Out Camila Copertina, WTA

WTA Pechino: Camila Giorgi eliminata al primo turno. Timea Bacsinszky vince un match dopo 3 mesi

03/10/2015 08:54 108 commenti
Camila Giorgi classe 1991, n.33 del mondo
Camila Giorgi classe 1991, n.33 del mondo

Camila Giorgi esce di scena all’esordio nel torneo WTA Premier di Pechino ($5.678.653, cemento).

L’azzurra si è arresa a Timea Bacsinszky, classe 1989, n.15 WTA e che non vinceva un match dal torneo di Wimbledon, con il risultato di 16 64 63 in 2 ore e 6 minuti di partita.

Primo set: Camila parte bene e si porta sul 5 a 0, grazie ai break nel secondo gioco e nel quarto game.
Sul 4 a 0 la Giorgi, dal 15-40, era brava ad annullare tre palle break prima di chiudere poi la frazione per 6 a 1, dopo aver tenuto ai vantaggi l’ultimo turno di servizio del parziale, senza concedere però palle break.

Secondo set: L’azzurra avanti per 4 a 2, subiva da quel momento un parziale di quattro game consecutivi, con la svizzera che portava a casa la frazione per 6 a 4, piazzando il break decisivo nel decimo game (a 15) e dopo aver annullato sul 4 pari una delicata palla break che avrebbe permesso a Camila, in caso di conversione, di andare a servire per il match sul 5 a 4.

Terzo set: Nel primo game l’elvetica, dal 15-40, annullava due delicate palle break e poi sul 3 a 2 Timea, dal 15-40, alla quinta palla break utile piazzava il break decisivo ai vantaggi (con uno schiaffo al volo sbagliato sul break point dalla tennista di Macerata), chiudendo poi set e match per 6 a 3, dopo aver tenuto a 0 l’ultimo game di battuta, con Camila che nell’ultimo game dell’incontro commetteva ben 4 errori gratuiti.

La partita punto per punto

WTA Beijing
Camila Giorgi
6
4
3
Timea Bacsinszky [12]
1
6
6
Vincitore: T. BACSINSZKY

C. Giorgi ITA – T. Bacsinszky SUI
02:05:41
1 Aces 3
6 Double Faults 7
70% 1st Serve % 58%
47/67 (70%) 1st Serve Points Won 38/51 (75%)
10/29 (34%) 2nd Serve Points Won 15/37 (41%)
8/11 (73%) Break Points Saved 3/6 (50%)
13 Service Games Played 13
13/51 (25%) 1st Return Points Won 20/67 (30%)
22/37 (59%) 2nd Return Points Won 19/29 (66%)
3/6 (50%) Break Points Won 3/11 (27%)
13 Return Games Played 13
57/96 (59%) Total Service Points Won 53/88 (60%)
35/88 (40%) Total Return Points Won 39/96 (41%)

33 Ranking 15
23 Age 26
Macerata, Italy Birthplace Lausanne, Switzerland
France Residence Belmont-sur-Lausanne, Switzerland
5′ 6″ (1.68 m) Height 5′ 7″ (1.70 m)
119 lbs. (54 kg) Weight 137 lbs. (62 kg)
Right-Handed Plays Right-Handed
Pro Turned Pro Pro (October 2004)
23/20 Year to Date Win/Loss 36/12
1 Year to Date Titles 2
1 Career Titles 3
$1,653,269 Career Prize Money $3,048,008
92/184 (50%) Total Points Won 92/184 (50%)


TAG: , , ,

108 commenti. Lasciane uno!

Fan (Guest) 11-10-2015 22:29

@ antonios (#1463570)

Ti avevo posto una domanda a cui non hai mai risposto sulla Konta, di cui pare adesso tu sia un ammiratore, ed il tuo amichetto. Hai novità?

108
antonios (Guest) 03-10-2015 23:47

Scritto da cercasifuturiroger
@ Vince (#1463187)
Anche Marcello Lippi diceva che avrebbe smesso di allenare a 60 anni e che non avrebbe allenato una seconda volte l’Italia ai mondiali…tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare…poi abbiamo capito che sei contento del risultato di stamattina. Non avevamo dubbi.

Non “avevamo dubbi”? Tu e chi? Ah…capito! Veramente se c’è uno su questo sito che gode delle sconfitte di alcune tenniste sei tu. Un piccolo elenco: Cornet, Larsson, Errani, Arraubarrena, Pennetta, Vinci tanto per limitarci a 6. Se è vero che tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare è anche vero che il bue chiamato corxxto l’asino…tanto per essere aulici al tuo livello.

