Fuori Camila Copertina, WTA

WTA Roma: Partita con tanti errori. Camila Giorgi perde con un doppio 75 da Jelena Jankovic

12/05/2015 21:47 122 commenti
Camila Giorgi classe 1991, n.37 del mondo
Camila Giorgi classe 1991, n.37 del mondo

Una Brutta partita e una brutta Camila Giorgi che esce di scena all’esordio nel torneo WTA Premier di Roma ($2.707.664, terra).

La tennista di Macerata si è arresa a Jelena Jankovic, classe 1985, n.20 WTA, con il risultato di 75 75 in 1 ora e 53 minuti di partita.

Primo set: Camila dopo aver recuperato un break nel quarto gioco, sul 3 a 2 l’azzurra piazzava il break (a 0 con due doppi falli di Jelena) e si portava sul 5 a 2.
Sul 5 a 3 Cami serviva per il set ma commetteva due doppi falli, uno sulla palla break e la serba conquistava il controbreak.
Sul 4 a 5 Jelena pur commettendo due doppi falli teneva il servizio ai vantaggi e senza annullare palle break.
Sul 5 pari la Giorgi cedeva la battuta ai vantaggi, dal 40-30, con la tennista di Macerata che sulla palla break commetteva un gratuito.
Sul 6 a 5 si giocava il game più brutto del parziale, con la serba che pur commettendo tre doppi falli nel gioco, riusciva a tenere il servizio, con la complicità della Giorgi che sbagliava tante risposte e poi sul terzo set point a disposizione per Jelena, Cami mandava fuori di poco un rovescio incrociato, con la Jankovic che con un sorriso chiudeva la frazione per 7 a 5.

Secondo set: La Giorgi avanti per 4 a 1, grazie al break nel quarto game e dopo aver recuperato un break nel secondo gioco, subiva il recupero della serba che controbrekkava nel settimo gioco l’azzurra, con un doppio fallo letale di Camila sulla palla break.
Sul 4 pari l’italiana perdeva ai vantaggi il servizio ma sul 4 a 5, piazzava il controbreak a 30.
Sul 5 a 5 l’azzurra, dal 40-30, cedeva nuovamente la battuta commettendo sulla palla break l’ennesimo doppio fallo.
Jelena nel game successivo, sul 6 a 5, teneva a 0 il turno di servizio, chiudendo la partita per 7 a 5, con Camila che affossava un rovescio in rete sulla palla match.

La partita punto per punto

WTA Rome
Jelena Jankovic [16]
7
7
Camila Giorgi
5
5
Vincitore: J. JANKOVIC

J. Jankovic SRB - C. Giorgi ITA
2 Aces 1
9 Double Faults 10
49% 1st Serve % 63%
22/35 (63%) 1st Serve Points Won 31/57 (54%)
17/37 (46%) 2nd Serve Points Won 12/33 (36%)
1/6 (17%) Break Points Saved 7/14 (50%)
12 Service Games Played 12
26/57 (46%) 1st Return Points Won 13/35 (37%)
21/33 (64%) 2nd Return Points Won 20/37 (54%)
7/14 (50%) Break Points Won 5/6 (83%)
12 Return Games Played 12
39/72 (54%) Total Service Points Won 43/90 (48%)
47/90 (52%) Total Return Points Won 33/72 (46%)
86/162 (53%) Total Points Won 76/162 (47%)


TAG: , , , ,

122 commenti. Lasciane uno!

OriginalGiulio (Guest) 13-05-2015 14:25

@ Lucco (#1342178)

Hai ragione la palla di Camila da sempre l’impressione di “scappare”e viceversa quella di Serena(che infatti è la numero 1 :mrgreen: )Non volevo fare un paragone tra le due,sarebbe impietoso..

122
OriginalGiulio (Guest) 13-05-2015 14:16

@ marco (#1342104)

Vero quanto affermi ma a mio avviso non funzionerebbe su una giocatrice atipica come la Giorgi,magari invece mi sbaglio.
Intendiamoci non ho nulla contro quella scuola tennistica(anzi sono un grande sostenitore di Nadal)ma a mio avviso è sbagliata una standardizzazione che non tenga conto delle peculiarità dell’atleta:quando vedo giocatori/trici che avrebbero una buona propensione all’attacco colpire sistematicamente la palla 2/3 metri dietro la riga di fondo( snaturando completamente il loro gioco)me ne dispiaccio e penso che un po’di varietà in più nel circuito non farebbe male.

121
Shuzo (Guest) 13-05-2015 14:01

Se giocando male ha perso solo 7/5 7/5 con la Jankovic significa che il suo potenziale è veramente enorme. Peccato che non le insegnino a usare anche la testa, soprattutto visto che la materia grigia non difetti assolutamente in Camila.

120
brizz 13-05-2015 13:26

Scritto da franz
il tennis fatto di cannonate ha ucciso il tennis vero quello di Federer per capirci. Mi dispiace per la Giorgi, per i suoi muscoli, per questi giocatori che non sanno più cosa è una volee e una smorzata di classe. Viva la fantasia!Abbasso i muscoli!

qualcuno riesce a dirgli che esistono i colpi slice? e le palle corte?

