa se stavano nei primi 20 sarebbe stato già un miracolo… Non parlo dei tempi di laver o più indietro con gente che ha fatto il grande slam….

15
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: TURCO, chrolli
-1: rosinaldo, Max Bre
Rob67 (Guest) 15-07-2019 18:13

Tanti commenti equilibrati, a cominciare da Mazzoni, da condividere, ma mi chiedo, perché mai un tennista di 38 anni che batte il nr. 2 e quasi il nr. 1 dovrebbe gettare la spugna? La delusione passa, si sa che ogni giorno, nel mondo il 50 per cento dei tennisti perde….

14
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: ggbove@yahoo.it
-1: TURCO
Bar 15-07-2019 17:54

Scritto da Wtennis
Quello che a me ha stupito è che Federer si è dimostrato superiore fisicamente nel corso della partita, ma Nole ha mostrato più classe nei momenti decisivi del match.

Per chi segue il calcio, questa sfida tra Roger e Nole può ricordare quella tra Messi e Ronaldo, con il primo più dotato di tecnica ed estro e il secondo, non certo privo di queste qualità, molto più capace di esprimersi sempre meglio al crescere dell’importanza del momento.

13
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Queever (Guest) 15-07-2019 17:53

Ho letto molti commenti stizziti sul fatto che roger abbia perso la finale. Lui è il tennis, lui gioca come nessuno è così via. Per me l’ha vinta il serbo , granitico quando i punti pesavano veramente. Non tifo il serbo ma tanto onore a lui! E se a fine carriera avrà vinto più di tutti il più forte sarà stato lui. Punto.

12
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Wtennis (Guest) 15-07-2019 17:41

Quello che a me ha stupito è che Federer si è dimostrato superiore fisicamente nel corso della partita, ma Nole ha mostrato più classe nei momenti decisivi del match.

11
Replica | Quota | -2
Bisogna essere registrati per votare un commento!
-1: TURCO, ggbove@yahoo.it
Lorenzo Chighizola (Guest) 15-07-2019 17:38

Condivido totalmente l’analisi di Manzoni, nel tennis il talento vale 40%, la testa 60%.
Roger più dotato ma Nole sostenuto da nervi d’acciaio. Nole sta prevalendo nei confronti diretti con Rover e Rafa, direi dato fondamentale.
I match point sono come i rigori, bravo chi li ottiene, ma bisogna fare goal. Quando sei di fronte al portiere Nole forse il braccino colpisce anche i campioni assoluti, dipende dalla roccia che hai di fronte. Non condivido assolutamente l’articolo odierno di Clerici su Repubblica dove sostiene che un pareggio sarebbe stato più equo, da non credere soprattutto se detto da un ex prima categoria, vuol dire negare l’essenza del tennis, chiudiamo Wimbledon con un pareggio magari per accontentare gli sponsor? Ma non diciamo scemenze.

10
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Silvantennis (Guest) 15-07-2019 17:37

Tutti o quasi avremmo voluto vincere con Roger. Onore a Djokovic che con un gioco meno spettacolare ha saputo gestire i 2 match points e dominare i 3 tie-breaks.FiNOLE Wimbledon 2019 davvero indimenticabile!

9
Replica | Quota | -1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
-1: TURCO
Bar 15-07-2019 17:24

Scritto da yuja
Rimane il fatto che è inaccettabile in una partita così importante abbiano concepito il tie sul 12 pari. O sei coerente e fai tutti i set uguali come nell’Open degli Stati Uniti, o non fai il tie e vai avanti ad oltranza nel quinto set. Ci saremmo regalati almeno un’altra mezz’ora di tennis meraviglioso e forse (dico forse) un vincitore diverso. Chissenefrega se giocano otto ore, non siamo al Trofeo dell’Oratorio ma ad una prova del Grande Slam, non puoi giocarti prestigio e milioni in sette punti dopo cinque ore di sofferenze. Se proprio vuoi dare un limite: tie sul 50 pari. Così soltanto Isner e Mahut avrebbero giocato un match più lungo e tanto nessun altro ci arriverà mai più (non ci sarebbero arrivati in realtà neppure loro in un giorno solo; uno dei due sarebbe morto prima).

Anche a me l’aspetto che è piaciuto meno di questa finale è la nuova regola di chiusura col tiebreak sul 12 pari.

