Caso Giorgi Copertina, Generica

Angelo Binaghi parla del Caso Giorgi: “La Giorgi ha fatto una scelta e si è assunta tutte le responsabilità. In ogni caso noi abbiamo Errani e Vinci e non la rimpiangiamo”

12/04/2016 13:00 107 commenti
Angelo Binaghi è il Presidente della FIT
Angelo Binaghi è il Presidente della FIT

Angelo Binaghi ha parlato del caso di Camila Giorgi ai microfoni de ‘La politica nel pallone’ su Gr Parlamento.

“La Giorgi ha fatto una scelta e si è assunta tutte le responsabilità. In certi momenti questa vicenda mi sembra più un caso da telefono azzurro. In ogni caso noi abbiamo Errani e Vinci e non la rimpiangiamo.
In questi anni noi abbiamo costruito questa federazione su alcuni principi fondamentali e uno di questi è il rispetto assoluto della maglia azzurra.”

Errani e Vinci torneranno a giocare in doppio? “Speriamo di chiudere già con i singolari. Andiamo in Spagna per vedere se queste ragazze sapranno aggiungere un altro capitolo alla loro epopea, oppure si dimostreranno umane. In ogni caso è una sfida molto dura contro due tra le prime dieci del ranking Wta”.


TAG: , ,

107 commenti. Lasciane uno!

paolo (Guest) 13-04-2016 20:03

Tralasciando per un momento le questioni economiche e la storia della convocazione in nazionale, una cosa è certa: chiunque capisca un minimo di questo sport sa che la Giorgi, finché non imparerà che giocare a tennis non è solo sparare siluri, sarà sempre e comunque la solita incompiuta, ancor più deludente perchè probabilmente dotata del talento per essere una top 10. E certo se il padre-allenatore che l’ha praticamente sempre seguita continua a farla giocare cosi, o non è in grado di correggerla, evidentemente sarebbe il caso per lei di tentare quanto prima altre strade, anche perché la ragazza ne ha ormai 24 e, insomma, di tempo per provarci non ne è poi rimasto cosi tanto. Sempre che abbia la forza di superare quello che a mio avviso è un’evidente stato di perniciosa soggezione. Purtoppo ho il forte sospetto che Camila capirà quanto si è fatta male solo quando sarà troppo tardi.

107
paolo (Guest) 13-04-2016 20:03

Tralasciando per un momento le questioni economiche e la storia della convocazione in nazionale, una cosa è certa: chiunque capisca un minimo di questo sport sa che la Giorgi, finché non imparerà che giocare a tennis non è solo sparare siluri, sarà sempre e comunque la solita incompiuta, ancor più deludente perchè probabilmente dotata del talento per essere una top 10. E certo se il padre-allenatore che l’ha praticamente sempre seguita continua a farla giocare cosi, o non è in grado di correggerla, evidentemente sarebbe il caso per lei di tentare quanto prima altre strade, anche perché la ragazza ne ha ormai 24 e, insomma, di tempo per provarci non ne è poi rimasto cosi tanto. Sempre che abbia la forza di superare quello che a mio avviso è un’evidente stato di perniciosa soggezione. Purtoppo ho il forte sospetto che Camila capirà quanto si è fatta male solo quando sarà troppo tardi.

106
vilas61 (Guest) 13-04-2016 15:09

Scrissi tempo fa in un altro blog
Non so se siete nel sistema Fit (Marcis91 ect.ect) e onestamente non mi interessa, ma certo è che la difesa strenua a tutti i costi è molto più simile agli uomini di Cosa nostra che dei fieri Pellirossa (purtroppo sconfitti dai più ricchi e meglio disposti emigranti europei).
Che nessuno si senta offeso ma l’impressione che ho che scriviate senza aver letto le dichiarazioni di tutto lo staff Fit (che non vedeva l’ora di liberarsi di SErgio), senza prendere in considerazione almeno in parte che alcune cose scritte possano essere condivise se non proprio accettate.
Ho già scritto di aver riconosciuto il ruolo di Capitan Barazzutti di aver preso atto che sotto la gestione Binaghi l’imprenditorialità del presidente ha dato i suoi frutti molto buoni e di buona qualità.
Il rimprovero (scusate il termine, ma in questo momento non trovo sinonimi adeguati)è sulla divisione dei dividendi elargiti (a mio parere) molto male, ma l’articolo non parla di ciò, ma dire che la Fit aiuta o ha aiutato la Schiavone o la Errani o la Vinci o la Pennetta mi sembra ridicolo o perlomeno li ha si aiutati ma dopo che sono diventati grandi ma prima dov’era la FEderazione stessa cosa con la Giorgi è stato un atto umanitario reintegrarla nel sistema Fit? oppure da entrambi il lati si cercava di avere da entrambi i lati dei tornaconti personali?
Sei vuoi fedeltà, amore per la patria, amore per la bandiera, devi farlo quando sono piccolo non quando ormai sono grande bella forte e (ogni tanto vinco)tutto qui.
Pago oltre il 60% di tasse, mi controllano persino nelle mutande, se riescono mi fottono i soldi mentre dormo, mi fanno investire in carta straccia per poi dire che non ho letto bene il contratto, mi dicono che da domani invece che a 65 ani devo andare in pensione quando lo dicono loro e vuoi anche che vado in giro a sventolare la bandiera…..ma fatemi il piacere