119
christian (Guest) 13-05-2015 13:19

52 errori hahahahahhahahah :mrgreen:

118
franz (Guest) 13-05-2015 11:16

il tennis fatto di cannonate ha ucciso il tennis vero quello di Federer per capirci. Mi dispiace per la Giorgi, per i suoi muscoli, per questi giocatori che non sanno più cosa è una volee e una smorzata di classe. Viva la fantasia!Abbasso i muscoli!

117
robbie22 (Guest) 13-05-2015 11:04

Quanto mi fa inca..are sta ragazza , in 20 match visti , mai uno slice o una palla corta, perche’?

116
Lucco (Guest) 13-05-2015 10:13

Scritto da OriginalGiulio
@ veronica (#1342024)
Non la ho paragonata a Serena ma ho solo detto che già esiste chi(con tutte le differenze del caso)gioca con le stesse velocità di palla e aggressività di Camila ma molti meno gratuiti. Continui per la sua strada che prima o poi il risultato(basta uno)arriverà,mi auguro che stia ben alla larga dai soliti coach difensivisti italo/ispanici che sono la sciagura di molti tennisti.

Bisogna vedere come si raggiunge la velocità di palla. Nel movimento di Serena la palla è veloce sì, ma il suo sembra quasi un movimento lento. Camila invece fa quel movimento velocissimo e a mio avviso brutto, dove non si distingue l’apertura dal colpo.
Da non dimenticare che Serena usa per metà anche il budello, corda da velocità per eccellenza.
Il colpo di Serena ti sembra strano che vada lungo.
Il colpo di Camila ti sembra strano che resti in campo.

115
paoli (Guest) 13-05-2015 10:05

per forza gioca a caso!

114
diegus 13-05-2015 09:54

Scritto da Bonfanm
Ormai ne abbiamo viste tante di partite di Camila .. Potrebbe anche essere 6-0 5-0 e potrebbe tranquillamente ancora perdere. Vedo anzi una certa costanza nel suo gioco che fa pensare sia ormai arrivata al suo livello. Solo che ora nel circuito la conoscono. Sanno bene che basta attendere il momento no, rimandarla di la’ e gli errori arrivano per grappoli di game di fila. Il tennis non è salto in lungo dove puoi vincere l’oro con uno splendido balzo e 5 nulli. Quando il saldo è questo nel tennis perdi anche perché dall’ altra parte c’è di solito qualcuno che lotta su ogni palla per vincere.

Quoto!

113
Lucien (Guest) 13-05-2015 09:25

Secondo me ha bisogno di uno psicologo (oltre che di un vero allenatore).
Aveva di fronte una Jankovic nervosa, fuori forma e inguardabile che avrebbe perso da chiunque. Errani con tutti i suoi limiti l’avrebbe asfaltata, cosa già fatta l’anno scorso in semifinale.

112
paolo (Guest) 13-05-2015 08:51

Il solito film…fermatela per piacere non si puo stare a vedere..anche suo padre!

111
zagortenay 13-05-2015 08:33

Secondo me Camila sente il peso sulle spalle di tutto quello che il movimento tennistico italiano si aspetta da lei!!!! Un pò come Quinzi insomma…. È gia tanto che il suo comportamento in campo non dia origine a escandescenze e monologhi come fanno altre tenniste più quotate di lei!

110
Francesca (Guest) 13-05-2015 08:30

per giocare a tennis come per fare altre cose ci vuole anche intelligenza. E lei ha dimostrato di non averne, con il suo gioco e le sue dichiarazioni.

109
vecchiogiovi (Guest) 13-05-2015 08:16

è fuori dubbio che c’è del talento e anche un enorme potenziale, è altrettanto fuori di dubbio che quando si perde a nastro così bisogna intervenire prima che sia tardi. La ragazza si è mangiata ancora una volta una quantità industriale di punti sia per risposte bruaciapelo da fondo campo, sia per assoluta inconsistenza a rete, quindi almeno una delle due cose va rimediata. Hanno rinunciato al doppio? allora evitino di sparare risposte fuori prima ancora che incominci lo scambio. Pur apprezzando il talento, che c’è, e la bellezza del gioco (quando va bene), comincio a stufarmi di vedere palle e partite buttate.

108
rino (Guest) 13-05-2015 08:15

la giorgi a dicembre compie 24 anni. se pensa che il tennis sia uno sport che si gioca da soli,va bene, contenta lei… . : :

107
marco (Guest) 13-05-2015 08:08

Scritto da diegus

Scritto da OriginalGiulio
@ veronica (#1342024)
Non la ho paragonata a Serena ma ho solo detto che già esiste chi(con tutte le differenze del caso)gioca con le stesse velocità di palla e aggressività di Camila ma molti meno gratuiti. Continui per la sua strada che prima o poi il risultato(basta uno)arriverà,mi auguro che stia ben alla larga dai soliti coach difensivisti italo/ispanici che sono la sciagura di molti tennisti.

Dipende cosa si intende che “i coach ispanici-italici sono la sciagura di molti tennisti”.
Se si parla di gioco, il tutto è soggettivo.
Se si parla di risultati, invece, mi sa che sei nel torto.