8
Replica | Quota | -1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
-1: TURCO
CannoniereKarlovic 15-07-2019 17:18

Per me la miglior finale di Wimbledon della storia rimane e rimarrà sempre Federer-Roddick del 2009.
È incredibile quanto sia sottovalutata quella finale, secondo me superiore sia ai due Federer-Nadal sia a Djokovic-Federer di ieri.
Roddick perse il titolo perdendo una sola volta il servizio

7
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: sonia609, pablito
-1: RUMENO, TURCO
Alb4647 15-07-2019 17:18

Scritto da Luca
E’ stata senza dubbio una delle partite più belle di tutti i tempi. Forse verrà ricordata additirittura come la più bella.
Un Roger che alla soglia dei 38 anni gioca per 5 ore il suo miglior tennis, esprime un livello di gioco superiore sotto ogni punto di vista rispetto a quello messo in campo dal numero 1 del mondo, riacciuffa un match che sul 4-2 del quinto set sembrava perduto, ma come spesso in passato gli è capitato non riesce a chiudere, quando sembrava davvero fatta, stavolta credo anche nella sua mente.
Forse la perfetta sintesi della sua carriera.
Incredibilmente nel torneo non si era ancora giocato questo innovativo tie-breack sul 12 pari, nè nel tabellone femminile nè in quello maschile; lo abbiamo vissuto proprio in finale.
Una finale che celava un peso specifico mastodontico: se avesse vinto Roger la situazione Slam sarebbe stata 21-18-15 ed i giochi sarebbero stati (con ogni probabilità) definitivamente chiusi. Lo svizzero avrebbe vendicato le finali londinesi perse con il serbo e quella pazzesca contro Rafa del 2008 terminata proprio 97 al quinto, punteggio che se ieri su quel 40/15…insomma, abbiamo capito, meglio non infierire ulteriormente.
Adesso invece la situazione recita 20-18-16…tutto ancora può succedere e qualsiasi scenario ad oggi resta aperto.
Questa incredibile partita a mio avviso rappresenta un vero e proprio spartiacque, chiude definitivamente un cerchio e al tempo stesso ne apre un altro.
Chiude un cerchio, sì, perchè ci dice in maniera definitiva che questi tre giocatori sono i 3 più forti di tutti i tempi. Il loro intreccio ha dato vita ad una storia incredibile, mai vista prima, e che certamente non potremo più ammirare di nuovo sui campi da tennis con i nostri occhi. Credo che nessun giocatore del passato si possa ritenere superiore ad uno solo dei mangnifici 3. E ripeto 3…per chi ancora non lo avava capito, Murray fa parte di un’altra categoria, parlare di big/fab 4 aveva già poco senso prima, oggi non ne ha proprio più.
Il cerchio che si apre riguarda la fine di questa irripatible e straordinaria era. E’ innegabile che la classifica finale di Slam vinti non rappresenta un semplice dettaglio. Tutto è ancora completamente aperto e smaltite le emozioni di questo epico torneo Roger, Rafa e Nole torneranno in campo con quell’unico obiettivo, che lo ammettano o meno.
In ogni caso ormai la storia l’hanno già (ri)scritta, manca solamente il finale.
Mettiamoci comodi e godiamocelo questo finale, perchè questa è la pagina più bella che la storia dello sport abbia mai saputo offrire.

Complimenti per la tua disamina, ne condivido ogni singola sillaba. Spero possa anche servire da esempio per tutti coloro, e sono in crescita, che passano il tempo a scagliarsi gli uni contro gli altri a seconda del tifo per uno o per l’altro di questi tre fenomeni.

6
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Alb4647
-1: TURCO
Roger Rose (Guest) 15-07-2019 17:18

Io credo che questa non si possa definire una sconfitta da parte di Federer! È stato attore protagonista di un colossal sportivo. Sinceramente da fan non mi sento triste. Vinci, perdi, hai match point, non li sfrutti… Fa tutto parte del tennis e della vita.

5
Replica | Quota | 2
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: sonia609, Wimbledon
yuja (Guest) 15-07-2019 17:00

Rimane il fatto che è inaccettabile in una partita così importante abbiano concepito il tie sul 12 pari. O sei coerente e fai tutti i set uguali come nell’Open degli Stati Uniti, o non fai il tie e vai avanti ad oltranza nel quinto set. Ci saremmo regalati almeno un’altra mezz’ora di tennis meraviglioso e forse (dico forse) un vincitore diverso. Chissenefrega se giocano otto ore, non siamo al Trofeo dell’Oratorio ma ad una prova del Grande Slam, non puoi giocarti prestigio e milioni in sette punti dopo cinque ore di sofferenze. Se proprio vuoi dare un limite: tie sul 50 pari. Così soltanto Isner e Mahut avrebbero giocato un match più lungo e tanto nessun altro ci arriverà mai più (non ci sarebbero arrivati in realtà neppure loro in un giorno solo; uno dei due sarebbe morto prima).