105
vilas61 (Guest) 13-04-2016 14:45

Scritto da radar
Che presidente!
Un vero presidente si sarebbe speso per cercare di recuperare Camila e non per buttare ulteriore benzina sul fuoco.
Un vero presidente avrebbe sottolineato l’importanza che ha ciascun singolo atleta per la Federazione e che perderlo rappresenta sempre una sconfitta.
Un vero presidente si sarebbe assunto le proprie responsabilità invece di scaricarle pateticamente sugli altri.
Un vero presidente appunto, ciò di cui necessitiamo e che non abbiamo..
#cercasidirigentidisperatamente
Binaghi poi, non è abituato ad essere contraddetto o contestato: è abituato ad atteggiamenti servili.
Per una volta che trova pane per i suoi denti, si comporta come i bambini e preferisce fare a testate con Sergio Giorgi, piuttosto che comportarsi da uomo e rischiare, forse, di dover abbassare un poco la cresta..
Vedremo se Camila, ancora una volta pesantemente offesa come persona, replicherà.
Fossi in lei non darei corda a simili individui, che rasentano gli istinti più bassi e vogliono portare lo scontro a livello tribale e muscolare.
Vai per la tua strada Camila e ritieniti fortunata a non dover avere più nulla a che fare con personaggi di tal fatta!

Ottimo Radar, meglio non si poteva esprimere il pensiero di tanti

104
I love tennis (Guest) 13-04-2016 11:42

@ Marcus91 (#1572547)

Per quanto concerne la dipendenza dal padre anch’io credo che dovrebbe agire di testa sua,ma da qui a mandarla via dalla Fed Cup ci vuole un aggravante più serio,secondo me.

103
Marcus91 13-04-2016 11:05

Scritto da I love tennis
@ Marcus91 (#1572413)
Guarda che non sogno la disfatta contro le nostre giocatrici,ma me la auspico,con annessa superiorità delle iberiche,per far tacere questo viscido personaggio che si è preso i meriti delle vittorie in Fed Cup,che non appartengono ne’ a lui ne’ a Palmieri,ma a Schiavone,Vinci,Errani ,Pennetta e a capitan Barazzutti,per quanto sia stato criticato.Io ricordo altri giocatori avere avuto problemi con questi schemi rigidi e ottusi della federazione,giocatori che in Davis hanno sempre tenuto alla maglia e ci hanno anche regalato una semifinale.Non accetto che i meriti dei nostri alfieri vadano a queste contorti menti,che per altro surclassano una Giorgi che sarà anche discutibile,ma non meritava questo trattamento.Tu vedrai come a Binaghi e soci gli resteranno le vecchie glorie di Fed Cup.Un presidente dovrebbe trattenere i suoi giocatori,non mandarli via.

Sul fatto che le vittorie sono delle giocatrici e del capitano sono pienamente d’accordo, ma è anche sua visto che si gioca per la nazione e lui è il presidente nazionale della federazione.
Sulla Giorgi, penso che abbia fatto tutto lei, dopo le ripercussioni sono inevitabili, o pensi e non ti fai comandare da tuo padre, oppure ti prendi le tue responsabilità, paghi e sei pronta anche a sentirti dire quello che gli altri pensano!

102
Fabiutko (Guest) 13-04-2016 09:41

Ma Ricci Bitti???
Cosa ne pensa???
Dai,che il campionario degli insulti è bello grosso…

101

Lascia un commento