E se avesse ragione Original? Una vera sciagura, i coach ispanici-italici.
Hanno portato Flavia a vincere più di 10 milioni di dollari in carriera.
E hanno portato Sara a vincere più di 10 milioni di dollari in carriera.
E hanno portato Francesca a vincere più di 10 milioni di dollari in carriera.
E hanno portato Roberta a vincere 8 milioni di dollari in carriera.

E non ti parlo dei trofei in bacheca, tanti. E qualche soddisfazione in nazionale, diciamocelo pure. E ho citato solo le tenniste italiane, avrei potuto citare anche tenniste e tennisti spagnoli. Difensivisti? Forse, boh, ma anche la difesa conta nel tennis.

106
il bosforo 13-05-2015 08:03

se il caro sergio dei miei stivali toglie il disturbo a favore di qualcuno che capisce qualcosa di tennis sua figlia si consacrerà finalmente ai massimi livelli che le competono

105
sons of garanganga 13-05-2015 07:57

Sono stato tifoso di Camila per tanti anni, ma adesso basta. Non mi da più gusto vedere una partita con dieci bei vincenti e poi sessanta errori madornali, con la palla che esce dal campo di tre metri. Non migliora, fa sempre gli stessi errori, mentalmente fragile, anche se si ostina a tutti i costi a non darlo a vedere, entra ed esce dal match come un vecchio debole di prostata entra ed esce dal bagno. Ormai ha 24 anni, è inutile che si continui a dire che “è giovane, è giovane” adesso basta. La Svitolina è giovane, la Keys, la Bencic, la Garcia, la Muguruza, queste sono giovani, e migliorano piano piano surclassando Camila che ormai è un mare piatto. Ora bisogna che si decida: o prende un allenatore che le insegni la tattica, a migliorare i suoi colpi (a iniziare da una seconda di servizio) e a fare su di lei un profondo lavoro mentale, oppure rimane con quell’emotivo del padre e le sue poco rasserenanti tremarelle e la sua ostinazione a dire che il gioco della figlia va bene così. Nel primo caso può diventare una top ten, nel secondo caso ha già raggiunto l’apice e butta via la sua carriera, perché questo è il massimo che può ottenere dal suo modo di giocare senza sacrificio.

104
simona (Guest) 13-05-2015 07:51

non so… questa ragazza è brava ma deve lavorare per non perdersi. Quegli errori secondo me nemmeno li considera, proprio come giustamente ha detto chi sostiene che Camila pensa di giocare a un altro sport tipo il salto in lungo(un salto al massimo e 5 nulli).Ora è delusa e penso che le sue dichiarazioni siano un attacco di difesa..Noi aspettiamo che faccia le belle cose che ha dimostrato di saper fare. Eravamo contenti all’inizio, quando si è portata sul 5 -2 con un gioco spumeggiante e anche, tutto sommato, saggio. Poi la Janko, che è una volpe, l’ha irretita. E lei è caduta nella rete.

103
alexalex 13-05-2015 07:39

Scritto da stedoni
Gioca a baseball, non ha tecnica, è labile psicologicamente, etc etc.
Nonostante questo è di gran lunga la miglior giovane tennista italiana…non oso pensare come sono messe le altre!

D’accordo su tutto, tranne sul fatto che non abbia tecnica! Secondo me ne avrebbe, ma il suo gioco a senso unico a “tirare tutto a tutta” non permette certo di evidenziarla. Ciò che stupisce è l’incapacità di leggere le proprie sensazioni e la partita. Certo avere un cagnaccio attaccato alle caviglie che continua ad importi di tirare! Tirare! Tirare! Prima, seconda, attacco, recupero, palla bassa, corta, palla in top, in back non è l’ideale per cercare soluzioni diverse. Ma se lei avesse un briciolo di cervello avrebbe già provato a variare da tempo. Ma come si dice: tale padre…

102
Gabriele da Firenze 13-05-2015 07:36

Scritto da @PitFranco_Is
ecco le sue dichiarazioni alla fine del match .Delusa sì ma forse ancor più stizzita dai commenti post-match. Camila Giorgi cerca di non sdrammatizzare più di tanto al termine della sconfitta patita da Jelena Jankovic al primo turno degli Internazionali di Roma: ‘Una partita buttata? Non butto mai via le partite, ma ho giocato meglio” racconta l’azzurra.
Un 7-5 7-5 molto serrato e un match che sarebbe potuto tranquillamente finire nelle mani della marchigiana: “Si, sono tre match che non ho giocato bene. Nessuno è morto, è soltanto un periodo così – prosegue l’azzurra, che risponde seccamente anche ai tanti che criticano la sua gestione poco razionale degli scambi in campo – L’approccio offensivo? E’ il mio modo di giocare e non lo cambierò”.

Questa è la Giorgi. I coach e le avversarie ormai lo sanno: basta aspettare e ributtarla di la senza fare molto di più, poi ci pensa lei a farti vincere.
Che peccato, che talento buttato alle ortiche.

101

Lascia un commento