107
stealth 03-10-2015 21:57

Se dovesse chiudere la stagione in 32° posiz. la sufficienza piena
cmq le deve essere data xche’ le permetterebbe di evitare agli A/O
le famose top x i primi 2 turni…adesso io non so bene come e’ messa
con gli scarti…quanti turni dovra’ passare a Linz e a Mosca x
aggiungere dei risultati validi???

E qualora ne avesse bisogno una richiesta di WC al 100K che si disputa in Francia a fine mese non sarebbe opportuna??? la Jankovic
quest’estate ha giocato e vinto un 125 in Cina…non mi sembra che
la serba sia l’ultima venuta?!?!

106
Omar Camporese 03-10-2015 21:24

@ Fabblack (#1463473)

Guarda che se sei l’unico che ancora insiste sul ribattere quello che scrivo, evidentemente non è un problema mio, ma tuo, dal momento che non leggi con attenzione quello che scrivo…
e lo stesso vale per quanto riguarda le tue repliche a Vince!
Ti inventi cose di sana pianta, che io non ho mai scritto, come ad esempio “chi gioca i 10.000, non vince i 100.000 + H”!
Ma vuoi che non lo sappia io che gestisco uno spazio dedicato agli Itf?
Io ho parlato di variabili nei punteggi, mica di chi li frquenta!
Poi te lo ripeto per l’ultima volta:
Io ipotizzo quella media, proiettata UGUALE UGUALE, nei 12 mesi e lo sanno anche le pietre che se fai 10 punti in uno slam, alias 40 punti in 4 slam, questi 40 punti NON li scarti, così come altri spiccioli racimolati in tornei obbligatori.
Vero è che alla fine la media si fa su 16 totnei e non su tutto.
Ma se negli obbligatori stai già uscendo ai primi turni, e continuerai così, alla fine dove pensi di arrivare?
Poi prima di scrivere sul sito della Giorgi che vieni su Livetennis a fare il GIUSTIZIERE, almeno leggi bene quello che scrivono gli altri…
Altrimenti finisci veramente per diventare noioso e scusami se te lo faccio notare!
Ora veramente questa è la mia ultima rreplica, perchè stacco.
Se non hai ancora capito pazienza…

105
Fabio P. (Guest) 03-10-2015 21:10

Scritto da biglebowsky

Scritto da Vince
@ biglebowsky (#1463183)
Ma è anche quello che nel fondamentale che hai citato, le ha suggerito di rispondere 3 metri dentro il campo, esponendola così a bruttissime figure contro giocatrici di “terzo piano”…facendole perdere diversi mesi inutilmente e anche parecchi punti in classifica.

interessante questione, che meriterebbe un ragionamento lungo e che provo a sintetizzare.
camila aveva già seri problemi in risposta: penso che fossimo in due a sostenere che quello era il problema e NON IL SERVIZIO come dicevano tutti gli altri, sia aficionados sia detrattori.
ora vedo che molti stanno convenendo, i numeri non sbagliano: nel 2014 camila è stata undicesima nel rapporto game vinti/game giocati sul suo servizio, la quarantesima game vinti/game giocati in risposta, ed infatti ha chiuso trentesima circa.
camila ha l’apertura alare molto ridotta ed è un grave handicap in fase difensiva.
se sta troppo indietro in risposta questo la porta a dover coprire una fascia di campo troppo ampia. questo, unito ad una scarsa attitudine a leggere la direzione del servizio la penalizza eccessivamente e così hanno provato in un paio di tornei sulla terra ad esasperare la posizione avanzata in fase di risposta, credo per testare sotto stress quello che stavano facendo in allenamento. oltre a restringere la possibile linea di impatto,
questo è anche propedeutico, almeno così mi hanno spiegato persone con cui ne ho parlato, a migliorare il senso cinestetico, vale a dire la capacità di controllare il corpo e le sue appendici artificiali (racchetta) attraverso complessi meccanismi di applicazione (percezione, tocco, forma, propriocezione,coordinazione, coordinazione occhio-mano, grazia, controllo, riflessi e via dicendo).
per farti capire, bollettieri obbliga i suoi allievi a giocare più avanti in fase di apprendimento, ritenendo che poi arretrare sia più facile e i meccanismi acquisiti restino automatici.
la migliore analogia semplicistica è forse la capacità che ha un guidatore di mettere in pratica senza nemmeno accorgersene la miriade di piccole decisioni e aggiustamenti per guidare bene.
se lo sai fare a 200 all’ora, diventa più facile farlo a 100.
ci stanno lavorando e quando si deve migliorare in qualche aspetto, si passa attraverso la perdita di sicurezze consolidate ma che erano insufficienti, evidentemente, per migliorare ulteriormente.
credimi, non sono degli sprovveduti e, tra l’altro, non sono soli in questo percorso; ovviamente la puoi pensare diversamente,
però non serve, come siamo soliti fare, spiegare cosa fare per risolvere certi problemi a persone esperte e tecnici preparati.
un po’ come quelli che vogliono spiegare all’allenatore della errani come migliorare il suo servizio: ma credete che una che ha guadagnato 10 milioni in carriera non possa trovarsi dei consulenti capaci?
o quell’altro, qua a milano, che è convinto di avere la soluzione al problema dell’immigrazione (non considerando che ci hanno studiato in tutto il mondo esperti e studiosi piuttosto preparati) senza aver messo il culo fuori dalla lombardia.
quindi, per finire, se non li sopporti ne prendo atto.
ma farli passare per dei dilettanti allo sbaraglio è sbagliato.
trentesima nel mondo e migliore italiana tra le nate dopo il 1988, quindi under 27, non ci si diventa per caso, dietro c’è un lavoro lungo, serio e in divenire.
perchè sia chiaro che è una giocatrice costruita, non è una tennista naturale a cui gli dei hanno dato il dono del tennis.
e vedrai che non è finita contro baczinski.