4
Replica | Quota | -1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Bar
-1: RUMENO, TURCO
Luca (Guest) 15-07-2019 17:00

E’ stata senza dubbio una delle partite più belle di tutti i tempi. Forse verrà ricordata additirittura come la più bella.
Un Roger che alla soglia dei 38 anni gioca per 5 ore il suo miglior tennis, esprime un livello di gioco superiore sotto ogni punto di vista rispetto a quello messo in campo dal numero 1 del mondo, riacciuffa un match che sul 4-2 del quinto set sembrava perduto, ma come spesso in passato gli è capitato non riesce a chiudere, quando sembrava davvero fatta, stavolta credo anche nella sua mente.
Forse la perfetta sintesi della sua carriera.

Incredibilmente nel torneo non si era ancora giocato questo innovativo tie-breack sul 12 pari, nè nel tabellone femminile nè in quello maschile; lo abbiamo vissuto proprio in finale.
Una finale che celava un peso specifico mastodontico: se avesse vinto Roger la situazione Slam sarebbe stata 21-18-15 ed i giochi sarebbero stati (con ogni probabilità) definitivamente chiusi. Lo svizzero avrebbe vendicato le finali londinesi perse con il serbo e quella pazzesca contro Rafa del 2008 terminata proprio 97 al quinto, punteggio che se ieri su quel 40/15…insomma, abbiamo capito, meglio non infierire ulteriormente.
Adesso invece la situazione recita 20-18-16…tutto ancora può succedere e qualsiasi scenario ad oggi resta aperto.

Questa incredibile partita a mio avviso rappresenta un vero e proprio spartiacque, chiude definitivamente un cerchio e al tempo stesso ne apre un altro.
Chiude un cerchio, sì, perchè ci dice in maniera definitiva che questi tre giocatori sono i 3 più forti di tutti i tempi. Il loro intreccio ha dato vita ad una storia incredibile, mai vista prima, e che certamente non potremo più ammirare di nuovo sui campi da tennis con i nostri occhi. Credo che nessun giocatore del passato si possa ritenere superiore ad uno solo dei mangnifici 3. E ripeto 3…per chi ancora non lo avava capito, Murray fa parte di un’altra categoria, parlare di big/fab 4 aveva già poco senso prima, oggi non ne ha proprio più.
Il cerchio che si apre riguarda la fine di questa irripatible e straordinaria era. E’ innegabile che la classifica finale di Slam vinti non rappresenta un semplice dettaglio. Tutto è ancora completamente aperto e smaltite le emozioni di questo epico torneo Roger, Rafa e Nole torneranno in campo con quell’unico obiettivo, che lo ammettano o meno.

In ogni caso ormai la storia l’hanno già (ri)scritta, manca solamente il finale.
Mettiamoci comodi e godiamocelo questo finale, perchè questa è la pagina più bella che la storia dello sport abbia mai saputo offrire.

3
Replica | Quota | -1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: pantera96, rosinaldo, Wimbledon
-1: RUMENO, deuce, TURCO, Ciupaciupa
Tennisaddicted (Guest) 15-07-2019 16:58

Bravo Mazzoni, condivido la tua analisi che, come sempre, è molto equilibrata e non si lascia sopraffare da istinti emozionali.

Adesso sono certo che l’utente nadaluberalles si adopererà per cercare la registrazione su Internet della finale! 😆

Il “soggetto” ha impegnato il pomeriggio della domenica a tempestare il forum di commenti, denigrando la partita senza nemmeno averla vista dall’inizio (ha preferito prima vedere la finale del doppio misto, in contemporanea, per carità scelta ammissibile ma snobistica e del tutto illogica) per poi rovesciare sul forum la sua rancorosa solitudine. Poveraccio… 🙄

2
Replica | Quota | -2
Bisogna essere registrati per votare un commento!
-1: RUMENO, TURCO
MAURO (Guest) 15-07-2019 16:32

ECCOLO. SI E’ RIPRESO DOPO LA BATOSTA DI IERI.

1
Replica | Quota | -1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
-1: sabri1977