Post splendido, grazie per averlo scritto.

Quoto l’invito a rispettare il .ul0 a baule che i Giorgi si sono fatti per arrivare dove sono arrivati.
E a seguire quoto anche l’altro tuo commento. Personalmente mi aspetto una certa crescita nei prossimi due anni, e i risultatoni dal ’18 in poi, tenuta fisica permettendo. Ho l’impressione che abbia bisogno di tempi piuttosto lunghi per acquisire certi movimenti/soluzioni che diciamo non al momento non le vengono spontanei.

104
Vince 03-10-2015 20:42

Scritto da Fabblack
@ Vince (#1463394)
Stai a sentire, te lo ripeto per l’ultima volta:
era una risposta al commento nr. 31.
E’ evidente che se dopo un anno da 41 passo a 31 ho fatto meglio dell’anno precedente, se da 11 passi a 20, no.
Hai fatto meglio di me ma la tua annata è stata peggiore della precedente e la mia, che ho quasi 5 anni di meno, è stata migliore.

Ma non è vero che ha iniziato l’anno al n.41, è questo il punto 🙂

Non ha alcun senso prendere come parametro il 6 ottobre 2014, per giudicare il 2015 di qualcuno, perchè in quel conteggio c’è dentro anche un pezzo di 2014…e quindi si deve prendere necessariamente come punto di partenza il primo gennaio 2015, non è difficile da capire.

E il primo gennaio 2015 la Giorgi era n.33, mentre oggi è virtualmente 32…se tu ci vedi una crescita di +11, beato te, cosa devo dirti.

Comunque anch’io lo dico per l’ultima volta, perchè ripetere delle cose così chiare ed evidenti, dopo un po’annoia.

103
manuel (Guest) 03-10-2015 20:41

😈
idem ,cosi anche con la kerber.
ma mica deve darsi agli itf ?
speravo la vittoria a s’hertognbosch le sarebbe servita a qualcosa,ma nulla ora chiudiamo almeno bene la stagione 😯 😐 😀

102
Fabblack 03-10-2015 20:30

@ Omar Camporese (#1463453)

Se ha quella posizione grazie ai tornei precedenti, significa che quelli andati male li scarterà.
Lo sai qual’è il tuo errore di base?
Pensa che Errani questa settimana scartava 100 punti, pensa a questi livelli cosa sono due/tre mesi di zeri, Camila li ha fatti anche da Praga a Roma ed ha 10 posizioni in più dell’anno scorso!
Ti sei fissato che se una ha un due/tre mesi negativi, DEVE fare tutto un anno a quel ritmo. Non è così.
Eppure ti ho fatto l’esempio di un gennaio perfetto che NON PUO’ significare fare per forza un anno perfetto.
Ti devo citare di nuovo il pollo di Trilussa?
Riguardo agli ITF, in linea di massima chi gioca i 10.000, non vince i 100.000 + H.

101